Sei sulla pagina 1di 2

Tema Persona

L’idea è il tema base dell’idealismo e quindi del pensiero dei filosofi:


Fichte, Schelling e Hegel. Fichte è un portatore di idealismo La filosofia idealistica si interseca con il tema della persona
soggettivo-etico, poiché si fonda sul valore del soggetto, quindi con l’io oggettivo, soggettivo e assoluto. Il concetto
dell’Io, non inteso come persona ma come soggettività più grande. di persona è un concetto principalmente filosofico, che
Schelling invece si basa su un idealismo oggettivo, punta la sua esprime la singolarità di ogni individuo della specie umana in
attenzione sulla natura, sulla realtà, sul mondo (tutto ciò che per contrapposizione al concetto filosofico di “natura umana” che
Fichte era il non-Io). Hegel supera entrambi con l’idealismo esprime ciò che hanno in comune; si definisce persona un
assoluto.
essere dotato, nella concezione moderna, di coscienza di
L’assoluto è divenire, e la legge che lo regola è la dialettica, di cui sé e in possesso di una propria identità.
ne distingue tre momenti:

1. L’idea in se e per se (tesi)


2. L’idea fuori di se (antitesi) Il tema persona nell’idealismo lo troviamo non solo in
3. L’idea che ritorna in se (sintesi) ambito filosofico, ma anche in rapporto ad ambito
Consiste quindi nell’affermazione di un concetto astratto e limitato, letterario, storico-politico e artistico.

che funge da tesi; nella negazione di questo concetto e nel Alla base della filosofia politica di Fichte l’io pone a se
passaggio ad un concetto opposto, che funge da antitesi; stesso una sfera di libertà distinguendosi così da tutti gli
nell’unificazione della precedente affermazione e negazione in una altri io, che hanno la propria sfera, si pone quindi come
sintesi positiva comprensiva di entrambi.
persona o individuo. La sua è una prospettiva
A questi tre momenti, Hegel fa corrispondere le tre sezioni in cui si individualistica secondo cui lo Stato deve garantire
divide il sapere filosofico:
benessere e lavoro a tutti i cittadini.

La logica: la scienza dell’idea in sé e per sé.


La storia che per Fichte è un progressivo realizzarsi della
La filosofia della natura: l’idea nella forma della negazione, o ragione per Schelling è un processo di rivelazione
dell’essere altro da sé.
dell’assoluto articolato in tre periodi: nel primo emerge il
La filosofia dello spirito: l’idea che dal suo alienamento ritorna in sé.
destino (in cui abbiamo una critica al mondo antico), nel
secondo la natura (con l’inizio dell’espansione dell’impero
romano) e infine la provvidenza.

La visione etico politica di Hegel si basa invece sulla


realizzazione concreta del bene in quelle forme istituzionali
che sono la famiglia, la società civile e lo Stato. Il diritto
regola i rapporti esteriori tra i cittadini, nascendo dalla loro
volontà libera e verte a ripristinare l’ordine sociale razionale
nel caso esso venga turbato. La moralità invece riguarda la
sfera interiore del singolo che si propone di seguire certe
leggi morali che lo rendano soggetto libero e responsabile
(rifiuto della morale formalistica kantiana).
Arte ἦθος

L'arte per Hegel è il gradino più basso dei tre momenti, L’eticità infine, risulta essere una sintesi di diritto e
da qui la differenza con Schelling, in quanto l'artista moralità individuale, in una morale oggettiva che si
rappresenta l'Assoluto attraverso l’arte. Schelling cerca realizza nell’ethos di un popolo. Il termine eticità deriva
un’attività in cui si armonizzino completamente natura e dalla parola costume, in greco éthos, con cui si intende
spirito, conscio e inconscio: risultano riuniti e l'insieme di quei valori e quelle norme, di quei codici di
armonizzati, l’inconscio della natura mediante la comportamento i quali costituiscono il temperamento
spontaneità dell’ispirazione, il conscio dello spirito culturale di una data popolazione. L’éthos era una
mediante l’elaborazione cosciente e la realizzazione dimensione presente nell’eticità greca antica, che
dell’opera artistica.L’artista risulta spinto da una forza concepiva la vita dell’individuo come indissolubilmente
spontanea e inconsapevole, che lo ispira (ispirazione) e legata a quella della polis. Questa unità si è spezzata
che realizza consapevolmente (esecuzione). Nel genio nel mondo cristiano e nel mondo moderno in cui
si svela l’intelligenza non come spirito, bensì come all’organismo della città antica è subentrato
natura. Il genio esprime la bellezza, esprime l’Infinito in l’individualismo liberale borghese. Al concetto di éthos
forme finite. Egli è il portavoce dell’Assoluto. L’arte si collegano importanti temi di attualità, come il tema
presenta le cose come sono in se stesse, come si della corruzione, un esempio lo possiamo ritrovare
presentano nell’Assoluto: rappresentano le idee, le nell’inchiesta mani pulite, un’indagine giudiziaria attuata
immagini delle cose. L’arte è una creazione umana contro la corruzione del mondo politico e finanziario
simile a quella dell’Assoluto. Nell’arte Natura e Spirito distribuita a livello nazionale in Italia agli inizi degli anni
coincidono perfettamente; pertanto solo l’arte realizza ’90. Tutta questa indagine portò alla fine della prima
l’unità dell’Assoluto. Primato dell’attività estetica: repubblica italiana (cioè tutta l’organizzazione creata
l’attività artistica ha un valore superiore alle altre attività con la costituzione nel 1948, formata principalmente
della vita cosciente. La filosofia dell’arte è il dai Socialisti Italiani e da Democrazia Cristiana). A ciò
compimento di tutto il sapere filosofico: l’arte è l’organo si potrebbe contrapporre l’ethos pubblico, cioè la forza
della filosofia e solo l’artista è il vero filosofo. delle istituzioni come potenze etiche che reggono la
vita degli individui, che orienta al giusto
comportamento mediante la consuetudine e la
familiarità con le regole. Rappresenta quindi una sorta
di bene, raggiunto tramite un costume quotidiano.

Potrebbero piacerti anche