Sei sulla pagina 1di 32

S.S. 16 Km 771.

500 70056 Molfetta (Ba)


Tel. 080 3381416 fax 080 3384183
www.ristorantenettuno.it E-mail:info@ristorantenattuno.it

Dire
Rivista di informazione e cultura

LA Euro 1,00

NUOVA
a...
marzo 2011 N. 100
Tel./fax 080 3921786 e - mail : diretta.nuova@libero.it Abbonamento 12 numero : Euro 15 (città) Euro 30 (Italia), Euro 50 (sostenitore)

...vola alto!
Grazie
Anno XIII - n. 99 (839) Gennaio 2011 - Redazione e Amministrazione: Via Virgilio, 12 - 70052 Bisceglie

a tutti voi

Ci hanno scippato l’ospedale

Arriva il wi-fi gratis anche a Bisceglie

SPECIALE 150 anni di Italia Unita


fax 080 3962023

Niente olimpiadi per il nostro atleta Haliti


SOMMARIO
ATTUALITA’ SPECIALE 100 numeri POLITICA

Sanità, amore e (tanta, ma tanta) fantasia! 8 La nascita de La Diretta nuova 4 Il PDL per Spina: ecco i candidati 6

RECUPERI_AMO_Ci compie un anno 8 Dall'editoriale del n. 1 4 Primo Congresso cittadino SEL 6

RECUPERI_AMO_Ci; la parola agli Da La Diretta a La Diretta nuova 5 Giovanni Papagni si mobilita per la
operatori 9 mobilità 7
Siamo al numero 100 5
Forum servizi sociali: avanti le idee e le
proposte 9
SPECIALE 150 UNITà d'italia SCUOLA & CULTURA
Furto di cavi di rame 9
L'unità d'Italia vista dal Sud 20 San Valentino in versi 24
In arrivo il Redditometro 10
La storia attraverso le monete 22 Don Mauro Monopoli torna alla casa del
Unione Europea: stop all'olio Signore 24
contraffatto, al via una svolta epocale 10 Ma quali benefattori vennero al Sud? 22
Il tempo si scoglie nelle acque 24
Il colpo in banca va a vuoto 11 Celebrazioni dell'Unità d'Italia 23
Rotaract: bilancio di metà mandato 25
Banda larga per tutti... o quasi 11 Ottavio Tupputi 23
Il cappotto di Proust 25
Ticket in tabaccheria 11
Don Pasqualino compie ottant'anni 26
BIT 2011 13 RUBRICHE 14
Suoceri sull'orlo di una crisi di nevi 26
Wi-fi gratis anche a Bisceglie 13 Notizia flash: I fatti di Febbraio 12
No alla RU-486 27
SPORT:
Bisceglie si attiva: giovani e idee raccon- Cento numeri, tante emozioni 28
tate alla Fabbrica di Nichi 14 Un tuffo nel passato 27
Flash sport 29
2 sì per l'acqua bene comune 14 Convegno e mostra artistica per i 150
Il judo non si ferma 29 anni dell'Unità d'Italia 31
Niente Olimpiadi per Eusebio Haliti 19
Lettere al Direttore 30 La locandiera di Goldoni (... e Mirando-
Le iscrizioni alle superiori per a.s. 2011/12 19 lina incontrò don Pancrazio) 31
Assemblea della Congregazione Cristiana
Testimone di Geova di Bisceglie
31

l'angolo degli auguri l'angolo della satira


Auguri al consigliere comunale Mauro Di Pierro
che dal 5 Febbraio 2011 è di nuovo papà. La redazione dà
il suo benvenuto al mondo al piccolo Niccolò.

Auguri al nostro nuovo collaboratore


Fabrizio Rigante, che lo scorso 16 Febbraio ha
conseguito la Laurea Magistrale di Interfacoltà in
"Informazione e Sistemi Editoriali" discutendo una tesi su
110 film di Walt Disney in 110 giorni con un lupo per amico.
Da parte della redazione tutta, i migliori auspici per una
carriera brillante, ricca di impegni letterari, di libri e di
avventure. In bocca al lupo (il Lupo Ezechiele o quello
della Spada della Roccia, scegli tu quale!)

Auguri alla collaboratrice de "La Diretta nuova"


Mariaserena Mansueto, che ha brillantemente
sostenuto l'esame di abilitazione alla professione di
Assistente Sociale. Con l'augurio che la tua vita futura sia
costellata solo di soddisfazioni, la redazione si stringe in
un abbraccio collettivo.

2
la diretta taglia un
traguardo. 100 mesi di
impegno per la citta'
ferrara_serena@libero.it

100
Tanti sono i numeri che “La dell’autorevolezza collezionismo alla veterinaria, dalla musica ai
Diretta nuova” ha realizzato dal di un media cartaceo, Ricordi di don Marino Albrizio, dall’architettura
zappettando in alla meteorologia.
2003, da quando l’associazione orti che altri non
“G.B.Ferrara” rilevava la testata di penserebbero di E infine gli SPECIALI: numeri non proprio
Maurizio Rana&C. “La Diretta settimanale”, fondata nel 1993. coltivare. Questo monotematici, ma a tematica prevalente,
Cento numeri con cui misurare la qualità della vita locale e gli modo di fare con cui tracciare panoramiche complete di
ci ha premiato, argomenti di stretta attualità locale. Raccolta
umori della città, raccontando fatti e misfatti, storie di politica,
permettendoci per lo differenziata, Legalità, Mobilità, Salute, Sport,
attualità, cultura e opinione. Il tutto condito da un pizzico di meno di resistere. Donna, Sicurezza, Edilizia storica, per citare i
ironia. Facciamoci, dunque, gli auguri. Probabilmente, me lo principali.
sono detta più volte, Abbiamo raccolto diverse decine di penne

U
avremmo venduto attorno a questa piccola realtà. E chissà quante
n giornale che si rispetti, prima o poi è di più se il nostro fosse stato un rotocalco ne potremmo raccogliere ancora, se solo tutti,
costretto a fare dei bilanci. In genere si scandalistico, ficcanaso ed insinuante, piuttosto a partire dalle istituzioni, credessero di più nel
da notizia di quanto accade all’esterno, che un periodico sincero, leggi “onesto-fino-in- ruolo dell’informazione locale.
ma poi arriva sempre il momento di parlare fondo” ed equilibrato (ovvero bipartisan), per Come ci credeva il direttore (per noi lo è ancora,
di sé, di soddisfare la curiosità benevola di chi lo meno nelle intenzioni. (A proposito, ve lo ad oltre tre anni dalla sua dipartita) Ezio Ferrara:
ti legge e si chiede: ma in quanti, come me, ricordate quell’esperimento di “Contraddittorio uomo colto, coraggioso e battagliero, sempre

Editoriale
staranno investendo il loro tempo nella lettura Politico” destra-sinistra, portato avanti dal num. pronto alla polemica, purché costruttiva. Una
di questa pagina di giornale? 65? E’ durato poco, anche se eravamo innamorati virtù che ha pagato cara, rimettendoci anche in
Ebbene, evitando di scivolare in sbrodolamenti dell’idea, per un banale motivo: in tempi non salute, ma che non ha mai smesso di sbandierare,
autocompiacenti e gongoleggiamenti di poco elettorali è difficile che i politici locali rispettino quale vessillo della sua libertà.
interesse giornalistico, evitando, insomma gli impegni di consegna del materiale previsti Noi, che nella sua Libertà continuiamo a credere,
di dire: "siamo stati bravi, ce l’abbiamo fatta da un mensile). non abbiamo intenzione di mollare.
sempre con pochi mezzi e tanti sforzi" (cosa, E comunque le vendite non sono mai state né Perché fare un giornale vuol dire fare la storia
peraltro, verissima)… sfoderiamo un po’ di mai saranno una nostra prerogativa. delle nostre genti, con tutte le loro debolezze
approssimative statistiche sulla lettura in città. e passioni. Vuol dire intrecciarsi alle vicende
Gli ultimi due anni - chiedetelo pure ai direttori Piuttosto volevamo fare OPINIONE. E ci siamo economiche, sociali e culturali della città e,
degli altri periodici locali - sono stati, per dirla riusciti (vedi oggi la rubrica “Sono Indignato” di conseguenza, di tutto il Paese. Vuol dire
con un termine che rende bene la metafora, di Dino Cosmai e gli articoli firmati da Marco richiamare le istituzioni al loro dovere morale
davvero “tosti”. E non è una questione di Tempesta). e materiale. Avvicinarle ai cittadini, facendoci
vendite, anche se la batosta, a tutti i livelli (dal Soprattutto volevamo dar voce alle persone, ai forti delle loro voci, che sono anche le nostre. Da
quotidiano nazionale al giornalino parrocchiale), giovani talenti locali, a quelle figurine popolari cuore a cuore, da mente a mente. Con la penna,
si è fatta sentire, costringendo un periodico che sono appartenute alla storia di Bisceglie ma la carta, la testa e la volitività che ci caratterizza
locale (per giunta a distribuzione gratuita) a che rischiano di cadere velocemente nell’oblio. da sempre.
chiudere i battenti, visto il graduale ridursi del Penso a Maurino Pedone
margine di lettori attivi. “il trasformista”, a Mèste
Non è neppure una questione di “immagine”, Vendiure e alla sua macchina
anche perché noi de La Diretta nuova siamo fotografica nel dopoguerra,
praticamente ovunque, prendiamo parte a Pietro Lavolpicella (detto
volentieri ad ogni evento, i nostri telefoni Nascareidde) e alla sua vita
squillano sempre. La redazione, aggiungiamolo oltre il tombino delle fognature.
pure, si allarga di mese in mese e sforna giovani Penso a Zemenudde e al mago
giornalisti pubblicisti al ritmo di due l’anno, Mr Dario, ma anche a personalità
creando una reazione a catena di popolarità. del passato prossimo e remoto:
Il vero problema, semmai, è un altro. don Pasquale Uva, Mario
A Bisceglie non si legge più perché si scrive Cosmai (caporedattore alla
troppo. Di 54.000 residenti, il 10% (ne ho contati memoria di questo periodico),
ad oggi quasi 5.000) ha un proprio parallelo Dino Abbascià e Pino Selvaggi,
sul web, che quotidianamente posta (e spesso Pantaleo Raimondi e Marcello
storpia) notizie, commenta fatti, redige articoli e Veneziani, per citarne alcuni.
intesse relazioni su Facebook. E c’è poco da fare:
più scrittori diventiamo, meno leggiamo. Più Volevamo fare INCHIESTA e
tasti del pc digitiamo, più ci ritroviamo a pensare scoperchiare vasi di Pandora.
che la stampa, che sia locale, nazionale o estera, E lo abbiamo fatto negli anni
settoriale o generalista, risulti un orpello di cui andando ad indagare sui
il cittadino moderno può ben fare a meno. Del fenomeni che riguardano tutti
resto sul web si trova di tutto. E sorprendere il da vicino: elemosina, lotterie e
lettore è cosa pressoché impossibile. Raccontare videopoker, sanità, bisticci di
cose nuove è invece un’impresa quasi disperata. condominio, abusivismo…
E allora? Non ci rimane che approfondire tutto,
fare sondaggi su larga scala, dare la parola a chi Non elenco, solo per questioni
su Facebook (per scelta) non ce l’ha. Insomma di spazio, le 30 rubriche
catturare la curiosità di chi ancora si fida ospitate in questi anni. Dal

3
L
LA NASCITA DE
"LA DIRETTA nuova" E
A.G.Eccel

Brevi cenni per ricordare ciò che pochi sanno


C
C
orrevano i primi anni del nuovo di registrazione che risulta essere presso

O
millennio. La nostra Bisceglie il Tribunale di Trani in data 6 Febbraio
stava attraversando un vuoto di 2003) con Maurizio Rana, direttore
libera informazione e di cultura responsabile, Ezio Ferrara, rappresentante
asservita ai vari “signori” che in città da dell’Associazione editrice e direttore

P
sempre curano solo i propri interessi. editoriale, Antonio Eccel, coordinatore di
Si sentiva l’esigenza di un giornale redazione, Serena Ferrara, M. E. Eccel, e
obiettivo, che commentasse i fatti senza tanti altri collaboratori.
essere asservito alla greppia di un qualche Filosofia guida del periodico era l’esigenza

E
“signorotto” di turno e che non fosse il di approfondimenti importanti alla
megafono dei vari comunicati stampa comprensione degli avvenimenti locali per
della miriade di pseudo associazioni un’interpretazione autentica degli interessi
culturali e cooperative tutte dedite a della cittadinanza e per dar voce a quanti,

R
coltivare il proprio “orticello” invece nel contesto sociale, non riuscivano ad
di riunire le forze e dar voce alla vera avere visibilità e voce riconosciute persino
cultura ed agli interessi cittadini e comuni. dalla Costituzione ma sistematicamente
Unica eccezione, in quel periodo ed a ignorati dai più. Il resto è storia presente

T
nostro opinabile parere, un mensile che, negli archivi di chi ha raccolto tutti i
pur esprimendo la sete di visibilità della numeri del giornale (vedi biblioteca
cultura locale a mezzo di nostri illustri comunale, ecc.), sino ai giorni nostri.
cittadini, non approfondiva le dinamiche Non sempre La Diretta nuova è

I
locali e spesso non riusciva ad essere riuscita nell’intento, complici l’umana
imparziale. imperfezione e le pressioni che spesso si
Fu così che, nel laboratorio “segreto” di ricevono da quanti, in buona fede, pensano
Ezio Ferrara, alcuni noti come da atto che non sia opportuno un certo dettame

N
costitutivo, furono promotori e fondatori operativo.
dell’Associazione Culturale “G. B. Ferrara” Questo mi portò ad un temporaneo
che vide la luce il 17 ottobre 2002. Come allontanamento dalla redazione, ma, mai
da statuto, si attivò subito per rieditare ad una definitiva interruzione del rapporto

E
“La Diretta”, testata locale nata nel Marzo di collaborazione con la stessa, della quale
1994 con la quale, a vario titolo e con condivido la filosofia e la missione ai sensi
incarichi diversi, nel passato avevamo dello statuto sociale (artt. 2,17 e 22).
collaborato attivamente sino a quando, per Ancora oggi, che si edita il n° 100, sono
vicende politiche note a tutti nell’ambiente vicino alla redazione e lo sarò sempre
giornalistico locale, questa non era stata finché ci saranno le condizioni che hanno
costretta a chiudere. fatto nascere questa testata che, ormai, fa
Il primo numero de “La Diretta Nuova” parte della storia cittadina della nostra

E
vide la luce nel Gennaio 2003 (in attesa Bisceglie. Ad maiora.

Dall'editoriale P
del N.1 di Gennaio 2003
O
Ezio Ferrara

[...] La Diretta è risorta dalle sue ceneri stampate senza commento, l'opinione è

C
come una nuova Araba Fenix, voluta spesso latitante, ma sono convinto che
da tutti i redattori e anche da tanti i biscegliesi, in fondo in fondo, sentano
biscegliesi che ci hanno incoraggiato la necesità di andare oltre il cane
a riprendere la pubblicazione, randagio che morde il bambino, oltre le

A
pregandoci di salvare lo spirito beghe infantili tra due politici di primo
polemico e di continuare a fare cultura, pelo che sgomitano per conquistarsi un
quella che caratterizzava le pagine della posto al sole. [...]
vecchia pubblicazione e che tanta presa Non rinunceremo alla satira, che

L
faceva sui lettori. tradurremo in un nuovo veicolo di in-
[...] Numero dopo numero terremo alto formazione, ma dedicheremo le nostre
il tono della polemica, sempre costru- risorse anche alla denuncia, alla "sati-
ittiva, che può anche castigare, ma che rizzazione" delle condizioni del paese

I
speriamo sia capace di proporre solu- e a quelle della politica locale che, pian
zioni alternative a quelle criticate. piano, ci sembra stia scivolando in una
A Bisceglie il giornalismo appare come dolorosa involuzione.
un prodotto un po' artigianale, almeno Alla prossima.
in parte. Le notiziole di paese vengono

4
DA "lA dIRETTA"
A "lA DIRETTA nuova" Serena Ferrara

Quattro chiacchiere con Maurizio Rana

sovvenzionati dagli enti locali. Il Comune Che pensi de La Diretta nuova al suo numero
non ha mai speso un euro per i nostri 100?
giornali, ma paga profumatamente «E’ sicuramente penalizzata dalla sua periodicità.
consulenti che magari provengono La Diretta è nata per essere un giornale tempestivo
da altre città per svolgere due ore a e per raggiungere la gente in tempo reale. Ad un
settimana non so quale tipo di lavoro. certo punto, e le spese esose di questo servizio
Questi incarichi potevano invece essere mi costarono la chiusura, fu anche quotidiano,
affidati ai responsabili delle redazioni proprio perché il suo obiettivo era quello di
locali, magari con rotazione annuale. E anticipare il passaparola. Oggi è un mensile, ha
soprattutto dando spazio anche a chi un’altra configurazione e fa approfondimento,
la pensa diversamente come facevamo come si conviene ai mensili. Ma, lo ripeto,
sulla Diretta. Oggi sono impegnato a era nata per essere l’opposto di quel che è
livello politico, ma in 11 anni di Diretta diventata».

S
ono passati 11 anni da quando la redazione ho sempre dato voce a tutti, anche al partito
de “la Diretta” di via Bovio è stata chiusa. più estremo della parte opposta. In nome Cosa si potrebbe allora fare per innovare il
Nostalgia? della pluralità, ho avuto per diversi anni rapporto tra media e fruitori?
«No, perché comunque sto portando avanti un Mario Lamanuzzi come mio vice. E ben si sa «Ho un pallino da diversi anni: una web tv
progetto giornalistico, ma di taglio nazionale. che i nostri orientamenti politici sono molto puramente locale. Ma per farla ci vogliono
Qualcosa di nuovo, perché a me piacciono solo diversi. Ci bilanciavamo e non abbiamo mai determinati personaggi e, scomparso Ezio
le cose nuove. Si tratta di un giornale on-line avuto difficoltà a pubblicare certe notizie e a Ferrara e Peppino di Molfetta, non vedo giovani
di politica, che abbraccia una specifica area di censurarne altre». in grado di poterlo fare.».
lettori di destra. Un progetto che mi rende molto
orgoglioso, perché dopo un anno e mezzo di E dell’informazione locale on-line cosa pensi? Da qui a 10 anni, come vedi il futuro
sacrifici inizia a cogliere i primi frutti. Abbiamo «Anche in questo campo non si stanno facendo dell’informazione locale?
quasi 20.000 fan su Facebook e siamo stati citati passi avanti. Due, tre notizie al giorno non sono «L’informazione locale non può morire, perché
proprio di recente da La Stampa di Torino». una grande informazione. E poi sono convinto è solo chi vive a stretto contatto con la città che
che sarebbe bene inserire un sunto delle notizie può rendere un servizio adeguato. L’inserto
Cosa è cambiato a tuo parere nell’informazione nazionali ed internazionali, perché solo così si regionale e provinciale del Corriere della Sera
cittadina, in bene o in male, nel corso di questi evita la migrazione dell’utente, si aumentano e de La Repubblica, piuttosto che la pagina
anni? i tempi medi di permanenza e si offre una di informazione locale de La Gazzetta del
«I periodici locali non si sono evoluti, anzi informazione completa. Il giornalismo locale sta Mezzogiorno, non potranno mai raggiungere
hanno fatto passi indietro. Sostanzialmente per dunque scemando, un po’ per demeriti, perché chi vive in città . Anche il grande sconosciuto,
due motivi: uno perché ha preso piede internet, non ha fantasia, un po’ perché non riceve alcun tutti i parametri per comprendere fino in fondo
due perché non sono mai stati affiancati o genere di supporti». i perché di un determinato fatto, ha bisogno di
una voce che parli dall'interno».

siamo al numero 100 Marco Tempesta

Riflessioni a margine di un'avventura partita 8 anni fa

I
l compito di un giornale non è soltanto in- una linea di demarcazione tra ciò che il lettore
formare ma anche, anzi direi specialmente, si aspetta di leggere e ciò che invece mira a ri-
di indurre il lettore alla riflessione. mettere in discussione le sue verità acquisite. Il
La difficoltà che sorge per chi scrive è notevole: dubbio, come motore di riflessione e di discus- Bisceglie è un calderone in perenne ebollizione
cercare innanzitutto di mantenere la massima sione delle idee. e scrivere per La Diretta Nuova significa par-
neutralità, ma soprattutto adattare i propri scritti In tutti questi anni ho affrontato per il giornale tecipare in prima persona all’evoluzione della
a qualsiasi tipologia di lettore. Cosa vuol dire? argomenti di ogni genere, in piena ed assoluta città e dei cittadini, significa dare un fattivo
Vuol dire usare un linguaggio sufficientemente libertà. Una raccolta dei miei articoli scritti nei contributo di idee in maniera chiara e non set-
adeguato, senza però appesantire lo scritto o, primi tre anni si può leggere online nel mio sito taria. Significa informare in maniera corretta ed
peggio, renderlo eccessivamente elementare. personale, sotto il titolo provocatorio “Fuck the equilibrata e allo stesso tempo condurre il lettore
Ogni articolo deve poter venir letto con facilità System”. ad approfondire alcune tematiche al fine di una
e piacere sia dall’intellettuale che dal lettore più consapevole visione della socialità cittadina.
scarsamente scolarizzato, benchè attento alle Come qualsiasi essere vivente, anche un gior- E’ il nostro impegno morale verso il lettore, in
vicende culturali, politiche e sociali della sua nale si evolve per adattarsi alle esigenze del ottemperanza allo spirito che ha sempre orien-
città. momento, sempre tenendo il lettore al centro tato noi redattori, ovvero il massimo rispetto
L’avventura di scrivere per un giornale è insieme dell’interesse. Con la direzione di Serena Fer- verso chi ci legge.
un privilegio e una responsabilità. rara, La Diretta Nuova si è vestita graficamente Giungere al n.100 con il consolidato interessa-
Quando mi è stato chiesto di scrivere sistema- in maniera più accurata, dando più spazio alla mento e la costante affezione dei lettori è per
ticamente per la Diretta Nuova sin dal primo vita cittadina e meno spazio alla letteratura. E’ noi redattori la certezza di stare percorrendo il
numero, il direttore Ezio Ferrara mi ha posto stata una scelta redazionale mirata a soddisfare giusto sentiero, di stare rispettando il progetto
una sola condizione: il rispetto della sensibilità maggiormente le esigenze di informazione lo- iniziale di un giornale libero ed attuale. Pun-
del lettore. cale, sempre nell’ottica del massimo equilibrio tiamo al n. 1000, con lo stesso entusiasmo di
Curando prevalentemente gli articoli di opi- soprattutto nel trattare le notizie di carattere quando in edicola è apparso il primo numero,
nione, ho spesso condotto il discorso lungo politico. 8 anni fa.

5
Il PDL per Spina: ecco i candidati Fabrizio Ardito

Giovani e società civile le nuove candidature

Francesco Amoruso introducendo i can- Se il primo ha espresso l'idea che la politica deve
didati - Bisceglie in questi anni ha saputo preparare il futuro per le nuove generazioni, il
presentarsi all'Italia, non solo per le sue bellezze secondo ha speso parole di elogio per la parsimo-
e il Centro Storico rivitalizzato, ma anche come niosa gestione delle nostre finanze biscegliesi.
città virtuosa per il risparmio energetico e per Ma passiamo ora ai candidati, vero cuore e futuri
il rispetto ambientale. Questo è stato possibile artefici del successo di Spina, che porteranno la
perchè abbiamo vissuto questi anni in maniera città a continuare la sua crescita iniziata questi
serena, senza contrapposizioni politiche tra anni. Tra i veterani della lista si trovano Mim-
le anime della maggioranza. E, quando un mo Spina (Assessore uscente al Bilancio), Enzo
sindaco governa bene, la ricandidatura è au- di Pierro (Assessore uscente all’Ambiente, alla
tomatica. Il PDL darà un grande contributo Pesca, al Turismo e all'Agricoltura), Vittorio
alla campagna elettorale di Francesco Spina, Fata (Assessore uscente alla Pubblica Istruzione),
non solo in termini di consensi, ma mettendo Antonio Di Lollo Capurso (Assessore uscente
in campo 24 persone che solo il meglio di ciò all’Urbanistica), l’imprenditore edile Leonardo
che poteva offrire». Di Liddo, l’ispettore di Polizia Vincenzo De
«Simo partiti dal presupposto che in questi Pinto, Domenico Di Benedetto, Francesco Di
cinque anni fare bene le cose era solo un nostro Reda, Pierpaolo Pedone e Pablo Rigante.

L
e amministrative di maggio sono vicine. E, dovere. - ha spiegato l'europarlamentare Sergio A questi si aggiungono le new entries: Leo Ma-
puntuali come un orologio, tutti i partiti e Silvestris- Ora che ci siamo riusciti rispettando il strogiacomo (già consigliere provinciale per il
le liste civiche si presentano agli elettori. In Patto di Stabilità, realizzando finalmente il PUG, PDL), Leonardo Bombini, Vincenzo Caputo,
queste occasioni chi prima arriva, prima meglio catturando risorse per l'agricoltura con il GAL e il Angelo Consiglio, Piero Dell’Olio, Mauro La-
alloggia. Ben lo ha capito il Popolo delle Libertà, PIF..., ambiamo a fare le cose ancora meglio». manuzzi, Rosario Mastrototaro, Silvio Patruno,
che, come sempre, ha anticipato i tempi , scopren- Presenti alla manifestazione anche gli onorevoli Egidio Silvestris, Raffaele Simone, Domenico
do le sue carte già Domenica 20. del PDL al Parlamento Europeo Mario Mauro Storelli, Vitangelo Tattoli e Biagio Todisco.
«È la politica che si apre alla società civile - dice (capogruppo PDL) e Raffaele Baldassarre.

PRIMO CONGRESSO CITTADINO SEL Silvia la Franceschina

N
otevole partecipazione al primo con- Candidato Sindaco del Centro-Sinistra,
gresso cittadino del partito Sinistra Francesco Napoletano.
Ecologia e Libertà, tenutosi Domenica Di seguito, Giovanni Papagni, giovane
13 Febbraio presso l’Auditorium Santa Croce. esponente di SEL, già referente della
Tra gli ospiti presenti: Pasquale Pozzolungo, Fabbrica di Nichi di Bisceglie, ha espo-
Giovanni Papagni, Danny Sivo, Maurizio sto la propria relazione. La più fervida
Monopoli, Rosalba D’Addato. e toccante. Partendo dalle ragioni che
La relazione del Coordinatore provvisorio l’hanno spinto a impegnarsi politica-
uscente, Pasquale Pozzolungo, ha aperto i mente, ha evidenziato quello che sembra
lavori offrendo diversi spunti di discussione. essere un problema endemico della realtà
A cominciare dal ruolo negativo che la politica biscegliese: l’assenza di partecipazione e
nazionale ha avuto nella trasmutazione genetica la rassegnazione giovanile nei confronti
della società dell’ultimo ventennio, passando della politica. «Dove sono le sentinelle che
per lo sconquasso odierno dell’Italia del bun- dovrebbero urlare per ribellarsi ad un’ammi-
ga bunga, sino alla realtà locale della città di nistrazione inadeguata?» Ricordando il ce- di sempre il programma della coalizione per la
Bisceglie, «avviluppata nelle sabbie mobili dell’am- lebre Gaber di “libertà è partecipazione”,spiega Città di Bisceglie.
ministrazione Spina e bisognosa di cambiamento»”, che fare politica significa partecipare, appunto, Quindi sono intervenuti i rappresentanti citta-
corroborando con il suo intenso discorso le per costruire una città migliore. Giovanni ha dini dei partiti politici presenti, tra cui il segre-
motivazioni che hanno portato alla scelta del declinato i punti fondamentali del programma tario del Pd Nicola Amoroso, che ha sostenuto
di Sel, con elegante concretezza. Dal recupero l’importanza di realizzare congressi cittadini
del centro storico – trascurato e sfruttato come come questo, la necessità di manifestare per i
600.000 € PER lE vetrina a seconda delle necessità per poi lasciarlo
morire nell’incuria - al potenziamento del tu-
diritti, in un deficit di democrazia oggi vivo più
che mai, perché la gente deve essere rieducata
SCUOLE BISCEGLIEsi rismo, dalla mobilità sostenibile nel territorio,
alla salvaguardia dell’area di Pantano – Ripalta;
alla consapevolezza che la libertà va difesa ad
ogni costo.

F
meno automobili e più verde. Dal no al Casello Le conclusioni sono stateaffidate a Danny Sivo,
irmata nei giorni scorsi una convenzione
Autostradale, a un serio progetto per una raccol- che ha chiaramente illustrato il progetto politico
fra il Ministero delle Infrastrutture
ta differenziata dei rifiuti urbani, con importanti di SeL.
e il Comune di Bisceglie, avente per
ricadute occupazionali. Il congresso si è concluso con l’elezione degli
oggetto: “Interventi urgenti finalizzati alla
La terza relazione è stata quella di Danny Sivo, organismi dirigenti. E’ stato eletto all’unani-
prevenzione e riduzione del rischio, da
presidente del Congresso, incentrata sulla Sanità mità Coordinatore Cittadino di SeL Pasquale
eseguire presso alcune scuole cittadine”.
e sul Piano Sanitario Regionale. Il medico ha Pozzolungo, 53 anni, bancario, sposato e padre
Gli interventi riguardanti gli immobili che
parlato con amarezza della tendenza a delegare di 2 figli. La segreteria è composta da Rosalba
accolgono le scuole dell’infanzia e primaria
ai servizi privati la tutela e salvaguardia della D’Addato, Giovanni Papagni e dal Tesoriere
di via Martiri di Via Fani, di via Guarini, di
nostra salute. Maurizio Monopoli. Sinistra Ecologia Libertà
Salnitro e di via XXV Aprile. Finanziati anche
A seguire ha preso la parola il candidato Sin- ha informato la cittadinanza che a breve avrebbe
interventi per le scuole medie “C. Battisti” e
daco del centro-sinistra Francesco Napoletano, aperto la prima storica sede del Partito in via
“ R. Monterisi”.
il quale ha illustrato con la forza e la passione Pozzo Marrone 15.

6
La parola ai giovani candidati:

GIOVANNI papagni si mobilita per la mobilità


Serena Ferrara
Romanticismo, ideali forti e libertà. Ecco i principi
ispiratori del candidato SEL in bicicletta

C
he senso ha avere le mani pulite se Fabbrica e Sel a Bisceglie: due rette convergenti
si tengono in tasca?”. Hai scelto le o parallele?
parole di don Milani, nella conferenza «Da un punto di vista formale si tratta di
di presentazione della tua candidatura per due realtà diverse l’una partitica (Sinistra,
le elezioni comunali, per spiegare la scelta di futuro e Libertà), l’altra politica, in realtà ci
scendere in campo in politica. Prima con La sono molte commistioni tra i due gruppi. La
Fabbrica di Nichi, poi nel Sel. Ascoltandoti, ho Fabbrica riunisce tutti quei giovani che non
percepito che hai un’idea molto romantica della vogliono schierarsi a livello partitico, ma che
Sinistra: stare dalla parte del più debole. Sicuro si rispecchiano in simili ideali. Quindi, parlerei
che la Sinistra oggi sia ancora questo? di due rette parallele che scorrono vicinissime
«Storicamente la Sinistra nasce sulle istanze l’una all’altra».
dei più deboli, dalla base e per la base. Questi
sono i principi ideologici cui mi ispiro. Poi le Il tuo programma elettorale è basato sulla
evoluzioni dei partiti sono altra cosa. Non è Mobilità. In breve, quali azioni?
casuale l’aver citato don Milani, perché secondo «Tante, per cui cito le principali: rifondazione
me la commistione dei principi ispiratori della della regolamentazione stradale; costruzione
Sinistra con le istanze cristiane è totale. Penso di parcheggi periferici nei pressi della stazione
che la politica debba per forza di cose partire e creazione di linee bus che colleghino tali zone
dalle utopie, da una serie di principi, per poi di sosta al resto della città; revisione totale delle
incarnarsi. E le utopie non sono mai inattuali». piste ciclabili esistenti in termini di continuità
e fruibilità delle stesse; agevolazioni e bandi
Chi sono i deboli oggi secondo te? per aziende e società di car e bike sharing; ZTL dietro alle istanze dei cittadini, ma debbano
«Debole è chi non arriva a fine mese, sono i in tutto il centro storico, in via XXIV Maggio e anche prevenire e formare. So che è necessario
ricercatori che fuggono all’estero, i cittadini che via Aldo Moro; adeguamento dei marciapiedi cercare il consenso per "sedersi sulle sedie",
alle amministrative votano chi gli ha concesso (allungamento, abbassamento e scivoli in ma non voglio ritrovarmi su una poltrona con
un buono pasto o un buono benzina di 50 corrispondenza delle strisce pedonali) alle la coscienza sporca. Certo, il compromesso
euro, perché non riescono neanche a far fronte esigenze dei disabili motori; reinterpretazione è di statuto se vuoi fare politica, ma se non
alle esigenze dei propri figli. Debole è chi per del ruolo della Polizia Municipale, affinché chi vogliamo ridurre tutto ad una spartizione di
mancanza di mezzi culturali ed economici non rispetta il Codice della Strada sia sempre posti, dobbiamo partire da idee pulite. Grazie
non è in grado di mantenere intatta la propria e comunque sanzionato, magari abbassando a Dio ho un posto di lavoro e dalla politica non
dignità». contemporaneamente l’importo delle multe cerco uno stipendio. Se avessi voluto questo,
(inutile, come fanno le Amministrazioni oggi, forse mi sarei schierato a destra, perché la destra
Sinistra, Ecologia e Libertà. Credi che sia questo inasprire le sanzioni per poi non emettere a Bisceglie ha adesso oltre 20 liste e detta legge.
ciò che chiedono i biscegliesi? multe); realizzazione di nuove rotonde Invece no, non voglio tradire i miei principi.
«Se ho scelto questo contenitore è perché il Sel per l’abbattimento dei consumi di CO2 dei Per esperienza e formazione, metto avanti
a Bisceglie è cosa del tutto nuova. Lo stiamo veicoli fermi ai semafori; rinnovo del parco le mie istanze ambientaliste. Il primo punto
creando adesso per il futuro, nonostante le di automezzi pubblici e conversione a metano programmatico del mio programma, non a caso,
grandi difficoltà incontrate nell’intercettare di quelli già esistenti; blocco della litoranea è la bellezza. Nei miei sogni ho una città piacevole
i giovani. In realtà è dal 2008 che cercavo di durante la stagione estiva e istituzione di e vivibile, non affogata dal traffico, dallo smog
risvegliare i giovani, ma, con mio rammarico, un meccanismo di park&ride; campagne di e dall'inquinamento acustico, libera da barriere
è stato solo con le regionali e l’istituzione della comunicazione che stimolino all’utilizzo di architettoniche e ricca di luoghi di aggregazione.
Fabbrica di Nichi che sono riuscito a smuovere mezzi pubblici o ecologici e agevolazioni ai Ho letto sulle pagine di un vostro giornale che
le coscienze. Poi, se mi chiedi perché Sel, credo privati che muniscono di rastrelliere gli ingressi un giovane candidato vorrebbe trasformare la
si sia trattato di un passaggio naturale, visto che delle proprie attività. Trovo inoltre utile pensare zona Pantano-Ripalta in un villaggio turistico.
nel progetto politico iniziale erano ricomprese ad una sperimentazione delle piste carrabili, E’ pazzesco che un giovane possa avere di tali
sigle, come i Verdi della scuola di Alex Langer, corsie in cui le auto circolino al centro della idee, per altro dichiarando che i suoi elettori lo
che sento particolarmente vicine alle mie idee carreggiata, lasciando ampio spazio e destra e conoscono come ambientalista».
ed esperienze politiche». a sinistra per pedoni e bici.
Mobilità a parte, penso sia importante realizzare Come vi state muovendo e vi muoverete
A proposito di esperienze, la tua storia di anche un censimento di tutte le case fittate e in occasione delle prossime
attivismo è sui generis e interessante. Ci non registrate, promuovere nuovi incentivi per competizioni elettorali?
racconti qualcosa? il recupero dell’edilizia storica residenziale, «Sicuramente
«All’estero ho frequentato una delle scuole realizzare nuovi spazi di aggregazione. E in scenderemo in
politica più alte che si possano immaginare. In questo caso penso allo sfruttamento di spazi piazza allestendo
Brasile, presso i padri comboniani, ho “militato” come il terreno in via Fragata - via Caterinette, dei gazebo per
all’interno di una favela a Vittoria. Qui ero la piazzetta collocata all’incrocio tra Corso raccontare chi
coinvolto da insegnate a corsi di formazione Umberto e via Lecce, il lotto di via s. Andrea siamo. In più,
per studenti delle scuole superiori; cercavamo angolo via s. Cosmai (nei pressi della Chiesa di organizzeremo
di colmare il gap di coloro che non poteva S. Silvestro)». una serie di
permettersi un liceo privato. Questa per me è iniziative a
politica, anche se, come dici tu, è una politica Da un nostro sondaggio, risulta tuttavia che carattere non
romantica. appena l’11% dei biscegliesi ritiene la mobilità prettamente locale,
A Milano, invece, ho stato tra le fila dei Verdi. come una delle priorità amministrative. Come in cui parleremo di
Una esperienza molto simile, nei temi e negli la mettiamo con il tuo programma, così ben tematiche scottanti
atteggiamenti, a quella locale, anche se li non articolato? come la sanità, l’acqua
ho testato dal vivo l’esperienza». «Credo che i politici non debbano solo andar pubblica, il nucleare».

7
Sanità, amore e (tanta, ma tanta) fantasia!
Ardito Fabrizio
Ecco il nuovo piano sanitario regionale approvato tra boia,
lacrime, sangue e mannaie politiche

rie) e sull'indotto che gira; oltre che su tagli al come quella di Iurlaro». La maggioranza invece
personale. si gongola. Da una parte c'è il PD, con un peso
E qui scattano i boia: il consigliere PDL Iurlaro sempre minore, che si affida all'ormai storico
afferma «Il folle piano di Vendola è finalmente an- scaricabarile regionale e dice: «La Puglia dovrà
dato a buon fine. E con esso la codardia dei consiglieri fare di necessità virtù […] è giunto il momento di
regionali brindisini che hanno votato senza scrupoli trasformare la sciagurata decisione del governo
di coscienza un Piano di Rientro che mortifica senza nazionale, che con il Piano di Rientro impone alla
mezzi termini la salute dei cittadini. Dove sono finiti Puglia di tagliare 2.200 posti letto, in una occasione
i buoni propositi e i sorrisi di circostanza mostrati, per reingegnerizzare il nostro sistema sanitario regio-
Epifani in testa, durante il corteo pro ospedale a nale»; dall'altra c'è Dino Marino (PD, presidente
Ceglie? […] E che dire, invece, del rappresentante della commissione sanità) che, con critiche forti
dell’Udc Euprepio Curto, anche lui trionfalmente a Fiore, dice «[il Piano di Riordino ospedaliero,
presente nel corteo cegliese solo 20 giorni fa, eppure nda] ha più caratteristiche di piano di razionamento
oggi boia consapevole della salute dei cittadini?». che di prospettiva di adeguata coerenza con i bisogni
Di contro Curto, consigliere regionale UDC, ri- e lo sviluppo necessari», ricusando un piano che
sponde: «Il consigliere Iurlaro, la cui voce non è nota prevede una spesa sanitaria «solo apparentemente

C
al Consiglio regionale, mi ha definito boia consapevole orientata al risparmio» e «improntata a decisioni
i vogliono scippare il nostro ospedale, estemporanee a risonanza pubblica, da introduzione
della salute dei cittadini per il fatto di aver votato a
alla faccia di tutti gli elettori vrndoliani di maggiori tasse palesi ed occulte senza un miglio-
favore di un Piano di Rientro che, ove non fosse stato
biscegliesi. ramento dell’offerta».
approvato, avrebbe determinato la perdita per l’intera
Scendiamo nel dettaglio. Due legislature regio- E Fiore si dimette... anzi no Vendola lo ferma.
Puglia di ben 500 milioni di euro, paralizzandone la
nali fa, l'allora Fitto si apprestava a concludere Che lo voglia precedere?
ripresa economica. Il mio parere è che effettivamente
il mandato, lasciando un attivo di 9 milioni di No (per ora!).
ci sarebbe bisogno di un boia politico capace di far
euro e un piano regionale che mirava ad otti-
rotolare a terra, politicamente parlando, le teste vuote
mizzare la scelta sanitaria in Puglia, chiudendo
i reparti inutilizzati ed inefficienti e destinando
fondi ai reparti più usati ed efficienti. Ci furono
proteste, cavalcate dai media locali. Poi nel 2005
Nichi Vendola, che vinceva con uno scarto di
RECUPERI_AMO_CI compie un anno
0,6%, aboliva il piano di Fitto, anche se non era
pronto un piano sanitario del centrosinistra.
Elezioni regionali 2010: il centrodestra si spacca, Felicia Antonino

S
appoggiando Palese (PDL e la Puglia prima di
i è accesa la prima candelina per il pro- gratuita, che avviene in loco alle ore 19.
tutto) e Poli-Bortone (UDC e IoSud), ma Nichi
getto “RECUPERI_AMO_CI”. Ogni utente beneficiario, in prevalenza donne
vince ancora, con uno scarto maggiore. La squa-
Con una celebrazione eucaristica si è (52%)con famiglia, è registrato su un apposito
dra di governo approva un altro piano, volto a
festeggiato il 15 Febbraio nella chiesa di San blocco, onde rendicontare tutto ciò che è stato
spendere e spandere soldi che non abbiamo.
Lorenzo il compleanno della prima sperimenta- raccolto e ridistribuito (nel 2010 gli accessi diretti
In questo caso l'idea di fondo era buona (inter-
zione locale della legge del “Buon Samaritano”. sono stati 203 e le persone che hanno usufruito in
nalizzazioni in primis), ma i soldi non ci sono.
A dir messa l’Arcivescovo Sua Ecc. Re.ma Mons. totale del servizio sono 502, di cui 109 minori).
Il governo nazionale blocca i Fas (Fondi per le
Giovan Battista Pichierri che durante l’omelia ha «Le prime volte -ci dice un volontario- i beneficiati
Aree Sottosviluppate), pari a circa 500 milioni,
avuto parole di elogio per la città: «Bisceglie, tra entravano a testa bassa, non avevano il coraggio di
sostenendo che se fossero assegnati, sarebbero
i comuni dell’Arcidiocesi, spicca per sensibilità nei dichiararsi indigenti, non volevano essere etichettati
spesi interamente per la sanità, senza creare un
confronti dei più deboli». come mendicanti. Oggi invece le cose sono cambiate
vero sviluppo per la regione. Anche perchè in 6
L’iniziativa a fini di solidarietà sociale è un perché sentono di far parte di una comunità che non
anni la regione è passata da un attivo di 9 milioni
piano di raccolta e di distribuzione di alimenti spreca nulla, che ridistribuisce e non fa carità».
di euro di Fitto al deficit di circa 610 milioni di
promosso dalla Caritas diocesana di Trani- Tutti i presenti alla celebrazione, volontari,
euro di Vendola. Il braccio di ferro si conclude
Barletta-Bisceglie e dall'ass. Portaperta e rivolta responsabili della Caritas parrocchiale, istitu-
con Vendola, che dopo settimane di protesta,
a famiglie, inoccupati, senza dimora, detenuti, zioni ecclesiastiche, Sindaco e amministratori
firma un impegno che mira a rendere il tutto più
ex detenuti, senza distinzione tra stranieri ed comunali, dopo il rito religioso, hanno brindato
efficiente senza internalizzare nessuno.
italiani. Nato con il sostegno del Comune di e festeggiato presso la sede dell’associazione
Il risultato? Il piano approvato da maggioranza
Bisceglie, che partecipa con 20 mila euro l'an- questi primi 365 giorni di intensa attività.
di centrosinistra e UDC prevede un misto tra
no, il progetto si finanzia anche
piano Fitto e piano Fiore: chiusura di reparti
con i fondi dell’8xmille e vede
inefficienti e chiusura di ospedali a favore
impegnati 30 commercianti e
della costruzione di altre strutture, tra i presidi
imprenditori locali in questa
interessati, anche quello di Bisceglie-Trani. In
battaglia di solidarietà.
pratica ci apprestiamo a dire addio al Vittorio
Ogni giorno, alle otto di mattina,
Emanuele.
alcuni dei 20 volontari impegnati
Personalmente apprezzo lo sforzo di Fiore, come
nel progetto fanno il giro dei
fece Prodi per l'Italia nel 2006, sempre a mediare,
rifornitori per il recupero delle
a trovare una soluzione che accontenti tutti o che
eccedenze alimentari. Si comin-
per lo meno scontenti pochi.
cia dai panificatori, poi si passa
Ma Fiore non trova la formula magica, dato che
gli esercizi commerciali, infine
2+2 non fa 610 milioni.
alle aziende agricole e al mercato
Già, 610 milioni sono molti, troppi. Da dove li
ortofrutticolo. Quindi nella sede
prendiamo? Si ripagheranno, sostiene Fiore,
di via Caputi 20 si selezionano
(indovinate come?) agendo sull'IRAP, sull'IVA
i cibi e si preparano i sacchetti
non sanitaria, sulla partecipazione dei privati
per la distribuzione quotidiana
negli ospedali (solo per questioni non sanita-

8
FORUM SERVIZI SOCIALI
AVANTI LE IDEE E LE PROPOSTE Mariaserena Mansueto

R
iproporre la formula del coinvolgimento di uno sportello unico di accesso ai
dei cittadini al “Forum servizi sociali” servizi socio-saniatri; la realizzazione
ha fatto emergere le carenze e i punti di una rete di aiuto per sopperire al
di forza degli strumenti con i quali il Comune problema del reinserimento nella
affronta situazioni legate ai disagi dela gente. società degli ex detenuti. Inoltre
Lungi dall’essere una discussione politica, si si è parlato di creare una casa di
è data importanza non agli intervenuti bensì prima accoglienza per chi è affetto
ai contenuti. Istituzioni, dirigenti, associazioni da problemi di dipendenza da alcool
e rappresentanti di cooperative sociali si sono e di dar vita ad un osservatorio per
confrontati, nella giornata del 12 Febbraio monitorare il territorio rispetto ai
presso l’auditorium Santa Croce, in un dibattito bisogni delle fasce deboli.
costruttivo. Obiettivo: consolidare le basi per è emersa l’esigenza di elaborare
un Comune moderno e solidale nei confronti una “carta dei servizi”, con cui gli
dei cittadini. aderenti si impegnino ad assicurare il
Questo metodo è stato utilizzato per rispetto degli indicatori e dei parametri
raccogliere proposte da inserire nel programma di qualità dichiarati, ricevendo in
amministrativo del sindaco Francesco Spina alle cambio dall’ente pubblico la garanzia
prossime elezioni. Un dibattito, anche acceso in di un’adeguata visibilità. Si tratta di
alcuni punti, che ha messo in luce problematiche stabilire insomma un "patto" tra l'Ente all’iniziativa politica ma anche ai privati, nel
variegate e il bisogno di modalità di intervento Locale e la Cittadinanza, tale da garantire a tutti segno della cosiddetta sussidiarietà orizzontale
diversificate. trasparenza e parità di prestazioni. stabilita dalla legge: solo se la collaborazione
I suggerimenti portati al tavolo di discussione Questo è quello che si chiede alla Pubblica tra cittadini singoli o associati e istituzioni si
hanno riguardato gli incentivi alle strutture per Amministrazione. Spesso, ad ogni modo, ci si realizza su tutti i livelli, è possibile parlare di
l’accoglienza e la cura dell’anziano, la creazione dimentica che l’intervento è affidato non solo democrazia partecipativa.

RECUPERI_AMO_CI
la parola agli operatori furto di cavi di rame
Storia di un recupero in…fieri
Felicia Antonino
Prof.ssa Tonia De Palma
Povero FICO. Non trova mai pace
I
l progetto mi piacque subito.

N
Recuperare l’invenduto. Il pane, la verdura, cibi freschi, dolci e on bastava l’incendio che lo ha completamente distrutto in piena
quanto il nostro mondo industrializzato produce in abbondanza estate, ora si mettono anche i ladri. Che cosa poi ci si poteva rubare
e non riesce a piazzare sul mercato, per destinarlo a chi ha più in un posto dove tutto è andato distrutto dalle fiamme?
bisogno. Bellissimo!| Cavi di rame. Due malavitosi tranesi si sono intrufolati negli scantinati
Ed ecco i volontari all’opera. Volontari già: uno sparuto e variegato sottostanti l'ex discoteca ed hanno tentato di fare razzia di cavi elettrici
gruppetto che si è mosso timidamente, consapevole di buttarsi in da cui ricavare rame da rivendere sottobanco.
una specie di avventura tutta nuova, tutta da scrivere, da creare e I carabinieri hanno arrestato i due malviventi, che avevano l’obbligo di
ricreare giorno dopo giorno. permanenza nella città di Trani.
Dopo i timidi approcci iniziali, a favore di persone in difficoltà, le Purtroppo il furto di cavi di rame è un'attività sempre più in voga tra le
richieste da soddisfare sono aumentate e il numero di chi bussa alla bande di ladri che contribuisce al florido mercato nero delle materie prime.
porta sta crescendo: piccola folla che staziona paziente molto prima Quello del 2 Febbraio è solo l'ultimo caso tra le numerose sottrazioni
delle 19,00 nei pressi del centro per prendere il suo sacchetto. che si sono verificate durante l'arco di tutto il 2010 e l'inizio del 2011
Ai volontari attenti e discreti hanno raccontato le loro storie dense nell’intera regione. Tra i più tartassati da questo tipo di ruberie vi sono
di difficoltà, di dolore, di emarginazione, di problemi familiari e la Telecom e la Rete Ferroviaria Italiana. Quest’ultima si è vista costretta
tanto altro. all’utilizzo di un filo bimetallico per disincentivare il fenomeno dei furti.
Dietro quella tenda verde che divide il locale e che qualche volta Meno problemi, invece, per le compagnie di telecomunicazioni, che ormai
l’occhio curioso di un bambino ha tentato di scoprire, c’è un stanno sostituendo il rame con la fibra ottica.
frenetico lavoro di altri volontari che, come api operaie, selezionano,
imbustano e riempiono il sacchetto.
Non si offre solo cibo ma c’è un valore aggiunto: il sorriso di chi
dice:”Mi dispiace che sei in questa situazione, sappi che non sei
solo.”
Sappiamo che quel sacchetto è solo una piccola parte di ciò che è
loro dovuto, piccolo risarcimento della nostra società sorda, miope,
contraddittoria.
L’imbarazzo è tangibile, l’impotenza è palpabile.
Ma se non possiamo dare lavoro e risolvere situazioni drammatiche
c’è però qualcosa che possiamo fare: recuperare un rapporto che va al
di là dei ceti sociali, dei titoli o altro: stabilire relazioni interpersonali
e interculturali, ripristinare contatti tra persone semplicemente,
semplicemente tra uomini.
Altro che pane, frutta e dolci!
Il recupero di “recuperiAMOci” ci riguarda tutti ed è davvero molto
ambizioso!

9
IN ARRIVO IL REDDITOMETRO Silvia la Franceschina

Apprensione tra i commercianti dei beni di lusso

T
empi duri per gli evasori. Lo Stato ha presuntivamente attribuibile.
preso una decisone impopolare: una Fino ad oggi la normativa antiriciclaggio vietava
sorveglianza stretta a chi spende e di pagare in contanti acquisti superiori ai 5.000
vorrebbe passare inosservato. E per fare questo euro. Da Maggio si andranno così a tracciare
ha pensato ad una comunicazione telematica anche le transazioni comprese tra i 3.600 e i
da parte di imprese e intermediari su tutte 5.000 euro.
le operazioni rilevanti avvenute nel corso In molte categorie commerciali – specialmente
dell’anno. quelle che operano nel campo degli articoli di
Il nuovo adempimento consentirà di individuare lusso - c’è viva apprensione per le possibili
spese e consumi di particolare importanza in conseguenze di queste novità. Intanto perché
modo da limitare i comportamenti fraudolenti questo potrebbe determinare una flessione
per le operazioni tra operatori economici e delle vendite, dal momento che chi fa acquisti
così individuare i dati ai fini dell'accertamento importanti, desidera la massima riservatezza; con strumenti finanziari che consentono la
sintetico per i privati cittadini. inoltre ciò potrebbe scatenare l’effetto opposto tracciabilità della transazione, come assegni o
Dal 1° Maggio per la parte relativa alle vendite a quello che è l’obiettivo e incentivare l’illegalità carte di credito, che dovrebbero quindi essere
a privati, entreranno in vigore le disposizioni tra gli esercenti. esclusi da questo obbligo. Come la mettiamo
che impongono di trasmettere entro il 30 A Bisceglie chi opera nei settori dei beni di poi con gli acquisti a rate? Con quelle spese che
Aprile dell’anno successivo gli estremi fiscali lusso - ne abbiamo sentito qualcuno - ha ribadito ti permettono di avere subito il bene in cambio
di chi effettua acquisti d’importo pari o l’inefficacia di questo procedimento e la propria di un acconto?
superiore a 3.600 euro. Poi, con i dati delle diffidenza nonché malcontento al riguardo. Sarà necessario, forse, introdurre una serie di
comunicazioni che verranno trasmessi nel Se infatti le finalità di lotta all’evasione fiscale strumenti per evitare frazionamenti che nascano
2012, l'Agenzia individuerà, anche tramite altre della disposizione sono ritenute certamente solo per dribblare il censimento.
informazioni già in suo possesso (elementi di condivisibili, non si comprende come si possa I rappresentanti di diverse organizzazioni
capacità contributiva che tengono conto anche perseguire questo risultato attraverso uno del sistema Confcommercio non ritengono
dell'ambito territoriale e del nucleo familiare, strumento che appare ingestibile, eccessivamente che questo sia un adempimento di loro
“redditometro”) l'ammontare delle spese oneroso, sproporzionato rispetto alle competenze competenza e vorrebbero una semplificazione
che il contribuente ha sostenuto nell'anno e al ruolo del rivenditore. amministrativa a seguito dell’entrata in vigore
("spesometro"), per determinare il reddito a lui La norma non distingue i pagamenti eseguiti del provvedimento.

Unione Europea: stop all’olio contraffatto,


al via una svolta epocale
Approvato il nuovo Regolamento Europeo per scovare Roberta Monopoli

gli olii deodorati mediante processi chimici

come extravergine d’oliva non contenga sottocosto un prodotto che tutto


altri olii lampanti, deodorati attraverso il mondo ci invidia per caratte-
trattamenti chimici. ristiche organolettiche e
Finora il mercato oleario italiano ha nutrizionali.
subito la concorrenza sleale di Paesi Abbiamo chiesto un pa-
europei come la Spagna e la Grecia, e di rere sul nuovo Regola-
Paesi extra europei, per l’immissione mento a Gianni Porcelli,
in commercio di olii vergini di scarsa vicepresidente di Confagri-
qualità. coltura Bari, il quale ha afferma-
Molte volte vi sarete chiesti come fosse to: «questo provvedimento potrebbe
possibile acquistare sugli scaffali della risultare una svolta epocale per l’olio extravergine
grande distribuzione organizzata una italiano. Attraverso questo metodo analitico è
bottiglia di olio extra vergine a meno possibile risalire alla quantità di olio che subisce il
di due euro, mentre tutti sappiamo che processo di deodorificazione per essere poi commer-
coltivare un oliveto, raccogliere le olive cializzato come extravergine. Si premette che circa il
e sottoporle a spremitura meccanica per 50% dell’olio extravergine spagnolo, per essere reso

F
inalmente è stato pubblicato sulla Gazzetta poi imbottigliare l’olio, costa molto di “extravergine”, subisce questo processo, che fino ad
Ufficiale il Regolamento Europeo N. 61 più. Il mistero è presto svelato: si trattava di olii oggi evidentemente non si poteva evitare. Grande
della Commissione del 24 Gennaio 2011 vergini con un costo di produzione sensibilmen- plauso al lavoro della Commissione Europea ed al
che modifica il regolamento (CEE) relativo te più basso, che mediante trattamenti chimici nostro concittadino Sergio Silvestris, che ha portato
alle caratteristiche degli olii d’oliva e degli olii e sistematiche contraffazioni giungevano sulle avanti questa battaglia a favore dei nostri olii extra-
di sansa d’oliva nonché ai metodi di analisi ad nostre tavole con la classificazione fraudolenta vergini puri».
essi attinenti. di “extravergine”. Cosi il quantitativo di olio di- I limiti imposti dal nuovo Regolamento Europeo
Il provvedimento, mediante un nuovo sistema sponibile sul mercato cresceva in modo illegale entreranno in vigore dal 1° Aprile prossimo
di controlli, permetterà di scovare all’interno e di conseguenza diminuiva il valore del vero aggiungendo un altro tassello alle politiche di
di ogni miscela, la presenza di etil e metil ester, extravergine. Questa truffa ha impoverito i no- protezione dell’olio d’oliva. I nostri produttori
consentendo di accertare che l’olio etichettato stri produttori e frantoiani, costretti a vendere onesti ne trarranno sicuro vantaggio.

10
La cassaforte non si apre, il
colpo in banca va a vuoto Felicia Antonino

R
apina fallita nella mattinata del 1° Febbraio alla Unicredit di via
Sabino Logoluso. Il malavitoso è entrato a viso scoperto verso le
11 e appena varcata la soglia si è calato il passamontagna sul volto
effettuando un tentativo di rapina. Ma il delinquente non aveva fatto i
conti con la tecnologia: la cassaforte non si è aperta perché dotata di un
meccanismo a tempo anti-rapina. Il rapinatore non ha fatto però dietrofront,
ma vista la mal parata ha tentato il tutto per tutto e ha minacciato uno
degli impiegati aggredendolo. Ma anche il sistema automatico di chiusura
delle casse non gli ha permesso di arraffare denaro liquido e l’unica cosa
che è riuscito a farsi consegnare è stato un orologio da polso del valore di
500 euro. Infine è fuggito a piedi facendo perdere le proprie tracce.
è questa la seconda rapina che l’Unicredit ha subito nel giro poco più di
un mese. Infatti già il 22 Dicembre scorso un altro rapinatore, o lo stesso,
è entrato nella stessa filiale ed ha inscenato lo stesso copione. È andato
via indisturbato arraffando solo pochi centinaia di euro. Per ora nessun
indizio sul rapinatore o sui rapinatori. Forse i filmati delle telecamere
potrebbero chiarire l'identità.

Ticket in
Banda Larga per tutti... tabaccheria
o quasi! Fabrizio Ardito Serena Ferrara

Q
uando arrivò in farmacia, si parlò di rivoluzione.
Ma in realtà il servizio non è stato accolto dai
pazienti come si sperava. Poi si è tentato con
le poste, e da oggi il pagamento del ticket sanitario è
arrivato in tabaccheria. Dal 1° Febbraio anche nella Asl
Bat (a Milano, ad esempio, è già attivo dal 2005) le code
agli sportelli si smaltiscono in ricevitoria.
Grazie ad un accordo stretto con la Fit (Federazione
Italiana Tabaccai), la Asl Bat è la prima azienda sanitaria
pugliese a sperimentare il nuovo servizio, all’interno
del più ampio progetto nazionale “Reti amiche”, con
cui il Ministero per la Pubblica Amministrazione
intende facilitare l’interazione tra cittadini e pubbliche

I
amministrazioni.
l futuro è su Internet e sulle capacità di cuno non è d'accordo: il Partito Democratico Nei dieci comuni di competenza dell’azienda sanitaria,
collegamento in una rete globale. Questo biscegliese ha infatti raccolto le lamentele sono già 47 i rivenditori che hanno aderito all’iniziativa,
è ormai risaputo. Poco si sa invece che di molti imprenditori che la banda larga la garantendo così una copertura completa della sesta
in Italia questo concetto lo si è capito poco vedono ancora col cannocchiale. «Qualche provincia.
e niente. hanno fa l'Amministrazione Comunale ha Gli esercenti che hanno aderito, in genere dispongono
E proprio i nostri politici, seduti nei palazzi dichiarato di aver collegato la zona artigia- un cartello all’ingresso del negozio.
del potere, sono i principali responsabili di nale al mondo dell'internet veloce, ma ciò Pagare il ticket in tabaccheria, tuttavia, non è una
questo stato di cose. Mi spiego: l’investi- per alcuni non è ancora avvenuto» dichiara “facilitazione” a costo zero. All’importo vanno aggiunti
mento di circa 800 milioni per sviluppare la Mauro Di Pierro, consigliere del PD. «Abbia- due euro, per qualsiasi prestazione effettuata.
banda larga proposto dal Ministro dell'In- mo promosso un interrogazione consiliare Pagare invece il ticket presso un qualsiasi ufficio
novazione Brunetta, è stato rifiutato dal urgente, per rispondere alle esigenze dei postale è invece più macchinoso: occorre andare sul
Ministro delle Finanze Tremonti «perché nostri imprenditori; alcuni tra l'altro hanno sito aziendale www.aslbat.it, cliccare sul pulsante
non ci sono i soldi», senza valutare che un fondato attività che ormai si basano sul “Paga il ticket con Conto Corrente postale”, immettere
passo del genere potrebbe far crescere il PIL rapporto telematico con la clientela e non i propri dati e stampare il bollettino da consegnare allo
italiano dall'1,2% al 12,2%. avere l’Adsl rappresenta per loro un grande sportello.
Il nostro internet viaggia di media ad una limite ed un ostacolo alla concorrenza» dice
velocità di 2997 kbps, contro i 3359kbps della invece Bartolo Cozzoli, anche lui promotore
Francia, i 5325kbps della Repubblica Ceca, i dell'interrogazione al Consiglio Comunale,
6799kbps della Romania o i 16629kbps della che sottolinea come «tuttavia non abbiamo
Corea del Sud. ancora ricevuto una risposta alla nostra in-
Eppur si muove, diceva Galileo. Ed in effetti terrogazione». «Il Partito Democratico, con
qualcosa si muove anche in questo campo. il segretario Sergio Blasi, ha promosso una
Sorgono infatti iniziative private, come proposta per collegare 100 piazze pugliesi;
quella della rivista Wired che per i 150 anni e noi?» conclude Mauro Di Pierro.
dell'Unità d'Italia regale l'installazione in E noi davvero vogliamo restare indietro e
150 comuni italiani (vedi articolo a pag. fare come le tartarughe? Vogliamo davvero
13). E se tempo fa il Comune di Bisceglie ha essere lenti e rintanarci nel nostro guscio
dichiarato di aver collegato alla banda larga nella sfida offerta dalla globalizzazione e
tutta la zona industriale ed artigianale, qual- dai nuovi mercati emergenti?

11
I FATTI di febbraio
Felicia Antonino

n
Descrivere la vita di una cittadina di media gran-
dezza come Bisceglie, significa mettere in evidenza
alcuni parametri salienti che emergono, per la loro
peculiarità, dal solito tran tran quotidiano. Ecco in
estrema sintesi, quel che è accaduto nel mese di Feb-

o
braio a Bisceglie
- Il PD minaccia di diffidare la Giunta Comunale
con un documento formale. Poichè sono ben
CRONACA 57 le interrogazioni consiliari presentate dal
gruppo formato da Mauro Di Pierro, Bartolo
Cozzoli e Carlo Roco che non hanno mai avuto

t
- Ancora grane giudiziarie per gli imprenditori riscontro né scritto né orale.
biscegliesi Diego Rana e giovanni Garofoli.
Sono stati trascinati nello scandalo della Sanità
pugliese insieme all'ex assessore Tedesco. I due ATTUALITA’
concittadini, indagati per un giro di telefonate
occorse più di due anni fa, sono ora agli arresti

i
- 7 biscegliesi nel nuovo Consiglio Diocesano
domiciliari. di Azione Cattolica: Antonio Citro, Giancarla
De Feudis, Franco Mastrogiacomo, Enzo
- Arrestati e rinchiusi nel carcere di Trani Quatela, Rosanna Misino, Gina Di Nardo e
i tre malavitosi che nel mese di Novembre Mauro dell’Olio.
entrarono in una pizzeria cittadina e, dopo

z
aver minacciato di morte il titolare, rubarono - Scossa di terremoto avvertita alle 12,30 del
30 bottiglie di birra. 20 Febbraio. L’epicentro è stato individuato
nella Murgia a 10 km da Corato e a 17 km di
- In manette un 33enne biscegliese accusato di profondità. Nessun danno poiché la magnitudo
detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti è stata di 2,4 gradi della scala Richter.

i
(cocaina, mariujana e hashish) nell’aria di sosta
di una stazione di servizio IP di Bisceglie. - Riaperti i termini per la presentazione delle
candidature allae Short-List del Gal “Ponte
-In stato di fermo un biscegliese che, tentando Lama”.
di sfuggire ai Vigili Urbani, ha quasi investito Si cercano esperti nell’area giuridico-economica,
un agente. La sua Suzuki era in sosta vietata nei

e
area tecnico-scientifica, area internazionale,
pressi del mercato ittico e priva di assicurazione. area comunicazione-promozione.
Alla richiesta dei documenti di identità, il
conducente saliva sull’autovettura e tentava la - Suor Marcella Cesa è stata riconfermata
fuga arrischiando di colpire il vigile. per altri 6 anni Superiora Generale della
Congregazione delle Ancelle della Casa della
- Ordinanza sindacale di demolizione per Divina Provvidenza.
alcune ville costruite in modo difforme dalle
autorizzazioni o addirittura sprovviste di - La Giunta consiliare ha deliberato per dare
concessione edilizia. La zona interessata dal un nome alle strade della zona 167 del P.E.E.P.
provvedimento è quella della litoranea tra Queste le denominazioni: via Alceo Dossena,

f
Bisceglie Trani. via Vito Calò, via Pietro Porcelli, via Nicola
Porta, via Cesare Fracanzano, via Girolamo
- Arrestati imprenditori biscegliesi del Palumbo. La piazza al centro della zona sarà
settore abbigliamento per contraffazione e dedicata a Filippo Hachert, autore della
riciclaggio. La merce sequestrata, 16.000 capi, prima rappresentazione pittorica del Porto di
provenienti dalla Turchia, veniva venduta nei

l
Bisceglie, custodita nella Reggia di Caserta.
negozi “Grani Firme” e negli outlet d’Italia.
Arrestato Leonardo Di Pinto, mentre agli
arresti domiciliari Felice L’Erario e Nicola Di
Pinto. La merce contraffatta portava firme quali
CULTURA
Moncler, Burgerry, Armani, Ralph Lauren…

a
- Il Comune di Bisceglie ha aderito all’iniziativa
“M’illumino di meno”. Il 18 Febbraio in diretta
Politica dalla trasmissione “Caterpillar” di Radio Rai 2,
il sindaco Spina ha emanato l’ordinanza con cui
- Polemiche sui concorsi indetti dalla BAT e sui disponeva di spegnere le luci della litoranea e

s
vincitori appartenenti a partiti politici vicini al di illuminare le fontane di piazza V. Emanuele
presiente Ventola (tra cui due ex componenti con luci tricolore.
del suo staff). La questione finisce sul tavolo del
Governo, che farà chiarezza sulle assunzioni. - L’orchestra sinfonica della Provincia di Bari
si è esibita il 18 Febbraio al Garibaldi. Tra i
- Presentata la lista civica “Fuori del Comune”,

h
musicisti anche due fiati biscegliesi. A dirigere,
formata da cittadini che non si sono mai il maestro cinese Xu Zhong con un repertorio
occupati di politica e che sostengono candidato monografico su Mozart.
sindaco Francesco Spina. Il loro intento è
quello di realizzare progetti che valorizzino il - Giovanni Lorusso nominato cuoco dell’anno.
patrimonio storico e culturale della città. Il 22enne biscegliese, chef junior della
squadra culinaria della Nazionale Italia
- Anche a Bisceglie arriva il movimento Cuochi, conquista la seconda padella d’oro
politico-culturale di Magdi Cristiano Allam “Io al 7° Concorso internazionale di cucina calda
amo l’Italia”. Nasce da una parte del gruppo individuale “Cuoco dell’anno”, promosso da
“Nuova Generazione”. La lista sarà presentata FIC Unione Cuochi Lombardi, con un piatto
il 5 Marzo presso il Centro Mastrogiacomo. unico a base di riso, legumi e pesce.
Nessun politico professionista è coinvolto.

12
Roberta Monopoli

D
al 17 al 20 Febbraio Milano ha ospitato la «Sono un po’ di anni che partecipiamo
Bit (Borsa Internazionale del Turismo), sfruttando il marchio territoriale
appuntamento annuale molto atteso Puglia Imperiale . Negli ultimi due
da operatori e pubblico dei viaggiatori, per anni anche la nostra provincia ci
conoscere in anteprima tutto il panorama permette di partecipare insieme agli
delle destinazioni turistiche del mondo. Anche altri Comuni della Bat, sostenendo le
quest’anno, come da tradizione, Bisceglie spese della fiera. Tutto ciò è positivo,
non si è fatta mancare una delegazione di perché bisogna promuovere un territorio in tutte e la nostra agricoltura di qualità in modo del
rappresentanza al grande appuntamento le sue sfaccettature e peculiarità. Un esempio? tutto ecologico».
meneghino. certamente il turista conosce molto bene il Castel
Dato che si tratta della più grande esposizione al del Monte e questo può fare da traino a tutti i Altro da aggiungere?
mondo dell’offerta turistica italiana e di una tra comuni della Bat». «Visto che siamo in fase di bilanci, ci tengo
le primissime fiere di riferimento per l’industria a dire che sono orgoglioso di quanto fatto
turistica mondiale, abbiamo posto un po’ di L’assessorato al Mediterraneo, Cultura e dall’amministrazione comunale: la promozione
domande in merito ad Enzo Di Pierro, assessore Turismo e Risorse Agroalimentari della dei prodotti tipici (olio, ciliegie ecc) ha fatto
al Turismo della nostra città. Regione Puglia intende sostenere un turismo dialogare e mettere in rete alberghi e produttori;
naturalistico, spirituale e culturale. Cosa l’apertura, la scorsa estate, dello sportello
Da quanti anni Bisceglie partecipa alla Bit? intende fare Bisceglie per seguire una promozione turistico IAT sta offrendo un servizio attento
«Da cinque anni. Il primo anno abbiamo integrata del territorio? a tutti i turisti in ogni stagione; il progetto
partecipato con un stand tutto nostro, in seguito «Certamente questo atteggiamento culturale è regionale “Citta’ Aperte”, magistralmente
abbiamo sfruttato l’agenzia territoriale per il in linea con le nostre idee; infatti il desk della coordinato dalla Proloco, ci ha permesso di
turismo Puglia Imperiale». provincia si trova nel padiglione della Puglia. intercettare il doppio dei finanziamenti dalla
Bisceglie intende innanzitutto consolidare Regione; un’ estate biscegliese più sobria rispetto
Ci sono stati dei ritorni negli anni passati? l’iniziativa culturale “Libri nel borgo antico”, che al passato, ci ha dato modo di coinvolgere
Se si, quali? lo scorso anno ha avuto un seguito nazionale e tutte le associazioni del territorio. Concludo
«Sicuramente si, ma dalle fiere non si ha subito che ci ha aiutato a destagionalizzare il turismo. la carrellata di occasioni colte con successo,
una percezione immediata e bisogna lavorare Non a caso si svolge a metà Settembre, cioè a citando la Fiera del Levante, dove il nostro stand
nel tempo». fine stagione, e punta sulla valorizzazione del è stato visitato da migliaia di persone e il Gal
nostro bellissimo centro storico. Sul fronte della Ponte Lama, che certamente darà un impulso
Dato che precedentemente la città si è presentata promozione paesaggistica ed enogastronomica, notevole alla promozione e alla valorizzazione
autonomamente, quest'anno come si è promossa c’è poi “Bicilegiando”, che a Maggio 2010 ha turistica del territorio Bisceglie-Trani, a partire
l’ immagine della città? portato i turisti a scoprire il nostro territorio dal concetto di ruralità».

Wi-fi gratis in 150 piazze italiane Serena Ferrara

Anche Bisceglie si prenota tra i comuni vincitori

L’
iniziativa della testata di tecnologia L’idea è venuta quasi in contemporanea anche possibile venire in
e cultura Wired, del wireless service al Sindaco Spina (segno che chi aspira ad entrare soccorso delle imprese locali, cui il perenne
provider Unidata e Green Geek nella futura giunta è già sulla linea d’onda del stato off-line sta causando non pochi problemi.
(organizzazione per la diffusione del wi-fi suo candidato Sindaco), che in data 9 Febbraio ha I partner del progetto dichiarano difatti di non
gratuito), non è passata inosservata a Domenico presentato la candidatura della città di Bisceglie essere attrezzati a portare la Rete dove questa
Storelli, candidato al Consiglio Comunale in al mensile Wired. Il bando“Sveglia Italia” non esiste.
quota al Pdl per le elezioni di primavera. sollecitava esplicitamente
A caccia di idee “forti” e progetti fattibili i primi cittadini di tutto lo
da sperimentare a Bisceglie, un bel giorno Stivale a farsi portavoci di
Domenico, per tutti Dodo, si è trovato tra le istanze per il diritto alla banda
mani una notizia a dir poco interessante. Ci ha larga libera e gratuita.
così raggiunto in redazione, per sottoporci il A 20 giorni dalla proposta,
materiale e chiederci di fare da megafono alla arriva a Bisceglie la lieta
sua proposta: portare a Bisceglie il wi-fi a costo notizia: tra i 150 fortunati
zero per i cittadini e, per tutto il 2011, anche per destinatari del wi-fi gratis
l’Amministrazione Comunale. (tanti quanti gli anni che
Gli standard adoperati dai promotori compie l'Italia nel 2011), c'è
dell’iniziativa saranno quelli del kit open source anche il nostro Comune.
creato dal Consorzio delle università romane (il Stop, dunque al digital divide,
Caspur) per la Provincia di Roma. Obiettivo, la anche se questa opportunità
creazione di una "rete di reti" dove con un unico non risolve la questione delle
account e un’unica password tutta l'Italia, da zone artigianali. Qui, dove
Teano a Marsala, possa navigare gratis. l’adsl non arriva, non sarà

13
Bisceglie si attiva: giovani e idee
raccontate alla fabbrica di nichi
Silvia la Franceschina

parlare di Principi Attivi, l’iniziativa Ospiti della serata moderata da Giovanni


di Bollenti Spiriti tesa a favorire la Papagni sono stati Roberto Covolo (dal 2007
partecipazione dei giovani pugliesi parte dello staff del Programma Bollenti Spiriti,
allo sviluppo del territorio attraverso impegnato in particolare nel coordinamento ge-
il finanziamento di progetti ideati e nerale dell’azione Laboratori Urbani) e i cinque
realizzati dai giovani stessi. referenti dei progetti vincitori; Giovanni Tor-
La Fabbrica ha ripreso l’argomento, già tora per il progetto "REMINISCENCE VIDEO
trattato in altre occasioni, con duplice THERAPY", Serena Ferrara con il progetto
entusiasmo e con un pizzico di orgoglio "YOU®COMBAT", Valerio Di Bitetto con il
in occasione di un vero trionfo per la cit- progetto "DOCU-WEBSHOW", Nicola Di Gre-
tà di Bisceglie. Sono addirittura cinque i gorio con "BMG BIOMIMETIC MICROWIND
progetti biscegliesi vincitori del bando GENERATOR", Marcella Sasso, assente perché
2010. Un risultato ottimo, considerando in gravidanza avanzata, con il progetto "IAT -
i numeri: 190 il totale dei progetti finan- PUNTO TURISMO. IL PUNTO DI RIFERIMEN-
ziati; circa duemila i candidati. TO PER LE TUE VACANZE IN PUGLIA".
L’iniziativa, al suo secondo anno, è La serata ha avuto un notevole riscontro di
compresa nel programma della Re- pubblico. Come sempre con Principi Attivi,
gione Puglia “Bollenti Spiriti”. Una occasione per dare responsabilità, opportunità

M
ercoledì 23 Febbraio La Fabbrica di possibilità che rappresenta un’oasi nel deserto di apprendimento e contemporaneamente inie-
Nichi di Bisceglie, presso la sua sede della precarietà e della difficoltà per i giovani a zione di energia e innovazione al sistema sociale
in via Ottavio Tupputi, è tornata a trovare un lavoro. ed economico pugliese.

2 Sì per l’Acqua Bene Comune


Nasce a Bisceglie il Comitato Referendario Silvia la Franceschina

P
rende il via la campagna referendaria per Maurizio Monopoli anche padre Alex Zanotelli.
l'acqua pubblica. (di Legambiente- Per ogni adesione, anche di singole personalità
Dopo la sentenza della Corte Costituzio- Bisceglie), ci ha e messa a disposizione per la Campagna Refe-
nale, i cittadini italiani saranno chiamati alle spiegato che a rendaria, si può scrivere al seguente indirizzo
urne per decidere il ripristino della gestione Bisceglie è stata e-mail: comitato2sibisceglie@libero.it (si senza
pubblica dei servizi idrici. Si ricordi che tale nominata una accento), chiedendo eventualmente, di essere
Referendum, tra tutti, detiene il record assoluto Segreteria del inseriti nella mailing list del Comitato.
di firme raccolte: 1 milione e 400 mila. Comitato che
La novità sta nel fatto che questo sarà il primo coordine-
referendum in Italia promosso non da partiti rà le ini-
politici, bensì da un Comitato frutto di realtà ziative di
sociali e culturali. promozio-
Mercoledì 2 Febbraio a Roma il Comitato Re- ne delle ragioni
ferendario Nazionale “2 Sì per l'Acqua Bene del SI’, di cui fanno parte, per ora, lui,
Comune” ha incontrato i giornalisti per spiegare Giovanni Papagni, Mimì Capurso,
le fasi e le iniziative che metterà in campo di Leonardo Troilo, Antonio Civita e
qui al voto. Titti Mastrapasqua, mentre i referenti,
Ha presentato il logo della campagna referen- comunale e per la BAT saranno Alfonso
daria - scelto attraverso un sondaggio on-line a Simone e Vincenzo Spina.
cui hanno partecipato migliaia di cittadini - e ha Quale sarà il compito immediato della
illustrato il calendario delle iniziative, tra cui il Segreteria? Coinvolgere nel Comitato
Festival dell'acqua di Sanremo, programmato e nella sua conduzione quelle realtà
nella città ligure negli stessi giorni del Festival associative biscegliesi che risultano già
della Canzone Italiana, e la Manifestazione Na- sensibili alle ragioni del SI, in partico-
zionale del 26 Marzo a Roma. lare quei segmenti del mondo cattolico
Tra gli ospiti intervenuti: Paolo Carsetti, Comi- che già si sono schierati a favore.
tato Referendario "2 Sì per l'Acqua Bene Comu- Ciò per allargare il consenso verso chi
ne", Stefano Rodotà, giurista e tra gli estensori non è ancora sufficientemente informa-
dei quesiti referendari, Padre Alex Zanotelli, to o è ancora indeciso.
missionario comboniano e Margherita Ciervo, Tra le prime iniziative sarà organizzato
referente regionale della Puglia del Comitato un incontro pubblico con Marghe-
Referendario. rita Ciervo che, oltre ad illustrare le
Anche a Bisceglie è nato il Comitato Referenda- iniziative in atto alla Regione Puglia
rio “2 Sì per l’Acqua Bene Comune” a seguito per l’approvazione del disegno di
della riunione organizzativa del 29 Gennaio. legge regionale di ripubblicizzazione
Attualmente ne fanno parte le associazioni dell’Acquedotto Pugliese, parlerà del
Legambiente-Bisceglie, WWF di Bisceglie, Bici- suo libro “La geopolitica dell’acqua”.
liae, Libera e singole personalità. Prossimamente a Bisceglie sarà ospitato

14
periodico politico-culturale-
Anno 1 - N. 0 Marzo 2011 Inserto a cura di A. Angarano - scriveteci a: corrierebiscegliese@gmail.com

Se non ora quando


“La vita è un insieme di avvenimenti, di cui l'ultimo
potrebbe anche cambiare il senso di tutto l'insieme”.

C
ari amici ed amiche, Perché riesumare proprio il
la politica e l’ammi-
nistrazione rappre- “Corriere Biscegliese”?
sentano un impegno
con sé stessi e con
L’idea ci è venuta per caso;
gli altri. Un impegno scartabellando tra vecchi
ricco di stimoli che
va affrontato con en-
documenti e, rileggendo
tusiasmo, rispetto, volontà e spirito qualche copia datata, ci siamo
di servizio.
accorti di come un periodico di
Angelantonio Angarano approfondimento politico riusciva
con i suoi articoli a proporre
Purtroppo oggi più che mai que- un approccio informativo,
sto impegno è svilito ed avvilito
da una serie di consuetudini che partecipativo e culturale alla
hanno stravolto la vita sociale ed
amministrativa del paese; un paese
gestione della cosa pubblica ma al
dove la mobilità partecipativa si contempo concretamente rivolto
è affievolita quasi a scomparire e
dove l’aspirazione dei figli ad avere
alla proposta di risoluzione dei
una posizione migliore rispetto ai problemi del cittadino
genitori è diventata l’eccezione; un
paese che premia più la furbizia
del senso civico e dove accade che del carcere” scriveva: «nel succedersi approccio
venga considerato migliore, colui delle generazioni può avvenire che si informati-
che riesce a farla franca aggirando abbia una generazione anziana dalle vo, parte-
le regole. idee antiquate, ed una generazione cipativo e
Penso sia ora che persone di buona giovane dalle idee infantili, che cioè culturale
volontà mettano a disposizione manchi l’anello storico intermedio, alla gestione della cosa pubblica non cambierà mai niente, sono tutti
un po’ di tempo per costruire un ossia la generazione che abbia potuto ma al contempo concretamente uguali e poi la politica è inutile, voglio-
nuovo modo di far politica, di educare i giovani….». rivolto alla proposta di risoluzione no solo potere e poltrone…».
partecipare alla costruzione del Ed allora questo piccolo spazio, dei problemi del cittadino (non a Sappiamo bene quanto questi
nostro futuro. offertoci gentilmente da “La Di- caso vi lascio leggere alcune pagine sentimenti siano diffusi e, per un
Per affrontare questa sfida abbiamo retta nuova”, può rappresentare che risalgono al marzo 1985). certo verso, condivisibili, ma non
deciso di ripercorrere la tradizione un anello della catena per ricucire Il “Memento per l’amministratore possiamo adagiarci o, peggio, ras-
del “Corriere Biscegliese”, e di pre- un dialogo generazionale sui temi di domani”, ad esempio, ci sem- segnarci. E’ necessario intervenire,
sentarvi l’iniziativa del “numero della politica e del sociale. brava attuale più che mai; e che esprimendo la nostra opinione;
zero”. Tenta di mettere alla prova i valori dire della rubrica sulle opere del è necessario contribuire affinché
Volontà, coraggio ed immaginazio- democratici in cui crediamo, ed Manzoni del nostro prof. Giovan- tutti abbiano una opinione ed una
ne non ci mancano, doti che Bob accrescere il nostro senso di consa- ni Immediato, testimonianza di un idea da condividere per essere nella
Kennedy attribuiva alla gioventù pevolezza e, quindi, la fiducia. impegno culturale disinteressato e condizione di poter decidere.
intesa non come una stagione della Qualcuno si chiederà: perché rie- mai fine a sé stesso? E’ questa l’ambiziosa mission del
vita, ma come «una categoria del sumare proprio il “Corriere Bisce- Oggi il “Corriere” che a noi inte- nostro “foglio”: dare un piccolo
pensiero, una forza di volontà, una gliese”? ressa riproporre è una suggestio- contributo affinché ciascuno “si
dote dell’immaginazione, una predo- L’idea ci è venuta per caso; scarta- ne, un richiamo ad un metodo di faccia un’idea” su tematiche ed
minanza del coraggio sulla timidezza, bellando tra vecchi documenti e, risoluzione dei problemi, un idea argomenti che coinvolgono la
un desiderio di avventura che prevalga rileggendo qualche copia datata, ci di partecipazione alla vita ammi- nostra vita quotidiana e quella delle
sull’amore per le comodità». siamo accorti di come un periodico nistrativa e sociale del paese. future generazioni.
di approfondimento politico riusci- Molti, in queste settimane, ci hanno
Antonio Gramsci nei “Quaderni va con i suoi articoli a proporre un detto: «ma cosa sperate di fare? Qui cont. in 4 pag.
Quel che Rubrica

Roma caput mundi


il cittadino vuole
N
on è certo la frustata all'eco- religiose. La tassa sarà applicata dal
cont. da pag. 2 nomia annunciata da Berlu- 1°luglio 2011 al 31 dicembre 2013.
sconi pochi giorni fa, anzi il
«Memento» per cosiddetto decreto millepro-
roghe può essere sintetizzato
Il Milleproroghe è diventato
l’amministratore di domani come un insieme di norme il Millecondoni

V
eterogenee e spesso contraddittorie, molte
delle quali dettate da interessi particolari. QUOTE LATTE:
Nel provvedimento, a prima vista, sem- Slittano dal 31 dicembre 2010 al 30
ogliamo riportare, per la Il cittadino deve avere fiducia in chi
bra che manchi completamente un filo giugno 2011 i pagamenti delle rate
riflessione di ciascuno, egli ha delegato a rappresentarlo,
conduttore, a dimostrazione dell'assenza delle multe arretrate relative allo
la fine di quest’articolo sia a Roma, sia alla regione, sia al
di un organico progetto industriale per sforamento delle quote latte, defi-
del “lontano” marzo comune, sia alla provincia.
affrontare la grave crisi che attanaglia il niti dai piani di rateizzazione delle
1985 che continuava in A chi amministra spetta di non
Paese. Nonostante la propaganda gover- leggi 119/2003 e 33/2009.
pagina centrale: deludere le giuste aspettative di chi
”Servire con dedizione seria e lo ha delegato a ricoprire una deter- nativa, non è certo questo lo strumento
per rilanciare i consumi, innescare le leve PRESCRIZIONE PER GLI
impegno sincero, se si vuole vera- minata carica pubblica. Lo Stato fio-
dello sviluppo e favorire l'occupazione. INTERESSI INDEBITI:
mente evitare che essi riempiano risce quando ognuno, in ogni posto
Nel merito, non si può non sottolineare I termini di prescrizione per fare
di cronaca nera le pagine dei egli sia, qualunque responsabilità
la singolare ed iniqua tassa sulle calamità causa alle banche responsabili di
giornali e quelle dei rotocalchi e, precisa gli sia stata assegnata, fa il
naturali per cui le regioni colpite da terre- aver fatto pagare ai clienti interessi
peggio, finiscano sui banchi degli proprio dovere quando porta il suo
moto e alluvione dovranno alzare le tasse indebiti si accorceranno drastica-
accusati dei vari Tribunali d’Italia. consapevole impegno alla edifica-
o le addizionali di propria competenza, mente. La decorrenza di tali termini,
Disinteresse, onestà, competenza, zione di una società moralmente
compresa l'accise sulla benzina, per sop- infatti, avrà inizio non nel momento
umiltà, quella virtù cioè che fu del sana, funzionalmente efficace e,
perire alla stretta delle risorse centrali. in cui si chiude il conto corrente
poverello d’Assisi, ma che può e soprattutto, giusta, in cui vi sia
Ma la tassa sulle calamità non è l'unico (principio stabilito dalla Corte di
deve essere di chi amministra. Il consapevolezza dei doveri prima,
nuovo balzello contenuto in questo Cassazione) ma in quello in cui
cittadino ha bisogno di certezza, ha e dei doveri dopo.
provvedimento: dal primo luglio 2011 il viene addebitata al correntista la
bisogno di sapere che dietro l’an- Queste parole, che invero, racchiu-
biglietto del cinema costerà 1 euro in più capitalizzazione degli interessi.
golo dell’amministratore non v’è dono un augurio oltre che una viva
peculato, né v’è concussione, non speranza, le diciamo ai nostri futuri e anche il continuo rinvio del termine del
v’è spartizione dei beni pubblici, amministratori”. pagamento delle multe relative alle quote Il Milleproroghe è diventato
che sono inalienabili. latte sta, di fatto, configurando una nuova il Milleapprossimazioni
tassa che la Lega impone a tutti gli italiani
per i propri tornaconti elettorali. ALLUVIONI:
Problemi di copertura anche per i 100
Il Milleproroghe è diventato milioni per le alluvioni in Liguria,
il Milletasse Veneto, Campania e nella provincia
di Messina. All’onere si provvede,
TASSA RIFIUTI: infatti, con le risorse già destinate
Gli enti territoriali possono coprire agli interventi di prevenzione del
integralmente dal 2011 i costi del rischio idrogeologico, senza chiarire
ciclo dei rifiuti mediante aumenti se tali risorse siano effettivamente
delle imposizioni tributarie loro disponibili o se non si pregiudichi,
attribuite. In particolare, le Regioni in tal modo, la realizzazione di in-
possono aumentare le imposte loro terventi già programmati.
attribuite e ad elevare l’imposta regio-
nale sulla benzina al limite massimo, 5 x MILLE:
mentre Province e Comuni possono Il Governo ha millantato uno stan-
maggiorare le addizionali all'accisa ziamento complessivo di 400 milioni
sull'energia elettrica. per il 5 per mille: in realtà questi po-
trebbero ridursi a 300, considerato che
cont. da pag. 1 TASSA SULLE CALAMITÀ: una quota non superiore a 100 milioni
I presidenti delle Regioni colpite deve essere destinata ad interventi in
Noi non rinunceremo ad esprimere competizioni elettorali degli enti da calamità naturali, se non hanno materia di assistenza e ricerca sulla
la nostra opinione in proposito locali limitrofi. disponibilità in bilancio per affron- Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA).
e le nostre proposte, con la Il progetto è quello di voler elaborare tare l'emergenza, possono deliberare
speranza di poter rappresentare delle prospettive e dei pensieri che l'aumento di aliquota delle addizio- SOCIAL CARD:
un modello alternativo di fare saranno arricchiti nelle prossime nali o dei tributi propri. Se non basta, Ritorna la carta acquisti destinata alle
politica e disegnare l’identikit di settimane dal contributo di tutti possono anche aumentare l'aliquota famiglie in disagio economico, con
un “candidato d’opinione” e non quelli che vorranno partecipare; dell'accisa sulla benzina. In sostanza, una fase sperimentale di un anno.
un “candidato di condominio”, non gruppi ristretti che in stanze si cancella il principio della solidarietà Sarà gestita dagli enti caritativi dei
figura che la politica biscegliese ci chiuse parlano della gente, ma un nazionale, ponendo a carico di chi comuni con più di 250mila abitanti.
ha da tempo abituato a conoscere punto d’incontro nel quale si parla ha subìto le calamità naturali il costo Queste disposizioni sanciscono il
e che si vanta di “esportare” nelle con e per la gente. dell’emergenza: le vittime saranno fallimento della social card come
vittime due volte. strumento di lotta alla povertà in
grado di sostituire quelle politiche
Per dire la tua a Il Corriere Biscegliese TASSA CINEMA: Aumenta di 1 sociali attuate dagli enti locali che il
scrivici a corrierebiscegliese@gmail.com euro il prezzo del biglietto nei cinema, Governo ha messo in discussione con
esclusi quelli di comunità ecclesiali o i tagli effettuati.
Niente olimpiadi per Eusebio Haliti
Campione italiano di 400 metri, ma senza cittadinanza Bartolomeo Pasquale

F
iona May e Andrew Howe sono stati più dello Stato, solo allo straniero che risieda (e non
fortunati del pugile italo-marocchino Ha- dimori) stabilmente in Italia da almeno dieci
kim Chebakia, che rischia di non disputare anni. Pagelle scolastiche, che pure attestano che
i prossimi campionati nazionali. Lei ha ottenuto Eusebio era già qui nel 2000, e altri documenti,
lo status di cittadina italiana a cinque giorni dal a tale scopo non valgono a nulla.
matrimonio, lui si è ritrovato ad essere italiano Eusebio è un ragazzo come tanti: studia Inge-
dopo le seconde nozze di sua madre. gneria Ambientale a Matera, esce con gli amici,
Oggi la questione dell’acquisizione della cit- si allena con passione. Ha uno stile di vita italia-
tadinanza italiana ci riguarda però molto più nissimo, anche perché si sente italiano dentro.
da vicino. Eppure per lui, che tanto onore potrebbe dare al
Il nostro “concittadino” Eusebio Haliti, promes- nostro Paese, non ci sono sconti: la cittadinanza
sa dell’atletica leggera classe 1991, campione arriverà soltanto la settimana dopo il termine
nazionale juniores di 400 metri indoor e su pista, delle Olimpiadi londinesi.
non può indossare la maglia azzurra. «Sarebbe angosciante – ci dice Eusebio - aspettare
Eusebio, originario di Scutari (Albania), si è altri quattro anni, dopo aver già iniziato a svolgere
trasferito nel 2000 in provincia di Pavia, ma ha una preparazione specifica in vista delle Olimpiadi.
ottenuto un regolare permesso di soggiorno So che non si tratta di pregiudizi, ma ritengo che la
soltanto nel 2002. Oggi vive a Bisceglie con la legge non sia al passo con i tempi e con la globaliz-
sua famiglia (il papà Naim qui fa il fotografo, zazione. Fa di tutt’erba un fascio. E anche chi risulta
ma è un ex cestista e nazionale di pallamano), “pulito”, inidoneo a commettere illeciti e per giunta
anche se biscegliese non lo è ancora. dimostra di poter portare onore alla nazione, viene
Nonostante i grandi meriti sportivi, nonostante penalizzato».
le richieste di riconoscimento anticipato della Una soluzione, ci spiega Eusebio, ci sarebbe:
cittadinanza italiana per poter partecipare alle vestire la maglia di una squadra militare. «Me lo dappertutto, ha grande fiducia nei miei mezzi. Vado
Olimpiadi di Londra del 2012, nonostante Eu- hanno proposto in molti, anche se io sono Campione avanti con le mie forze e spero che entro la fine del
sebio viva da 10 anni in Italia come richiede la d’Italia ed automaticamente dovrei essere il primo 2011 possano esserci novità importanti su questo
legge, nessuno riesce a far nulla per lui. Perché il convocato in Nazionale». fronte».
certificato di residenza è quello che conta. Ma cambiare squadra, vorrebbe dire per Euse- Noi tifiamo per lui, anche perché è uno dei
La legge riconosce l’attribuzione per “natura- bio cambiare staff tecnico. E di questo lui non talenti migliori che il panorama sportivo locale
lizzazione”, con un provvedimento del Capo ne vuole sapere: «il mio staff mi ama e mi segue ci offre.

LE ISCRIZIONI alle superiori PER A.S. 2011/2012


La distribuzione dei futuri studenti nelle scuole della città Grazia Pia Attolini

F
ebbraio è stato il mese in cui i circa 600 alunni conoscenti. Non è quindi da escludere che se molti pochi per un territorio come il nostro che ha tanto
della nostra città hanno ultimato le iscrizioni continuano a scegliere il Liceo “da Vinci” piuttosto da offrire in quell’ambito.
alle scuole superiori. La scelta dell’istituto che, ad esempio, il liceo classico di
più consono alle proprie inclinazioni e ambizioni Molfetta, è semplicemente perché si SUPERIORI DI DESTINAZIONE SMS SMS SMS totale
MONTERISI FERRARIS BATTISTI
è sempre difficile, tanto più che a 13 anni non si trova in loco. Se il problema del rap-
riesce a fare progetti a lungo termine e non si ha porto tra abitanti e numero di scuole IISS professionale Bisceglie 37 31 17 85

ancora piena coscienza delle proprie aspettative. superiori non è ancora proporziona- ITC Bisceglie 81 32 41 154

Eppure bisogna scegliere e farlo bene, perché le e quindi permane, è pur vero che LICEO da Vinci Bisceglie 67 42 50 159
con le scuole superiori comincia un percorso di quest’anno un passo in più è stato LICEO MAGISTRALE FORNARI 21 11 8 38
Molf.
specializzazione che differenzia gli studenti e li fatto e si presenta come una grande
IISS MONS. DON TONINO BELLO 16 5 4 25
inquadra verso precisi ambiti professionali e la- novità: si tratta dell’attivazione della Molf.
vorativi. Della scelta dei nostri ragazzi è possibile sezione coreutica presso il Liceo “da ITCGT SALVEMINI Molf 5 2 2 9
già fare un bilancio. Vinci”, già scientifico e linguistico. È IISS CLASSICO-SCIENTIFICO 12 1 2 15
L’indagine condotta conferma la tendenza degli una possibilità unica in Puglia per Molf.
ultimi anni: maggiori iscrizioni al Liceo “L.da avviarsi alla danza e di questo dob- ITIS FERRARI Molf. 13 13 12 37
Vinci” (159 nuovi alunni ), segue poco distante biamo esserne fieri. Tuttavia l’esodo IPSSAR Molf. 26 27 15 68
l’ITC “Dell’Olio”(154) e, sempre tra i primi posti, degli studenti pendolari è previsto IISS BOVIO Trani 3 1 4
troviamo L’IISS “S. Cosmai” (85) e l’IPSSAR di anche per l’anno venturo: Molfetta LICEO CLASSICO DE SANCTIS 1 2 5 8
Molfetta (68). Volendo analizzare più nel dettaglio è la meta privilegiata. Citando le Trani
la distribuzione tra le varie scuole è la SMS Mon- maggiori abbiamo: l’IPSSAR, il IST. ART. GARRONE Barletta 1 1
terisi ad aver fornito maggiori iscrizioni al Liceo Liceo Magistrale “Fornari” (38 IST. ART. Corato 1 3 3 7
con 67 alunni, più di un terzo rispetto al totale e iscritti), l’ITIS “Ferrari” (37), l’IISS IISS EUCLIDE Bari 1 2 2 5
sempre la Monterisi per quelle all’ITC e dell’IISS. “Mons. Don Tonino Bello” (25) e il LICEO ART. De Nittis Bari 2 2
Questo potrebbe sembrare scontato, se pensiamo Liceo Classico (15). Anche Trani sarà IST AGRARIO Andria 2 6 1 9
che si tratta della scuola media con più alunni. Se meta d’approdo, seppur per pochi: IPSIAM VESPUCCI Molf. 2 2
però consideriamo solo la Monterisi, allora il pri- per il Liceo Classico “De Sanctis” IPSSAR Margherita di Savoia 1 1
mato delle iscrizioni lo detiene l’ITC con 81 alunni. si contano 8 futuri alunni di cui 5 IPSSAR Pescara 1 1
Le iscrizioni presso l’IPSSAR di Molfetta, invece, provenienti dalla SMS Battisti, per ITIS VOLTA Bari 1 1
derivano prevalentemente dalla SMS Ferarris l’IISS “Bovio” 4 biscegliesi e uno solo ITC ALDO MORO Trani 1 1
(27 alunni). In base a questi dati l’offerta forma- per l’ITC “Aldo Moro”. Un ultimo ITC NERVI Barletta 2 2
tiva della nostra città sembra ancora valida. Dico dato rilevante riguarda le iscrizioni IPS Santarella Bari 1 1
sembra, perché a determinare la scelta non è solo presso l’IST Agrario di Corato con ITC ORION Molfetta 1 1
il fattore formativo, ma anche la comodità negli 9 iscritti (2 per la Monterisi, 6 per la TOTALE 292 181 166 641
spostamenti e, perché no, la presenza di amici e Ferraris e uno per la Battisti), un po’ +2 non iscritti

19
L’UNITA’ D’ITALIA
vista dal sud
Preside G. Di Pierro

I
n questi giorni si festeggiano i primi 150 anni
dell’Unità d’Italia.
Un'Italia diversa da quella del 1861, a causa
delle guerre mondiali che cambiarono profon-
damente l’assetto geopolitico del nord della
nostra Penisola. Preside Giuseppe Di Pierro
150° anniversario unità d'italia

In questa occasione ci corre l’obbligo di fare al- IERI OGGI


cune riflessioni sulla situazione attuale del nostro
Paese, “virtualmente unito” e fare un riferimento
storico al passato, risalire alle origini e dare un
Mentre altrove fu più facile integrarsi, nel nord
cenno, sia pure fugace, ai fatti salienti che hanno
Italia divenne un problema serio.
caratterizzato la vita della nostra Italia Unita in
Nella nostra “Italia Unita” i lavoratori del sud
questi lunghi anni.
furono mal tollerati, guardati con distacco e
Dagli scritti pubblicati recentemente vengono
diffidenza. Furono emarginati, maltrattati ed
finalmente alla luce fatti storici, volutamente
umiliati, si rifiutava perfino di fittare loro un
occultati, che modificano radicalmente molte
alloggio. Venivano chiamati comunemente con
nostre credenze (Leggasi : Pino Aprile –TERRO-
il termine spregiativo di “Terroni”. E il nostro
NI- Ed. Piemme 2010).
Sud definito Terra bruciata, Terra ballerina,….
L’unificazione ebbe inizio nel 1861, allorquando
Africa.
Garibaldi “regalò” il Regno delle due Sicilie,
Ma nessuno ha mai osato parlare di quella massa
appena conquistato, a Vittorio Emanuele II. Fu
di operai che, di fatto, fornì alle industrie del
un’operazione dall’apparenza indolore, ma che
nord una “forza lavoro” di notevole importanza
costò lacrime e sangue al popolo meridionale.
contribuendo alla produzione di ricchezze di
Infatti non si trattò dell’unione politica e pacifica
quel territorio.
dei due Regni né delle due parti della nostra Pe-
Anche nel terzo millennio l’emigrazione verso il
nisola, bensì di una vera e propria occupazione
nord Italia continua. Ora sono i giovani laureati
militare del territorio da parte dell’esercito.
e diplomati costretti ad emigrare, in cerca di
All’epoca, il Regno delle due Sicilie era un
lavoro. Ma anche oggi la gente del nord è restia
territorio ricco e fiorente. Era, infatti, il terzo
ad accettarli. Ora come allora si tenta di ostaco-
centro industriale del mondo, dopo la Francia
lare questa emigrazione anche con strumenti
e l’Inghilterra, Napoli contava 446.000 abitanti
politici, preparando leggi che limitano l’accesso
mentre Torino, allora Capitale del Regno, appena
al lavoro ai nativi delle Regioni del Nord. (Ve-
205.000; Milano 242.000 e Roma 184.000.Per i
dasi l’accesso alla docenza) . Molti giovani del
regnanti erano stati costruiti il grandioso Palazzo
sud, disoccupati, sono costretti ad arruolarsi
Reale a Napoli e una immensa e lussuosa Reggia
nell’esercito o nelle varie forze di polizia.
a Caserta.
Per contro il Regno Piemontese, aveva un’econo-
il brigantaggio Sono passati tanti anni ma il dualismo tra nord

A
e sud è perseverante.
mia fortemente dissestata ed era notevolmente lla fine di quella impari lotta, soffocata Il Sud è stato sempre considerato un’appendice
indebitato. nel sangue, si contarono decine di dell’Italia, una Colonia. Una terra di conquista,
Quella operazione che per gli idealisti segnò migliaia di morti, feriti, carcerati e una terra da sfruttare, da depredare… demo-
l’inizio dell’Unificazione dell’Italia, per gli altri un'enorme massa di lavoratori disoccupati. craticamente!
fu la ragione principale di una guerra mirata Il popolo impoverito, spogliato di ogni bene Sono cambiate le forme, si sono affinati i mezzi
alla conquista del Sud, per arricchire il Nord e e stremato dai lunghi anni di guerra civile, ma il fine è rimasto quello di sempre.
impoverire il Meridione. fu sottoposto anche al pagamento di ulteriori
Infatti negli anni 1861-65 successivi alla “unifi- gravose tasse che misero definitivamente in
cazione”, il Regno Borbonico fu letteralmente
saccheggiato, spogliato di tutte le sue attività
ginocchio l’economia del Sud Italia. L’italia Divisa dalle
Questo fu il prezzo altissimo pagato dalla nostra
produttive. Le industrie furono trasferite al nord
e razziati i prodotti della terra. Si fece man bassa
gente del Sud all’inizio dell’Unificazione del infrastrutture

S
Regno d’Italia.
di ogni bene lasciando la popolazione nella più E’ questa la storia vera, da noi ignorata, che dette otto questo aspetto la differenza tra nord e
squallida miseria. inizio ad una politica economica sociale mirata, sud è un fatto consolidato, basta esaminare
I militari e i cittadini fedeli al vecchio Re, i con- finalizzata a privilegiare le regioni del Nord a la carta geografica per rendersi conto. Da
tadini ed il popolo deluso dalle vane promesse danno di quelle del Sud. Segnò così la nascita di sempre la politica economica dello Stato ha
fatte da Garibaldi si sollevarono contro i “con- un’Italia dal duplice aspetto: Geograficamente distinto i finanziamenti destinati al nord per la
quistatori" iniziando una lotta che si trasformò unita ma, di fatto, Economicamente sempre costruzione di opere pubbliche, come normale
ben presto in guerra civile che si prolungò per divisa! amministrazione, per contro, per quei pochi
molti anni. (Leggasi : Il GRANDE BRIGANTAGGIO destinati al sud, si sono dovute fare leggi speciali
Vittorio Emanuele II , dopo aver sciolto l’esercito Meridionale Post-Unitario 1860-65 - di Pietro mirate e finanziamenti eccezionali.
garibaldino e occupato militarmente il Sud, dette Petrarolo. Ed. 1983 – a cura della Banca Popolare Questa politica territoriale sbilanciata ha divi-
inizio ad una vasta azione di repressione indi- Andriese) . so l’Italia oltre che in senso orizzontale anche
scriminata. Furono istituiti i Tribunali Militari, in senso verticale. Infatti il Nord è ricco di
imposta la coscrizione obbligatoria e altre leggi infrastrutture mentre il Sud ne è quasi comple-
oppressive.
Ne seguirono massacri, stragi, rappresaglie, ese-
Inizia l’Emigrazione tamente privo. In senso verticale poi, si rileva
una carente e vetusta disponibilità di strade e

L
cuzioni in massa e di singoli cittadini, distruzione a prima conseguenza fu l’emigrazione ferrovie sul versante Adriatico contro una rete
di decine di paesi, campi di concentramento, car- di massa di lavoratori disoccupati verso abbastanza sviluppata e moderna sul versante
cere ed ogni impensabile nefandezza compiuta terre lontane. opposto ove si sta ultimando la ferrovia a grande
dall’ esercito dei "liberatori" che, per giustificare Dalle Americhe all’Australia, ai vari Paesi Eu- velocità Milano-Salerno.
i loro crimini, intesero considerare tutti i ribelli ropei ed al Nord-Italia. Si consideri che la vecchia ferrovia Milano-
volgari “Briganti”.

20
l’economia la scuola
dell’italia unita dell’italia unita

E’ I
Lecce in alcuni tratti del Sud era ancora a
“binario unico” fino a pochi anni or sono, e che noto la distinzione tra un’Italia ricca, quella n u l t i mo, mi o ma l g r a do , de v o
l’autostrada A 14 è limitata a Milano-Bari e non del Nord e un’Italia povera, quella del Sud. registrare un’ulteriore campagna
arriva a Lecce. Secondo i nordisti vi è una Italia produttiva, denigratoria contro il Sud.
Vero è che nel versante nord-ovest vi sono gran- lavoratrice, e un’Italia parassitaria che vive sulle spalle Questa volta si è voluto attaccare
di Città oltre la Capitale, ma è pur vero che le della prima, ovvero il Sud. Insomma il Sud è la palla addirittura la nostra scuola.
città costiere dell’Adriatico fino al profondo Sud al piede del Nord. Ma nessuno ha mai visto il proble- Sul n° 27 di Panorama del 1-7-2010 Luca
sono centri di notevoli traffici con il sud Europa ma da parte dei sudisti. A mio avviso al Sud si lavora Ricolfi, citando alcuni libri di altri autori,
oltre che con i Paesi del Mediterraneo e oltre. più del Nord, ma questo lavoro non viene valutato e riporta valutazioni penalizzanti della
Chi ne soffre maggiormente di questa squilibrata pubblicizzato. scuola del Sud e della preparazione degli
situazione è la Puglia, che in fatto di viabilità, è Il Sud, popolo di formiche, è abituato ad un duro lavo- studenti. Si precisa, tra l’altro, che, in
particolarmente penalizzata. Per raggiungere la ro, riesce con grandi sacrifici anche a risparmiare per media, il voto 8 attribuito agli studenti del
Capitale e le altre città del centro e nord-ovest far fronte ai bisogni familiari. Mette da parte ciò che sud corrisponderebbe a 3,5 dato a quelli

150° anniversario unità d'italia


è obbligata a convogliare i suoi traffici sul tratto riesce ad accantonare per poter acquistare una casa o del Nord. E che la preparazione di questi
autostradale Napoli- Roma, superintasata, costituirsi un gruzzolo per affrontare una vecchiaia ultimi è di gran lunga superiore a quelli
perché raccoglie anche tutto il traffico proveniente più tranquilla. del Sud. Così pure un uomo politico osò
dalla Sicilia e diretto al nord. E che dire della Cosa è stato fatto negli anni per il Sud? affermare in televisione che le università
ferrovia che segue lo stesso itinerario dopo aver Dal punto di vista politico-sociale si è tanto parlato del Sud elargiscono troppi 110.
percorso l’ultra centenario tratto Foggia-Napoli, da sempre del “ Problema Meridionale” ma è rimasto Queste affermazioni, loro malgrado,
a binario unico, lento e tortuoso? pur sempre un fiume di parole, una questione mai sono state smentite dalle valutazioni
La Puglia ha urgente bisogno di collegarsi affrontata seriamente. Ci furono alcuni interventi con fatte dall’Invalsi (Istituto Nazionale
direttamente con il Lazio e oltre. Il notevole l’istituzione della Cassa per il Mezzogiorno, che prov- di valutazione dell’apprendimento
sviluppo dei suoi traffici lo impone. E’ indispen- vide ad elargire notevoli fondi per migliorare la vita scolastico) pubblicate su Panorama
sabile provvedere alla costruzione di una nuova della gente del Sud. Ma, come avvoltoi, tante aziende n. 49 del 2-12-2010 pag.166 da cui si
struttura viaria: Autostradale e Ferroviaria, che del Nord si catapultarono al Sud per appropriarsi dei evince che i ragazzi del Mezzogiorno,
attraversando il Molise e l’Abruzzo giunga al finanziamenti stanziati dallo Stato. Sarebbe stato una nella preparazione di materie specifiche
Lazio, valorizzando nel contempo le province iniziativa lodevole se non si fosse risolta in una azione sono risultati primi in Italia, superiori a
di Campobasso e Isernia, attualmente tagliate piratesca. Infatti molte aziende rimasero in attività fino quelli del Centro e del Nord. La stessa
fuori dal traffico nazionale. a quando beneficiarono dell’aiuto dello Stato. Appena valutazione viene confermata da altre
Di questo problema non ne parla NESSUNO. raggiunto lo scopo, chiusero le fabbriche e trasferirono indagini reali che mettono in evidenza la
Anche per colpa nostra. gli impianti altrove. buona preparazione dei nostri studenti.
Si è quasi taciuto lo scorso anno quando la grossa Fu questa una forma moderna per appropriarsi delle Si vuole colpire la scuola per svalutare la
frana del Montaguto ha invaso la ferrovia e la risorse destinate al Sud. preparazione dei nostri giovani laureati e
strada statale sul tratto Foggia-Napoli inter- Altra azione predatrice fu quella fatta dagli Istituti diplomati e fare una campagna avversa
rompendo il traffico ed isolando la Puglia per bancari del Nord. Nel secondo dopoguerra si impadro- a coloro che si portano al nord in cerca
oltre quattro mesi dal Nord-Ovest del Paese. Di nirono di tante nostre banche. Dal Banco di Sicilia, a suo di lavoro.
questo grave problema si è appena fatto cenno tempo Istituto di Emissione al pari della Banca d’Italia, Mi chiedo: questa gente è mai entrata
sui media nazionali. Si consideri che il problema al Banco di Napoli ed altre minori. Non dimentichiamo nella scuola? Un parere in merito posso
non è stato risolto perché, sia pure lentamente, la nostra gloriosa e ricca Banca di Bisceglie. esprimerlo in prima persona perché
la montagna continua a franare! Nella stesso periodo, come la discesa degli Unni, quasi dal 1959 al 1994, quale commissario e
Parlare della disparità di trattamento tra Nord tutte le Banche del Nord si portarono al Sud, aprendo le presidente di commissione degli esami di
e Sud non vuol essere un piangersi addosso ma loro filiali anche nei centri di provincia, non certamente stato, ho esaminato gli studenti di diverse
evidenziare il ripetersi di fatti reali. per aiutare l’attività produttiva della nostra gente, ma scuole, dai Licei agli Istituti Tecnici e
Ho sotto gli occhi il “Piano di Potenziamento per rastrellare anche quei pochi sicuri risparmi di que- Professionali del Sud, del Centro e di
della rete autostra- sto popolo di formiche, ben 20 scuole del Nord Italia, da San
dale”, edito nel onde finanziare le loro Remo a Trieste.
2010 dalle Auto- imprese. Si consideri In queste ultime, ho esaminato oltre
strade per l’Italia. che attualmente in Bi- 2000 candidati. Orbene: posso assicurare
Quindi fatti recen- sceglie sono in attività che non ho mai rilevato differenze di
ti, attuali. Leggo: ben 15 sportelli bancari sorta e di quanto viene artatamente
Investimenti 25 dei quali 12 sono filiali propagandato. L’unica differenza
miliardi x Lavori delle banche del Nord. riguarda invece l’orientamento post
vari. Perché ? diploma degli studenti Tecnici. Mentre
Su circa 1100 km Altra forma di rastrel- nel Sud la maggioranza optava per la
di rete. L’unico lamento quotidiano prosecuzione degli studi universitari, nel
tratto più a sud delle poche ricchez- Nord preferivano andare a lavorare, con
interessato da quel ze del Sud viene fatto ovvie conseguenze: Carenze di laureati
piano è la terza dai vari super o iper- al Nord.
corsia sulla Na- mercati del Nord che, L’accanimento dei nordisti finalizzato
poli- Pompei, per diffondendosi al Sud, a screditare la gente del Sud non ha
20 km. Al Sud. assorbono anche quella limiti!
NIENTE altro! parte del reddito che la Questo è l’aspetto reale dell’altra Italia
Ogni commento è nostra gente destina ai che ho conosciuto, in questi miei 87 anni
superfluo. consumi. Sottraendoli, di vita . Di un Italia dominata da una
Allora doman- ovviamente, alle nostre politica economico-sociale squilibrata e
diamoci: é il Sud piccole aziende del set- penalizzante per le Regioni del nostro
la palla al piede tore, costringendole a Sud.
dell’Italia o è il chiudere i battenti. Ciononostante, sono orgoglioso di essere
Nord la “Sangui- E che dire delle imprese un Italiano del Sud, di questa nobile e cara
suga del Sud? nazionali e multinazio- terra, “Virtualmente Unita”.
nali che fanno razzia Con amarezza aggiungo : Avrei voluto
dei nostri principali festeggiare una diversa
prodotti agricoli, (vino,
olio ecc.) imponendo “Unità d’Italia”
prezzi stracciati ?

21
la storia attraverso le monete
Felicia Antonino

L
e vicende politiche del processo di peso di 28,12 g ne compensa il titolo inferiore Nel 1909 Vittorio Emanuele III inizia la coniazione
costruzione dell'unità nazionale possono di 800/1000. di sue monete per la Somalia, emissioni che
anche essere lette attraverso l'unificazione Dal 1900 al 1943 a reggere la nazione, dopo termineranno nel 1925.
monetaria che portò all'adozione della lira, che l’assassinio del padre fu Vittorio Emanuele III La vittoria di Vittorio Veneto e la fine della Prima
è rimasta fino all’adozione dell’euro. Forse è che come i predecessori fece effigiare la sua Guerra Mondiale, venne celebrata nel 1928 con
perché la nostra storia e la nostra tradizione si immagine sulle monete da 1, 2, 5, 10centesimi in la serie "Elmetto".
sono sempre intrecciate con la lira, il motivo rame, da 20, 25 e 50 centesimi in nichel e da 1, 2, Dagli anni ’20 sul retro delle monete cominciarono
per il quale la venuta dell’euro ha sconvolto 5 Lire in argento e da 20, 50 e100 Lire in oro. a comparire l’aquila e il fascio littorio.
150° anniversario unità d'italia

tanti italiani.
L'introduzione della lira italiana va fatta risalire
al periodo napoleonico, come accaduto per il
tricolore adottato dalla Repubblica Cispadana
nella prima campagna d'Italia (1796 - 1797).
La moneta venne coniata inizialmente solo in
alcune zecche dello Stivale.
Ma fu solo nel 1861, con la riunificazione della
penisola sotto i Savoia, che la lira divenne la
valuta italiana. Ebbe corso legale il 24 Agosto
1862 e sostituì tutte le altre monete circolanti
nei vari stati pre-unitari. Lo stesso processo di
unificazione monetaria veniva progettato ed
attuato in altri stati europei dalla Germania
alla Svizzera.
Ma quali benefattori
vennero al sud?
L'unità d'Italia fu una montatura per Serena Ferrara

ottenere facili guadagni


La prima moneta, la 5 Lire Scudo, fu coniata

S
tra il 1861 e il 1878. Era in argento 900/1000, e vogliamo dirla tutta, l’Unità d’Italia è una tuttavia, dimostrano che parte di quell’immenso
pesava gr 25 ed aveva un diametro di mm 37. questione di soldi. capitale non giunse a destinazione: fu così che
Sul diritto era effigiata la testa nuda del re volto Mai Cavour, Vittorio Emanuele e Garibaldi molte imprese del nord, banche comprese,
a destra, intorno "VITTORIO EMANUELE II. RE si sarebbero sognati di cucire lo stivale se non vennero finanziate a scapito di un sud che
D'ITALIA"; sul rovescio, lo stemma dei Savoia, fosse stato per il deficit delle casse del regno attende, dopo 150 anni di vedersi restituito il
coronato e fregiato del Collare dell'Annunziata, sabaudo (nel 1859 lo stato più indebitato maltolto a parziale indennizzo dei disastri e delle
il tutto entro due rami d'alloro; attorno la d’Europa). ingiustizie che l'unità vi ha apportato.
punzonatura REGNO D'ITALIA e nel basso il I Borboni avevano un sistema monetario molto Si dovrà aspettare il periodo fascista per vedere
valore tra il segno della zecca ed il monogramma solido poiché battevano in oro e argento. Anche intrapresa una qualche politica di sviluppo del
della Banca d'Italia. le"fedi di credito" e le "polizze notate" avevano Meridione con un intervento strutturale sul suo
un esatto controvalore in metallo prezioso territorio attraverso la costruzione di strade,
La 5 Lire fu affiancata da una 1 Lira d'argento versato nelle casse del Banco delle Due Sicilie. scuole, acquedotti (quello pugliese su tutti),
di 5 g, con i suoi sottomultipli 20 cent e 50 Questo non accadeva nello stato sabaudo che distillerie ed opifici, la ripresa di una politica
cent in arg., e da quelle in rame da 1, 2, 5 e 10 emetteva banconote dal valore della carta di bonifica dei fondi agricoli, il completamento
centesimi. Furono coniate anche monete da 5 straccia, senza alcun corrispettivo in oro. di alcune linee ferroviarie come la Foggia-Capo
lire in oro di 1,61g ed anche da 10, 20 e 100 lire, I Savoia, impoveriti dalla folle politica di spesa di Leuca, - iniziata da Ferdinando II di Borbone,
sempre in oro. per gli armamenti dello stato, avevano nelle dimenticata dai governi sabaudi e finalmente
casse della Banca Nazionale degli Stati Sardi terminata da quello fascista.
Dal 1878 al 1900 a Vittorio Emanuele II successe appena 100 milioni di monete d’oro e argento,
il figlio Umberto I che fece coniare monete che contro un patrimonio di ben
ricalcavano inizialmente i tagli già emessi dal cinque volte superiore nelle casse
padre (in rame 1,2,5,10 cent, in nichel 20 cent, del Banco delle Due Sicilie.
in arg. 50 c 1,2,5 £ e in oro 20, 50,100 £). Dal Cosa fecero dunque i Savoia
1890 al 1896, però, le zecche di Roma e Milano per risanare le proprie casse?
coniano i "Talleri" per la Colonia Eritrea, con Occuparono il Sud e per prima
un valore intrinseco equivalente a quello delle cosa impedirono al Banci delle
5 lire in argento italiane, dato che il maggior Due Sicilie di ritirare le monete
e trasformarle in banconote,
come previsto dall'ordinamento
piemontese. Se ciò fosse avvenuto
il Meridione avrebbe potuto
emettere 1200 milioni di carta
moneta e così controllare il
mercato finanziario di tutta
Italia.
Quell'oro, invece, passò nelle casse
piemontesi. Gli incartamenti,

22
Celebrazioni Ottavio Tupputi
dell’Unità d'Italia Dai moti costituzionali
si parte dalla toponomastica
Serena Ferrara
all’Unità d’Italia
Vitantonia Liuzzi

S S
ottoscritta la convenzione tra Comu- annali della città. e Bisceglie fu coinvolta nei grandi avvenimenti che inte-
ne di Bisceglie e Società Operaia di Quello del parco di via Bovio non sarà ressarono il Regno delle Due Sicilie durante gli anni del
Mutuo Soccorso “Roma Intangibile”. però l’unico omaggio toponomastico Risorgimento, lo si deve principalmente al valore politico
Per l’antica associazione è giunta l’ora del al Bel Paese in festa. In occasione delle e militare di uno dei personaggi più illustri e rappresentativi
trasferimento. Dopo mesi di lavori, la nuo- celebrazioni del 17 Marzo, così come del movimento liberale in Terra di Bari: Ottavio Tupputi.
va sede di via Bovio è pronta per accogliere ritenuto dalla giovane Commissione Nato a Bisceglie il 16 settembre 1789, da Domenico

150° anniversario unità d'italia


la storica società di emanazione carboniana Toponomastica e deliberato dalla Giunta Antonio,Gran Maestro della Carboneria, e Nicoletta Fiori, fu
fondata nel lontano Luglio 1863. In que- Comunale lo scorso 14 Febbraio, avviato in giovane età alla carriera militare. Il nostro insigne
sti mesi di intense attività manutentive, verranno apposte tre targhe concittadino non smise mai di coltivare ideali e valori
sono stati ripristinati l’impianto idrico in memoria di bisceglie- liberali, nonostante la delusione seguita al fallimento
e fognario, completato quello elettrico e si che hanno fatto la dei moti costituzionali del 1820 e del 1848, che lo
di riscaldamento, ampliati gli ambienti e storia del Risorgi- videro combattere in prima linea e gli valsero ben
riedificate le mura divelte dai vandali. Si è mento. La prima a due condanne a morte. La prima, nel settembre
risolto inoltre l’atavico problema dell’umi- Giuseppe Gari- del 1822, fu poi commutata in ergastolo. Ottavio
dità nel parco di via Bovio, costruendo baldi, nel foyer Tupputi aveva difatti preso parte, al seguito
delle intercapedini e garantendo l’imper- del’omonimo di Guglielmo Pepe, alla rivolta di Monteforte,
meabilizzazione dell’immobile. Una volta teatro, riporte- dove era a capo del Nuovo Reggimento Drago-
sistemato il nuovo arredo, che permetterà rà la seguente ni. La seconda condanna gli fu comminata nel
ai circa 250 soci della Roma Intangibile di dicitura: 1853, per aver partecipato agli avvenimenti ri-
svolgere al meglio le loro attività socio- “A Giuseppe Ga- voluzionari del 15 Maggio 1848. Ciò lo costrin-
culturali e ludiche, la sede sarà pronta ribaldi, artefice se a rifugiarsi a Firenze fino al 1860. Sempre
all’inaugurazione. del Risorgimen- nel ’48, prima del 15 Maggio, allora Marchese,
Per ufficializzare il ripristino del Parco di to nazionale, in Tupputi venne nominato Comandante Provin-
via Bovio, che frattanto si è dotato anche questo teatro che ciale della Guardia Nazionale, nomina che rese
di un nuovo arredo verde, l’occasione del la città volle legato Bisceglie punto di riferimento dei liberali del
150° compleanno dell’Italia unita è stata al suo nome”. barese. Poco dopo fu eletto deputato al Parlamento
ghiotta. E così, in memoria di Giuseppe All’interno di Pa- Napoletano. La fama di valoroso soldato e di grande
Garibaldi, socio onorario della Società di lazzo Tupputi, pros- stratega militare, conquistata nelle campagne napole-
mutuo soccorso e grande protagonista simo alla riapertura oniche e murattiane, raggiunse Garibaldi che, nel 1860,
del Risorgimento italiano, si è scelto che dopo lunghi lavori di lo volle al Comando Generale della Guardia Nazionale di
la data dell’inaugurazione coinciderà con ristrutturazione realizzati a Napoli e dei distretti limitrofi.
le celebrazioni del più atteso anniversario più riprese, saranno invece installate due Nel gennaio del 1861, venne eletto Deputato del collegio di
nazionale. targhe in memoria di Ottavio Tupputi. Su Molfetta - Bisceglie – Giovinazzo e, in seguito all’unificazio-
Il Parco di via Bovio, per l’occasione, queste saranno incise le parole di Matteo ne del Regno d’Italia, fu nominato senatore dal re Vittorio
verrà intitolato Parco Unità d’Italia. Una Renato Imbriani e quelle che Giovanni Emanuele II, entrando a far parte del Parlamento Italiano.
decisione condivisa da tutta la Giunta e Pascoli spese per ricordare il marchese Nel 1862 il re lo insignì del Gran Cordone dei SS. Maurizio
che incontra i desideri ella popolazione, colonnello, morto a Napoli nel 1865, in e Lazzaro e Napoleone III lo nominò Grande Ufficiale della
che più di una istanza aveva inviato al quel profetico 7 Gennaio che 132 anni Legione d’Onore. Morì il 7 Gennaio del 1865 a Napoli, dove
Sindaco per la celebrazione dei 150 anni dopo, sarebbe ufficialmente divenuto gli vennero riservati funerali solenni nella Chiesa di San
di Stivale con un’azione che restasse negli giorno della Festa del Tricolore. Francesco da Paola.
Il 27 Marzo dello stesso anno, a Bisceglie, nella Chiesa di
San Lorenzo, Don Mario Terlizzi recitò un elogio funebre in
onore di Ottavio Tupputi, per aver contribuito all’Unità del
Regno d’Italia.
Quando in Italia riapparvero gli eroi
e giustizia gli oppressi e i martiri ebbero gloria
Napoli rivide settantenne il suo grande veterano PALAZZO TUPPUTI
di Bisceglie Al nome dei Tupputi è legata la fama dell’omonimo palazzo,
ornato di antiche insegne solcato di antiche ferite sito in Bisceglie, tra Via Cardinale Dell’Olio e Via Ottavio Tup-
e con le impronte di più recenti catene. puti, dove il 5 Luglio del 1820, Domenico Antonio Tupputi,
Ottavio Tupputi padre di Ottavio, e Massimo Fiore, organizzarono una delle
uscito sereno e radioso
più importanti assemblee della Carboneria (solo la vendita
a dieci anni di battagli dieci di ergastolo dieci d’esilio
giovinetto cavaliere avea combattuto di Bisceglie aveva 500 affiliati), nota col nome di “Dieta delle
nelle terribili campagne dell’impero Puglie”. Attualmente, il palazzo cinquecentesco è oggetto di
in Prussia Polonia Spagna Australia Russia Germania un’opera di restauro conservativo, che interessa la superficie
a Jena Pultusch Fiedeland Ocana Walgran Beresina muraria interna ed esterna, la pavimentazione del primo piano
Tornava vecchio nella patria apertagli dai mille e un intervento di rifunzionalizzazione del secondo piano.
Aveva caricato agli ordini di Mortier Massena Ney Murat Terminati i lavori, gli ambienti del secondo piano ospiteranno
Gli rendeva il suo grado Giuseppe Garibaldi i laboratori di teatro, di musica, di scrittura creativa, di sceno-
aveva seguito napoleone
grafia, di pittura, di fotografia, di artigianato, organizzati dai
nel suo sovrumano potere nel suo quasi divino cadere
faceva ala con le nuove milizie curatori del progetto S.T.E.A.M. (Scoprire i Talenti Esplorando
all’ingresso del liberatore le Arti e i Mestieri), Laboratorio Urbano di Creatività vincitore
re Vittorio Emanuele del bando regionale Bollenti Spiriti.
Nonostante la soddisfazione per il buon andamento dei lavori,
giovanni pascoli dettò ripresi e interrotti più volte nell’arco dell’ultimo decennio,
la civica amministrazione pose non nascondiamo un pizzico di rammarico, datoci dall’im-
xvii marzo mmxi possibilità di poter vedere ultimati i lavori a Palazzo Tupputi
entro il 17 Marzo, data ufficiale dei festeggiamenti del 150°
Anniversario dell’Unità d’Italia anche a Bisceglie.

23
San Valentino in versi Fabrizio Rigante

Gli studenti del liceo incontrano i poeti biscegliesi

L
a poesia è un genere di élite. A differenza presso il Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci”. scuola», ha commentato con apprezzamento l’
della narrativa, non può contare su una A rispondere con entusiasmo a questo gesto di assessore alla Pubblica Istruzione avv. Vittorio
vasta quantità di lettori, perché la sua affetto e riconoscenza verso chi ancora crede Fata, intervenuto anche per porgere i saluti del
funzione è per troppi dubbia e il suo significato nella parola come forma d’arte, sono stati Natale Sindaco Spina. «Si deve fare di tutto perché
non sempre alla portata di tutti. Eppure, anche a Buonarota, Giuseppina Di Leo, Maurizio questi momenti siano sempre più frequenti.
Bisceglie, c’è ancora più d’uno che coltiva l’arte Evangelista, Zaccaria Gallo, Salvatore Memeo Siamo travolti da tante distrazioni, che il
della bella parola messa in versi. e Luigi Carlo Rocco. pensare poetico non può che farci del bene allo
A rendere omaggio a questo drappello di Con questi poeti si sono confrontati gli alunni, spirito».
poeti contemporanei e concittadini, nel giorno che hanno declamato liriche tratte dalle loro Maurizio Evangelista, il giovane autore di
dedicato all’Amore, è stato il Presidio del Libro raccolte. "Suonatore di corno", ha dato delle delucidazioni
di Bisceglie, che ha organizzato un incontro Tra una lettura e l’altra, si è dato spazio anche tecniche sul suo modo di intendere quest’arte:
al canto e all’intrattenimento. «Sicuramente la cosa che caratterizza la
Valeria Valente, nota ai lettori per aver poesia è la libertà di esprimere al di là della
partecipato alla trasmissione tv “Amici” di punteggiatura e della tecnica, propri della prosa.
Maria De Filippi, ha cantato "Life is beautiful Le pause sono strumentali a ciò che si vuole
that way" dell’artista israeliana Noa, colonna esprimere. La poesia, secondo me, è lo strumento
sonora del film La vita è bella, mentre due di comunicazione più vero, l’unico che può
ragazzi dell’Accademia Orfeo hanno duettato restituire un’immagine fedele dell’uomo».
con pianoforte e violino, suonando anche un A sorpresa il preside Saverio Mongelli ha
inedito. quindi rivelato un lato nascosto di sé, un lato
Dunque la serata ha dato voce alla spontaneità che lo allontana molto dal ruolo istituzionale
dei sentimenti. È questa la grande differenza che ricopre. E’ stato proprio lui ad aprire e a
tra la poesia e la prosa. chiudere la serata declamando versi inediti
«Per scrivere poesie bisogna guardare -ha di sua composizione, rimasti nel cassetto
detto Salvatore Memeo- nulla deve passare per tanti anni. Una è stata scritta chattando:
inosservato: un filo d’erba, un bambino, «Rivestivo di sogni anche le chat - ha confidato
qualsiasi cosa…». il dirigente - perché la gente ha anche bisogno
«Credo che questo sia il più bell’esempio della di sognare».

IL TEMPO SI SCIOGLIE
don mauro monopoli NELLE ACQUE
torna ala casa del padre
Dissoluzione del corpo in acqua: anima
Felicia Antonino Petali di seta attraversano la pelle umida,
E cominciano a camminare per viali solitari pervasi

È
da foglie scarlatte …
tornato alla Casa del Padre don Mauro A ricordare questa onorificenza, sulla sua bara Carezzevoli mani su letti d’acqua
Monopoli. Lunghe le pene dell’animo e era appoggiata la mantelletta paonazza simbolo Catturano gli sguardi ormai persi nei corridoi del
del corpo che lo hanno accompagnato del titolo. rosso fervore …
negli ultimi mesi della sua vita: il dispiacere Labbra . Si muovono come le pagine di un libro
per la morte dell’unica sorella rimasta in vita, A don Mauro Monopoli sfogliato
Grazia, con lui convivente fino al 2 Dicembre Da un viandante con un ombrello antico …
scorso, data della sua dipartita, e le sofferenze (un prete ispirato, un professore di anime, un E si sfiorano come le lancette dei minuti
fisiche a causa delle difficoltà respiratorie. Ma educatore fertile) E delle ore …
negli ultimi giorni il suo cuore, seppur forte, non Le mani sul suo volto … come un pennello
ha retto. Ricoverato presso il nostro nosocomio Ai piedi dell’altare Che penetra nella tela con colori intensi …
il 21 Febbraio, è venuto a mancare due giorni giaci nella fedeltà ubbidiente Un bacio come la neve che si scioglie
dopo. Sembra quasi che la sorella lo volesse serena e gioiosa, E diventa acqua …
accanto a sé preoccupata per averlo lasciato una concelebrazione Un bacio come gocce che si posano
senza il suo appoggio. Quest’anno avrebbe di preti di coscienze di canti Sul “palmo” delle foglie dopo l’improvvisa pioggia
compiuto 90 anni. vibrazioni intime, sferzante…
La sua vita era sempre stata dedita alle cose la pietra di Cristo Un bacio come i fiori che sbocciando si sfiorano
ecclesiastiche sin dal 1945, quando fu ordinato la pietra da taglio della cattedrale E si accarezzano …
sacerdote nella Parrocchia di Santa Maria di respiro di cristianità Sentire un soffio caldo … sul collo…
Passavia. l’altare oggi disegnato a festa Come il sale che scivola tra le dita ….
Per 41 anni dedicò la sua vita pastorale alla dal sangue dell’uomo Le mani invece … come quelle di un artista
Chiesa di S. Adoeno, dove fu parroco dal 1960 che incarna il Verbo Che modella l’argilla …
al 2001. dalla nostra mente al cuore Sguardi viaggiatori …
A celebrare la funzione religiosa, nella Cattedrale un circolo continuo Sguardi malinconici …
di Bisceglie, la mattina del 24 Febbraio, è stato del tuo Santo operare Scossi dagli impetuosi venti d’Oriente …
don Sergio Ruggieri. A concelebrare don Franco e le immagini non si fermano Sguardi che odono una lontana melodia..
Di Liddo, parroco della chiesa di S. Pio, e don e la tua parola risuonerà E la cercano come fosse la luce che li può
Mauro Camero, parroco della Cattedrale S. il passo di fede avanza, Liberare dal corpo …
Pietro. don Mauro, non sei andato via Corpi racchiusi in case di bambole …
Don Mauro Monopoli era stato insignito del ci hai lastricato la strada Si liberano Strepitando per il tumulto delle
titolo onorifico di Prelato d'onore di Sua Santità, sulla quale insieme, in sorriso di luminoso sentire. loro anime ammaliate e rapite dall’emozione di
titolo che viene concesso su richiesta del vescovo quell’istante eterno …
della diocesi per sacerdoti ritenuti meritevoli. Andrea Mastrototaro Gaia Di Pierro

24
rotaract club bisceglie il “Cappotto di
Il bilancio di metà mandato
Serena Ferrara
Proust”
Serena Ferrara

I
n cinque giovanissimi dell’Interact hanno per l’occa-
anni il Ro- sione sfoggiato abiti da cortigiani autentici,
taract Club gentilmente messi a disposizione del Museo
Bisceglie ne ha Diocesano, i rotaractiani hanno curato, sotto
combinate dav- la direzione della socia Nadia Di Liddo (già
vero di tutti i presidente del club nel’A.S. 2007/2008)
colori. Dal Rosso buona parte della coreografia dell’evento,
Ciliegia (2009), al decorando i portoni con frutta e verdura di
blu delle acque di stagione, fiori e sciarrette della più genuina
Pantano-Ripalta nelle tradizione contadina.
due edizioni della Sagra Il Natale Rotaract, da sempre solidale, si è
ambientalista (2007-2008); dalle mille sfu- confermato anche quest’anno un’occasione
mature delle iniziative pensate per i piccoli per condividere un momento di gioia con i
che vivono situazioni di disagio, all’oro e meno fortunati. A 22 ragazzi del centro diur-
nuovamente al rosso dei tanti Natale della So- no Villa Giulia è stato regalato un pomeriggio
lidiarietà nel centro storico, cui ha preso parte di divertimenti sfrenati, con merenda e foto
con iniziative autonome e di interclub. di gruppo, all’interno dell’area attrezzata a
Che dire, poi, di questo variopinto anno gonfiabili del Parco della Misericordia.
sociale che il club di servizio sta vivendo A coronare il sogno di convivialità, nel
all’insegna dell’amicizia e dell’impegno in- rispetto della promozione delle bellezze
teso come servizio alla comunità? pugliesi, è poi stata la “Giornata a tutta «Il mio cappotto ed io viviamo comodamente insieme.
Da un lato il green dell’ eco-evento pensato birra” del 27 Febbraio, con visita guidata e Ha assunto tutte le mie pieghe, si è adattato alle mie
per la Settimana Unesco per la Mobilità So- pranzo nel birrificio artigianale Birranova deformità...gli stanno bene tutti i miei movimenti e io
stenibile, dall’altro il bianco e il rubino dei di Triggianello-Conversano e passeggiata avverto la sua presenza perché mi tiene caldo»
vini di Calici nel Borgo Antico. E poi ancora pomeridiana in quel di Putignano, tra co- (Victor Hugo)
il biondo delle birre artigianali pugliesi e il tri- riandoli, carri allegorici, bambini in costume

L
pudio di colori del Carnevale di Putignano. e stelle filanti. orenza Foschini non lo ammette troppo volen-
A trarre un bilancio di metà mandato, è il Il prossimo impegno, sarà quello per i 150 tieri, ma il suo è un Cappotto proustiano, in
presidente in carica del club, l’ing. Nicola anni dell’Unità di Italia, che vedrà i nostri senso letterale. Un libro-paltò, perché l’autrice
di Gregorio: «Anche questo è un anno ricco di organizzare il 16 Marzo una “Festa 150” pres- ha deciso di “ammantarsi” con il “Cappotto di Proust”
impegni, nel segno della continuità con il lavoro so il wine-bar Rosso Cardinale: un "aperitivo (Mondadori, 2010), per raccontare, dietro i misteri e le
ottimamente svolto da chi mi ha preceduto. Mi biciclettata” per far si che i giovani, diverten- peripezie del ritrovamento dell’ultima reliquia dello
piace pensare a questo club non solo come ad una dosi, prestino attenzione a questa ricorrenza scrittore francese, del suo giovanile amore per l'autore
famiglia con cui crescere e condividere esperien- e alle sue implicazioni culturali de "La Recherche.
ze, ma soprattutto come ad un’opportunità. Per Il caleidoscopio di questo club di giovani, Ed il “proustianesimo” della Foschini è un tratto, mi pare
imparare ed insegnare ai giovani ad essere leader tutti biscegliesi (e innamorati della pro- di leggere tra le righe, affatto secondario della sua vita.
di sé stessi, con piccole azioni influenti». pria terra), ha però ancora da offrirci una "Il Cappotto di Proust", presentato il 19 Febbraio dal
Tra le iniziative già realizzate quest’anno dal serie di momenti cruciali nella seconda Presidio del Libro presso il Liceo "da Vinci", è in realtà
Rotaract club, spicca per originalità l’evento metà dell’anno sociale. Momento clou del un’opera “involontariamente” metaletteria, (non per
“C’entro in Bici”, happy-hour sostenibile mandato del presidente Nico Di Gregorio, nulla il sottotitolo “storia di un’ossessione letteraria”),
organizzato l’11 Novembre, in occasione di sarà la realizzazione del service locale “Sai recherche sulla Recherche, o meglio ancora tentacolo
Andamento Lento – Settimana Unesco DESS Salvare una vita”, ciclo di seminari di primo della stessa Recherche.
per l’Educazione allo Sviluppo Sostenibile soccorso rivolti ad alunni maggiorenni delle Lorenza Foschini dedica un libro al ritrovatore/salvatore
2010. Scopo dell’iniziativa, che ha sicuramen- scuole superiori della città, con l’utilizzo di del cappotto di Proust, Jacques Guérin, uno dei massimi
te lasciato il segno in quei giovani che mai kit Mini-Anne. Obiettivo: educare i giovani bibliofili francesi del XX secolo, ma in realtà lo dedica
avevano provato l’ebbrezza di partecipare ad affrontare le situazioni critiche attraverso a sé stessa, a quel suo mondo di giornalista-reporter
ad una serata glam a cavallo di una bici, lezioni teoriche ed esperienze pratiche di e collezionista dei particolari più umili dell'esistenza:
l'acquisto e l’installazione di due rastrelliere simulazione di interventi di rianimazione dettagli minimi, «oggetti senza valore, mobili di dubbio
da apporre su suolo pubblico. cardio-polmonare. gusto, persino un vecchio cappotto».
Con la partecipazione dell’Interact club Bisce- In programma ad Aprile, anche il terzo ap- «Tutto è cominciato con un'intervista a Pietro Tosi, il grande
glie, il nuovo nato della famiglia rotariana, il puntamento con il Festival della Gioventù, costumista di Visconti, che ho realizzato per la televisione»,
Rotaract ha anche curato gli allestimenti di manifestazione primaverile che intende scrive la Foschini quasi in apertura di volume. Da Tosi
Calici nel Borgo antico (19 e 20 Novembre premiare e far conoscere ai più le “gesta” conosce di Guerin, tramite Guerin ricostruisce la storia
2010), affollatissima due giorni all’insegna delle giovani eccellenze locali, onde smentire degli eredi di Proust e così spalanca una voragine sulle
del buon vino nostrano, nei portoni dei la credenza che il Sud sia ancora la Terra dei ipocrisie borghesi di una famiglia di inizio secolo, “in-
palazzi signorili della città vecchia. E se i Bamboccioni. capace di amare” un “omosessuale e per giunta incon-
cludente”. Affetto e ostilità, dedizione (celata) di Robert
per la memoria del fratello, indifferenza (palesata) di
sua moglie Marthe, si mescolano alla storia di Guerin,
fatta di avidità e amore per i libri, in quanto “fantasmi”
in grado di “trattenere” l’ anima di chi li ha posseduti,
come racconta una credenza celtica citata da Proust.
Di questo volume colpisce lo stile da reportage della
scrittrice, giornalista Rai di spicco e indubitabile pro-
fessionalità: uno stile cronologico e poco personale.
Quasi che la Foschini volesse prendere le distanze dalla
sua “ossessione”, ma che ci riuscisse solo nella forma.
Eccedendo nella sostanza. Anzi, svelando nella forma
apparentemente minuta, che il suo “giornalismo” è una
missione. Oggi, dopo la pubblicazione di questo volume,
in gran parte compiuta.

25
“Suoceri sull’orlo di una crisi di nervi”
Gianfranco D’Angelo ed Eleonora Giorgi in Vitantonia Liuzzi

scena al Teatro Garibaldi di Bisceglie.


Per la regia del nostro Giovanni De Feudis

T
ra le storie d’amore più ostacolate della Piuttosto ordinaria
letteratura di tutti i tempi, quella di l’interpretazione di
Romeo e Giulietta meriterebbe a pieno Simona D’Ange-
titolo l’appellativo di intramontabile. lo e Domenico De
A teatro, come nella vita, a rubare la scena ai Santi nel ruolo dei
giovani protagonisti degli intrecci amorosi più due giovani inna-
disparati sono spesso i consuoceri. morati.
Personaggio secon-
Una singolare vicenda d’amore dai contorni dario, ma assolu-
bizzarri fa da sfondo alla commedia in due tamente non mar-
atti di Mario Scaletta: “Suoceri sull’orlo di una ginale, per il bravo
crisi di nervi”, diretta da Giovanni De Feudis, Andrea Garinei che
portata in scena dalla compagnia teatrale Roma “calza” a pennello
Spettacoli, l’8 Febbraio, sul palco del Teatro l’uniforme del mag-
Garibaldi di Bisceglie, in occasione del quinto giordomo di casa
appuntamento previsto dalla stagione di prosa Ranu: il fedelissi-
2010/11, a cura del Teatro Pubblico Pugliese. mo e non retribuito
Nel cast Gianfranco D’Angelo ed Eleonora James,capace di ri-
Giorgi, brillantemente accompagnati da Nini solutivi e sorprendenti colpi di scena.
Salerno e Paola Tedesco, Simona D’Angelo, numero che ricorda le sue origini cabarettistiche.
Andrea Garinei e Domenico De Santi. Calato il sipario, torna inaspettatamente sul palco Sprezzante e pungente, a tratti cinica, l’ironia di
Gianfranco D’Angelo per regalare al pubblico D’Angelo conquista meritatamente il pubblico
Come reagireste se scopriste che vostra figlia qualche minuto di satira sociale, esibendosi in un del Garibaldi.
sta per convolare a nozze col figlio del vostro
peggior nemico?
Fa fatica a mandar giù la “pillola” G. D’angelo
nei panni di Giovanni Ranu, scrittore in cerca
d’ispirazione, impegnato a tempo pieno nella
lite col nemico di una vita:il vicino di casa.
don pasqualino
Così, la storia d’amore tra due moderni
“Romeo”e “Giulietta”si insinua come un filo compie ottant'anni
spinato nella trama di una più antica storia di
“guerra” tra nemici di vecchia data, che si bat-
Felicia Antonino
teranno in un “corpo a corpo” esplosivo pur di
impedire le nozze.
Don Pasquale Caputi, parroco di San Silvestro, dirigere insieme alla scuola per l’infanzia, in
Alla regia, Giovanni De Feudis gestisce abilmen- ha compiuto 80 anni lo scorso 2 Febbraio. Per me quanto presidente dell’Associazione laicale San
te una storia dalla trama a tratti prevedibile ed rimane il prof. don Pasqualino perché lui è stato Silvestro.
una sceneggiatura poco convincente nel primo il mio docente di religione alla scuola media A celebrare la messa solenne è stato Sua
atto, costellato di situazioni paradossali che “Cesare Battisti” sotto la dirigenza del preside Eminenza Rev.ma il Cardinale Salvatore De
stentano a decollare. Marino Colangelo. Un professore giovane che Giorgi, che ha voluto espressamente essere
Appare decisamente più dinamico e calzante non pensava solo ad indottrinare ma a discutere l’ufficiante in quanto amico di don Pasquale
il secondo atto, in cui domina la scena la ben delle faccende della vita. sin dai tempi degli studi ecclesiastici. Una
assortita coppia di antagonisti composta da G. Don Pasqualino, dopo aver conseguito la licenza celebrazione solenne seguita non solo dai
D’Angelo e N. Salerno. Affidate a loro le sorti in Sacra Teologia presso la Pontificia Facoltà parrocchiani ma da istituzioni locali, personalità
della commedia che finalmente varca la soglia di Teologia “San Luigi” di Napoli, fu ordinato del mondo ecclesiale e civile. I fedeli hanno
della comicità: gag esilaranti, battute pungenti, sacerdote nel ’53 presso la parrocchia di S. Maria cantato preghiere e intonato inni di gloria
scene rocambolesche tra i due attori si fanno di Passavia. Sempre al “San Luigi” di Napoli si illuminando la parrocchia con centinaia di
sempre più incalzanti e divertenti, provocando laureò in Teologia nel ’59 con una tesi sul Mons. ceri. Insomma: una ricorrenza suggestiva e
le risa degli spettatori. Pompeo Sarnelli. Nel 1963 fu nominato canonico significativa.
Commedia nella commedia per il bravissimo della Cattedrale di
Gianfranco D’Angelo, alias Giovanni Ranu, Bisceglie, poi rettore
scrittore di successo, costretto a travestimenti della chiesa di S. Michele
d’ogni sorta pur di ritrovare la vena artistica Arcangelo e cappellano
“smarrita”in seguito ad un traumatico inci- delle suore Alcantarine
dente. di Villa Giulia. Ma la
Brillante Nini Salerno con l’accento veneto e sua figura di religioso
indosso la divisa da generale di Gigi Bettinin,di è legata alla parrocchia
cui conosciamo le “gesta” ancora prima che il di S. Silvestro, di cui
volto. è stato fondatore e
Elegante Eleonora Giorgi, e soave, nel ruolo primo parroco nel 1967.
della bella Teresa, psicanalista di professione Sempre nello stesso
alle prese con gli svitati componenti della sua anno fondò la scuola
famiglia. del’infanzia “Gesù
Paola Tedesco veste alla perfezione i panni di Fanciullo”, mentre risale
Clarissa, focosa consorte del colonnello, intenta al 1988 la creazione del
a sorprendere il pubblico con le sue frizzanti centro anziani Storelli,
creazioni di biancheria intima. che continua ancora a

26
NO ALLA RU-486 Roberta Monopoli

Un appello contro l’aborto dal “Comitato Progetto Uomo”

D
omenica 20 Febbraio, giorno del due giorni per la somministrazione delle
perdono, la Parrocchia San Pietro, prostaglandine, che provocano l’espulsione del
in collaborazione con l’Associazione feto. Il Governo ha stabilito che la pillola non può
Comitato Progetto Uomo onlus, ha organizzato essere venduta in farmacia, né essere assunta
un incontro-dibattito su “La pillola RU 486: direttamente dal paziente senza controllo
dall’aborto chirurgico all’aborto chimico”. medico, ma solo dopo il ricovero in ospedale.
La RU 486, non è una targa automobilistica Il Dott. Fortebraccio, ha voluto poi precisare
ma la ormai celebre pillola abortiva, presa di che l’aborto farmacologico non ha nulla a che Interessanti gli interventi del pubblico presente,
mira dagli obiettori di coscienza per le sue vedere con la “pillola del giorno dopo” che, che ha sottolineato la disinformazione su
implicazioni morali. oltre a dover essere somministrata entro 72 tale argomento (ad esempio non tutti sanno
Premettiamo che l’Ivg (interruzione volontaria ore (3 giorni) dal rapporto sessuale, agisce che si può portare a termine la gravidanza
di gravidanza) è autorizzata con modalità semplicemente bloccando l'ovulazione, ma e poi lasciare il nascituro in ospedale senza
precise dalla legge 194, approvata nel 1978, senza avere effetti sull'impianto di un eventuale riconoscerlo) e la mancanza di un counseling
ma nonostante questo c’è ancora chi propone embrione ( è dunque un contraccettivo). adeguato per le donne che decidono di fare
di rivedere la legge e anche chi ne chiede Per conto dell’Associazione “Comitato questa scelta estrema.
applicazioni più efficaci. Ma la pillola abortiva, Progetto Uomo”, che assiste spiritualmente Significative, in tal senso, le parole del dott.
peraltro già usata in alcuni paesi Europei e che ha e materialmente le mamme in difficoltà, Fortebraccio: «Il problema non è come fare abortire
ottenuto il consenso dall’Oms (organizzazione è intervenuto, invece, il dott. Gianluca una donna, ma come evitare che debba trovarsi di
Mondiale della sanità) e dall’Agenzia europea Veneziani. fronte a questa scelta! Le motivazioni di un aborto,
del farmaco, è semplicemente uno strumento Quest’ultimo, dopo un breve excursus sui oggi, sono diverse da quelle di una volta perché questa
in più per aiutare le donne che vogliono cambiamenti delle abitudini sessuali degli pratica non scandalizza più».
interrompere una gravidanza e che ora possono italiani, ha affermato che la pillola abortiva è Forse dovremmo interrogarci sul perché la
ricorrere esclusivamente all’aborto chirurgico. una sorta di eutanasia perché toglie nutrimento nostra società, nel terzo millennio, discute
Il dott. Arturo Fortebraccio, ginecologo obiettore al feto (e qui ha anche azzardato un paragone ancora di aborto, quando sappiamo benissimo
di coscienza e relatore del convegno, ha illustrato con la morte di Eluana Englaro) ed è un nuovo che ci sono coppie che darebbero qualsiasi cosa
il protocollo previsto dalle legge italiana per strumento per arricchire le case farmaceutiche. per adottare un figlio.
assumere la pillola abortiva. Questo farmaco
può essere assunto entro il quarantanovesimo
giorno di gestazione (cioè 7 settimane dopo la
data dell’ultimo ciclo mestruale), a differenza

UN TUFFO NEL PASSATO


dell’intervento chirurgico, che può essere
effettuato entro il 90° giorno di gestazione.
Comunque dopo tale giorno l’Ivg è ammessa
solo in caso di grave pericolo per la vita o
la salute fisica e psichica della madre, che Nicola Silvestris
ha sempre la priorità. La donna che decide

M
di interrompere una gravidanza, dopo aver
a i serpenti davvero derivano dai rettili
ottenuto l’autorizzazione presso un Consultorio,
che vivevano negli oceani?
l’Ospedale o il proprio ginecologo, si deve
Un fossile datato 95 milioni di anni
sottoporre ai necessari esami del sangue e lo
mette in discussione una teoria fino ad oggi
stesso giorno deve assumere il mifepristone
accreditata nel mondo scientifico. Già perché i
presso la struttura sanitaria. In alcuni casi
serpenti un tempo avevano le zampe.
questa prassi è sufficiente a provocare l’aborto,
Grazie ad una tecnica a raggi X supersofisticata,
in genere però, la donna si ripresenta dopo
un gruppo di scienziati, ha scoperto che i
serpenti si sono con tutta probabilità evoluti
da lucertole che vivevano sulla terraferma. La
ricerca è stata condotta su un reperto fossile
eccezionale, l’Eupodophis descouensi del
Cretacico rinvenuto in Libano. Uno dei pochi
esemplari che, attraverso le analisi, ha rivelato la
presenza di zampe allo stato fossile. Ed ancora,
attraverso un’analisi molto sofisticata, si è potuto
osservare in dettaglio strutture micrometriche.
In pratica è stato possibile scoprire una seconda
zampa all’interno del corpo fossilizzato.
Analizzando la seconda zampa, gli studiosi
hanno notato una certa somiglianza con quella
delle attuali lucertole. In sintesi, l’evoluzione non
tolse le zampe ai serpenti, ma semplicemente
queste crescevano molto lentamente o solo per
un breve periodo.

Altra curiosità recentemente venuta alla luce


riguarda i cosiddetti “scorpioni marini”, i
Pterygotid eurypterids ed altri artropodi che Fio ad oggi si pensava che riuscissero a tagliare
dominavano i mari del Paleozoico (da 470 in due un uomo, invece recenti ricerche hanno
a 370 milioni di anni fa). Alcuni esemplari dimostrato che queste chele erano deboli e poco
superavano i due metri e mezzo di lunghezza, mobili e quindi potevano afferrare solo prede
avevano grosse chele, simili a gigantesche pinze. soffici e non corazzate.

27
Cento numeri, tante emozioni
Tutto lo sport raccontato da "La Diretta nuova" in 8 anni Bartolomeo Pasquale

S
embra di tornare indietro nel tempo, in presidenza di Enrico Va-
quando eravamo piccoli e nostro pa- lentini, affermato dentista,
dre ci portava in soffitta a recuperare si è riusciti, grazie anche al
le vecchie foto di famiglia, ingiallite nuovo titolo sportivo ed una
dal tempo, raffiguranti lontani parenti a noi incorporazione col Catania
sconosciuti. Così come per i bambini, anche noi basket, a far raggiungere la
de “La nuova diretta” vi invitiamo a sognare serie A dilettanti al roster
rievocando questi 8 lunghissimi anni sportivi, biscegliese. Il 2008 è stato un
in cui abbiamo sorriso, sofferto, ci siamo in- anno pieno di difficoltà, con
nervositi tra vittorie o tracolli sul campo delle l’ultimo posto conseguito ed
maggiori squadre locali. una immediata retrocessione
Riavvolgiamo dunque le bobine dei giorni. in cadetteria, ma anche l’anno
in cui i colori sociali sono
Quella che nei 100 numeri sin qui pubblicati cambiati passando dal bian-
ha avuto la situazione più travagliata è stata la co verde al bianco-nero-blu,
squadra principe del paese, il Bisceglie calcio storici colori di tutti i sodalizi
1913. Si partì positivamente nel 2003, dopo locali. Ben due promozioni
un campionato di assestamento e la vittoria consecutive, la prima sul Bisceglie calcio A.S. 2003-2004
a suon di record dell’anno seguente, nel tor- campo dopo aver dominato il
neo di Promozione pugliese (girone A con 69 campionato di C Dilettanti nel
punti). In panchina sedeva Marcello Chiricallo 2008-09, la seconda (mediante
e in attacco un cannoniere implacabile come ripescaggio) nella stagione
Massimo Borrelli. La situazione restò positiva successiva. Quest’anno le
per tutto il 2004, finché un presunto illecito emozioni non sono mancate.
sportivo nel girone di ritorno appesantì il mo- Dopo un grande girone d’an-
rale della dirigenza neroazzurra dimezzando data nel quale si è raggiunta
la squadra e scendendo di tante posizioni (dal anche la vetta della classifica,
2° al 13° posto). è arrivato un periodo buio,
pieno di sconfitte, che è costa-
Dopo un sesto ed un ottavo posto con la ge- to la panchina a Lillino Ciracì,
stione Fanelli negli anni 2005-2007, la stagione tecnico delle due promozione
perfetta sarebbe potuta essere quella 2007-08. consecutive.
Il sogno si infrange nella semifinale play-off, Al suo posto un grande esper-
persa ai rigori contro il Trapani. A parere di to ed ex giocatore della nazio-
tutti, addetti ai lavori e non, la gara fu “pilota- nale quale Massimo Galli.
ta” dalla formazione siciliana. Proprio in quel
momento, si toccò il punto più basso della Il 2003 coincide con l’ini-
storia calcistica biscegliese, con un’aggressione zio di una lunga storia tra Bisceglie calcio A.S. 2007-2008
all’arbitro, reo di aver concesso un calcio di l’Olimpiadi calcio a 5 e Nico
rigore inesistente ai granata che, grazie alla Ventura. Amore che sem-
trasformazione, portarono il match nei sup- brava indissolubile fino alla
plementari. Morale della favola: squalifiche data del 15 Gennaio 2011,
a raffica ed un torneo (2008-09) da disputare quando il mister ha dato le
in campo neutro e a porte chiuse. Nel biennio dimissioni. Proprio nel 2003
2008-2010 un sesto ed un dodicesimo posto non ci fu l’ammutinamento di
hanno lasciato ferite nei cuori dei supporters tutti i giocatori che seguirono
più fedeli alla squadra. Tifosi che in questa mister Incerto al Giovinazzo,
stagione sperano di riscattare lo smacco subito rendendo difficile l’avvio
3 anni fa con la truppa ora guidata da Massimo in panchina di Ventura. Ma
Pizzulli (protagonista storico del Bisceglie in nessuno si sarebbe poi reso
serie C2). conto che quello stesso alle-
natore avrebbe avuto grandi
Anche per il Bisceglie calcio a 5 questi otto anni ringraziamenti per due sto-
sono stati senza dubbio i più belli, quelli che riche promozioni. La prima
passeranno alla storia. Dapprima la vittoria in nel 2005-2006 in serie B, dopo
Coppa Italia serie B contro il Palextra Fano per aver superato il Marzanese
4-1 nel 2004, poi l’anno successivo con la storica e la seconda nel 2009-2010
promozione in serie A2 vincendo il girone D grazie al ripescaggio in serie Olimpiadi calcio a 5 - serie B - A.S. 2006
con 60 punti ad una sola lunghezza dal Poli- A2. Il 16/11/06 è una data
gnano. A seguire la promozione in serie A per da non dimenticare nell’ar-
ripescaggio e cinque campionati assolutamente co dell’intera storia dell’As
indimenticabili, che hanno visto esibirsi al Pa- Olimpiadi. La Nazionale Italiana di calcio a 5 del ma con tanti giovani che vogliono esprimersi
ladolmen gente come Fornari,Tiago Lunardi, coach Alessandro Nuccorini si presenta a Bisceglie cercando di sfondare nel futsal che conta.
Diego, Planas, Pedotti, Nicolodi, De Cillis, per un’amichevole al Paladolmen contro la nazio- Quelli de "La Diretta nuova" sono dunque cento
Simon e per ultimo Jubansky. nale iraniana ed affronta in amichevole pre-gara numeri che contengono tantissime parole, tantis-
proprio i biancazzurri del presidente Di Liddo. sime emozioni, tantissimi momenti di riflessione.
L’Ambrosia basket ha avuto, in questi cento E’ una serata di festa e gratificazione per l’intero Sono cento numeri che ci permettono di amare
numeri, una grandiosa visibilità solo negli staff nostrano, dai dirigenti ai ragazzi scesi in questa città Bisceglie sportiva che ancora può e
ultimi 3 anni. Fino al 2004 la squadra era an- campo. Il resto è storia d’oggi, con un Olimpiadi deve prometterci tanto.
cora amministrata dalla Diben. Con l’avvento in comprensibile difficoltà nell’esordio in serie A2,
LA
NUoVa

ire a
28
Il judo non si ferma
Flash sport
Lo sport di Febbraio in pillole Enzo Belsito agli stage di Gressoney e
Santena
Domenico Aurora - Bartolomeo Pasquale Bartolomeo Pasquale

Bisceglie calcio 1913


Sconfitta in casa contro il Manfredonia e terremoto fu. La clamorosa debacle
che ha fatto allontanare momentaneamente il Bisceglie calcio dalla vetta della
classifica, ha portato all’esonero del tecnico Enzo Del Rosso. Uno scarno co-
municato precisa che si è trattato di “problemi di incompatibilità’” venutisi a
creare dopo la partenza di Daniele Sisalli,uomo decisivo nel girone d’andata.
Al suo posto è arrivato Massimo Pizzulli, classe 1969, nella scorsa stagione a
Bitonto. I risultati hanno visto una conferma dei neroazzurri con 52 punti al
terzo posto. Vittorie con Manduria (0-1) e Copertino (2-0); un pareggio nel
big match contro il Martina Franca (1-1) e due sconfitte nel periodo d’avvi-
cendamento contro Manfredonia e Castellana.

Bisceglie calcio a 5
Sono soltanto due le gare disputate dal team di Leopoldo Capurso in questo
Febbraio: una vittoria roboante per 4-1 col Kaos Futsal Bologna ed un piro-

I
tecnico 4-4 contro il Cagliari, che si conferma bestia nera per la compagine l freddo e la neve non possono mettere ko un judoka. È quello
locale. Il roster biscegliese rimane fermo al quinto posto a quota 37 punti, a che ha pensato Enzo Belsito, atleta della palestra Gym Club
meno cinque dalla Luparense seconda. Point di Bisceglie, che, anche negli ultimi giorni del 2010, non
si è sottratto dal partecipare ad un grande appuntamento. Lo stage
Olimpiadi calcio a 5 internazionale, organizzato dall’Akyama Settimo Torinese e rico-
nosciuto dalla Fijlkam, si è tenuto a Gressoney (Aosta), tra il 26 ed
è ancora notte fonda per l’Olimpiadi calcio a 5 che non riesce a trovare una sua il 29 Dicembre. L’evento ha visto allenamenti intensi e regolati su

Sport
giusta identità neanche con l’avvento del tecnico Luciano Sciacqua. I due tonfi misura dei vari atleti, coordinati da uno staff di campioni olimpici:
clamorosi contro Biancoazzurri Fasano per 6-1 ed in casa contro il Regalbuto Ole Bischoff e Akos Braun.
(0-7), hanno portato i biancocelseti del presidente Di Liddo a scendere di un In 400 si sono presentati alla rassegna, tra cui campioni provenienti
gradino, piazzandosi al penultimo posto, sempre con 13 punti. dall’Inghilterra, dalla Spagna e persino la nazionale slovena, che
non ha di certo intimidito il giovane diciottenne biscegliese, unico
italiano inserito in questa lista speciale.
Quadrangolare pro Unicef per Haiti Vincenzo ha colto al volo questa possibilità formativa per prepararsi
al meglio agli imminenti impegni del 2011, stagione ricca di presti-
organizzata da Bisceglie calcio a 5, Olimpiadi, Sport five Putignano e Real giosi appuntamenti agonistici.
Molfetta. Le partite si sono disputate al Paladolmen. I neroazzurri hanno Altre porte gli si sono schiuse all’inizio del nuovo anno: un ulteriore
avuto la meglio, sconfiggendo in finale il Putignano per 2-1. stage tenutosi a Santena ed un tour amichevole a Varallo (Vercelli)
dove si è potuto confrontare con alcuni membri della nazionale
kossovara.
AMBROSIA BASKET Che dire... avanti così, Enzo!
Continua il momento no per il basket biscegliese. Dopo lo scioccante (si ringrazia Giulio Valente per gli accenni)
avvicendamento Ciracì – Galli, arriva il primo successo per il nuovo coach.
Vittoria di prestigio ottenuta a domicilio dell’attuale quarta forza del
campionato, il Sant’Antimo per 72-82. Sembra solo un lampo nella notte per
il Bisceglie, viste le successive tre sconfitte consecutive contro Potenza(73-76),
Ferentino (80-61) e Agrigento(90-95). Proprio in questo momento buio arriva
un’iniezione di fiducia e di speranza verso la salvezza grazie al prezioso
successo di Matera nell’ultima giornata disputata. 59-74 il punteggio finale.
Il prossimo turno, domenica 6 Marzo, vedrà il Bisceglie opposto agli eterni
rivali: i “cugini” molfettesi. Sarà di sicuro una partita da non perdere per gli
appassionati della palla a spicchi.

ASD NETTUNO
È stato senza dubbio il mese della svolta per la squadra del presidente Papagni.
Dopo un periodo avverso in cui la malasorte aveva infierito sulla classifica
del Nettuno, è arrivata una pronta risalita sino all’undicesimo posto, che
vorrebbe dire salvezza. Il mese di Febbraio inizia con tre vittorie: la prima
contro una diretta concorrente per la salvezza, il Noci per 2-1; la seconda,
ottenuta a Barletta contro il Villeneuve per 0-6, coincide con il primo successo
esterno; il terzo successo di fila arriva contro il quotato Futsal Taranto per
7-2. Una sconfitta a Gravina (2-1) interrompe la serie positiva, ma solo in
via temporanea. La vittoria arriva sette giorni dopo contro il Fovea degli
ex Lamanuzzi e Lavolpicella, battuto al Nettuno per 6-4. La salvezza, ad
otto giornate dalla conclusione del torneo, è ampiamente alla portata del
Nettuno.

29
LA DIRETTA nuova
Organo editoriale della
Il Direttore risponde
Ass. Culturale no profit
“ G. B. Ferrara ” Per richieste e segnalazioni scriveteci a: diretta.nuova@libero.it

Caro direttore,
Direttore responsabile non le ho mai scritto, ma questa volta la mia indignazione ha superato il limite e la penna è andata da se. Le
Serena Ferrara invio questa mail corredata di foto perché le immagini, certe volte, parlano più delle parole.
La vede quella scritta che campeggia dall'alto del palazzo? Bene, l'ho scattata alcuni giorni fa, trovandomi
a passare davanti alla piscina "comunale". Uso le virgolette perchè questa piscina di comunale fino ad oggi
Vicedirettore
non ha nulla. Prima ancora di essere utimata, ecco che il privato cui sarà affidata in gestione (e dico gestione,
Pasquale Stipo non proprietà) occupa mezza facciata, illuminando a giorno il logo "Nicotel".
Innanzitutto mi chiedo: e se dopo un primo contratto il Comune decidesse di cambiare gestore, di questo
Art Director monumento sulla facciata dell'edificio, che ne sarebbe?
Felicia Antonino USPI Domanda numero due: perchè il Comune non si rende conto che quella scritta è fuorviante e che se qualche
cittadino delle città limitrofe dovesse decidere di venire a farsi una nuotata a Bisceglie, non capirebbe mai
che quella è una piscina comunale? In tutti gli altri
Coordinatore di Redazione paesi del mondo, se qualcosa è comunale il logo più
Silvia La Franceschina grande è quello con lo stemma della città e la scritta
"Città di ...". Se ciò dovesse accadere anche da noi,
dovremmo aspettarci, facendo una proporzione, che il
Comitato di Redazione
Comune di Bisceglie occupi con il suo stemma almeno
Fabrizio Ardito tutta la facciata anteriore.
Grazia Pia Attolini Ma io credo che non sarà così. Insomma, questa pi-
Domenico Aurora scina comunale, rischia di essere l'ennesima bufala.
Leonardo Cosmai Spero che mi voglia e mi possa smentire...
Grazie a auguri per i vostri 100 numeri. Continuate
Alessio Di Liddo così.
Giuseppe Di Pierro francesca.d87@gmail.com
Zaccaria Gallo
Cristina Giovenale Cara Francesca,
Vito Losciale innanzitutto grazie per gli auguri. Incrociamo
Mariaserena Mansueto le dita affinchè possano esserci ancora 100 nu-
meri di questo periodico "di resistenza". E dico
Roberta Monopoli "resistenza" perchè, come avrà letto nelle pagine
Bartolomeo Pasquale precedenti, la nostra è una vita dura, fatta di
Fabrizio Rigante nottate insonni e continui risparmi. Su tutto, a
Nicola Silvestris volte anche il necessario.
Ma veniamo alla piscina "comunale". Quoto il suo virgolettato, perché in effetti mi ha preceduto.
Marco Tempesta
Della questione ne avremmo parlato anche noi, ritenendo più opportuna una maggiore discrezione
del gestore della futura piscina "della città". Ci saremmo aspettati, insomma, che al gestore fosse
Stampa
concesso di farsi pubblicità all'interno della struttura, lasciando che il Comune raccontasse sulla
NuovoCentro Stampa-Molfetta facciata, di quanto quest'opera sia "pubblica".
Che dire? Per fortuna questo logo-monumento è perfettamente rimovibile, quindi allo scadere della
convenzione, qualora questa non dovesse essere rinnovata, potrà essere facilmente asportato.
Chiuso il 28/2/ 2011 Detto questo, ci tenevo ad esprimere un pizzico di dispiacere nei confronti di questa faccenda. E'
davvero un peccato che, dopo tanti sforzi e tante battaglie, un'opera così meritoria possa suscita-
Redazione e Amministrazione re polemica ancor prima della sua inaugurazione (che, lo ricordiamo, era già programmata per
Settembre 2010). Ci auguriamo che il vento delle indignazioni cessi di spirare qui. E che, almeno
quando si parlerà di servizio, nessuno, compresi noi, trovi nulla da obiettare.
Via Virgilio 12 – Bisceglie (Ba)
Tel – Fax: 080 392 17 86
e-mail: diretta.nuova@libero.it Offerta di spazi pubblicitari
Registrato al Tribunale di Trani per messaggi politici elettorali
al n° 296 del 06/02/2003
elezioni 15 -16 Maggio 2011
la Diretta dichiara la propria disponibilità a pubblicare, sul proprio giornale, messaggi politici
foto e articoli sono protetti da ai sensi dell'art. 7 della Legge 22 febbraio 2000, n. 28 e sue modifiche.
copyright, possono essere utilizzati
Precisa quanto segue:
solo dietro richiesta alla redazione
• sarà assicurato l'accesso a tutti i partiti o movimenti politici che ne abbiano fatto richie-
sta tempestivamente, garantendo agli stessi una pari quantità di spazio in relazione alla
disponibilità ed ai limiti posti dalla legge. In caso di richieste eccedenti per quantità, le
stesse saranno soddisfatte in base all'ordine di arrivo delle richieste in relazione alla dispo-
nibilità, fermi sempre i limiti posti dalla legge e dal Garante.
• la prenotazione ed il materiale per la pubblicazione dovranno pervenire agli uffici de
“La Diretta nuova” o anche via email all'indirizzo diretta.nuova@libero.it tre giorni lavo-
rativi prima della fine del mese precedente all'uscita della pubblicazione
• Le tariffe sono le seguenti

Bianco/Nero: Quadricromia Redazionale a pagina intera


«“La Diretta settimanale”
• ¼ pag € 80,00 ¼ pag € 120,00 b/n € 270,00
fondata nel 1993 • ½ pag € 150,00 ½ pag € 200,00 colore € 380,00
da Maurizio Rana & C.» • 1 pag € 250,00 1 pag € 360,00

30
CONVEGNO E MOSTRA PER “La Locandiera di Goldoni
I 150ANNI DELL’UNITA’ D’ITALIA (…e Mirandolina
Ancora una volta il Lions Club collabora con incontrò Don Pancrazio)”
l’associazione Spazio Libero a servizio della città
Grazia Pia Attolini

1861:
nasce l’Italia. Come dove e quando è noto a tutti. Fin
dalle scuole elementari ci hanno infatti insegnato la
storia che ha fatto l’Italia. Meno note sono invece
le vicende che ci riguardano più da vicino. Focalizzare il Risorgimento
nel Mezzogiorno e più in particolare in terra di Bari è uno degli scopi dei
relatori del convegno che vi segnaliamo. In occasione del centocinquantesimo
anniversario dall’unità d’Italia, il LIONS club della nostra città, in
collaborazione con l’Associazione Culturale “SPAZIO LIBERO” organizza in
data 12 Marzo un convegno da non perdere. L’auditorium S. Croce ospiterà
i docenti universitari dell’ l'Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano
-Comitato di Bari- che relazioneranno sul tema “Il Risorgimento in periferia”.
Non mancheranno letture di aneddoti e notizie di fatti sui personaggi
dell’Unità, oltre che descrizioni delle dinamiche del processo di unificazione
in rapporto al nostro territorio. Originale è la modalità del convegno, che

S
si struttura in un arco di tempo esteso tra le 9.45 e le 18.15. Nel mezzo la eduzione, cinismo e vanità per una commedia del teatro
pausa pranzo, con la possibilità di usufruire dei buoni sconto consegnati classico rivisitata con sonorità pugliesi: La Locandiera di

prossimamente
al pubblico in sala per i locali di ristorazione presenti nel centro storico e Goldoni, nuova produzione della Compagnia Don Pancra-
aderenti all’iniziativa. Al termine del convegno seguirà l’inaugurazione della zio Cucuzziello, debutta a Bisceglie il Sabato 26 e Domenica 27
mostra collettiva di arti figurative (pittura, fotografia, scultura, installazioni) Marzo prossimi al Teatro comunale Garibaldi. A suggerire lo
a tema sull'”UNITA' D'ITALIA”, organizzata dall’Associazione “Spazio stile dell’allestimento è il sottotitolo ideato dallo stesso regista
Libero”. Un immaginario filo tricolore lega, dunque, due manifestazioni. In dello spettacolo, Gianluigi Belsito, anche autore dell’adattamen-
quell’occasione la Giuria, composta dai relatori del convegno e dalla curatrice to: Mirandolina incontrò Don Pancrazio. La scelta de La Locan-
d'arte Annella Andriani, valuterà le opere esposte e a suo insindacabile diera, infatti, un testo che nasce dalle ceneri della Commedia
giudizio sceglierà un'unica opera vincitrice del premio di Euro 300,00. Gli dell’Arte come tutto il teatro goldoniano, permette un aggancio,
elaborati permarranno nel Sepolcreto di Santa Croce fino al 20 Marzo e sarà non certo casuale bensì cercato, alla maschera di Don Pancrazio
possibile accedervi tutti i giorni dalle ore 18,30 alle ore 21,00. Cucuzziello, detto il Biscegliese, che proprio a questa forma di
teatro dette un buon contributo.
Continua così l’opera di valorizzazione e divulgazione di que-
sto “carattere” già protagonista di precedenti lavori, presente
assemblea della CONGREGAZIONE qui in un piccolo didascalico cammeo che poco interferisce
con l’intreccio, perseguendo un preciso obiettivo culturale. La
CRISTIANA TESTIMONI di GEOVA di BISCEGLIE compagnia biscegliese accoglie dunque una nuova sfida: quel-
la di accostare la recitazione in italiano a coloriture dialettali,
inserendo in un testo ben noto la maschera locale con le sue
Il 5 Marzo a Bitonto battute in vernacolo.
Giorgio Eccel La Locandiera è una commedia capace amplificare con artificio
scenico quel mutamento sociale che vede la borghesia conqui-

C
onsapevoli delle benedizioni trovare rifugio sotto le ali di Geova”, stare sempre maggiore spazio a danno della nobiltà. L’attualità
spirituali e della gioia che una “Imitiamo Geova nel provvedere rifugio”, del testo è da ricercarsi nell’evidente opportunismo che pervade
giusta e consolidata relazione “Ragazzi fate di Geova la vostra fiducia”, i personaggi, nell’ostentazione ridicola della propria ricchezza,
con Dio può arrecare a ciascuno di noi, ed ancora “Il nostro paradiso spirituale: nel tentativo di riscatto sociale perpetrato con mezzi dozzinali,
i testimoni di Geova di Bisceglie e le il rifugio provveduto da Geova”. nel cinismo di chi finge per mestiere. In tutto ciò, qualcuno ha
19 Congregazioni della “Circoscrizione Come in ogni Assemblea dei testimoni anche visto in Mirandolina una pioniera del femminismo: in
Puglie 2” con i suoi circa duemila delegati, di Geova, viva è l’attesa per la cerimonia realtà, la genialità del personaggio sta soprattutto nel sapersi
si riuniranno sabato 5 Marzo 2011 per una del battesimo dei nuovi “testimoni” destreggiare, con abilità, all’interno di un contesto di costrizione
speciale Assemblea di un giorno prevista per le ore 11,30, che avviene sociale e autocensura, ricorrendo alle arti femminili per poter
L’avvenimento fa parte di un programma per immersione completa in acqua ad quantomeno riuscire a gestire le situazioni.
di incontri che si stanno tenendo in tutta imitazione del battesimo di Gesù e Patrocinato da Città di Bisceglie e Fita, lo spettacolo vede prota-
Italia dal settembre 2010, anche in varie dei primi cristiani, a simboleggiare la gonisti: Daniela Rubini - Mirandolina, Elio Colasanto - Fabrizio,
lingue per le etnie presenti nel nostro personale dedicazione a Dio. Non è, Vincenzo Sinigaglia, Ripafratta Mauro Todisco, Albafiorita, Ni-
Paese, e che hanno il tema “Rifugiamoci in quindi, un battesimo per i neonati, ma cola Ambrosino - Forlipopoli, Angela De Cillis - Ortensia, Anna
Geova” avendo per base scritturale biblica per adulti in grado di fare una scelta di Lozito - Dejanira e Sergio Ragno nel ruolo di Don Pancrazio.
il Salmo 118: 8-9. fede matura e consapevole, che li rende, I costumi del Settecento sono della sartoria Shangrillà. Biglietti
Il convegno prende in esame come di fatto, persone qualificate per agire quali in prevendita presso la Cartolibreria Storelli e la Proloco.
rapportarsi con Dio e quanto sia utile ministri (dal greco, servi, schiavi) di Dio Info: donpancrazio1@yahoo.it
saggio e benefico per ciascuno di noi, per nel diffondere l’evangelo del suo Regno Ufficio Stampa: 333-9120388 (Gianluigi Belsito)
le famiglie e per i giovani, lasciarsi guidare per mezzo di Gesù.
dal nostro Creatore e dai suoi principi Tutti gli interessati sono invitati ad
espressi nella Bibbia, in ogni aspetto del intervenire quali uditori. Il Convegno con
vivere quotidiano. inizio alle ore 9,30 e termine alle ore 16,00,
É posto, inoltre, l’accento su quanto si terrà presso la “Sala delle Assemblee”
sia deleterio per l’uomo, coltivare nella sede regionale dei testimoni di
uno spirito di indipendenza da Dio in Geova a Bitonto in Via Ganga di Lupo
contrapposizione con le meravigliose (contrada Patierno).
promesse del nostro Padre Celeste per il Per informazioni:
nostro benessere presente e futuro. Ilario Musicco; Tel. 3407050598;
Questi alcuni argomenti trattati nel e-mail: ilario.musicco@fastwebnet.it
programma: “Geova è un rifugio in www.watchtower.org;
tempi di angustia”, “Aiutiamo altri a www.jw-media.org

31