Sei sulla pagina 1di 7

Platone

IL pensiero occidentale nella sua matrice greca sono Platone e Aristotele, 8/10 parole che usiamo
sono di stampo Platonica, anche il cristianesimo è stato platonizzato.

Platone nasce filosoficamente alla morte di Socrate, morte fondamentale perchè ingiusta secondo
Platone; "la polis ha ucciso il migliore degli uomini".

La democrazia ateniese cadde in crisi profonda, non solo crisi politica, ma la crise scaturisce da
una crisi più profonda ( crisi dei fondamenti)) , epica, morale, intellettuale (perchè dominano i
sofisti; i falsi uomini di cultura), crisi dovuta al relativismo (nessuno cerca più la verità), gli
ateniesi non riescono a cogliere più la verità

§filosofo politico---> tentativo di ricostruire la democrazia nella polis

Platone è il tentativo di superare il relativismo sofistico, rifondare la società Ateniese

Platone propone una rivoluzione culturale

Platone è un aristocratico, 428a.C, fu un seguace di Eraclito, ma intonro ai 20 anni onosce e


frequenta socrate e lo accompagna fino alla morte.

Tramite la Lettera VII possiamo conoscere parte dalla sua biografia, ricorda passiano politica.

Per comprendere platone si deve tenere conto la rivoluzione che tenta di abbattere

Aspetto etico teoretico

Dalla lettera VII quando socrate morì egli ebbe un trauma tantochè si allontana da Atene, si
diresse a Megara e poi in Egitto, sappiamo del suo viaggio a Siracusa e qui incontra molti
pitagorici, l'ultimo Platone è un Platone matematico, stringe amicizia con Dione, figlio di
Dionigi il Vecchio, tiranno di Siracusa, probabilmente qui Platone tenta l'ascesa politica, ma
sappiamo che non riuscì nel suo intento, viene arrwstato e ridotto in schiavitù da Dionigi il
Vecchio e fu portato a Egina (mercato di schiavi) , § Anniceride di Cirene a Egina riconosce
Platone e fu riscattato. Dione richiama Platone a Siracusa dopo la morte di Dionigi il Giovane;
Dione e Dionigi il Giovane vanno ai ferri corti e Platone è politicamente bruciato e lascia
Siracusa deluso dal fallimento e torna ad Atene.

Ad Atene nnon proverà più a far politica ma fonda L'Accademia Platonica--> scuola-comunità
filosofica (comunità di stile pitagorico), diresse l'Accademia fino al 347 aC

SCRITTI DkEL PRIMO PERIODO

§ Apologia di Socrate

§ Critone--> Socrate di fronte all'offerte di eesere salvato dalla cicuta (veleno con cui morirà),
rispettare leggi non ritenute giuste, le leggi sono Atene, e va incontro alla morte nel rispetto di
Atene. (una delle morti più celebri)

(Heidegger dice: Sein zum Tode) Verfallen--> peso dell'aver-da-morire

§ Protagora----> tratta la virtù e la scienza, Secondo Socrate si può insegnare la virtù

§ Eutidemo----> Socrate si scontra con il metodo eristico dei sofisti, ovvero confutare il vero che
il falso, "arte di battagliare parole". Verità sull'uso della parola secondo Socrate

§ Gorgia-----> Dialogo sulla Retorica, l'arte di persuadere---> non è arte ma tecnicsa persuasiva

§ Cratilo---> Il verbalismo dei Sofisti, macrologie vs brachilogie, è un dialogo sul linguaggio e di


fatto rappresente alcune tesi importanti sul linguaggio umano:

a) convenzione b) strumento c) coglie il vero d) se non lo coglie e) come nasce il linguaggio


||||||||||||||||||||||||||||||||\\\\\\\||||||||||||||||||||||||||||
to agathon-----> pensa ad un divino impersonale, vertoce della gerarchia ideale, alcuni lo hanno
assimilato a dio creazione= concetto cristiano= creatio ex nihil
vive una dimensione di separatezza
Platone inventa l'assoluta dicotomia tra mondo ideale e mondo fenomenico, che appare
esiste un rapporto tra questi due mondi?
è mediato dall'anima umana ----> capacità noetica
-Le idee sono criteri di conoscenza delle cose\ criteri di giudizio delle cose
-Idee sono le condizioni di pensabilità del mondo
-Rapporto gneoseologico
-Rapporto causativo
-Il mondo fenomenico IMITA le idee---> mimesis
le cose sono una specie di copia di un originale Modello-mimesi---> il modello è spirito, essenza
metafisica, mimesi è materia ( grande disprezzo greco per la materia)
- Metessi= le cose partecipano delle idee,
- Parousia= manifestano.-.----rappresentazione imperfetta
Platone è la filosofia del ri-svegliarsi
|||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||
FEDONE.
L'incontro con la materia, nel momento in cui l'anima si incorpora, è un momento
drammatico ( a questo si deve la dimenticanza), viene come rinchiusa (corpo come carcere
dell'anima)- Da qui la filosofia come preparazione alla morte, altrimenti dovrà re-incarnarsi
in un altro corpo.
Prove dell'immortalità dell'anima--->
1) Prova dei "contrari" : afferma che come in natura ogni cosa si genera dal suo contrario, così
la morte si genera dalla vita e la vita dalla morte, dunque l'anima rivive dopo la morte del corpo.
2) Prova della " somiglianza": L'anima, essendo simile alle idee, che sono eterne, anche l'anima
sarà immortale.
3) Prova della "vitalità": L'anima è soffio vitale, è vita, e in quanto partecipa all'idea di vita, non
può accogliere l'idea di morte
MITO di Er.
Soldato torna in vita ,mentre erano in procinto di essere bruciato al rogo, per volere degli dei,
cosicchè potesse reccontare ciò che vide nell'aldilà.

Anima- idee ---> discorso antisofistico


L'uomo è misura della verità
Tutto è relativo alle idee
l'uomo è misurato dalle idee
|||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||

Simposio
§tema del desiderio (de sidera---> nostalgia del ritorno al cielo) (eros)( DESIDERIO della
mancanza)

§tema della bellezza

Inizia con il mito dell'Androgino:


- mancanza è la causa primordiale e principale del desiderio umano
eros ci spinge, è una forza ascenzionale (gli mancano le idee, e quindi è una forza ascenzionale)
verticalità assoluta, attività psicagogica dell'eros

Eros nel mito, è figlio di Poros e Penìa


Conessione tra eros e idea di bellezza
Eros=desiderio suscitato da una mancanza
eros va dal mè on all'on--> mé on= non essere-->mancanza, mi sento mancante; on= pienezza
dell'essere.
§ L'oggetto di ogni mancanza (desiderio) è la bellezza, la bellezza non è solo una questione
estetica, per i greci la bellezza è un concetto più complesso, kalokagatia---> bello e buono, buon
essere sia estetica che morale
Nel simposio la bellezza è sperimentaabile in diversi gradi: Da una belllezza molto bassa a una
bellezaz molto alta, va dalla terra al cielo, è ascensionale.

1° l'attrazione verso un corpo bello= erotico (dei corpi che hanno in sè la bellezza), grado
estetizzante; attrazione per la corporeita. (nel primo grado sono attratto dalla singolarità del
corpo bello)
2° attrazzione verso tutti i corpi belli---> attrazione verso la pluralità
3° l'attrazione per la bellezza dell'anima--> bellezza morale dell'individuo (forse reminiscenza
socratica), salto dal fisico al metafisico
4° l'attrazione verso la bellezza delle istituzioni e delle leggi-->attrazione verso l'ordine,
ordinamento politico legislativo è bello
Detto latino: " Serba ordinem et ordo servabit te"---> conserva l'ordine e l'ordine ti conserverà
5° l'attrazione per la bellezza delle scienze--> bellezza epistemologica, teoretica, conoscitiva
6° attrazzione della bellezza in sè--> conoscenza filosofica, contemplativa, solo i filosofi
possono contemplare la bellezza in sè e per sè cioè concettuale.
FEDRO.
Come può l'anima umana raggiungere la bellezza suprema?
MITO DELLA BIGA ALATA
Anima simile alla biga alata, guidata da un auriga e da una coppia di cavalli, uno bianco e
obbediente, l'altro nero e recalcitrante, dunque l'opera dell'auriga è difficile. Egli cerca di
raggiungere l'Iperuranio (MONDO IDEALE), l'anima non può contemplare la totalità delle idee
per molto, dato che il cavallo nero (simbolo degli impulsi corporei) la tira verso il basso.

Aristotele: non c'è nessun uomo che non possa imparare da un uomo.
|||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||

§La Repubblica--> platone non è un teorico della repubblica, termine originale Politeia=
costituzione, ordinamenti di uno stato, modo di orndinare uno stato;
Concezione greca di stato per Platone---> | equilibrio delle parti|; armonia.

-Questa comunità deve basarsi sulla giustizia, "" Quique tribuere sum""---> mantenere le varie
parti in equilibrio
Platone pensa sempre in verticale, l'equilibrio è seguire una piramide di gerarchie, come
l'iperuranio; Dunque stato retto da gerarchie.
>//IL nazismo prende ispirazione dalla politeia.//<
-Al vertice della scala gerarchica della repubblica vi sono i Filosofi, l'utopia di questa politeia è
l'esser guidata dai filosofi.
Mito delle stirpi.
_____________________________________________________________________
a)Comunismo Radicale dei beni---> metter etutto in comune affinchè nessuno sia mancante di
qualcosa di necessario, I Filosofi devono praticare la comunione dei beni, mentre le classi
sottostanti (guerrieri e cittadini) possono avere la proprietà privata
I filosofi, non devono mai dire:"questo è mio", non devono attaccarsi ai beni materiali ne a quelli
spirituali. "I governanti sono Filosofi o devono diventarlo"
Bertnard Russel ha definito la classe dei Filosofi in monastero.
Nessuno ha una propria famiglia, il comunsimo così radicale da diventare sessuale , solo analogo
alla riproduzione,"donne come proprietà comune", la famiglia dei filosofi è lo stato in sè.
Filosofi devono procreare per arrivare all'eugenetica
-I filosofi decidono non solo i loro congiungimenti sessuale ma decidono anche gli
accoppiamenti di tutti i cittadini.
Platone, il mito della caverna (repubblica)
-Teoria platonica della conoscenza (mito gneoseologico)
anabasis e katabasis
-Percorso educativo---> crescita
- Ottica morale del dovere/impegno di chi è più avanti rispetto agli altri come se fosse una
missioni

Approccio gneoseologico---> conoscienza umana funziona per livelli crescenti


Conoscenza è dicotomica---> conoscenza sensibile e conoscenza razionale

Conoscenza sensibile 1° [Doxa], mi sembra, l'apparire; [eikaisìa]= mondo dell'impressione


sensibile, anima sensitiva (il mondo si imprime nella nostra anima tramite i sensi), nel mito della
caverna equivale all'ombra delle statuette
Approccio realista alla conoscenza umana

Conoscenza delle cose stesse 2° [Pistis]= credenza; nel mito della caverna sono le statuette

Conoscenza razionale [Episteme], in lat. Scientia;= epi stemi ( star sopra una cosa che ci
sorregge). Viene dicotomizzata in dianoia, idee matematico-geometriche, conoscerei il mondo
con idee genarali, specchi del mondo.

[Noesis]= mondo delle idee, la vera realtà, il piano della metafisica, il mondo illuminato dal sole,
la vera realtà , sole= idea del bene, vedere il sole, solo il filosofo può vedere il sole.

Insegnare è liberare.
Alcune note aggiuntive:
Problema della felicità dei Filosofi nella repubblica (in Lat. " Quis custodias custodes?" )

Platone si chiede se i guardiani sono felici; la risposta è si perchè sono felici


di per sè ( Autodiretti), sono felici in quanto filosofi , mentre gli altri sono eterodiretti.
a) la forma più alta della felicità è la conoscenza (la filosofia è felicità)
felicità= sensazione profonda di realizzazione personale
dunque quetsa realizzazione non avviene attraverso i beni materiali.
b) La felicità non è affare privato, Platone pensa che l'individuo si riealizza in un contesto di
relazione (Polis).
||- Dunque la felicità dei Filosofi è prettamente correlata alla felicità dei cittadini-||
La Repubblica è letta anche in modo Utopistico, è un compito da realizzare, è un modello.
Vede anche le possibilità degenerative dello stato ideale:
a) Timocrazia= governo basato su onori, quando i governanti cessano di essere filosofi veri e
degenerano ricercano onori, beni, lussi etc.

b)L'oligarchia= governo basato sul censo

c) democrazia (megllio intenderla come anarchia)= dove i cittadini fanno ciò che vogliono.

d) Tirannide= nonrmalmente si verifica dopo un periodo di democrazia, il tiranno non è un


filosofo, è il peggiore degli uomini che per guadagnarsi il consenso dei cittadini e guardarsi del
loro odio si circonda dei peggiori uomini, è lo schiavo delle sue passioni, il più infelici degli
uomini
||Platone specula in un'età di degenerazione della politica||
|| Platone esprime un pensiero aristocratica-filosofica ,governo dei migliori (filosofi) pochi che
eccellono per virtù e valore personale||
Platone è un antidemocratico
Per platone gli uomini sono a) per natura diseguali, e allora un uomo deve esercitare nella
società la funzione per la quale è nato "Quique tribuere suum".
Repubblica com e "il giardino dei diversi"
b) L'arte di governare è per pochi; carattere elitario

Scritti dell'ultimo periodo

"sistema"---> varie parti del sistema sono tutte unite


filosofo---> sistematico, filoaofia coesa, sistematico
§ Nell'ultimo periodo Platone affronta un problema::: rapporto tra mondo ideale e mondo
fenomenico
§ dicotomia ontologica---> due piani dell'essere nettamente separati

- Questo rapporto è ripensato in termini matematico-geometrici----> linguaggio di


interconnessione

aporie---> contraddizioni in filosofia, dunque Aristotele parte con le aporie di Platone

Dialoghi--> Il Parmenide, quì Platone instaura un dialogo con lui, Parmenicidio

Il Sofista--> il vero Parmenicidio avviene anche in questa--> seguito del parmenide


Per Platone l'essere è uno ma ha diversi generi(modalità diverse)
cit. "l'essere si dice in molti modi diversi"
a) essere in sé
b) l'essere identico= uguale a se stesso
c) l'essere diverso= il non identico
Generi sommi dell'Essere
Platone ha insierito la diversità dentro l'essere
----> la relazione
medesimezza
Platone ha capito che l'essere non è una sostanza chiusa, ma un concetto relazionale
il diverso non è il non essere, il diverso fa parte dell'essere

_____________________________________________________________________

Potrebbero piacerti anche