Sei sulla pagina 1di 7

ALLA FINE DEL II SECOLO D.C.

L’IMPERO ROMANO RAGGIUNSE LA SUA MASSIMA

ESTENSIONE:

• COLORA I TERRITORI CHE FACEVANO PARTE DELL’IMPERO ROMANO AL CULMINE

DELLA SUA ESTENSIONE

LA SOCIETÀ ROMANA ERA DIVISA IN CLASSI SOCIALI:

SCRIVI A QUALE CLASSE SOCIALE APPARTIENE LA PERSONA CHE PRONUNCIA

QUESTE PAROLE:

DURANTE IL III° SEC D.C L’IMPERO ROMANO È IN CRISI:

CAUSE DELLA CRISI: INDICA SOTTO OGNI FRASE LA LETTERA CORRISPONDENTE

GLI IMPERATORI NON RIESCONO A GOVERNARE


UN IMPERO TANTO VASTO

L’ESERCITO È DISORGANIZZATO E NON RIESCE A

GARANTIRE PIÙ LA SICUREZZA NÈ ALL’INTERNO

DELL’IMPERO NÈ AI CONFINI DOVE PREMONO

PERICOLOSI POPOLI.

SONO FINITE LE GUERRE DI CONQUISTA QUINDI

NON CI SONO PIÙ SCHIAVI CHE LAVORANO

GRATUITAMENTE E AUMENTANO I PREZZI E LE

TASSE;

I N O LT R E , P O P O L A Z I O N I G E R M A N I C H E

MINACCIANO DI INVADERE I CONFINI IMPERIALI E,

PER MANTENERE L’ESERCITO CHE DIFENDE

L’IMPERO, GLI IMPERATORI AUMENTANO LE TASSE;

SI AFFERMA IL CRISTIANESIMO MENTRE IL

PAGANESIMO, LA TRADIZIONALE RELIGIONE DEI

ROMANI, VA SCOMPARENDO.

- CRISI MILITARE (A)


- CRISI POLITICA (B)

- CRISI ECONOMICA (C)

- CRISI RELIGIOSA (D
L’IMPERATORE TEODOSIO DIVIDE L’IMPERO IN DUE PARTI:

L’IMPERO ROMANO………………………………………….CON CAPITALE………………….

L’IMPERO ROMANO………………………………………….CON CAPITALE………………….

• COLORA DI VERDE I TERRITORI DELL’IMPERO ROMANO D’OCCIDENTE

• COLORA DI GIALLO I TERRITORI DELL’IMPERO ROMANO D’OCCIDENTE

• CERCHIA LE DUE CAPITALI

OLTRE IL CONFINE SETTENTRIONALE DELL’IMPERO VIVEVANO I GERMANI,

UN POPOLO DI GUERRIERI. INSERISCI LE SEGUENTI PAROLE MANCANTI:

CACCIA , ALLEVAMENTO, TRIBÙ, CAPANNE, FAIDA, LEGGI

1. ELMO DI FERRO

2. GIAVELLOTTO

3. SCUDO DI LEGNO

5. SPADA CORTA CON LAMA ROBUSTA

IL TERMINE “BARBARO” DERIVA DA “BAR-BAR” UNA PAROLA CHE I GRECI E I

ROMANI USAVANO PER INDICARE TUTTI I POPOLI CHE PARLAVANO UNA LINGUA

INCOMPRENSIBILI

QUESTI POPOLI VIVEVANO OLTRE I CONFINI DELL’IMPERO ROMANO:

- ANGLI E SASSONI

- BURGUNDI E ALAMANNI

- VISIGOTI

- VANDALI

- VIVONO IN TRIBÙ

- LA GUERRA È L’ATTIVITÀ PIÙ IMPORTANTE (IL CAPO DI OGNI TRIBÙ VIENE SCELTO

TRA I GUERRIERI PIÙ VALOROSI

- NOMADI

- VIVONO DI CACCIA E PASTORIZIA MA COMPIONO ANCHE RAZZIE NEI TERRITORI


VICINI

- RELIGIONE POLITEISTA (SI BASA SUL CULTO DI DIVINITÀ LEGATE ALLA NATURA E
ALLA GUERRA

LE CITTÀ SONO IN GRAVE CRISI: VENGONO ATTACCATE DAI GERMANI E COLPITE DA

FREQUENTI EPIDEMIE. IN CITTÀ È SEMPRE PIÙ DIFFICILE PROCURARSI IL CIBO.

PER SFUGGIRE A QUESTI PERICOLI MOLTE PERSONE SI TRASFERISCONO IN

CAMPAGNA A LAVORARE NELLE VILLAE DEI SIGNORI CHE DIVENTANO AZIENDE

AGRICOLE AUTOSUFFICIENTI

RICOSTRUISCI LA MAPPA:

I GERMANI ABITANO IN ………………………………….

SONO ORGANIZZATI IN…………………………………

VIVONO DI………………………….E DI ……………………………..

NON. HANNO……………SCRITTE E PER FARSI GIUSTIZIA APPLICANO

LA………………..UNA VENDETTA PRIVATA.

NEL 476 IL GENERALE GERMANICO ODOACRE DEPONE L’IMPERATORE ROMANO

ROMOLO AUGUSTOLO E FINISCE L’IMPERO ROMANO D’OCCIDENTE

IL 476 È STATO SCELTO DAGLI STORICI COME LA DATA CHE SEGNA LA FINE

DELL’ETÀ ANTICA E L’INIZIO DEL MEDIOEVO.

Potrebbero piacerti anche