Sei sulla pagina 1di 19

INCERTEZZA DI UNA MISURA

Valore medio =

Errore assoluto =
NOTAZIONE SCIENTIFICA
1000 =

GRANDEZZE VETTORIALI

SOMMA TRA VETTORI

CENNI DI MECCANICA E TERMOLOGIA


Meccanica = descrizione moti dei corpi e delle forze che agiscono su essi
CINEMATICA
Descrive il movimento di un corpo
MOTO RETTILINEO - TRAIETTORIA

Velocità = rapidità con cui il vettore spostamento varia nel tempo

Si misura in m/s o cm/s

La velocità è un vettore quindi devo sapere: MODULO, DIREZIONE E VERSO

MOTO RETTILINEO - ACCELERAZIONE


Indica la rapidità con cui il vettore velocità varia nel tempo

Moto rettilineo = lungo una direzione fissata


Moto uniforme = avviene a v costante
Moto uniformemente accelerato = a costante. Es. moto di caduta libera in assenza di
attrito

PERCHÉ I CORPI SI MUOVONO?


TRAMITE LE LEGGI DELLA DINAMICA

FORZA

Azione di una forza ogni volta che cambia lo stato di moto di un corpo o la sua
deformazione

Unità di misura = N Newton

Il rapporto tra accelerazione e forza


è la MASSA
Esempi di forze
• PESO

forza con la quale la terra ci attrae verso il suo centro


non è una massa e si misura in N

• FORZA PESO

• DENSITÀ

EQUILIBRIO DI UN CORPO

Equilibrio = quando un corpo è


fermo in una posizione e continua a
rimanere così nel tempo

La reazione vincolare = o contraria


alla forza peso

Punto materiale = oggetto piccolo


rispetto al contesto a cui lo riferiamo
e su di esso agiscono 2 forze: peso
e reazione vincolare.
Quando un punto materiale è in equilibrio la risultate di tutte le forze applicate è nulla

Corpo esteso rigido = se tutte le forze sono applicate nello stesso punto al l’ora è trattato
come un punto materiale
Se è in equilibrio e più forze sono applicate sullo stesso punto la risultante di tutte le
forze è nulla

Un corpo non in equilibrio può essere portato all’equilibrio tramite una forza
equilibrante uguale e opposta alla risultante delle forze applicate
MOMENTO DI UNA FORZA
Responsabile della rotazione dei corpi e dipende dal punto in cui sono applicate le forze

LEVE

1 fulcro
2 bracci

LAVORO ED ENERGIA

LAVORO =

Un oggetto compie uno spostando (s) durante i quale la forza F è applicata sull’oggetto
stesso
Lavoro della forza peso
• corpo appoggiato su un piano inclinato senza attrito

ENERGIA CINETICA
Un corpo si muove con una certa velocità v

Conservazione dell’energia:
L’energia totale di un sistema fisico isolato si conserva

ENERGIA POTENZIALE GRAVITAZIONALE


• Se un corpo cade da fermo acquista velocità e quindi energia cinetica

ELETTROSTATICA

CARICA ELETTRICA
• Proprietà fondamentale delle particelle che formano la materia
• Può essere positiva e negativa
• Carica elettrica fondamentale = quella dei protoni e degli elettroni
• La ionizzazione: fenomeno che produce cariche elettriche
• La carica elettrica totale di un sistema chiuso rimane sempre costante
FORZA DI COULOMB : forza che si esercita fra due cariche elettriche puntiformi

CAMPO ELETTRICO = esprime le proprietà dello spazio dovute alla presenza in esso di
una o più cariche elettriche

DIPOLO ELETTRICO = sistema formato da due cariche elettriche uguali in vapore


assoluto ma opposte in segno

ENERGIA POTENZIALE ELETTROSTATICA


POTENZIALE ELETTRICO

DIFFERENZA DI POTENZIALE (ddp)

CORRENTE ELETTRICA = moto di cariche elettriche che produce un flusso costante di


carica in una direzione (si misura in ampere, A)

Legge di OHM: R= resistenza elettrica del conduttore


p= resistività elettrica

FLUIDI = sostanza libera di muoversi e che non è in grado di sostenere uno sforzo di
taglio senza deformarsi, non ha forma propria

PRESSIONE:
• definita punto per punto di una superficie
• Si misura in Pa (Pascal)

IDROSTATICA - LEGGE DI STEVINO


Fluido in quiete
Si calcola la pressione che agisce su S
Teorema di Bernoulli
• conseguenza del principio di conservazione dell’energia
• Considerando un liquido ideale che si muove in un condotto qualsiasi a pareti rigide
senza brusche variazioni di sezione
• Il teorema partendo dal principio di conservazione di energia, stabilisce una relazione
tra pressione, quota e velocità del liquido in qualsiasi sezione del condotto
• Il lavoro di una forza risultate agente sul fluido è uguale alla variazione di energia
cinetica potenziale

Equazioni di Bernoulli
VISCOSITÀ
• nei fluidi reali esistono forza che tendono ad opporsi al moto delle particelle che li
costituiscono
• La capacità di trasmettere tali forze é la viscosità
• Nel moto relativo di due strati di fluido, le forze che contrastano il moto sono parallele
alla superficie di separazione degli stradi e quindi sono forze tangenziali rispetto alla
superficie
Dipende fortemente dalla temperatura:
• Nei gas aumenta con la temperatura (aumenta il moto termico delle molecole)
• Nei liquidi diminuisce con l’aumento della temperatura (le forze intermolecolari di
attrazione decrescono con il crescere di T)

Esempio: il flusso laminare


• l’andamento della velocità di scorrimento aumenta dai bordi (V=0) al centro raggiunge
il valore massimo (V=V max)
• Velocità di tipo parbolico (V= proporzionale al quadrato della distanza dal bordo)

La legge di POIEUILLE
In un moto a velocità costante di un fluido viscoso ed incomprimibile in una condotto
di sezione costante è laminare.
Là differenze (p) fra le pressioni esercitate alle sue estremità provoca o scorrimento di
un liquido di viscosità

La quantità di liquido che attraversa una sezione del condotto per un unità di tempo (Q):
• diminuisce al cresce della viscosità
• Diminuisce al crescere della lunghezza del condotto
• Aumenta al crescere dalla differenza di pressione fra le estremità del condotto
• Aumenta per condotti con sezione maggiore

Resistenza idraulica (R)


La legge di Poiseuille può essere interpretata come legge di proporzionalità tra la causa =
P che revoca il flusso e l’effetto = Q che ne segue, secondo una costante di
proporzionalità R che dipende ella caratteristiche geometriche del condotto e della
viscosità del fluido
Portata =

Per indole variazioni del raggio si possono avere grandi variazioni di portata

Si può considerare costante la viscosità del sangue. Il condotto (vaso) è rigido e di moto
laminare
OTTICA E FOTONICA
La luce è emessa da:
• lampadine, luce bianca non coerente
• Laser, luce monocromatica, coerente

Gli effetti della luce sui tessuti dipendono da:


• caratteristiche del target (assorbitori)
• Dimensione di spot area
• Energia trasportata dalla sorgente
• Tempo di trattamento
• Ripetizione del trattamento nel tempo

LA TERMODINAMICA
Studia le trasformazioni dell’energia d una forma all’altra e da un sistema ad un altro

Sistema = porzione di materia separato dall’ambiente esterno

Sistema termodinamico
• è un sistema macroscopico costituito da un grande numero di atomi o molecole, come
quantità definite di gas, liquidi o solidi
• Stato di un sistema = evoluzione nel tempo

Macroscopia = si descrive il sistema grazie a grandezze osservabili come : pressione,


volume, temperatura, numero di moli,.. = variabili termodinamiche
Sistema termodinamico:
• Isolato = se non si scambia energia e materia con l’ambiente
• Chiuso = se scambia energia ma non materia
• Aperto = scambia energia e materia (es corpo umano)
• In equilibrio = se tutti i paramenti termodinamici non cambiano nel tempo (qui libri
dinamico e statico)
• Stato di un sistema = insieme delle proprietà microscopiche del sistema stesso

PRESSIONE
• Grandezza scalare
• Definita punto per punto su una superficie
• Si misura in Pascal (Pa)
• 1 Pa = 1 N / 1 m2
• 1 atm = 101325 Pa = 760 mmHg

TEMPERATURA
• concetto qualificativo = sensazione freddo / caldo
• Grandezza fisica = necessità di una definizione quantitativa oggettiva
• Necessarie precise correlazioni tra temperatura e quantità fisiche misurabili
direttamente

SCAMBIO DI CALORE DI UN CORPO CON AMBIENTE ESTERNO


EQUILIBRIO TERMICO : due corpi posti in contatto termico fra loro isolati dall’intorno,
raggiungono dopo un tempo più o meno lungo, la stessa temperatura

DILATAZIONE TERMICA
• V = volume a temperatura
• V0 = volume a t = 0
• = coefficiente di dilatazione =
Termometro a mercurio:
• il suo funzionamento si basa su equilibrio termico e dilatazione termica
• La scala Celsius si ottiene fissando a t = 0 la temperatura del ghiaccio fondente (P
atm = 760 mmHg), a t = 100 la temperatura del vapore d’acqua bollente (P atm 760
mmHg)
• L’intervallo di 1C si ottiene dividendo in 100 parti uguali l’intervallo di t tra i due punti
di riferimento sull’asta del termometro
• Strozzatura asta capillare = la colonna di mercurio si spezza nel contrarsi quando il
termometro viene allontanato dal corpo caldo
• Indicazione iniziale di temperatura = valore massimo e viene conservata dalla colonna
di mercurio che resta sopra strozzatura

scale di temperatura

TRASMISSIONE DEL CALORE


3 MECCANISMI:
• convenzione
• Conduzione
• Irraggiamento

Convenzione
• modalità di propagazione accompagnata dal trasporto di materia
• So verifica spontaneamente nei fluidi, gas o liquidi, quando si crea differenza di
densità come conseguenza della generazione di diverse t
• Es. in un locale dove c’è una stufa, l’aria si riscalda in prossimità della stufa e, divenuta
meno densa, sale creando correnti connettive, che distribuiscono il calore a tuta la
stanza

Conduzione
• propagazione del calore per contatto, non accompagnata dal trasporto di materia a
• Solido
• Dipende dalla conducibilità termica del materiale

Irraggiamento
• un corpo qualsiasi portato ad una T emette onde elettromagnetiche con uno spettro di
frequenza continuo
• Più un corpo è caldo, più energia in esso si irradia. Un corpo rivestito da onde
elettromagnetiche può assorbire in tutto o in parte l’energia dell’onda termodinamica.
Permette quindi la trasmissione di calore da un corpo all’altro senza interposizione di
materia (nel vuoto)

RADIAZIONE TERMICA

CENNI DI TERMODINAMICA

Pressione
La legge di Dalton, definisce la pressione di un miscuglio gassoso in presenza delle
pressioni parziali dei suoi componenti.

Pressione esercitata su un miscuglio = somma delle pressioni parliamo che ciascun gas
eserciterebbe occupando lo steso volume nel miscuglio

La legge di Henry
Descrive la miscibilità di un gas in un liquido —> Sistema termodinamico costituito da
una fase liquida ed una gassosa

Un gas che esercita una pressione sulla superficie di un liquido, vi entra finché avrà
raggiunto in quel liquido la stessa pressione che esercita sopra di esso.

All’equilibrio = liquido saturo del gas

La velocità con cui un gas entra in soluzione o si libera varia in base alla differenza della
una pressione (interna ed esterna)

• a temperatura costante, secondo questa legge, la quantità di un gas poco solubile,


discuto in un certo volume di un liquido è proporzionale alla pressione del gas sopra
la soluzione

Potrebbero piacerti anche