Sei sulla pagina 1di 32

Formulario FTLC Capitolo 2 Prof.

Giovanni Schembra

FORMULARIO CAPITOLO 2 V.08 26/05/2005


CARATTERISTICHE DEI SEGNALI
Media temporale Media temporale per segnali periodici
1 T 2 1 (T 2 )+ a
w(t ) = lim
T →∞ T ∫−T 2
w(t ) dt
T0 ∫−(T 2 )+ a
w(t ) = w(t ) dt

dove a è una costante reale arbitraria. Vale


anche per a = 0

Valore medio temporale Valore medio temporale per una Valore efficace (rms)
(o componente continua) di un forma d’onda fisicamente
segnale w(t ) realizzabile
Wm = Wdc = w(t ) 1 t2
t 2 − t1 ∫t1
Wm = Weff =
2
w(t ) dt w(t )

DeciBel dBm
Guadagno in deciBel di un circuito Livello di potenza in dBm
P V
dB = 10 log10 out dB = 20 log10 out
Pin Vin
dBm = 10 log10 ⎛⎜
Potenza media in Watt ⎞

Rapporto segnale/rumore in dB ⎝ 10 −3 ⎠
⎛P ⎞ ⎛V ⎞
( S N )dB = 10 log10 ⎜ segnale ⎟ = 20 log10 ⎜⎜ eff , segnale ⎟⎟
⎝ Prumore ⎠ ⎝ Veff , rumore ⎠

Fasori
Dato un segnale sinusoidale w(t ) = c cos (ω 0 t + θ c ) = Re{c e jω0t }
FASORE c = c e jθ c
FASORE ROTANTE: c e jω 0 t

Convoluzione
+∞
w3 (τ ) = ( w1 * w2 )(τ ) ≡ ∫ w1 (t ) ⋅ w2 (τ − t ) dt
−∞

Funzioni ORTOGONALI
b dove:
∫a
ϕ n (t ) ϕ m* (t ) dt = K n δ nm
⎧0 se n ≠ m
δ nm = ⎨ Delta di Kronecker
⎩1 se n = m
Se K n = 1 ⇒ FUNZIONI ORTONORMALI

1
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

TRASFORMATA DI FOURIER E SPETTRI


TRASFORMATA DI FOURIER
+∞ detta anche spettro bilatero di w(t )
W ( f ) = ℑ{w(t )} = ∫ w(t ) e − j 2πft dt
−∞

in FORMA RETTANGOLARE
W ( f ) = X ( f ) + jY ( f ) W( f ) = X 2( f ) +Y 2( f )
⎛ Y( f ) ⎞
in FORMA POLARE θ ( f ) = tan −1 ⎜ ⎟
⎝ X(f )⎠
W ( f ) = W ( f ) e jθ ( f )

ANTITRASFORMATA DI FOURIER
+∞
w(t ) = ∫ W ( f ) e j 2π f t df
−∞

PROPRIETÀ
Simmetria Hermitiana:
⎧W (− f ) = W * ( f )
⎪⎪
se w(t ) è REALE ⇒ ⎨ W ( f ) è PARI cioè W (− f ) = W ( f )

⎪⎩θ ( f ) è DISPARI cioè θ (− f ) = −θ ( f )

se w(t ) è REALE e PARI ⇒ W ( f ) è REALE e PARI


se w(t ) è REALE e DISPARI ⇒ W ( f ) è IMMAGINARIA PURA (e dispari)

TEOREMI UTILI
Teorema di Parseval
+∞ +∞
∫−∞
w1 (t ) ⋅ w2* (t ) dt = ∫
−∞
W1 ( f ) ⋅ W2* ( f ) df

Teorema di Raileigh
+∞ +∞ per il calcolo dell’energia nel dominio
E=∫ w(t ) dt = ∫
2 2
W ( f ) df
−∞ −∞ della frequenza

2
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

ENERGIA E POTENZA

Potenza istantanea associata ad un circuito


p(t ) = v(t ) ⋅ i (t )

Potenza media Potenza per carichi resistivi


P = p(t ) = v(t ) ⋅ i (t ) v 2 (t ) Veff2
P= = i (t ) ⋅ R =
2
= I eff2 ⋅ R = Veff ⋅ I eff
R R
Potenza media normalizzata Potenza di picco
(potenza per R = 1Ω ) Ppicco = max{v(t ) ⋅ i (t )}
1 T2
P = w(t ) = lim ∫
2 2
w(t ) dt
T →∞ T −T 2

dove w(t ) = v(t ) oppure w(t ) = i (t )

Energia normalizzata totale Segnali a potenza o a energia finita


E = lim ∫
T 2
w(t ) dt
2 Se w(t ) ha P finita ⇒ E = ∞
T →∞ −T 2 E finita ⇒ P = 0

Potenza normalizzata per un segnale periodico Densità spettrale di potenza


(DSP) per un segnale periodico
+∞ +∞
Pw = w(t ) = ∑ Pw ( f ) = ∑ cn δ ( f − n f 0 )
2 2 2
cn
n = −∞ n = −∞

3
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

DENSITÀ SPETTRALE DI ENERGIA E POTENZA


– FUNZIONE DI AUTOCORRELAZIONE

Densità spettrale di energia (DSE)


Ew ( f ) ≡ W ( f )
2

Densità spettrale di potenza (DSP)


⎛ W (f)2 ⎞ dove:
Pw ( f ) ≡ lim ⎜⎜ T ⎟⎟
T →∞
⎝ T ⎠ • WT ( f ) = ℑ{wT (t )}

⎧w(t ) se t ≤ T
⎪ ⎛t⎞
• wT (t ) = ⎨ 2 = w(t ) ⋅ Π⎜ ⎟
⎪⎩0 se t > T ⎝T ⎠

Relazione IMPORTANTE
+∞
P = w(t ) = Weff2 = ∫ Pw ( f ) df = Rww (0)
2
−∞

Funzione di autocorrelazione Teorema di Wiener-Khintchine


1 T2 ℑ{Rww (τ )} = Pw ( f )
Rww (τ ) = w(t ) ⋅ w(t + τ ) = lim ∫ w(t ) ⋅ w(t + τ ) dt )
T → ∞ T −T 2

DSP di una sinusoide o di una cosinusoide


w(t ) = A sin (ω 0 t ) oppure w(t ) = A cos(ω 0t )
⎧ A2 ⎫ A2
Pw ( f ) = ℑ⎨ cos ω 0τ ⎬ = [δ ( f − f 0 ) + δ ( f + f 0 )]
⎩2 ⎭ 4

4
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

SEGNALI NOTEVOLI
Funzione DELTA di DIRAC

DEFINIZIONE 1:
∞ PROPRIETÀ CAMPIONATRICE

−∞
w( x) δ ( x) dx = w(0) ∞

DEFINIZIONE 2: ∫
−∞
w( x) δ ( x − x0 ) dx = w( x0 )
∞ ⎪⎧∞ se x = 0

−∞
δ ( x) dx = 1 δ ( x) = ⎨
⎪⎩0 se x ≠ 0
DEFINIZIONE 3:

δ ( x) = ∫ e ± j 2π x y dy
−∞

Segnale a gradino unitario NOTA:


⎧1 se t > 0
⎪⎪ t

u (t ) = ⎨1 2 se t = 0 ∫−∞
δ ( x) dx = u (t )
⎪ d
⎪⎩0 se t < 0 u (t ) = δ (t )
dt
Segnale segno
⎧1 se t > 0
⎪⎪
sgn(t ) = ⎨0 se t = 0

⎪⎩− 1 se t < 0

Segnale impulso rettangolare SPETTRO


⎧1 se t ≤ T W ( f ) = T sinc(T f )

Π⎛⎜ ⎞⎟ ≡ ⎨
t 2
⎝ T ⎠ ⎪0 se t > T
⎩ 2

Segnale impulso triangolare SPETTRO


⎧ t se t ≤ T W ( f ) = T sinc 2 (T f )
⎛ t ⎞ ⎪1 −
Λ⎜ ⎟ ≡ ⎨ T
⎝T ⎠ ⎪
⎩0 se t > T

Segnale Sa (x) SPETTRO


sin x 1 ⎛f⎞
Sa ( x) = Sa (π T t ) → Π⎜ ⎟
x T ⎝T ⎠

5
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

Segnale sinc( x) SPETTRO


sin (π x ) sinc(T t ) →
1 ⎛f ⎞
Π⎜ ⎟
sinc( x) =
πx T ⎝T ⎠

Impulso esponenenziale SPETTRO


⎧e − t t ≥ 0 W(f )=
1
w(t ) = ⎨
t<0 1 + j 2π f
⎩0
Sinusoide smorzata

SPETTRO

Impulso sinusoidale

SPETTRO
A ⎡ f + f0 ⎞ ⎛ f − f 0 ⎞⎤
W( f )= j T ⎢sinc⎛⎜ ⎟ − sinc⎜ ⎟
2 ⎣ ⎝ F ⎠ ⎝ F ⎠⎥⎦

6
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

a sin (2π f 0 t + ϕ ) j a [e− jϕ δ ( f + f 0 ) − e+ jϕ δ ( f − f 0 )]


1
Sinusoide
2

Cosinusoide

7
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

SERIE DI FOURIER
Un segnale ENERGIA FINITA può essere
rappresentato in ]a, a + T0 [ dalla serie di Fourier

+∞ dove

jn ω 0 t
w(t ) = cn e 1 a +T0 − jn ω t
n = −∞ cn = ⋅∫ w(t ) e 0 dt
T0 a
[rappresentazione in forma complessa]
sono i COEFFICIENTI COMPLESSI DELLO
SVILUPPO

Serie di Fourier in forma rettangolare dove


+∞ +∞
⎧ 1 ⋅ a +T0 w(t ) dt
w(t ) = ∑ an cos nω 0 t + ∑ bn sin nω 0 t ⎪⎪T ∫a se n = 0
n =0 n =1
an = ⎨ 0
2 a +T0
⎪ ⋅∫ w(t ) cos nω 0 t dt se n ≥ 1
⎪⎩T0 a
2 a +T0
bn = ⋅ ∫ w(t ) sin nω 0 t dt
T0 a
Relazione forma rettangolare <> forma
complessa
⎧⎪c0 se n = 0
an = ⎨
⎪⎩2 Re{cn } se n ≥ 1
bn = −2 Im{cn } n ≥ 1

Teorema di Parseval
+∞
1 a +T0
P = ⋅∫ w(t ) dt = ∑ cn
2 2

T0 a n = −∞

Se la forma d’onda è PERIODICA PROPRIETÀ


1. con periodo T0 , la rappresentazione vale su Se w(t ) è REALE ⇒ cn = c−* n
tutto l’asse temporale Se w(t ) è REALE e PARI ⇒ cn REALI
2. la scelta di a è arbitraria (es. a = 0 , Se w(t ) è REALE e DISPARI ⇒
T
a=− 0 ) ⇒ cn IMMAGINARI PURI
2
1
3. Frequenza fondamentale: f 0 =
T0
4. n-esima armonica: f n = n f 0
5. c0 : valore medio della forma d’onda

Trasformata di Fourier di un segnale periodico di periodo T0 = 1 f 0


+∞
W( f ) = ∑
n = −∞
cn δ ( f − n f 0 ) SPETTRO A RIGHE

8
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

COEFFICIENTI DI FOURIER
di un segnale periodico dalla trasformata di Fourier di una porzione di segnale limitata ad un
singolo periodo
+∞ +∞
dove w(t ) = ∑ h(t − nT0 ) = ∑ cn e jnω 0t
cn = f 0 H ( n f 0 ) n = −∞ n = −∞

⎧w(t ) se t < T0

h(t ) = ⎨ 2
⎪⎩0 altrimenti
H ( f ) = ℑ{h(t )}

Potenza normalizzata per un segnale periodico Densità spettrale di potenza


(DSP) per un segnale periodico
+∞ +∞
Pw = w(t ) = ∑ Pw ( f ) = ∑ cn δ ( f − n f 0 )
2 2 2
cn
n = −∞ n = −∞

ONDA QUADRA o TRENO DI IMPULSI RETTANGOLARI

Coefficienti di Fourier
A
cn = e − jnπ sinc(n 2 )
2
Trasformata di Fourier

DSP
+∞ 2
⎛ A ⎞ sinc 2 (n 2 )δ ( f − n f )
Pw ( f ) = ∑
n = −∞
⎜ ⎟
⎝2⎠
0

9
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

Densità spettrale di potenza per un treno di impulsi


rettangolari

PRIMA FORMULA DI SOMMA DI POISSON


+∞ +∞ Repliche nel tempo e

n = −∞
x(t − nT0 ) = ∑
k = −∞
f 0 X ( k f 0 ) e j 2πkf 0t campionamento in frequenza
SECONDA FORMULA DI SOMMA DI POISSON
+∞
1 +∞ Campionamento nel tempo e

n= −∞
x ( n Ts ) e − j 2πn Ts f
= ⋅ ∑ X ( f − k Ts )
Ts k =−∞ repliche in frequenza

SEGNALE PETTINE
+∞ TRASFORMATA DI
δ T (t ) = ∑ δ (t − nT )
~
⎧ +∞ ⎫ 1 +∞
FOURIER ℑ⎨ ∑ δ (t − k Ts )⎬ = ∑ δ(f −n f )
s s
n = −∞ s
⎩k = −∞ ⎭ Ts n = −∞

10
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

SEGNALI A BANDA LIMITATA


Segnale a banda limitata Segnale a durata limitata
W ( f ) = 0 per f ≥ B w(t ) = 0 per t ≥ T
TEOREMA:
Se un segnale è a BANDA LIMITATA, allora NON è di DURATA LIMITATA
Se un segnale è di DURATA LIMITATA, allora NON è a BANDA LIMITATA

INTERPOLAZIONE DI UNA SEQUENZA


+∞
wˆ (t ) = ∑
n = −∞
w[n] ⋅ p(t − nTs ) dove w[n] = w(nTs )

INTERPOLAZIONE A MANTENIMENTO
⎛ t − Ts 2 ⎞
p(t ) = Π⎜ ⎟
⎝ Ts ⎠
+∞
⎛ k⎞
Wˆ ( f ) = sinc( f Ts ) ⋅ e − j π Ts f ∑ W ⎜⎝ f − T ⎟ (Distorsione del segnale originale)
k =−∞ s ⎠

INTERPOLAZIONE A SENO CARDINALE


⎛ f ⎞
P( f ) = Ts Π⎜ ⎟
⎝ fs ⎠
⎛ f ⎞ +∞ ⎛ k⎞
Ŵ ( f ) = Π⎜ ⎟ ⋅ ∑ W ⎜ f − ⎟ (assenza di distorsione se si filtra nella banda di interesse)
⎝ f s ⎠ k = −∞ ⎝ Ts ⎠

TEOREMA DEL CAMPIONAMENTO:


Se un segnale w(t ) è a BANDA LIMITATA B, può essere ricostruito esattamente a partire dai
propri campioni, purchè la frequenza di campionamento sia:
f s ≥ 2B
Infatti si ha:
+∞
⎛ t − n Ts ⎞
wˆ (t ) = ∑
n = −∞
w[n]sinc⎜
⎝ Ts ⎠
⎟ dove w[n] = w(nTs )

11
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

Campionamento ideale mediante impulsi delta di Dirac


+∞ +∞
Definiamo ws (t ) = w(t ) ⋅ ∑ δ (t − n T ) = ∑
n = −∞
s
n = −∞
w(n Ts ) ⋅ δ (t − n Ts )

1 +∞
Allora: Ws ( f ) = ⋅ ∑ W ( f − n fs )
Ts n= −∞

TEOREMA DELLA DIMENSIONALITÀ:


Quando il prodotto B T0 è grande, un segnale reale può essere completamente specificato da
N = 2 B T0

informazioni indipendenti che descrivono il segnale su un intervallo di durata T0 .

12
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

SISTEMI LINEARI

Legame ingresso-uscita Spettro della risposta di un segnale


y (t ) = x(t ) * h(t ) periodico
+∞
Y( f ) = X ( f )⋅H( f )
Se X ( f ) = ∑
n = −∞
cn δ ( f − n f 0 )

ALLORA
+∞
Y( f ) = ∑
n = −∞
cn H (n f 0 )δ ( f − n f 0 )

DSP all’uscita di un sistema lineare Risposta in potenza di un sistema lineare


P y ( f ) = H ( f ) ⋅ Px ( f ) P (f)
2
Gh ( f ) = y = H( f )
2

Px ( f )
Trasmissione senza distorsione
⎧ y (t ) = A x(t − Tˆd )
⎪ ⎧⎪ H ( f ) = costante
⎪ − j 2πfTˆd
⎨Y ( f ) = A X ( f ) e ⇒ ⎨
⎪ ⎪⎩θ H ( f ) = −2πfTˆd
− j 2πfTˆd
⎪⎩ H ( f ) = A e

13
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

DEFINIZIONI DI BANDA
1. BANDA ASSOLUTA di un segnale rigorosamente limitato in banda:
B = f 2 − f1
dove:
⎧⎪ W ( f ) = 0 per f < f1 e f > f 2

⎪⎩ W ( f ) > 0 per f1 ≤ f ≤ f 2
2. BANDA A –3 dB di un sistema:
B = f 2 − f1
dove:
⎧ H ( f ) < 1 max{ H ( f ) } per f < f e f > f
⎪ 2
1 2
⎨ 1
⎪ H( f ) ≥ max{ H ( f ) } per f1 ≤ f ≤ f 2
⎩ 2
3. BANDA A –6 dB di un segnale:
B = f 2 − f1
dove:

⎪ X ( f ) < 2 max{ X ( f ) } per f < f1 e f > f 2
1

⎪ X ( f ) ≥ max{ X ( f ) } per f1 ≤ f ≤ f 2
1
⎩ 2
4. BANDA AL PRIMO NULLO per i segnali in banda base
W( f )

B f
5. BANDA NULLO-NULLO per i segnali in banda passante:

6. BANDA A –x dB:
B = f 2 − f1
dove:
⎪⎧ W ( f ) < x dB del max{ H ( f ) } per f < f1 e f > f 2

⎪⎩ W ( f ) ≥ x dB del max{ H ( f ) } per f1 ≤ f ≤ f 2
7. BANDA AL 99%:
B = f 2 − f1
dove f1 e f 2 delimitano l’intervallo in cui viene a trovarsi il 99% della potenza totale del
segnale

14
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

FORMULARIO DI ANALISI I
[inserito da Emilio Pavia]

1. Trigonometria

Formule di addizione:
sen (α + β ) = senα ⋅ cos β + cosα ⋅ senβ

cos(α + β ) = cos α ⋅ cos β − senα ⋅ senβ


tgα + tgβ
tg (α + β ) =
1 − tgα ⋅ tgβ
ctgα ⋅ ctgβ − 1
ctg (α + β ) =
ctgα + ctgβ

Formule di sottrazione:
sen(α − β ) = senα ⋅ cos β − cos α ⋅ senβ

cos(α − β ) = cosα ⋅ cos β + senα ⋅ senβ


tgα + tgβ
tg (α − β ) =
1 + tgα ⋅ tgβ
ctgα ⋅ ctgβ + 1
ctg (α − β ) =
ctgβ − ctgα

Formule di duplicazione:
sen 2α = 2 senα cos α
cos 2α = cos 2 α − sen 2α = 1 − 2sen 2α = 2 cos 2 α − 1
2tgα
tg 2α =
1 − tg 2α

ctgα 2 − 1
ctg 2α =
2ctgα

Formule di bisezione:
α ⎛α ⎞ α
cos = cos 2⎜ ⎟ = 1 − 2 sen 2
2 ⎝2⎠ 2

15
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

α α 1 − cos α α 1 − cos α
2 sen 2 = 1 − cos α ⇒ sen 2 = ⇒ sen = ±
2 2 2 2 2

α 1 + cos α
cos =
2 2

Formule parametriche:
x x
2 tan 1 − tan 2
sin x = 2 cos x = 2
x x
1 + tan 2 1 + tan 3
2 2

Formule di Werner:

cos α ⋅ senβ =
1
[sen(α + β ) − sen(α − β )]
2
senα ⋅ senβ = [cos(α − β ) − cos(α + β )]
1
2
cos α ⋅ cos β = [cos(α + β ) + cos(α − β )]
1
2

Formule di prostaferesi:
p+q p−q
senp + senq = 2 sen ⋅ cos
2 2
p+q p−q
senp − senq = 2 cos ⋅ sen
2 2
p+q p−q
cos p + cos q = 2 cos ⋅ cos
2 2
p+q p−q
cos p − cos q = −2 sen ⋅ sen
2 2

1. Funzioni inverse più importanti:


⎡ π π⎤
f ( x) = arcsin x : [− 1;+1] → ⎢− ;+ ⎥
⎣ 2 2⎦
f ( x) = arccos x : [− 1;+1] → [0; π ]

⎡ π π⎤
f ( x) = arctan x : [− ∞;+∞] → ⎢− ;+ ⎥
⎣ 2 2⎦

16
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

Funzioni iperboliche:
e x − e−x
sinh x =
2
e x + e−x
cosh x =
2

(
sett sinh x = log 1 + 1 + x 2 )
sett cosh x = log(x + 1+ x2 )
sinh 2 x + cosh 2 x = 1

2. Proprietà dei logaritmi


x0
log a x 0 − log a x1 = log a
x1

log a x 0 + log a x1 = log a x 0 ⋅ x1

α ⋅ log a x 0 = log a x 0α
log c b
log a b = formula del cambiamento di base del logaritmo
log c a

3. Limiti notevoli
sin x log a (1 + x)
lim =1 lim = log a e
x →0 x x →∞ x
1 − cos x 1 ax −1
lim = lim = log a
x →0 x2 2 x →0 x
x
⎛ 1⎞ ex −1
lim ⎜1 + ⎟ =e lim = log e = 1
x →∞⎝ x⎠ x →0 x
1
lim (1 + x) x =e (1 + x) α − 1
x →0 lim =α
x →0 x
log(1 + x)
lim =1
x →∞ x

17
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

4. Derivate fondamentali
D x α = α ⋅ x α −1
1
1 D arccos x = −
D log a x = log e a 1− x2
x
1
D arctan x =
1+ x2
Dex =ex
D sinh x = cosh x
D a = a ⋅ log e a
x x

D cosh x = sinh x
D sin x = cos x 1
D sett sinh x =
D cos x = − sin x 1+ x2
1
1 D sett cosh x =
D tan x = x2 −1
cos 2 x

1
D cot x = −
sin 2 x

1
D arcsin x =
1 − x2

5. Integrali indefiniti immediati


xα +1 dx
∫ x dx =
α
α +1
+c ∫ sen x = − cot x + c
2

1 dx
∫ x dx = log x + c ∫ 1+ x 2
= arctan x + c

∫ sin xdx = − cos x + c ∫


dx
= arcsin x + c
1− x2

∫ cos xdx = sin x + c ∫ cosh xdx = sinh x + c

∫ a dx =
x ax
+c ∫ sinh xdx = cosh x + c
log e a

∫ e dx = e +c dx
x x

∫ cosh 2
x
= tanh x + c

dx
∫ cos 2
x
= tan x + c

18
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

FORMULARIO
[inserito da Giovanni Cutuli]

19
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

20
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

21
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

22
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

23
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

24
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

25
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

26
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

27
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

28
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

29
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

30
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

Metodi di integrazione indefinita per parti


Oriana Cirrone

31
Formulario FTLC Capitolo 2 Prof. Giovanni Schembra

Scelta del fattore finito e del fattore differenziale


Oriana Cirrone

32

Potrebbero piacerti anche