Sei sulla pagina 1di 14

Barbara Polacchi

Improvvisare con la chitarra: 4 principi di base

Clicca qui per avere informazioni sul


corso BASE di chitarra
Clicca qui per avere informazioni sul corso di
chitarra per rendere più agili le dita

Barbara Polacchi

Improvvisare con la
chitarra:
4 principi di base

www.suonolachitarra.it

© 2014 e ss. - Tutti i diritti riservati 1/14 www.suonolachitarra.it


Barbara Polacchi
Improvvisare con la chitarra: 4 principi di base

Clicca qui per avere informazioni sul


corso BASE di chitarra
Clicca qui per avere informazioni sul corso di
chitarra per rendere più agili le dita

Indice

Introduzione.............................................................................................................................3

Improvvisare: 4 principi di base.............................................................................................7

L’intuizione............................................................................................................................8

Suonare è cantare...............................................................................................................8

Più di silenzio per suonare meglio..................................................................................10

Pensiamo a dei motivi.......................................................................................................11

© 2014 e ss. - Tutti i diritti riservati 2/14 www.suonolachitarra.it


Barbara Polacchi
Improvvisare con la chitarra: 4 principi di base

Clicca qui per avere informazioni sul


corso BASE di chitarra
Clicca qui per avere informazioni sul corso di
chitarra per rendere più agili le dita

Introduzione

Ciao,

complimenti per aver richiesto questo agile e-book in cui ho raccolto i quattro passi

da seguire per creare un'improvvisazione con la propria chitarra (se vuoi saperne

di più, su suonolachitarra è disponibile il Corso di Improvvisazione con la chitarra che

puoi trovare cliccando qui).

Infatti sempre più spesso ricevo email di persone che mi chiedono consigli per im-

provvisare quando suonano la loro chitarra: penso che molti di noi (mi ci metto an-

ch’io dentro) è attirato dall’improvvisazione, cioè dall’essere capaci di suonare qualco-

sa partendo da ... niente, di lasciare libero sfogo alla propria immaginazione o, inve-

ce, di trasformare un brano secondo il nostro piacere.

E posso assicurarti che l’improvvisazione non è una cosa destinata a pochi musicisti

dai poteri ... soprannaturali.

Dagli accompagnamenti più semplici agli assolo di jazz più complessi, ognuno può

tentare di improvvisare secondo il proprio livello ad esempio sfruttando una canzone

che si conosce molto bene.

© 2014 e ss. - Tutti i diritti riservati 3/14 www.suonolachitarra.it


Barbara Polacchi
Improvvisare con la chitarra: 4 principi di base

Clicca qui per avere informazioni sul


corso BASE di chitarra
Clicca qui per avere informazioni sul corso di
chitarra per rendere più agili le dita

Improvvisare vuol dire semplicemente suonare in modo libero, nello stile musi-

cale che più ci piace, affidandoci alla nostra ispirazione così come a tutto quello che

conosciamo di tecnico del nostro strumento.

È molto importante, comunque, capire che improvvisare non vuol dire suonare no-

te ... a caso aspettando che arrivi l’ispirazione dal cielo, ma vuol dire mettere insieme

in modo cosciente tutte le conoscenze che abbiamo per creare la musica.

Penso che ora mi chiederai come fare un’improvvisazione concretamente.

Per ora ti rispondo con un esempio: pensiamo alla musica come ad una lingua stra-

niera.

Per esprimerci in quella determinata lingua dobbiamo conoscere le parole e avere un

certo vocabolario.

Lo stesso succede nell’improvvisazione: io devo conoscere alcune cose importanti co-

me le scale, i modi, gli arpeggi ecc ecc in modo che la mia cultura musicale diventi

questo vocabolario.

Ecco: questo è esattamente lo scopo di questo e-book.

© 2014 e ss. - Tutti i diritti riservati 4/14 www.suonolachitarra.it


Barbara Polacchi
Improvvisare con la chitarra: 4 principi di base

Clicca qui per avere informazioni sul


corso BASE di chitarra
Clicca qui per avere informazioni sul corso di
chitarra per rendere più agili le dita

Ogni stile musicale, poi, come ad esempio il rock, il blues, il funk, il jazz, ecc. ecc.,

comporta dei codici, chiamiamoli così, cioè delle caratteristiche proprie che fanno si

che quando noi l’ascoltiamo, possiamo subito riconoscerlo.

A volte, poi, qualcuno mi scrive e mi chiede: “ma io che suono solo per divertimento,

posso provare a fare delle improvvisazioni?“.

La mia risposta è: CERTO!

Infatti improvvisare non è una cosa che può fare solo chi è capace!

È un po’ come imparare a scrivere e a leggere: tutti possono farlo, nessuno escluso e

non c’è nessun tipo di impedimento per cui una persona non possa imparare a legge-

re e a scrivere.

Bisogna, però, dire che per improvvisare bisogna fare ... allenamento, bisogna sco-

prire quali sono i meccanismi che stanno dietro una melodia, ad esempio, o un’armo-

nia e poi cominciare ad usarli.

Ad esempio un chitarrista dilettante (e con dilettante intendo una persona che suo-

na la chitarra per diletto, quindi per il piacere di suonarla), un chitarrista che ha già

qualche nozione ma che ha cominciato da poco, magari conosce qualche brano ma

© 2014 e ss. - Tutti i diritti riservati 5/14 www.suonolachitarra.it


Barbara Polacchi
Improvvisare con la chitarra: 4 principi di base

Clicca qui per avere informazioni sul


corso BASE di chitarra
Clicca qui per avere informazioni sul corso di
chitarra per rendere più agili le dita

che, se si trova a suonare con degli amici che gli chiedono di suonare con loro un

blues ... non sa che pesci prendere.

Oppure il chitarrista che suona sempre per hobby e che vorrebbe liberarsi dalla parti-

tura che potrebbe lasciare poco spazio alla propria personalità e alla propria immagi-

nazione .... cosa fare?

Bene, per cominciare a ... prendere mano con la materia, con il materiale musicale, è

necessario acquisire un certo vocabolario, come dicevo prima, che permette di

comporre, improvvisare e comunicare con altri musicisti.

E questo è possibile farlo su qualsiasi tipo di chitarra, sia essa classica, elettrica o acu-

stica (giusto per citare i tipi più usati frequentemente), è possibile sia se si pizzica le

corde con le dita della mano destra oppure che si usi il plettro, il tutto suonando in

un qualsiasi stile musicale.

Una cosa importante da capire, fin dall’inizio, è che TUTTO quello che possiamo suo-

nare, anche se non ci piace nel suo insieme, anche se non ci interessa un certo tipo di

musica o una tecnica specifica, nonostante tutto potrebbe esserci in un determinato

brano un frammento che ci interessa: in questo caso è bene concentrare tutta la no-

stra attenzione su quel frammento, provare a modificare il ritmo, la melodia, pro-

vare a suonarlo in altre posizioni e, lentamente, farlo diventare ... nostro!

In questo modo già abbiamo cominciato ad ... improvvisare!

© 2014 e ss. - Tutti i diritti riservati 6/14 www.suonolachitarra.it


Barbara Polacchi
Improvvisare con la chitarra: 4 principi di base

Clicca qui per avere informazioni sul


corso BASE di chitarra
Clicca qui per avere informazioni sul corso di
chitarra per rendere più agili le dita

Improvvisare: 4 principi di base

Una piccola premessa prima di vedere insieme i 4 principi di base: ricorda sempre

che non è necessario suonare tutto velocemente o cercare una dimostrazione per

fare un’improvvisazione.

Infatti la maggior parte degli assoli dei grandi chitarristi ... cantano, sono melodici,

facili da ricordare ed hanno un feeling incredibile che spesso nasconde l’aspetto

puramente tecnico.

Detto questo, improvvisare un assolo richiede, ovviamente, della tecnica, dell’o-

recchio e anche delle conoscenze basilari di armonia (come ad esempio quale sca-

la corrisponde a quel determinato accordo), ma soprattutto la capacità di proporre

un discorso chiaro e costruito, definito attraverso quello che stiamo suonando.

Se tu hai poco ... vocabolario sulla chitarra o se hai poca tecnica, tuttavia se quello che

suoni improvvisandolo è una cosa sentita, pensata e costruita, sicuramente stai

creando della musica!

L’inverso è raramente, se non sempre, vero!

© 2014 e ss. - Tutti i diritti riservati 7/14 www.suonolachitarra.it


Barbara Polacchi
Improvvisare con la chitarra: 4 principi di base

Clicca qui per avere informazioni sul


corso BASE di chitarra
Clicca qui per avere informazioni sul corso di
chitarra per rendere più agili le dita

L’intuizione

Sicuramente è importante studiare le scale, la tecnica, conoscere bene lo strumento,

tuttavia arriva il momento in cui, mentre suoniamo e improvvisiamo, che è necessa-

rio non pensare troppo e di fidarsi (e affidarsi) della propria intuizione!

Quello che abbiamo studiato precedentemente finirà nel nostro modo di suonare in

modo naturale; se invece cerchiamo di intellettualizzare tutto, nel momento in cui vo-

gliamo creare un assolo, la possibilità di sentirci bloccati o frustrati è molto alta, con la

conseguenza che niente ci piace o suona bene.

Possiamo quindi dire che ci sono due momenti, due fasi per fare un’improvvisazione:

1. acquisire un vocabolario il più ricco possibile per lavorare in modo ... consa-

pevole

2. suonare istintivamente, ponendosi poche domande, con l’obiettivo di creare

musica per il piacere di farlo.

Suonare è cantare

Il canto è di importanza capitale quando si suona il proprio strumento, soprattutto

© 2014 e ss. - Tutti i diritti riservati 8/14 www.suonolachitarra.it


Barbara Polacchi
Improvvisare con la chitarra: 4 principi di base

Clicca qui per avere informazioni sul


corso BASE di chitarra
Clicca qui per avere informazioni sul corso di
chitarra per rendere più agili le dita

quando si vuole improvvisare.

Qui l’obiettivo non è quello di avere una voce come Ray Charles (tanto per fare un e-

sempio pratico) o di un qualsiasi altro cantante e non è nemmeno quello di cantare

davanti ad un pubblico, ma è importante essere capaci di cantare a noi stessi quello

che stiamo interpretando.

Questo perché è possibile suonare la chitarra, muovere anche molto velocemente le

dita, avere una tecnica spaventosa ma ... avere le orecchie attappate, chiuse (mi è

successo con diversi allievi, quindi lo so per esperienza personale).

Infatti se si suona solo velocemente e con una grande padronanza tecnica, molto

spesso non uscirà una nota di musica da tutto questo: saremo solo dei robot e non ci

sarà nessuna differenza tra quello che noi suoniamo e lo stesso pezzo suonato da un

computer, te lo assicuro.

Se io invece canto, mentre suono, non posso barare, non c’è solo la diteggiatura,

non c’è nessuno schema da seguire.

Infatti quello che io canto è quello che sento realmente: cantare il più possibile quello

che stiamo studiando e poi provare ad improvvisare con la chitarra cercando di can-

tare quello che ... improvvisiamo.

© 2014 e ss. - Tutti i diritti riservati 9/14 www.suonolachitarra.it


Barbara Polacchi
Improvvisare con la chitarra: 4 principi di base

Clicca qui per avere informazioni sul


corso BASE di chitarra
Clicca qui per avere informazioni sul corso di
chitarra per rendere più agili le dita

Sicuramente ci saranno meno note e questo ci permetterà di fare delle cose meno

complesse e più semplici.

Ma questo non importa: infatti in questo momento noi stiamo facendo musica e

stiamo improvvisando.

Se cominciamo a prendere l’abitudine a fare questo tipo di lavoro, cioè cantare men-

tre suoniamo e improvvisiamo, riusciremo tranquillamente a riprodurre delle melo-

die anche complicate e il nostro orecchio si svilupperà con lo stesso ritmo del nostro

livello strumentale.

Quindi se vogliamo progredire velocemente, in modo sicuro e rapido, la chiave di tut-

to è ... cantare!

Più di silenzio per suonare meglio

I silenzi fanno parte integrante della musica, tanto da avere lo stesso valore mu-

sicale dei momenti in cui suoniamo.

Possiamo notare lo stesso fenomeno anche durante una conversazione: se io parlo in

continuazione per 5 minuti senza mai fermarmi, ci saranno molte probabilità che il

mio interlocutore, attento all’inizio, si (e mi) perde e non riesce più a capire il senso

© 2014 e ss. - Tutti i diritti riservati 10/14 www.suonolachitarra.it


Barbara Polacchi
Improvvisare con la chitarra: 4 principi di base

Clicca qui per avere informazioni sul


corso BASE di chitarra
Clicca qui per avere informazioni sul corso di
chitarra per rendere più agili le dita

delle mie parole, senza dire, poi, che per lui è impossibile di rispondere, in quanto ...

non ne avrebbe il tempo.

Ecco, la stessa cosa succede in musica: se io improvviso in continuazione e senza

mettere delle pause di silenzio, il mio assolo finirà sicuramente di perdere tutto il suo

interesse e il mio pubblico non capirà niente.

Il fatto di inserire delle pause fra le frasi e le idee che io voglio esprimere in musica,

da una parte permetterà al mio ascoltatore di capire meglio e di apprezzare il senso

di quello che sto improvvisando e d’altra parte mi permetterà di proporre meglio le

mie idee e di costruire serenamente un assolo di qualità.

Pensiamo a dei motivi

Quando io improvviso è importante, come in una conversazione, di non cambiare

soggetto ad ogni frase.

Cercando, invece, di trovare dei motivi, delle domande/risposte nella nostra improvvi-

sazione sarò sicura di non ... perdermi e di sviluppare un discorso costruito e coe-

rente.

Potrò effettuare tutte le variazioni che mi piacerà inserire, ma sarà chiaro che io sto

© 2014 e ss. - Tutti i diritti riservati 11/14 www.suonolachitarra.it


Barbara Polacchi
Improvvisare con la chitarra: 4 principi di base

Clicca qui per avere informazioni sul


corso BASE di chitarra
Clicca qui per avere informazioni sul corso di
chitarra per rendere più agili le dita

improvvisando sulla stessa idea, sullo stesso soggetto.

La definizione di motivo nell’improvvisazione è molto vasta.

Infatti posso avere dei motivi ritmici (su una sola nota per esempio), melodici (svi-

luppo di domande/risposte nelle mie melodie, ecc), armonici (uso regolare di una

certa sonorità di una scala, di un arpeggio, ecc).

Un motivo è semplicemente una frase o un’idea che suono e che ha un rapporto

evidente con la frase/l’idea precedente.

Sento di aver sviluppato molto un’idea nel corso di un assolo e non vedo la necessità

di andare oltre su quel soggetto?

Bene, allora posso inserire una pausa di silenzio, più o meno lunga, poi ripartire con

una nuova idea.

© 2014 e ss. - Tutti i diritti riservati 12/14 www.suonolachitarra.it


Barbara Polacchi
Improvvisare con la chitarra: 4 principi di base

Clicca qui per avere informazioni sul


corso BASE di chitarra
Clicca qui per avere informazioni sul corso di
chitarra per rendere più agili le dita

Ed ora?

Ed ora, se questo piccolo assaggio ti è piaciuto, voglio proporti un ulteriore approfon-

dimento di questo argomento, come ho già accennato all'inizio di questo e-book.

Su suonolachitarra è disponibile il corso completo di Improvvisazione con la chitarra,

un pdf di 117 pagine, in cui trovi:

✔ come costruire un accordo

✔ come armonizzare una scala maggiore

✔ quali sono i principi di base per improvvisare una linea melodica

✔ perché le scale sono utili quando si vuole improvvisare

✔ la tre tappe fondamentali da seguire nell’improvvisazione

✔ improvvisare una frase melodica blues

✔ come usare i modi nell’improvvisazione

✔ e tanto altro ancora.

Se vuoi saperne di più, allora clicca subito qui per avere ulteriori informazioni.

© 2014 e ss. - Tutti i diritti riservati 13/14 www.suonolachitarra.it


Barbara Polacchi
Improvvisare con la chitarra: 4 principi di base

Clicca qui per avere informazioni sul


corso BASE di chitarra
Clicca qui per avere informazioni sul corso di
chitarra per rendere più agili le dita

Ti auguro una buona permanenza sul sito suonolachitarra.it.

Al tuo successo!

Barbara Polacchi

© 2014 e ss. - Tutti i diritti riservati 14/14 www.suonolachitarra.it

Potrebbero piacerti anche