Sei sulla pagina 1di 20

ffiWffiw =\.ì.

ffiffim%ffiwff

ffiffiffiffiwffiffiffiffif
u"- , . .-*-"'. .-.:.-: ,--i.*.,
A TE VORREIDIHE
E

so- lc non il- lu- m i - nas - s e pi u quc .s to pal .l i - do

:-- sib

- n G-ta - sci l si - lcn.zio dcl.ta mor


- . tc am- m u- to. l i s .s a i l m i o c an
- - to s c i l c qGr e dG l ta tar -

n o n ri -scal- das
- sc pc r - c hc

troppograndminmèlatuapra _ s.tr _ _ za

tG c hc a s c ol - ti v or _r ai di _ - rc
Mi z

Di - o è A .mo -À
tc ch c pi an _ 9i
sib si

Di- o è A -mo -rc A mo-tc-


- A tc ch. l ot
- - ti v or - r c i di -
s ib M ib srb

3a - fa mài

-mo - r c p i ù s r e ;lo di chi dà Ia vi - .ta pc t gl i am i c i s uoí -


-
si t Rc-
sot - Mib

rb - b i .-m o Cla - alu-tova ccno-3ciU-tO_ l 't- m o- -rc c ha Di -o

",. ",,
"",6",@,-
h . p cr l u t-t t noi
Sq Irb rJul
si+ Sol Do
Sol

o- gniuo - m ovor - r eidi - re Di_ o ;A_m o- r e __


A

r58
u o - r cvo ' ù r cd d i òAm o- r c A- -
- \.9"w tc V4' F+
l.- o tn t

_mo _ -f.- Ad o o'


r- l l l F
{q
sol
;,,9lt"pPI3Ji'' *,.,

Se il sole non illuminassePiú


questo PallidoPianeta,
se il silenziodella morte
ammutolisseil mio canto;
se il cuore della terra
non riscaldassePiÚ,
non dispererei,
perehé troppo grandeè in me
la tua presenza,,
perché so, Dio, che tu sei Amore.
A te che ascolti vorrei dire;
DÍo è Amore,
a te che piangivorrei dire:
Dio è Amore,
a te che lotti vorrei dire:
Dio è Amore.
Non ci sarà mai amore Piú grande
di chi dà la vita
per gli amici suoi.
E noi abbiamo creduto e eonosciuto
I'amoreche Dio
ha per tutti noi.
Ad ogni uomo vorrei dire:
Dio è Amore. [3 volte]

159
AMA E GAPIRAI

Moderato
Sempre ho cfiie+to il Per-dtè s€|npre ho do-manda-to a t€:

o
La Re LI Mi?
t,t
Dimmi perdrè c'è il do - lor F U -na P a-
quancloilmondoc€rcaamor.

R€ ta Mi? LA
co-me ri - sposta - ai miei per
so-lo mihai
v
da - to -

Re Re7 Sol
chè mihaidet-to: "A - ma, - s€vrDf CO- pl - re , - vsdrai l8

Re si-
Marcia
agorga-rgln b !,' ffA- ma an

La7 Sol

a- m a ca-p rai per-chè -

La7
a - ma , non re - ste-r{i! do' lor, tro- ve -

l'a - núrr. -
lt-
rl ral I'a- rnor
-

110
Sempre ho chiesto il Perché,
sempre ho domandatoa te:
" Dimmi perché c'è il dolor
quando il mondo cerca arnor'.
Una parola solo mi hai dato
come rispos taai miei Perché;
mi hai detto: " Ama, se vuoi caPire'
vedrai la luce sgorgarein te "'
" Ama - ancora dici a me -
ama e capir ai Perché,
ama, non resterà il dolor,
troverai l'amor".
Aimer chacun comme un ami,
aimer jusqu'à donner sa vie;
aimer par-delàles douleurs,
c'est trouver le bonnheur.
Liefdel Dat zoekt toch elke mens
Liefde! ls vrij zijn van jezelf
Liefdel ls delen ieders leed
zo wordt vreugde je deel.
Ama se queres ser feliz
ama e tudo muderà
ama e assim encontreras
a alegria de amar.
Liebel Und du verstehst das Leid
Liebel dann findest du die Freud
Liebe! Und du bist endlich frei
und dein Leben wird neu.
Ama si quieres ser feliz,
ama y todo cambierà,
ama y así encontreras
a alegriade amar.
Lovel And You'll be haPPYtoo'
Smilel help the one who's next to you'
Try itl you'll find it's realY true
that your life can be new.
o Ama - ancora dici a me -
ama e caPiraiPerché
arna,non resterà il dolor,
troverai I'amor".
111
G RAZ I EM A M MA

ANO ANTE

v o - glio r in - gle

pcr il b e- ne c he vuoi

mrm-ma cít - ta v'i-tglreida-toa me

g p 3 - zíG p e r
- ch é migaioo rra to

gr a- z ie pe7 il tu g t - mor .
r FA*- s0L+

An-che s e d0 - m a- non sa- rA vi-ci-noJ


' SOL+

tuoa.no-le u -nt lu-ca,r,l'inton-dgt


v

. \
lu _Ce
vv
! n f on- doll c uor ì --./

82
Voglio ringraziarti
per il bene che mi vuoi
il segreto, mamma,
della vita hai dato a me.
Hai racchiusoin cuore
ogni affanno,ogni dolor
solo il tuo sorriso
hai dischi uso per me.
Grazie perché
mi hai donato la vita
mentre per te
c'era solo il dolor;
Ora, il mio cuore ti dice:
per il tuo amor D
" Mamma, grazie
Anche se domani
non sarò vicino a te
resterà il tuo amore
una luce in fondo al cuor.

83
I SU O I G R AN D IP E R C H E '

MODERATO(Ràythm and Rlueel


Do+ r.l+ Do+ tÀ+ 801,+Do+ ra+ Do+ ra+ sol,+ DO+.

- Unbam-
S rÀ+ D o+
lo+ Do+ S OLT

b iao s i stringqgr,I I a sua marnmapoi s erio le ilo-nanda i suoi grandi p er-ohè :


SOl,+ Do+ sol,+ Do+

"Mamma perchè la not tg,è sburìierchèmifapa - u-ra, se tunonseiconme?"


Do+ nE -?

Per - ohè a not-te è sfen-to il so-Ie ? Per-


S Ol ,- so!-7
Do+

chè son ca-ilu-te quel-le fo-glie? Per- c.bè


LA ? n E- ffi-"*'lrL'!*iúrr- là I
rrl- DO+

taute la-eri-me che soenalo-no


alel cle -Io Per-
coRo
DO+-
úor,* D O+
-

CODA
tro+
^ +^+'
rl a rl * o t è

r
Un bambinosi stringe alla sua mamma
poi serio le domandai suoi grandi perché:
" Mamma perché la notte è scura,
perché mi fa paura
se tu non sei con rrte"?
Perché nella notte è spento il sole?
Perchéson cadute quelle foglie?
Perchétante lacrime che scendonodal cielo?
Perchéquel bambinoha il viso nero?
Perché non lo lascianogiocare?
Perchéquandoi grandi fanno guerra poi si muore?
La la la 1a.....
Caro, risponde la sua mamma,
di notte il sole dorme per far dormire te.
Se vedi la notte tanto scura
non devi aver Baura
io son vicino a te.
Vedrai, come tornano le foglie,
ritorneràtra gli uomini I'amore
e si giocheràbianchie neri nella pace sotto il sole.
La la la 1a.....
LA VITA E' COSI'

(J = feO)
Mod..msses

Cr-stelÙn e

' tG $d' la stb-


ca - ttc di car - ta co - stru-i

in - ccn-so che

tan-tejl -lu - sio -

me ctol la scm Pre ciò Gh'è so


ffiirA
Do-

Si, la vl-lgè co ' si i so-gni ti - ni ' sco - no Prim-ao noi

Mib
Do -

la tut - ti nol
al-trq-è, * -ti' ta dob'blamq3l'lton-tar -

Lrb

e poi gri ' da ' q3 tut -


Noo si Può rc - sla'n ad oc - chl driu-si

-9 - r
F,.2.
Do - -
Irffi
- ti chc ll to - lc non c'è.
Castelli in aria, fuochi di Paglia
case di carta costruite sulla sabbia.
Fumo negli occhi, strani colori,
incensoche si brucia per dei falsi onori.
Tante illusioni, iPocrisia,
ma crolla sempre ciò che è solo fantasia.
Sí, la vi ta è cosí
i sogni finisconoPrima o Poi'
un'altra è la verità
dobbiamoaffrontarlatutti noi.
Non si può restare ad occhi chiusi
e poi giidare a tutti che il sole non c'è.
Gente che lotta, gente che muore,
senza sapere che esiste anche la pace'
C'è chi conosce solo il sospetto.
C'è chi non sa cos'è il calore di un affetto.
Oualcunosbaglia,senza sapere
ma c'è ancorf chi si ostina a non vedere.
Sí, la vita è cosí
i sogni finiscono Prima o Poi'
un'altra è la verità
dobbiamoaffrontarlatutti noi.
Non si può restare ad occhi chiusi.
Guardiamoin faccia qual'è la verità.
Ma la giustizia non Può mancare
e chi hà soffertodovrà un giorno anche godere'
Perché chi ha pianto non può restare
a denti stretti ad inghiottire il suo dolore'
Uno I'ha detto: " Tutto è contato"'
E lui darà ad ognuno quanto ha meritato'
Sí, la vita è cosí
i sogni finisconoPrima o Poi,
un'altra è la verità
dobbiamo affrontarlatutti noi.
Non si può restare ad occhi chiusi'
Guardiamoin faccia qual'è la verità'

23
I

MA R I A

MADERATO

mor vol-lcin ler-ra re- la SuaPa-


Ouen-dol'A -
o. - RE+ FA

r i -s u o - nar

c qucsleom-brami -re-bl-[e si perdcnct so-lc ri -:plcndePìu'

d.a - mor ? M: - ria


questo sl - lcn'zio el -

96
Quando I'Amor
volle in terra regnar
la sua Parola
volle a tutti annunziar.
Le sue celesti armonie
bramavanoqui tra noi
risuonar.
Per realizzar
questo piano il Signor
volle tr ovar
uno sfondo in un cuor.
La luce su quest'ombrabrillò
e I'armoniasul silenzio d'amor.
Chi è qrr estaombrà mirabile
si perde nel sole, risPlendePiú.
Chi è questo silenzio altissimo
d'amor?
Maria
sei tu.
Voglianrdi te in eterno cantar
immensc ciel che traspare il Signor.
Sei tu la Madre
e per te venuto è il Signor
qui tra rroi.

Ò7
NON SONO SOLO
= ll2)
Moderato{J

ve - vo co -me tan-tl - fra genitSs-sen{e e lo[ - ta - nr .

do- v e .non si pòtro- va - te - u n so t- fi- so - Cre-de-vo che la vi-ta


sé_-_s

i - nu-tl - le sto-ria do-ve - Ila - mo-re non - e - si -ste plù - -


Fa Sol

Mals un mo-men{o tut'toè cambia.to per-chè Th cl sei-

!-ab Mtb

Non so-no so-lo - Non go+to so- lo -

Non so-noso-lo - O-ra cl sei Tit Non sono so-lo mai . --

Non so-no so-lo mai


-

Non So-oO sO - lo mat


-
Do t-

No n e o - tr o !o - lo mri --

52
Vivevo come tanti tra gente assente e lontana
dove non si puo trovare un sorriso;
credevc che la vita fosse un'inutile storia
dove I'amore non esiste piú.
Ma irr un momento tutto è cambiato
perchéTu ci sei-
Non sono solo, non sono solo,
Tu sei qui óon me.
Non sono solo, non sono solo,
ora ci sei Tu.
Non sonc' solo mai.
Camminoper le strade ma io ti s ento vicino
sembra quasi di vedere il Tuo volto;
mi segui col Tuo sguardoe non mi lasci un istante
anche fra tanta gehte io trovo Te.
E' proprio vero, tutto è cambiato
perché Tu ci sei.
Non sono so1o,......

53
S EI LI'

Moderato(J = 84)

ap-pe*g3a u -na ct!-ce - non sembri

il Di-o lat-to uo-mocùe-gn gior-no- la


I l/li- I f-r-a- I

Oli a - ml-ci non ci ro-no, ti han-no rin-ne - ga - Îo


ls'l

I tuoi a - mi -ci
U - no tLha tra- di -to--
f *-
che3t- ve - vi tan - toJ - ma -to .
Lt digt'

Dí- o m i- o - _ Pe r - d tè m i hai ab-ban-do-na-to?- P er-


Dí - o mi-o

Sol dim, La-

chè ? Dl.o m l- o t
prt.m il dolore? Perchèil malc? Perchè la guerra?)

La dim
-.''.-.\
Perchè I'odio ? Perchè la fame ? Pcrchè le sotitudine ?
Dl . o mi-o {
Lafdim. ladim.

te mdte ? ) Per-chè ?
fX-o *Lo (Perchè la disperazlone?Perchèil dubbio?lerchà
CODA
Dat*"t 0
e CODA

Tut - tq-è cam -Piu . to.

20
Sei Ií
appeso ad una croce
non sembri Piú
il Dio fatto uomo che un giorno
la folla aveva osannato.
Gli amici non ci sono
ti hanno rinnegato:
uno ti ha tradito!
I tuoi amici che avevi tanto amato.
Sei lí
sulla croce abbandonato
ma non hai Piú
neancheil viso di un uomo
condannasenza Peccato.
La furia delle tenebre
su te sí è abbattuta,
e ti ha reciso:
albero verde dal suolo straPPato!
Dio mio, Dio mio
oerché mi hai abbandonato? Perché?
Dio mio... (Perchéil dolore?Perchéil male? Perchéla guerra?)
Dio mio... (PerchéI'odio?Perchéla fame? Perchéla solitudine?)
morte?)
Dio mio... (Perchéla disperazione?P erché il dubbio? Perché la
I Perché?

Sei lí
solitudine i nfinita
non senti Piú
neanche I'aiuto del Padre
scartato da terra e cielo.
Ti sei fatto dubbio
fame, malattia,
ti sei fatto morte!
Abisso d'angoscia
strappato ad ogni uomo'
Padremio, Padre mio
a te affido il mio sPirito'
a tel
Tutto è comPiuto.
S ENZ A F R O N T I ER E

líbaro,niernte

Chi può ferma-reln cle'lq! $-lo d€i gb-bir-nl ? Chi può hr'ma-rc I'im-Pc-to del

m a- r e ? Chi può ntr-re il ven-lo ? Chi può ler-ma-re ' le


MJderato(J=os)
A

Se la n a - tu ra a - Ye s- se hon-ti e ne sa-rcb - be
c ie - l o ?

Sol Re

co.|t|_eun pof-to -ne ú l u - so ,- sa - r cb ' b e lr n ' a - q u i- la s€n-za a

Do So l Mi -

s€,r - zi sen - tie ro,- sa - rcb - \gn cam - Po che non ha gra -
re - Sta
Do La Re

un liu - me che n(x rr - ri - vqgl ma r e.---_


' no
Più veloce
Do Do Mi-

tut - tgrn can-to al ' la li - ber - cd o- gni


tu - ra non ha fron - tle
R.T-

an - go-lo dd-la ter rr- por- ta l'ln-pron-ta dcl - I'u-oi - ta. Ma la n!-

D .C .tutto con fl ít.IeB


poidalff"t0 e coDA

E €e la tcr- tà
Chr puo fermare in cielo il volo dei gabbiani?
"Chi puo fermare I'impeto del mare?
Chi può fermare il vento?
Chi puo fermare le nubi nel cielo?
Se la natura avesse frontiere
sarebbe come un portone chiuso,
sarebbreun'actuilasenza ali
o una foresla cenza sentiero.
Sarebbeun campo che non ha. grano,
un fiume ché'non arriva al màÎe.
Ma la natura non ha frontiere
è tutlar un Caîto alla libertà'.'
e in -ogni anqolo ddlla terra
porta I'impróntaoell'unità.
Chi fernrerà lo squardoche scruta le stelle?
Chi puo fermare un libero Pensiero?
Chi fernra la speranza?
Chi può fermare I'amore nel cuore?
Se il nostro cuore avesse frontiere
sarebbe un canto senza note,
sarebbe un fuoco senza fiamma,
sarel-'beun cieio senza stelle.
Sarebbeinverno senza estate
o morte senzarisurrezione.
lVa il nostro cuore non ha frontiere
il vero canto della libertà,
è 'la
è speranzadi un mondo nuovo,
porta I'immaginedell'unità.
E se la terra non avesse frontiere
sarebbe un grande giardino in fiore,
sarebbecome un arcobaleno,
La vera perla della creazione.
Sarebbebella come una madre,
sarebbe immensa come l'amore
La nostra Terra senzafrontiere
è una speranzache sarà realta
quandoogni uomo si sentirà figlio
di una sola umanita

Potrebbero piacerti anche