Sei sulla pagina 1di 2

CIRCUITI PARTITORI

PARTITORE DI TENSIONE
Definizione: Il partitore di tensione è un circuito resistivo che consente di ottenere una tensione minore
rispetto alla tensione di alimentazione. È, quindi, un gruppo di resistori posti in serie dove la tensione si
ripartisce su di essi in modo direttamente proporzionale a ciascuna singola resistenza.
Formula: Vr= V* R/Req
V= alimentazione generale; R= resistenza; Req= resistenza equivalente del circuito.
R+R1+R2= Req

-la corrente circolante in questo circuito è data dalla relazione V/Req; quindi, la
relazione che permette di calcolare la tensione ridotta in un circuito resistivo
è Vr= V* R/Req

PARTITORE DI CORRENTE
Il partitore di corrente è un circuito resistivo che consente di ottenere una corrente ridotta rispetto alla
corrente di alimentazione; con questo circuito possiamo conoscere la corrente che circola su un ramo, quindi
la corrente ridotta rispetto alla corrente I generale del circuito di alimentazione.

Se vogliamo calcolare la corrente circolante in un singolo ramo:


I1=V/R1 =>I1 sarà uguale alla tensione V su parallelo diviso la resistenza R1 riferita alla corrente I1; la stessa
cosa accade con I2, infatti abbiamo che I2=V/R2.
La V totale è uguale alla corrente I circolante nel circuito moltiplicata alla Req; Req è
il parallelo fra R1 ed R2

Facendo i rapporti membro a membro, otteniamo che I1:I2=R2:R1=>le correnti circolanti


su ciascun resistore del parallelo stanno tra loro come le resistenze dei rami opposti

nodo Dove si incontrano almeno due o tre rami, il punto


di incontro viene chiamato nodo del circuito

ramo Parti del circuito che partono e arrivano al nodo

RIASSUNTO
Per quanto riguarda il partitore di tensione, la relazione generale è la tensione che vogliamo conoscere ai capi
della resistenza R (Vr) è data dalla tensione di alimentazione (V) per la resistenza interessata (R) diviso la
resistenza equivalente del circuito (Req). FORMULA: Vr= V* R/Req
In un gruppo di resistori messi in serie la tensione si ripartisce in modo direttamente proporzionale alla
resistenza interessata.
Per quanto riguarda il partitore di corrente, invece, le correnti circolanti su ciascun resistore di un parallelo (I1
e I2) il loro rapporto è come le resistenze dei rami opposti. FORMULA=> I1:I2=R2:R1 da questa relazione è
facile ricavarsi I1 o I2.

Il partitore di tensione e il partitore di corrente sono dei circuiti molto diffusi per applicazioni elettriche ed
elettroniche, infatti si trovano spesso, proprio per avere delle porzioni di tensione ridotte rispetto a quella di
alimentazioni oppure per avere una corrente ridotta rispetto a quella d’alimentazione.
Esercizio: determinare il valore di tutte le correnti e delle tensioni incognite

Potrebbero piacerti anche