Sei sulla pagina 1di 16

GLI IDROCARBURI

IRENE OLIVETTI
5E
COSA SONO?

Gli idrocarburi costituiscono


una vasta classe di composti
organici binari contenenti atomi
di carbonio (C) e idrogeno (H).

Gli idrocarburi sono i costituenti


fondamentali del petrolio e dei gas
naturali e sono presenti anche nel
carbon fossile
L’ORIGINE DEGLI IDROCARBURI
sapropel
Gli idrocarburi sono frutto della decomposizione in
ambiente anossico (cioè privo di ossigeno) di
microorganismi che alla loro morte si sono depositati sul
nuovi sedimenti
fondo del bacino marino e sono stati ricoperti da
roccia madre
sedimenti.
Con lo scorrere del tempo e un processo di maturazione
la materia organica o sapropel si trasforma in
roccia impermeabile
idrocarburi. roccia serbatoio

per favorire l'ambiente anossico il


bacino deve essere: gas
ristretto, petrolio
con poco o nullo scambio di acque col roccia serbatoio
mare aperto
INNESCATO DALL’ AUMENTO
PROCESSO DI DI TEMPERATURA
MATURAZIONE
1. l’elevato peso dei sedimenti accumulati fa si che 3 soglie legate alla temperatura e alla profondità
questi sprofondino che generano i diversi idrocarburi:
2. quando, grazie al gradiente geotermico, la
roccia madre raggiunge un determinato intervallo ● diagenesi, entro i 1000 metri, temperature sotto
di temperature si innesca il processo di dei 50°C. Produce metano biogenico
trasformazione della materia organica in ● cata-genesi, finestra ad olio (tra i 50° e i 150°
idrocarburi C), tra i 1000 e i 4000 metri. Idrocarburi liquidi
3. L’aumento di temperatura fa sì che la materia ● metagenesi, tra i 4000 e i 6000 metri, al di sopra
organica subisca il CRACKING ovvero la rottura dei 50°C. Produce metano.
dei suoi legami chimici complessi
GIACIMENTI PETROLIFERI

Col passare del tempo i sedimenti si


solidificano passando da uno stato fangoso
ad uno roccioso, ed il petrolio migra dalla
roccia madre alle rocce permeabili più
vicine, roccia serbatoio, in grado di
realizzare la trappola petrolifera. Il petrolio
tende ad immagazzinarsi nella zona
superiore della roccia serbatoio formando un
giacimento petrolifero.
IL PETROLIO
Il greggio, il petrolio prima di essere lavorato,
è un'emulsione di idrocarburi con acqua ed PERCENTUALE MEDIA
altre impurità.
È costituito principalmente da alcani,
cicloalcani e idrocarburi aromatici.

la percentuale varia a seconda del giacimento


petrolifero
● petroli paraffinici = ad elevato contenuto
di alcani. Sono abbondanti nelle zone
più profonde del sottosuolo
● petroli naftenici = ad elevato contenuto
di cicloalcani. Sono abbondanti nelle
zone più vicine alla superficie
RIFERIMENTI STORICI
L’industria petrolifera moderna nacque nel 1850 negli
USA in Pennsylvania, grazie a Edwin Drake.
Il 27 agosto del 1859 fu aperto il primo pozzo petrolifero
redditizio al mondo.
L’industria però diventò di interesse nazionale solo agli
inizi del XX secolo. Fu l’introduzione del motore a
combustione interna a fornire la domanda che ha poi
largamente sostenuto questa industria.

L'accesso al petrolio è stato uno dei principali fattori


scatenanti di molti conflitti militari. La maggior parte
delle riserve facilmente accessibili è collocata nel
Medio Oriente, una regione politicamente instabile.
LA RAFFINAZIONE

Una volta estratto, il petrolio viene trattato con

sostanze chimiche e calore, per eliminare l'acqua,

le particelle solide e per separare il gas naturale

residuo. Poi è immagazzinato

in serbatoi di smistamento e trasportato nelle

raffinerie, dove viene trasformato in prodotti

petroliferi, questo processo industriale è noto

come raffinazione del petrolio e si divide in:

DISTILLAZIONE, CRACKING,
DISTILLAZIONE
Serve a separare i componenti del greggio.
Questo processo avviene nella colonna di
frazionamento divisa all’interno in piani di
separazione, ognuno con una temperatura specifica

Il greggio liquido viene immesso nella base della torre


e riscaldato ad una temperatura di circa 400 gradi.
Qui si trasforma in un miscuglio di gas che durante la
salita si raffreddano e si separano in base alle diverse
temperature di condensazione
CRACKING
Il processo utilizza forti temperature e pressioni per
trasformare gli idrocarburi pesanti ottenuti dalla
distillazione in prodotti più leggeri come benzine e
gas.

RAFFINAZIONE
Tutti i vari prodotti ottenuti con la distillazione prima di
essere venduti vengono raffinati in piccole colonne
per avere prodotti a un più alto grado di purezza.
INQUINAMENTO DA PETROLIO

Si stima che ogni anno si perdano in mare circa 4


milioni di tonnellate di idrocarburi per tutto il pianeta e
circa 600.000 tonnellate per il solo Mediterraneo

Il greggio forma una pellicola impermeabile all’ossigeno che


causa un’anaerobiosi e uccide il plancton. Inoltre il petrolio
penetra nel piumaggio degli uccelli, riducendo la capacità di
isolante termico e rendendo le piume inadatte al nuoto e al
volo e se ingerito è causa di effetti nocivi per i reni, il fegato e
l’apparato digerente. Allo stesso modo i mammiferi marini che
sono esposti al petrolio presentano sintomi simili.
EMISSIONI DI CO2 Emissioni di CO2

Anche i derivati del petrolio hanno effetti 2.380 g per litro di benzina consumato
inquinanti.

L'anidride carbonica è uno dei gas 1.610 g per litro di Gpl consumato

responsabili dell'effetto serra. Fra i


consumi di un'auto e le sue emissioni di 2.750 g per kg di metano consumato
CO2 c'è una correlazione diretta: tanto più
una vettura consuma, tanta più CO2 emette.
2.650 g per litro di gasolio consumato
Le quantità di CO2 emesso variano
secondo il combustibile.
BIOCARBURANTI
I biocarburanti sono carburanti organici in grado di
sostituire la benzina e il diesel. Sono carburanti estratti
dalle agroenergie. Possono essere prodotti dalle
sostanze organiche come le materie prime agricole, le
biomasse, il legno o le alghe.

I biocarburanti sono considerati una risorsa


rinnovabile, in quando la loro produzione si basa
materie prime in grado di rigenerarsi e riprodursi in
breve tempo.

BIODIESEL BIOETANOLO BIOGAS


I VANTAGGI DEI BIOCARBURANTI

MINORE IMPATTO AMBIENTALE


La loro origine naturale consente di ridurre del
70% le emissioni di gas serra dal trasporto
privato.

FONTE DI ENERGIA RINNOVABILE


I biocarburanti sono producibili all'infinito e il
flusso di biocarburanti è sostenibile nel tempo.

SVANTAGGI

● RINCARO DEI PREZZI ALIMENTARI

● DEFORESTAZIONE
IRENE OLIVETTI 5E

Potrebbero piacerti anche