Sei sulla pagina 1di 39

1.

COSA SONO
E COME SONO
ORGANIZZATI
GLI
ORGANISMI
VIVENTI

F. Chamekh
CHE COSA SIGNIFICA “BIOLOGIA”?

La biologia è un termine che deriva dal greco βιολογία,


composto da βίος,
bìos = "vita" e λόγος, lògos = "studio’ e che significa
letteralemente «discorso attorno alla vita».

Con il termine vita, s’intende la capacità di un organismo a


riprodursi ovvero dare vita ad organismi simili a sé stesso
TEORIE
SULL’ORIGINE
DELLA VITA
• La formazione della Terra è
avvenuta circa 4,6 miliardi di anni
fa mentre si pensa che la vita
abbia avuto origine fra 3,8 e 3,5
miliardi di anni fa.
• Nei primi miliardi della sua
esistenza, la Terra era sede di
eruzioni vulcaniche, lampi e
piogge torrenziali. L’atmosfera
era ricca di CO2 e N2 (H2, H2S, CO),
ma conteneva pochissimo O2.
• Queste molecole si sono
inizialmente combinate e
modificate in ambiente
acquatico
Atmosfera della Terra Atmosfera attuale
4 miliardi di anni fa

Un periodo fondamentale di cambiamento nell’atmosfera terrestre: il Grande


Evento di Ossigenazione (detto anche ‘‘Grande Catastrofe dell’Ossigeno’’).
Circa 2.3 miliardi di anni fa (nel periodo Archeano) l’evoluzione della fotosintesi
ossigenica in un gruppo particolare di Procarioti, i Cyanobacteria (cianobatteri)
ha riversato ossigeno molecolare nell’atmosfera, cambiandone radicalmente la
composizione
ESPERIMENTO DI STANLEY-
MILLER
• Questo esperimento
rappresenta la prima
dimostrazione che, nelle
giuste condizioni
ambientali,
le molecole organiche si
possono formare
spontaneamente a partire
da sostanze inorganiche più
semplici.
• Ricreò le condizioni presenti
nella terra primordiale e
utilizzo come fonte di
energia le scariche
elettriche che simulavano i
fulmini
LE MACROMOLECOLE

• Le macromolecole sono:
– molecole di grandi dimensioni
– caratterizzate da unità (monomeriche) che si
ripetono
• Le macromolecole sono:
– proteine i cui monomeri sono gli amminoacidi
– Carboidrati i cui monomeri sono i monosaccaridi
– DNA/RNA i cui monomeri sono i nucleotidi
QUALE E’ LA PRIMA
MACROMOLECOLA APPARSA
SULLA TERRA?

Negli anni ’80 si è scoperto che l’RNA è in grado di


catalizzare alcune reazioni chimiche, compresa la
polimerizzazione di nucleotidi, aminoacidi e
aminoacidi-RNA.

Si ritiene che la prima macromolecola apparsa


sulla terra sia stato l’RNA.

Si presume che la prima cellula abbia avuto


origine quando l’RNA in grado di autoreplicazione
è venuto ad essere circondato da una membrana
composta da fosfolipidi
Origine della vita:
evoluzione da
semplici sistemi
autoreplicanti di
molecole di RNA alle
cellule odierne
CHI E’ IL • LUCA, acronimo di Last Universal
Common Organism.
PRIMO
• Questa è una teoria riguardante il
ORGANISMO primo ipotetico tipo di organismo
VIVENTE vivente dal quale tutti gli
ESISTITO organismi attuali
discenderebbero. In quanto tale,
SULLA l'organismo in questione
TERRA? rappresenterebbe l'antenato
comune più recente di tutti gli
attuali organismi viventi. Si stima
sia comparso tra 3,6-4,1 miliardi
di anni fa.
COSA S’INTENDE PER
ESSERE VIVENTE?
Un essere vivente è una unità altamente organizzata (anti-
entropica), dotata di genoma, caratterizzata da
metabolismo (trasformazione di materia e di energia) e
capace di riprodursi e di evolversi.

Questa definizione si rifà al concetto di vita.


VITA
=
genoma, metabolismo, riproduzione ed evoluzione
Come illustrato nello schema, da LUCA originano 3 domini e 6 regni,
Le forme di vita finora note (circa 8.7 milioni di specie) vengono catalogate secondo questo schema
GLI ORGANISMI
PROCARIOTI

• Gli organismi procariotici


sono quasi tutti unicellulari
e derivano da due domini:
bacteri ed archea
• Da questi derivano i regni
degli eubatteri e degli
archeobatteri.
GLI ORGANISMI
EUCARIOTI

• Gli organismi eucariotici si


dividono in:
– UNICELLULARI: protisti
– PLURICELLULARI:
funghi, piante, animali
E
L’UOMO…?
TAVOLA PERIODICA DEGLI
ELEMENTI

98% della materia vivente


LA MOLECOLA PIÙ PREZIOSA

• Formata da due atomi di


idrogeno e uno di
ossigeno.
• L’ossigeno forma due
legami covalenti polari
con i due atomi di
idrogeno.
• Due molecole di acqua
interagiscono attraverso
legami idrogeno tra loro
SOLVATAZIONE
L’acqua, molecola polare,
scioglie i sali
interferendo con il
legame ionico.
LE MACROMOLECOLE

• Le macromolecole sono:
– molecole di grandi dimensioni
– caratterizzate da unità (monomeriche) che si
ripetono
• Le macromolecole sono:
– proteine i cui monomeri sono gli amminoacidi
– carboidrati i cui monomeri sono i
monosaccaridi
– DNA/RNA i cui monomeri sono i nucleotidi

Ogni polimero si allunga applicando un nuovo monomero


all’estremità di una catena polimerica in crescita mediante
una reazione di condensazione, in cui una molecola di H2O
viene eliminata per ogni subunità aggiunta
CARBOIDRATI
MONOSACCARIDI
L’unità strutturale più semplice sono i monosaccaridi
con formula generale: (CH2O)n e sono classificati in base
a:
1. Presenza di un gruppo aldeidico o chetonico

2. Numero di atomi di carbonio (2,3,4,5 o 6)


In soluzione acquosa, i monosaccaridi tendono a ciclizzare.

Si parte dalla formula lineare di Fischer alla proiezione ciclica (‘’emiacetale’’) di Haworth
POLISACCARIDI
• Sono più monosaccaridi legati tra loro con un
legame α 1-4 o α1-6 glicosidico.
• Esempi sono amido, glicogeno e cellulosa
GLICOGENO

Il glicogeno è un polimero
ramificato del glucosio (è
formato da molte unità di
glucosio unite fra
loro con legami alfa-1,4
e ramificazioni con
legame alfa-1,6 presenti
ogni 8-10 residui).
AMMINOACIDI
AMMINOACIDI E PROTEINE
• Composti contenenti C, H, O, N
• Sono legati da un legame peptidico (o
carboammidico) tra C e N
QUATTRO
STRUTTURE
DI PROTEINE
o Struttura primaria:
o catena di
amminoacidi legati
tra loro dal legame
peptidico
o Struttura secondaria:
o a-elica oppure
ripiegamento b
o Struttura terziaria:
o avvolgimento della
proteina singola
(monomero)
o Struttura quaternaria:
o associazione di due o
più proteine
(subunità)
LEGAMI E
INTERAZIONI
NELLE
STRUTTURE
SECONDARI
EE
TERZIARIE
DELLE
PROTEINE
DENATURAZIONE

E RINATURAZIONE

DELLE PROTEINE
ACIDI NUCLEICI
NUCLEOTIDI

Tutti i nucleotidi presentano una struttura


generale che comprende tre elementi molecolari:
un gruppo fosfato, un pentoso (cioè
uno zucchero a 5 atomi di carbonio) e una base
azotata.
DIFFERENZE TRA DNA E RNA

• l'RNA è un acido nucleico che converte le


informazioni genetiche del DNA in proteine;
• nei nucleotidi dell'RNA lo zucchero è il
ribosio e non il desossiribosio;
• l'RNA contiene al posto della timina una
pirimidina molto simile l'uracile (U), che
come la timina si accoppia solo con
l'adenina;

Potrebbero piacerti anche