Sei sulla pagina 1di 18

Introduzione alla geografia umana (Capitolo 7)

La religione
Paragrafo 1: Che cos’è la religione e qual è il suo ruolo nella cultura?

 Religione e lingua base cultura: specchio identità religioni: cambiamento


contatto tra persone: conversione da una religione ad un’altra conversione:
diffusione religione attraverso barriere culturali e confini
 Paesaggio culturale segnato da religione: presenza o assenza commercio
alcolici segnali concezioni religiose prevalenti abbigliamento: testimonianza
appartenenza a religione manifestazione credenze religiose: rivelazione struttura
interna religione
 Religione

I. difficile definizione sistema credenze per ordine vita in termini priorità


II. Vari modi manifestazione tradizione religiosa: influenza comportamenti in
periodi veglia uso rituali e pratiche in periodi sonno
III. Rituali importanza in vita persone preghiera: ora pasto, tramonto, notte,
mattino
IV. Secolarismoreligione in arte, consuetudini e credenze
V. Effetto potente su società umane forza importante in lotta contro mali
sociali e in progresso scienza medica

Paragrafo 2: Dove si sono originate e come si diffondono le principali religioni?

 Religioni 3 classificazioni: religioni monoteiste (un solo dio), politeiste (più


divinità) ed animiste (adorazione tutto ciò che ha un’anima)
 3500 anni faAsia sudorientale: sviluppo zoroastrismo monoteismo tardo
ebraismo: influenze zoroastriane
 500 a.C quattro luoghi origine: coste Mediterraneo, Asia meridionale,
Mediterraneo orientale, valle Fiume Giallo

I. La carta delle religioni nel mondo attuale

 Rappresentazioni cartografiche religioni generalizzazioni: colori carta pg 158


religione prevalente
 Planisfero religioni estensione religioni cristiane, diffusione induismo e importanza
Buddhismo
 Religioni religioni universalizzanti: conversioni convinzione offerta credenze
appropriate ed universalmente valide
 Religione etnica seguaci nascita in fede e no tentativo di conversione

 Ebraismo religione etnica con seguaci in conseguenza migrazioni forzate o


volontarie

II. Dal luogo d’origine, in Asia meridionale

 Induismo

I. Religione antica: 4000 anni fa


II. Origine: valle Indo
III. No associazione a ruolo origine Pakistan: paese musulmano  Induismo:
India Fiume Gange: luogo sacro
IV. Unico dio: Brahman
V. Religione etnica no conversioni me diffusione religione
VI. No organizzazione centrale
VII. No struttura amministrativa o burocratica come Cristianesimo
VIII. No profeta ma riconoscimento sacralità Veda
IX. Dottrina principale Karma: principio causa effetto + vincolo senziente a
samsara
X. Ideale fuga da reincarnazione attraverso unione Brahman
XI. Sistema casteorganizzazione individui in classi sociali restrizioni

a) La diffusione dell’Induismo

 Induismo

1. Parte occidentale subcontinente indiano


2. Diffusione verso est: processi noti
3. Sviluppo in regione Pakistan massimo sviluppo in India e Asia sudorientale
4. Carattere religione etnica estensione contenuta
5. Indonesia Bali: rifugio santoni, nobili ed intellettuali sedicesimo secolo:
annessione Giava ad Islam Balinesi: sviluppo fede peculiare  principi
induisti ma mix Buddhismo, Animismo e culto antenati  religione: ruolo
importante
6. Templi e santuari dominio paesaggio e partecipazione universale a culti
7. ColonialismoBritannici: trasporto Induisti da India ad Africa orientale e
Caraibi

b) Il Buddhismo

 Buddhismo

I. Reazione a insegnamenti Induismo


II. Riformatori discussione gerarchia sociale induista: protezione privilegiati +
mantenimento condizioni povertà persone
III. Siddhartha Gautama  erede ricco regno in regione Nepal dopo visione
povertà suo popolo: cambio nome in Gautama Buddha primo eminente
capo religioso indiano contro sistema induista caste salvezza: chiunque
non in base a caste illuminazione attraverso conoscenza di sé, eliminazione
avarizia
IV. Dopo morte Buddha crescita lenta fede fino a terzo secolo dopo Cristo
nuovo re: Asoka conversione al Buddhismo: sostegno adozione e
diffusione
V. Asoka governo in conformità con insegnamenti Buddha invio missionari
per diffusione verbo buddhista anche a popoli lontani 1 millennio:
diffusione buddhismo verso Sri Lanka
VI. Oggi Buddhismo: India, Sri Lanka, Asia, Nepal, Tibet e Corea
VII. Cambiamento in corso secoli

c) Lo shintoismo

 Giappone Buddhismo + Shintoismo

 Shintoismo

I. Religione etnica
II. Culto degli antenati + natura
III. XIX secolo religione Stato: promozione adorazione imperatore come
divinità terrena
IV. Fine Seconda guerra mondiale sconfitta Giappone: imperatore rinuncia
titolo divinità terrena fine Shintoismo  imperatore Giappone: funzione
cerimoniale
III. Dal luogo d’origine, nella Valle del Fiume Giallo

1. Il Taoismo

 Cina  due scuole filosofiche: Taoismo e Confucianesimo

 Taoismo

a. Origini non chiare  contemporaneo di Confucio: Laozi VI secolo a.C

b. Laozi esseri umani: apprendimento vita in armonia con natura origine


feng shui
c. Feng shui equilibrio con natura: disposizione elementi urbani per riduzione
energie negative e convogliare energie vitali no interventi su natura senza
consulta geomanti
d. Virtù taoiste comprensione semplicità, spontaneità, tenerezza e
tranquillità no competizione, possesso e perseguimento conoscenza
guerra, punizione, tassazione, ostentazione cerimoniale: mali

2. Confucianesimo

 Confucianesimo

I. influenza su civiltà cinese


II. Significato vita: no esistenza futura ma in presente
III. Filosofia di vita
IV. Dopo morte venerazione Confucio come capo spirituale diffusione
insegnamenti in Asia orientale e sudorientale seguaci: costruzione templi in
tutta la Cina
V. Corso secoli Confucianesimo: etica Stato Cina

3. La diffusione delle religioni cinesi

 Confucianesimo diffusione anche in Penisola coreana

 Età contemporanea immigrati cinesi: export religioni in Asia, Europa, America

 1949 governo comunista cinese: tentativo bandire Confucianesimo da pratica


pubblica dopo guida 2000 anni aspetti cultura no scomparsa Confucianesimo
 Geomanti identificazione siti appropriati sepoltura defunti morto in perfetta
armonia con ambiente naturale governo comunista: tumuli sepolcrali= ostacolo
agricoltura

IV. Dal luogo d’origine, nel Mediterraneo orientale

1) L’ebraismo

 Ebraismo

a. sviluppo da sistema credenze Ebrei


b. radici insegnamenti Abramo: primo patriarca Ebraismo, Cristianesimo ed
Islam Abramo e Dio: accordo che Ebrei adorazione un solo Dio
protettore popolo eletto
c. Patto Dio- Abramo fondamento concezione storica Israele vincolo
d. Storia ebraica traversie: discendente Abramo trasferimento in Egitto con
suo popolo schiavi faraone crudele liberazione da condottiero Mosè
e. Mosè ed Ebrei attraversamento Mar Rosso Monte Sinai: ottenimento
tavole legge da Dio
f. 1200 a.C Ebrei: invasione Terra Canaan Terra Israele
g. 1000 a.C nascita monarchia primo re: Saul successori: David e
Salomone
h. Dopo morte Salomone scissione regno in due entità Regno Israele e
Regno Giuda
i. Regno Israele profonda crisi religiosa + conquista da Assiri 
deportazione popolazione
j. Regno Giuda Conquista Assiri e Babilonesi
k. Ebrei ricostituzione Gerusalemme assalto potenze straniere e lotte tra
fazioni religiose
l. 63 a.C Romani: conquista Gerusalemme Giudea: tributo
m. 73-4 a.CErode: re come vassallo romani morte: Paese lotte tra
pretendenti a successione
n. 66 d.C Insurrezione: intervento militare romano
o. XX secolo movimento riforma: adattamento Ebraismo a tempi moderni

2) La diffusione dell’Ebraismo
 Dispersione Ebrei diaspora disseminazione membri qualsiasi etnia

 Discendenti comunità ebraiche in Europa Aschenaziti

 Discendenti comunità ebraiche in Africa Sefarditi

 Aschenaziti + Sefarditi oggetto persecuzioni e ghettizzazioni

 Concetto patria movimento politico internazionale sionismo programma:


Theodor Herzl no assorbimento ebrei in altre società XX secolo: motivo
persuasione Ebrei adozione sionismo istituzione patria su rive Mediterraneo
 1947 ONU: divisione Palestina in due Stati 1948: Consiglio nazionale sionista
dichiarazione costituzione Stato ebraico Stato Israele

3) Il Cristianesimo

 Diffusione Cattolicesimo e Cristianesimo sviluppo in più secoli Cristianesimo:


religione Impero romano d’Oriente e Penisola iberica divisione impero romano:
separazione culturale
 1054 Grande Scisma: Chiesa divisione in Chiesa cattolica e cristiana ortodossa

 Chiesa cristiana ortodossa persecuzioni e limitazioni quando Turchi ottomani


sconfitta Serbi in Kossovo
 1453 Conquista turca Costantinopoli

 Chiesa cattolica maggior numero seguaci da Medioevo controllo fonti


conoscenza + accordo con monarchie per dominio Europa occidentale
 Medioevo autorità cattoliche: esercizio potere in modo autocratico diffusione
peste bubbonica: europei discussione ruolo religione loro vita Chiesa cattolica:
divisioni: Scisma d’Occidente 1387-1417 lacerazione Chiesa durante scontro tra
papi e antipapi per controllo potere pontificio
 XV e XVI secolo Jan Huss, Martin Luther, Giovanni Calvino discussione
insegnamenti fondamentali Cattolicesimo e pratiche capi Chiesa Riforma
protestante: movimento religioso e politico nascita Protestantesimo
 Cattolicesimo porzione preponderante Cristianesimo

4) La diffusione del Cristianesimo

 Europa occidentale declino Cristianesimo in secoli dopo caduta Impero romano


diffusione planetaria: periodo iniziale colonialismo europeo
 Colonialismo europeo Spagna: invasione America centrale arrivo religione
cattolica
 Protestanti migrazione America settentrionale sforzi missionari: Cattolicesimo
seguaci in Congo, Angola, Mozambico, Filippine
 Fede cristiana proselitismo aggressivo e persistente missionari: creazione rete
conversioni

5) L’Islam

 Islam

1. Unico fondatore Maometto: ricezione verità direttamente da Allah


rivelazioni a 42 anni
2. Maometto

a) amministrazione monoteismo Ebraismo e Cristianesimo Allah:


rivelazione attraverso altri profeti
b) via adempimento comandi divini
c) Mediterraneo orientale e Penisola arabica disordini religiosi e sociali
per coesistenza Cristianesimo, Ebraismo ed altre religioni politeiste
d) Avversari fuga da Mecca: Maometto trasferimento a Medina

3. Precetto Islam esistenza unico Dio rivelazione attraverso profeti


(Abramo, Gesù e Maometto) Terre: profane Allah: puro volere Allah:
assoluto, onnipotente e onnisciente Esseri umani: vita in mondo per loro
solo fino a giorno giudizio finale
4. No bevande alcoliche, fumo e gioco azzardo
5. Moschee luoghi preghiera venerdì e riunioni sociali

6. Divisione Sunnismo e Sciismo

7. Sette minori Wahhabismo, Sufismo, Salafismo, Alauiti, Alawiti, Alevismo,


Yazidismo
8. Sunnismo e Sciismo dopo morte Maometto conflitto per successione
Sciiti: Ali (erede legittimo) vs Sunniti: no parenti Maometto conflitto:
assassinii, guerre e disaccordi dottrinali durevoli vittoria Sunniti
9. XVI secolo dinastia regnante persiana: adozione Sciismo come unica fede
impero
10. Sunniti efficacia famiglia e comunità per risoluzione problemi vita

11. Sciiti Imam: unica fonte conoscenza guida morale e spirituale


influenza Islam sunnita
12. Sunniti venerazione Ali: diffusione in tutto Islam rispetto Sayyid e Sharif
6) La diffusione dell’Islam

 632 d.C morte Maometto re Penisola arabica: conversione Islam invasioni e


conquiste: diffusione Islam ad Africa settentrionale
 IX secolo mondo musulmano: estensione straordinaria scambi commerciali

 XIII secolo Musulmani: diffusione Islamismo oltre Oceano Indiano

 Commercianti musulmaniistituzione porti in Asia sudorientale nuove aree


origine Islam: diffusione per contagio
 Epoca contemporanea espansione fede: migrazione diffusione per rilocazione

 Islam religione con crescita più rapida Indonesia: Paese musulmano più esteso

7) Le religioni indigene e lo Sciamanismo

 Religioni indigene ambito locale, venerazione natura, tramandate da famiglie e


gruppi indigeni
 Sciamanismo

I. complesso pratiche rituali e credenze magico- religiose con azione


sciamano capo religioso, maestro, guaritore, visionario
II. pochi seguaci
III. Isolate
IV. Religione tradizionale

8) L’ascesa del secolarismo

 Planisfero distribuzione religioni supposizione erronea abitanti regione fede


cristiana o buddhista
 Stime appartenenza religioni tradizionali varie chiese ma no numero effettivo
membri attivi
 Mancanza membri osservantiascesa secolarismo: indifferenza o rifiuto confronti
idee religiose organizzate
 Livello secolarismo variazione in base a regione

 Francia governo: divieto indossare capi abbigliamento simili a simboli manifesti


religiosi fine scompiglio da ragazze musulmane con velo e kippah proibizione
simboli: unico provvedimento per parità tra persone
 Ideologie antireligiose 
I. declino religione organizzata ex Unione Sovietica adesione chiese: dopo
crollo sistema sovietico numero seguaci: basso
II. Governo cinese pratiche organizzate resoconti persecuzioni religiose
 Secolarismo diffusione in ultimo secolo numero crescente persone: abbandono
religione organizzata

Paragrafo 3: Come scorgere la religione nel paesaggio culturale

 Religione: segno paesaggio edifici culto pellegrinaggio

 Siti sacri luoghi o spazi con significato religioso elementi paesaggio geografico
fisico diffusione religioni universalizzanti: abbandono siti sacri es: paesaggio
Irlanda edifici celtici ma con arrivo Cattolicesimo: Chiesa acquisizione elementi
celtici per infusione significato cristiano
 Bear Butte cerimonie popolo lakota e cheyenne

 Devils Tower usi religioso Indiani d’America

 India molti siti sacri per Indiuisti, Buddhisti e Gianisti

 Gridhkuta sito sacro: meditazione Gautama Buddha Induisti e Gianisti:


Gautama Buddha = Dio profeta

a) I siti sacri di Gerusalemme

 Ebrei Gerusalemme: città sacra per nascita Gesù fuga durante diaspora

 Gerusalemme sacra Ebrei anche se no controllo rafforzamento movimento


sinoista sito più sacro: Muro occidentale vicino Monte del Tempio Torah: Monte
Tempio monte sacrificio Isacco Ebrei: costruzione 2 templi distruzione da
invasori Muro occidentale: rimanenza secondo Tempio
 Cristiani Gerusalemme: sacra per Abramo e per crocifissione Gesù

 Gerusalemme controllo Impero bizantino e Impero romano

 VII secolo eserciti musulmani: sottrazione controllo città Impero bizantino


Musulmani: costruzione Cupola della Roccia vicino Muro occidentale
 Medioevo eserciti cristiani e musulmani: battaglia per controllo città santa

 1095 – 1270 capi politici e religiosi europei organizzazione guerre per


riconquista Terra Santa
 1099 Conquista cristiana Gerusalemme durante Prima crociata

 1098 Crociati: occupazione città Antiochia

 1187 riconquista musulmana Gerusalemme


b) I paesaggi dell’Induismo e del Buddhismo

 Induismo tradizionale modo vita

 Pellegrinaggi vie prescritte a rituali

 Festività frequenti, colorate e rumorose

 Induisti

1. erezione tempio conferimento merito a costruttore ubicazione santuari:


no modifica paesaggio naturale se possibilità: ubicazione confortevole per
tempio induista
2. templi prossimità acqua divinità: no lontananza + funzione sacra
acqua abluzioni rituali
3. tempio villaggio sguardo su villaggio da posizione dominante seguaci:
offerte frequenti
4. paesaggio culturale paesaggio indiano

5. India fede induista: esperienza visiva emozionale templi e santuari:


creazione atmosfera unica
 Buddhisti

1. Pellegrinaggi Bodh Gaye luoghi insegnamento Gautama Buddha sotto rami


bodhi
2. Albero bodhi diffusione Buddhismo in Cina e Giappone piantumazione:
cambiamento paesaggio culturale villaggi
3. Architettura realizzazioni magnifiche strutture Borobudur (Isola Giava)

4. Costruzione templi con immagine Gautama Buddha pagoda: forma


derivata da tumuli spoglie
5. Segni in paesaggi culturali morti

c) I paesaggi culturali del Cristianesimo

 Paesaggi culturali Cristianesimo

a) specchio cambiamenti fede corso secoli


b) Europa medievale: cattedrale centro vita comunità edifici intorno a
chiesa
c) Chiesa visibile a chilometri distanza piazza davanti a chiesa:
raccoglimento folle per cerimonie e feste mercantilismo: esportazione
architettura chiese cristiane
d) Riforma protestante riflesso paesaggio culturale

e) Città europee cimiteri cristiani secoli fa Cristiani: sepoltura morti no


cremazione
f) Aumento problemi utilizzo terreni cremazione cadaveri
1.I paesaggi religiosi negli Stati Uniti
 USA

I. grande assortimento paesaggi religiosi


II. Wilbur Zelinsky costruzione cartogramma regioni religiose in USA  opera:
The Cultural Geography of the United States
III. Cartogramma Zelinsky
a. regione new England: fortemente cattolica principale confessione
Sud: battista
b. Midwest gran numero Luterani

c. Sudovest cattolico spagnolo

d. USA occidentali mescolanza confessioni no predominanza chiesa

e. New Orleans area cattolica francese

IV. Carta pg 175differenze religiose per contee tinta più scura: 64%
popolazione è religiosa
V. Chiese bianche spesa pragmatica denaro chiesa Protestante
VI. Immigrati impiego denaro in costruzione chiese e cattedrali legame con
paese origine immagine loro fede

d) I paesaggi culturali dell’Islam

 Moscheeparte paesaggio urbano minareti: richiamo credenti musulmani a


preghiera
 Culmine espansione Islam architetti: inclusione modelli romani in loro progetti

 XI secolo costruttori musulmani: smalto tegole, cupole e tetti

 Architettura musulmana

1. concetto unificante monoteismo islamico perfezione e vastità spirito Allah

2. Massima espressione artistica


3. Pellegrinaggio Mecca hajj: tutti musulmani in pellegrinaggio a Mecca in
corso vita governo saudita: limitazione numero visti annuali a Musulmani
da estero numero pellegrini: aumento
4. Sette islamiche pellegrinaggi non hajj: no islamici

Paragrafo 4: Qual è il ruolo della religione nei conflitti politici?

 Credenze e storie religiose divisione persone stessa lingua conflitti:


Cristiani vs Cristiani e Cristiani vs Musulmani
 Religione simbolo differenze culturali e politiche

a) I conflitti lungo i confini religiosi

 Confronto planisfero religioni e planisfero politico alcuni Paesi: sotto dominio


singole religioni ed alti a cavallo confini interreligiosi forze culturali: divisione
 Paesi cavallo confini intrareligiosi divisioni Cristiani protestanti e cattolici +
divisioni Musulmani sunniti e sciiti Irlanda Nord: Protestanti vs Cattolici lungo
conflitto
 Confini interreligiosi ed intrareligiosi pacifici oppure scontri violenti

b) Israele e Palestina

 Regione israelo-palestinese

I. sede conflitti religiosi controversi


II. dopo Prima guerra mondiale colonialismo europeo: in regione sotto
dominio e lotte Ebrei, Romani, Cristiani, Musulmani e Ottomani Società
Nazioni: riconoscimento dominio britannico su Palestina 1922:
approvazione Mandato britannico Palestina governo britannico:
realizzazione obiettivi sinoisti creazione patria per popolo ebraico
Inglesi: protezione diritti religiosi e civili non Ebrei in Palestina: agitazioni
civiliinizio combattimenti fino a 1948
III. Seconda guerra mondiale migrazione molti ebrei dopo fine guerra:
ONU voto spartizione Palestina + creazione due Stati indipendenti piano
spartizione: fallimentoStati arabi circostanti: reazione violenta contro
Stato Israele
IV. Terza guerra arabo-israeliana (1967) Israele: conquista territori
palestinesi Cisgiordania, Gerusalemme orientale, Striscia Gaza, Alture Golan,
Penisola Sinai “territori occupati”: due regioni discontinue Palestina,
Cisgiordania, Striscia Gaza presenza ebraica in Striscia Gaza: maggiore in
ultimi 30 anni Israele: costituzione insediamenti + espansione
Gerusalemme verso est governo israeliano: limitazione nuove costruzioni
palestinesi in Cisgiordania
V. Anni Novanta cambiamento mosaico religioso e politico concessione
autogoverno Striscia Gaza Arabi palestinesi: potere conduzione affari
interno Cisgiordania e Strisci Gaza accordo Oslo 2: creazione Stato
palestinese (1995) ma rifiuto Palestina (2000)
VI. 2005 governo israeliano: cambiamento politica verso Striscia Gaza
evacuazione insediamenti coloni israeliani + distruzione edifici coloni
israeliani + concessione autonomia Striscia Gaza esulti Palestinesi
chiusura confine Israele Israeliani: chiusura confine con Egitto
VII. Governo israeliano  controllo flusso Palestinesi e beni Cisgiordania e
Striscia Gaza recinzioni e mine costruzione West Bank barrier: sistema
mura e porte elettriche inclusione insediamenti israeliani attacchi
palestinesi: minaccia vita quotidiana
VIII. Situazione odierna Israele no solo confine interreligioso “The
Economist”: riassunto prospettive pace in regione2005: The Economist
nuova barriera sicurezza separazione Palestinesi da terre agricole
IX. Conflitto Terra Santa amplificazione da sentimento diritto storico

c) Il Corno d’Africa

 Corno d’Africa 

I. Islam, sette cristiane antiche e colonizzatori europei


II. Ultimi 2000 anni Eritrea: diverse dominazioni dominio ottomano, colonia
italiana, annessione Etiopia, indipendenza in 1991
III. Centro Etiopia: identità plurimillenaria  nucleo culturale Cristiani Copti
Cristiani Copti: uso fortezza naturale per controllo bassopiani oltre Etiopia 
Islam: diffusione Africa settentrionale Musulmani: conversione
popolazione a base montagne governanti: controllo su maggior parte
regione  Islam: nord, nordovest, sudest
IV. XII secolo Impero ottomano: estensione in Corno Africa
V. Fine XIX secolo Italia: conquista Eritrea colonia
VI. Dopo Seconda guerra mondiale dominio Gran Bretagna
VII. 1950 ONU: Eritrea parte Etiopia ma Eritrei musulmani: no accettazione
dominio Etiopi amarici

d) L’ex Jugoslavia
 Penisola balcanica  numerose linee divisione religiose e linguistiche  caduta
Impero romano + divisione Chiesa cattolica e ortodossa  divisione: attraverso
Balcani Sloveni, Croati (cattolici), Serbi e Montenegrini (Ortodossi)
 Balcani divisione linguistica: popoli ovest uso alfabeto latino e popoli est uso
alfabeto cirillico esistenza due lingue: serbo e croato quando unica lingua:
Croati uso alfabeto latino e Serbi uso alfabeto cirillico divisioni religiose e
linguistiche: complicazioni in XI secolo con introduzione Islam Turchi: conversione
comunità serbe  Ottomani: controllo regione con forza prima battaglia Kossovo
(1389) Kossovo: patria serba  centro Balcani: installazione gruppi Musulmani 
creazione conflitti interreligiosi
 Anni Novanta concentrazioni Musulmani in Balcani: considerevoli per estensione
territoriale e popolazione Musulmani: forte presenza in Bosnia ed in capitale
Sarajevo, Kossovo e Macedonia
 Jugoslavia Paese in lotta con proprie differenze interne nome: “terra degli Slavi
del sud”  nome ufficiale: Regno dei Serbi, Croati e Sloveni (1918)
 1929 Regno di Jugoslavia

 1946 Jugoslavia: cambio nome Repubblica Federativa Popolare di Jugoslavia

 1963 Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia

 Tito

I. capo Repubblica Jugoslavia dopo fine guerra amministrazione Jugoslavia


come Paese centralizzato con sei repubbliche
II. Stop movimenti nazionalisti Croati e Albanesi musulmani kosovari
III. No risoluzione problema divisioni etniche jugoslave
 Milosevic presidente Serbia coinvolgimento Jugoslavia in cambiamenti
disintegrazione Unione Sovietica Serbia: tentato obbligo repubbliche a rimanere
in Jugoslavia sotto dominio serbi repubblica multietnica: coinvolgimento in
guerra tra Serbia e Croaziaattacco Musulmani: operazioni pulizia etnica
massacro o espulsione musulmani bosniaci e altre etnie coalizione Croati e
Musulmani contro Serbi 1993: istituzione tribunale internazionale contro crimini
guerra persecuzione crimini ex Jugoslavia comunità internazionale: piano
spartizione nuovi paesi in Nazoni Unite piano spartizione: divisione repubblica
Bosnia ed Erzegovina una per Croati e Musulmani ed una per Serbi governo
centrale: poco potere + ferite guerra aperte sicurezza linee confine tra
repubbliche: 60.000 peacekeaper ONU da Europa
 2003 nome Jugoslavia: sostituzione con Serbia e Montenegro

 2006 frammentazione Balcani Montenegro: voto a favore indipendenza in


referendum USA +UE: riconoscimento Stato Montenegro + Montenegro parte
Nazioni Unite
 Anni Novanta Musulmani albanesi: autonomia Kosovo 1999: Serbia
campagna pulizia etnica contro Albanesi kosovari  distruzione villaggi, espulsione
ed uccisione gran numero persone NATO: campagna bombardamenti contro
Serbia fine ostilità + intervento forza peacekeeping 2008: indipendenza
Kosovo

e) L’Irlanda del Nord

 Paesi Europa occcidentalee, Canada, Usa grandi comunità cattoliche e


protestanti separazione tra confessioni: no fratture eccezione: Irlanda Nord
 Irlanda Nord
1. Entità autonoma per secoli miscela pratiche religiose celtiche e
Cattolicesimo
2. XIII secolo Gran Bretagna: infiltrazioni in Irlanda controllo economia
agricola
3. XIV secolo colonizzazione britannica
4. XVI secolo dominio Britannico dell’ Irlanda
5. XIX secolo colonia irlandese: ricchezza industriale in cantieri navali Nord
6. XVII e XVIII secolo protestanti inglesi: migrazione in Irlanda per controllo
fattorie
7. XVI secolo Protestanti: migrazione in Irlanda del Nord sfruttamento
politico ed economico colonia
8. XIX secolo miganti: Irlanda nordorientale
9. Periodo coloniale Britannici: appropriazione terre Cattolici irlandesi no
diritto giuridico proprietà e partecipazione pubblica amministrazione
cittadini seconda classe
10. Fine XIX secolo Cattolici irlandesi: riaffermazione proprie tradizioni celtiche
e irlandesi risoluti in confronti britannici
11. Inizio XX secolo Irlandesi cattolici: ribellione colonialismo britannico
12. 1922 gran Bretagna: spartizione Irlanda per protezione Protestanti
Nordest Irlanda: 26 contee a maggioranza cattolica irlandese 6 contee:
voto formazione Irlanda odierna parte Regno Unito minoranza cattolica:
indifesa
13. Maggioranza protestante2/3 popolazione vantaggi economici e politici
stagnazione economica: peggioramento sitiazione Cattolici:
oppressidiscriminazione + repressione: aggravamento a causa atti
terroristici IRA 1968: invio truppe britanniche Repubblica Irlanda:
sensibilità condizioni Cattolici Nord ma no aiuto ufficiale
14. Frederick Boal
I. 1969: analisi area Belfast rappresentazione cartografica quartieri
cattolici e protestanti tramite intervista 400 fedeli spazio attività:
Protestanti e Cattolici grandi distanze per arrivo a negozi in
quartiere propria religione + differenze in toponimi, scelta quotidiani e
tifo calcistico
II. Religione bandiere fazioni opposte chiesa vs cattedrale
III. 1996 osservazione identità religiose: attenuazione in persone
giovani e istruite Belfast: mix Cattolici e protestanti in luoghi svago
IV. 1998trattato pace anglo-irlandese: Accordo di Belfastpossibilità
pace
V. 2007 Irlanda: ripristino Assemblea d’Irlanda del Nord no fine
conflitto con firma accordo Belfast ma innalzamento enormi barriere
tra quartieri cattolici e protestanti

f) Il fondamentalismo e l’estremismo religioso

 Spinta verso fondamentalismo religioso nascita da frustrazione del degrado della


società, mancanza autorità religiosa, incapacità raggiungimento obiettivi economici,
senso violazione nucleo religione gruppo fondamentalista: credenze religiose
inflessibili e non riformabili
 Estremismo religioso fondamentalismo con violenza attacchi al-Qaeda
11.9.2001 rafforzamento tendenza Statunitensi a considerare terrorismo come
sinonimo Islam estremismo cristiano: forza potente
 Fondamentalisti estremisti ma non tutti fondamentalisti sono estremisti
 Istruzione, radio, tv e viaggidiffusione concetti libertà individuali, uguaglianza
sessuale, libertà scelta, consumismo e secolarismo

1. Il Cristianesimo

 Chiesa cattolicaopposizione a innpvazioniincompatibilità con fondamenti


federeligioni principali: dominio maschi e poche donne in gerarchia Chiesa
cattolica: no donne a sacerdozio
 Chiesa cattolica influenza su molti Paesi ed argomenti Conferenza Nazioni
Unite:Chiesa cattolica tentativo alleanza con Paesi islamici contro sostenitori
controllo popolazione
 USA
I. sette cattoliche: celebrazione messa in latino Chiesa Sacra Famiglia:
associazione con “movimento cattolico tradizionalista” movimento
fondamentalista celebrazione messa in latino + papi e clero moderno no
teologia e pratiche tradizionali Chiesa cattolica
II. fondamentalismo cristiano associazione con confessioni protestanti
fondamentalisti cristiani protestanti: carattere società
contemporaneaallineamento con principi biblici
III. Chiese protestanti fondamentaliste piccole o enormi attive in arene
politiche sociali sostegno necessità preghiera in scuole pubbliche e
insegnamento creazionismo

2) L’Ebraismo

 Setta più fondamentalista Ebraismo ortodossa


 Ebrei ortodossi diverse opinioni riguardo Israele fondamentalisti: voto
candidato conservatori in elezioni israeliane fondamentalisti in Europa: invio
denaro a sostegno politiche insegnamenti israeliani in Cisgiordania
 Ebraismo gruppi estremisti: disapprovazione maggioranza Ebrei + illegalità
Kahane: predica anti-ebraismo sospetti terroristi

3) L’Islam

 Comunità musulmane no seguito fedele norme Corano proibizione consumo


bevande alcoliche  leggi Islam: rigide se interpretazione letterale no
applicazione con stesso rigore in tutto mondo musulmano
 Segno crescita fondamentalismo espansione leggi Sharia codice penale: norme
severe amputazione di una mano in caso di furto
 Malasya minoranza cinese: paura applicazione leggi Sharia
 Indonesia spinta fondamentalista da parte predicatori islamici: terreno fertile tra
popolazioni rurali
 Ostacolo fondamentalismo rischi politici: scià Iran tentativo limitazione potere
+ miglioramento economia iraniana favorendo contatti con USA e Occidente
nascita movimento religioso capeggiato da ayatollah deposizione scià (1979)
imam: imposizione norme e pratiche religiose sciite regime ayatollah: norme e
pratiche sciite legge donne: nuove restrizioni governo: arresto donne con
abbigliamento occidentale imposizione velo e abiti lunghi fino a piedi perdita
posizioni in commercio ed amministrazione declino influenza politica donne
 2008 governo islamico: divieto celebrità iraniane comparizione in pubblicità tv e
annunci pubblicitari
 Afghanistan aumento talebani: esempio sfruttamento estremismo governo
fondamentalista Anni Novanta:regime talebano controllo Paese +
instaurazione fondamentalismo restrizioni religiose: tentativo distruzione statue
con forme umane + imposizione Induismo, segni identificazione e divieto donne
comparire in pubblico con volto scoperto rifugio estremisti islamici: promozione
jihad
 Osama Bin Laden
1. finanziamento varie azioni terroristiche distruzione Twin Towers
seguaci: prodotto movimento islamico rivoluzionario Occidente = nemico
2. credenze no rappresentazione intero Islam
 Estremisti islamici preoccupazione presenza interessi militari e commercio USA
 Obiettivo movimento wahhabita fine incursioni territoriali illecite  diffusione
cultura e tecnologie moderne

Potrebbero piacerti anche