Sei sulla pagina 1di 1

DOMENICA — 12 DICEMBRE 2021 – IL RESTO DEL CARLINO 27 ••

Lotta al Covid Il camper vaccinale


organizzato dalla Regione e da

Urbino Il camper vaccinale


oggi a Urbino
Si può fare la dose
senza prenotazione
Asur fa tappa a Urbino, oggi,
in piazza della Repubblica, per
permettere di vaccinarsi senza
prenotazione, dalle 15 alle 19.
Sempre in piazza, negli stessi
orari, punto informativo.

Legge capoluogo
Londei invoca Scuola di restauro, il nuovo corso
Bilancio per il mandato di Laura Baratin: cultura e tecnologia per affrontare le riforme del governo
la deliberante
Urbino cocapoluogo di Provin- L’incontro all’Università di Urbi-
cia è una questione che attende no dedicato alla Scuola di Con-
una soluzione da 160 anni e di servazione e Restauro ha segna-
cui giovedì il sindaco, Maurizio to anche il termine del mandato
Gambini, ha discusso diretta- per la professoressa Laura Bara-
mente con la presidente del Se- tin quale Presidente della Scuo-
nato, Maria Elisabetta Alberti Ca- la, che con lei aveva preso il via
nel 2011 e che ora lascia nelle
sellati, per capire come poter
mani del professor Giorgio Fami-
giungere a una conclusione. Il
glini. L’occasione per ripercorre-
gruppo consiliare di minoranza re una storia di successi ma an-
Urbino capoluogo, però, ricor- che di difficoltà.
da che «c’è chi aveva richiesto «La riforma della formazione
di ottenere il definitivo ricono- dei restauratori prevista dal Co-
scimento come capoluogo sin dice dei Beni Culturali e del Pae-
dal 2014, riproponendo con for- saggio del 2004 in effetti si è
za l’argomento anche in un re- realizzata solo dal 2011» ci con-
ferma Baratin «e le Università si
cente Consiglio comunale – af-
sono confrontate con una for-
fermano Giorgio Londei e Fede- A destra, Laura Barattin. Sotto, brindisi del corpo docente
mazione professionalizzante for-
rico Cangini –. Perciò condivi-
temente multidisciplinare che
diamo la richiesta avanzata gio- doveva armonizzare la parte sto-
vedì dall’amministrazione alla rico-artistica con quella tecni-
presidente Casellati. Sappiamo co-scientifica e quella pratico-
laboratoriale, tutte a pari digni-
tà. Purtroppo la mancanza di un
ruolo di docenza dei restaurato-
ri, visto che manca un settore di-
sciplinare nei nostri ordinamen-
ti, ha evidenziato le criticità sia
culturali che economiche. L’Uni-
versità di Urbino ha trasferito
tutti i vecchi studenti del siste-
ma 3+2 per avere una laurea abi-
litante alla professione, ma non
che l’iter non sarà facile, tutta- è stato facile per problemi strut-
via esiste una via maestra: di- turali di adeguamento alle nuo-
chiarare «deliberante» la legge ve regole, per la difficoltà di ave-
in Commissione, se vi è l’accor- re un numero chiuso così strin-
do di tutti i gruppi parlamentari, gente (massimo 10 studenti se-
in modo da evitare i problemi e condo la regola 1 restauratore
le incognite che si potrebbero ogni 5 studenti) quando buona
incontrare in Aula. Questa stra- parte dei meccanismi di valuta-
da è già stata percorsa con suc- zione dell’Università si basano 40 studenti del vecchio ordina- neo e opportunità di mobilità di borazione con le Gallerie Nazio-
cesso in occasione del varo del- sulla numerosità, sulla limitazio- mento la possibilità di raggiun- studenti e docenti». nali Corsini Barberini di Roma
ne delle docenze a contratto e gere un titolo professionalizzan- E le collaborazioni con il terri- per la schedatura digitale sulla
la legge speciale su “Urbino e
altro». te e ruoli di direzione in Fonda- torio? conservazione del loro ricco pa-
l’Antico Ducato“ ed è quella da
Ma Urbino è il luogo ideale per zioni private come la Co-Catte- «Moltissime, in primo luogo con trimonio e il restauro dell’opera
seguire anche ora». baroccesca del Pio Sodalizio
questo tipo di corsi. drale di Malta, in grosse società l’Arcidiocesi di Urbino, Urbania
In merito alla riduzione del nu- dei Piceni. Tutte attività» conclu-
«Sicuramente, tuttavia non è straniere di restauro come Arca- e Sant’Angelo in Vado e molti
mero di parlamentari, che po- de Baratin «che ora hanno trova-
stata immediata la comprensio- nes di Parigi. Inoltre una dozzi- comuni della provincia. Ma sia-
trebbe portare a un’assenza di to forma editoriale nella Collana
ne che una simile scuola non na di nostri giovani restauratori mo stati anche protagonisti nel-
rappresentanza per l’entroterra “Didattica e Ricerca – Quaderni
avrebbe potuto trovare colloca- sono entrati come funzionari la salvaguardia delle opere nel-
e per il Montefeltro nelle due Ca- della Scuola di Conservazione e
zione migliore di una città patri- vincitori di concorso in Soprin- le aree terremotate prima
mere, dalla prossima legislatu- Restauro“ edita da Gangemi e
monio dell’Unesco. Fortunata- tendenze, Pinacoteche, Musei dell’Abruzzo e poi delle Marche,
ra, Londei e Cangini sostengo- che tratta la formazione per la
mente in questi ultimi anni c’è in tutto il territorio nazionale. Al- nella gestione del primo Deposi- salvaguardia del nostro patrimo-
no che «bisognerà fare in modo stato un grosso sforzo della go- tro risultato importante, le scuo- to autorizzato dal Ministero ad nio artistico quale memoria sto-
che nella stesura definitiva del vernance a riconoscere il valore le create in Tunisia nel 2014 e in Amandola dove si è sviluppata rica del nostro paese, espressio-
provvedimento non si segua so- aggiunto di un corso così spe- Libano nel 2017, paesi con im- un’attività di restauro con work- ne importante della società e
lo il criterio del numero abitanti, cialistico in rapporto con il terri- portanti patrimoni culturali da shop periodici che hanno coin- dei mutamenti contemporanei
ma anche quello delle aree stori- torio e con la cosiddetta Terza salvaguardare ma scarsa cultu- volto giovani laureati con borse e valore aggiunto per la crescita
che, soprattutto quelle colloca- missione». ra del restauro, grazie a progetti di studio ad hoc. Inoltre i restau- della nostra economia».
te in montagna e collina». Le maggiori soddisfazioni? finanziati anche dall’UE e crean- ri di tre opere di Giovanni Santi Tiziano V. Mancini
© RIPRODUZIONE RISERVATA «Prima di tutto aver dato a più di do una collaborazione con l’Ate- per la mostra del 2019, la colla- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Potrebbero piacerti anche