Sei sulla pagina 1di 13

AFGHANISTAN

a cura di Amelotti Federica, Rivabene Gaia e Cecilia Mazza


Introduzione
• L’Afghanistan è un Paese dell’Asia centrale, senza sbocchi sul mare. A causa
del suo isolamento politico è uno dei Paesi meno studiti del mondo.
• Con la sua nuova Costituzione ora il Paese prende il nome di
“Repubblica Islamica dell’Afghanistan”.
• L’Afghanistan non conosce un periodo di pace duratura dagli anni ’70 del
1900. Una permanente guerra civile che coinvolge da decenni tutto il
territorio si è sommata a occupazioni straniere, prima dell’ex Unione
Sovietica (1979) poi di un contingente di forze guidato dagli USA (2001)
• Confini:
Nord Turkmenistan,
Uzbekistan,
Tagikistan;
Est  Pakistan;
Sud  Pakistan;
Ovest Iran.

• Superficie: 652 864 km²


• Abitanti: 33 332 025
• Capitale: Kabul
Morfologia
• territorio prevalentemente
motuoso, dominato dalla
catena montuosa dell’Hindu
Kush che che taglia in due il
Paese: verso nord-est il
sistema si salda con i
massicci de Pamir e del
Karakorum, mentre a sud-
est si congiunge con i monti
Sulayman.

• Verso nord-ovest i rilievi


degradano nella pianura
attraversata dal fiume Amu
Darya, mentre verso sud
lasciano spazio ad una zona
prevalentemente desertica.
Clima
• Inverni rigidi e estati torride;

• Durante l’inverno la temperatura può scendere fino a -15°C, e questo è il


periodo più piovoso dell’anno;

• l’estate è caratterizzata da un clima caldo e secco (causato dal clima di


tipo continentale);

• il territorio, arido e brullo, è dominato dalla steppa, sfruttata come


pascolo;

• le ridotte aree forestali sono limitate ai versanti meridionali delle catene


montuose delle catene montuose ungo il confine pakistano, che
beneficiano dell’influsso monsonico.
Mezzi di trasporto
• Posto al crocevia centrale asiatico il
paese non ha mai avuto ferrovie. Il
fatto è emblematico, dato che tutti i
paesi confinanti con l'Afghanistan
ne hanno; tale fatto ha costituito un
problema più che un vantaggio

• Tutti i paesi confinanti hanno fatto


forti pressioni affinché fosse
adottata una estensione del loro
scartamento nel paese, costituendo
tale fatto una evidente testa di
ponte privilegiata, utilizzabile per il
condizionamento economico del
paese, e per favorire i loro
commerci.
Politica afghana

• 25 gennaio 2004 l’afghanistan diventa una repubblica islamica


presidenziale;
• il presidente è eletto a suffragio con mandato di cinque anni;
• il parlamento è eletto a suffragio universale (alle donne è riservato
¼ dei seggi);
• la corte suprema è formata da nove giudici;
• in Afghanistan è ancora in vigore la pena di morte;
• i soldati dell’esercito nazionale afghano hanno l’obbligo di prestare
servizio per quattro anni;
Popolazione
• L’Afghanistan È una terra d’incontro millenaria fra
diverse popolazioni dove tutt’ora coabitano popoli
di origine iranica, turca e indiana.

• Le lingue ufficiali sono due e riflettono i due


gruppi etnici prevalenti: il dari (gruppo persiano) e
il pashtu (gruppo pashtun).

• L’Afghanistan è diviso a livello amministrativo in


34 province a cui capo di ognuna si trova un
governatore nominato dal Ministro degli Interni e
che rappresenta il governo centrale. L’unica
eccezione a questo sistema riguarda la capitale,
Kabul, dove è eletto un sindaco direttamente dal
presidente della Repubblica.

• Le province sono a loro volta suddivise in distretti.

• La religione maggioritaria è l’Islam (99% dei


cittadini), sunniti (80-89% della popolazione
totale); sciiti (7-15%); atei (restante 1%).
La guerra in afghanistan
La guerra in Afghanistan, iniziata il 7 ottobre 2001, ha visto l'avvio
delle ostilità con l'invasione del territorio controllato dai talebani
da parte di gruppi afghani dell’Alleanza del Nord.
• La guerra è iniziata con lo scopo di distruggere al-Qāʿida e di
catturare o uccidere Osama bin Laden, negando
all'organizzazione terroristica la possibilità di circolare
liberamente all'interno dell'Afghanistan.
• A dieci anni dall'invasione, il 2 maggio 2011, le forze
statunitensi hanno condotto un'incursione ad Abbottabad, in
Pakistan, uccidendo il leader di al-Qāʿida.
• Nel 2003, la guerra in Afghanistan ha perso priorità tra gli
obiettivi dell'amministrazione americana, riacquistandola solo
a partire del 2009 sotto l'amministrazione Obama.
• La guerra è in corso ancora oggi.
• Il sistema di istruzione convenzionale ha sofferto
enormemente a seguito degli eventi di guerra, e di conflitti
civili, ed è attualmente in attiva ricostruzione. Il tasso di
alfabetizzazione è del 28% (43% per gli uomini e 13% per le
donne).

Potrebbero piacerti anche