Sei sulla pagina 1di 85

CD incluso

(in itallano)

Contiene: Tecniche per Mani e Piedi

SEBIEI «PATTEANS"
I
quattro libri contenuti nelle serie "Patterrls" (schemi) sono stati
progettati per aiutare gU studenti a sviluppare una consapevolezza
del tipo di materiali usati aI momento sulla batteria neIl'esecuzione
moderna. In tutti i }ibri, verranno dati vari suggerimenti su come questi
materiali possono essere applicati alla batteria. Gli stud.enti si sentano
pure liberi di fare esperimenti con queste diverse possibilitàr, cosi con
Ie idee che possano venire in mente durante Ie esercitazioni.
È importante capire che i libri non sono in sequermae quindi possono
essere approfonditi in qualsiasi ordine. Ino1tre, non è necessario
completare un libro prima di iniziarne un altro. I vari arsiomenti
presentati possono essere approfonditi in qualsiasi ordine, a seconda
di come 1o studente vuole provare.
SGIITllltI BffntIGI E METRIGI - Questo libro è r:n esarne approfondito e
completo dei materiali ritmici e metrici, che includ.ono tempi composti,
poliritffii, metriche miste, modulazione metrica e simili.
SCIIEMI DI DITEGGTATIIBA (SITCIGNG) - Presenta un approccio nuo\ro
alla diteE§iatura, ponendo un'enfasi particolare sulla loro applicazione
sulla batteria. Include anche materiale di lavoro per colpi singoli
accentati, ed anche esercl.zt sull'uso d.ei colpi doppi.
SCHEIlltI DI FUNZIONAII/IIIIìITO DELTEMPO - Si focalizza sulle capacità
di funzionamento sia nel jazz che neI rock. GIi argomenti includono gli
ostinati sul piatto e fraseElsfio lineare, ed anche Ia coordinazione jazz
melodica ed. armonica.
SCHEIVII DI TECNICA - Contiene esercizi desigf,rati ad aiutare gU
studenti a sviluppare capacità, tecniche di base. Include una vasta
varietà di esercizi per Ie mani, ed anche per i piedi

CARISCH s.r.l.
VIA CAMPANIA , 12 - Zona lnd. Sesto Ulteriano
20098 S. GTULIANO MTLANESE (Mi)
Copyright O I9?8 by GC Music Licensed by
A.l1 Rigihts Reserved
Exclusive Worldwide Distribution by
our
Warner Bros. Publications Inc., Miami, FL 53014 n!!Nì
on line
_
a;-:;:;_i- '
ll
,: tt
ir
,-l:=1{r.l
_,r_.-È-=,..'
t
'
Recorded: Daisy Mae Studios, Boston MA
En6lineer: David Lee
\2"
WARNER BROS. PUBLICATIONS
rri<1|..giil
MixinEi: lAlalter SPencer, USA: 15800 N.W.
unrsw.carisch.com Deep Blue Sea, Los Angeles, CA 48th Avenue. Miami. FL33014 .^,
DEDICA
"A Carol e Bridgett, per aver sopportato per 20 anni
I'incessante "pestare", e per il loro sostegno."

TESTIMONIANZE
DAL MONDO DELLE PERCUSSIONI

David Beal (Joe Cocker, Julian Lennon)


"Gary non ti insegna come suonare, ti insegna come concettualizzare uno stile. ln un giorno, egli
ha cambiato la mia percezione di come suonare."

Joey Kramer (Aerosmith)


"Dopo aver suonato da solo per circa vent'anni, Gary Chatfee mi ha aiutato ad aprire alcune porte.
Ora suono con più divertimento, e maggiore sfida."

Mnnie Colaiuta (Frank Zappa, Sting)


'Gary ha un modo troppo forte di insegnare i poliritmi e l'indipendenza. Ti mostra come si svilup-
pano, e su cosa si basano. È tutto molto interessante, e pianificato in modo assai intelligente.'.

David Garibaldi (Tower of Power)


"Avendo avuto a che fare con il materiale di Gary per alcuni anni, sento che è molto in linea con la
direzione in cui il modo di suonare (a batteria) si sta evolvendo. I libri aprono parecchie porte, e sono
presentati in modo accessibile a tutti."

Steve Smith (Journey, Vital lnformation)


"l libri di Gary ti mettono di fronte a tutte le possibilità immaginabili per un batterista. Sono il veico-
lo ideale per la crescita come voce individuale nella musica."

Ed Thigpen (Jazz Great)


'Gary Chaffee non è solo un maestro con la batteria, ma anche come insegnante. Ogni batterista
che si rispetti dovrebbe possedere questi libri...
I libro siJlle diteggiature offre possibilità illimitate. È stimolante al massimo per la creatività

Jonathan Mover (Joe Satriani)


"Ogni volta che apro i libri di Gary scopro idee semprè nuove ed innovative da aggiungere al mio voca-
bolario tecnico ed espressivo. Questi materiali sono proprio per chi vuole suonare seriamente ad
ogni livello."
I1\TI}ICE

MruAODUZIONE 4
ESEBCI:T;I SUL GONTROLTO DELTE DITA a a a a a a.a a a a a a a a t a a a a 5
Esercizi su dita singole 6
Combinazione delle dita B
Combinazione fulcro/dita I
ESENCI;?i, DI NESISTENIZA 10
Per colpi singoli .. ........ ...... ...... .II
Per colpi doppi ...... .......... 15

ESEBGIiT;I CON COITPI §INGOLI - DOPPI ........................... ...... L4


Esercizio ritmico di base ...... ............ ........ .. 15
Esercizi con ritmi misti ................. ................. 16
Ritmi ascendenti/discendenti .. . ... .. ... .. . ... .... ..... . ... e I
Esercizi che uttlttzzano la suddivisione parziale 22
ESENCI;Zil GON NOTE II/II'TTIPI,E ..... ..... 24
T?e note per mano ...... 25
Quattro note per mano 27
Cinque note per mano 29
Sei note per mano 50
Sette not'e per mano ...... ...... ........... 51
Otto note per mano 32
GOMBnt[AZrO§r Illt,,.ANr-PrEDr ..... ......... 33
Esercizi di base in sedicesimi . 34
Combinazione di fiEfure in sed.icesimi ........... ......... 40
Esercizi con trentaduesimi ................. ... ... .. ..... . ............... 4L
Esempi in sedicesimi con 1'uso delLe acciaceature (flams) 42
Esercizi di base con Ie terzine ..... ............... 43
Combinazioni di terzine ...... ...... ..... 46
FiSfurazioni di terzine con sedicesimi .. ... ..... ......... 47
Figlrazioni di terzine con acciaccature (flams) .......... ........... 48
Combinazioni mani-piedi in ritmi combinati (doppi) 49
Combinazioni mani-piedi in ritmi eombinati (singoli) ..... . 50
51
52
Movimenti dei colpi ..... ...... 55
Accenti .... ...... ............ 56
Proeedura di pratica ...... ... .. ........ ........ 56
'Esercizi base con i sedicesimi 5Y
Costruire frasi più Iun$he ........ 7L
Cicli di diteggiature in sedicesimi ...... 74
Esercizi di base con terzine 7B
Cicli di diteggiature con terzine
@as{ù§6§@
sss€t§6s
{bstttrùs{b
r0tttt6s§
rt§ttcco
ètttatot
r§cttùtt
tatttt§t
ttrttrù§
tttttect
IilNTBOT'TTzilONE

I materiali eontenuti in questo libro sono desiEfi:.ati per aiutare gfli


studenti a sviluppare un'alta capacltà, tecnica con Ie mani e i piedi.
Vi sono sezioni su1 controllo delle dita, colpi singoli - mischiati a colpi
doppi, combinazioni tra Ie mani e i piedi, gnrppi di note multiple
(tre o più per mano), od anche un esame attento alle frasi diteggiate
sia con i sedicesimi che Ie terzine.

Gli eserctzl preliminari per le dita e quelli di resistenza dowebbero


essere esegfuiti per primi. Le sezioni rimanenti possono essere studiate
in qualsiasi ordine, a seconda dei bisogni individuali dello studente.
La maggior parte degli esempi sotto forma di brevi esercizi devono
essere ripetuti varie vo1te. Quando inizialmente si lavora su un dato
esercizio, usate un tempo moderato. Una volta divenuti familiari con
i materiali usati, potete aumentare la veloeità,.
Come regola §fenerale, d.oweste cercare di suonare questi eser cLZi
nel modo piu rilassato possibile. Cercate di mantenere iI corpo
rilassato e a vostro &So, anche quando lavorerete in situazioni
estreme.

Buona fortun&, o divertitevi!


&§s&&s
&&&&§B
s&@6§&
§§@g§g
s&rb§6§
ESEN CIAI §UL COI\ITBOI*IO I}ET.LE DITA
Gli esercizi che se§fuono trattano deII'uso delle dita e sono divisi
ln tre gnrppi. Il primo gruppo \ruo1e sviluppare forza in ciascun dito.
I1 seeondo gfuppo lavora sulle dita combinate, e iI terzo gfuppo
lavora su1 fulcro.

L'uso delle dita puÒ Sfiocare una parte molto importante nella
vostra tecnica manuale di insieme. La tecnlca ha valore sul controllo
di varie tematiche nei vari esercizi e materiali.

Nella magglor parte delle situazioni in cui si suona, le dita vengfono


usate insieme. Lo scopo di questi esercLzt è aiutarvi a sviluppare
1uLa chiara consapevolezza di ciascun dito indlviduale, cosi quando
li userete tutti insieffie, tutti vi aiuteranno.
Quando lavorate con questi materiali, vi sono alcuni punti
importanti da tenere a mente:

a. Cercate di mantenere Ia vostra posizione naturale


d.eIla mano quando suonate gli esercizi.

b. Quando lavorate su un singolo dito, siate eerti che


Ie altre dita siano completamente separate e non si
tocchino una con I'altra sulla bacchetta.

c. Cercate di acquisire iI feel nel suonare Ie note con


ciascun d.ito. se viene fatto comettamente, vi sarà,
un minimo di movimento di po1so.

5
GnrpBo A- Esercizisu Dita §ingole
Quegti esercizi mirano allo sviluppo della foxzain ciasflln dito.
Esercitatevi come se$ue:

a. Suonate eiascun esercizio con una mano, poi con l'altra.


Ripetete questa sequenza quattro volte!

b. Dopo aver fatto ciascun esercizio individualmente,


provate a combinarli in un esercizio unico.

c. Suonate dapprima con un tempo lento. Poi aumentatelo


mano a mano.

d. I numeri sotto Ie note indicano quali dita devono essere


usate. Ricordate di tenere Ie d.ita che non usate lontano
le une dalle altre e dalla bacchetta.
3 3 3 3 3 3 3333
4 4 4 4 4 4 4444 etc.
5 5 5 5 5 5 5555

33 3 3 3 3 333333
44 4 4 44444444 etc.
55 5 5 55555555

8.
3 3 333 3333 33333
4 4 444444444444 etc.
5 5 s5s55s555s5s

3333333333333333
4444444444444444 etc.
55555555555555s5

7
Gnrppo B - Gombinazioni Delle Dita
Questi esercizi mirano a combinare le d.ita in successione, dapprima
in €nrppi di quattro, poi tre, e infine due.
Suonate ciascun esercizio prima con una mano, poi con I'a1tra.
Ripetete questa sequerwa quattro volte per ciascun esercizio. Lavorate
su tutti e tre §fli esercuzr prima singolarmente, poi muovendovi
direttamente daII' uno all'altro senza pause.

R
GnrpBo G - Comhinazione Sulcro /Dita
In questi ese?cLz;L, iI fulcro viene usato anche per esegfuire alcune
delle note. CiÒ aiuteràr a sviluppare forza nelle dita coinvolte nel
fulcro e stabiliràr Ia differerLza neIl'usare iI fulcro, opposto alle dita.
Usate Ia stessa procedura de$Ii esercizi precedenti.
(Nota-f-fulcro)

ffffffffetc. 33333333eta.

ffffffffetc. 44444444etc.

ffffffffetc. 55555555 etc.

11.
ffffffff33333333 4444444455555555

-Lavorand.o su tutti questi esercizi, svilupperete un §pado di controllo


e flessibilità, basilari con Ie dita. Per continuare questo processo, si
suggerigce che I'esercitazione sulle dita (usando questi esercuzl o altri
simili), sia incorporata nella pratica quotidiana.

I
s&è6É6
s{bsa$s
GO6tt§
ttè$à§
s§ttse
E SEA CT?,.I I}I BE SI STENZA
L'esercizio se§Irente è desi$nato per aiutare a sviluppare forza e
resistertza con colpi singfoli alternati. L'esercizio è composto di sedici
frasi di una misura ciascun&, o dovrebbe essere eseguito come se§fue:
a. ripetete ciascuna misura 4 volte.

b. Quand.o andate da un esercizio all'a1tro, non fate pausa,


ma suonate il tutto di seguito.

c. Suonate I'intero eserctzio in ascendere, poi in discendere.


In altre parole, Iavorate dalla misura I aIla 16, poi in
direzione opposta (15, L4, I5, 12, ecc.), torrland.o
alf inizio.

In ascendere, ciaseuna misura avrà molte note in 52esimi. In


discendere, iI numero di S2esimi diminuiràr. Vi è insomma un picco
nel mezzq e poi Ie vostre mani possono gradualmente rilassarsi.
L'esercizto è piuttosto lunEfo, quindi non iniziatelo troppo veloeemente,
o non riuscirete mai a finirlo. Suggerisco di iniziare a lavorarci sopra
con un tempo moderato (circa 80 per semiminima). Una volta capito
bene l'esercizto, potete velocizzarlo.

Lavorate sempre con un metronomo, e cercate un buon suono delieato


e ug[aLe su tutti i coIpi. L'esercizio in sé è facile da memortzzare?
il che vi aiuterà, a coneentrarvi soprattutto sulle mani. Mantenete
sempre colpi singoli alternati in tutto l'esercizto. Ciò si€nifica che
nelle misure dispari (1 , 3,5, 7, ecc.), Ie mani cambieranno ad ogni
ripetizione. Nelle misure pari, comanderà sempre Ia stessa mano.

Dovreste esercitarvi iniziando l'esercizio con entrambe 1e mani.

ln
,/U"ercizi Di BesistenzaPer GolBi Singoli

rlrlrlrlrlrlrlrlr

8.
rlr rlrl rlrl

7.

11
V rtercizi Di Besistenza Per Gotpi Singoti (conrinua)

Y,\
/ *rercizio lli Resisten zaPer I Colpi Doppi
L'esercizio di base di resistenza può essere eseg[rito per incorporare
anche i colpi doppi. In questo caso, i sedlcesimi sararlno ancora suonati
come singoll, ffi& i S2esimi sararlno doppi.

rlrlrlrlrlrlrlrtl
I r I r I r I r I r I r I r I rr

etc.
r'I r I r I r I r I r I r I r r I I
I r I r I r 1 r I r I r I r I I rr

Esercizio Di BesistenzaPer il Bullo Orchestrale


Quand.o suonate l'eserclzuo di resistenza per il rul1o orchestrale,
sostituite un rimbalzo multiplo @uzz stroke) per i 62esirni.

rlrlrlrlrlrlrlrl
lrlrlrlrlrlrlrlr

etc.
rlrlrlrlrlrlrlrl
trlrlrlrlrlrlrlr

Tutti questi esercizi di resisterlza d.owebbero essere incorporati


nella vostra pratica quotidiana.

t3
&68ibrbo
6è€S{bs
§{bgstt
TAtStO
{bssStt
hl
YESEBGIZI GON COI,PO SINGOTO.COLPO DOPPIO
I segrenti esercizl usano colpi sin$oli e doppi in una varietà, di
situazioni ritmiche e metriche. Usate i segfuenti sugserimenti di pratica
quando vi esercitate:

a. Ripetete ciascuna linea 4 vo1te. Muovetevi quindl


aIla successiva senza fare pausa, e ripetete questo
proced.imento.

b. Lavorate dapprima eon un tempo moderato. Più tardi,


potete aumentare Ia velocitàr.

c. Ascoltate attentamente quando vi muovete da un ritmo


aI successivo. Siate certi che i cambi vengfano effettuati
accuratamente.

Nota - GU esercizi in questa sezione vemanno scritti come segJe:


Destra (o sinistra)
Sinistra (o destra)

Quando iniziate a lavorare su questi esercizi, suonate la linea in alto


con la mano destr&, o con Ia sinistra la linea inferiore. Poi, quando
ripetete l'operazione, scambiate Ie voci, cosi guiderete con la sinistra.

1A
Esercizio Bitmico Di Base
-/
n" I - Questo eser c:z:Lo usa colpi singoli e doppi in Sruppi
'/Use"cizio
ritmlci di note da due a otto. In ciascuna frase di due misure, 1&
prima di esse viene suonata con colpi singoli, mentre Ia seconda usa
colpi doppi. Ripetete ciasfl1rLa linea 4 volte.

15
'.i+rB
il!.s
i..irì
ttt!
,:]
It it=

riì

t:
;ì'

ri
l:j
'i

Eserc izi Gon Bitmi ltEisti ',. --

Esercizio n" a '


i'ii'
rit
..ii

':ii
.ì'
iit:
' 'iii
rrl
'i--j:i
i
::!:
:l_
:i'
:l
.t{
'i
ii
ì:-l
ìt
ìì
,:i:
,:.;

,i1

.i"{-

iiil
.:ti

'j:

i-
,,{;

§
u

i
.F
:lll
.§i
,.vrl

§ì

i
gf-
,fi
iÈ:
#t
:
:]

:_
i
s#i
F
Ei
i'
:

:
:

'È'
*
,F

Esercizio no S
6-
,x
'j
,}
i

l- i
I

E-
5
§

-:j

-t-
:
Esercinio n" 4

Esercizio no 5

17
Esercizi Gon Bitmi Misti (continua)

Esercizio n" 6

rr
.:s
:i:
. .riì

Ì-
t

,,'i.,,ii

;i.l

r
I

'!Ì-
ù

-T-
l

j,
4

Esercizio no ?

IQ
Esercizio n" I

Esercizio no 9

19
Ìiitìl
::t,rl$
':l:'r:ri
.'; iiÌi
,:l:il
-::.a

t:i:,j
'

, j:__
::i
:. j
t,

t:

Eser cizi Con Bitmi Misti (continua) ::I


.;:
i!ri
_

il
Esercizio n" lO ri
.r l

Ii i
:ll

397 '
'
:ii
'ìl:
:ii.--
'
, i;:,:
,):'i

ii
ì

,ìj.
.,.i
:i.
'!i
.Ì',.i
.rlii
,:,I

:t:

i_
i.ìì
i:ì
1;i

ll

:$
.:i.::
,;iii
'.1'-

ri
.i
rE-
§)
ì
:,

:,

.).i,

:i+ii
;,§

t-
.':i:
' lri

Esercizio no 1l .L
i
:i
:i

:F-
!
j

r
!ti

ii
ìi

g-
ì
.:
:1.

,.!:
:ii

,I
Bitmi Ascend,ent i / Discendenti
Esercizio no 18

33

Esercizio no LB
:i.:siìt'

riLlÉ
,::i;

:ti::,

'::,j
it:

!t:::i:J

Esercizi Gon Suddivisioni Parziati


Esercizio no 14

.ii

{.ii

Esercizio no 15

,!l
:1

.11

.tì

::.
,l

li
Esercizio n" 16

Esercizio n' L?
gà@ ss6 :r
al
$l
:i'lji

s{b§ sa§ li.:1Ì

§o{b ràtt
{bss {bos
TSttsa
ESEB CTZI CON IVOTE MIII,TIPTE ,:j-
,t.T'
.r
liii
l-

I segEenti esercLzt usano gruppi di note da 5 a B per ciascuna mano, ':''+


''!ir

e aiuteranno a sviluppare forza e resistenza. .


,i''§

il:.i
ri.{

,i:':

jil
;:ii
Ciascr:n esercizio è composto di 4 linee e dowebbe essere eseguito :;i i
.,.t: I
come se$re: .à

iii:
:liii

a. Ripetete ciascuna linea 4 voIte. Muovetevi direttamente ì.li


::l i
i
aIIa linea successiva, senza fare pausa né ripetizioni. tir
,+
.l'
Ì.É

:iilì:

§:--
- b. Lavorate dapprima con tempi moderati, quindi potete
-ir.ii .t

+i
i3"
,:li
i:ii I

aumentare la velocità. ,;::i


Lir
:;-ì
:§-r
.'*,i
il
c. Cercate di pensare a tutte Ie note che la mano suona
:
iir

.t.-i

come un'unica unità. Sforzatevi di rimanere rilassati i} ',|:;


1rì

ti:1

piu possibile. .**l


i:.ln
-ì'i
iil
:lì:

La notazione per questi esercizi sarà 1a stessa usata per iI preced.ente


,.ì:

materiale rigfuardante il colpo singolo - colpo doppio. Cercate sempre


.:Jiì
';ilì

di lavorare sull'esercizio iniziando prima con una ma,no, poi con ',:l

1'altra. -.iia:
.l''

::

,.i$
r:in'

::

li;rì

'r

::

','§l-'-
ii1'
ti

t:
I

24
Esercizi Gon Tre Note Per Mano
Esercizio no I

Esercizio no I

Z5
'rf:?ii

:j,.

,.:
i

i
.l

Esercizi Con Tre Note Per Utano (conrinua)

Esercizio no 5

Esercizio no 4

26
Esercizi Gon Quattro Note Per illlano
Esercizio no 5

Esercizio no 6
,]
.I
1

Esercizi Gon Quattro l[ote Per Mano (conrinua) :E-


l*r
I r:i
,,r:

Esercizio no ?
',,:'

'jr::-

ii§
É
,.n 'iii

,il-
iilii
,1:l
'*

Esercizio no I

,I--
lri
:li:
,ii:

,l'_--

.t.i
:"J
. :-:j

.;.

,,.i
ir.
.tì

iì:
.ti''

::.r

ìi

2R
Esercizi Gon Ginque Note Per Mano
Esercizio no I

Esercizio no 1O

?9
:E

,
4
::
::

1i

Esercizi Gon Sei Note Per llllano


Esercizio no 11

Esercizio no 18

un
EserciziGon Sette Note Per Mano
Esercizio no l5

Esercizio n' 14

31
Esercizi Gon Otto Note Per Mano
Elsercizio no l5

ri

;t

li

I
:.i;
,'I
:]i
r'j

Esercizio n' 16

v.o
§§&&§&
è&@&sts
€B§S&&
6€BBSè
ssۤ8{s
G OMBII\IAZIONI [fiJAnTI - PIEDI
I materiali contenuti in questa sezione sono desig:nati per aiutare
a sviluppare coordinazione e flessibilitrà, tra le due mani e Ia cassa.
Sono divisi in due parti, Ia prima con sedicesimi, Ia seconda
con terzine.

Ciascuna parte inizia con alcuni esercizi preliminari. Essi sararuÌo


poi segfuiti da eserctzL in cui i materiali sono allargati per includere
possibilità aggiuntive.

11 procedimento di pratica per questi esercizi è come se$re:

a. Ripetete ciascun esempio in un dato esercLzro 4 volte,


quind.i muovetevi all'esempio successivo senza pause né
ripetizioni e ripetete questa operazione.

b. Lavorate dapprima ad un tempo moderato, quindi


aumentate la velocità,.

c. Cercate di mantenere le voci nel modo più delicato ed


equilibrato possibile.

d. Siate certi che la cassa non è troppo alta di volume né


piu leggera rispetto aI ruIlante.

La nota,zlotte di base che è stata usata negh esercizi precedenti sarà,'


allargata per includere Ia cassa:

destra (o sinistra)
sinistra (o destra)
cassa

llrttigU eserctzl dovrebbero essere eseSfuiti prima partendo con la


destra, poi con Ia sinistra.

33
EserciziDi Base In Sedicesimi
r
$;;"nziono
§

!
.I
-$

\""r"izio no I

Esercizio no B

t
Esercizio no 4

Esercizio no §

Esercizio no 6

rzE.
<)<)
W,
. i5:
.*
..1.1
,l --
.7

'{
,{
,j] .i
}

:;_--
,$
J
ii
11
*

[-
Esercizi Di Base In Sed.icesimi (continua) ,*

Ilsercizio no ?

Esercizio no 8

Esercizio no I

,f

i*
:E

I
Esercizio no 1O

Esercizio no 11

Esercizio no l8

37
ffi
:'.q

,irÈ
..i.ai
I"iE
iiB:
' :1.!:

if
1.1?
.ìii
.,lx

'.§
,.§,
,,,Ì;
],{

',t
,l
,:{

Esercizi Di Base In Sedicesimi (continua)


'';L_
.t

i
t.i
,.1

il
ui

Esercizio no 18 ig-
$
§
,'

Esercizio n" 14

,tJ-
iil
. i'n
iit
rj
',)
,,):
;i;-

,:,lr:l

.!

Esercizio no 15
Esercizio n' L6

Esercizio no 17

Esercizio no 18

39
::§H
::tg
r.i."j
, j]L
ril
.t
,.*
.?
$
:t

.:$

ii
'E
i!

'il

Gombinazione Di figure In Sedicesimi


ì
4-
riì

Esercizio no I

,l
i-
§

I
*

Esercizio no I !;
n

È-
!{

Esercizio no 5

Esercizio no 4

Esercizio no 5

Esercizio no 6

:iÌ
,i
'

Ì-
Esercizi Gon Gombinadoni Mani-Piedi Gon Trentadtresimi
Esercizio no I

Esercizio no 3

Esercizio no S

Esercizio no 4

Esercizio n" 5

Esgrcizio no 6

4L
Esempi In §edicesimi Con t'Uso Delle Acciaccattrre (Flams)

Suonate h$ti Sli esempi dapprima usando acciaccature con Ia mano destra.
Poi, rifate g[i stessi esercizi usando acciaccature con Ia mano sinistra.

Esercizio no I

I
Ì
!

Elsercizio no I

Esercizio no 5

Esercizio no 4

Esercizio no 5

Esercizio no 6
1-
,i
i
,t

AD
EserciziDi Base Con te Terzine
Esercizio no I

Esercizio n" I

Esercizio no 5

Esercizio no 4

Esercizio no §

Esercizio no 6

Esèrcizio no 7

43
Esercizi Di Base Gon Le Terzine (conrinua)

Esercizio no 8

{
:
i
E
{

f

Esercizio no 9 È


+
*

'll§
ii

Esercizio n" 1O !_
§,
E

s
*
r*
.

:.
!

rt{
.:,§
Esercizio no 1l

Esercizio n" 18

Esercizio no l5

Esercizio n" 14
Esercizio no 15

Esercizio n" 16

Esercizio n" l?

Esercizio n" 18

Esercizio no 19

Esercizio n' 3O

Esercizio no ? I
::"5
,:1
.,:i
if

ri-
i
tn
:li

Gombinazioni Di Terzine .ri


il
.. l:

Esercizio no 28
f,j

i'

.t

Esercizio n" 28

Esercizio no P4

Esercizio no 85

Esercizio no 86

Esercizio n" 27

46
Fi§urazioni Di Terzine Gon Sedicesirni Doppi
Esercizio no I

Esercizio no I

Esercizio no 5

Esercizio no 4

Esercizio no 5

Esercizio no 6

47
Figurazioni Di Terzine Gon Acciaccature (Flams)
Suorrate tutti gli esempi dapprima usando acciaccature con Ia mano destra.
Poi, rifate g[i stessi esercizi usando acciaccahre con Ia mano sinistra.

Esercizio no I

T"
I
I

Esercizio no ? a-
I
,!
I
I

I
I
I
t_

,l
,l
:

Esercizio no U Ìl-
il
. :_l
,l -

'ri
.t

.l
i
Esercizio no 4
I

'ii.j

li

Esercizio no 5 :!
lt -
!

ii

'. I

.:-Ì -
:i i
r::
ili

Esercizio n" 6 t=- -

..
i
Gombinazioni Mani-Piedi In Ritmi Gornbinati
(Doppi)

Questi esercizi usano gluppi di due note t'ra Ie mani e i pied.i in una
sequenza ritmica ascendente.

49
Gombinazioni Mani-Piedi In Bitmi Misti
(Singoli)
In questo esercizio, ven§fono usati colpi sin§oli tra le mani e i pledi
in una sequenza ritmica ascendente.

RN
DI':[T!GGIATTIBE
I materiali contenufi in questa sezione finale di sch.emi tecnici trattano
delle dite5§iature. II proposito di questi materiali è quello di mostrare
come diteggiature diverse possono essere combinate e mischiate per
formare una varietà, di frasi nell'ordine {i ssdisegìmi e terzine.

tr sistema delle diteggiature che verrà, usato era già, stato introdotto
ne1 libro "schemi di diteg§iatura" (sticking patterns). GIi allievi che
hanno lavorato su questo libro saranno €ià, in confidenza con i
concetti di base e con i metodi clre sono usati e possono sfruttare
questo nuovo materiale per approfondire i1 loro studio.

Per coloro che non ha,nlo invece lavorato sull'aJtro libro, la


segtrente introduzione spiegherà i materiaJ.i di base e i procedimenti
usati. Quindi, dopo aver sompletato gU esercizi contenuti in questo
Iibro, potete tornare a "stickingl patterns" ed iniziare ad esplorare Ie
possibilità che venÉlono offerLe in quel libro.
.

51
'ffi
'.liÉi
.:;Ìj
,,:,.tr:

.:ii:t:
r.!*

"iti
i::1
ti,',
,.,.:
.:-r
.iÉ:
,.;G

',.
:1

Diteggiature Gomposte :,Ìj-

, .$
l
ii

Le 11 dite§§iature che sono comprese in questo sistema si chiamarlo :E-


anche "diteggiature combinate", poiché sono formate da combinazioni .,*
,E

di colpl sinsoli e doppi. Le diteggfiature sono divise in 5 €nrppi, basati 1..

sulla distribuzione dei sinsoli e dei doppi. Le dite$$iatr:re del gnrppo A ;:T
,s
'.f
hanno un sinEfolo, del g'nrppo B due, e cosi via. La lista seguente ii

indica le versioni d.elIa diteggiatura d.i base. (Nota: Ie lettere sotto Ie ,i

dite§gliature si riferiscono ai movimenti dei colpi, e verranno spiegate :i Ì


r. ll
ri
più tardi in questa introduzione).

5*,,
.ttt
JTI
rllr
I

lrr
FT.T

5=rrffiffi,
rllrrlrrll
lrrllrllrr rì

pTUT,-T,pTUTT ,Ì.i
rlr:!

'-r--
ii
::1
ì1

Trrr rllrrll t .1

lrrllrr
DTT.IUTT

Gruppo B (2 colpi sinÉloli)


4b
rlrrlrll
IrIIrIrr
DUTTDUTT

89
Gnrppo B (contjnua)

*
lllrr
DT.T'U-T-I
-

8b
rlrrllrrlrllrrll
lrllrrllrlrrltrr
pTTTT,UTrpr-T.TTUTT

Grtrppo C (5 colpi singoli)

*rr ffil
rlrll
lrlrr
F-TT-T.T

?c
rlrllrrlrlrrll
lrlrrllrlrllrr
FTDTUTTFTDTUTT

. Grtrppo D (4 co1Pi sinÉloli)

6d
rlrlrrlrlrll
lrlrllrlrlrr
E-fDU.T.IT.T!U-T-T
55
Gnrppo D (continua)

6a,, rlrtrrll '


lrlrllrr
F TD T T U T T È
,t
,t

Grtrppo E (5 colpi sin$oli)

?err rlrlrll ,

lrlrlrr
FTFTFTT
§&8@S&
§§§€&§
§&@&@@
&sè§s&
ss§@s€
Movirnenti Dei Golpi
Noterete che vi sono del1e lettere sotto le dite§lgiature. Queste
indicano i vari movjmenti dei colpi da usare. I quattro tipi di colpi
principali sono:

GOT,PO COIfiPT.,ETO (*)-l t col,Po rN crù (r)-l t


Inizia e finisce Inlzia in posizione
in posizione elevata. elevata e finisce
in posizione bassa.

GOT,PO rAP G)-l GOT,PO nV SU (U)-l


Inizia e finisce in Inizia in posizione
posizione bassa. bassa e finisee
in posizione elevata.

I colpi completo e in gtù sono usati per suonare gli accenti, mentre
i colpi in su e tap per le note non accentate.
I 4 movimenti dei colpi in questo sistema non fanno parte della
tecnica up-doltm, e sono designati per mostrare come le mani si
dovrebbero muovere nell'esecuzione di un dato schema. Quando
all'inizio lavorate su questa tecnica, tutte Ie note aecentate
dowebbero essere esegleite da una poslzione di, bacchetta a1ta, (circa
9O Sradi), e tutte Ie note non acaentate da una bassa posizione (circa
15 §3adi).Usando questa esageraztone, sarà., facile vedere e sentire i
vari movimenti mentre vengono eseguiti. Provate a muovervi da una
posizione di colpo aIla successiva velocemente e in mod.o pulito,
evitando tutti i movimenti non necessari. Gradualmente, mano a
mano che i movimenti diventano sempre più sicuri, potete praticare
in situazioni piu normali, e le differenze di alte zza tra le note
accentate e non accentate saranno piu lievi.

55
Éssssa r:ffi
'l-ffi:
,t -i
g{bsgss ,,rì*i
'ti§
.: .ì,=rÌ
,#
sosec$ r- ! l'Ìi
iilS

s{boàot r i1'i
.,:ì'i§
l:'}
i,l
--

grba§t{b .,js
'3
,1,'*
'f li
1l:*

Accenti .ii-{

..li_$
jrl

,il
.',.{,

Ciascr-rna delle diteggiature in questo sistema è stata mostrata con


:.:i,,È

,, :lt
;$
--
una versione specifica di accento. Questi non sono gU unici accenti ',, .
:i
.,,,.,,,Ii
.:'.' +

disponibili con questi schemi, piuttosto sono quelli base, . ,:§


i:''r:.. :n

,E
specialmente se vo§fliamo sentire più facilmente Ia ditesl§fiatura ,,1 :i

mentre viene usata. Perciò, essi verranno usati esclusivamente in ,..:


'.,
.'l r ir(
ii
i!

questa sezione. .:i


,1.:
,i:
t!
I -
lir
-
:,:l' ìi
;l
'lil

Possibilità di accento addizionali in relazione a queste dite§f§fiature .'t.t

si possono trovare nel libro "stickingf patterns". Inoltre, rtna volta i.*
:',;: ì
che inizierete ad applieare le diteggiature a diverse situazioni in cui ;l ':

suonate, vorrete usare altri accenti (che probabiLm.ente andranno r', :

bene ne1 tempo in cui vi trovate), o nessun accento (potrà essere


r:*
''!ii. :i
.ìl iì
,ii
ne1 caso di un assolo). Sentitevi liberi di sperimentare con queste ,ì
.tI
li ii
ì,

situazioni mano a mano che vi si presentano. ,ll


:t; i.-'.-
ti i;i
:ii È
Ii:
,:lì
I'l: '{I
.rl: i

rili i
Procedura Di Pratica -,.,
rii! §
,lì
I tìi i.ì
t-

f
:Li è
i ii il.

tti
La mag§ior parte degli esercizi di base in questa sezione sono it
;tj
1:.j
t.

ir,

composti di frasi di due misure. La prima misura di ciascun esempio i:


:i
i1

ii

usa Ia dite§f$iatura base che si accoppia meglio con il ritmo suonato iii. i
it
,1 !

(Per gli esempi con i sedicesimi, si usa Ia dite§giatura 4b, per Ie ìi


terzine, Ia ga). Nella seconda misura si presenta Ia frase di rìj :

diteggiatura, e di solito consiste in una combinazione di due o tre 'rìl


'
i:; ,-

jl
li ii

,*'
ì

Alcune frasi avranno più di una versione di ditegsiatura. (Per


esempio, uno potrebbe usare 5a, mentre un'altra comprende 5c).
In più, ciascuna frase awà, un numero d.i ordine diverso. In altre
parole, Ia sequerLza delle diteÉlsiature può essere variata.

Ttrtti gli esempi in un gluppo dowebbero essere affrontati eome se


fossero un'unità sin$ola. Suonate ciascun esercizio individualmente
fino a che Io awete imparato. Poi, muovetevi d.irettamente a quello
l
successivo senza pausa.

Lavorate dapprima ad un tempo moderato, facendo particolare


attenzione ai movimenti dei colpi usati. Mantenete gfli accenti ad alto
volumo, o a basso volume Ie note non accentate. Ciò vi farà sentlre
Ie diteggtature mentre vengono usate.

RA
Misto Di 6r G e 4
§equenza d.i 6-6-4

,: .s
r 6r,l6al4b

e 6blsD,l4b

§equenza di 6-4-6

6. gbl4bl6d

4 8al4D,l6b

Sequenza di 4-6-6

5. *blgD,l6a

6. 4t0l6ùlBb

57
Itflisto Di 5, 5 e 6
§equenza di 5-5-6

1. EelnelaD/

e 8cl§clea

Sequenza di 5-6-5

6.8el6D,lsa

q sclsblsc

Sequenza di 6-5-5

6. OD,fgqlse

6. $D,lilclBc

58
Misto Di 8, § e S
§equenza di 8-5-5

t Stolselga

à sidlBcl9ia

Sequenza di 8-g-§

8.$U,f&a/sa

4 salsalac

§equenza d.i 5-8-5

6. selSD,lga

6. Ecl8ùfsa

59
[/tisto Di 8, 5 e B (continua)

Sequenza di 5-B-8 ì*-

7. Selg,elSD,

8. Acl&al8,a

Sequenza di g-8-5

9. g,afgalsa

Lo.gal8dlsc

Sequenza di g-5--q

1r. salsalaa

L2. SafgclgA

AN
Misto Di 8r8, § e §
§equenza di 5-5-5-5

L selsal8ql8a

g g,alBelscl$c

Sequenza di 5-§-5-5

5. $a/Sal§alga

4,flcfBc/gal5a

Sequenza di g-5-5-5

S.gelsafgielaa

6.'.galaclsalSa

6I
Misto Di 5, 5, 5 e 5 (continua)

Sequenza di 5-g-5-g

Y. Aelsalgalfta I

8. Sclgal$cfua

Sequenza di 5-5-5-5
I
I

9. g,elsalilal$a
t

i
i

i
i

LO. galBcl$cl&a

Sequenza di 5-g-3-5

IL &al$elnaffl,a

Ie. 8c lnal$al$c

i-

62
Misto Di 4r 4r 5 e B
Vi è solo una combinazione non alternata di d.itegsiatura per Ia frase
4-4-5-6. In ciascun esempio, viene mostrata una sequenza diversa.

L ablaD,lsclsa

e. §Iol4D,l§elBc

5. salAcl4D,l4D,

+ aclssl$D,l*a

6. fi!,,lgelaclaD/

6.fiI,,l$cl§elaD

63
Misto Di 41 4r 5 e 5 (conrinua)

7. (la,lgel4alsc -r
I
i

I-
I
I
I

I
I
I

8. 0blucl4blBa -T--
.ii
l
I

T_
I
I

T_
I

9. Sal4r,lilel*A
r
I

I
I

T-
I
I
I

r I
i

Ecl$},lgal4b
I

ro.
T_
I
I
I

-i-
I
I

LL. sal4r,lqD,lac
rI
I

I
i
I

rI
I

,18;8cl4bl4.},lg,a

R4
Itflisto Di ?, § e 4
Sequenza di ?--6-4

L ?alsel$b
:

z tel$el4D.

8. ?clilcl$b

§equenza di 7-4-§

4.Te/$b/se

6. TeiÀD,lsa

6, lcl4blsc

65
lx.ffi
.,È
:ìi:l

---
ì

Misto Di 7 r 5 e 4 (continua) ì

Sequenza di 6-7-4
:

- ì

'1. sal?alaD,
I
i
I

.j-

g. gal?elgb

9. Bcl?cl4,to

Sequenza di 5-4-7

10. §al4alYa
I

,-
I

r[. sal4t,lle

L2. Bcl4bftc

AA
§equenza di 4-7-s

rg. 4b ftalse

14. 4b lZelsa

15. 4b lZclec

§equenza di 4-8-Y

16. 4b l$elVe

LY. §D,lflal?e

18. 4b l$clVc

67
iffi
"::i.,

tl/tisto Di 7r6 e g
Sequenza d,i ?-6-g

L ?el$t,lfie

2. ?efBbl$a

6. ?cl6ùl8a

Sequenza di ?-g-6

4. ?afgal6b

5. Telgalel0

6,7cfSel6d

68
Sequenza di 6-§-?

Y, SD,lilal?a

8. 6bfgel?e

g. 6ùl9l,qlvc

§equenza di 6-?-3

LO. gbf?af,g;a

rL Aolvelsa

7€.6;ilftc1§a

69
i irr'ii.ì

Misto IIi 7rG e 5 (continua)

Sequenza di g-6-7

L8. gel$bf?a

Lq sel6bl?e

16. $qlsùllc

Sequenza di g-?-6

16. gql?el$D,

L'1. geftel$D,

Lg.gficled

70
Gostrtrire Frasi rn sedicesimi più Lungfire
Tutti §lli esempi presentati fino a qui duravano una misura. Sarebbe
facile sviluppare frasi più articolate usando le stesse ditegfgfiature.
CiÒ che segUe sono esempi che indicano modi diversi in cui questo
può essere fatto.

Ilite§l§iature alternate - Io questi esempi, 1a diteggfiatura si alterna


naturalmente da una misura aIIa successiva.

1. 6bl6b l4b

e. Talgcf*a

5. gel?alsil

4 scl&dlsc
ri:n$

',,;rrl
',i

i
I

r
t
I

Sostittrzione - In questi esempi, una parte delle fillure è sostituita da I

un'a1tra per una parte della frase. I


I

:-
t
i

6. 6b / 6b / 4b divent a Ba/8a /8a /8a / 4b


t-

-r-
I

r I
I

6. 8b/4b/4b diventa 8a/6a/4b/4b


I
I
I

T_
I

l-
Bimpiazzo- fn questi esempi Ia frase piu lunga è formata pLazzand.o
figure della stessa grandezza vicine una aIle a1tre. r I

r I

7 . 7e /7e / 6d,/ 6d,/ga/8a


l-
:

B . 8a / 6a / 6a / 6a /8a / 8a / 8a / 8a e 6c / §c / 8c / 8c /sa / ga /ga / sa


Fraseg§io attraverso la linea - In questi esempi, la frase di base
impiega due misure per essere completa.

9. 6b / 4b / 4b / 6D,...4b / 4b / 4b

1 0. 4b / 4b /8a /ga / 4b,."4b / 8a /ga / 4b

11. 7a/ 8c /?a...iic / 4b / 4b

Continuate a provare con questi tipi di frasi più lunghe


da'soli.

73
ssossÈ :3{
,1j
.,7
il

s§so{bs Ì

f&6$oso
(ùs3tbte
€r0toto
GicH Di Diteggiahrre In Sedicesimi
I seguenti esempi indicano situazioni i:r cui una singlola diteggiatura
viene usata con dei sedicesimi costa,nti. Verranno mostrate due
versionl, la prima inizia,ndo con Ie dite5§iature e Ia seconda fiaendo
con Ia diteg§iatura.

Lavora,ndo su questi esempi, vi sono due puntl ÌmpoÉanti da tenere


a mente:

a. I1 numero delle note nella diteggiatura è 1o stesso del


numero dei movimenti che ci vorranno per completare
la diteg§iatura a qualsiasi ritmo.
b. II numero d.elIe note ne1 ritmo che state usando
ugEa€lierà iI numero di volte che suonate Ia dite$Éliatura.

Per esempio, quand.o suono una diteggiatura a cinque note in un


ambito di 4 note (sedicesimi), so che dovrò suonarci sopra 5
movimenti, e 1o suonerÒ 4 vo1te. Se suono una ditegsiatura di sette I

note nello stesso ambito di sedicesimi, ancora 1o suonerÒ 4 volte, ma


ora mi ci vorranno 7 movimenti. Una volta compresa questa formula,
sarete in Srado di suonare qualsiasi diteggiatura in qualsiasi ritmo e
saprete dove andrete a finire.

Questi esempi che segUono dimostrano Ie possibilità, per dlteggiature


d.a tre, cinque e sette note in un ambito di sedicesimi. Le parentesi
sopra1efi§|ureindicanoi1ritmomu1tip1osottinteSoattraversog1i
accenti.

"14
Giclo Di Diteggiahrra A Tre Note

4:3- r-4:3-
1. Cominciare
con 5a

4:3-
2. tr'inire
con 5a

Giclo Di Diteggiatura A Ginque Note

5. Gominciare
con 5a

4. Finire
con 5a

75
:iìitÉJ
'.-i!'i

Ciclo Di Dite$giatura A Ginque Note (conrinua)

4:5

5. Gorninciare
con §a I

6. Finire
con §a

-4:

Ciclo Di Dites§iatura A Sette Note

7. Gominciare
con 7a

8. Finire
con ?a

4:7

VR
9. Gominciare
con 7c

10. Finire
con ?c

I 1. Gominciare
con ?e
4:7

12. Einire
con ?e

7?
:il

Gombinazione Di 61 5e5
Sequenza di 6-g-g

L Bu,lselse

e sùl&el&e

§equenza di g-6-g

6. gal$D,l&a

4sel&U&e

Sequenza di U-g-6

5. gelseloD,

6.8af8ql6d

ryR
GombinazioneDise?
§equenza di §-7

L salTc

2" 8cl7a

8.Bcf7o

Sequenza di ?-5

4 7cl8a

6. ?a/8c

8. TelSG

79
CombinazioneDis e4
§equenza di 8-4

1. gD,làIo

e. gal4b

§equenza di 4-8

6.4D,lglc

4.fiD,lgd,

RN
Gombinazione Di 5, lL e §
Sequenza di §-4-g

t aal§afsa

2. Scf4D,lse

Sequenza di 5-g-4

6. Selgel4b

4.Bcfga/§}

Sequenza di g-5-4

5. galglelt1p,

6.gelsclfib

B1
I

Gombinazione Di 5, 4 e B (continua)

Sequenza di g-4-5

?. galfiblsa

8. gel4,D,lgc

Sequenza di 4-5-5

9. 4D,lflal&a

10. 4b lAclSa

§equenza di 4-5-5

11. 4},l&all§,a

le. 4b lsalac

82
Ciclo Di Terzine Sulte Diteggiature Di 4 e 8 Note

1. Con 4b ...

2. Gon 8b ...

5. Gon 8d....

3;8

8:3
{
I

Giclo Di Terzine Sulte Diteggiahrre Di § Note

4. Cominciare
con 5a

5. Finire
con 5a

6. Gominciare
con 5c

7. Finire
con 5c

84
Giclo Di Terzine $ulle Iliteggiattrre Di ? Note

B. Gorninciare
con 7a

9. Finire
con ?a

10. Gominciare
con ?c

I I. Finire
con 7c

18. Gominciare
con ?e

I5. Finire
con 7e

B5

Potrebbero piacerti anche