Sei sulla pagina 1di 2

Qual è la differenza tra saggio critico divulgativo e scientifico?

Il primo è orientato a dare più informazioni (si selezionano alcune); solitamente i canoni degli autori più
importanti, per poi cominciare a scrivere.

Importante è la temporalità  Che cosa ha scritto l’autore e quando?

Un altro punto fondamentale è la precisione e chiarezza sul tempo, affinché lo scrittore che scriverà subito
dopo, si possa confrontare.

Il secondo, invece, ha come obbiettivo LA RICERCA SCIENTIFICA.

ORIZZONTE D’ATTESA DEL LETTORE: si riferisce a quello che il lettore si aspetta di trovare appunto perché si
trova dentro un genere.

Es: in un racconto “horror”, il lettore si aspetta vicende con tema di crimini, episodi con descrizioni macabre
e tutto ciò che ne è concerne, solo perché il canone del genere è quello. Se, invece, non vengono
rappresentate quel tipo di scena o vicende e vengono rappresentate altre che vanno al di fuori del genere
(es. scene romantiche) l’orizzonte d’attesa del lettore viene DELUSO.

È fondamentale anche l’enunciato, che in base al contesto, ha significati e funzioni diverse. Ci permette,
quindi, di allargare prospettive diverse.

Errori:

STRUTTURE

- Forme di frase pseudoscissa: “Vediamo nel dettaglio quelle che sono le forme interessate dal
fenomeno”.
- Eccessivo uso di subordinazione e di gerundi in particolare (si vedranno esempi).
- Scarsa attenzione alla corretta punteggiatura: virgola tra soggetto e verbo; mancato uso dei due
punti davanti a spiegazioni e glosse; uso di virgole per agevolare la giustapposizione di frasi, al
posto di punti e virgola o addirittura di congiunzioni.

TESTUALITÀ

- Mancato controllo dell’uso degli anaforici e della loro corrispondenza all’antecedente a cui si
riferiscono.
- Mancata segnalazione dei capoversi. Viceversa, rientro a capo dopo ogni punto fermo.
- Eccessiva lunghezza dei periodi, che difettano di un nucleo informativo centrale.
- Scarso uso dei connettivi pragmatici: in primo luogo, inoltre, infine, in conclusione, tuttavia,
comunque, d’altra parte...
- Mancato rispetto della tipologia testuale: frequenti inserti espressivi o argomentativi entro un testo
di tipo espositivo o informativo. Evitare la retorica.

2. COME SCRIVERE (UN TESTO ARGOMENTATIVO) -> IMPORTANTE

1- Ricerca di definizioni

2- Ricerca della bibliografia necessaria e di posizioni pro e contro

3- Enunciazione della tesi e presentazione delle fonti


4- Ricerca dei dati dalle fonti e loro strutturazione in serie omogenee

5- Strutturazione del lavoro in capitoli (illustrazione delle novità presenti nel lavoro di ricerca)

6- Argomentazione: quali conferme, quali smentite rispetto all’opinion comune riguardo al tema

7- Conclusione

Potrebbero piacerti anche