Sei sulla pagina 1di 2

Speciale “sanità”

Innovazione
in Sanità a beneficio
del paziente
La diffusione delle tecnologie ICT è in costante
aumento in molteplici ambiti applicativi, per
migliorare l’efficienza dei processi ed erogare
ai cittadini servizi di qualità a costi sostenibili

Nel mondo della Sanità italiana, dove convivono casi di ne ed entità degli investimenti previsti, altri emergenti,
eccellenza e profonde sacche di arretratezza, la perva- come la gestione informatizzata dei farmaci, e altri an-
sività dell’ICT è in aumento costante in tutti i processi cora di importanza marginale, almeno nella percezione
chiave: dalle pratiche cliniche, all’assistenza ai cittadini- dei CIO, come la Business Intelligence.
utenti, fino all’amministrazione e controllo. Le Tecnolo- Dal punto di vista del paziente, è interessante nota-
gie dell’Informazione e della Comunicazione hanno or- re come l’utilizzo della tecnologia si stia rapidamente
mai dimostrato in numerose esperienze di rappresentare estendendo anche a servizi più prossimi al cittadino, per
lo strumento capace da un lato di rendere più efficienti migliorarne il livello attraverso una maggiore trasparenza
i processi di governo e di cambiamento delle strutture e una razionalizzazione dei processi e delle attività. Tra
sanitarie italiane, e dall’altro di supportare l’offerta di questi, in particolare, stanno registrando un crescente
servizi qualitativamente migliori ed economicamente più interesse i sistemi ICT a supporto del processo di ero-
sostenibili, un aspetto di cruciale importanza alla luce dei gazione del servizio, legati cioè alla prenotazione, al pro-
continui tagli di risorse da parte della Pubblica Ammini- cesso di accoglienza e indirizzamento dei flussi di utenza
strazione e dell’invecchiamneto della polopolazione. nella struttura sanitaria, al monitoraggio dei livelli di ser-
L’ICT rappresenta quindi una leva di rilevanza strate- vizio e dei tempi d’attesa e alla comunicazione digitale,
gica, in grado di attivare percorsi di innovazione sia a li- interattiva e/o informativa.
vello di singoli processi sia di sistema nel suo complesso. Ad avere un maggiore impatto c’è in primis la preno-
Da qui il proliferare degli ambiti di applicazione (si veda il tazione - caratterizzata da livelli di servizio che vengono
box), alcuni dei quali, come la Cartella Clinica Elettronica, spesso giudicati bassi dai pazienti - seguita dal paga-
risultano in rapida accelerazione in termini di diffusio- mento e ritiro dei referti, per i quali si possono ottenere

| 46 | www.ict4executive.it
Speciale “sanità”

La classificazione delle principali applicazioni secondo l’Osservatorio


ICT in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano
• Cartella Clinica Elettronica (CCE) – Fascicolo Sanitario standard o proprietarie, in modalità sincrona o asincrona.
Elettronico (FSE): con CCE si intende il sistema che • Servizi Digitali al Cittadino: sono i servizi realizzati dalla
fornisce un supporto alla gestione informatizzata, propria azienda sanitaria e rivolti al cittadino/paziente,
uniforme, aggiornata e integrata dei dati anagrafici, clinici erogati attraverso i canali digitali (sito web pubblico,
e sanitari del paziente lungo tutto il ciclo di assistenza Intranet aziendale, dispositivi mobile, ecc) con l’obiettivo
sanitaria all’interno dell’Azienda Ospedaliera o IRCCS. di migliorare la comunicazione, l’accesso alle informazioni
Con FSE si intende il fascicolo formato con riferimento e risorse sanitarie e la relazione col paziente (informazioni
a dati sanitari originati da diversi attori operanti in un sulla struttura sanitaria e i suoi servizi, accesso online
medesimo ambito territoriale (es. azienda sanitaria e ai propri dati e documenti clinico-sanitari, servizi
laboratorio clinico-privato operanti nella medesima multimediali, servizi SMS, prenotazione/annullamento/
regione o area vasta). pagamento online delle prestazioni, servizi di community
• Clinical Governance e gestione del rischio clinico: sono come chat, forum, blog, wiki, ecc).
applicazioni che supportano le decisioni in ambito • Sicurezza dei dati e delle informazioni: sono applicazioni
sanitario nel modo più sicuro (risk free) e trasparente che garantiscono la protezione dei dati informatici,
possibile, con l’obiettivo di migliorare la qualità dei impedendone l’accesso a personale non autorizzato
servizi offerti e di raggiungere e mantenere elevati e garantendone l’utilizzo anche in seguito a eventi
standard assistenziali (sistemi di supporto alla definizione catastrofici. Esempi di tali applicazioni possono essere
dei percorsi di diagnosi, sistemi per controlli di considerati: firewall, antivirus, antispam, server e data
appropriatezza, incident reporting, ecc). base ridondati, ecc.
• Conservazione sostitutiva: è un sistema di conservazione, • Sistemi di Business Intelligence: sono applicazioni
interno o in outsourcing, aderente alle normative vigenti, finalizzate a supportare l’azienda nei processi di
che riceve dalle applicazioni che li generano documenti rilevazione, analisi e valutazione di parametri legati
informatici che devono essere conservati, secondo quanto all’attività e ai risultati perseguiti;
stabilito dal Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD). • Sistemi ICT a supporto della continuità assistenziale: sono
• Firma Digitale: sottoscrizione dei documenti informatici, applicazioni ICT che rispondono alla finalità di creare
nativamente generati con strumenti digitali, con certificati un’integrazione tra l’Ospedale, i Servizi Distrettuali e i
emessi da CA (Autorità Certificativa) e riconosciuti dal Medici di famiglia, con il coinvolgimento dei Gruppi di
CNIPA (ora DigitPA). interesse della Comunità Locale.
• Gestione informatizzata dei farmaci: sono soluzioni ICT • Sistemi ICT a supporto del processo di erogazione del
a supporto dell’automazione del ciclo del farmaco nel servizio nella struttura sanitaria: sono soluzioni ICT a
contesto ospedaliero, includendo i processi che vanno supporto del processo di accoglienza e indirizzamento
dalla gestione della farmacia ospedaliera alle attività dei flussi di utenza nella struttura sanitaria, di
tipiche di reparto. monitoraggio dei livelli di servizio e dei tempi d’attesa
• Interoperabilità dei Sistemi Informativi: si intende la e di comunicazione digitale interattiva e/o informativa
possibilità per differenti sistemi di scambiare informazioni all’interno della struttura sanitaria rivolta agli utenti in
a differenti livelli (dati e documenti, logiche applicative, attesa dell’erogazione della prestazione (casse automatiche,
presentazione), utilizzando tecnologie di integrazione gestione elettronica delle code e delle priorità, ecc).

significativi benefici in termini di efficacia e innovazione. gli organismi regionali. Questo testimonia una sempre
Dalle analisi effettuate dall’Osservatorio ICT in Sanità maggiore presa di coscienza del valore e dei benefici
del Politecnico di Milano (www.osservatori.net), con il ottenibili, come ad esempio la maggior soddisfazione
contributo dell’ICT Institute del Politecnico di Milano e in dell’utenza, grazie anche alla riduzione dei tempi d’at-
collaborazione con Senaf/Exposanità, emerge che sono tesa, la migliore organizzazione interna dei flussi di la-
soprattutto le aziende del Sud e delle Isole, siano esse voro, la misurazione oggettiva del livello di servizio e il
ASL, Aziende Ospedaliere o Ospedali Privati che risul- miglioramento della comunicazione con il paziente nel
tano più indietro su questi aspetti e che perciò stanno momento dell’attesa. Le soluzioni ICT in questo ambito
investendo maggiormente. L’esigenza è molto sentita e consentono, infatti, di monitorare lo storico dei carichi
sono vari gli attori che spingono l’innovazione in questo di lavoro in diversi reparti e il livello di servizio erogato,
ambito: i Chief Information Officer, la Direzione Stra- per una migliore allocazione delle risorse interne che ri-
tegica, la Direzione Generale, la Direzione Sanitaria e duce i colli di bottiglia.

www.ict4executive.it | 47 |