Sei sulla pagina 1di 45

MUSCOLI

DEL TRONCO
I muscoli del tronco si dividono
in:
• Intrinseci: sono
completamente localizzati nel
torace (muscoli elevatori delle
coste, muscoli intercostali,
muscoli sottocostali, muscolo
trasverso del torace)
• Estrinseci: si estendono a parti
diverse del corpo (muscoli
toraco-appendicolari, muscoli
spino-appendicolari, muscoli
spino-costali, muscolo
diaframma)
Muscoli elevatori delle coste
Sono 12 paia di muscoli posti profondamente nel dorso, in vicinanza della
colonna vertebrale. Originano dalla 7 vertebra cervicale e dalle prime 11
vertebre toraciche e terminano alla costasottostante.

CONTRAENDOSIelevano le coste.
Sono muscoli inspiratori.
Muscoli intercostali
Sono 11 per lato e si distinguono in esterni, medi ed interni.
• Esterni: vanno dai tubercoli delle coste alle cartilagini costali; originano dal
margine inferiore della costa e si inseriscono al margine superiore di quella
sottostante; le fibre vanno dall’alto in basso e dal dietro inavanti.
• Medi: vanno dalla linea ascellare fino allo sterno, dal margine inferiore
della costa al margine superiore di quella sottostante.
• Interni: vanno dall’angolo costale allo sterno; le fibre vanno dall’alto in
basso e dall’avanti in dietro.

CONTRAENDOSIelevano e abbassano le coste (m. inspiratori edespiratori)


MUSCOLITORACO-APPENDICOLARI
Originano dalle coste e dallo sterno e raggiungono il cingolo toracico e
l’omero. Sono il muscolo grande pettorale, il muscolo piccolo pettorale, il
muscolo succlavio, il muscolo dentatoanteriore.

Muscolo grande pettorale


E’ situato anteriormente nel torace e forma gran parte della parete anteriore
del cavo ascellare. Origina dalla clavicola e dal margine dello sterno, i fasci
convergono in fuori e si inseriscono alla grande tuberosità dell’omero.

CONTRAENDOSIadduce e ruota all’interno il braccio; se prende punto fisso


all’omero, solleva il tronco.
Muscolo piccolo pettorale
E’ posto profondamente al
grande pettorale. Origina dalla 3,
4 e 5 costa, i tre fasci convergono
in alto e si inseriscono al
processo coracoideo della
scapola.

CONTRAENDOSI abbassa la spalla


e solleva le coste (muscolo
inspiratore).
Muscolo succlavio
Origina dalla prima costa e si inserisce sulla clavicola.
CONTRAENDOSI abbassa la clavicola.
Muscolo dentato anteriore
Si trova nella parte laterale del torace. Origina per mezzo di digitazioni dalle
prime 10 coste , circonda la parte laterale del torace e si inserisce sul
margine vertebrale della scapola, anteriormente.
CONTRAENDOSIeleva le coste (muscoloinspiratore).
MUSOCLI SPINO-APPENDICOLARI
Originano dalla colonna vertebrale e raggiungono le ossa del cingolo toracico
e l’omero. Sono il muscolo trapezio, il muscolo grande dorsale, il muscolo
romboide, il muscolo elevatore dellascapola.

Muscolo trapezio
Si trova nella regione nucale e nella parte dorsale del torace. Origina dall’osso
occipitale e dai processi spinosi della 7 vertebra cervicale e di tutte le
toraciche, i suoi fasci convergono verso la spalla e si inseriscono all’acromion
e alla spina della scapola.

CONTRAENDOSI eleva e adduce la spalla, estende la testa ruotandola verso il


lato opposto.
Muscolo grande dorsale
Si trova nella parte inferiore e
laterale del dorso e del torace.
Origina dai processi spinosi
delle ultime 6 vertebre
toraciche e dalle vertebre
lombari, i suoi fasci si portano
in alto verso la regione ascellare
e si inseriscono alla piccola
tuberosità. Forma la parete
posteriore del cavo ascellare.
CONTRAENDOSIadduce e ruota
all’interno l’omero.
Muscolo romboide
Origina dai processi spinosi
dell’ultima vertebra cervicale e le
prime 4 toraciche; i suoi fasci si
portano in basso e si inseriscono
sul margine vertebrale della
scapola. La parte superiore del
muscolo (muscolo piccolo
romboide) è di solito separata
dalla parte inferiore (muscolo
grande romboide) mediante un
sottile interstizio.

CONTRAENDOSI porta la scapola


medialmente.
Muscolo elevatore della scapola
Occupa la regione laterale e
posteriore del collo; origina dai
processi trasversi delle prime 4
vertebre cervicali e si in porta in
basso e fuori per inserirsi
all’angolo mediale della scapola.

CONTRAENDOSI solleva e sposta


medialmente la scapola
MUSCOLI SPINO-COSTALI
Sono muscoli larghi, sottili e quadrilateri, che occupano lo strato medio dei
muscoli del dorso. Sono il muscolo dentato posteriore superiore e il
muscolo dentato posteriore inferiore.

Muscolo dentato posteriore superiore


Origina dal legamento nucale e dai processi spinosi della 7 vertebra
cervicale e delle prime 3 toraciche; si porta lateralmente in basso e si
divide in 4 digitazioni che si inseriscono alle coste dalla 2 alla 5.

CONTRAENDOSIeleva le coste (muscoloinspiratorio)


Muscolo dentato posteriore
inferiore
Origina dai processi spinosi delle
ultime due vertebre toraciche e
delle prime due lombari e si divide
in 4 digitazioni che si inseriscono
alle ultima 4 coste.

CONTRAENDOSI abbassa le coste


(muscolo espiratorio)
Diaframma
E’ un muscolo impari, largo e appiattito che separa la cavità toracica da
quella addominale. Ha la forma di una cupola con convessità superiore.
Nella parte centrale si trova una parte tendinea chiamata centro tendineo
(frenico), che ha la forma di un trifoglio, con una fogliola anteriore, una
destra e una sinistra. Dal centro frenico si dipartono i fasci carnosi, che sono
i pilastri lombare, costale esternale.
I pilastri lombari sono tre e originano dalle vertebre lombari; il pilastro
costale origina dalle ultime 6 coste; il pilastro sternale origina dal processo
xifoideo dello sterno.

CONTRAENDOSI si abbassa ed eleva le coste; amplia la cavità toracica


(muscolo inspiratorio) e fa aumentare la pressione addominale.
Muscoli delle docce vertebrali
Costituiscono due masse carnose accolte nelle docce vertebrali, a lato
della linea rilevata formata dai processi spinosi. I muscoli delle docce
vertebrali sono in grande prevalenza formati da fascetti che decorrono
parallelamente o con leggera obliquità rispetto alla colonna vertebrale.

Nel piano superficiale: muscolo splenio della testa, muscolo splenio del
collo, muscolo sacrospinale.

Nel piano intermedio: muscolo trasverso spinale.

Nel piano profondo: muscoli interspinosi, muscoli intertrasversari,


muscoli suboccipitali.
Muscolo splenio della testa
Origina dai processi spinosi
dell’ultima vertebra cervicale e delle
prime due vertebre toraciche; i suoi
fasci si portano in alto e
lateralmente per inserirsi alla nuca
e sul processo mastoideo dell’osso
temporale. È ricoperto dai muscoli
sternocleidomastoideo, trapezio,
romboide e dentato posteriore
superiore.

CONTRAENDOSI estende la
testa.
Muscolo splenio del collo
Ha origine dai processi spinosi
della 3a, 4a, 5a e 6a vertebra
toracica e si dirige in alto e
lateralmente per inserirsi ai
processi trasversi delle prime tre
vertebre cervicali. Si trova
profondamente al muscolo
dentato posteriore superiore e
al muscolo romboide.

CONTRAENDOSI estende la
colonna.
MUSCOLI
DELL’ ADDOME
L’addome è la parte del tronco che si trova tra il torace e la pelvi. Manca di un
dispositivo scheletrico nelle sue pareti anteriori e laterali; dorsalmente lo
scheletro è dato dal rachide lombare. Le pareti dell’addome delimitano la
cavità addominale.

I muscoli dell’addome sono:


• Muscolo retto
• Muscolo piramidale
• Muscolo obliquo esterno
• Muscolo obliquo interno
• Muscolo trasverso
• Muscolo cremastere
• Muscolo quadrato deilombi
Muscolo retto dell’addome
Ha la forma di un grosso nastro situato ai lati della linea mediana. Origina
superiormente dalle ultime 3 cartilagini costali e dal processo xifoideo dello
sterno, si porta in basso e si inserisce con un grosso e robusto tendine sul
margine superiore del pube. Il ventre muscolare presenta in genere 4 iscrizioni
tendinee trasversali; il margine mediale è diviso da quello controlaterale per
mezzo della linea alba.

CONTRAENDOSI abbassa le coste (muscolo espiratorio), flette il torace sulla


pelvi e viceversa.
Muscolo obliquo esterno
dell’addome
Si trova nella parete anteriore e
laterale dell’addome. Ha la
forma quadrilatera; origina per
mezzo di digitazioni dalle ultime
8 coste che confluiscono in una
lamina che decorre in avanti,
medialmente e in basso e si
inserisce al pube.

CONTRAENDOSI abbassa le
coste (muscolo espiratorio),
flette il torace e lo ruota dal lato
opposto.
Muscolo obliquo interno
dell’addome
Si trova nella parete
anterolaterale, profondamente
all’obliquo esterno. Origina dalla
spina iliaca anteriore superiore, i
suoi fasci si portano in alto e si
inseriscono sulle ultime tre
cartilagini costali.

CONTRAENDOSI abbassa le coste


(muscolo espiratorio), flette il
torace e lo ruota dal proprio lato.
Muscolo trasverso
È posto profondamente al muscolo
obliquo interno.
Origina dalla faccia interna delle
ultime sei cartilagini costali, con
digitazioni che si alternano a quelle
del diaframma, dalla cresta iliaca e
dal legamento inguinale. I suoi fasci,
portandosi medialmente, continuano
inserendosi nella linea alba.

CONTRAENDOSI porta in dentro


le coste (m. espiratorio)
Muscolo quadrato dei
lombi
Si trova nella parete
addominale posteriore, tra
la cresta iliaca e l’ultima
costa.

CONTRAENDOSI
abbassa l’ultima costa.
MUSCOLI
DEL COLLO
Il collo è la prima parte del tronco e presenta uno scheletro assiale costituito
dal rachide cervicale. Anteriormente al rachide è presente un solo osso: è
l’osso ioide, che è un osso a forma di ferro di cavallo posto al di sotto della
mandibola, connesso con le strutture del collo (mandibola, cartilagine
tiroidea della laringe, osso temporale, sterno, clavicola e scapola) per mezzo
di legamenti e muscoli.
I muscoli del collo sono distinti in:
• Posteriori: strato profondo (muscoli delle docce vertebrali e muscoli
suboccipitali) e strato superficiale (muscoli spino-appendicolari)
• Anteriori: comprendono i muscoli sopraioidei (muscolo digastrico,
muscolo stiloideo, muscolo miloioideo, muscolo genioioideo), i muscoli
sottoioidei (muscolo sternoioideo, muscolo omoioideo, muscolo
sternotiroideo, muscolo tiroioideo) e i muscoliprevertebrali
• Laterali: comprendono il muscolo platisma, il muscolo
sternocleidomastoideo e i muscoliscaleni
MUSCOLISOPRAIOIDEI

Muscolo digastrico
È formato da due ventri: il
posteriore origina dal processo
mastoideo dell’osso temporale, si
continua con un tendine
intermedio che si inserisce
sull’osso ioide e da qui parte il
ventre anteriore che si inserisce
sulla mandibola.

CONTRAENDOSIinnalza l’osso
ioide e abbassa la mandibola
Muscolo miloioideo
Èuna lamina quadrilatera che
origina dalla mandibola e si
inserisce all’osso ioide. I due
muscoli partecipano alla
costituzione del pavimento
della cavità buccale.

CONTRAENDOSI sposta in
alto e in avanti l’osso ioide e
solleva la lingua, cooperando
nella deglutizione
MUSCOLI SOTTOIOIDEI
Muscolo sternoioideo
Èun muscolo nastriforme che origina dallo sterno
e si inserisce all’osso ioide.

CONTRAENDOSIabbassa l’osso ioide

Muscolo omoioideo
È un muscolo digastrico, con due ventri: il ventre
inferiore origina dalla scapola, si continua con un
tendine intermedio da cui origina il ventre
superiore che si inserisce sull’osso ioide.

CONTRAENDOSIabbassa l’osso ioide


MUSCOLILATERALI

Muscolo platisma
Fa parte dei muscoli mimici.
Origina dalla clavicola e dalla
seconda costa e i suoi fasci si
dirigono in alto e medialmente per
inserirsi alla cute della
commessura labiale e alla faccia
esterna della mandibola.

CONTRAENDOSI tende la cute del


collo e abbassa la mandibola
Muscolo sternocleidomastoideo
Si trova nella parte antero-laterale
del collo e presenta due capi di
origine:
• Il capo sternale, che origina
dalla parte alta dello sterno
• Il capo clavicolare, che
origina dalla clavicola
I due capi si fondono in un unico
ventre muscolare che va ad
inserirsi sul processo mastoideo
dell’osso temporale.
CONTRAENDOSI flette e inclina
lateralmente la testa, facendola
ruotare dal lato opposto
Muscoli scaleni
Si distinguono in:
• Scaleno anteriore: origina dai processi
trasversi delle vertebre cervicali (dalla 3
alla 6) e si inserisce alla prima costa
• Scaleno medio: origina dai processi
trasversi di tutte le vertebre cervicali
(tranne l’atlante) e si inserisce sulla
prima costa
• Scaleno posteriore: origina dai processi
trasversi delle vertebre cervicali (dalla 4
alla 6) e si inserisce sulla seconda costa
CONTRAENDOSI elevano le prime coste
(muscoli inspiratori) e inclinano
lateralmente la colonna cervicale

Potrebbero piacerti anche