Sei sulla pagina 1di 2

24 Lunedì 26 Luglio 2010

C O N TA B I L I TÀ
Una pronuncia della Cassazione sugli effetti che la pubblicità sul R.i. ha sulle società

L’impresa cancellata si estingue


I creditori potranno agire solo verso i soci o i liquidatori
Pagine a cura risprudenza costante aveva
DI FRANCO CORNAGGIA sostenuto che l’atto formale
Estinzione della società e sorte dei debiti residui
E NORBERTO VILLA di cancellazione di una socie-

V
tà dal registro delle impre-
ia libera alla cancella- Art. 2495 codice civile se, non potesse determinare
zione dal registro im- Comma 1: Approvato il bilancio finale di liquidazione, i liquidatori devono chiedere la cancella- l’estinzione della stessa nel
prese della società in- zione della società dal registro delle imprese. caso i cui non fossero esau-
debitata. Dopo questo Comma 2: Ferma restando l’estinzione della società, dopo la cancellazione i creditori sociali riti tutti i rapporti giuridici
momento la società è estinta non soddisfatti possono far valere i loro crediti nei confronti dei soci, fino alla concorrenza delle a essa facenti capo a seguito
e non può più rispondere delle somme da questi riscosse in base al bilancio finale di liquidazione, e nei confronti dei liquidatori, della procedura di liquidazio-
sue precedenti obbligazioni. se il mancato pagamento è dipeso da colpa di questi. La domanda, se proposta entro un anno ne, ovvero non fossero definite
La sentenza delle sezioni dalla cancellazione, può essere notificata presso l’ultima sede della società. tutte le controversie giudizia-
unite della Corte di cassazione Con al riforma del diritto societario è introdotto allìinizio del comma 2 la rie in corso con i terzi.
n. 4062 del 22 febbraio 2010 ha La previsione Ma dopo la riforma anche
locuzione “ferma restando l’estinzione della società”
confermato che le società sia la giurisprudenza ha iniziato
Con ciò si è ricosciuto la valenza costitutiva della cancella zione della so-
di capitali (ma anche quelle a mostrare un orientamen-
Il significato cietà. Dopo tale atto la società cessa di esistere inidpendentemnte dall’esi-
di persone) si estinguono con to differente in aderenza al
la cancellazione dal registro stenza di rapporti giuridici pregressi nuovo testo dell’art. 2495 del
delle imprese. Il tutto discende La cancellazione è possibile anche in rpesenza di debiti (espressi o meno nel codice civile che prevede che
dall’articolo 2495, comma 2 del Operativamente bilancio finale) e tale situazione nopn è di ostacolo alla cessazione formale la cancellazione dal registro
Codice, il quale prevede che re- e sostanziale della società delle imprese produce l’effet-
sta «ferma... la estinzione del- Dopo la cancellazione i creditori possono far valere le loro ragioni: nei con- to costitutivo dell’estinzione
la società dopo la cancellazio- fronti dei soci m solo fino alla concorrenza delle somme da questi riscosse irreversibile della società an-
ne». Norma che consente alla Conseguenza 1 che in presenza di rapporti
in base al bilancio finale di liquidazione nei confronti dei liquidatori, se il
suprema corte di affermare mancato pagamento è dipeso da colpa di questi. non definiti.
che la cancellazione determi- D’altra parte l’interven-
Conseguenza 2 Tali considerazioni valgono nei confronti di tutti i c redfitori, fisco compreso
na l’estinzione della persona to delle sezioni unite è stato
giuridica con decorrenza dalla Con riguardo ai debiti tributari occorre però considerare anche quanto preceduto e sollecitato proprio
L’erario
formalità della pubblicità nel previsto dalla’rt. 36 del Dpr 602/73 che offre una ulteriore tutela all’erario da due ordinanze delle sezioni
registro delle imprese: «per le semplici (Cass. Sez. 3ª, 9 aprile
società di persone sia l’iscri- 2009 n. 8665 e sez. 1ª, 15 set-
zione che l’estinzione hanno tembre 2009 n. 19804).
natura dichiarativa ma, ana-
logamente alle società di ca-
Principio valido a partire dal 2004 Nell’assumere la posizione
descritta le sezioni unite ri-
pitali, l’estinzione comporta la L’estinzione della società anche in presenza Chiaramente la pari- ccordano anche
perdita della capacità e della di rapporti giuridici ancora pendenti con- ficazione tra le due ccome prima del-
legittimazione». segue anche alle cancellazioni intervenute forme societarie lla riforma del
Come si è detto punto di par- prima della riforma societaria, ma solo a non porta a conclu- ddiritto societario
tenza è l’articolo 2495, comma partire dal 1° gennaio 2004. Questo il se- sioni identiche. Ciò lla Corte costi-
condo punto rilevante chia- in quanto permane ttuzionale (sen-
rrito dalle sezioni unite. la differente posi- ttenza n. 319 del
LLa decisione oltre a sottoli- zione dei soci «ca- 221 luglio 2000)
nneare che l’effettivo estin- pitalisti» rispetto a aaveva rilevato
ttivo della cancellazione quelli «personali». ccome la lettura
((sia per le società di per- Questi ultimi hanno ddelle norme su-
ssone che per le società di un regime proprio ggli effetti della
ccapitali) non è da mettere di responsabilità ppubblicità della
in discussione, precisa che che vede tra l’altro cancellazione
ttale regola è applicabile a porre a tutela dei delle società
ppartire da quando è entrata creditori il loro pa- comportasse
in vigore la riforma del di- trimonio personale, uuna chiara di-
rritto societario, ovvero dal situazione che per- ssparità di trat-
11° gennaio 2004. mane anche dopo la tamento tra
SSi è già visto che la regola estinzione della so- iimprese indi-
ccontenuta nell’art. 2495, cietà. Quindi il cre- vviduali e im-
ccomma 2 è mutata con ef- ditore della società pprese colletti-
ffetto dal 1° gennaio 2004, personale anche vve ai fini della
e secondo la Corte la novi- dopo la sua estin- dichiarazione
ttà ha natura innovativa e zione ha titolo di ddi fallimento,
nnon interpretativa. Da qui potersi rivalere sui in quanto per
lla necessaria conseguen- soci illimitatamen- ll’imprenditore
zza della sua applicabilità te responsabili (i soci di società in nome persona fisica la stessa era
e decorrenza solamente a collettivo e gli accomandatari di società in consentita entro un anno dal-
ppartire dal 2004. accomandita semplice), mentre gli effetti la cancellazione mentre per le
UUn ulteriore spunto conte- già indicati con riguardo ai soci di società imprese collettive, rimaneva
nnuto nella sentenza riguar- di capitali si avranno con riguardo ai soci sempre incerto il momento
dda l’applicazione del più accomandanti delle società in accomandita della loro fine o estinzione, da
vvolte citato art. 2495 anche semplice. cui far decorrere il termine di
aalle società di persone. © Riproduzione riservata un anno entro cui poteva es-
sere dichiarato il loro stato di
insolvenza.
2 del codice civile il quale pre- con esposti debiti nei confronti Il creditore potrà notificare l’insolvenza si è manifestata Anche in forza di tale spunto
vede che la cancellazione del- di terzi. le proprie pretese presso l’ul- anteriormente alla medesima la riforma ha allora modificato
la società di capitali produce Da qui occorre poi indicare tima sede della società, se la o entro l’anno successivo. il comma 2 già richiamato con
l’estinzione dell’ente anche in quali siano i diritti dei credi- domanda viene proposta entro Il primo e decisivo prin- l’inserimento in esso dell’in-
presenza di debiti non pagati e tori. un anno dalla cancellazione e cipio statuito dalla Cassa- ciso preliminare (e decisivo)
di rapporti ancora pendenti. Gli stessi infatti (conside- potrà in ogni caso chiedere il zione è quello che statuisce «ferma restando l’estinzione
In sostanza ciò consente rata l’estinzione dell’ente) po- fallimento della società con- che l’effetto estintivo della della società».
la cancellazione con effetto tranno agire solo nei confronti siderando che l’articolo 50 cancellazione è indifferente © Riproduzione riservata
formale e sostanziale pur in dei soci, ma limitatamente alle della legge fallimentare pre- dall’esistenza o meno di rap-
presenza di rapporti debitori: somme da questi percepite in vede che gli imprenditori in- porti giuridici ancora penden- Altri articoli sul sito
è possibile (per il caso delle sede di bilancio finale di liqui- dividuali o collettivi possono ti. Decisivo per giungere a ciò www.italiaoggi.it/
società di capitali) ottenere la dazione, ovvero dei liquidatori, essere dichiarati falliti entro sono state le novità introdotte
cancellazione presentando un ove il mancato pagamento sia un anno dalla cancellazione dalla riforma del diritto socie- registro+spa
bilancio finale di liquidazione dipeso da costoro. dal registro delle imprese, se tario. In precedenza una giu-
C O N TA B I L I TÀ Lunedì 26 Luglio 2010 25

L’
estinzione della socie-
tà chiude la strada al Recupero somme, finanziaria ancora iscritta nel
passivo.

stop anche al fisco


recupero delle somme Inoltre il medesimo articolo
da parte del fisco. La prevede che i soci sono respon-
sentenza delle sezioni unite fa sabili per il pagamento dei de-
sentire i suoi effetti nei confron- biti per le imposte sui redditi
ti di tutti i creditori sociali non della società, nei limiti delle
soddisfatti tra cui non di rado è somme di denaro o degli altri
presente anche il fisco (e/o il con- beni sociali ricevuti in asse-
cessionario della riscossione). gnazione durante il periodo di
Ciò comporta la necessità che liquidazione, o nei due periodi di
i debiti di tale natura debbano
Possibile iter per il recupero somme imposta precedenti alla messa
avere come controparte (dopo in liquidazione.
l’estinzione) non più la socie- Fase 1 Il fisco accerta una società avanzando una pretesa in tema di imposte dirette Si noti che tale previsione
tà, ma con i limiti sopra visti i Per evitare conseguenza tenta di notificare l’avviso prima della cancellazione della si aggiunge a quanto previsto
Fase 2
soci o il liquidatore. Tanto che società e di riscuotere le somme dall’articolo 2495 lasciando
in caso di cancellazione (e per- Se il tentativo non dovesse andare a buon fine e intervenisse la cancellazione della aperte due strade per il recu-
tanto estinzione intervenuta) Fase 3 società il tentativo di recupero potrebbe rivolgersi verso soci o verso i liquidatori con pero dei crediti erariali. In re-
un eventuale atto impositivo la notifica di uno (per ognuno) nuovo avviso di accertamento altà le due previsioni non sono
notificato alla stessa è da rite- sovrapponibili in quanto quella
nere illegittimo o meglio anco- Fase 4 I destinatari del nuovo avviso di accertamento possono esercitare i loro diritti alla difesa del dpr 602 consente di aggre-
ra inesistente (in conseguenza Nel caso di notifica nei confronti della società dopo la cessazione ricevuta dal liquidatore si può dire non solo le somme erogate
dell’inesistenza della notifica). ipotizzare un ricorso presentato dallo stesso per far accertare l’inesistenza dell’atto ai soci in base al bilancio finale
Con riguardo ai limiti entro cui di liquidazione ma i valori ri-
i soggetti personali possono rite- cevuti negli ultimi due periodi
nersi responsabili dei debiti so- tributari. Il meccanismo nei confronti tabile più che corretto in sede d’imposta precedenti alla messa
ciali, la previsione di cui all’art. In tal caso la giurisprudenza del liquidatore deve essere at- di stesura del bilancio finale di in liquidazione.
2495 deve coordinarsi con quan- ha riconosciuto valevole l’ordi- tivato mediante un ordinario liquidazione seguendo le indica- Nonostante le differenze però
to previsto dall’art. 36 del dpr nario termine di prescrizione avviso di accertamento con le zioni contenuto nell’Oic5: deve la sentenza delle sezioni unite
602 del 1973. decennale. I presupposti per caratteristiche (rectius: pos- iscrivere il debito tra le passività ha importanza anche con ri-
Secondo la stessa (in primo l’applicazione di tale regola sibilità difensive proprie del dello stato patrimoniale e conte- guardo a questo aspetto. L’art.
luogo) i liquidatori dei soggetti non è solo il mancato pagamen- soggetto accertato) ordinarie di stualmente iscrivere nell’attivo 36 regolamenta una responsabi-
Ires che non pagano le imposte to delle imposte ma al contra- tale atto. Non è invece legittima uno specifico deposito vincolato lità dipendente dei soci da quel-
con le attività della liquidazio- rio: deve sussistere il mancato l’iscrizione a ruolo e la notifica di pari importo; con specifico ri- la della società, e pertanto dopo
ne, rispondono in proprio del pagamento di imposte dirette; della cartella di pagamento a ca- ferimento alla posizione dei cre- l’estinzione dell’ente collettivo il
pagamento delle imposte dovute devono sussistere attività della rico del liquidatore, in assenza diti e debiti tributari si potran- Fisco per ottenere il soddisfaci-
per il periodo della liquidazione liquidazione; si sono soddisfatti di un precedente avviso di ac- no adottare specifiche soluzioni mento dei suoi crediti non può
e per quelle anteriori se soddi- crediti di ordine inferiore a quel- certamento. e cioè: nel caso di debito verso rivolgersi alla società ma deve
sfano crediti di ordine inferiore li tributari o si sono assegnati Nel caso di esistenza di posi- l’Erario si apposterà nell’attivo farlo direttamente verso i soci e
a quelli tributari o assegnano beni a soci o associati senza zioni debitorie (per sua tutela) una voce di deposito specifico di i liquidatori quali «eredi» della
beni a soci o associati senza aver prima soddisfatto i crediti il liquidatore dovrà (tra l’altro) importo pari all’esposizione de- società.
aver prima soddisfatto i crediti tributari. tenere un comportamento con- bitoria verso l’amministrazione © Riproduzione riservata

Necessario un avviso di accertamento bis


L’intreccio tra l’articolo 2495 del Quindi è ipotizzabile una si-
codice civile e l’art. 36 del dpr tuazione di questo tipo:
602 ha importanti conseguenze - è notificato un avviso di accer-
anche ai fini procedurali. tamento alla società;
Il caso è quello di una società - l’erario tenta di escutere que-
cassata nei cui confronti l’erario sto prima della cancellazione dal
vanta un credito. Registro delle imprese;
In questo caso il recupero po- - nel caso in cui il tentativo non
trebbe passare dalla notifica andasse a buon fine l’accerta-
di un avviso di accertamento ai mento già notificato non dovreb-
soci, nel limite di quanto tali be avere rilevanza nei confronti
soggetti hanno riscosso in base dei soci considerate che si trat-
al bilancio finale. Non parrebbe tava di un atto riferito a un sog-
in questo caso sufficiente la no- getto diverso e indipendente;
tifica di una cartella di pagamen- - i soci potranno essere destina-
to nei confronti dei soci, ma si tari di un nuovo avviso di accer-
preferisce ritenere la necessità tamento ad hoc e potranno co-
dell’emissione di un nuovo avvi- munque contestare nel merito la
so di accertamento indirizzato ai pretesa impositiva.
soci anche perché lo stesso art. Un ulteriore caso da affrontare
36 del dpr 602 del 1973 prevede che i soci pos- (che non sembrerebbe trovare una soluzione
sono essere chiamati a rispondere dei debiti esplicita legislative) è il seguente.
societari (con i limiti ivi stabiliti) ma anche L’ipotesi è quella in cui sia notificato un avviso
che tale responsabilità debba esser fatta valere di accertamento alla società dopo la sua estin-
«con atto motivato». zione nelle mani dell’ex liquidatore.
Da notare inoltre che ogni socio risponde In tale ipotesi le due soluzioni sono le seguen-
per l’intero nei confronti del Fisco, se ha ti. La prima che comporta una totale indiffe-
ricevuto somme capienti a sopportare il de- renza verso questo atto da ritenere invalido
bito fiscale. (o meglio inesistente) in quanto relative a un
In aggiunta il recupero potrebbe passare dalla soggetto estinto.
notifica al liquidatore di un avviso di accerta- La seconda che può apparire maggiormente pru-
mento, solo se si prova che c’è stata sua colpa denziale che cerchi di far dichiarare dal giudice
(le possibilità non sono alternative ma percor- tale inesistenza. Ma qui si pone il problema di
ribili entrambi). chi sia il potere di presentare e formare il ricor-
In presenza di una società liquidata e cassata so. Infatti sembra che l’ex liquidatore non ab-
la stessa non può essere destinataria dell’avvi- bia più tale potere essendo ormai venuto meno
so di accertamento, e nel caso in cui lo stesso (estinta) la società un tempo da lui rappresen-
sia notificato al socio (per conto della società) tata. Nonostante le perplessità forse (caute-
lo stesso non è tenuto a impugnarlo per conto lativamente) si potrebbe ipotizzare un potere
di questa, facendo valere la carenza di legit- di rappresentanza limitato dell’ex liquidatore
timazione passiva in capo alla società ormai che in tal modo recupererebbe la possibilità di
estinta. contro battere all’avviso di accertamento con
Le difese ordinarie sono invece chiaramente la finalità di far accertare dal giudice tributario
ammesse nel caso di avviso di accertamento che l’inesistenza dello stesso e pertanto la decaden-
dovesse chiamare in causa il socio in prima per- za della pretesa dell’erario.
sona ai sensi dell’art. 36. © Riproduzione riservata

Potrebbero piacerti anche