Sei sulla pagina 1di 22

Fuori dal giro

anno di produzione: 2001


durata: 14’50’’
genere: commedia
regia: Marcello Cotugno e Dario Iacobelli
sceneggiatura: Dario Iacobelli
fotografia: Italo Pesce Delfino
montaggio: Carmine Pastore
interpreti: Valerio Aprea, Alessia Barela, Giorgio Colangeli,
Massimo de Matteo
rassegne: Cortolazio, 2001: premio per la miglior sceneggiatura;
La Cittadella del Corto, 2001: premio per la miglior regia e premio
del pubblico

Un uomo, in volontario isolamento sull’isola di Ponza, s’innamora. Ma dal suo


passato riemerge un misterioso personaggio che rischia di spezzare il corso
della sua nuova vita.

Cinema italiano Fuori dal giro


5
1 Introduzione

1a Mario Farina è il protagonista del film. In basso ci sono 5 notizie


giornalistiche che lo riguardano. Attenzione: purtroppo i testi sono stati
danneggiati. Devi completarli.

Mario Farina è introvabile!


ttratto
L’imprenditore, dopo aver so
lla società,
ingenti somme dalle casse de
e. Chiusa
ha fatto perdere le sue tracc
manifestano
la sua azienda, 60 lavoratori
ncelli,
da dieci giorni davanti ai ca
chiedendo interventi da Stato ale
norm
Mario Farina è introvabile!
e Regione per riprendere la
attività produttiva . Da ormai alcune settimane no
n
si hanno più notizie di Farin
a.
Negli ultimi giorni è emerso
un
ritratto ben più complesso de
l
giovane impiegato del ministe
ro,
che finora non ha trovato
smentite. Pare che, in realtà
, il
Farina fosse un infiltrato ne
lla
criminalità organizzata. Si
attendono conferme delle
clamorose indiscrezioni.

6 Cinema italiano Fuori dal giro


Mario Far
ina è intro
vabile!
Il pluriomicida
sembra svanito
nulla. Già con
dannato all’erg nel
Farina è evaso ast
in pieno giorn olo, il
ad alcuni com o
pagni di cella. insieme
hanno ancora No
tutti i dettagli n si
modalità della cir
incredibile fug ca le
comunque ape a.
rta un’inchiest È stata
dividuare even a
tuali responsa per in-
bilità.

ile!
Mario Farina è introvab
ità le
Hanno suscitato incredul stampa
alla
dichiarazioni rilasciate
Il campione
dal ciclista Mario Farina. aveva già
ità
nell’ultimo anno di attiv lasciare
e di
manifestato l’intenzion
spiegabile
il mondo del ciclismo. In bandono
ab
appare il suo improvviso ssuno sa
ne
della corsa. Al momento
dove sia.
Mario Farina è
introvabile!
Si era sempre auto
de
“interprete della re finito un
al
Dopo anni di scan tà nuda e cruda”.
dalose performance
sul grande scherm
o,
era dedicato insiem Mario Farina si
e
calabrese al recupe a un sacerdote
ro dei
tossicodipendenti
.
Ora è misteriosam
ente scomparso.
Voci dicono abbia
scelto la castità
in convento.

Cinema italiano Fuori dal giro


7
1b �1 Controlla il lavoro svolto nell’attività 1a con i testi in basso. Completa
i titoli di ogni notizia inserendo le 5 frasi della lista al posto giusto. Poi
guarda 2 volte l'estratto e indica qual è secondo te la notizia che riguarda
effettivamente il protagonista del film.
1. il discusso attore porno che ha deciso di cambiare vita,
2. il killer spietato ricercato da giorni dalla polizia,
3. il giovane campione che ha deciso improvvisamente di ritirarsi,
4. il giovane manager che ha fatto fallire la sua società,
5. il presunto informatore della polizia inseguito dalla mafia,

Mario Farina, è introvabile!


L’imprenditore, dopo aver sottratto ingenti somme dalle casse della
società, ha fatto perdere le sue tracce. Chiusa la sua azienda, 60 lavoratori
manifestano da dieci giorni davanti ai cancelli, chiedendo interventi da
Stato e Regione per riprendere la normale attività produttiva.

Mario Farina, è introvabile!


Da alcune settimane ormai non si hanno più notizie di Farina. Negli ultimi
giorni è emerso un ritratto ben più complesso del giovane impiegato del
ministero, che finora non ha trovato smentite. Pare che, in realtà, il Farina
si fosse infiltrato nella criminalità organizzata. Si attendono conferme delle
clamorose indiscrezioni.

Mario Farina, è introvabile!


Il pluriomicida sembra svanito nel nulla. Già condannato all’ergastolo, il
Farina è evaso in pieno giorno insieme ad alcuni compagni di cella. Non si
hanno ancora tutti i dettagli circa le modalità della incredibile fuga. È stata
comunque aperta un’inchiesta per individuare eventuali responsabilità.

Mario Farina, è introvabile!


Hanno suscitato incredulità le dichiarazioni rilasciate alla stampa dal
ciclista Mario Farina. Il campione nell’ultimo anno di attività aveva già
manifestato l’intenzione di lasciare il mondo del ciclismo. Inspiegabile
appare il suo improvviso abbandono della corsa. Al momento nessuno sa
dove sia.

Mario Farina, è introvabile!


Si era sempre autodefinito un “interprete della realtà nuda e cruda”. Dopo
anni di scandalose performance sul grande schermo, Mario Farina si era
dedicato insieme a un sacerdote calabrese al recupero dei tossicodipendenti.
Ora è misteriosamente scomparso. Voci dicono abbia scelto la castità in
convento.

Solo per la classe 1 Parla


Mario Farina oggi incontra un giornalista per concedergli in esclusiva
un’intervista. L’insegnante ti assegnerà un ruolo.

8
Le istruzioni per l’insegnante sono a pag. 66.
Cinema italiano Fuori dal giro
2 Guarda il film
�2 Mettiti comodo, chiudi il libro e guarda il film.
2a Catena, Mario e Chiara si siedono sul divano a guardare la televisione. Come
proseguirà il film?

Il telegiornale diffonde l’identikit di Mario Farina; Chiara lo denuncia alla


polizia, che arresta lui e il suo complice Catena.
Chiara distrugge il televisore: non vuole sapere niente del passato di Farina.
Manda via Catena e fa l’amore con Mario.
Mario decide di restare con Chiara e di non tornare alla sua vecchia vita.

2b �3 Ora guarda il finale del film.


3 Comprensione
Nella tabella ci sono 6 informazioni sul film che sono state tagliate
e separate. Collega le parti contrassegnate da un numero con quelle
contrassegnate da una lettera.

1. Mario dice a Catena che, fra i a. A quelli che pensano che basti un bel
tanti, c’è un importante motivo fisico per diventare dei veri leader.
per cui non ha alcuna intenzione Non tenendo conto che invece sono
di tornare a correre: la sua nuova necessarie ben altre caratteristiche
relazione con Chiara. per essere vincenti: il coraggio e
l’intelligenza.
2. Catena, senza tanti giri di parole, b. Catena ne racconta peraltro la vicen-
viene subito al punto spiegando da e offre alcuni dettagli su di lui e
i motivi che lo hanno portato a sulla sua rovinosa caduta.
Ponza.
3. Catena avverte Mario che proba- c. Non si trova lì per una visita di cor-
bilmente i capi non accetteranno tesia, bensì con una precisa missio-
un suo no. Gli ricorda anche che ne: cercare di convincerlo a correre
volendo, loro potrebbero tentare nuovamente per loro.
un colpo di mano e venire a pren-
derlo sull’isola.
4. Mario fa un accenno a un altro d. Lei però, sentendo quelle parole,
ciclista piuttosto famoso, un certo chiede di restare fuori dai loro di-
Hernandez, di cui aveva sentito scorsi. Questo perché ancora non ha
parlare molto bene, ma che pare ben compreso ciò di cui loro parlano.
sia stato alquanto deludente. Anzi, in realtà teme che facciano
parte di un’organizzazione criminale.
5. Catena, parlando con un certo e. Mario non si lascia intimorire da
rammarico del loro ambiente, fa quel tipo di discorsi: il suo rifiuto di
riferimento a molti dei colleghi tornare a correre è categorico.
giovani di Mario.

Cinema italiano Fuori dal giro


9
4 Lessico
Nella lista ci sono alcuni aggettivi tratti dal film. Inseriscili accanto al
sinonimo corrispondente e trova per ogni aggettivo anche il contrario.

attuale autentico bizzarro corretto educato emozionante


fondamentale imponente certo totale usuale vicino

sinonimi contrari

civile/ arcaico
completo/ banale
determinato/ deprimente
eccitante/ distante
giusto/ falso
grande/ incerto
importante/ inconsueto
moderno/ maleducato
prossimo/ minuscolo
solito/ parziale
strano/ sbagliato
vero/ trascurabile

5 Grammatica

5a Leggi questa frase estratta dal film:

“E non voglio più che si tocchi l’argomento”.

Secondo te, il tipo di costruzione evidenziata in questa frase significa:

1. non voglio che tu parli più di questa cosa


(= il soggetto della subordinata è definito)
2. non voglio che nessuno in generale parli più di questa cosa
(= il soggetto della subordinata è indefinito)

10 Cinema italiano Fuori dal giro


5b Leggi il dialogo tra Biagio e Catena: le
strutture sottolineate sono usate in italiano
per non indicare un soggetto in particolare;
inseriscile nella tabella.

Barista Vestito in questo modo, sopra Le


Forna, potevate andare giusto da
Farina.
Catena ’Nnaccia1…
Barista A Mario ogni persona lo conosce. Pare (1) che qualcuno lo odi, che
qualcuno [lo] guardi (2) storto. Ma chilla è ‘a diffidenza2. Un’isola è
un’isola, e se uno viene (3) qua a spendere a luglio e agosto, non ci
sono problemi. Se al contrario ci si viene (4) così… proprio perché ha
fatto… proprio perché ha fatto…
Catena Come ti chiami?
Barista Biagio. Mi chiamo Biagio.
Catena Ma comunque è uguale da tutte le parti Biagio, eh! Tu lo sai il nord,
quello che viene visto (5) in televisione, no, sembrano tutti civili,
moderni… perché… parlano bene italiano. Be’, quello è esattamente
uguale. E è così in ogni posto, Biagio.
Barista Ma sa’ che vu’ fa’3? Ma mo4 t’accompagno io da Mario.

forma numero
a. forma passiva del verbo

b. pronome indefinito che indica una singola persona + verbo alla


3a persona singolare
c. verbo impersonale

d. pronome locativo + pronome impersonale + verbo alla 3a


persona singolare
e. pronome indefinito che indica una quantità indeterminata +
verbo alla 3a persona singolare

1 ‘Nnaccia: accidenti (nei dialetti campani).


2 chilla è ‘a diffidenza: quella è la diffidenza (dialetto ponzese).
3 Ma sa’ che vu’ fa’?: ma sai che facciamo? (dialetto ponzese).

11
4 mo: adesso (in alcuni dialetti centromeridionali).

Cinema italiano Fuori dal giro


6 Lessico
�4 Il testo del dialogo dell’attività 5b è differente rispetto all’originale. Qui
sotto trovi la versione originale. Guarda più volte l'estratto e durante la visione
scrivi i sinonimi o le forme equivalenti effettivamente usati nel dialogo.

Barista Vestito , sopra Le Forna, potevate andare


da Farina.
Catena ’Nnaccia…
Biagio A Mario
. Qualcuno lo odia, qualcuno lo guarda storto. Ma
chilla è a’ diffidenza. Un’isola è un’isola, e se viene
qua a spendere a luglio e agosto,
. Se
viene qua... così… proprio perché ha fatto…
proprio perché ha fatto…
Catena Come ti chiami?
Barista Biagio. Mi chiamo Biagio.
Catena Ma è uguale Biagio, eh! Tu
lo sai il nord? Quello che in
televisione, no? Sembrano tutti civili, moderni… perché… parlano
bene italiano. Be’, quello è
. E è così Biagio.
Barista Ma sa’ che vu’ fa’? Ma mo t’accompagno io da Mario.

info
Isole e arcipelaghi italiani
L’Italia ha 2 grandi isole, la Sicilia e la Sardegna, celebri per le loro
bellezze naturalistiche, ma anche per la loro storia e le tradizioni
culturali. Il paese vanta anche molte isole minori, alcune delle quali di
particolare interesse naturalistico o storico.
Gran parte delle isole minori è raccolta in arcipelaghi. Ecco i principali:
- l’arcipelago toscano, che comprende l’Isola d’Elba;
- le isole Pontine o Ponziane, al largo delle coste laziali;
- le isole Flegree, al largo del golfo di Napoli (sebbene non ne facciano
parte in senso stretto, non vanno dimenticate le isole di Capri e Ischia);
- attorno alla Sicilia, le Isole Eolie o Lipari (un arcipelago di origine
vulcanica posto a nord della costa siciliana), le Isole Egadi (al
largo della costa occidentale della Sicilia, fra Marsala e Trapani),
e le Isole Pelagie, tra la Tunisia e la Sicilia;
- l’arcipelago della Maddalena, situato a nord-est della Sardegna;
- le isole Tremiti, a nord del Gargano, in Puglia.

12 Cinema italiano Fuori dal giro


7 Scrivi
Chiara è improvvisamente scomparsa. Mario, dopo qualche giorno, riceve una
sua e-mail in cui la ragazza gli rivela un segreto.
Scegli uno dei segreti della lista e in base alla scelta, scrivi l’e-mail di Chiara
e la risposta di Mario. Quando hai finito rileggile e controlla: l’uso dei modi e
dei tempi verbali; la concordanza articolo/nome/aggettivo; l’uso corretto dei
pronomi relativi e delle preposizioni.

1. Lei ha scoperto che per Mario il ciclismo è solo un’attività di copertura,


dietro la quale c’è un “giro” criminale, di cui lui e Catena sono i capi.
2. Lei è una ragazza squillo pagata dal team ciclistico di Mario per tenerlo sotto
controllo.
3. Lei è sposata e ha un figlio, e suo marito l’ha ricattata per farla tornare a
casa.
4. Uno dei suoi sogni si è avverato: è stata selezionata per partecipare a un
reality show. E sapendo che lui odia questo tipo di programmi, non ha avuto
il coraggio di dirgli che ha accettato la proposta.

8 Grammatica
Completa il dialogo coniugando i verbi.

Telecronista 1 La crisi della Celestone 2 (essere) ormai un


dato di fatto. Nonostante le individualità quello che (venire)
a mancare è il lavoro di gregari che (sapere) fare il loro
mestiere. Ed ecco che i belgi ne (approfittare) .
Telecronista 2 E anche l’episodio di Hernandez di ieri, bisogna dire… va
rivalutato secondo quelle che… no?
Telecronista 1 Assolutamente. La caduta di Hernandez, poi, (finire)
in pratica di compromettere la situazione.
Se (esserci) ancora un Coletti di più, un Farina, non
(andare) così. La voce che (correre)
qui a Radiogiro è che forse (esserci) la possibilità di
ricontattare Mario Farina per il prossimo anno. Insomma, al Giro tutti (sentire)
la mancanza di un grande atleta, di un vero leader come
(essere) sempre e sempre (essere)
“Re Pantera”.
Mario Non (preoccuparsi) piccola, ormai sono fuori. Non
c’ho nessuna intenzione di tornare là in mezzo, credimi! Ormai, sto fuori dal
Giro.

Cinema italiano Fuori dal giro


13
9 Lessico

9a Qui sotto trovi alcune parole che possono avere un doppio significato e che,
nel film, danno luogo ad equivoci. Seleziona il significato che non corrisponde
alle parole.

1. prendere 2. fuga 3. scappare 4. cadere 5. beccare5


a. arrestare a. ultima parte a. evitare a. morire a. uccidere
b. raggiungere in velocità b. fuggire b. inciampare b. ostacolare
c. picchiare di una corsa c. distaccare e andare a c. colpire
sportiva gli avversari terra
b. rabbia c. perdere
c. evasione
5

9b Scegli, all’interno della lista, i due significati (uno letterale e uno metaforico)
per ognuna delle espressioni sottolineate nelle frasi a pagina 15.

1. ritirarsi di fronte a una difficoltà


2. abbandonare qualcuno seminudo
3. intonare una canzone
4. mangiare una fetta dello stesso dolce
5. essere stanco, sfinito
6. giungere alla propria destinazione
7. indietreggiare con un veicolo
8. lasciare qualcosa
9. lasciare qualcuno con cui si aveva un legame sentimentale
10. licenziare
11. rivelare la verità
12. rubare o spendere tutti i soldi di qualcuno
13. spartirsi un guadagno illecito
14. uccidere

5 beccare: forma colloquiale.

14 Cinema italiano Fuori dal giro


a. Ma lo sai che il direttore ha fatto fuori la segretaria, quella che tu dicevi
che parlava troppo?

b. E alla fine il ladro si è convinto e ha cantato per quasi un’ora. Non ci si


poteva credere, è stato sorprendente.

c. E poiché temevo di non farcela, ho fatto marcia indietro pur sapendo che
avrei corso un rischio. Così un altro, nel frattempo, è entrato al mio posto.

d. A questo punto io sono arrivata. Fermati qui, non andare avanti.


e. E così dopo quel difficile lavoro, anche rischioso, alla fine si sono divisi la
torta.

f. Ma hai sentito la notizia? I Bernardini avevano ritirato tutti i soldi dalla


banca, e la moglie, di notte, mentre lui dormiva è partita lasciandolo in
mutande.

g. È successo proprio mentre stavano spostando il pianoforte. Non ci posso


ancora credere che l’abbia mollato così, senza delicatezza. Eppure ci teneva
tanto!

10 Lessico
Nel film sono presenti alcune parole o espressioni di registro basso, che trovi
sottolineate qui sotto. Sostituiscile con un sinonimo non volgare o gergale,
scegliendo fra quelli proposti.

a. Catena Mario! Senza che ti racconto stronzate (stupidaggini/pettegolezzi).


b. Catena Poi… un bastardo ha beccato Hernandez. Uno di quegli stronzi
(uomini odiosi/uomini goffi) che ti trovi sempre tra le palle
(mentre pratichi sport/in qualsiasi situazione).
c. Mario No, che ne so, me sembrava uno tosto (furbo/forte)… invece…
d. Mario Io a farmi il culo (farmi picchiare/impegnarmi al massimo) e loro le
foto sul giornale.

Cinema italiano Fuori dal giro


15
11 Lessico

11a Quale significato ha la parola “giro” nel film?

1. Per Chiara: 2. Per Mario e Catena:

a. organizzazione malavitosa a. organizzazione malavitosa


b. gara ciclistica b. gara ciclistica
c. famiglia c. famiglia

11b La parola “giro” è presente in molte espressioni italiane. Guarda la tabella e


unisci le espressioni al loro significato.

espressioni significato
1. Prendere in giro a. Introdursi in un ambiente
2. Fare un giro b. Chiedere il parere di diverse persone
3. Fare un giro di consultazioni c. Frequentare un gruppo di persone
d. Trovarsi in un ambiente squallido
4. Nel giro di…
o pericoloso
5. Saltare un giro e. Passeggiare
6. Avere un giro d’amici f. Abbandonare un ambiente
7. Entrare nel giro g. All’interno di un periodo di…
8. Frequentare un brutto giro h. Deridere
9. Uscire dal giro i. Perdere il turno

info
Il Giro d’Italia
È la più famosa corsa ciclistica a tappe italiana e la seconda al mondo per
importanza (dopo il Tour de France). È una gara impegnativa con una
lunga tradizione e il suo passaggio per le strade italiane rappresenta
sempre un importante avvenimento sportivo e
sociale. Il primo Giro d’Italia prese il via il 13 maggio
1909. Da allora la corsa ha accompagnato tutta la
storia d’Italia, proponendo ogni volta leggendarie
rivalità tra i campioni che vi hanno partecipato (tra
tutte, quella tra Coppi e Bartali negli anni ’50, che
divise in due l’Italia e che ebbe risvolti anche sul
piano politico, essendo identificato il primo come
personaggio “di sinistra” e il secondo “di destra”).
Negli ultimi anni, come tutto il ciclismo, la corsa
ha perso un po’ del suo fascino a causa di vicende
legate al doping.

16 Cinema italiano Fuori dal giro


12 Comprensione
Ripensa al film e ai 3 personaggi, Chiara, Mario e Catena. Come si
caratterizzano secondo te? Puoi fare più di una scelta per ogni personaggio.

Chiara sembra:
la tipica donna innamorata che ha completa
fiducia nel suo uomo
una donna che accetta passivamente tutto
quello che gli dice Mario
una donna isterica che si arrabbia con
estrema facilità
una donna ragionevole che non si lascia travolgere dagli eventi
una donna solare che ha fiducia nel prossimo
una donna diffidente e timorosa
una donna depressa e insicura
altro

Mario sembra:
un uomo arrogante ed egoista che pensa
solo al proprio benessere
un uomo deluso nelle sue aspettative, ma
capace ancora di progettare il proprio futuro
un uomo che è stato capace di fare delle
scelte coraggiose
un uomo insicuro e lunatico che ha bisogno dell’approvazione degli altri
un uomo introverso che non ama raccontare agli altri le proprie faccende
un uomo violento pronto ad aggredire verbalmente e fisicamente il prossimo
un uomo innamorato che cerca di proteggere la propria compagna
altro

Catena sembra:
una persona costretta ad accettare dei
compromessi
un uomo insistente ma comprensivo,
disposto ad ascoltare le ragioni di Mario
un uomo che dimostra sincera stima e affetto
per Mario
un uomo freddo, calcolatore e senza scrupoli, pronto a tradire persino il
proprio miglior amico
un uomo che, sebbene critico verso il mondo del ciclismo, mostra ancora
passione per il suo lavoro
un uomo cinico e stanco della vita
un uomo formale e pedante
altro

Cinema italiano Fuori dal giro


17
13 Lessico
Seleziona il significato nel film dei diminutivi e degli accrescitivi sottolineati
nel testo.

a. Mario I titoloni sui giornali, grossi così. “Tizio e Caio”… “L’Europa ha


paura” (…)

b. Chiara Allora, basta che dici tutto, che io non so niente.


Mario Eh, eh, proprio niente, niente, niente?
Chiara Eh… qualcosina.

c. Catena (…) Ma non è un fatto di fisico, eh? ‘Sti ragazzotti quando


arrivano, si credono qualcuno, no? Perché… si sentono forti,
determinati, ma… ma poi quando comincia il ballo, ti rendi conto
che i muscoli contano fino a un certo punto (…)

d. Mario Principessa! Che c’è? Dai, piccolina, non devi fare così. Io sono la
persona che conosci. Eh? Quello con cui hai passato gli ultimi tre
mesi, nient’altro (…)

a. titoli sensazionalistici (in un giornale)


1. titoloni
b. titoli ingiuriosi (in un giornale)
a. una cosa di poca importanza
2. qualcosina
b. informazioni scarse, ma molto intime
a. giovani teppisti
3. ragazzotti
b. giovani sani e forti
a. una ragazza paurosa
4. piccolina
b. una ragazza dolce

18 Cinema italiano Fuori dal giro


14 Lessico
Variante per la classe
Sostituisci nelle frasi le 10 14.bis Gioco a coppie
espressioni sottolineate con i
sinonimi corrispondenti della Le istruzioni per l’insegnante sono a pag. 67.
tabella, coniugando il verbo,
come nell’esempio.

essere qualcosa di certo sfruttare un’occasione favorevole


accettare la proposta vantaggiosa colpire all’improvviso
essere sufficiente decidere da solo cosa fare
osservare con antipatia peggiorare le cose
rassegnarsi risolvere i problemi

1. Qualcuno lo odia, qualcuno lo guarda storto ( osserva con antipatia ).

2. Allora, basta ( ) che dici tutto, che io non so


niente.

3. Per dieci anni ho lavorato e ho cavato le castagne dal fuoco a chi sai tu
( )!

4. Leggi il giornale, guarda il panorama, versati da bere, fai un po’ come ti


pare ( ).

5. La caduta di Hernandez ha finito di compromettere la situazione


( ).

6. E io al posto tuo ci farei un pensierino ( ).

7. La crisi della Celestone 2 ormai è un dato di fatto ( ).

8. Ed ecco che i belgi ne hanno approfittato ( ).

9. Fai una cosa Catena, lascia perdere ( ). Io sto fuori


e sto bene così.

10. L’ha beccato ( ) alla schiena, la solita doccia


fredda, e quello è cascato.

Cinema italiano Fuori dal giro


19
15 Grammatica
I testi in basso sono tratti dall’attività 3. Sottolinea tutte le forme del
gerundio e inseriscile nella tabella, sotto la funzione corrispondente.

Catena, senza tanti giri di parole, viene subito al punto spiegando i motivi che lo
hanno portato a Ponza.
Catena avverte Mario che i capi non accetteranno un suo no. Gli ricorda anche
che, volendo, loro potrebbero tentare un colpo di mano e venire a prenderlo
sull’isola.
Catena, parlando con un certo rammarico del loro ambiente, fa riferimento a
molti dei colleghi giovani di Mario. A quelli che pensano che basti un bel fisico
per diventare dei veri leader. Non tenendo così conto che invece sono necessarie
ben altre caratteristiche per essere vincenti: il coraggio e l’intelligenza.
Lei però, sentendo quelle parole, chiede di restare fuori dai loro discorsi. Questo
perché ancora non ha ben compreso ciò di cui loro parlano. Anzi, in realtà teme
che facciano parte di un’organizzazione criminale.

funzione modale funzione temporale funzione ipotetica


(come) (quando) (se)

20 Cinema italiano Fuori dal giro


FUORI DAL GIRO - Dialoghi

SCENA 1
(Catena è su un traghetto per Ponza. Arrivato sull’isola, entra in un bar).
Catena Salve! Scusate, che debbo fare per andare qua?
Barista Le Forna? Eh! Deve arriva’1 dall’altra parte dell’isola, sopra a Santa Maria.
Catena Ma ci sta un mezzo, qualcosa?
Barista A piedi. Se siete fortunato trovate un passaggio, se siete fortunato.
Catena Ce sta2 ‘na3 birra?
Barista Che devi anda’4 da Mario? Mario Farina?
Catena Eh!
Barista Vestito così, sopra Le Forna, potevate andare solo da Farina.
Catena ‘Nnaccia5…
Barista A Mario lo conoscono tutti quanti. Qualcuno lo odia, qualcuno lo guarda
storto. Ma chilla è ‘a diffidenza6. Un’isola è un’isola, e se qualcuno viene
qua a spendere a luglio e agosto, è tutto a posto. Se invece uno viene qua…
così… proprio perché ha fatto… proprio perché ha fatto…
Catena Come ti chiami?
Barista Biagio. Mi chiamo Biagio.
Catena Ma tanto è uguale dappertutto Biagio, eh! Tu lo sai il nord? Quello che si
vede in televisione, no? Sembrano tutti civili, moderni perché… parlano
bene italiano. Be’, quello è tale e quale. E è così dappertutto, Biagio.
Barista Ma sa’ che vu’ fa’7? Ma mo8 t’accompagno io da Mario. Tanto qua… ma tanto
qua…

SCENA 2
(Chiara e Mario guardano fuori dalla finestra di casa loro).
Mario (fuori campo) Lo sai, io finalmente ho capito che voleva dire la gente quando
mi diceva “Lo capirai. Quando succederà, lo capirai”.
Chiara (fuori campo) Che cosa?
Mario (fuori campo) Quando incontri la persona giusta. Quando t’innamori. E sai
come lo capisci? Quando ti senti… migliore. Quando quella persona che c’hai
davanti… ti migliora.
Mario (Vede qualcuno alla finestra). Ma quello che è Catena? Quello è Catena! Quello
è Catena!

Le forme dialettali riportate in nota sono tipiche delle parlate centromeridionali.


1 arriva’: arrivare.
2 ce sta: c’è.
3 ‘na: una.
4 anda’: andare.
5 ‘Nnaccia: accidenti.
6 chilla è ‘a diffidenza: quella è la diffidenza.
7 Ma sa’ che vu’ fa’?: ma sai cosa facciamo?
8 mo: adesso.

Cinema italiano Fuori dal giro


21
SCENA 3
(Mario e Chiara escono di casa e vanno incontro a Catena).
Chiara Chi è Catena?
Mario È il mio passato, piccola. La parte più bella del mio passato.
Chiara Eh già, che io non so proprio niente del tuo passato.
Mario Senti, abbiamo passato un mese magico. E hai ragione. Io domani ti racconto
tutto di me. Tutto, tutto quello che non t’ho mai detto.
Chiara Allora, basta che dici tutto, che io non so niente.
Mario Eh, eh, proprio niente, niente, niente?
Chiara E… qualcosina.
Mario Va’ a prepara’9 il caffè.
(Catena sale in cima a delle scale).
Catena Ma dove maronna sei andato a abita’10!
Mario Cate’11! Disgraziato!

SCENA 4
(Mario e Catena sono seduti in salotto e Chiara arriva con il caffè).
Chiara Ecco il caffè! Zucchero?
Catena No, niente, mi piace amaro.
Chiara Ma è il vostro cognome? Vi chiamate proprio così… Catena?
Catena Ma quello è un soprannome.
Chiara Ah!
Mario Allora? Oh, non me12 sarei mai immaginato de vedette13 qua a Ponza. Com’è
stai qua?
Catena Mario! Senza che ti racconto stronzate. M’hanno mandato loro. E ti devo
parlare.
Mario Puoi parla’14 pure davanti a lei.
Catena Ok. Eh… Mario, stavolta ci devi dare una mano, eh?
Mario A Cate’. Ormai sto fuori dal giro.
Catena E dai, Mario! Ti sei fatta ’na15 bella vacanza. Bravo, niente da dire. Ma non è
possibile che alla tua età, co…
Mario Forse non hai capito.
Catena Col fisico che tieni16 ancora…
Mario Ormai sto fuori dal giro.
Catena Mario, tu sei l’unico che in più di dieci anni non è mai stato preso.
Mario È vero. Non m’hanno mai preso. Non m’ha mai preso nessuno. Ero lo

9 prepara’: preparare.
10 Ma dove maronna sei andato a abita’: ma dove diamine sei andato ad abitare!
11 Cate’: Catena.
12 me: mi.
13 de vedette: di vederti.
14 parla’: parlare.
15 ‘na: una.
16 tieni: hai (il verbo “tenere” sostituisce il verbo “avere” in alcuni dialetti meridionali).

22 Cinema italiano Fuori dal giro


specialista della fuga. Embe’17? Che devo di’18? Che per fortuna m’è servito
sempre pe’ fa’ fuggi19 qualcun altro.
Catena Tu sei il migliore del campo, Mario. Lo so io, lo sai tu e lo sanno loro. Pensa
che…
Mario Ma che devo pensa’20? Me so’21 fatto il culo, Catena, il culo a quattro, e tu
lo sai. Per dieci anni ho lavorato nel più completo anonimato e ho cavato le
castagne dal fuoco a chi sai tu. E non una, ma cento volte. Loro stavano là.
“L’hanno presi, Mario! Preparagli la fuga, preparagliela tu, che a te non t’ha
mai preso nessuno”. Io a farmi il culo e loro le foto sul giornale. Te lo ricordi
a…
Catena Eh ‘o22 so.
Mario I titoloni sui giornali, grossi così. “Tizio e Caio”… “L’Europa ha paura”.
L’Europa! Io e te lo sappiamo che se non era per me…
Catena Però, Mario… nessuno che faceva il tuo lavoro è mai stato pagato…
Mario È vero. Adesso grazie tante. I miei soldi me li tengo e te23 saluto, eh? E poi…
m’è capitata un’altra cosa importante da quando sto qua.
Catena Ah! Cosa?
Mario Come cosa? M’è capitata lei, Chiara.
Chiara No, no, no. Aspetta un attimo. Se dovete parlare di cose vostre, io è meglio
che me ne vado di là.
Mario Ma no, puoi stare no?
Chiara No, no, no, lascia stare! Finisci di parlare co’24… qua, Catena. E poi io ti
aspetto in camera da letto. Salve, eh? Piacere, arrivederci!
Catena Arrivederci!
(Chiara se ne va. Mario si alza, va verso la finestra, poi torna vicino al divano).
Mario Non sa niente ancora.
(Mario si rimette seduto).
Mario Sì, ma lo vedi? Basta che il passato s’affaccia anche solo pe’25 due minuti e…
quella già se n’è…
Catena Però me lo potevi di’…
Mario Fa’ ’na cosa Cate’, lascia perde’26. Io sto fuori e sto bene così. E non solo sto
fuori, ma il giro non mi tenta manco più. È stato forte, eccitante, bello, sì
pe… non mi tenta manco più.
Catena Mario, quelli hanno mandato me, no? Ma adesso verranno i pezzi grossi.

17 Embè?: E allora?
18 di’: dire.
19 pe’ fa’ fuggi’: per far fuggire.
20 pensa’: pensare.
21 Me so’: mi sono.
22 ‘o: lo.
23 te: ti.
24 co’: con.
25 pe’: per.
26 Fa’ ‘na cosa, Cate’, lascia perde’: Fai una cosa, Catena, lascia perdere.

Cinema italiano Fuori dal giro


23
Quelli s’hanno messo in capa27 che quest’anno le cose stanno andando come
stanno andando perché non hanno più un ragazzo come te. E se lo pensano,
lo fanno, eh? Quelli vengono qua direttamente cogli elicotteri.
Mario Possono veni’28 pure col Concorde, non me ne pò frega’ de meno29. Non mi
possono far far niente che io non voglio fare. Questo tu lo sai.
Catena Lo so, lo so.
Mario Per cui fine della discussione. E non voglio più che si tocchi l’argomento
davanti a Chiara, eh?
Catena Ma io… figurati.
Mario Mo me vado a fa’ ’na doccia30, va!
Catena E io?
Mario Ma che ne so! Leggi il giornale, guarda il panorama, versate da bere, fa’ un
po’ come te pare31.

SCENA 5
(Mario apre la porta della camera da letto ed entra. Chiara è sdraiata sul letto).
Mario Principessa! Che c’è? Dai, piccolina, non devi fare così. Io sono la persona
che conosci. Eh? Quello con cui hai passato gli ultimi tre mesi, nient’altro. Va
bene! Allora, io e Catena, dieci… no, più di dieci…
Chiara Eh, no! Mi avevi detto che mi raccontavi tutto domani. Eh… lasciamo tutto
così. Che pensi che domani Catena sta ancora qua?
Mario No, quello ha già detto che parte col traghetto per Ventotene nel pomeriggio.
Chiara Allora, lasciamolo partire e poi mi racconti tutto.
Mario Va bene. Come vuoi tu.

SCENA 6
(Mario, Catena e Chiara sono sulla terrazza, a tavola. Chiara sta sparecchiando).
Mario Ma che ne so, me so’32 incuriosito, me33 sembra così strano… cioè, ti rendi
conto? Quelli so’34 andati fino sott’acqua a prendersele una a una.
Catena Cosa?
Mario Capisci, la struttura a terrazze di tutta l’isola è stata fatta nel Settecento,
nell’Ottocento non mi ricordo, prendendo le pietre sotto al mare e andandole
a portare fino a quassù. Guarda là… è fatta a scale, proprio… “‘e parracine”.
Catena Pazzesco.
Mario Ho sentito… Hernandez, “’a35 scheggia”. Ah, c’eri pure tu?
Catena No, ma m’hanno chiamato subito dopo.

27 Quelli s’hanno messo in capa: Quelli si sono messi in testa.


28 veni’: venire.
29 non me ne pò frega’ de meno: non me ne importa un bel niente.
30 mo me vado a fa’ ‘na doccia: adesso vado a farmi una doccia..
31 versate da bere, fa’ un po’ come te pare: versati da bere, fai come vuoi.
32 me so’: mi sono.
33 me: mi.
34 so’: sono.
35 ‘a: la.

24 Cinema italiano Fuori dal giro


Mario No, che ne so, me36 sembrava uno… tosto… invece… ho sentito che
proprio…
Catena Quello stava con loro, sembrava che ce la potevano fare, poi invece come so’37
scappati, l’hanno preso subito.
(Chiara ascolta dalla cucina).
Catena Hanno fatto qualche centinaio di metri. Poi… un bastardo ha beccato
Hernandez. Uno di quegli stronzi che ti trovi sempre tra le palle. L’ha beccato
alla schiena, la solita doccia fredda, quello è… è cascato… Comunque,
niente di nuovo. Ci vogliono le palle per stare in un giro così! Che poi tu
lo sai a memoria. Ma non è un fatto di fisico, eh? ‘Sti38 ragazzotti quando
arrivano, si credono qualcuno, no? Perché… si sentono forti, determinati,
ma… ma poi quando comincia il ballo, ti rendi conto che i muscoli contano
fino a un certo punto. Ci vogliono più palle che muscoli, e più cervello
che palle! Quando Hernandez è caduto mi hanno detto di venire da te, di
contattarti. E io Mario al posto tuo ci farei un pensierino.
(Arriva Chiara).
Catena Ci vogliamo vedere un po’ di televisione, eh?
Mario Ah, non vedo la televisione da settimane, non l’accendiamo mai io e Chiara.
Giusto qualche film, eh?
Chiara Se vi va, fate pure.
Catena Magari… a quest’ora c’è pure qualche notizia che ci riguarda.
Chiara Ma che, parlano di voi in televisione?
Catena Ah, scusate, eh? Mannaccia39… Vabbuò40, va, dico… giusto due notizie, no?
Eh? ‘Namo41, và…

SCENA 7
(Mario e Catena si siedono sul divano e Mario accende il televisore).
Telecronista 1 (fuori campo) La crisi della Celestone 2 è ormai un dato di fatto.
Nonostante le individualità quello che è venuto a mancare è il lavoro
di gregari che sappiano fare il loro mestiere. Ed ecco che i belgi ne
hanno approfittato.
Telecronista 2 (fuori campo) E anche l’episodio di Hernandez di ieri, bisogna dire…
va rivalutato secondo quelle che… no?
Telecronista 1 (fuori campo) Assolutamente. La caduta di Hernandez, poi, ha in
pratica finito di compromettere la situazione. Se ci fosse ancora un
Coletti, di più, un Farina, non sarebbe andata così. La voce che corre
qui a Radiogiro è che forse ci sarebbe la possibilità di ricontattare
Mario Farina per il prossimo anno. Insomma, al Giro tutti sentono la

36 me: mi.
37 so’: sono.
38 ‘Sti: questi.
39 Mannaccia: accidenti.
40 Vabbuo’: va bene.
41 ‘Namo: andiamo.

Cinema italiano Fuori dal giro


25
mancanza di un grande atleta, di un vero leader come è sempre stato
e sempre sarà “Re Pantera”.
Mario Non ti preoccupare piccola, ormai sono fuori. Non c’ho nessuna intenzione di
tornare là in mezzo, credimi! Ormai, sto fuori dal Giro.
Telecronista 1 (fuori campo) Ciao, Mario. Ti aspettiamo, con tanto affetto per tutto
quello che hai fatto.

26 Cinema italiano Fuori dal giro