Sei sulla pagina 1di 15

A

 A fini IRES si considerano residenti in Italia: Le società che hanno per la maggior
parte del periodo di imposta la sede legale, la sede di amministrazione o l’oggetto
principale
 A fini Irpef i redditi derivanti da collaborazione coordinata e continuativa,
salvo eccezioni: Rappresentano reddito assimilato al lavoro dipendente
 A fini IRPEF il trasferimento di residenza in un paradiso fiscale integra sempre
un comportamento evasivo? No
 A fini Irpef la residenza: Rivela ai fini della tassazione
 A fini dell’imposta di registro il periodo di imposta: Coincide con l’anno solare
 A fini Irpef le pensioni salvo eccezioni: Rappresentano reddito di lavoro dipendente
 A fini IRPEF non è residente, tra l’altro, colui che per la maggior parte del
periodo di imposta: Non è inscritto nell’anagrafe della popolazione residente
 A fini IRPEF rappresenta reddito di lavoro autonomo: La differenza fra i compensi
percepiti nel periodo di imposta e le spese di produzione del reddito
 A fini IRPEF rappresenta reddito di lavoro dipendente: Tutto ciò che il soggetto
passivo percepisce nel suo status di lavoratore a prescindere dallo svolgimento di una
prestazione lavorativa salvo alcune eccezioni previste dal legislatore
 Ai fini IVA l’individuazione dell’attività di lavoro autonomo: Mediante il rinvio al
codice civile
 A quali fini è importante stabilire se una operazione è effettuata o meno nel
territorio dello Stato? Per stabilire se si tratta di una operazione in campo o fuori
campo IVA
 A quali imposte si applica la riscossione a mezzo ruolo? Alla generalità delle
imposte, salvo specifiche eccezioni
 Affinché una operazione sia assoggettata ad IVA: Devono coesistere un
presupposto oggettivo, uno soggettivo ed uno territoriale
 Ai fini dell’applicazione dell’imposta di registro gli atti devono essere
interpretati secondo: Gli effetti giuridici prodotti dall'atto
 Ai fini dell’imposta di bollo il periodo di imposta: Coincide sempre con l’anno
solare
 Ai fini dell’imposta di bollo il per modo virtuale di pagamento è basato su una
dichiarazione resa al competente ufficio e dalla quale risultano gli atti ed i
documenti assoggettati ad imposizione nell’anno precedente: Vero
 Ai fini IVA l’individuazione dell’attività di impresa avviene: Mediante una
disciplina autonoma in parte coincidente con quella prevista dal TUIR in materia di
reddito di impresa
 All’interno della disciplina dell’imposta di bollo per modo ordinario di
pagamento si intende il pagamento dell’imposta ad intermediario
convenzionato con l’Agenzia delle Entrate che rilascia, tramite modalità
telematiche, apposito contrassegno: Vero
 Alla realizzazione del credito iscritto a ruolo provvede un soggetto diverso dal
titolare del credito: Vero
 Attualmente, il d.P.R. n. 642/1973 prevede due differenti modalità di
pagamento: Vero

C
 Caia residente in Italia possiede un immobile in Spagna. Tale immobile: E’
assoggettato in Italia a tassazione come reddito diverso
 Caio, proprietario, ha affidato in affitto un terreno agricolo al contadino Tizio.
Chi deve dichiarare il reddito dominicale? Il contadino deve dichiarare il reddito
agrario ed il proprietario il reddito dominicale del terreno
 Che cosa si intende per metodo virtuale di corresponsione dell’imposta? Un
particolare metodo di versamento dell’imposta basato sulla dichiarazione resa dal
contribuente relativa agli atti che presumibilmente saranno ricevuti o emessi durante
l’anno
 Che cosa vuol dire principio di alternatività IVA/imposta di registro? In caso di
operazioni assoggettate ad imposta sul valore aggiunto l’imposta di registro si applica in
misura fissa
 Che rapporto sussiste fra iscrizione a ruolo ed emissione della cartella
esattoriale? L’iscrizione a ruolo è un elenco generale di una serie di contribuenti con
alcune indicazioni che li riguardano mentre la cartella esattoriale è la parte che riguarda
il solo contribuente
 Cosa vuol dire Iuc : Imposta Unica Comunale
 Che rapporto sussiste fra iscrizione a ruolo ed emissione della cartella
esattoriale (o di pagamento)? L’iscrizione a ruolo è un elenco generale recante i
nominativi di una serie di contribuenti con alcune indicazioni loro relative mentre la
cartella esattoriale riguarda il solo contribuente
 Commette il reato di omessa dichiarazione: Il contribuente soggetto all’obbligo
della dichiarazione annuale in materia di imposte sui redditi che presenti la
dichiarazione oltre il termine di 90 gg dalla scadenza del termine di adempimento,
quando l’ammontare di imposta evaso è superiore a 77.468 euro
 Cosa si intende per caso di uso ai fini dell’imposta di registro? L’utilizzo dell’atto
per procedimenti amministrativi
 Costituiscono reddito imponibile le somme ricevute a titolo di risarcimento
danni? Dipende dalla natura del danno risarcito

D
 Davanti alle Commissioni tributarie sono impugnabili: Esclusivamente gli atti
elencati nell’art. 19 del dlgs. n. 546 del 1992 e secondo parte della dottrina anche gli
atti non espressamente elencati dal legislatore ma comunque riconducibili ad uno degli
atti di cui all’art. 19 in virtù del principio dell’omogeneità degli effetti perseguiti dell’atto
 Di regola il processo tributario si svolge: In camera di consiglio ma la pubblica
udienza può essere richiesta con apposita istanza dal contribuente

E
 È ammessa la dilazione del pagamento delle somme iscritte a ruolo? Si nelle
ipotesi di temporanea situazione di obbiettiva difficoltà del contribuente
 È ammissibile l’analogia in materia tributaria? In diritto tributario, con esclusione
delle norme penali ed eccezionali, non esiste un divieto ma perché sia praticabile
l’analogia se ne devono verificare le condizioni
 È ammissibile l’interpretazione letterale della norma tributaria impositiva? Si in
ogni caso
 È possibile chiedere l’autotutela nei confronti di un atto viziato da errore di
calcolo? Si
 È ammesso il referendum abrogativo in materia tributaria? No mai
 Esistono termini e modalità generali per chiedere il rimborso in materia
tributaria? No ogni singola legge di imposta prevede una specifica disciplina, ed in via
residuale in assenza di una specifica disciplina si rende applicabile la previsione
attualmente contenuta nell’art. 21 del dlgs. n. 546 del 1992

G
 Gli “atti” dell’Amministrazione Finanziaria devono essere motivati? Si
 Gli atti non in regola con l’imposta di bollo sono: Validi ed efficaci
 Gli avvisi di accertamento esecutivi: Riguardano, tra l’altro la riscossione IRAP ed
IVA
 Gli avvisi di accertamento possono essere motivati per relationem? Si
 Gli eredi rispondono dei debiti tributari del de cuius: Solidalmente per imposte sui
redditi e pro quota negli altri casi
 Gli studi di settore sono: Criteri di accertamento che agevolano l’attività di
accertamento dell’Amministrazione finanziaria nei confronti di determinate attività
produttive (lavoratori autonomi, piccoli e medi imprenditori) caratterizzate da un alto
grado di evasione
 Gli oneri dedubili si deducano dal reddito: Secondo criteri fissati dalle parti
contrattuali
I
 I fringe benefits: Sono componenti aggiuntive della retribuzione come tali sempre
tassabili salvo diversa volontà del legislatore
 I proventi da attività illecita: Sono assoggettati ad IRPEF al ricorrere di talune
condizioni
 I redditi fondiari riguardano: Terreni e fabbricati
 I ruoli possono essere: Ordinari e straordinari. Questi ultimi sono formati quando vi è
fondato pericolo per la riscossione
 I tributi armonizzati sono indicati: Nell’art.114TFUE
 Il condominio: Può essere sostituto di imposta
 Il contribuente, effettuata la somma dei redditi determinati secondo le diverse
regole stabilite dal TUIR per ciascuna categoria di reddito: Sottrae dalla somma
così risultante eventuali oneri deducibili ed ottiene così la base imponibile netta
 Il diniego di autotutela dell’Amministrazione finanziaria è impugnabile davanti
alle Commissioni tributarie? Si perché rappresenta concretizzazione di pretesa
impositiva
 Il diniego o la revoca di agevolazioni ed il diniego di definizione agevolata di
rapporti tributari sono impugnabili davanti alle Commissioni tributarie? Si sulla
base di quanto dispone l’art. 19 del dlgs. n. 546 del 1992
 Il diniego di agevolazione è impugnabile davanti al giudice tributario? Si
 Il diritto tributario prevede una norma generale antiabuso: Si
 Il fornitore di un bene soggetto passivo IVA: Deve versare all’erario l’IVA
addebitata ai propri clienti al netto di quella addebitata a lui stesso dai propri fornitori
 Il lavoratore autonomo può ammortizzare il costo sostenuto dei beni
strumentali all’esercizio della propria professione: Si
 Il metodo di accertamento analitico contabile: E’ un metodo basato sul confronto
fra i dati contenuti nella dichiarazione con quelli contenuti nella contabilità (registri,
fatture, altri documenti e scritture contabili)
 Il metodo di accertamento induttivo extracontabile: Data la gravità delle
violazioni compiute dal contribuente, consente all’Amministrazione finanziaria di
determinare il reddito del contribuente sulla base di notizie comunque pervenute
all’Amministrazione finanziaria, nonché sulla base di presunzioni non gravi, non precise
e non concordanti
 Il metodo di accertamento sintetico: Consente di determinare sinteticamente il
reddito del contribuente in base a elementi e circostanze di fatto certi in relazione al
contenuto induttivo di tali elementi e circostanze quando il reddito complessivo netto
accertabile si discosta per almeno un quarto da quello dichiarato
 Il nome dell’imposta di bollo discende dal singolare meccanismo applicativo,
fondato sull’obbligo di utilizzazione nella formazione di atti e documenti di
appositi valori bollati venduti in regime di monopolio dall’Amministrazione
finanziaria: Vero
 Il potere di sospensione dell’atto impugnato è riconosciuto: Alla Commissione
tributaria provinciale ed anche alla Commissione tributaria regionale in caso di
provvedimento di irrogazione delle sanzioni
 Il presupposto impositivo dell’imposta di bollo è quindi dato dalla formazione
di un atto, registro o documento fra quelli indicati nella Tariffa allegata al
d.P.R. n. 642/1973, a prescindere dalla validità ed efficacia in concreto: Vero
 Il presupposto impositivo dell’IRAP è dato: l’“esercizio abituale di una attività
autonomamente organizzata diretta alla produzione o allo scambio di beni
ovvero alla prestazione di servizi”: Vero
 Il principio di inerenza si riferisce: Sia ai componenti positivi che ai componenti
negativi del reddito di impresa
 Il principio di progressività: E’ norma cardine del diritto tributario
 Il principio di progressività risulta se nell’ambito dell’ordinamento positivo
vigente sono presenti tributi applicati con aliquota fissa: Si
 Il principio di tassazione su base mondiale in materia IRPEF si applica a:
Soggetti residenti
 Il principio di tassazione su base mondiale si applica a: Soggetti residenti
 Il procedimento di controllo ex art. 36 ter del d.P.R. n. 600 del 29 settembre
1973 ha carattere selettivo? Si
 Il procedimento di rimborso: E’ un procedimento che può essere attivato ad istanza
di parte ma altresì d’ufficio nei casi previsti dal legislatore
 Il ravvedimento operoso consente, al ricorrere di talune condizioni, il
versamento della sanzione in misura ridotta contestualmente alla
regolarizzazione del pagamento del tributo o della differenza, quando dovuti
nonché degli interessi moratori: Corretto
 Il ravvedimento operoso è uno strumento deflattivo del contenzioso? Corretto
 Il reddito di lavoro autonomo “professionale” è determinato: Dalla differenza fra
incassi e spese
 Il reddito di lavoro dipendente è imponibile: Secondo il criterio di cassa quando
viene percepito
 Il responsabile di imposta è: Un coobbligato solidale nei confronti del Fisco per
presupposti di imposta realizzati da altri
 Il reverse charge: Trasferisce la fatturazione sul soggetto IVA cessionario e/o committente

 Il rimborso di imposta può essere anche d’ufficio oltre che a istanza di parte?
Si ma soltanto in casi tassativamente individuati dal legislatore
 Il ruolo è formato dall’ufficio amministrativo competente per materia e per
territorio: Vero
 Il ruolo è sottoscritto dal titolare dell’Ufficio o da un suo delegato: Vero
 Il ruolo può essere: Ordinario e straordinario
 Il sistema fiscale italiano è basato su: Un procedimento di autoimposizione ed un
procedimento di imposizione di ufficio
 Il sostituito: Ha facoltà di intervenire nel procedimento di accertamento
 Il sostituto di imposta è istituto definito nell’art. 64 del d.P.R. n. 600 del 29
settembre 1973: Vero
 Il socio di una società di persone paga L’IRPEF? Vero
 Il tributo è: Una prestazione patrimoniale imposta
 Il versamento da parte del contribuente può risultare non dovuto: In caso di
errore materiale e di calcolo da parte del contribuente nella determinazione della misura
dell’imposta dovuta
 In base al principio del favor rei in tema di sanzioni amministrative tributarie
se un comportamento precedentemente sanzionato non è più sanzionato sulla
base di una legge successiva rispetto al momento in cui è stato commesso
l’illecito: la ripetizione o la sospensione della sanzione si verificheranno soltanto nel
caso in cui la sanzione non è stata ancora irrogata, ovvero è stata irrogata ma il
contribuente non ha ancora provveduto al versamento
 In base al principio di esclusività dell’ordinamento italiano: Le norme tributarie
straniere non sono applicabili in Italia
 In base al principio di riserva di legge, quale dei seguenti elementi deve essere
disciplinato dalla legge? I soggetti passivi del tributo
 In base al principio di territorialità desumibile dal combinato disposto dell’art.
53, I comma Cost. ed art. 3 Cost.: Il legislatore può adottare solo presupposti di
imposta che presentino elementi di collegamento con l’ordinamento italiano
 In base al TUIR il periodo di imposta IRES è determinato: In via principale
dall’esercizio o dal periodo di gestione dell’ente e della società determinato dalla legge o
dall’atto costitutivo
 In base all’art. 37 del d.P.R. n. 600 del 29.9.1973 il controllo delle
dichiarazioni: Avviene sulla base di criteri selettivi
 In base al principio di riserva di legge, quale dei seguenti elementi deve essere
disciplinato dalla legge? I soggetti attivi del tributo
 In caso di accertamento sintetico: Il contribuente può contrastare la fondatezza dei
rilievi dell’Amministrazione finanziaria dimostrando che il maggior reddito accertato
dipende da redditi esenti ed assoggettati a ritenuta alla fonte a titolo di imposta
 In caso di effettuazione di operazioni esenti: Non è ammessa la detrazione dell’IVA
sugli acquisti
 In caso di errata iscrizione a ruolo di una somma dovuta dal contribuente:
L’Amministrazione finanziaria deve provvedere d’ufficio al rimborso delle maggiori
somme iscritte a ruolo
 In caso di irrogazione immediata delle sanzioni amministrative in base all’art.
17 del decreto legislativo 18 dicembre 1997 n. 472 il contribuente può:
Decidere alternativamente fra definizione agevolata e produzione delle deduzioni
difensive
 In caso di mancata presentazione della dichiarazione dei redditi il termine per
l’esercizio dell’attività di accertamento è di: Sette anni
 In caso di mancata risposta agli inviti dell’Amministrazione Finanziaria di
esibire libri ed alcuni documenti in generale e salvo successivo deposito in
allegato all'atto introduttivo del giudizio di primo grado in sede contenziosa: I
documenti, i libri, non esibiti o non trasmessi non possono essere presi in
considerazione a favore del contribuente, ai fini dell’accertamento
 In caso di presentazione della dichiarazione dei redditi il termine per
l’esercizio dell’attività di accertamento è di: Cinque anni
 In caso di rettifica ex art. 36 ter d.P.R. n. 600 del 29.9.1973: L’esito del controllo
formale è comunicato al contribuente e/o al sostituto con l’indicazione dei motivi che
hanno dato luogo alla rettifica
 In generale e salvo i casi di reclamo obbligatori, l’instaurazione del processo
davanti alle Commissioni Tributarie avviene con la presentazione di un ricorso:
Corretto
 In generale per armonizzazione fiscale, secondo il significato attribuito dalla
dottrina prevalente si intende: La convivenza fra i diversi ordinamenti tributari degli
Stati membri previa attuazione di misure tese ad eliminare eventuali ostacoli e
discriminazioni che si oppongono al corretto funzionamento del Mercato Unico
 In generale soggetti passivi dell’I.C.I. sono: I proprietari, i titolari di un diritto
reale di godimento e soltanto in taluni casi i titolari di un diritto personale di godimento
sugli immobili
 In linea generale la base imponibile dell’imposta di registro: E’ costituita dal
valore dei beni e diritti oggetto dell’atto registrato
 In materia di contenzioso tributario il nuovo art. 2 del dlgs. n. 546/1992
dispone che la giurisdizione delle commissioni tributarie riguarda le
controversie: “aventi ad oggetto i tributi di ogni genere e specie, compresi
quelli regionali, provinciali e comunali, le sovrimposte e le addizionali, le
relative sanzioni, gli interessi ed ogni altro accessorio”: Corretto
 In materia di diritti e garanzie del contribuente sottoposto a verifiche fiscali, lo
Statuto del Contribuente (legge n. 212 del 2000) stabilisce: Gli accessi, le
ispezioni e le verifiche fiscali nei locali destinati all’esercizio di attività commerciali
devono svolgersi, salvo casi eccezionali e urgenti adeguatamente documentati, durante
l’ordinario orario di esercizio dell’attività
 In materia di imposta di registro ex art. 52 T.U. n. 131/1986 l’atto di
accertamento è rappresentato: Da un avviso di rettifica e di liquidazione della
maggiore imposta, mediante il quale l’Ufficio intima al contribuente di corrispondere a la
maggiore imposta, le conseguenti sanzioni ed i relativi interessi
 In materia di imposta di registro l’istanza di rimborso deve essere presentata:
Entro tre anni dal giorno del pagamento, ovvero se posteriore, dal giorno in cui è sorto
il diritto alla restituzione
 In materia di imposta di registro la base imponibile è la data: Dal valore dell’atto
 In materia di imposta sulle successioni: Data la complessità di determinazione della
base imponibile il legislatore ha previsto l’obbligo di presentare la dichiarazione per
taluni soggetti entro dodici mesi dalla morte del de cuius
 In materia di imposte locali la riscossione coattiva: Avviene sulla base della
procedura di riscossione coattiva esattoriale, disciplinata dal d.P.R. n. 602/1973 e
talvolta sulla base della procedura di riscossione coattiva disciplinata dal T. U. del 1910,
basata sull’emissione dell’ingiunzione fiscale
 In materia di imposte sui redditi le decisioni della Corte di Giustizia sono
essenzialmente: Abrogative
 In materia di imposte sui redditi gli eredi sono tenuti al pagamento dei debiti
del de cuius: non sono tenuti al pagamento dei debiti del de cuius perché il debito di
imposta è un ‘obbligazione personale
 In materia di imposte sui redditi l’atto di accertamento è rappresentato da:
Avviso di accertamento in rettifica che presuppone la presentazione da parte del
contribuente di una dichiarazione inesatta ed avviso di accertamento di ufficio che
presuppone invece la mancata presentazione della dichiarazione ovvero la
presentazione di una dichiarazione nulla
 In materia di IVA l’accertamento analitico contabile è: Tra l’altro basato sul
raffronto fra i dati contenuti nella dichiarazione con quelli contenuti nei registri, nelle
fatture, negli altri documenti e scritture contabili
 In materia di IVA: le prestazioni verso corrispettivo derivati dall’adempimento di
obblighi di non fare non sono assoggettate ad IVA
 In materia IRPEF le somme percepite come risarcimento danno sempre
tassabili? Vero
 In materia fiscale il legislatore ha previsto sanzioni: Penali, amministrative e
secondo parte della dottrina civili
 In materia tributaria la solidarietà: E’ disciplinata dalle norme del Codice Civile
 In occasione di una verifica fiscale il contribuente ha: Facoltà di farsi assistere da
un professionista
 In quale momento deve essere emessa la fattura? Al momento di effettuazione
dell’operazione ai sensi dell’art. 6 del d.P.R. n. 633/1972

L
 L’accertamento con adesione realizza: Una forma di imposizione che viene definita
da parte della dottrina concordata o negoziata
 L’adozione di norme interpretative in materia tributaria: Può essere
ordinariamente disposta
 L’affermazione “Ai fini dell’imposta di registro la nozione di atto non si
riferisce ai soli documenti scritti” è: Corretta
 L’affermazione “I soggetti obbligati alla tenuta di scritture contabili, di cui al
successivo art. 13 del d.P.R. n. 600/1973 devono presentare la dichiarazione
anche, in mancanza di redditi” è: Vera
 L’affermazione “I tributi regionali non possono colpire presupposti già colpiti
da tributi statali” è: Vera
 L’affermazione “Il presupposto di imposta è il fatto generatore del prelievo, la
sua ragion di essere” è: Vera
 L’affermazione “In linea di principio all’interno della disciplina dell’imposta di
registro non è prevista una vera e propria dichiarazione” è: Vera
 L’affermazione “l’interpello ordinario è oggi anche di carattere qualificatorio”
è: Vera
 L’affermazione “la dichiarazione ha la funzione di rivelare al fisco l’esistenza e
le dimensioni del presupposto” è: Vera
 L’affermazione “la funzione dell’accertamento è quella di determinare le
dimensioni quantitative e qualitative del presupposto” è: Vera
 L’agente della riscossione ricevuto il ruolo provvede alla notifica dello stesso
per estratto ovvero mediante la cartella di pagamento: Vero
 L’Agenzia del territorio è stata incorporata nell’Agenzia delle Entrate: Vero
 L’aliquota dell’I.C.I. è stabilita: Dai Comuni con proprio regolamento entro limiti
minimi e massimi stabiliti da una legge statale
 L’armonizzazione fiscale è prevista: Espressamente in materia di imposte indirette
ma per effetto dei continui interventi della Corte di Giustizia sono stati effettuati
interventi anche in materia di imposte dirette
 L’art. 5 del dlgs. n. 472/1997 definisce la colpa grave come: “l’imperizia o la
negligenza del comportamento sono indiscutibili e non è possibile dubitare
ragionevolmente del significato e della portata della norma violata e, di
conseguenza, risulta evidente la macroscopica inosservanza elementare di
obblighi tributari”? Corretto
 L’art. 53, 1 co, della Cost. si applica: Non si applica alle tasse
 L’art. 53 della Cost. afferma che il sistema tributario interno si deve ispirare a
criteri di progressività. Pertanto le imposte proporzionali sono: Legittime perché
la progressività è riferita al sistema nel suo complesso e non alle singole imposte
 L’art. 65 del d.P.R. n. 600/1973, contiene, in materia di imposte dirette una
deroga al principio civilistico ex artt. 754 e 752 secondo cui “gli eredi sono
tenuti al pagamento dei debiti e pesi ereditari personalmente in proporzione
della loro quota ereditaria ed ipotecariamente per intero”? Vero
 L’atto di accertamento ai sensi dell’art. 42 del d.P.R. n. 600/1973 deve: A pena
di nullità recare la sottoscrizione, le indicazioni degli elementi previsti e la motivazione
 L’atto di accertamento con adesione è: Non impugnabile da parte del contribuente e
non integrabile o modificabile dall’Amministrazione finanziaria, salvo specifiche ipotesi
normativamente individuate
 L’atto espresso di rifiuto di rimborso è impugnabile davanti alla Commissione
tributaria nel termine di: Sessanta giorni dalla notifica
 L’attuale misura fissa dell’imposta di bollo è pari a: 2 euro o a 16 euro in
relazione alla differente tipologia di atto
 L’attuale sistema di versamenti diretti prevede modalità di pagamento
telematiche? Si
 L’autotutela in diritto tributario: E’ la possibilità per l’Amministrazione finanziaria di
annullare atti viziati e di emettere successivamente nuovi atti privi di vizi
 L’autotutela tributaria può essere richiesta per errore di persona? Si
 L’avviso di accertamento esecutivo: E’ uno strumento che consente la
concentrazione in un unico atto della fase dell’accertamento e di quella della riscossione
 L’avviso di accertamento integrativo: Può essere emesso dall’Amministrazione
finanziaria, in deroga ai principi di unitarietà e globalità dell’accertamento fino alla
scadenza del termine per l’accertamento, in base alla sopravvenuta conoscenza di nuovi
elementi
 L’espropriazione per pubblica utilità dietro indennizzo trova la sua copertura
nell’art. 23 Cost.: Falso
 L’obbligazione tributaria può essere estinta mediante compensazione? Si se è
riconducibile ad una tassa
 L’obbligazione tributaria può formare oggetto di accollo? Si senza liberazione
dell’accollatario
 L’I.C.I. è una imposta: Comunale sugli immobili
 L’I.C.I. deve essere pagata da Tizio che è proprietario della casa
 L’IVA è un tributo armonizzato? Vero
 L’imposta di bollo, a differenza dell’imposta di registro, concerne il solo
aspetto formale del documento e non il contenuto sostanziale: Vero
 L’imposta di bollo è applicata secondo due differenti modalità: In misura fissa
per ciascun foglio che compone il documento In misura proporzionale al valore
del contenuto dell’atto: Vero
 L’imposta di bollo può essere pagata secondo le seguenti modalità: Mediante il
cd metodo virtuale ovvero mediante pagamento ad intermediario convenzionato con
l’Agenzia delle Entrate
 L’imposta di bollo si applica: Su alcuni documenti elencati nella Tariffa allegata al
d.P.R. n. 642/1972
 L’imposta di bollo si può pagare in modo ordinario? Vero
 L’imposta di bollo si può pagare in modo virtuale? Vero
 L’imposta di registro colpisce la capacità contributiva che deriva da: I
trasferimenti di ricchezza
 L’imposta di registro è principale quando: E’ applicata al momento della
registrazione degli atti
 L’imposta di registro è una imposta o una tassa? E’ una imposta e soltanto in
taluni casi può essere considerata secondo parte della dottrina una tassa
 L’imposta di registro liquidata in occasione della registrazione telematica è
definita: Principale
 L’instaurazione del processo davanti alle Commissioni tributarie avviene:
Mediante presentazione di ricorso
 L’interpello antiabuso: E’ stato recentemente introdotto
 L’interpello probatorio: Riguarda particolari fattispecie per le quali si richiede
l’applicazione di regimi particolari
 L’interpello qualificatorio: E’ stato recentemente introdotto
 L’IRAP è a tutti gli effetti una imposta statale? Vero
 L’IRAP è una imposta: Proporzionale sul valore della produzione netta
 La Black List: Contiene un elenco di paesi a regime fiscale agevolato
 La cartella di pagamento deve indicare a pena di nullità il responsabile del
procedimento di iscrizione a ruolo e di quello di emissione e di notifica della
cartella stessa: Vero
 La cartella di pagamento reca l’intimazione a pagare entro sessanta giorni
dalla notificazione con l’avvertimento che in caso di mancato pagamento si
procederà ad esecuzione forzata: Vero
 La collaborazione coordinata e continuativa è assoggettata ad IVA? Dipende
 La conciliazione giudiziale: Non può avvenite oltre la prima udienza
 La conciliazione giudiziale: Può avvenire sia in udienza che fuori udienza
 La decisione della Commissione provinciale tributaria è impugnabile: Davanti
alla Commissione regionale
 La definizione di reddito di impresa: E’ in parte basata sul rinvio alle attività di cui
all’art. 2195 del Codice Civile ed in parte autonoma
 La determinazione del reddito di impresa: Prende le mosse dal risultato civilistico
 La determinazione della base imponibile dei soggetti IRES avviene sulla base:
Dei criteri ccdd “atomistico” o “onnicomprensivo” applicabili a seconda della categoria di
appartenenza fra quelle di cui al co. 1 dell’art. 73 del TUIR
 La dichiarazione annuale IVA: Deve essere presentata anche dai contribuenti che
non hanno compiuto operazioni imponibili salvo alcune eccezioni normativamente
stabilite
 La dichiarazione annuale IVA: Ha la funzione di consentire la raccolta di informazioni
ed elementi sull’attività del contribuente al fine di indirizzare l’eventuale attività di
verifica e controllo da parte dell’A.F.
 La dichiarazione dei redditi: Deve essere redatta a pena di nullità su stampati
conformi a modelli redatti dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e pubblicati in
Gazzetta Ufficiale
 La dichiarazione dei soggetti diversi dalle persone fisiche deve a pena di
nullità: Essere sottoscritta dal rappresentante legale e, in mancanza da chi ne ha
l’amministrazione anche di fatto ovvero da un rappresentante negoziale
 La dichiarazione non sottoscritta dal contribuente o da chi ne ha
l’amministrazione legale, negoziale o di fatto è: Nulla
 La dichiarazione non sottoscritta dal contribuente o da chi ne ha la
rappresentanza negoziale o legale è: Nulla ma tale nullità è sanata se il
contribuente provvede alla sottoscrizione entro trenta gg. dall’invito da parte del
competente Ufficio dell’Agenzia delle Entrate
 La disciplina dell’imposta di bollo è contenuta nel d.P.R. n. 642 del 26 ottobre
1972? Vero
 La disciplina dell’istanza di rimborso e dei relativi termini di decadenza è
contenuta solo nell’ambito delle singole leggi di imposta: No vi sono anche altre
previsioni normative in materia
 La disciplina della riscossione per il tramite del ruolo è contenuta nel d.P.R. 29
settembre 1973 n. 602: Vero
 La doppia imposizione internazionale: Può essere scongiurata dagli Stati attraverso
l’adozione di rimedi unilaterali, ovvero di Convenzioni Internazionali contro la Doppia
Imposizione
 La giurisdizione delle Commissioni tributarie: Riguarda i tributi di ogni genere e
specie
 La giurisdizione delle Commissioni tributarie: Riguarda i tributi di ogni genere e
specie comunque denominati nonché le sovraimposte le addizionali le relative sanzioni
nonché interessi ed ogni altro tipo di accessorio
 La Guardia di Finanza può effettuare accessi presso le aziende di credito? Si,
ma è necessaria la previa autorizzazione del comandante di zona
 La mediazione tributaria: Assolve ad una funzione deflattiva del contenzioso
tributario relativo ad atti di valore non elevato emessi non soltanto dall’Agenzia delle
Entrate
 La misura dell’imposta fissa di bollo è attualmente pari a: 2,00e 16,00 euro
 La misura degli interessi di mora è stabilita annualmente con decreto del
Ministro delle finanze, ed è commisurata alla media dei tassi bancari attivi:
Vero
 La misura della Tarsu: Era commisurata alla superficie dei locali ed alla loro
destinazione di uso
 La misura della TARI: Era commisurata al costo della pulizia delle strade comunali dove
affluiscono i rifiuti

 La motivazione per relationem per gli atti dell’Amministrazione finanziaria: E’


ammessa dall’art. 7 della legge 27 luglio 2000 n. 212 (Statuto del contribuente) a
condizione però che se nell’atto si fa riferimento ad un altro atto, lo stesso deve essere
allegato all’atto che lo richiama
 La norma tributaria può essere retroattiva? No in base allo Statuto del
Contribuente salvo eccezioni
 La notifica dell’avviso di accertamento a Tizio condebitore solidale insieme a
Caio, vale anche nei confronti di Caio? No
 La persona fisica non residente in Italia ha il proprio domicilio fiscale: Nel
Comune in cui è stato prodotto il reddito
 La produzione di un reddito in un paese diverso da quello in cui risiede il
titolare se i due paesi adottano criteri analoghi di tassazione: Comporta una
doppia imposizione internazionale che tuttavia talvolta viene eliminata sul nascere
attraverso le Convenzioni Internazionali contro la doppia imposizione ovvero dalle
norme interne dello Stato dove il contribuente ha la residenza
 La riserva di legge ex art. 23 Cost è una riserva: Relativa
 La ritenuta diretta: E’ una particolare modalità di riscossione
 La ritenuta diretta: Viene operata dalle Amministrazioni dello Stato sui redditi erogati
 La rivalsa verso il cliente: E’ obbligatoria
 La seguente affermazione “In generale nella determinazione del reddito di
lavoro dipendente sono irrilevanti eventuali costi di produzione sostenuti dal
lavoratore” è: Vera
 La tari è una tassa sui rifiuti  
 La stabile organizzazione: E’ un criterio di collegamento per effetto del quale si
considera prodotto in Italia il reddito di impresa derivante da attività esercitate in Italia
 La successione in materia di sanzioni è espressamente esclusa dall’art. 8 del
dlgs. n 472/1997? Vero
 La variazione in diminuzione relativa ad operazioni precedentemente
fatturate: E’ facoltativa e può essere effettuata entro il termine di un anno se avviene
per accordo delle parti
 Le circolari in materia tributaria: Non sono fonti normative ma la loro mancata
applicazione può essere sintomo di eccesso di potere
 Le decisioni della Corte di Giustizia in materia tributaria vincolano gli stati
membri: Si
 Le dichiarazioni devono essere redatte a pena di nullità su stampati conformi a
modelli redatti dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e pubblicati in
Gazzetta Ufficiale: Vero
 Le esportazioni effettuate dall’Italia verso altri paesi dell’UE danno luogo a:
Operazioni imponibili con aliquota italiana se il cliente è consumatore finale
 Le importazioni: Sono sempre e comunque operazioni imponibili IVA
 Le imposte italiane sui redditi si applicano sui redditi prodotti all’estero? Si se il
titolare è residente in Italia
 Le imposte sui redditi sono riscosse mediante: Iscrizione nei ruoli, versamento
diretto, ritenuta diretta
 Le operazioni non imponibili ed esenti: Rientrano nel campo di applicazione IVA ma
non danno luogo all’addebito dell’imposta
 Le Province hanno potestà normativa tributaria? No
 Le Regioni a statuto ordinario hanno potestà normativa in materia tributaria:
Si nel rispetto dei principi generali di coordinamento fissati dalla legge statale
 Le Regioni a Statuto speciale hanno potestà normativa in materia tributaria? Si
nel rispetto dei principi fondamentali dell’ordinamento tributario
 Le regioni ed i comuni: Non sono soggetti passivi IRES
 Le ritenute a titolo di acconto: Costituiscono un acconto rispetto ad imposte ancora
da determinare e non rappresentano perciò un prelievo definitivo
 Le sanzioni amministrative: Non si trasferiscono agli eredi
 Le sanzioni penali tributarie sono caratterizzate dalla presenza di: Dolo specifico
 Le società di persona in base alla disciplina delle imposte sui redditi
attualmente vigente: Devono presentare la dichiarazione ma non pagare l’IRPEF che
è dovuta, in base al principio di trasparenza, dai soci
 Le somme conseguite per il risarcimento di un bene relativo all’impresa sono
tassate quali componenti del reddito di impresa? Si a titolo di ricavo o di
plusvalenza a seconda del bene a cui si riferisce il risarcimento
 Le verifiche fiscali si svolgono: Durante l’orario ordinario di svolgimento delle attività
salvo casi eccezionali ed urgenti adeguatamente documentati
 Le vigenti disposizioni in tema di rimborso consentono di rivolgersi
direttamente al giudice tributario per il riconoscimento dl proprio diritto? No è
necessario preventivamente rivolgere una istanza al competente ufficio fiscale

N
 Nel caso di applicazione della ritenuta a titolo di imposta: La ritenuta effettuata
in capo al sostituto esaurisce il prelievo
 Nel caso in cui il contribuente non paghi le somme iscritte a ruolo maturano
nei suoi confronti anche gli interessi di mora? Si
 Nel caso in cui il legislatore modifichi l’aliquota applicabile ad una certa
operazione: Si applica l’aliquota vigente al momento di effettuazione dell'operazione
 Nel caso in cui un atto non in regola con l’imposta di bollo venga rimesso ad
una parte che non ha partecipato alla sua formazione: Il soggetto che non ha
partecipato alla formazione dell'atto è esente da responsabilità se entro 15 dal
ricevimento provvede alla regolarizzazione dell’atto presso il competente ufficio col
pagamento della sola imposta
 Nelle determinazione del reddito di lavoro dipendente: le somme eventualmente
corrisponde dal datore di lavoro al dipendente a titolo di rimborso spese sono deducibili
dal reddito
 Nel caso in cui un esportatore italiano cede merci ad un altro soggetto passivo
IVA di un altro Stato della UE: L’IVA sarà applicata dal cessionario estero che
emetterà un documento per registrare a debito e a credito l’IVA in base all’aliquota
vigente nel proprio paese
 Nel nostro sistema fiscale il reddito: Non viene definito in generale ma attraverso il
rinvio alle singole categorie di reddito elencate nell’art. 6 del TUIR
 Non sono soggetti passivi dell’I.R.A.P.: I lavoratori autonomi occasionali
 Nel procedimento di autotutela entro quando l’Amministrazione finanziaria
deve rispondere? Sessanta giorni

P
 Per caso di uso in materia di imposta di bollo si intende: La presentazione
dell’atto all’ufficio del registro
 Per comprendere se un determinato provento è tassabile in base alla
normativa delle imposte sui redditi: Occorre verificare se il provento è riconducibile
ad una delle categorie elencate nell’art. 6 del TUIR
 Per effetto dell’accertamento con adesione: Si forma un accertamento che è
vincolante per l’Amministrazione, in quanto sono escluse salvo eccezioni, integrazioni o
modificazioni da parte dell’Ufficio
 Per la produzione del proprio reddito il lavoratore dipendente: Sostiene spese a
fronte delle quali il legislatore riconosce una detrazione di imposta forfetaria
 Per ottenere il rimborso delle somme erroneamente versate e quindi non
dovute il contribuente si deve rivolgere al giudice ordinario nei termini di
prescrizione ordinaria secondo i principi di cui all’art. 2033 del Codice Civile? Si
secondo parte della dottrina che ritiene che sia ammissibile in diritto tributario una
generale azione di rimborso, basata sull’azione di indebito oggettivo disciplinata dal
Codice Civile, a prescindere da quanto stabilito dalle singole leggi di imposta
 Può essere richiesta l’autotutela per errore di calcolo: Si
 Può essere richiesta l’autotutela per duplicazione di imposta? No
 Può essere richiesta l’autotutela per errore materiale? Si

Q
 Qual è la differenza fra gli atti di accertamento e gli atti della riscossione? Gli
atti di accertamento assicurano la corrispondenza fra il tributo e la capacità contributiva
manifestata dal presupposto e gli atti della riscossione, invece, danno attuazione alla
pretesa patrimoniale del fisco
 Quale di queste affermazioni è esatta? Il sostituto di imposta è colui che opera le
ritenute ed il sostituito è colui che le subisce
 Quale di queste affermazioni è falsa? A fini IRPEF il reddito di lavoro autonomo si
determina in base al principio di competenza
 Quale di queste affermazioni è falsa? L’imposta di registro principale è applicata
successivamente per correggere errori ed omissioni dell’ufficio
 Quale di queste affermazioni è falsa: Le sanzioni amministrative si dividono in
principali ed accessorie
 Quale di queste affermazioni è falsa? Lo Statuto del contribuente è una legge
costituzionale
 Quale di queste affermazioni è falsa? L’IRAP è una imposta che colpisce le persone
giuridiche
 Quale di queste affermazioni è vera: Il reddito fondiario concorre alla formazione
del reddito complessivo indipendentemente dalla percezione
 Quale di queste affermazioni è vera? L’IRAP che colpisce il lavoro dipendente
 Quale di queste affermazioni è vera? Il ricorso in commissione tributaria non
sospende l’atto impugnato
 Quale di queste affermazioni è vera? In materia di imposta sul valore aggiunto il
legislatore prevede una nozione di territorio dello Stato italiano
 Quale di queste affermazioni è vera? In materia di imposta sul valore aggiunto le
importazioni sono operazioni non imponibili
 Quale di queste affermazioni è vera? In materia di imposta sul valore aggiunto le
importazioni sono imponibili da chiunque effettuate
 Quale di queste affermazioni è vera? L’accertamento sintetico è stato recentemente
ridisciplinato
 Quale di queste affermazioni è vera? L’imposta di registro principale è applicata al
momento della registrazione
 Quale di queste affermazioni è vera? L’imposta di registro si applica in misura fissa
ovvero in misura proporzionale
 Quale di queste affermazioni è vera? L’imposta di registro si applica sempre in
misura fissa
 Quale di queste affermazioni è vera? Sono redditi di impressa i redditi derivati
dall’esercizio di attività diverse da quelle indicato nell’art. 23.985 del codice civile
purchè organizzate in forma d’impresa
 Quale di queste affermazioni è vera? Davanti alle Commissioni tributarie il
contribuente può: Stare in giudizio personalmente entro certi limiti del valore della
causa
 Quale di queste affermazioni è vera? Il reddito fondiario delle unità
immobiliari non inscritte al catasto: E’ determinato comparativamente a quello delle
unità similari già inscritte
 Quale di queste affermazioni è vera? In base all’art. 23 della Costituzione:
Alcuni aspetti del tributo possono anche essere regolamentati da atto normativo
secondario
 Quale di queste affermazioni è vera? In materia di IVA: Le prestazioni verso
corrispettivo derivanti dall’adempimento di obblighi di non fare costituiscono
prestazione di servizio
 Quale di queste affermazioni è vera? L’accertamento integrativo: E’ una forma di
accertamento successiva che presuppone la conoscenza di nuovi elementi
 Quale di queste affermazioni è vera? L’avviso di accertamento è impugnabile
davanti alla Commissione tributaria nel termine di: Sessanta giorni dalla notifica
 Quale di queste affermazioni è vera? L’obbligazione tributaria può formare
oggetto di accollo? L’obbligazione tributaria può formare oggetto di accollo senza
liberazione dell’accollatario
 Quale di queste affermazioni è vera? La cartella esattoriale: A seguito della
recente riforma della riscossione ha oggi un ambito applicativo limitato
 Quale di queste affermazioni è vera? Le Commissioni tributarie si suddividono:
Commissione tributaria provinciale e Commissione tributaria regionale
 Quale tra i seguenti redditi rientra fra i redditi assimilati al lavoro autonomo:
Diritti di autore
 Quando l’imposizione di un reddito a formazione pluriennale avviene in un
unico periodo di imposta: E’ più gravosa se le aliquote, come nel caso dell’IRPEF,
sono progressive. In ragione di ciò il legislatore ha previsto il regime di tassazione
separata

R
 Rispetto alle altre categorie di reddito il reddito di lavoro autonomo è definito:
In via residuale

S
 Secondo i fautori della teoria costitutiva: L’esercizio del potere impositivo
determinerebbe la nascita dell’obbligazione tributaria
 Secondo l’opinione della Corte Costituzionale le Commissioni tributarie: Sono
organi giurisdizionali
 Secondo la concezione di Talcott Parsons l’organizzazione è concepita come:
un sistema sociale strutturato per gestire le risorse umane
 Secondo la concezione tayloristica, si ha un massimo di produttività, quando
nessuna delle precedenti
 Secondo la teoria di Nanoka, la spirale della conoscenza si compone delle
seguenti frasi: nessuna delle precedenti
 Secondo la teoria di Nanoka, la spirale della conoscenza si compone delle
seguenti frasi: socializzazione, esteriorizzazione, combinazione interiorizzazione
 Secondo la concezione razionalistica: gli uomini sono scientificamente selezionati
 Secondo quanto chiarito dalla Corte Costituzionale, la giurisprudenza e la
dottrina maggioritaria i controlli ex art. 36 ter del d.P.R. n. 600/1973: Si
riferiscono ad errori materiali e di calcolo immediatamente rilevabili dalla dichiarazione
 Secondo una impostazione dottrinale in materia di accise, il legislatore
avrebbe previsto un presupposto a formazione progressiva: Vero
 Secondo una impostazione dottrinale in materia di accise, il presupposto
impositivo sarebbe rappresentato dalla fabbricazione e dalla importazione dei
prodotti nel territorio italiano: Vero
 Si intendono per redditi diversi: Una categoria eterogenea che riguarda tipologie di
proventi non riconducibili ad alcuna delle categorie di reddito perché privi di alcuni dei
requisiti
 Soggetto passivo dell’IRPEF è tra gli altri: Il soggetto residente titolare di immobili
anche se situati all’estero e fatta salva l’applicazione di Convenzioni contro la doppia
imposizione
 Soggetto passivo dell’IRPEF è tra gli altri la società in accomandita semplice:
vero
 Sono soggetti passivi dell’IRES fra gli altri: Le società di capitali residenti, gli enti
commerciali residenti e le società commerciali non residenti
 Successivamente alla morte di un contribuente l’Ufficio accerta nei confronti
del de cuius un debito di natura fiscale relativo ad imposta di registro per
vicende verificatesi prima della morte. In questo caso: Rispondono gli eredi
ciascuno in proporzione alla quota di eredità ricevuta
 Sulla base di quanto dispone l’art. 36 bis del d.P.R. n. 600 del 29 settembre
1973 l’Amministrazione finanziaria può procedere a ridurre le detrazioni di
imposta e le deduzioni dal reddito? Si certamente
 Sulla base di quanto previsto dall’art. 36 bis del d.P.R. n. 600 del 29 settembre
1973 l’Amministrazione finanziaria può procedere alla rettifica di errori di
calcolo? Si certamente

T
 Tizia presta occasionalmente consulenze pubblicitarie. In tal caso il relativo
compenso deve essere dichiarato come: Come reddito diverso, trattandosi di
reddito di lavoro autonomo occasionale
 Tizio, amministratore di un ente non personificato, nell’esercizio delle proprie
funzioni pone in essere, con colpa lieve, un illecito amministrativo inerente alla
determinazione dell’imposta sui redditi dovuta dall’ente. L’ufficio competente
notifica a Tizio un avviso recante l’irrogazione di una sanzione amministrativa
di ammontare superiore a 100 milioni di lire in questo caso: Tizio può eccepire
che poiché la violazione non è stata commessa con dolo o colpa grave la sanzione non
può essere eseguita nei suoi confronti in somma eccedente 100 milioni di lire
 Tizio e Caia spostatisi nel 1980, dopo un periodo di separazione giudiziale,
divorziano. Il giudice dispone l’assegnazione dalla casa coniugale, di cui è
proprietario Tizio, a favore di Caia, alla quale peraltro sono anche affidati i
figli. In questo caso Caia non deve pagare l'IMU perchè per legge la casa coniugale assegnata
al coniuge, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o
cessazione degli effetti civili del matrimonio è equiparata all'abitazione principale 
 Tizio ha presentato istanza di interpello ai sensi dell’art. 10 dello Statuto del
Contribuente. Avendo ottenuto espressa risposta dall’AF si adegua al
contenuto del parere. Poco tempo dopo gli viene notificato un parere espresso
nella stessa materia da parte dell’AF di contenuto difforme. In questo caso, a
seguito del proprio mutato orientamento interpretativo l’AF può: Non può
vantare alcuna pretesa impositiva
 Tizio, lavoratore subordinato, riceve un occasionale incarico di docenza da
parte di un’accademia artistica. In questo caso il compenso per l’attività di
docenza svolta: Non è assoggettato ad IRAP trattandosi di attività autonoma
occasionale
 Tizio nella sua qualità di datore di lavoro eroga a tutti i propri dipendenti
inquadrati come funzionari direttivi borse di studio a favore dei figli a carico.
Tali somme: Non concorrono alla formazione del reddito di lavoro dipendente
 Tizio residente in Portogallo è proprietario di un’area fabbricabile sita
nel territorio del Comune di Reggio Calabria. In questo caso: Tizio deve pagare
l’I.C.I. pur non essendo residente in Italia
 Tizio si rifiuta di ottemperare ad alcune richieste della Guardia di Finanza. Per
tale comportamento la normativa vigente al momento del rifiuto prevede
l’irrogazione di una sanzione amministrativa. Tale sanzione viene irrogata a
Tizio e quest’ultimo non impugna l’atto di irrogazione ma versa l’intero
ammontare della sanzione. Sopravviene una legge per effetto della quale il
comportamento di Tizio non configura più una ipotesi di illecito amministrativo
in questo caso: Non è ammessa la ripetizione di quanto pagato

U
 Un atto non in regola con l’imposta di bollo è: Annullabile
 Un chirurgo residente a Roma si reca ad operare presso una clinica spagnola e
percepisce un determinato onorario: Detto onorario è tassato in Italia in quanto il
chirurgo risiede in Italia
 Un contribuente invalido ma non riconosciuto portatore di handicap ai sensi
dell’art. 3 della legge 5 febbraio 1992 n. 104, deduce dal reddito le somme
corrisposte ad una persona che lo assiste. Il disconoscimento della deduzione
operata dal contribuente può avvenire mediante la procedura ex art. 36 bis del
d.P.R. n. 600/1973? No perché l’art. 36 bis è applicabile soltanto in ipotesi di
correzioni di errori materiali e di calcolo e non è applicabile a rilievi che presuppongono
la soluzione di delicate questioni interpretative
 Un decreto ministeriale può introdurre un nuovo tributo? No mai
 Un dottore commercialista viene incaricato mediante contratto di lavoro a
progetto di effettuare attività di revisione di bilanci per la società Alfa in
questo caso: L’operazione è assoggettata ad IVA in quanto svolta da soggetto passivo
IVA
 Un noto anestesista straniero non residente in Italia si reca per pochi giorni in
Italia per partecipare ad un importante intervento chirurgico e percepisce per
tale prestazione un compenso. Tale compenso: Si considera prodotto in Italia e
viene pertanto assoggettato a tassazione
 Un noto chirurgo effettua un intervento di mastoplastica nel 2006 ed emette la
fattura nello stesso anno. Il cliente paga però nel 2007. In questo caso: Il
compenso fa parte del reddito del 2007 perché in tale anno è avvenuto il pagamento
 Un noto chirurgo straniero residente in Germania si reca per pochi giorni in
Italia per partecipare ad un importante intervento chirurgico e percepisce per
tale prestazione un compenso. Tale compenso: Si considera prodotto in Italia e
viene pertanto assoggettato a tassazione
 Un petroliere americano possiede una villa in Sardegna dove si reca a
trascorrere generalmente le proprie vacanze estive. In questo caso: Il reddito
dell’immobile è tassato in Italia
 Un privato acquista e vende delle azioni quotate in borsa, realizzando un utile
di negoziazione. Tale utile: Costituisce reddito diverso
 Un professionista percepisce interessi moratori per ritardato pagamento di una
parcella. Gli interessi moratori in questione sono tassabili? Si come accessorio
del reddito di lavoro autonomo
 Un soggetto IVA esercente l’attività di macellaio vende la casa in montagna
che ha acquistato in regime di separazione dei beni qualche anno prima. In
questo caso la cessione: Non è assoggettata ad IVA perché riguarda un bene non
relativo all’esercizio di impresa
 Una direttiva comunitaria non self executing stabilisce che i redditi derivanti
dalla corresponsione di borse di studio debbano essere tassati secondo criteri
più favorevoli di quelli previsti in tema di IRPEF dall’ordinamento interno. Il
contribuente può: Pagare l’IRPEF dovuta sulla base della normativa interna, in quanto
la direttiva non è sufficientemente dettagliata da poter essere immediatamente
applicabile
 Una estetista esegue massaggi estetici senza avvalersi di una specifica
organizzazione ma recandosi direttamente presso le proprie clienti. In questo
caso i relativi proventi sono tassati come: Redditi di lavoro autonomo, trattandosi
di attività professionale
 Una imposta sui soggetti con capigliatura rossa sarebbe legittima
costituzionalmente? No in quanto avere i capelli rossi non rappresenta un fatto
economicamente valutabile
 Una impresa cede al Centro per l’Impiego di Modena- Provincia di Modena una
serie di scrivanie destinate ai dipendenti dell’Ufficio provinciale. In questo
caso: Il momento impositivo è differito a quello del pagamento
 Una impresa che costruisce macchine per il movimento della terra vende una
scavatrice. Il corrispettivo derivante dalla cessione costituisce: Ricavo
 Una impresa che esercita attività di ristrutturazioni di bagni e di cucine vende
un certo quantitativo di maioliche. In questo caso il corrispettivo ricevuto per
la vendita: E’ un ricavo trattandosi di materia prima
 Una impresa consegue il rimborso da parte dell’Amministrazione finanziaria di
una parte di imposta versata in eccesso indeducibile dal reddito di impresa (ad
es. di una parte di IRAP versata in eccesso). In questo caso tale rimborso: Non
è assoggettabile a tassazione
 Una legge che stabilisce che chi due anni fa possedeva una moto deve pagare
un tributo sarebbe: Costituzionalmente legittima se non viola il principio di attualità
della capacità contributiva
 Una norma tributaria può essere interpretata estensivamente? Si
 Una nota ballerina residente in Germania si reca per due mesi in Italia per
partecipare ad un importante evento teatrale e percepisce per tale prestazione
un compenso. Tale compenso: Si considera prodotto in Italia e viene pertanto
assoggettato a tassazione
 Una società farmaceutica possiede alcuni appartamenti che sono
temporaneamente locati. In relazione a tali immobili effettua alcune spese di
manutenzione ordinaria. Tali spese: Sono indeducibili perché non trattandosi di
immobili strumentali si applicano le regole di determinazione del reddito fondiario

Potrebbero piacerti anche