Sei sulla pagina 1di 36

11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 1

2006-2011
5 anni
di Amministrazione
Comunale

Rispetto e difesa del territorio,


credibilità, onestà e coerenza:
promesse mantenute.
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 2

5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011

Cari concittadini, potevamo in alcun modo evitare. L'unico


Il saluto del Sindaco

cemento che noi abbiamo autorizzato e


sono passati cinque anni posto sul nostro territorio è stato quello
dalle elezioni comunali necessario all'ampliamento del cimitero di
del 2006 quando la Camnago, quello necessario all'ampliamento
Vostra volontà, espressa della scuola materna di Gaggino e quello
col voto, ha premiato la della “casetta” dell'acqua.
lista “Vivere Faloppio”.
A questo punto è Credibilità
Eugenio Aiani doveroso che io mi Non abbiamo mai raccontato storie per
confronti con Voi su ciò raccogliere consenso. Abbiamo sempre
che è stato proposto nella campagna rispettato il cittadino dicendo cose vere e reali
elettorale del 2006. anche se questo, molte volte, ci ha costretto a
La nostra denominazione “vivere” proponeva dire dei no. Dire sempre di si per farsi
una grande attenzione ai problemi che considerare bravi anche quando si sa che non
ognuno di noi affronta quotidianamente ed in si potrà rispettare la parola data non è nostro
particolare faceva riferimento alla qualità costume.
della vita.
Onestà
“Ci avete premiati ed ora è arrivato il Le nostre decisioni sono sempre state assunte
momento di tirare le somme” tenendo in considerazione solo ed
esclusivamente gli interessi della collettività.
Sembra una banalità affermare questo valore
Ciò che abbiamo realizzato come opere
ma se solo vi guardate intorno noterete che la
pubbliche sarà illustrato compiutamente nelle
cosa non è poi così banale.
pagine seguenti di questo giornalino.
Io vorrei soffermarmi solo su alcuni punti che
Coerenza
ritengo essenziali.
Siamo sempre stati coerenti con i principi e i
Vi avevamo promesso il rispetto e la difesa
valori proposti 5 anni fa. Non abbiamo mai
del territorio, la credibilità, l'onestà
cambiato idea nei confronti dei cittadini e del
e la coerenza.
nostro Comune. E soprattutto non abbiamo
mai cambiato idea con noi stessi!
Rispetto e difesa del territorio
Siamo riusciti ad evitare che sul nostro
Leggendo questo giornalino, avrete modo di
Comune si insediasse un’ulteriore proposta di
valutare il nostro operato e di trarne le
aumento della escavazione. Le cave sono
conclusioni. Io e gli Amministratori
attive e stanno proseguendo il loro lavoro
accetteremo ogni Vostra considerazione non
concesso dal piano cave passato. Nessuna
solo con rispetto ma anche con serenità,
ulteriore richiesta di aumento di escavazione
perchè ognuno di noi sa di avere lavorato
è stata accolta.
tanto, con impegno, dedizione e amore per il
nostro Comune.
Per quanto concerne l’edificazione di questi
anni, va evidenziato che purtroppo è il
risultato di diritti concessi dalla passata
Amministrazione che, pertanto, non

2
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 3

5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011


Lavori Pubblici

ROTATORIA ALL’INCROCIO FRA LE VIE


MANZONI E VITTORIO VENETO
Lo svincolo stradale è di una maggiore durata e di una migliore con-
stato creato perseguendo servazione. L’incrocio ha un nuovo impianto di
due scopi: il rallenta- pubblica illuminazione.
mento del traffico veico- La rete di tombinatura raccoglie le acque che,
lare e una più sicura provenienti da monte, fluiscono copiosamente
Mario Martinelli intersezione delle diverse sull’area. Tali acque sono raccolte e convo-
direttrici di traffico. La gliate, lontano dall’area abitata, in una ramo del
nuova rotatoria consente di disimpegnare ade- reticolo idrico minore, appositamente riattivato
guatamente le diverse strade convergenti nel- e ripulito.
l’incrocio e obbliga i veicoli ad affrontare
questo tratto di strada con una velocità più con-
sona ad un centro abitato.
Contestualmente si è provveduto a migliorare la
raccolta delle acque meteoriche che, prece-
dentemente, fluivano copiosamente verso il
paese per tramite della via Manzoni.
La rotatoria disimpegna le diverse direttrici di
traffico, prevedendo anche eventuali futuri in-
nesti. Delimitazioni laterali e corona centrale
sono rifinite con materiali in pietra, a garanzia
Periodo di realizzazione 2009-2010 - Costo complessivo € 350.000,00

SISTEMAZIONE ARCHIVIO COMUNALE


Si sono eseguiti diversi interventi al fine di ade- archiviazione e di meglio preservare i docu-
guare l’archivio comunale, posto al piano in- menti.
terrato del Municipio, alle esigenze di sicurezza
e di buona conservazione dei documenti.
Mediante l’installazione di particolari arma-
diature si è inoltre ottimizzato l’utilizzo dello
spazio a disposizione per la conservazione
degli atti.
I lavori hanno riguardato l’adeguamento della
compartimentazione e dell’impiantistica ai fini
antincendio e la creazione di un’uscita di sicu-
rezza. Nei vani più grandi sono stati installati
armadi chiusi scorrevoli su binari che consen-
tono, al contempo, di aumentare la superficie di
Periodo di realizzazione 2008-2009 - Costo complessivo € 55.000,00

3
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 4

Lavori Pubblici 5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011

MARCIAPIEDE DI COLLEGAMENTO ALLA FRAZIONE


MASTRELLO
Il nuovo marciapiede, il cui sviluppo è di quasi preesistente linea elettrica aerea con un nuovo
seicento metri, migliora notevolmente le condi- elettrodotto interrato, creando una situazione al
zioni di sicurezza dei pedoni, che possono ora contempo più ordinata e più sicura.
raggiungere il centro paese con un percorso pro- La realizzazione del nuovo marciapiede, creato
tetto. Un ulteriore incremento della sicurezza al margine della strada provinciale, ha compor-
veicolare e per i cittadini è dato dalla nuova rete tato l’arretramento di alcune recinzioni di
di pubblica illuminazione, realizzata lungo l’in- privati proprietari e la realizzazione di delimita-
tero tragitto. Inoltre, si è eseguita d’intesa con zioni di contenimento del terreno a lato del-
l’Enel e per l’intero tratto la sostituzione della l’opera. Il marciapiede ha finitura con cordolo
in pietra, più duraturo,
e manto in tappeto bi-
tuminoso. La realizza-
zione dell’opera ha
richiesto la creazione
di una linea di raccolta
e smaltimento delle
acque meteoriche e la
rettifica della carreg-
giata stradale, ora con
adeguata larghezza
(minimo 6 metri) sul-
l’intera tratta.
Periodo di realizzazione 2009-2010 - Costo complessivo € 370.000,00

CENTRO SPORTIVO DI CAMNAGO


La nuova struttura coperta e l’annessa palazzina per le attività sportive e ricreative di base, rivolte
spogliatoi-servizi consentono di disporre anche all’intera cittadinanza.
a Camnago di una struttura con campo coperto Nell’area è stata mantenuta la preesistente pista

4
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 5

5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011


Lavori Pubblici

per pattinaggio ed è stata installata una struttura


(half-pipe) per lo skateboard.
Interventi di finitura, quali il rifacimento della
recinzione, la sistemazione a verde, l’illumina-
zione esterna e la pavimentazione della strut-
tura coperta hanno permesso di rendere, dal
2010, fruibile la struttura.
Si sono previste una copertura multiuso con
struttura in legno e involucro leggero ai lati e in
copertura e con testate in muratura che con-
sentono di disporre di un maggior spazio in-
terno. L’edificio spogliatoi è stato realizzato in
muratura, sostituendo l’iniziale intenzione di
adottare un prefabbricato.
L’impianto di riscaldamento, con pavimenta-
zione radiante, è alimentato dalla centrale ter-
mica posta nel Centro sociale che, totalmente
rinnovata, consente di servire sia la struttura
sportiva, sia l’edificio centro sociale stesso.
Periodo di realizzazione 2008-2010 - Costo complessivo € 480.000,00

CIMITERO DI CAMNAGO,
AMPLIAMENTO E REALIZZAZIONE PARCHEGGIO
E’ stato recentemente completato l’intervento di destinarlo a parcheggio al servizio del cimitero,
ampliamento del cimitero di Camnago con la un terreno posto lungo la via Principale. Tale
creazione di un nuovo edificio e la realizza- area, sebbene prossima al cimitero è separata
zione di una piccola struttura coperta per le ce- dallo stesso dalla strada provinciale S.P.45. In
rimonie funebri. Contestualmente si è questa situazione ci è sembrata più consona e
realizzato, lungo la via Verdi, un nuovo par- più sicura l’ubicazione dei nuovi posti auto
cheggio. Si ricorda che la precedente Ammini- lungo la Via Verdi, evitando in tal modo agli
strazione Comunale acquistò, al fine di utenti inutili attraversamenti stradali.

5
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 6

Lavori Pubblici 5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011

L’intervento è stato realizzato con la preventiva


approvazione da parte dell’A.S.L. del Piano ci-
miteriale comunale, che ha considerato le pre-
vedibili necessità dei prossimi venti anni.
L’ampliamento del cimitero ha consentito di ot-
tenere cento nuovi loculi per tumulazione, ubi-
cati in un corpo edilizio posto, come i
preesistenti, lungo l’allineamento del muro di
cinta dell’area cimiteriale.
Il nuovo parcheggio realizzato lungo la via Verdi l’adiacente centro sportivo. Lungo la via Verdi,
dispone di ventinove posti e, per l’ubicazione sul lato del parcheggio, l’intervento è stato com-
scelta, consente di servire comodamente anche pletato con la realizzazione del marciapiede.
Periodo di realizzazione 2008-2010 - Costo complessivo € 240.000,00

AMPLIAMENTO E RIORDINO PARCHEGGIO CENTRO


SPORTIVO DI VIA FALCONE
La realizzazione dell’intervento è stata in parte Il progetto ha previsto il ridisegno dell’intera
a carico di operatori privati, in esecuzione di area in modo da consentire di integrare corret-
atto d’obbligo connesso con un intervento di tamente il parcheggio, in estensione con l’area
edificazione ed in parte a carico del Comune . di sosta preesistente. Complessivamente ora si
Con il previsto ampliamento si è ritenuto op- dispone di settantanove posti auto, oltre a spazi
portuno procedere ad un riordino dell’intera di sosta per motociclette e biciclette. La crea-
area a parcheggio, creando in tal modo un con- zione di aiuole, parte a prato parte con vegeta-
testo più ordinato e, con la dotazione di aiuole, zione tappezzante e l’uso di prato armato
più gradevole. drenante per i parcheggi in ampliamento, ha
Con l’intervento di riorganizzazione dell’esi- consentito di inserire una buona superficie con
stente parcheggio si è migliorato, mediante finiture a verde. Si è fatta questa scelta al fine di
un’aiuola spartitraffico, l’accesso da via Cam- evitare la creazione di uno spazio totalmente
pagna, precedentemente pericoloso a causa asfaltato che, date la considerevole estensione,
della scarsa visibilità. sarebbe risultato oggettivamente eccessivo.

Periodo di realizzazione 2010 - Costo complessivo € 60.000,00

6
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 7

5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011


Lavori Pubblici

SPOSTAMENTO DEL MONUMENTO AI CADUTI


DI GAGGINO
Si è ritenuto opportuno spostare il Monumento L’intervento di spostamento ha comportato la
ai Caduti di Gaggino, ricollocandolo in un’area creazione, all’esterno del Municipio, di una
centrale del paese. D’intesa con il Gruppo Al- piccola area atta ad accogliere il monumento.
pini è stata definita la nuova collocazione All’opera, seppure di contenute dimensioni, si
presso il Municipio. Tale sede ci è parsa più è voluto dare una finitura consona alla circo-
consona per l’importanza del Monumento, sim- stanza utilizzando, tra l’altro, un pavimenta-
bolo della memoria collettiva. La lastra metal- zione in pietra e dei manufatti cementizi,
lica raffigurante le montagne, oltre ad essere un colonne a diversa altezza, appositamente dise-
elemento decorativo, vuole espressamente ri- gnati e realizzati. Inoltre, con l’illuminazione
cordare il contributo dato dagli Alpini alla no- realizzata, si è voluto conferie adeguato risalto
stra Patria. al monumento anche nelle ore serali.

Periodo di realizzazione 2010 - Costo complessivo € 26.000,00

7
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 8

Lavori Pubblici 5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011

PISTA CICLABILE GAGGINO CAMNAGO,


INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE
L’Amministrazione Comunale ha ottenuto dallo Il lavoro si compone di più interventi: la crea-
Stato un finanziamento di € 60.000,00 per in- zione di un’area di sosta, l’installazione di car-
terventi di riqualificazione del percorso ciclo tellonistica esplicativa nei tre punti di accesso
pedonale che collega Gaggino e Camnago. al percorso, nonché lavori manutentivi alla pa-
Entro l’estate 2011 è prevista la realizzazione vimentazione del tracciato esistente.
di interventi di completamento della pista ci- Per l’area di sosta si è scelta l’ubicazione all’in-
clabile. In particolare presso il parcheggio del crocio tra i due rami della pista, presso il par-
cimitero di Gaggino si creerà un’area attrezzata cheggio del cimitero di Gaggino.
per la sosta. Inoltre, sarà posta una nuova car- Sarà creata una piazzola dotata di una zona co-
tellonistica illustrativa del tracciato, il tutto per perta, di sedute e di un tavolo.
rendere ancora più piacevole l’uso del nostro Sarà anche collocata, sempre in quest’area,
percorso ciclo pedonale. una piccola fontanella.
Periodo di realizzazione 2011 - Costo complessivo € 60.000,00

8
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 9

5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011


Lavori Pubblici

ELENCO ALTRI LAVORI ESEGUITI


ED INIZIATIVE INTRAPRESE

• Completamento nuova piazza Beata vergine del Rosario

• Rettifica ingresso di via Campagna

• Realizzazione marciapiede lungo la via Vittorio Veneto nel tratto fronteggiante


la via Tettamanti

• Semaforo “intelligente” lungo la via Vittorio veneto

• Asfaltura di strade comunali eseguita annualmente

• Manutenzione marciapiedi a Camnago, via IV novembre e via degli Alpini

• Prolungamento fognatura ed acquedotto in direzione Uggiate


(lungo la via Vittorio Veneto)

• Realizzazione nuova centrale termica unificata centro sociale,


centro sportivo di Camnago

• Nuova illuminazione campo di calcio Via Albiolo

• Manto erba sintetica campo polivalente via Campagna

• Nuove linee di acquedotto in via Volta e via Cavallina

• Complesso scuola secondari G. Rodari, manutenzione copertura alloggio custode

• Complesso scuola secondari G. Rodari, interventi manutentivi palestra

• Caserma carabinieri, nuovo accesso di servizio e adeguamento centrale termica

• Fognatura in località Bernasca, nuovo conduttura con eliminazione


stazione di sollevamento reflui

• Nuova centrale termica municipio

• Rifacimento impermeabilizzazione, con coibentazione, municipio

• Richiesta deposito cauzionale per manomissione strade comunali

• Piombatura degli idranti posti sul territorio comunale

9
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 10

Lavori Pubblici 5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011

STUDIO PER LA REALIZZAZIONE DI UNA


STRUTTURA PUBBLICA PER LE FESTE PRESSO
IL CENTRO SPORTIVO DI VIA CAMPAGNA
L’Amministrazione Co- investimento che non può andare disgiunto da
munale ha fatto redigere una ben meditata localizzazione. Esaminando
uno studio per la realiz- in forma coordinata aspetti quali l’accessibilità,
zazione di una struttura la disponibilità di parcheggi, le necessità di
Eugenio Aiani
attrezzata per le feste e spazi per le strutture pubbliche preesistenti, la
per le altre iniziative collettive che le associa- conservazione di un’ampia area a verde nel
zioni del paese organizzano durante l’anno. centro di Gaggino, il posizionamento centrale
rispetto all’intero territorio comunale e l’impatto
L’ubicazione di tale struttura è stata a lungo ana- acustico delle manifestazioni, si è optato per la
lizzata, confrontando due possibili luoghi: l’at- collocazione della struttura nella vasta e ben ac-
tuale spazio pubblico di largo Pertini, posto tra le cessibile area ad uso pubblico presente nel
scuole di Gaggino e la via Matteotti e l’area del Centro sportivo di via Campagna.
Centro sportivo comunale di via Falcone.
Una struttura di questo tipo implica un ingente Le principali motivazioni alla base della scelta
operata sono state la necessità di preservare il
parco pubblico, polmone verde sito in centro a
Gaggino, il mantenimento dell’opportunità di
consentire un eventuale adeguamento delle
strutture scolastiche, l’indisponibilità in centro
paese di adeguate aere a parcheggio, il non tra-
scurabile disturbo comportato, nel centro ur-
bano, dall’impatto acustico delle feste ed,
infine, la contemporanea presenza sull’area
dello spazio per il mercato settimanale.

Tali inconvenienti non si presentano per l’area


di via Campagna che, tra
l’altro, ha ubicazione bari-
centrica sul territorio co-
munale e può, in tal
modo, essere meglio im-
piegata da tutte le asso-
ciazioni di Faloppio.
Lo studio così condotto è,
a nostro giudizio, un va-
lido e ponderato stru-
mento di programmazione
per la realizzazione, nel
prossimo futuro, dell’area
feste comunale.

10
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 11

5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011


Servizi Municipali

ACQUEDOTTO COMUNALE,
COLLEGAMENTO CON UGGIATE TREVANO
È stato predisposto un col- ture in Valmulini, mantenendo comunque co-
legamento di emergenza stante l’erogazione d’acqua all’utenza.
tra gli acquedotti di Falop- L’intervento di collegamento ha richiesto il pro-
pio ed Uggiate Trevano. È lungamento di una tubazione dell’acquedotto
ora possibile, in caso di comunale di Uggiate Trevano sino al serbatoio
Giuseppe Prestinari emergenza, connettere le generale dell’acquedotto di Faloppio, sito in lo-
reti di distribuzione dei calità Ronconcello.
due acquedotti, limitando il rischio di interru- L’intervento è stato completato con l’esecuzione,
zione nell’erogazione dell’acqua a causa di gua- presso il serbatoio di adeguamenti impiantistici e
sti improvvisi. La nuova situazione consente con la posa di uno strumento di contabilizza-
anche periodiche manutenzioni ai nostri impianti zione del flusso d’acqua tra i due acquedotti.
d’acquedotto, interrompendo per alcune ore il L’opera è stata finanziata al 50% dal Comune
funzionamento delle pompe presso le infrastrut- di Uggiate Trevano.
Periodo di realizzazione 2009 - Costo complessivo € 45.000,00

ACQUEDOTTO COMUNALE,
AMMODERNAMENTO IMPIANTISTICO
Si sono effettuati diversi interventi finalizzati ad
ammodernare l’acquedotto comunale, in parti-
colare presso le infrastrutture site in Valmulini.
Inoltre, al fine di consentire una precisa contabi-
lizzazione dell’acqua prelevata dai pozzi d’ac-
quedotto e dell’acqua distribuita si è installato un
efficace sistema di misurazione. In tal modo si
possono costantemente monitorare i quantita-
tivi d’acqua distribuiti e si può, con maggiore ef-
ficacia, intervenire alla ricerca di perdite sulla rete
acquedottistica comunale.
Si è provveduto a posare, nella stazione di solleva-
mento a valle posta nelle adiacenze dei pozzi, una
elettropompa sommersa. La pompa, realizzata per
le specifiche necessità del nostro acquedotto è in
grado, da sola, di rifornire il serbatoio generale.
Si è provveduto alla posa di sofisticati strumenti di
misurazione delle portate. Presso il serbatoio gene-
rale è stato installato un registratore con contabiliz-
zazione anche istantanea che consente di conoscere
costantemente i quantitativi d’acqua distribuita.
Periodo di realizzazione 2010-2011 - Costo complessivo € 25.000,00

11
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 12

Servizi Municipali 5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011

ACQUEDOTTO COMUNALE,
NUOVO IMPIANTO DI DISINFEZIONE
Al fine di garantire la qualità dell’acqua distri-
buita è stato installato un impianto di disinfe-
zione a biossido di cloro: tale impianto è
idoneo ad assicurare all’acqua all’interno della
rete di distribuzione adeguate caratteristiche
igienico sanitarie. Si è optato per questa tec-
nologia in quanto più efficace della ordinaria
disinfezione con sistema ad ipoclorito di
sodio.
L’impianto di disinfezione, dotato di sistema di
produzione in loco di biossido, derivato da
acido cloridrico e clorito di sodio, è collocato
presso il serbatoio generale in località Ron-
concello.
L’ubicazione è stata scelta in quanto consente,
con un solo impianto, il trattamento di tutta
l’acqua distribuita agli utenti dall’acquedotto
comunale.
Periodo di realizzazione 2010 - Costo complessivo € 50.000,00

ACQUEDOTTO COMUNALE, CASETTA DELL’ACQUA


E’ in fase d’installazione, presso il parco comu- Nel budget di spesa rientrano anche i correlati
nale di Largo Pertini, un punto di distribuzione oneri di allacciamento idraulico e di attivazione
pubblica di acqua potabile. di un’apposita linea elettrica.
Il manufatto, comunemente denominato “ca-
setta dell’acqua”, distribuirà acqua dell’acque-
dotto comunale, che sarà fornita liscia o gassata.
L’iniziativa, attivata d’intesa con l’Unione dei
comuni Terre di frontiera e con un contributo fi-
nanziario della Provincia di Como è finalizzata
a diminuire il consumo di bottiglie di plastica.
Sono previsti la creazione di un’apposita piaz-
zola e la collocazione di un manufatto realiz-
zato dalla ditta specializzata vincitrice
dell’apposito appalto. La casetta avrà tecnolo-
gia e finiture analoghe a quelle in fase di posa
negli altri comuni dell’Unione.
Periodo di realizzazione 2011 - Costo complessivo € 55.000,00

12
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 13

5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011


Servizi Municipali

RIFIUTI:
IMPORTANZA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA
Per raccolta differenziata dei rifiuti si intende portanza di una corretta gestione della rac-
un sistema di raccolta degli stessi che pre- colta indifferenziata.
vede, per ogni tipologia di rifiuto, una prima
selezione da parte dei cittadini. Scopo fonda- Negli ultimi tre anni la percentuale di rac-
mentale della raccolta differenziata è quello colta differenziata del nostro Comune è au-
di diminuire il quantitativo di rifiuti da confe- mentata sensibilmente passando dal 37,6%
rire nelle discariche. dell’anno 2007 al 55% dell’anno 2009.
Se consideriamo che problemi ecologici e di Tale sensibile aumento è legato innanzitutto al-
difesa ambientale rendono sempre più diffi- l’introduzione ad ottobre 2007 della raccolta
cile reperire aree per le discariche di tipo differenziata dell’umido a domicilio (circa il
tradizionale (dove si conferiscono rifiuti in- 10%) e del legno con cassone posizionato
differenziati) capiamo immediatamente l’im- presso il Centro di Raccolta (circa il 5% ).
Nel corso dell’anno 2010
l’Unione di Comuni Lombarda
Terre di Frontiera ha esperito per
conto dei Comuni aderenti una
gara di appalto per affidare la
gestione del servizio di raccolta,
trasporto e smaltimento dei ri-
fiuti. La procedura è in fase con-
clusiva e il nuovo contratto
entrerà in vigore presumibil-
mente al 01.07.2011.

Si tratta di un Capitolato piutto-


sto flessibile in cui si prevedono
numerosi servizi opzionali che
ogni Ente potrà discrezional-
mente valutare se attivare o
meno. La caratteristica interes-
sante è legata al fatto che gli Enti
manterranno la proprietà dei ri-
fiuti riciclabili raccolti ( carta,
plastica, vetro ecc. ) e che po-
tranno, pertanto, incassare i cor-
rispettivi derivanti dalla vendita
di tali materiali.

Sarà quindi sempre piu’ impor-


tante differenziare in modo cor-
retto i materiali riciclabili.

13
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 14

Cave, attività produttive e ambiente 5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011

A conclusione di questo servare che la qualità dell’aria è stata preservata


quinquennio di attività è e che la salute dei nostri cittadini non corre
doveroso presentare un alcun pericolo.
breve riepilogo delle atti- I continui e costanti controlli effettuati nell’arco
vità svolte dall’ammi- dei cinque anni hanno agito da deterrente,
nistrazione comunale comportando un costante miglioramento delle
relative al controllo am- condizioni generali dell’ambiente attorno le
bientale. cave, con una riduzione della rumorosità entro
i livelli di legge e della rumorosità media annua,
Pietro Vai come evidenziato dalle tabelle sottostanti.

1. SETTORE CAVE RUMORE


a. Nell’arco degli ultimi quattro anni (ad esclu- Riepilogo date sessioni di misura
sione del 2010, poichè mancano i dati defi- 2007 2008 2009 2010
nitivi), l’attività estrattiva ha comportato 11/06 07/05 22/05 23/06
l’estrazione di un totale di 475.306 m³ di ma- 23/07 10/06 15/06 07/07
teriale pari ad una media annua di 118.826 11/09 08/07 13/07 30/07
m³. 24/09 24/07 14/07 03/09
b. L’escavazione ha portato un introito da parte 23/10 31/07 30/07 15/10
del Comune di diritti di escavazione pari a 10/11 11/09 30/09 24/11
206.977,36 €.
c. L’attività di sorveglianza viene svolta da due
professionisti, scelti dall’Amministrazione POLVERI
Comunale. Il costo è a totale carico dei ca- Riepilogo date sessioni di misura
vatori. Durante le verifiche sono state riscon- 2007 2008 2009 2010
trate delle irregolarità nell’esecuzione dei 23/10 24/07 15/06 03/09
lavori; ciò ha comportato il pagamento da 10/11 31/07 14/07 15/10
parte delle imprese estrattive di un importo
di 76.445,81 € di sanzioni amministrative 3. SETTORE AMBIENTE
durante l’intero quadriennio. È diventato definitivamente esecutivo il PLIS
(Parco Locale d’Interesse Sovracomunale). Negli
2. CONTROLLI AMBIENTALI IN AMBITO DI CAVA ultimi mesi del 2010 si è iniziato ad installare le
La ditta ISOFON su incarico dell’Amministra- porte d’ingresso/ bacheche del Parco nel nostro
zione Comunale ha svolto un’attività di moni- Comune. La bacheca installata nella zona della
toraggio della qualità dell’aria e della nuova rotatoria (ex-cimitero vecchio) permet-
rumorosità delle lavorazioni. Tale monitoraggio terà di rilevare i vari sentieri ed altre zone d’in-
presso l’impianto Foti, ha permesso di consta- teresse naturalistico.
tare che il valore PM10 ( polveri sottili) è larga-
mente in linea con i valori rilevati dall’ARPA e 4. ATTIVITÀ PRODUTTIVE
quindi al di sotto di qualsiasi limite di pericolo- La crisi del tessile ha comportato la chiusura
sità. La concentrazione di idrocarburi polici- della Tessitura Leutenda. L’Amministrazione ha
clici aromatici (benzopirene compreso) è operato, in primo luogo, per cercare di atte-
inferiore al limite di rilevabilità dello stru- nuare nei limiti del consentito gli effetti nega-
mento. tivi che detta chiusura ha avuto nei confronti
In conclusione possiamo tranquillamente os- delle maestranze.

14
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 15

5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011


Cave, attività produttive e ambiente

L’acquisto del capannone ha consentito al Co- In conclusione possiamo ritenere che il settore
mune di dotarsi di una struttura, che si sta già cave abbia operato entro i limiti delle conces-
dimostrando di grande utilità, e nel contempo sioni. L’attività estrattive del Comune di Falop-
di consentire alla società stessa di avere una pio, come da delibera dell’Amministrazione
certa liquidità per poter pagare, in un tempo ra- Comunale, va ad esaurimento. Allo stato attuale
gionevole, gli arretrati ai dipendenti. dei fatti nessuna concessione è stata rilasciata
per il futuro.

CAVE, IL COMMENTO DEL SINDACO


Riguardo le problematiche che girano attorno
alla attività estrattiva che insiste sul nostro ter-
ritorio mi permetto di fare alcune riflessioni.
L’Amministrazione ha operato seguendo tre
principi fondamentali ed irrinunciabili.

1) il rispetto dei diritti


dei cittadini, dei cavatori e del territorio
2) il dovere istituzionale
di effettuare il controllo della attività di cava
3) l’osservanza della Legge.
altro Comune, su cui insistono i poli estrattivi, il
Sapevamo e sappiamo che risolvere tutte le sacrificio di permettere l’ampliamento della
problematiche inerenti l’attività di escavazione escavazione.
è assai difficile e complicato, però ci abbiamo
provato con volontà, forza, spendendo risorse Abbiamo promosso incontri (e sono stati molti)
economiche e di impegno e ritengo che in soli tra Cittadini e Amministrazione, Amministra-
cinque anni l’Amministrazione abbia ottenuto zione e Cavatori, Cittadini Amministratori e
risultati impensabili ed inimmaginabili. Cavatori, per diffondere il principio della me-
diazione e della tolleranza ai fini di ottenere la
Abbiamo, dati alla mano, fatto sapere alla Pro- maggiore accettazione dei diritti di ognuno.
vincia che il nostro territorio ha già dato molto
e che à arrivato momento di chiede a qualche Abbiamo incentivato i controlli sul territorio,
aria-rumori, rispetto degli orari, rispetto delle
modalità e dei tempi della attività di escava-
zione, rispetto delle misure di riduzione di im-
patto ambientale, al punto che la situazione in
questi cinque anni non solo non è peggiorata
ma è migliorata.
È poco? È molto? In soli cinque anni si poteva
fare di più? Noi riteniamo che a fronte di un
problema così grande, così presente sul nostro
territorio da tanti anni, che coinvolge enormi in-
teressi, che implica diverse figure istituzionali

15
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 16

Cave, attività produttive e ambiente 5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011

(Provincia e Regione), in cinque anni non si po- estrattivi. Nel 2003 il confronto su base provin-
teva proprio fare di più. Certo il lavoro non è fi- ciale ha evidenziato che tale superficie, rappre-
nito, è solo iniziato e sta a Voi giudicare se senta circa il 24% delle superfici estrattive
questa sia la strada giusta su cui proseguire. dell’intera Provincia di Como.

Abbiamo prodotto e diffuso nel 2007 nelle case Superfici previste dal Piano cave provinciale 2003
di ogni Cittadino un Libro che fa chiarezza e da
informazioni vere e reali sulla storia della attività
di cava nel nostro territorio. Informare per fare co-
noscere significa fare partecipare con maggiore

Inoltre, il confronto sul Piano Provinciale, in ter-


mini volumetrici, evidenzia che nel Comune di
Faloppio il Piano Cave nel 2003 prevedeva
l’estrazione del 20,7% del volume complessivo
dell’intera Provincia di Como.
Volumi previsti dal Piano cave provinciale 2003

cognizione di causa il cittadino alle problemati-


che. Si è trattato di uno studio territoriale e am-
bientale che ha consentito di inquadrare lo stato
delle attività di cava e di lavorazione di inerti, at-
tività presenti sul nostro territorio da oltre cin-
quant’anni. Nel corso del nostro Mandato, al contrario delle
precedenti Amministrazioni, abbiamo effettuato
Tra i principali dati forniti, da questo studio una vera e propria inversione di tendenza, cer-
emerge con chiarezza che il 10% della superficie cando di percorrere una strada, se pur più diffi-
Comunale ricade all’interno di ambiti territoriali coltosa, più coraggiosa.

16
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 17

5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011


Cave, attività produttive e ambiente

Grazie alla collaborazione con l’Assessore fica del Piano Cave. In particolare, la proposta
Valli prima e l’Assessore Mina in seguito a li- che nel 2008 la Provincia ha presentato a Re-
vello provinciale, e con il Consigliere Regio- gione Lombardia prevede per il futuro Piano
nale Gianluca Rinaldin, a livello regionale, Cave una riduzione della superficie di escava-
abbiamo ottenuto non solo che non si au- zione, come ben si evidenzia dalle tavole sot-
mentasse l’escavazione, ma anche una modi- tostanti.

Cava di recupero RG2


Piano Cave 2003

Cava di recupero RG2


Proposta Piano Cave 2008

17
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 18

Urbanistica e pianificazione territoriale 5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011

IL NUOVO PIANO DI GOVERNO


DEL TERRITORIO
Il territorio di Faloppio, si – le zone sensibili di rispetto delle falde (i tre
appresta a ricevere il pozzi d’acqua potabile)
nuovo strumento che re- – gli ambiti territoriali di criticità individuati nelle
gola non solo l’attività ur- zone delle attività di cava
banistica ed edilizia, ma – il sistema insediativo determinato dal PRG vi-
Paolo Lampreda anche tutte le attività so- gente
ciali, pubbliche e private, – la viabilità maggiore e quella di interesse lo-
le valenze paesaggistico-ambientali e storico- cale
culturali, ovvero il Piano di Governo del Territo- – la rete ecologica
rio (PGT), che sostituisce il vecchio Piano – le zone industriali
Regolatore Generale (PRG). Queste componenti, dovranno essere compati-
Le scelte e gli obiettivi che l’Amministrazione in- bili con il Piano Territoriale di Coordinamento
tende perseguire, devono essere compatibili con Provinciale (PTCP), che ha dettato precise indi-
la tutela dell’ambiente. Ogni intervento antro- cazioni sullo sviluppo del territorio. Infatti obiet-
pico previsto, qualunque esso sia, deve essere tivo principale dello strumento urbanistico
calibrato con le attività e le destinazioni d’uso Provinciale, è quello di contenere e limitare
del territorio, in funzione di uno sviluppo che l’edificazione entro quegli ambiti già urbanizzati
non privilegi unicamente gli obiettivi economici,
ma che risulti in armonia e in equilibrio con
l’ambiente che ci circonda.
Particolare attenzione è stata rivolta alle valenze
paesaggistiche, all’ambiente, alle emergenze sto-
riche e culturali.
1
Si sono individuati:
– i percorsi tematici di grande interesse
– il sistema delle aree protette (Parco delle Sor-
genti del Lura, Parco della Spina Verde,le col- Valenze
line della Valle del Lanza) paesaggistiche
2

18
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 19

5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011


Urbanistica e pianificazione territoriale

e antropizzati, riducendo drasticamente lo svi- L’iter per la redazione del Piano di Governo del
luppo del consumo di suolo per quei comuni Territorio è stata lunga e complessa, iniziata nel
che negli ultimi 5 anni hanno consumato il terri- luglio del 2007 con la 1^ Assemblea Pubblica,
torio in modo improprio, con la ricerca di ri- dove per l’occasione è stato invitato anche il re-
creare e tutelare le identità dei territori con la dattore del Piano Territoriale di Coordinamento
creazione dei cosiddetti corridoi ecologici. Provinciale, Arch. Giuseppe Cosenza.
Nel corso della stesura del Piano, abbiamo cer-
Il Piano di Governo del Territorio, dopo la fase cato di realizzare degli obiettivi strategici per la
di partecipazione popolare che ha coinvolto i nostra comunità; la realizzazione di una Casa
cittadini, le associazioni , le aziende, i com- per Anziani, in una zona di recupero ambien-
mercianti e tutti i portatori di interessi diffusi, tale, la zona F3, dove con i proprietari dell’area
che hanno dato il loro contributo al fine di ren- ed una società che costruisce e gestisce RSA
dere attuabile il piano stesso, è stato depositato (Residenze Sanitarie Assistenziali), era stata pre-
in comune nel mese di Luglio 2010. Le riunioni disposta una bozza di convenzione che avrebbe
pubbliche si sono svolte con le associazioni ter- portato numerosi benefici al nostro territorio.
ritoriali in data 4 novembre 2010 e con i citta- Una casa di riposo per 120 persone, un centro
dini in data 11 novembre 2010. Il passo benessere riabilitativo con 2 piscine, un parco
successivo sarà quello di adottare il Documento da cedere gratuitamente al comune di 15.000
di Piano unitamente al Piano delle Regole e al mq., quasi 2 milioni di euro per la costruzione
Piano dei Servizi che formano i tre atti sostan- di una nuova scuola primaria, e la rinuncia ad
ziali del PGT. eseguire le volumetrie residenziali previste dal
La novità del nuovo strumento urbanistico, è la PRG vigente. La crisi del mercato immobiliare e
valutazione degli effetti derivati dalle scelte le difficoltà economiche di molte aziende negli
esercitate sul territorio sull’ambiente, la cosid- ultimi due anni hanno bruscamente interrotto il
detta Valutazione Ambientale Strategica. progetto.
Dall’analisi del territorio, nella 1a conferenza di Nella prima stesura della bozza del Documento
V.A.S. (Scoping), è emerso un dato preoccu- di Piano, abbiamo previsto la scuola dell’infan-
pante per l’ intenso sfruttamento territoriale nei zia in un luogo, ambientalmente e paesaggisti-
passati anni, soprattutto con gli ultimi Piani Re- camente di grande valore. Volevamo che la
golatori Generali; questo ha comportato lo sfrut- parte di territorio più bella fosse destinata ai no-
tamento quasi del 40% del territorio di stri bambini, che si approcciano alla vita scola-
superficie urbanizzata, contro circa un 60% di stica, nel tentativo di accoglierli nel miglior
territorio non urbanizzato; se pensiamo che di modo possibile all’inizio del loro cammino
questa superficie non urbanizzata fanno parte le istruttivo.
cave, che sono quasi un quarto del territorio co-
munale, le zone boscate generiche e quelle del Nel 2009, il Piano di Governo del Territorio, ha
PLIS (Parco Locale di Interesse Sovracomunale) dovuto anche essere rivisto a seguito dell’en-
delle Sorgenti del Lura, abbiamo quasi consu- trata in vigore del “Piano Casa”, programma ur-
mato tutto quello che potevamo utilizzare. banistico per il rilancio dell’economia e per
La popolazione è passata dal 2002 da 3.440 permettere la messa a norma degli edifici fati-
abitanti a 4.192 nel 2010; questo rappresenta scenti, consentendo un indice di premialità vo-
una densità territoriale in assoluto molto elevata lumetrica in alcune zone del territorio. Anche
per un area non prettamente urbana, ossia 917 qui sono stati effettuati numerosi incontri con
abitanti per Km quadrato; questo dato è molto tutti i consiglieri comunali e con le commissioni
superiore alla media provinciale. urbanistiche ed edilizia.

19
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 20

Urbanistica e pianificazione territoriale 5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011

Incontri per il Piano di Governo del Territorio

Cittadini n. 7 incontri specifici


Commissione Urbanistica n. 3 incontri specifici
Maggioranza n. 2 incontri specifici - n. 9 incontri totali
Consiglio Comunale n. 5 incontri specifici - n. 12 incontri totali
Giunta n. 23 incontri specifici - n. 37 incontri totali
Assessore n. 26 incontri specifici - n. 67 incontri totali

Conclusioni – Rilievo aereo fotogrammetrico e Data Base To-


Gli attuali Amministratori locali hanno pertanto pografico
lavorato intensamente, per trovare il giusto equi- – Reticolo Idrico ai sensi della L.R. 1/2000
librio per rendere governabile il nostro territorio, – Piano di Zonizzazione Acustica
puntando a tre obiettivi precisi: minimo con- – Piano per la componente geologica e sismica
sumo del territorio, recupero del patrimonio di 2° livello
edilizio esistente e interazione con il sistema – Analisi e verifica dei campi elettro-magnetici
della mobilità interna ed esterna, presente e fu- Il Piano di Governo del Territorio, oltre al Docu-
tura. Oltre a questi obiettivi, la programmazione mento di Piano già pubblicato, è composto:
temporale degli edifici scolastici, in considera- – Piano dei Servizi che definisce il programma e
zione della limitata possibilità di consumo del l’impegno per i prossimi anni per la realizza-
territorio, compatibilmente alle previsioni del zione delle attrezzature di interesse pubblico;
Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale. – Piano delle Regole che stabilisce i modi di co-
struire e di salvaguardia e uso del territorio agri-
colo;
Sono inoltre stati definiti i meccanismi normativi
come le premialità edificatorie, riconosciute ai
cittadini e operatori, al fine di promuovere:
– una maggiore qualità architettonica nell’edifi-
cazione;
– la riqualificazione degli insediamenti produt-
tivi dismessi;
– la realizzazione degli obiettivi di piano;
– il reperimento delle risorse necessarie alla rea-
In particolare sono state ridotte le aree previste lizzazione di servizi pubblici.
dall’edificazione, in particolare la soppressione
della potenzialità edificatoria in ambito di cava,
per 18.000 mc. pari a circa 36.000 mq. di Su-
perficie Fondiaria e la soppressione dell’area per
servizi per circa 27.000 mq. per un totale di
63.000 mq.
Per predisporre gli atti da allegare al Piano di Go-
verno del Territorio, questa Amministrazione Co-
munale, in particolare l’Assessorato alla
Pianificazione Territoriale ed Urbanistica, ha af-
fidato i seguenti incarichi:

20
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 21

5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011


Urbanistica e pianificazione territoriale

PGT, IL COMMENTO DEL SINDACO


A commento della enorme attività portata contrattuale al solo scopo di portare benefici e
avanti in questi cinque anni dagli Uffici Comu- guadagni per il Comune.
nali e dall’Assessorato voglio sottoporre ai cit-
tadini alcune riflessioni. Abbiamo prodotto il PGT che è una vera rivo-
luzione in termini di utilizzo del territorio. La
Non mi addentrerò in dati tecnici, sapete che Legge 12 senza entrare nei particolari tecnici
non ho una formazione professionale specifica che ne io ne Voi possiamo commentare so-
in materia e so che anche Voi che leggete non stanzialmente ribalta il concetto che fino ad
siete specialisti. oggi ha regnato sovrano in ogni stesura dei
Proprio per questo ho affidato l’ufficio Urbani- piani regolatori. In sostanza mentre fino alla
stica all’Ingegnere Marazzi e l’assessorato ur- approvazione delle Legge 12 erano i Privati che
banistica all’Architetto Lampreda tenendo per proponevano al Comune l’utilizzo del suolo e
me solo la Responsabilità del servizio per as- ciò che il Comune poteva ricavarne. Dopo la
sicurare soprattutto a Voi cittadini che un set- Legge 12 si sono invertite le parti. È Il Comune
tore così importante e delicato fosse gestito da che propone ai privati cosa necessita alla co-
persone capaci e preparate garantendoVi anche munità ed i privati valutano la fattibilità della
che la supervisione del lavoro portato avanti do- proposta. Si tratta come sempre di una giusta
vesse essere avvalorato dalla firma del Sindaco. mediazione e contrattazione ma quello che è
Io firmando da non tecnico il loro lavoro mi cambiata è la posizione degli attori. Il PGT è
sono assunto tutta la responsabilità Legale ed una novità che andrà valutata sul campo, ma-
amministrativa di ciò che hanno fatto. Non per- gari in futuro si scoprirà che necessita di modi-
ché sono uno stupido o uno sprovveduto ma fiche e ritocchi, ma allo stato attuale è una
perché conoscendo le persone che hanno lavo- opportunità che non si poteva non cogliere. Voi
rato per Voi in questi cinque anni non ho avuto direte, ma se tra qualche anno si scoprirà che le
dubbi a dare loro tutta la mia fiducia. cose vanno modificate? Avremo nel frattempo
perso tempo? Ebbene sì se tra qualche anno si
Persone trasparenti, oneste e capaci che hanno tornerà indietro al vecchio concetto dei piani
lavorato senza risparmiarsi per la Cittadinanza. regolatori avremo perso tempo. A questo punto
Torniamo al lavoro fatto. vi domando, visto che sul nostro territorio si è
già costruito a sufficienza ed in abbondanza,
Abbiamo portato avanti quello che il Piano Re- ritenete l’eventuale blocco della cementifica-
golatore della Amministrazione precedente pre- zione una perdita di tempo o un rischio che ci
vedeva senza interferire sui diritti e sulle possiamo permettere?
concessioni già attestate. Solo dove la Legge ce
lo permetteva siamo intervenuti cercando di mi- Lascio a Voi giudicare se ritenete importante
gliorare le proposte dei Privati. che si prosegua su questa strada o se si deva tor-
nare a lavorare come prima. Vi ricordo che il la-
Abbiamo adeguato alcuni parametri economici voro impostato da questa Amministrazione lo si
trascurati e fatto rispettare alcune regole da giudicherà tra qualche anno. Il lavoro fatto dal-
tempo disattese evitando danni economici e l’Amministrazioni precedenti col Piano Regola-
riacquistando quel potere amministrativo di- tore utilizzando i criteri precedenti alla Legge
menticato che non deve avere un fine coerci- 12 lo potete già giudicare adesso girando il no-
tivo ma deve servire per aumentare il potere stro paese.

21
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 22

Urbanistica e pianificazione territoriale 5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011

SINTESI DELLE PROCEDURE DEL PGT

Analisi Generale del Territorio - la localizzazione di una vasta area destinata a


Faloppio è un comune ad elevata vocazione re- servizi lungo le pendici collinari adiacenti Villa
sidenziale ad alta densità (917 residenti per Reina a Camnago, interessante una superficie
kmq., superiore a quella di tutte le aree vicine), di circa 2,70 ha.
che lo caratterizza, nonostante la piccola di- Complessivamente, la superficie urbanizzata e
mensione, come zona urbana. urbanizzabile contemplata dal previgente PRG,
a piano attuato consegue un consumo di suolo,
Oggi ha raggiunto il suo massimo storico di po- pari al 39,29% della superficie del territorio co-
polazione ed ha una dinamica demografica piut- munale.
tosto positiva che segue però un lungo periodo di Il PRG approvato nel 2004 aveva previsto 23
sostanziale stazionarietà, durante il quale la cre- Piani Attuativi e Atti Unilaterali d’Obbligo, di cui
scita era attuati ad oggi 15.
solo effetto dell’allungamento della vita.
L’inversione di tendenza, con ogni probabilità, è Scenario di riferimento
stata determinata dal contemporaneo incre- Il confronto tra possibili scenari alternativi ipo-
mento dell’offerta residenziale probabilmente in- tizzabili nella situazione di Faloppio, entro cui
nescata dallo strumento urbanistico vigente, calare le scelte del Documento di Piano, ha rap-
ossia il Piano Regolatore Generale, approvato nel presentato una delle pre-condizioni per la veri-
2004. fica della sostenibilità ambientale delle scelte da
Il numero delle famiglie, solo negli ultimi 7 anni, operare, nell’ambito della procedura di Valuta-
è cresciuto dell’16,4% . zione Ambientale Strategica.
Un alto standard di servizi alla residenza ed alla Ciò, a fronte della storia urbanistica di Faloppio,
famiglia sembra dover essere l’obiettivo strate- dello stato di attuazione del precedente Piano
gico del PGT. Regolatore Generale, ma ancora più dei vincoli
e condizionamenti posti dalle attività estrattive
Piano Regolatore Generale programmate dal vigente Piano Cave Provin-
Il Piano Regolatore Generale vigente, approvato ciale.
dall’Amministrazione precedente nel 2004, è
stato strutturato sulla massiccia ed intensiva atti- Obiettivi del Documento di Piano
vità residenziale, che condiziona, a diversi livelli, Le dinamiche evolutive, sociali ed economiche,
gli obiettivi e le strategie del Documento di che interessano Faloppio devono necessaria-
Piano. Tra le scelte rilevanti a livello comunale si mente dialogare con il territorio, con i residui ca-
evidenziano: ratteri naturali e ambientali, pur se con una
- la localizzazione di vasti ambiti di espansione debole capacità rappresentativa.
a destinazione residenziale e produttiva, che In relazione agli indicatori dello scenario di rife-
complessivamente coinvolgono una superficie rimento considerato, sono identificabili i se-
territoriale di circa 32,65 ha, dei quali circa guenti obiettivi di Piano:
25,82 ha, realizzati o in corso di attuazione,
con un residuo di circa 6,83 ha. ancora da at- • Assumere quale valore, la diversità degli am-
tuare. bienti e paesaggi presenti nel territorio, ri-
- le aree di completamento diffuse lungo la via- componendoli in una sistema ambientale
bilità comunale; riconoscibile.

22
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 23

5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011


Urbanistica e pianificazione territoriale

• Rafforzare i servizi alla residenza e alle per- riqualificazione di alcune parti del nucleo storico.
sone contestualmente alla nuova offerta abi- • Promuovere la riorganizzazione della circola-
tativa,alla qualificazione degli spazi urbani ed zione stradale e la realizzazione della rete dei
al mantenimento della struttura manifattu- percorsi ciclabili.
riera. Contenere la crescita demografica, limi- • Qualificare il nuovo ambiente derivato dalle
tando e graduando l’offerta di nuova capacità aree di trasformazione urbanistiche quale
insediativa residenziale. componente della rete di relazioni urbane.
• Dotare la comunità di spazi riconoscibili e rap-
presentativi alla scala locale. Il significativo pa- L’agricoltura è marginale e sempre più in crisi, di
trimonio di attrezzature pubbliche e di uso conseguenza le poche aree coltivate residue de-
pubblico, per la dimensione di Faloppio per vono essere tutelate come polmone di un terri-
quanto autonomamente funzionali, deve con- torio molto antropizzato; di conseguenza le
correre ad identificare un sistema di spazi rap- nuove localizzazioni dovranno preferibilmente
presentativi e riconoscibili, iniziato con la utilizzare siti dismessi.

INIZIATIVE IN CAMPO URBANISTICO


A TUTELA DEI DIRITTI DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE
• Predisposizione ed applicazione di una nuova convenzione tipo per i piani attuativi
contenente precisi impegni per i soggetti attuatori.

A TUTELA DEI CITTADINI EDIFICI DEI SINGOLI LOTTI ONDE EVITARE SPIACEVOLI SORPRESE DOPO
L’ACQUISTO DEI FABBRICATI
• Revisione degli importi per la monetizzazione delle aree non cedute al Comune dagli
attuatori dei piani. L’intervento, consistente in un congruo adeguamento monetario,
ha consentito di allineare ai valori di mercato il valore di tali aree, ciò con
conseguenti adeguati introiti per le casse comunali.

A TUTELA DEL BILANCIO COMUNALE


• Inserimento nel nuovo modello di convenzione della clausola di completamento
delle opere di urbanizzazione primaria, salvo gli interventi di finitura, prima
dell’avvio della costruzione degli edifici dei singoli lotti.

A TUTELA DELLA QUALITÀ DELLA VITA DEI CITTADINI


• Scelta, in particolari casi, di far riservare aree ad uso collettivo in sede di
predisposizione dei progetti dei piani attuativi, ad esempio, nel recente piano
attuativo di via Monteverdi si è riservata un’area ad uso del Comune, destinata alla
realizzazione di un giardino pubblico.

A TUTELA DELL’EQUITÀ FISCALE


• Adeguamento dei valori delle aree edificabili, con allineamento alle quotazioni di
mercato, ai fini dell’applicazione dell’Imposta comunale sugli immobili (ICI)

23
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 24

Urbanistica e pianificazione territoriale 5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011

RETICOLO IDRICO
In attuazione delle delibere n. 7/7868 del rispetto agli originali 10 metri.
25.01.2002 e n. 7/13950 del 01.08.2003, il Co- La necessità di aggiornare lo studio, inoltre è
mune di Faloppio ha proceduto alla determina- data dal cambiamento della base cartografica,
zione del “Reticolo Idrico Minore” di propria sulla quale è stato impostato il PGT. La reda-
competenza. zione dello strumento è stata svolta mediante al-
Questo nuovo strumento, gestisce i corsi d’ac- cuni rilievi in sito (in qualche caso con
qua divenuti di competenza comunale e le rela- strumento topografico) per tracciare corretta-
tive funzioni di Polizia idraulica e gestione del mente l’alveo dei corsi d’acqua riportati in modo
Demanio Idrico. Il Comune alla data attuale, di- non corretto nella cartografia.
spone di uno studio precedente, realizzato nel Il criterio generale adottato per le zone di ri-
2006 e in seguito approvato dalla Regione Lom- spetto, è stato quello di mantenere su tutti i trac-
bardia; tuttavia non risulta vigente in quanto non ciati a cielo aperto la fascia di 10 metri; per i
è mai stato approvato dal Consiglio Comunale. tratti intubati sono stati adottati fasce di rispetto
L’attuale Amministrazione Comunale ha rilevato di 4 metri.
in tale studio alcune difformità rispetto alla si- Le zone di rispetto sono state verificate sul posto
tuazione di fatto dei corsi d’acqua esistenti sul in relazione alle caratteristiche idrauliche dei
territorio; in particolare alcune aste torrentizie, corsi d’acqua.
non erano state riportate integralmente. La tabella qui sotto riportata fa riferimento alla
Inoltre nello studio del 2006, le fascie di rispetto nuova numerazione adottata nelle tavole del
di alcuni corsi d’acqua venivano ridotti a 4 metri “Reticolo Idrico Minore”.

ELENCO CORSI D’ACQUA ISCRITTI NEL RETICOLO IDRICO


CODICE DENOMINAZIONE RETICOLO RIF. RELAZIONE 2006
1a Torrente Faloppia Minore Sigla non presente
1b Torrente Faloppia Principale Sigla non presente
2 Torrente Lura Principale Sigla non presente
3 Affluente Torrente Lura Minore Lu01
4 Torrente Riscet Minore Sigla non presente
5abcd Torrente Mariunda Minore Fo01-Fo-02-Fo03-Fa04-Fa05
6 Torrente Lura di Albiolo Minore LRA
7 Torrente detto di Gaggino Minore GGN
8ab Torrente detto della Fornace Minore FRN
9ab Torrente Villa Reina Minore Fa02-Fa03
10abcd Affluenti Torrente Faloppia Minore Fa06-Fa07-Fa08
11abcde Torrente detto di Camnago Minore CMN-11 b-c-d-e
12 Torrente detto del Filatoio Minore FLT
13ab Torrente detto dei Mulini Minore MLN-13b
14 Torrente detto della Cascina Peverell Minore PVR
15 Torrente detto di Bernasca Minore BRN
16 Torrente detto di Bernaschina Minore BRS

24
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 25

5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011


Urbanistica e pianificazione territoriale

L’Amministrazione Comunale ritiene che l’ap- La sua attenta definizione e la redazione di ade-
provazione del “Reticolo Idrico Minore” sia un guate norme di salvaguardia forniscono un con-
passaggio fondamentale per la tutela e la salva- tributo determinante per la protezione
guardia dei corsi d’acqua del nostro territorio, dell’ambiente dai rischi naturali e da quelli che
troppe volte modificati, deviati o ricoperti, cre- conseguono alle sue modifiche e trasforma-
ando problemi di smaltimento delle acque nei zioni.
momenti di intense precipitazioni.

Alveo poco inciso Alveo molto inciso

Alveo con argini in rilevato Alveo con opere di difesa spondale

Alveo tombinato

25
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 26

Istruzione e Politiche giovanili 5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011

L’Assessorato alla Pubblica Istruzione e alle Politiche Giovanili si occupa


sia di tematiche direttamente correlate con il diritto allo studio sia di ini-
ziative sociali e di aggregazione in senso lato.

Inoltre un notevole sforzo di carattere economico è stato rivolto in questi ul-


timi cinque anni alla manutenzione e al miglioramento delle infrastrutture
scolastiche di proprietà comunale con interventi mirati a riqualificare e ap-
portare migliorie ai diversi plessi scolastici presenti sul territorio.

Ilaria Martinelli

DIRITTO ALLO STUDIO


L’Amministrazione Comunale ha dato priorita-
ria importanza alla qualità dell’istruzione pub-
blica investendo notevoli risorse nonostante la
non favorevole situazione economica, ciò
anche per perseguire generali finalità di crescita
culturale e “civica” della cittadinanza.
Con il Piano per il Diritto allo Studio, strumento
operativo in materia, sono state annualmente
impegnate importanti risorse, come riassunto
nella tabella sottostante.
Consegna borse di studio agli studenti meritevoli delle
scuole medie, che hanno conseguito l'ottimo nell'a.s.
2009/2010. Presenti l’assessore Ilaria Martinelli, il Sindaco
Eugenio Aiani e il Dirigente Scolastico Emanuele Clerici.

SPESE DIRITTO ALLO STUDIO


ENTE Anno Anno Anno Anno Anno
scolastico scolastico scolastico scolastico scolastico
2006/2007 2007/2008 2008/2009 2009/2010 2010/2011

SCUOLA
DELL’INFANZIA 116.600,00* 93.437,00 78.650,00 117.100,00 120.800,00

SCUOLA PRIMARIA
Attività integrative 6.435,00 6.075,00 6.500,00 6.800,00 7.700,00
Libri testo 5.000,00 5.000,00 5.500,00 6.000,00 6.000,00

SCUOLA SECONDARIA
PRIMO GRADO
Attività integrative 3.465,00 3.690,00 3.950,00 4.350,00 4.300,00
Borse studio 400,00 500,00 1.000,00 1.000,00 1.000,00
Legge 626 968,00 968,00 925,00 937,00 940,00

TOTALE 132.868,00 104.202,00 96.525,00 136.187,00 140.740,00

* di cui € 12.500 per ripiano perdita anno 2006

26
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 27

5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011


Istruzione e Politiche giovanili

Le risorse sono state, in varie forme, finalizzate i “servizi” quali trasporto alunni, mensa e dopo-
ad obiettivi quali: il miglioramento della qualità scuola e tutte una serie di altre attività necessa-
dell’offerta formativa, il potenziamento dei ser- rie al supporto operativo e logistico, che
vizi messi a disposizione della scuola, il supera- consentono di garantire una scuola di qualità.
mento degli ostacoli economico-sociali, ciò al Le scelte operate sono state prese dopo un profi-
fine di garantire a tutti le stesse opportunità ed cuo confronto con i rappresentanti dei vari or-
essere sempre più vicini alle esigenze degli stu- dini di scuole, la Parrocchie di Gaggino e
denti e delle loro famiglie. Camnago e il Dirigente scolastico dell’Istituto
Ad esempio, con un concreto sostegno econo- comprensivo G. Rodari, prof. Emanuele Clerici.
mico, sono stati mantenuti in essere e migliorati

AMPLIAMENTO SCUOLA DELL’INFANZIA DI GAGGINO


Al fine di far fronte alla richiesta di maggiori posti L’intervento si è configurato come ristruttura-
presso la Scuola dell’Infanzia di Gaggino il Co- zione con ampliamento. I lavori hanno riguar-
mune, proprietario dell’immobile, ha effettuato un dato, oltre che la realizzazione della nuova
insieme coordinato di interventi di ampliamento e scala, il consolidamento dei solai di calpestio,
di adeguamento della struttura esistente. l’adeguamento impiantistico ed antincendio ed il
Si è attivata una quarta sezione servita da una riordino dei locali al piano primo. Qui è stata ri-
nuova scala di accesso al livello primo realizzata cavata un’aula didattica e si sono creati relativi
in autonomo corpo di fabbrica e posta in posizione servizi igienici. Precedentemente, nel corso del
tale da servire, eventualmente, futuri ulteriori am- 2008, venne ricavata la terza sezione al piano
pliamenti. Si è inoltre acquisito, per l’intera strut- terreno e si realizzò, con idoneo materiale, la pa-
tura il Certificato di Prevenzione Incendi. vimentazione del locale ricreativo.

Periodo di realizzazione 2009 - Costo complessivo € 250.000,00

CONSOLIDAMENTO SOLAI SCUOLA PRIMARIA DI CAMNAGO


Durante il periodo di fermo scolastico estivo si L’intervento, condotto sotto la direzione di un
è provveduto a far consolidare due solai di cal- ingegnere strutturista, ha consentito di incre-
pestio dei locali siti al piano primo dell’edificio mentare la rigidità statica dei solai eliminando
che ospita la scuola primaria di Camnago. Pur totalmente gli inconvenienti preesistenti.
non presentando una situazione di pericolo, i In tal modo si è certamente incrementata la si-
solai avevano fenomeni di flessione che si è ri- curezza strutturale dell’edificio.
tenuto opportuno eliminare.
Periodo di realizzazione 2010 - Costo complessivo € 25.000,00

27
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:03 Pagina 28

Istruzione e Politiche giovanili 5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011

SCUOLA SECONDARIA GIANNI RODARI


Per quanto concerne il complesso “scuola media”, Comune di Faloppio ha beneficiato dei finanzia-
a seguito del progetto preliminare di adeguamento menti di Regione Lombardia, pari a
dell’edificio scuola secondaria di primo grado già € 187.294,33 nell’ambito del Bando “Sostegno
approvato d’intesa con i Comuni di Drezzo, Parè degli Investimenti nei Comuni fino a 5000 abi-
e Gironico, e fortemente voluto dal Comune di tanti”. Questi importanti e concreti risultati sono
Faloppio, nel corso del 2010 si è completata la stati raggiunti grazie anche all’intervento del Con-
progettazione del primo lotto d’intervento. sigliere Regionale Gianluca Rinaldin, nostro con-
Il lavoro, finalizzato alla riqualificazione energe- cittadino, che si è attivato, affinchè fossero recepite
tica e all’incremento della sicurezza dell’edificio, le istanze del Comune di Faloppio in merito alla
prevede un ammontare complessivo del progetto necessità di riqualificare l’edificio scolastico a be-
definitivo di circa € 825.000,00. neficio di tutta la nostra comunità. L’Intervento è
E’ stato inoltre predisposto un progetto preliminare stato definito d’intesa con il Dirigente scolastico,
di sistemazione e riordino delle aree esterne perti- Prof. Emanuele Clerici, e riguarda la porzione di
nenziali all’edificio. edificio soggetta ad uso continuativo. I lavori pre-
Il primo lotto esecutivo, per un ammontare di la- visti sono: il risanamento e la riqualificazione delle
vori € 275.185,85 (oltre ad € 12.736,91 per oneri facciate, la coibentazione dell’involucro, la sosti-
della sicurezza) è stato appaltato e la fine lavori è tuzione dei serramenti e dei pavimenti nei locali
prevista per estate 2010. d’intervento, il risanamento del terrazzo al piano
Per la realizzazione di questo primo intervento, il primo.

Periodo di realizzazione 2010-2011 - Costo complessivo primo lotto € 275.185,85

28
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:04 Pagina 29

5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011


Istruzione e Politiche giovanili

POLITICHE GIOVANILI
Per quanto concerne le Politiche Giovanili si è
svolto un proficuo lavoro, per rendere protago-
nisti nella vita della nostra comunità i giovani: in
particolare abbiamo costituito una commissione
per proporre ed organizzare attività rivolte a que-
sta fascia di popolazione.
L’Assessorato alle politiche giovanili si è proposto
come interlocutore per trasferire le proposte e le
esigenze del nuovo gruppo Fulcitt di Gaggino,
all’Amministrazione Comunale.
Numerose sono quindi state le iniziative pro-
mosse e favorite dall’Assessorato tra cui: torneo
di calcio, torneo di scacchi, cineforum, karaoke,
concerti e dj set per “artisti” della nostra comu- Rinascita del Gruppo Fulcitt, serata di ufficializzazione
delle cariche del gruppo.
nità.

PRESENTAZIONE LIBRO IN DONO ALLE SCUOLE PRIMARIE


L’Amministrazione Comunale, da sempre attenta
alla valorizzazione della nostra storia e della me-
moria locale, nel corso del biennio 2010-2011,
ha patrocinato la pubblicazione del libro
“Quando... Berta filava” della nostra concittadina
Rita Piffaretti Cannizzaro, che attraverso una
particolare prospettiva narrativa racconta alcuni
episodi che hanno segnato la storia del nostro
paese ai ragazzi delle Scuole Primarie per favo-
rire appunto il sentimento di appartenenza alla
comunità anche tra i più piccoli.
Presentazione del libro “Quando... Berta filava” in au-
ditorium. Ringraziamenti alla Scrittrice Rita Piffaretti
Cannizzaro da parte dei ragazzi delle Scuole Primarie,
delle insegnanti, del Dirigente Scolastico Emanuele
Clerici e dell’Assessore Ilaria Martinelli

Mostra con oggetti della Civiltà Contadina

29
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:04 Pagina 30

Iniziative a favore degli anziani 5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011

Grande attenzione è stata tro tra due generazioni è il modo migliore per ri-
rivolta alla fascia più an- cordarci che non c'è futuro senza passato.
ziana della popolazione: Un impegno concreto che l’Amministrazione ha
in questi anni abbiamo svolto a supporto dei più anziani e in particolar
cercato di proporre perio- modo a supporto del centro anziani di Gaggino,
dicamente dei momenti per esempio con l’acquisto di un nuovo bancone
d’incontro e di socializza- bar e la sostituzione della caldaia.
zione, come le Feste di
Primavera e di Autunno,
Ilaria Martinelli con buffet e intratteni-
mento musicale, tombo-
late e il tradizionale Pranzo in collaborazione
con la Parrocchia programmato a giugno.
Un'iniziativa a cui siamo particolarmente affe-
zionati è quella che vede impegnati i bambini
della parrocchia di Faloppio nel confeziona-
mento dei regali di Natale per gli anziani. Ab-
biamo cominciato nel 2006 con la realizzazione
di biglietti di auguri accompagnati da un panet- Consegna rose al pranzo anziani da parte del Sindaco
tone, poi di un piatto dorato realizzato a decou- Eugenio Aiani.
page, poi di una scatola per contenere il
panettone sempre con la tecnica del decoupage,
poi ancora biglietti natalizi ed infine una scato-
lina decorata porta caramelle.
Donare un presente ai nostri anziani è sicura-
mente un gesto simbolico importante per far loro
sentire la nostra vicinanza, ma se questo dono è
frutto del lavoro di un bambino, siamo convinti
che ci sia un valore aggiunto. Per tante domeni-
che i bambini si sono, infatti, impegnati con en-
tusiasmo sotto l’attenta direzione delle catechiste
per riuscire a realizzare il lavoretto prima di Na-
tale e questa immagine che rappresenta l’incon-

Regali Natalizi realizzati dai bambini della Parrocchia di Faloppio

30
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:04 Pagina 31

5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011


Cultura, Sport, tempo libero

MERCATINI E MOSTRA PRESEPI

Nell’ottica di favorire ed operano in paese.


aumentare la coesione Momento clou dell’attività è il Natale quando
della nostra comunità, si si svolgono i Mercatini e la Mostra dei Presepi,
sono favorite iniziative iniziative, ormai tradizionali e assai note, che
che potessero stimolare riscuotono un grande successo di pubblico
Tullio Peiti momenti di aggrega- anche dai paesi circostanti. Sono questi impor-
zione, sfruttando anche il tanti momenti per la comunità faloppiese, ini-
prezioso lavoro svolto dalle associazioni che ziative il cui successo si basa soprattutto
sull’impegno dei volontari che mettono a di-
sposizione il loro tempo.

31
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:04 Pagina 32

Cultura, Sport, tempo libero 5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011

CARNEVALE E INNUMEREVOLI INIZIATIVE D’ARTE,


SPORT, MUSICA
Altre iniziative che si sono succedute nel
corso degli anni sono state il Carnevale orga-
nizzato insieme agli altri Comuni dell’Unione,
mostre d’arte presso lo spazio espositivo
“Chiesa Vecchia” e concerti musicali.

Carnevale 2011

Numerose sono state anche le attività sportive


che l’Amministrazione ha sostenuto e favorito, Mostra d’arte
attraverso il supporto logistico e finanziario alle di Daniela Po
insieme all’art rro, presenti
ista il Sindaco
Associazioni operanti sul territorio tra cui G.S. il critico d’arte Eugenio Aiani
, prof. Luigi C e
Faloppiese calcio, la Remo Calzolari ciclismo, avadini.
lo Sporting Tennis, la Gagginese calcio e la Fa-
loppio Sport.

Siamo consapevoli di quale sia l'importanza


delle attività che le Associazioni svolgono: gra-
zie a loro i nostri giovani imparano a crescere in
modo “sano”, capiscono l'importanza della di-
sciplina, della perseveranza che tanto serve per
raggiungere gli obiettivi e soprattutto imparano
a collaborare tra loro ed a condividere ogni
cosa. Grazie all'impegno di queste società spor-
tive il nostro Comune non può che ricevere lu-
stro ed onore. Proprio per questo cercheremo
anche in futuro di aiutarli a portare avanti il loro
lodevole lavoro.

32
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:04 Pagina 33

5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011


Protezione Civile

Importanti e molteplici nosciuta. Proprio per valorizzare e permettere


sono gli interventi svolti di operare al meglio l’Amministrazione ha for-
dalla Protezione Civile. nito il nostro gruppo di un mezzo fuoristrada
Ricordiamone solo al- adatto agli interventi. È stata anche individuata
cuni: una sede operativa della Protezione Civile alle-
stita con le tecnologie necessarie.
1) operare in attività Recentemente il nostro Comune ha sottoscritto
svolte alla previsione la convenzione per la gestione in forma unifi-
di eventi pericolosi e cata nel territorio dell’Unione di Comuni Lom-
Eugenio Aiani catastrofici barda “Terre di Frontiera” delle attività di
Protezione Civile e l’organizzazione dei relativi
2) prevenzione di calamità naturali servizi.
3) attività di soccorso a persone e cose in tutte L’acquisto del capannone ex Leutenda permet-
quelle situazioni di pericolo potenziale e
reale.
La PC di Faloppio è attiva da diversi anni ed è
composta da persone che operano a titolo vo-
lontario. Nel malaugurato caso di calamità na-
turale nel nostro Comune i volontari si
adoperano per tutelare la vita umana, i beni, gli
insediamenti e l’ambiente. Individuano gli in-
terventi di prevenzione necessari per fronteg- terà in un futuro non lontano di avere nel no-
giare i possibili rischi, predispongono tutti i stro comune il magazzino delle attrezzature e
provvedimenti necessari ad assicurare il primo la sede operativa della Protezione Civile.
soccorso, garantiscono la pronta e continua re- Si è molto parlato della Protezione Civile di Fa-
peribilità, effettuano periodiche perlustrazioni loppio negli ultimi anni dando ingiuste colpe
delle zone a rischio e predispongono, ove ne- alla Amministrazione ed in particolare al Sin-
cessario, interventi di prevenzione. daco che è in caso di calamità il primo ed unico
Ed ancora, bonifica del territorio boschivo con referente. Non ho risposto alle tante ed ingiuste
l’abbattimento di alberi pericolanti, pulizia dei accuse non perché non avevo risposte da dare
sentieri da erbe ed arbusti infestanti, disinfesta- ma semplicemente perché non ho voluto ali-
zione da imenotteri. mentare i falsi problemi emersi. Ho voluto la-
L’importanza dell’opera dei volontari e del sciare lavorare in tranquillità e serenità i
gruppo della Protezione Civile è da tutti rico- volontari senza entrare nelle loro dinamiche di
gruppo. Sono anche convinto che il volontario
di Protezione Civile presta la sua opera spinto
solo da quel forte sentimento pro sociale che è
l’altruismo. A chi opera con questo sentimento
poco importa chi comanda, chi ordina, chi da
disposizioni, chi è il leader, l’importante è riu-
scire ad operare per il bene comune.
Colgo l’occasione per ringraziare tutti i volon-
Ad inizio mandato, la protezione civile è stata dotata di tari effettivi del nostro Comune per il meravi-
un mezzo di soccorso fuoristrada Pick Up per trasporto glioso lavoro e per gli sforzi profusi a favore del
attrezzature nostro territorio.

33
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:04 Pagina 34

Unione dei Comuni 5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011

Unione dei Comuni, argo-


mento spinoso con cui
l'amministrazione si è do-
vuta confrontare. Anche in
questo caso si sono rispet-
tati alcuni principi fonda-
mentali:

1) rispetto di ciò che era stato proposto ai cit- Abbiamo portato la sede del servizio Tributi del-
tadini nel programma elettorale; l’Unione nel nostro comune, già operativo dal 1°
2) collaborazione costruttiva all'interno della marzo.
Giunta e dell'Assemblea dell'Unione; Abbiamo già previsto che la sede operativa ed il
3) modifica di alcuni principi di base che ave- magazzino delle attrezzature della PC sarà nel
vano guidato la costruzione dell'Unione. nostro Comune (capannone ex Leutenda).
Il percorso è stato lungo e difficile, difficile perchè Abbiamo modificato il concetto di sviluppo isti-
ci si scontrava con un istituzione già funzionante, tuzionale centralizzato in sviluppo orizzontale
ci si confrontava con i Sindaci di altri Comuni e sul territorio per una equa distribuzione dei ser-
soprattutto perchè ci si scontrava anche al nostro vizi ai fini di non penalizzare i cittadini dei di-
interno, causando addirittura la scissione della versi Comuni.
maggioranza. Percorso scadenzato anche da Abbiamo ottenuto da parte dell'Unione il rico-
tempi tecnici dettati da leggi e regolameneti re- noscimento di voto ponderato (successo che poi
gionali che molte volte ci hanno fatto prendere non si è concretizzato solo a causa dei consiglieri
decisioni in momenti in cui le decisioni non di minoranza che nel nostro Consiglio Comunale
erano ancora completamente maturate. Nono- hanno votato contro o si sono astenuti).
stante tutto l'Amministrazione non ha pensato di Abbiamo imposto con forza l'abbattimento di
decidere in un modo o nell'altro a seconda della quelle mura ideali che isolavano la Giunta del-
convenienza politica o in funzione del consenso l'Unione dai consiglieri stessi dell'Unione e dai
di voto. Ha deciso pensando solo ed unicamente consiglieri di tutti i consigli Comunali.
a quello che sarebbe stato il bene per i cittadini. Abbiamo portato avanti il discorso di maggiore
Sarebbe stato sicuramente più condivisione ed informazione non
utile e meno dispendioso non de- solo con i consiglieri ma anche
cidere o decidere a seconda degli con i cittadini dell'Unione.
interessi politici in gioco ma così Siamo orgogliosi del tanto e diffi-
facendo non avremmo più avuto cile lavoro fatto in questi cinque
il coraggio di guardare in faccia i anni ma siamo consapevoli, come
nostri cittadini. Noi camminiamo ho dichiarato pubblicamente in
a testa alta, non abbassiamo a Consiglio Comunale, che questo
terra gli occhi, non abbiamo NON è un punto d’arrivo su cui
paura di affrontare l'argomento fermarci ma è solo il punto d'ini-
Unione perchè quello che la- zio di un altrettanto lungo lavoro
sciamo al nostro Comune è che porterà ad un miglioramento
quello che avevamo promesso nel dei servizi e ad un abbattimento
programma elettorale. dei costi.

34
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:04 Pagina 35

5 anni di Amministrazione Comunale dal 2006 al 2011


Da 5 anni l’Amministrazione vicina ai suoi cittadini

Entrata nuovo
Parroco, Don
Giovanni Illia
.

Accoglienza presso il municipio alla


presenza del Sindaco Eugenio Aiani e di tutta
la cittadinanza.

Visita pastorale del vescovo in Comune

Visita pastorale del vescovo alle


Scuole Primarie

Commemoraz
ione defunti 4
a Camnago novembre

ione defunt i 4 novembre


Commemoraz
a Gaggino

Celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia


Celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia

35
11G0293_FINE MANDATO 28-03-2011 14:04 Pagina 36

Vi aspettiamo per discutere


del programma per la prossima legislatura
nelle serate di:

giovedì 5 - giovedì 12 Maggio


presso il Centro Sociale di Camnago

venerdì 6 - venerdì 13 Maggio


presso l'Auditorium di Gaggino

I nostri contatti:

vivere.faloppio@gmail.com

Vivere Faloppio

Questa pubblicazione è stata autofinanziata


dai componenti del gruppo “Vivere Faloppio”