Sei sulla pagina 1di 84

LIFE AgriCOlture.

Un nuovo modello di governance


della risorsa suolo per l’Appennino emiliano

Luca Filippi
Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale
Life agriCOlture LIFE18 CCM/IT/001093
Livestock farming against climate change problems posed by soil degradation in the Emilian Apennines

Project Info

BUDGET:
Total amount: 1,515,276 Euro
% EU Co-funding: 54.98%

DURATION: Start: 02/09/19 - End: 31/08/23

PROJECT’S IMPLEMENTORS:
Coordinating Beneficiary:
Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

Associated Beneficiaries:
Consorzio della Bonifica Burana
Centro Ricerche Produzioni Animali - CRPA
Ente Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano

Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale


27.05.2021
agriCOlture Project Info VISITA MONITOR 2021
2
LIFE AgriCOlture. Un nuovo modello di governance della risorsa suolo per l’Appennino emiliano

Life agriCOlture, progetto cofinanziato dall’Unione Europea nell’ambito


del programma LIFE CCM 2018, interroga il ruolo che l’allevamento
animale può svolgere nei territori montani ai fini della protezione del suolo
e del contributo alla mitigazione del Cambiamento Climatico.

A questo fine testa e valuta, in un contesto montano paradigmatico per


il suo settore zootecnico, buone pratiche connesse all’allevamento
indicate dalla ricerca come efficaci ai fini della protezione del carbonio
organico del suolo e della riduzione delle emissioni di GHG.
Parallelamente alla loro applicazione e valutazione, Life agriCOlture
mette a sistema e diffonde tali buone pratiche all’interno di un innovativo
contratto territoriale per la produzione di servizi agro-climatici-ambientali.

Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

3
LIFE AgriCOlture. Un nuovo modello di governance della risorsa suolo per l’Appennino emiliano

Alfonso Draghetti, Principi di fisiologia dell'azienda agraria,1948

«Nell’azienda progredita di Draghetti, alla piccola


circolazione è demandata soprattutto la funzione di
nutrire i microrganismi mineralizzatori, mentre la grande
circolazione riveste il ruolo di generatore di materia
organica specificatamente umogena capace di
restaurare innanzitutto il tessuto connettivo della fertilità
del terreno.
L’humus che deriva dalla piccola circolazione è in
prevalenza humus nutritivo, l’humus che deriva dalla
grande circolazione è un humus durevole che oltre ad
assolvere la funzione nutritiva ha una decisa influenza
sull’ambiente chimico-fisico del terreno».

Fonte: https://leonardolaureti.wordpress.com/2013/01/15/alfonso-
draghetti-e-la-fisiologia-dellazienda-agraria/

Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

4
Che cosa è oggi una azienda zootecnica?
Come contribuisce alla riproduzione dei servizi produttivi e ambientali legati al suolo?

Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

5
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

6
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

7
APPENNINO EMILIANO
Una regione agraria a
specializzazione zootecnica

Un caso studio estremo

Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

8
LIFE AgriCOlture. Un nuovo modello di governance della risorsa suolo per l’Appennino emiliano

Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

9
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

10
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

11
La zootecnia dell’Appennino emiliano: problematiche e prospettive future

PROTOCOLLI
ANNI ‘50 OGGI
agriCOlture

PAESAGGIO ESTENSIVAMENTE PIANTUMATO PROGRESSIVI ACCORPAMENTI CON RIMOZIONE


FINO A 600m (PAESAGGIO DELLA PIANTATA) E DI ARGINI, PIANTUMAZIONI, SIEPI DETERMINANO
SPAZIALMENTE ORGANIZZATO COME MATRICE UNA STRUTTURA PAESISTICA FUNZIONALE ALLA
DI CAMPI CHIUSI DI PICCOLE DIMENSIONI, FRE- MECCANIZZAZIONE MA SENSIBILMENTE PIÙ ESPO-
QUENTEMENTE ARGINATI O CIGLIONATI. STA A CONDIZIONI DI DEGRADO DEL SUOLO (SOIL
UN PAESAGGIO E UN SISTEMA AGRARIO PRO- THREATS):
FONDAMENTE ADATTATO ALLE CONDIZIONI DI 1) SMOTTAMENTI E FRANE; 2) EROSIONE; 3) DIMI-
FRAGILITÀ DEL SUOLO APPENNINICO E ALLA NUZIONE SOC; 4) COMPATTAZIONE; 5) PERDITA DI
STRUTTURALE CONDIZIONE DI DEFICIT DI SO- BIODIVERSITÀ EDAFICA.
STANZA ORGANICA. L’AUMENTO ENORME DELLE SUPERFICI GESTITE A
SCALA AZIENDALE RENDE INOLTRE DI DIFFICILE AT-
TUAZIONE UNA CAPILLARE OPERA DI REGIMAZIO- STRATEGIE DI MITIGAZIONE DEL CC CHE
NE IDRAULICO-AGRARIA. INTEGRINO L’EFFICIENTAMENTO DEL MODEL-
LO DI ALLEVAMENTO CON L’ATTIVA E CONTI-
PUNTO DI FORZA DEL SISTEMA È LA GRANDE NUA MANUTENZIONE DELL’INFRASTRUTTURA
DISPONIBILITÀ DI SOSTANZA ORGANICA DI ORIGINE CONNESSA AL SUOLO AGRICOLO (DRENAG-
ANIMALE CHE, TUTTAVIA, NON RISULTA EFFICIENTE- GI E MOBILITÀ PODERALE).
MENTE E OMOGENEAMENTE DISTRIBUITA.

Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale


30.07.2021
agriCOlture GIORNATA DIMOSTRATIVA CASINA (RE)
12
LIFE AgriCOlture. Un nuovo modello di governance della risorsa suolo per l’Appennino emiliano

LIFE agriCOlture
Strategie di efficientamento del modello di allevamento per la mitigazione del CC

1. Strategie di mitigazione basate sulla organizzazione e gestione del sistema foraggero e colturale

2. Strategie di mitigazione basate sulla gestione dei reflui

3. Strategie di mitigazione basate su alimentazione e gestione della mandria

Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

13
LIFE agriCOlture
Strategie di gestione dell’infrastruttura connessa al suolo agricolo per la mitigazione del CC

RAZIONALIZZAZIONE 1:
TAGLIO SELETTIVO PER
DRENAGGI CONTENERE LA VEGETAZIO-
NE INVASIVA LUNGO IL PERI-
METRO DEL CAMPO.

STRADE STERRATE BEN RAZIONALIZZAZIONE 2:


MANTENUTE PER ACCEDERE RIMOZIONE MASSI LIMI-
AL CAMPO. TANTI LE ATTIVITÀ AGRICOLE
DAL CAMPO.

PIATTAFORME PER LA MA- RAZIONALIZZAZIONE 3:


TURAZIONE DEL LETAME IN PULIZIA E RIMODELLA-
CONDIZIONI DI SICUREZZA. MENTO DEI FOSSI DI SCOLO.

Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale 30.07.2021


agriCOlture GIORNATA DIMOSTRATIVA CASINA (RE)

14
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

15
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

16
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

17
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

18
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

19
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

20
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

21
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

22
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

23
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

24
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

25
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

26
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

27
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

28
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

29
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

30
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

31
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

32
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

33
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

34
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

35
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

36
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

37
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

38
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

39
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

40
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

41
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

42
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

43
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

44
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

45
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

46
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

47
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

48
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

49
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

50
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

51
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

52
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

53
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

54
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

55
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

56
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

57
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

58
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

59
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

60
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

61
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

62
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

63
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

64
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

65
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

66
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

67
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

68
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

69
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

70
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

71
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

72
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

73
IL “PATTO PER IL SUOLO” DI LIFE agriCOlture
UNA STRATEGIA PER LA FASE COSTITUENTE

1. Individuazione e inclusione dei soggetti costituenti il “Patto”


1.1 Un solido gruppo di partenza: costruire rete con i “testimoni”
1.2 Estendere la rete dei soggetti costituenti: gli incontri tecnici sul territorio
1.3 Estendere la rete dei soggetti costituenti: i tavoli politici
1.4 Costruire la filiera dell’agricoltura conservativa in montagna: operatori e tecnologie

2. Definizione partecipata dei contenuti e delle forme del “Patto”


2.1 Co-progettazione dei protocolli operativi di gestione sostenibile del suolo agricolo
2.2 Elaborazione di scenari di impatto sul CC a supporto della decisione politica
2.3 Co-progettazione delle misure di sostegno da parte delle istituzioni
2.4 Scrittura del “Patto” e definizione di alcune linee guide per la sua replicabilità

3. Stipula del “Patto” e condivisione con altri territori europei


3.1 Verso una rete europea di “Patti per il Suolo”: la costruzione del networking
3.2 Verso una rete europea di “Patti per il Suolo”: 2 giornate di lavoro a Reggio Emilia

Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

74
1. Individuazione e inclusione dei soggetti costituenti il “Patto”
1.1 Un solido gruppo di partenza: costruire rete con i “testimoni”

LEADERS

NUOVE FORZE

GIOVANI INTRAPRENDENTI

DONNE IMPRENDITRICI

Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale 05.03.2021


agriCOlture IL “PATTO PER IL SUOLO”. UNA STRATEGIA PER LA FASE COSTITUENTE

75
1. Individuazione e inclusione dei soggetti costituenti il “Patto”
1.2 Estendere la rete dei soggetti costituenti: gli incontri tecnici sul territorio

15 incontri sul territorio

15 giornate dimostrative

Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale


05.03.2021
agriCOlture IL “PATTO PER IL SUOLO”. UNA STRATEGIA PER LA FASE COSTITUENTE
76
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

77
1. Individuazione e inclusione dei soggetti costituenti il “Patto”
1.4 Costruire la filiera dell’agricoltura conservativa in montagna: operatori e tecnologie

Collaborazione con Roberto Ferrari,


titolare di Agromeccanica Ferrari
Presidente di APIMA Reggio Emilia.
Roberto ha una esperienza di oltre 20
anni nell’agricoltura conservativa e, insie-
me agli ingegneri di Maschio Gaspardo,
ha adattato la sua seminatrice Directa
per operare sulle morfologie complesse
dei suoli appenninici.

Collaborazione con diverse ditte


sementiere al fine di fornire le
aziende dimostrative di sementi
idonee alle particolari condizioni
climatiche dell’appennino emiliano.

05.03.2021
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale
agriCOlture IL “PATTO PER IL SUOLO”. UNA STRATEGIA PER LA FASE COSTITUENTE

78
2. Definizione partecipata dei contenuti e delle forme del “Patto”
2.1 Co-progettazione dei protocolli operativi di gestione sostenibile del suolo agricolo
350m slm
1 2 3
330 m slm 400 m slm

Bonacorsi Giavelli Fazenda

570 m slm 590 m slm


4
540 m slm
5 6

Rossi Grisanti Casoni

650 m slm
7 8
630 m slm
9
625 m slm

Arcobaleno Lavacchielli Begani

700 m slm
10 11
710 m slm
12
815 m slm

Castellari Cornelle Casa Minelli

860 m slm 1060 m slm


13
840 m slm
14 15

Fattoria di Tobia Selva Romanesca Valle dei Cavalieri

05.03.2021
agriCOlture IL “PATTO PER IL SUOLO”. UNA STRATEGIA PER LA FASE COSTITUENTE

Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

79
2. Definizione partecipata dei contenuti e delle forme del “Patto”
2.2 Elaborazione di scenari di impatto sul CC a supporto della decisione politica

scenario business as usual

vs

scenari di progressiva estensione del “Patto per il Suolo”

Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

05.03.2021
80
IL “PATTO PER IL SUOLO”. UNA STRATEGIA PER LA FASE COSTITUENTE
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

81
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

82
Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

83
lfilippi@emiliacentrale.it

https://www.lifeagricolture.eu

Luca Filippi, Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale

84