Sei sulla pagina 1di 8

Spleen

Il giornale degli studenti del Tito Livio


Anno 1 - Numero 2
www.quellideltito.it/spleen

La violenza “inutile” tra i giovani


Tutti i giorni, tornando da scuola, la prima cosa che fac-
A febbraio abbiamo assistito a… cio è collegarmi al sito dell’ANSA per sapere cos’è ac-
di Fabrizio Capecelatro caduto nel mondo e, quasi tutti i giorni, mi trovo di fron-
te a notizie che evidenziano una violenza inspiegabile
Venerdì 2 allo stadio di della nuova “lenzuolata” ed ingiustificata. Non troppo tempo fa, infatti, siamo ri-
Catania, negli scontri tra di riforme masti sbalorditi nel sentire
tifosi e forze dell’ordine, p r o p o s t a di quelle tre donne uccise
dove ha anche perso la dal mini-
dai vicini di casa per ba-
vita Filippo Raciti, un po- stro Bersa-
nali motivi, ma restiamo
liziotto, un servitore dello ni, utile a
ancora più allibiti quando
Stato, quindi un uomo che g a r a n t i r e
gli artefici di queste barba-
lavorava anche per il no- una mag-
rie sono giovani come noi,
stro bene, abbiamo assisti- giore possi-
to inorriditi alla riconfer- b i l i t à che dovrebbero essere
ma che l’uomo deriva dal- d’acquisto ancora entusiasti della vita
le scimmie ma che, seppur a noi con- e lontani da ogni forma di
fisicamente si sia evoluto, s u m a t o r i . rabbia o di insoddisfazio-
non sempre l’ha fatto an- a b b i a m o ne. Dobbiamo, innanzitut-
che mentalmente. Abbia- a s s i s t i t o to, nell’interrogarci sulle
mo assistito impotenti, orgogliosi cause che inducono taluni
nell’ultimo tentativo di un all'istituzio- giovani alla violenza, nota-
uomo, sempre più messo ne, il 10 febbraio, della re una perdita di ideali. Abbiamo, infatti, spesso sentito
in disparte, di far parlare giornata del ricordo per le parlare di clamorosi esempi di violenza nel corso della
di se, allo spostamento dei vittime delle foibe. storia, e ultimo ma non meno importante è quello della
riflettori dagli avveni- rivoluzione del ’68, finalizzata però alla conte-
menti politici, come le stazione di uno stile di vita ritenuto scorretto.
riforme e le leggi pro- Oggi, invece, esiste un tipo di violenza, che
poste ed approvate, a spesso si esprime nelle cosiddette baby-gang,
quelli che sono i pro- generato da un’eccessiva differenza economi-
blemi personali di Sil- ca tra i ragazzi, che induce il più povero ad
vio Berlusconi. Abbia- essere adirato nei confronti del compagno di
mo assistito speranzosi banco più agiato.
alla proposta di legge Sono,invece, più difficili da capire le cause che
per garantire i patti di inducono a tirar sassi alla polizia durante le
convivenza alle coppie partite di calcio, piuttosto che picchiare un
di fatto, ed ancora più compagno disabile, ma, secondo me, sono
speranzosi aspettiamo comunque da ricondurre alla necessità di af-
l’approvazione da par- fermazione di ragazzi dalla personalità frustra-
te del parlamento. Ab- ta.
biamo assistito conten-
ti alla presentazione articolo a p.6 Fabrizio Capecelatro

POLITICA ATTUALITA’ SCUOLA


DICO: cosa sono? La pirateria: Lo Spleen
Cosa ne pensano i Titoliviani? scelta o necessità? aderisce all’A.gi.sco.
Il punto della situazione sulla La pirateria è ormai diffusa a mac- Il nostro giornalino è entrato a far
questione DICO, con descrizione, chia d’olio. Quali sono i motivi? E’ parte dell’Agisco, un progetto
opinioni di diretti interessati al veramente un male? comune a più licei. I dettagli
problema e un sondaggio condotto tra all’interno
gli studenti. articolo a p.5 articolo a p.6
articoli a p.3 e 4
IN PRIMO PIANO

Catania - Palermo: storia di una tragedia


Sdegno, sgomento, rabbia e amarezza. Da dello stadio però le forze dell’ ordine stan- così, per una partita di calcio. Gli scontri
queste parole, pronunciate da cittadino no ancora scortando i tifosi ospiti del Pa- continuano, dureranno fino a tarda notte.
italiano e da sportivo, ma soprattutto da lermo all’interno dell’impianto. Ad acco- La notizia fa il giro del mondo in pochissi-
amante del calcio voglio partire per rac- glierli centinaia di persone, tifosi o meglio mo tempo, l’ennesima partita sfociata in
contare un episodio terribile successo da pseudo-sostenitori della squadra catanese, tragedia, l’ennesima vita spezzata per un
pochi giorni nel nostro Paese. La nostra armati con spranghe, fumogeni, sassi, e pallone, l’ennesima dimostrazione
triste storia inizia venerdì 2 febbraio ed è lacrimogeni, così ha inizio un sanguinoso dell’accezione moderna del calcio, nato
ambientata a Catania, nell’isola più grande scontro con le forze dell’ordine. Mentre come gioco, nato come sport, trasformato
e forse più bella del Mediterraneo. Sono Polizia e Carabinieri sono impegnati a in guerra, in battaglia, in strage. Il calcio si
circa le 16 di pomeriggio quando 22 gioca- sedare questa massa di uomini, se si posso- ferma per un periodo di riflessione: dai
tori salgono su due diversi pullman che, in no considerare tali, Raciti combatte per campionati giovanili alla Nazionale non si
non molto tempo, li porteranno allo stadio, riportare l'ordine, ma una bomba carta gioca; il calcio si ferma per ricordare a tutti
4 arbitri escono dal loro albergo, salgono dall'alto degli spalti viene lanciata sul suo quello che è successo, per ricordare Licursi
sul taxi e si dirigono, anche loro allo sta- discovery, allora, prontamente, l'ispettore e e Raciti, ultime vittime di un fenomeno
dio, il loro compito è quello di dirigere una i suoi si buttano fuori dall'auto, quando diventato ormai inaccettabile. Ognuno di
partita di calcio, del GIOCO più amato e un'altra bomba carta gli esplode in faccia, noi, dal semplice tifoso al giocatore deve
conosciuto d’Italia. Fino a qui la vicenda accasciato a terra viene poi ferito da una tornare a pensare che il calcio è uno sport e
sembra una tra le tante, di un pomeriggio sprangata di un 17enne; l’ispettore verrà, un gioco stupendo e non una guerra disu-
all’insegna del divertimento e della gioia, in seguito, trasportato all’ospedale dove mana.
di un giorno in cui due grandi club di serie morirà qualche ora più tardi. Filippo Raci-
A si incontrano sul campo per decidere chi ti, lascia la moglie e due figli, li abbandona Iacopo Bissi
potrà ambire alle zone più alte della classi-
fica. Ma, purtroppo, la nostra storia conti-
nua e si sposta in un commissariato di Poli-
Quando il sesso diventa violenza
zia della città. Anche da qui partono pul- di Francesca Tosarini
lman per lo sta-
dio, pieni di La violenza ragazzi così giovani 14enne uccisa dopo donna come stru-
poliziotti che a sfondo cercano il diverti- essere stata stupra- mento di piacere,
sessuale mento in ta in un capannone bello ma in fondo
dovranno con-
fra i giovani quest’oscenità? nei pressi di Brescia vuoto. E allora, die-
trollare che la è aumenta- Studi psicologici nel ottobre del 2005 tro lo sconforto, la
partita si svolga ta negli riportano che i ra- da ragazzi 17enni paura e il senso di
nel migliore dei ultimi 20 gazzi troppo giova- con la complicità di impotenza che ci
modi sia in cam- anni del ni, sono iperstimola- Giovanni Erra, un assale quando leg-
po sia fuori dallo 28% . Ma il ti al sesso a causa operaio 36enne. giamo di stupri e
stadio; Filippo dato più della televisione Ricordiamo lo sgo- violenze su donne,
Raciti, 38 anni, preoccu- poco educativa, di mento, la rabbia, il dobbiamo provare
ispettore di Poli- pante è pubblicità spinte e dolore della famiglia rabbia per il ruolo
zia a Catania è che l’età ancora, battute, e di tutti noi, che ci che l’immaginario
sicuro che la degli stu- immagini, valori, domandavamo co- collettivo ci sta attri-
serata di lavoro pratori e stereotipi che tratta- me fosse possibile buendo senza che
non sarà tra le soprattutto no argomenti ec- tanta cattiveria in noi facciamo qual-
delle ra- cessivamente auda- ragazzi così giova- cosa per impedirlo.
più facili, lo sa
gazze vitti- ci rivolgendosi a ni. Ciò che nemme- Lo stupro è una tra
bene che Catania me di abu- ragazzi troppo gio- no sfiora le vergogne della
– Palermo, derby siciliano, è una partita si, è scesa vertigi- vani che si fanno quest’ultimi è il trau- civiltà moderna, lo
molto sentita dal pubblico e dalla popola- nosamente. Da un’idea distorta del ma che subisce la sdegno è d’obbligo
zione dell’isola e potrebbero verificarsi sempre assistiamo sesso e soprattutto ragazza, marchiata in particolare se i
scontri tra le tifoserie, eppure si tratta di impotenti a stupri di delle donne. Cre- a fuoco a vita dopo protagonisti sono
una partita di calcio, chissà forse ci pensa minorenni da parte scendo, nel periodo quella terribile e- ragazzini, ma ren-
anche lui quando sale sul pullman sul qua- di amici coetanei, dell’adolescenza, i sperienza. L’altro diamoci conto, mi
le nessuno può prevedere che l’ispettore fidanzati o amici di ragazzi, mossi dalla lato della medaglia rivolgo alle donne,
Raciti non farà più ritorno. Lo stadio Mas- famiglia. Leggiamo visione che in pre- però, grava sulla che noi facciamo
simino è pieno, tutti i biglietti sono stati su giornali o sentia- cedenza si sono figura che la donna poco e nulla per far
venduti. Le due squadre entrano in campo mo alla televisione creati, cercano nel sta assumendo capire alla società
accompagnate da grida di gioia e da uno casi di 13enni o sesso il puro diverti- nello scenario dei che la nostra parte
15enni obbligate da mento, spesso ca- valori giovanili. Più non è far sbavare
spettacolare lancio di materiale pirotecni-
giovanissimi a se- dendo nel violento e spudorate, più sfac- uomini incollati da-
co, come previsto si rispetta un lungo mi- guirli in luoghi isolati nel perverso, fino a ciate, più provocan- vanti alla tv, né sod-
nuto di silenzio prima di iniziare a giocare, per poi venire pic- raggiungere livelli di ti, ecco le donne del disfarli di notte ben-
visto che la domenica precedente un uomo, chiate e stuprate. cattiveria e perver- 2007, non prodotto sì vivere con la loro
Ermanno Licursi, dirigente di una squadra Perché tutto que- sione che si rifletto- dell’emancipazione stessa dignità.
di un campionato giovanile, era stato ucci- sto? Come si può no in stupri e abusi. della donna, ma
so dalla follia del pubblico. Ma alle 18 si arrivare a violentare Ricordiamo forse creazione dei media
inizia la partita, quella vera. All’esterno un’amica o una tutti il tragico caso e che nell’uomo fa
ragazzina? Perché di Desiré Piovanelli scattare l’idea della

2
INCHIESTA

DICO: istruzioni per l’uso


DICO (Diritti e doveri dei le coppie di fatto che hanno agli Stati membri di ricono- Barbara Pollastrini (ministro
conviventi): è uno strumento rapporti stabili di convivenza scere pari diritti alle coppie delle pari opportunità) e
a cui possono accedere le la legge prevederà alcuni dello stesso sesso. La Carta Rosy Bindi (ministro della
coppie che non vogliono riconoscimenti ulteriori, nel dei Diritti fondamentali famiglia) afferma con ottimi-
contrarre matrimonio ma rispetto della volontà della dell’Unione Europea vieta smo che presto si troverà
preferiscono una regola- coppia di non darsi alcun infatti qualunque discrimina- anche un accordo con il
mentazione più leggera per v i n c o l o zione motivata Parlamento.
il loro rapporto. Per gli omo- normati- dall’orientamento Nel resto dell’Europa la si-
sessuali in particolare rap- vo: assi- sessuale e riconosce tuazione è diversa: leggi
presenterebbe la prima for- stere in a tutti il diritto a costi- specifiche riconoscono già
ma di riconoscimento giuri- ospeda- tuire una famiglia. dignità e diritti alle coppie
dico delle proprie unioni. le il pro- E’ un percorso di li- omosessuali in Francia,
Il DICO, è un patto che vie- prio par- bertà in cui l’Italia è Germania, Olanda, Belgio,
ne sottoscritto in Comune in t n e r , rimasta indietro, bloc- Portogallo Danimarca, Nor-
modo semplice, e semplice parteci- cata da pregiudizi e vegia, Svezia, Finlandia,
è anche il suo scioglimento. pare alle decisioni che ri- dagli interventi del Vaticano Islanda, Lussemburgo e
E’ l’accordo tra due persone guardano la sua salute e la all’interno del dibattito sui nelle regioni spagnole di
(eterosessuali e omoses- sua vita, lasciare in eredità il diritti riguardanti la sfera Catalogna, Aragona, Navar-
suali) che prevede il regola- proprio patrimonio alla per- delle relazioni sessuali. L'8 ra. La Gran Bretagna, la
mento giuridico dei rapporti sona con cui si è condivisa di febbraio l'intero consiglio Svizzera e la Croazia stan-
CONTRO
personali e patrimoniali rela- l'esistenza. Sono queste dei ministri, ad eccezione no invece per approvare
tivi alla loro vita in comune. alcune delle opportunità, del guardasigilli Mastella leggi analoghe su proposta
La proposta di legge non oggi non regolamentate o dell'UDEUR, ha approvato dei rispettivi governi.
impone nulla alle coppie di addirittura negate, che ver- tale decreto che ora verrà
fatto che non vogliano darsi rebbero introdotte dalla nuo- discusso ed approvato in Irene Calbi
alcun vincolo giuridico: il va legge. Parlamento.
DICO è un’opportunità in più Il 15 gennaio 2003 il Parla- Il premier Romano Prodi al
per tutti, non un obbligo. Per mento europeo ha chiesto termine dell’incontro con

Cosa ne pensi dei DICO?


Il Tito Livio dice sì
Il Tito Livio è sensibile al tema dei Pacs (oppure definiti Di.Co). È questo il dato
più rilevante da questo sondaggio. Una buona maggioranza dei Titoliviani ritiene
di sapere cosa siano i Pacs e tra questi più del 50% di dice d’accordo con
un’eventuale legge che tuteli alcuni diritti delle coppie di fatto sia eteroses-
suale che omosessuali. Come prevedibile tra gli studenti del liceo l’interesse
è più diffuso (il 73% è a conoscenza del tema) ed è maggiore la percentuale
di favorevoli (60%), mentre tra i ginnasiali il 60% ritiene di conoscere
l’argomento ma solo il 40% si dichiara favorevole. Ma, a mio parere, non è per
nulla trascurabile il dato relativo al comportamento della Chiesa che contro i Pacs
si imposta rigidamente, partecipando attivamente al dibattito politico al punto
che secondo molti esperti, era dal risorgimento che tra Chiesa cattolica e go-
Cosa ne pensi della posizione della Chiesa? verno italiano non si presentavano tanti punti di scontro. Il numero di Titolivia-
ni che ritiene il comportamento della Chiesa scorretto se non addirittura inac-
cettabile è quasi il doppio rispetto a coloro che lo ritengono legittimo e ragione-
vole. Questo fatto è rilevante in quanto può rafforzare l’opinione di coloro che
sostengono che le giovani generazioni non hanno la fiducia nell’istituzione
cattolica considerata troppo rigide, conservatrici e non al passo con
l’evoluzione della società.
Infine è da considerare un ultimo dato relativo all’opinione tra diversi sessi: se
il livello di interesse risulta essere lo stesso tra ragazzi e ragazze sono queste
ultime più favorevoli ai Pacs e le più critiche nei confronti della Chiesa.
Alessandro Peregalli

L’OPINIONE DELLA CHIESA

La C.E.I. (conferenza episcopale italiana) si è dichiarata contraria ai “di.co” ed,anzi, ha esortato il mondo politico
italiano ad occuparsi maggiormente della famiglia, intesa come istituzione utile a tramandare i principi del cattoli-
cesimo. La Chiesa, per contestare il riconoscimento di diritti alle coppie di fatto, si è appellata alla concezione
dell’unione tra due persone al solo scopo di procreare ed al necessario sigillo di Dio sull’unione tra due amanti

3
INCHIESTA

La parola ai gay: Semplicemente


“Assolutamente favorevoli” incostituzionali
I trentacinquenni Luca e Maurizio si Avete mai subito discrimina- art. 29: “La Repubblica ciò non voglio negare
conoscono da tempo, si amano, lavo- zioni? riconosce i diritti della che due persone che
rano e vivono insieme da quattro anni Maurizio: Si io anche da parte famiglia come società convivano non possano
e come tutte le coppie etero e omo- di alcuni poliziotti, che mi han- naturale fondata sul ma- avere sentimenti sinceri,
sessuali, hanno attraversato i loro no addossato la colpa di una trimonio. non siano in grado di
momenti di crisi, ne sono usciti ed rissa, quando era evidente che Il matrimonio è ordinato vivere assieme civilmen-
ecco la loro testimonianza, più quella era stata un’aggressione ai sull'eguaglianza morale te, avere dei figli (un
di Luca (2), un loro amico 21enne che miei danni da parte di un ra- e giuridica dei coniugi, uomo e una donna ov-
ha iniziato da appena due settimane gazzo che non mi ha risparmia- con i limiti stabiliti dalla viamente) e essere in
una convivenza con il compagno Cri- to insulti di vario tipo rivolti alla legge a garanzia dell'u- grado di educarli, ma
stiano. mia sessualità, a suo dire nità familiare”. poiché non riconosciuti
“deviata”. Mi perdonino i sofisti, costituzionalmente, non
Cosa ne pensi dei DICO, sia Luca: io, verso i 15 anni, pas- ma credo che questa abbiano gli stessi diritti
per omo che etero sessuali? savo le giornate chiuso in casa proposizione non possa degli sposati. Credo che
Maurizio: assolutamente favo- a piangere con l’idea del suici- voler dire tutto e il con- se si voglia portare a-
revole, anche se personalmen- dio, a causa delle ripetute pre- trario di tutto. Mi pare vanti la battaglia dei DI-
te credo che il matrimonio sia se in giro da parte dei miei che la Costituzione, ri- CO si debba farlo quindi
solo un’istituzione e come tale compagni. guardo alla famiglia, sia attraverso una modifica-
non mi interessa. Però la lega- E i vostri genitori?, le loro inequivocabile. Al di fuo- zione della Costituzione,
lizzazione dei rapporti, al di là reazioni? ri di qualsiasi polemica magari attraverso un
del matrimonio è giustissima. Luca: a mia madre l’ho detto etica, e tanto meno reli- referendum che possa
Non nuoce a nessuno e va por- solo due anni fa, ma ha reagito giosa, l'articolo 29 defini- davvero esprimere l'opi-
tata avanti. La Chiesa essendo bene. sce la famiglia naturale, nione comune italiana,
influente e potente è un gran Luca(2):La frase tipica che le in quanto appartiene alla piuttosto che un legge,
freno per lo sviluppo dei DICO, madri rivolgono ai figli gay è sfera degli ordinamenti tanto controversa e, mi
ma il governo deve impegnarsi “meglio drogato che frocio”. che precedono la crea- pare anticostituzionale,
per far si che rispetti le decisio- Mia madre ha invece puntato zione dello stesso stato, fatta per accontentare
ni da esso prese, ricordando sull’originalità con “ un altro e fondata sul matrimo- fazioni estreme e radiali.
soprattutto che in uno stato handicap in famiglia”, con chia- nio. Sottolineo matrimo- Certo, si potrebbe dire,
laico, i dogmi ecclesiastici sono ro riferimento a mio fratello re- nio e non unioni di fatto. legalizziamo i DICO,
una cosa, le leggi statali almente disabile. Ora, credendo superfluo senza conferire a loro i
un’altra e non devono interferi- Maurizio: ai miei non l’ho anco-
discutere sull' incontro- diritti delle famiglie, sen-
re una con l’altra. ra detto ma si sa, i genitori ca-
vertibilità di questa pro- za considerarli famiglie,
E per quanto riguarda piscono tutto.
posizione, sorge una per raggirare la questio-
l’adozione di bambini da par- Perché per una donna il pro-
conseguenza. I DICO ne costituzionale. Ma
te di una coppia omosessua- totipo dell’amico ideale è
sono anti-costituzionali. secondo voi, cari lettori,
le? gay?
Attualmente la famiglia, possono crescere figli
Maurizio: credo che l’adozione Luca (2): perché siamo più
non a mio parere, ma che diventino davvero
per coppie omo o etero ses- sensibili
secondo la Costituzione, adulti e non delinquenti
suali, non legate da matrimo- Maurizio: non è vero, ho cono-
non è riconosciuta in da stadio, fuori dalla fa-
nio, sia giusta. Meglio una cop- sciuto gay per nulla sensibili.
ambiti diversi dal matri- miglia? Può il Paese
pia gay o lesbica che sbaciuc- Luca: sostanzialmente perché
chia un bambino dalla mattina monio. Due persone Italia trovare una tanto
non ci proviamo con loro.
alla sera piuttosto che sposate sono una fami- agognata stabilità, quan-
E precedenti relazioni etero?
l’orfanotrofio, la strada o una Maurizio: si, ma verso i 18 anni
glia, perché unite del do questa è precaria
famiglia cosiddetta “normale” ho capito si essere gay e gli vincolo, o dal negozio anche nei rapporti tra i
ma gravemente disagiata. An- insulti che mi ferirono tanto giuridico - se preferite - singoli cittadini? Ma dav-
che se , lo riconosco, non man- allora, mi toccano molto meno del matrimonio. Altret- vero soltanto per non
cherebbero le difficoltà. Io co- ora perché mi sono fatto la tanto due persone divor- promettere amore eter-
munque non voglio avere figli. scorza dura e soprattutto ho ziate, per via della pre- no, o evitare le pratiche
Luca(2) Io e il mio compagno capito che in me non c’è nulla cedente unione. Ma una del divorzio, vogliamo
siamo ancora giovani per pen- di sbagliato, sono orgoglioso di coppia di fatto, proprio correre il rischio una
sarci, ma trovo che non sia essere uomo, semplicemente in quanto tale, non si società futura con la fa-
giusto per un bambino cresce- mi piacciono gli uomini. può definire fondata sul miglia sostituita dalle
re con genitori omosessuali, matrimonio. Pertanto unioni di fatto?
forse meglio la coppia tradizio- Un intenso abbraccio tra i tre pone una coppia di fatto non
nale con una figura materna e fine all’intervista. può essere considerata Enea Moscon
una paterna. agli occhi della legge
Martina Zigiotti una famiglia. Con tutto

4
ATTUALITÀ

Pirati per necessità


Sempre di più, di giorno in fa sempre più effetto) per un canzoni. Ora, se avessi ac- fia? Non capiscono questi
giorno, aumentano i ragazzi CD o 30 euro per un DVD. quistato in negozio tutta la cantanti che se non ci fosse
che usano programmi da cui Seguo molti cantanti e gruppi musica che possiedo, penso la pirateria perderebbero
è possibile scaricare illegal- e ovviamente possiedo molti che avrei dovuto ipotecare la gran parte del loro pubblico?
mente cd, dvd e videogiochi, dei loro album. A chi non casa (e non credo che i miei Per questo mi sento libero di
invece di comprarli nei sarebbero stati molto conten- affermare che l’unica arma
negozi. ti). che abbiamo contro il mono-
Le cause di questo feno- La circolazione del pensiero polio economico delle case
meno sono molteplici ma (che sia sottoforma di musi- discografiche (ma anche ci-
convergono tutte verso ca, libri, film…) non deve nematografiche, di software e
una constatazione di essere ostacolata come lo è quant’altro) che rendono la
fondamentale rilevanza: oggi e dovrebbe avere per- musica (e i film, e i videoga-
l’acquisto di cd (ma an- tanto un costo, se non pari a me...) un privilegio elitario è
che dvd, videogame e zero, perlomeno molto conte- la pirateria, una vera e pro-
così via) è un lusso che, nuto. pria necessità paradossal-
come tale, non tutti si Recentemente ho letto sul mente dettata dalle stesse
possono permettere con giornale un’intervista ad Eros leggi di mercato che regolano
regolarità. I costi di tali Ramazzotti nella quale la vendita dei cd originali. Un
prodotti hanno raggiunto quest’ultimo affermava che i bene per tutti e che ci con-
cifre molto elevate e non tutti piace? In questo modo ci cd vanno comprati in nego- sente di continuare a pensa-
- alla nostra età - sono dispo- costruiamo dei nostri gusti zio. Grazie del suggerimento re.
sti a spendere cifre come 20 musicali, delle idee, ci faccia- caro Eros. Me li presti tu i
euro (“quarantamilalire” che mo trasportare dai testi delle soldi per tutta la tua discogra- Gabriele P.

Liberalizzare per un’Italia più competitiva


Liberalizzazioni: tanto se ne parla, se con la Legge n. 248 del 4 agosto l’erogazione di carburante all’interno
ne discute, ma il discorso viene este- 2006 che comprende due pacchetti di dei supermercati. Sarà inoltre possibi-
so in maniera poco obbiettiva, così fra liberalizzazioni. Il primo pacchetto ha le avere una targa a titolo personale
critiche, scioperi e proteste, molta tre elementi chiave che verranno di- che potrà essere trasferita fra diverse
gente, specialmente noi giovani, an- scussi di seguito. L’elemento numero automobili (come già accade per i
cora si chiede il perché di queste ma- uno riguarda la vendita di farmaci da motorini).
novre. Trovo quindi corretto chiarire banco (non su ricetta) nei supermer- Questo permetterà ai consumatori di
innanzitutto il concetto di Liberalismo, cati, che comporterà la rottura del poter scegliere fra una più vasta gam-
per poi delineare meglio i provvedi- monopolio della distribuzione farma- ma di polizze assicurative a prezzi
menti cardine presi fino ad ora. Que- ceutica, un forte aumento della con- minori. Infine un elemento che sta alla
sta dottrina politica è una delle più correnza e di conseguenza un signifi- radice di questo decreto è quello ri-
rilevanti sulla sfera politica moderna, il cativo calo dei prezzi. Il secondo ele- guardante le piccole imprese, secon-
suo motivo centrale è la rivendicazio- mento rilevante è la liberalizzazione do il quale per mettere in piedi
ne contro ogni forma di potere autori- delle licenze dei tassisti che prevede un’azienda non bisognerà più presen-
tario e oppressivo, nei confronti dei un aumento considerevole delle licen- tare domande ad ogni singolo ente
diritti e della libertà del medio e picco- ze e l’abrogazione del diritto di eredi- burocratico. Basterà una comunica-
lo imprenditore. È una concezione tarietà di queste ultime. Ciò garanti- zione unica alla Camera di Commer-
economica che ritiene essenziale, per sce un numero più alto di taxi nelle cio che sarà sufficiente ad assolvere
il raggiungimento di un equilibrio fi- grandi città (attualmente tra i più bassi tutti gli adempimenti amministrativi
nanziario, l’affermazione della libera d’Europa) quindi un piano tariffario più previsti per l’iscrizione al Registro del-
iniziativa individuale. Le finalità dun- concorrenziale. Terzo ed ultimo punto le Imprese. Questa agevolazione per-
que di una politica liberale sono in fondamentale è quello riguardante i metterà la creazione di un’azienda in
primo luogo quelle di rendere più di- pagamenti, infatti tutti i liberi profes- 24 ore e rappresenterà un incentivo
namico il mercato, aumentare la con- sionisti saranno tenuti ad accettare significativo per migliaia di giovani
correnza e tutelare i consumatori abo- pagamenti di importi superiori ai cento imprenditori italiani. Dopo aver quindi
lendo i privilegi di alcune categorie euro solo per assegno, bonifico o car- esaminato gli stadi più rilevanti di que-
sociali; in secondo luogo vi è l’intento ta di credito. La restrizione dei paga- sto progetto economico ed aver chia-
di diminuire le spese dei cittadini e menti in contanti permetterà quindi rito le finalità e gli effetti previsti, sta
snellire le pratiche burocratiche. Il allo stato di controllare grossi sposta- all’orientamento politico di ciascuno
ministro dello Sviluppo Economico menti di denaro, agevolando peraltro giudicare l’idoneità di questo decreto
Pierluigi Bersani si è posto i sopra la lotta all’evasione fiscale. Il secondo legge all’interno del Documento di
elencati obbiettivi e per raggiungerli pacchetto varato dal governo prevede Programmazione Economica Finan-
ha emanato il Decreto Legge novità assolute quali l’abolizione dei ziaria (DPEF) dell’attuale governo.
223/2006 definitivamente convertito costi di ricarica dei cellulari e
Alessio Pezzana
5
SCUOLA

Lo Spleen entra a far parte dell’A.gi.sco.


L’editoria scolastica può essere, se fatta con intelligenza, un’opportunità importante di dialogo tra gli studenti che,
tramite articoli, lettere e domande, possono esprimere la loro opinione e sentire quella dei loro compagni. Partendo
proprio da questo fondamentale concetto che sta alla base di ogni giornalino scolastico, un gruppo di amici, respon-
sabili dei giornalini di diversi licei, ha deciso di creare l’agisco. È questo un’associazione di giornalini scolastici che
trova il suo scopo nel redigere un giornale trimestrale alla cui redazione partecipano gli studenti di diverse scuole.
Come responsabile del giornalino del Tito Livio ho deciso di
informarmi su tale progetto e dopo diverse riunioni, a cui ho
partecipato per capire lo spirito con cui lo si realizzava, con il
consenso dei più affezionati collaboratori dello Spleen, ho
Inglese: un diritto di tutti
fatto richiesta ufficiale di entrare a far parte dell’Agisco. Do- Possiamo senza ombra di dubbio affermare che la
po un attento esame del nostro giornalino ed una votazione, nostra suola sia enormemente cresciuta negli ultimi
lo Spleen è stato accettato in tale associazione, sarà, quindi, anni. Inizialmente sono state aggiunte nuove sezioni, e
d’ora in poi possibile scrivere articoli che verranno pubblicati negli ultimi due anni sono state addirittura create due
nello Spleen ed, anche, articoli per l’agisco, con la consape- nuove sperimentazioni, quella musicale e il PNI (Piano
volezza, però, che saranno letti e discussi da migliaia di stu- Nazionale d’Informatica).
denti anche di altre scuole. Ho creduto importante darci que- Tuttavia, c’è qualcosa che, a mio parere, ancora non
sta possibilità di confronto con altri licei del calibro del Ber- funziona. Mi riferisco alla questione della lingua inglese
chet, del Manzoni, del Volta, del Carducci per abolire il pre- da tempo dibattuta. Siamo l’unico liceo classico di Mila-
giudizio del Tito Livio come scuola poco attenta alle proble- no che ha ancora classi che non fanno inglese per tutti
matiche esterne al liceo e per darci l’opportunità di far vede- cinque gli anni. Quello che adesso sembra una scioc-
re quanto valiamo. chezza non lo sarà più un domani, quando i ragazzi
Fabrizio Capecelatro che non studiano inglese si trovano al di fuori della
scuola, sia all’università che nel mondo del lavoro, do-
ve chi non conosce l’inglese verrà sistematicamente

SOS furti: l’unità dov’è?


tagliato fuori.
Potreste rispondermi che i ragazzi scelgono di non fare
inglese sotto la loro responsabilità. Ma coloro che sono
di Andrea Calaresi costretti a non farlo? Probabilmente quasi nessuno è a
conoscenza della spinosa questione della 5F. su 18
Da un po’ di tempo a questa rubata”. Questi furti sono ca- ragazzi di questa classe, 14 hanno insistito per
parte, si sono verificati alcuni pitati un po’ dovunque e un l’introduzione di un corso quinquennale di lingua ingle-
furti all’interno della nostra po’ ad ogni orario e, per que- se, mentre 4 si sono detti contrari. Ora, a causa di que-
scuola: non veri e propri scip- sto motivo, possono essere sta 4 ragazzi, la classe non potrà continuare a fare
pi, ma alcuni oggetti, rimasti esclusi dalla lista dei sospet- inglese com’era suo desiderio. Io ho un messaggio per
incustoditi, hanno improvvisa- tati studenti di altre scuole o questi 4 ragazzi: non soltanto recate danno a voi stes-
mente cambiato proprietario, esterni di altro tipo; i colpevoli si, ma anche a tutti i vostri compagni di classe. Siete
lasciando senza parole il vec- sono quindi, molto probabil- sicuri di poter sopportare questa responsabilità?
chio possessore. mente, persone
Per ora non sono della nostra stes- Pubblichiamo l’articolo lasciatoci da un nostro compagno,
stati presi veri e sa scuola, ed è che ringraziamo per la collaborazione che dato al giornali-
propri provvedi- forse questo no della scuola. Invitiamo altri studenti ad esprimersi sulla
menti, anche se si l’aspetto più tri- questione sollevata, tenendo, anche, presente che è un rico-
è parlato di tristis- ste: si fa tanto noscimento della libertà dello studente lo scegliere tra un
sime serrature e per dare un’idea corso tradizionale di studi, che non prevede tra le materia
ancor più tristi del Tito come di del classico lo studio della lingua straniera, ed eventuali
lucchetti da mon- una scuola unita, discipline integrative che potrebbero essere anche diverse
tare sulle porte dove si collabora da quelle auspicate dall’autore dell’articolo.
delle classi, per e si lavora insie-
poter garantire me, per dare a
almeno un mini- tutti un certo La redazione
mo di sicurezza; senso di appar-
si è anche consigliato di por- tenenza a un gruppo, e poi, Coordinatore: Fabrizio Capecelatro - IB
tare sempre con sé gli oggetti anche con queste “piccole” Vice-coordinatrice: Francesca Tosarini - IB
di maggior valore, come cel- cose, tutto crolla come un
lulari e lettori mp3, di metterli castello di carte... e se gli
Resp. grafico: Gabriele Petronella - IIC
al sicuro negli armadietti, o studenti non sono uniti, è Indirizzo e-mail: spleen.tito@hotmail.it
addirittura di non portarli a inutile fare assemblee, orga-
scuola per evitare qualsiasi nizzare autogestioni o stam- Chi volesse scrivere un articolo su un argomento
rischio. Certo, un po’ più di pare questo giornalino. a scelta ma restare anonimo potrà lasciare il suo
attenzione non guasterebbe, articolo nella scatola “per eccellenza” che sarà
ma vale sempre il vecchio posizionata nel corridoio al secondo piano.
detto “roba trovata, mezza
Un ringraziamento alla prof. Gabbini

6
SPORT

Decreto anti-violenza: 13 modi per salvare il calcio


Nella giornata di mercoledì è stato finalmente approvato che si riferiscono ad ogni impianto di capienza minima di
dal governo,riunitosi a palazzo Chigi per uno staordinario 7000-7500 spettatori. Assolutamente proibiti pri-
consiglio dei ministri,il nuovo decreto contro la violenza ma,durante e dopo le manifestazioni sportive fumoge-
negli stadi che sarà composto da 13 articoli. Come primo ni ,lanciarazzi e bombe carta. Sarà anche aumentata la
provvedimento rimarranno chiusi al pubblico gli stadi rite- pena in caso di resistenza a pubblico ufficiale visto che si
nuti non a norma secondo le regole del ministro Pisanu, parte da un minimo di 5 a un massimo di 15 anni.
In più divieto categorico di ingresso negli stadi per i tifosi

Non si vive di solo calcio


con precedenti penali( denuncie o diffide) da applicare
anche soltanto per prevenzione. Mai più biglietti per le
trasferte che verranno venduti in blocco dalla società o-
Qual è lo sport più amato giornali sportivi si parla di spitante a quella ospite(che poi li fa avere ai propri ultras
dagli Italiani? Ovviamente il qualsiasi cosa che riguardi il
organizzati),ma d’ora in poi chi vuole seguire per l’Italia la
calcio. Niente di male, il cal- calcio, mentre gli altri sport
cio è uno degli sport più pra- vengono confinati in poche
propria squadra dovrà munirsi di biglietto nominale.
ticati del mondo, quindi è pagine riassuntive. Purtroppo Vietata qualsiasi collaborazione economica tra le società
quasi ovvio che sia anche il succede quasi la stessa cosa e i suoi supporters.
più seguito. Ma il problema in ambienti più vicini a noi: in Novità anche per quanto riguarda la cosiddetta flagranza
è: e se a qualcuno dovesse Italia si trovano facilmente differita: se immortalati da foto o ripresi da telecamere
piacere un altro sport? Io, campi da calcio di ogni di- durante le azioni violente,i tifosi potranno essere prelevati
per esempio, preferisco il mensione, mentre è molto dalle forze dell’ordine anche a distanza di 48 ore dai fatti
basket, ma non mi si danno più difficile praticare qualsiasi e giudicati per direttissima. Infine tutti gli incontri in nottur-
molte possibilità per seguirlo altro sport, proprio per man-
na saranno anticipati al classico orario delle 15 e il turno
come vorrei, dato che ogni canza di infrastrutture e luo-
mezzo dei media (radio, gior- ghi adatti; ed è un peccato,
di campionato non disputato,ovvero la terza giornata di
nali e tv) è puntato soprattut- dato che ci sono moltissimi ritorno, verrà recuperata probabilmente il 18 aprile.
to sulle partite di calcio e sui atleti italiani abilissimi in
loro derivati. Mi è addirittura sport diversi dal calcio, come Mario Nardone
capitato di vedere che veni- ad esempio nel ciclismo, nel
vano trasmesse in televisio-
ne partite di calcio vecchie di
nuoto, nello sci e in molte
altre discipline: atleti pagati L’ABC degli stadi a norma
secoli piuttosto che i play-off meno del peggiore dei cal-
di basket o vari tornei di altri ciatori che, nonostante la Il decreto emanato dal consiglio dei ministri che non permetterà in
sport; ovviamente non parlo semi-povertà di mezzi ade- nessuno modo ai tifosi di entrare negli impianti non a norma, è
solo di Mediaset e delle reti guati, sono riusciti a diventa- severo e intransigente, così come apprezzato.
statali, che per un fatto di re dei campioni nei cosiddetti Ma quali sono dunque gli stadi non in regola secondo la legge
ascolti sono quasi obbligati a “sport secondari”. Pisanu e cosa manca ad essi perché vengano promosso come
trasmettere quel che attira di sicuri dall’osservatorio del Viminale?
più, ma anche su i celebri Andrea Calaresi In serie A al momento a offrire tutte le garanzie previste contro la
canali Sky non viene dato violenza calcistica sono soltanto l’“Olimpico” di Roma e quello di
molto spazio a sport Torino, il “Franchi” di Siena, il “Renzo Barbera” di Palermo e il
“alternativi”, e persino nei “Luigi Ferrarsi” di Genova, che però non è ancora del tutto a nor-
ma in quanto a brevi distanze dal carcere. Per quanto concerne
gli altri stadi italiani di serie A ecco la situazione:

• Il “Del Duca” di Ascoli (capienza massima 23 mila spettatori) è sprovvisto dei tornelli, del posto di polizia e della zona di pre-
filtraggio.
• “L’azzurri D’Italia” di Bergamo (26 mila spettatori) manca di posto di polizia e controllo biglietti nominativi.
• Il “S. Elia” di Cagliari è quasi a norma, ma manca la zona di prefiltraggio, in ogni caso ha il via libera per ospitare il pubblico.
• A Catania il “Massimino” è come noto sotto sequestro dopo i violenti scontri che sono cosatati la morte di Filippo Raciti, man-
cano inoltre le telecamere a circuito chiuso.
• Il “Castellani” di Empoli ( 17 mila) ha appena installato i tornelli e perciò può restare a porte aperte.
• Nello stadio di Firenze il “Franchi” (47.200), c’è da completare l’istallazione dei tornelli e le tribune sono troppo vicine alle
panchine.
• Il “Picchi” di Livorno manca di quasi tutte le misure di sicurezza necessarie.
• Per il “S. Filippo” di Messina (40.200) sono state contate tre mancanze: biglietti non controllati e ancora la duplice assenza di
polizia e zona di prefiltraggio.
• La scala del calcio, ovvero lo stadio “Giuseppe Meazza” di Milano grazie alla tempestiva aggiunta della recinzione esterna e
dei tornelli sarà accessibile per il momento ai soli abbonati.
• “L’Ennio Tardini” di Parma è in regola ma ha i tornelli troppo bassi (stadio comunque aperto per i tifosi).
• A Reggio Calabria il “Granillo” con il nuovo posto di polizia è perfettamente a norma.
• Il “Franchi” di Siena presenta un’unica anomalia: la capienza (15.300) è inferiore allo standard di 20.000 posti deciso dalla
lega.
• Al “Friuli” di Udine mancano tornelli, video sorveglianza, posto di polizia ed illuminazione esterna. Infine lo stadio di Verona è
sprovvisto di tornelli e di camera di sicurezza.
Mario Nardone
7
SAN VALENTINO

La leggenda vuole S. Valentino come l'autore indusse nel 1644 i cittadini a proclamarlo Pa-
di numerosi miracoli ma soprattutto è consi- trono di Terni. Ma la notorietà internazionale
derato Santo protettore degli innamorati o il di San Valentino si deve
santo dell'amore, poiché si tramanda che ce- alla leggenda, nata nei
lebrò il matrimonio fra il legionario romano paesi anglosassoni, se-
Sabino ed una giovane cristiana Serapia. Per condo la quale egli fos-
ordine di Placido Furio, prefetto di Roma, se solito donare ai
San Valentino venne decapitato il 14 febbraio giovani che lo an-
273 d.C. La sua colpa era quella di aver con- davano a salutare
giunto i due giovani con un sacramento reli- un fiore del suo
gioso cristiano anziché con l'antico rito paga- giardino.
no della festa della fertilità. La sua vita dedi- Tra due di questi
cata all'apostolato, consacrata dal martirio, giovani nacque un
amore che portò ad un
unione tanto felice che
molte altre coppie se-
guirono il loro esempio.
QUI TI AMO Da allora tutti noi fe-
steggiamo il 14 feb-
Qui ti amo. Negli oscuri pini si districa il vento. braio come la festa
Brilla la luna sulle acque erranti. dell’amore, cerchia-
Trascorrono giorni uguali che s'inseguono. mo il più bel regalo
La nebbia si scioglie in figure danzanti. per la persona che
Un gabbiano d'argento si stacca dal tramonto.
A volte una vela. Alte, alte stelle. amiamo o con la quale festeggere-
O la croce nera di una nave. Solo. mo questo giorno ormai speciale.
A volte albeggio, ed è umida persino la mia anima. S. Valentino in fondo è un giorno come un
Suona, risuona il mare lontano. altro, solo che quando esci di casa e ti guardi
Questo è un porto. Qui ti amo. intorno pensi che forse sprecare un sorriso in
Qui ti amo e invano l'orizzonte ti nasconde. più nel giorno degli innamorati non possa fa-
Ti sto amando anche tra queste fredde cose. re che bene. Io credo che sia una distrazio-
A volte i miei baci vanno su quelle navi gravi,
che corrono per il mare verso dove non giungono. ne, un giorno lavorativo che però si colora di
Mi vedo già dimenticato come queste vecchie àn- rosso e di felicità per molti di noi. Molte per-
core. sone probabilmente non lo festeggiano nem-
I moli sono più tristi quando attracca la sera. meno, non lo considerano neanche come u-
La mia vita s'affatica invano affamata. na festa, ma un sorriso scappa sempre quan-
Amo ciò che non ho. Tu sei cosi distante. do qualcuno ti augura “buon S. Valentino!!”.
La mia noia combatte con i lenti crepuscoli.
Ma la notte giunge e incomincia a cantarmi. Da molti anni però il 14 febbraio viene attac-
La luna fa girare la sua pellicola di sogno. cato e definito una festa inventata dal consu-
Le stelle più grandi mi guardano con i tuoi occhi. mismo per spillare soldi alle persone tra Na-
E poiché io ti amo, i pini nel vento vogliono canta- tale e Pasqua, un giorno creato dai commer-
re cianti di cartoline, peluche, e torte per abbin-
il tuo nome con le loro foglie di filo metallico. dolare creduloni come noi. Forse è così, ma
Pablo Neruda ammettiamolo: hanno avuto un idea origina-
le.
Francesca Tosarini