Sei sulla pagina 1di 30

Wolfgang Amadeus Mozart

Wolfgang Amadeus Mozart:


● padre Leopold, madre Anna Maria Pertl
● sorella Maria Anna, detta Nannerl: clavicembalo (carriera musicale per una donna
impossibile quindi abbandona la musica)
● figli: Karl Thomas, pianista + Franz Xavier, pianista/cantante/didatta
● nasce a Salisburgo, 27 gennaio 1756
● studia durante la sua infanzia prima in paesi tedeschi (monaco, vienna), nel nord
europa e dal 1769 in Italia

I viaggi in Italia (dal 1769 al 1773):

1. Milano
➔ Accademia Filarmonica diretta da Sammartini
➔ città che aveva richiamato artisti come Gluck o Johann Christian Bach
➔ Teatro Ducale, prestigio crescente
➔ +nel 1778 verrà inaugurata La Scala
➔ qui Mozart mette in scena diverse opere: Mitridate, re di Ponto (1770) ,
Ascanio in Alba (1771) , Lucio Silla (1772)

2. Bologna
➔ incontro con Padre Martini (musicografo, didatta, compositore): aiuta Mozart
a ottenere l’ammissione all’Accademia Filarmonica

3. Roma: onorificenza dell’Ordine dello “Speron d’oro” consegnatogli dal Papa

4. Napoli:
➔ visita le scuole musicali
➔ ascolta al San Carlo “Armida abbandonata” di Jommelli
Salisburgo:
● 1772, incarico di Konzertmeister (corte del principe Hieronymus)
● 1779, organista di corte
● 1781, debutto Idomeneo (avvio della carriera)

“Libero professionista”:
● status sociale
● concerti dove vuole con chi vuole, scrive come vuole
❖ 1781, gara musicale con Muzio Clementi - Imperatore di Russia
❖ 1782, “Il ratto del serraglio” - Vienna
❖ 1790 - “Così fan tutte”
❖ 1791 (ultimo anno di vita) - La clemenza di Tito, Requiem, Concerto per
clarinetto, Il Flauto Magico

● 1782 - sposa Costanza Weber (in realtà è innamorato della sorella, cantante)
● 1783 - incontra Lorenzo Da Ponte (collaboratore della trilogia italiana)

Stile:
● stile galante: melodie facili sostenute da un basso (influenza di Johann Christian
Bach)
● stile empfindsamer: variante serio dello stile galante, contrasto maggiore/minore,
dissonanze impreviste, recitativo strumentale (influenza di Carl Philipp Emanuel
Bach)
● stile osservato: contrappunto in tutti i campi (Influenza di Johann Sebastian Bach)
● stile sonata: elaborazione tematica secondo la forma elaborata da Haydn
● stile eroico: declamazione, tensione drammatica (influenza di Gluck)
● stile comico italiano: vivacità dell’azione, uso del concertato

Fasi:
● fino al 1772 - fase della ricettività, primi viaggi, prime conoscenze
● 1772/1781- definizione di un proprio stile
● 1781/1791 - maturità
Teatro:
● opera comica italiana, opera seria italiana, singspiele
● esperienze giovanili: “La finta semplice”, “Bastien und Bastienne”, “Mitridate”,
“Lucio Silla”
● prima opera matura “Idomeneo re di Creta”

Idomeneo:
● Monaco, 1781
● libretto di Varesco (ispirata a una precedente tragédie di Danchet
● struttura tipica dell’opera seria
● argomento di tipo mitologico + elementi fiabeschi + elementi biblici

Il ratto del Serraglio:


● commissionato da Giuseppe II nel 1781
● debutta a Vienna il 16 luglio 1782
● argomento: filone delle turcherie
● spazio per le arie solistiche (non tanto ai concertati)

Lorenzo da Ponte:
● nato a Ceneda, 1749
● collaborazione con Mozart, Salieri ecc.
● Vienna, Londra, New York
● incontro Mozart-Da Ponte: poesia al servizio della musica
● arie a “dialogo” (discorsività)

1. Le nozze di Figaro (“La folle giornata”)


2. Don Giovanni
3. Così fan tutte
Le nozze di Figaro:
● dalla commedia francese di Beaumarchais
● grande successo
● 4 atti (no soliti 2) + sinfonia (Allegro in forma sonata)
● uso di concertati

“Voi che sapete”:


● canta Cherubino, rivolta a Susanna (ma in realtà si rivolge a tutte le donne)
● Cherubino: ragazzino colto nel momento della esplosione dei suoi desideri
sessuali, innamorato di tutte le donne, mezzosoprano

Don Giovanni:
● successo a Praga, 29 ottobre 1787
● sintesi teatro musicale comico e tragico
● passaggio dal riso al pianto (già si vede nell’ouverture: due temi contrapposti, uno
lugubre l’altro allegro)
● Don Giovanni come “eroe negativo”
● personaggi sia seri che buffi

La clemenza di Tito:
● libretto di Metastasio
● opera seria italiana
● + concertati, duetti, terzetti
● scena finale d’insieme con voci solistiche e coro

Die Zauberflote:
● richiesta dell’impresario Emanuel Schikaneder
● Singspiel
● fiaba + nobiltà assoluta = tragico + comico, leggerezza + severità
● manifestazione riassuntiva dell' Illuminismo
Le sinfonie:
● dal 1764 al 1788

● prima fase:
❖ Londra, frequenta Johann Sebastian Bach
❖ 3 movimenti
❖ no minuetto
❖ archi + 2 oboi + 2 corni

● seconda fase:
❖ diverse esperienze (viaggio a Milano - Sammartini, Mannheim, Stamic)
❖ ¾ movimenti (Allegro in forma sonata, > organico)

● terza fase:
❖ ultima trilogia ( K543, K550, K551 “Jupiter”)
❖ difficoltà economica, le scrive velocemente sperando in un guadagno breve

La sinfonia concertante:
● contesto sinfonico + strumenti “solistici”
● es. K297b , Sinfonia concertante per oboe, clarinetto, corno, fagotto e orchestra
(1778)
es. K364, Sinfonia concertante per violino, viola e orchestra (1779)

Il concerto:
● solista-orchestra
● pianoforte : 23 concerti
● violino : 6 concerti
● corno: 4 concerti, scritti per l’amico Ignaz Leutgeb (1782-1786)
● clarinetto: K622 (delicatezza espressiva e timbrica)
Musica da camera:
● quartetti per archi
● quintetti (aggiunta della viola)
● quartetto oboe+archi
● quartetti flauto+archi
● quintetto corno+quintetto archi
● quintetto clarinetto + quartetto archi

Musica sacra:
● Requiem
❖ rimane incompiuto a causa della sua morte
❖ dall’ottava battuta del Lacrimosa in poi non è completo
❖ grazie al suo allievo oggi è completo
❖ drammaticità VS preghiere sommesse e celestiali
❖ dramma della morte VS accettazione del destino

Gioachino Rossini

Estetica rossiniana:
● periodicità del fraseggio, simmetria di costruzione
● perfezione ma calcolato disordine (frasi asimmetriche, fermate brusche, partenze
inaspettate)
● virtuosismo vocale (elemento espressivo caratteristico di Rossini)
● ritmo
● orchestra sottolinea situazioni e caratteri (scale, note ribattute, effetti onomatopeici)
● crescendo rossiniano (passaggio progressivo dal paino al fortissimo attraverso il
dilatare simmetrico per ottave dell’orchestra con l’entrata graduale degli strumenti)
● ouverture "anti gluckiana"
❖ no legami con l’opera
❖ introduzione + Allegro AB con crescendo + ripetizione + finale in crescendo
Da Pesaro a Bologna:
● nasce a Pesaro il 29 febbraio 1792
● si trasferisce a Bologna per motivi familiari
● nel 1806, liceo musicale (classe di violoncello, pianoforte, contrappunto)
● 1806, prima opera teatrale “Demetrio e Polibio”
● 1810, avvia la carriera operistica al San Moisè di Venezia con “La cambiale di
matrimonio”
● 1812 - scrive 5 opere (esordio in Scala con “La pietra del paragone”)
● 1813 - 4 opere (tra cui “Tancredi” e “L’italiana in Algeri”)

Tancredi:
● libretto di Gaetano Rossi (su una tragedia omonima di Voltaire)
● simbolo del Neoclassicismo italiano
● equilibrio formale
● ricerca integrazione tra esigente dell’espressione lirica e dell’azione drammatica
(+ duetti, -arie)
● Ouverture ripresa da “La pietra del paragone” con alcuni cambiamenti in particolare
nel finale

● concezione del bello


❖ senso delle proporzioni
❖ vocalità edonistica
❖ patetismo di fondo che si trasforma in una sorta di favola pastorale

● “Di tanti palpiti” del mezzosoprano Tancredi :


❖ recitativo + aria (cantabile) + cabaletta (virtuosistica)
L’Italiana in Algeri:
● composta in emergenza per colmare un buco in cartellone su un libretto di Angelo
Anelli (già scritto 5 anni prima + qualche modifica)
● “turcherie”
● scelta del contralto come voce principale (no soprani “macchinette”, meglio una voce
scura)
● concertati capolavori (“Confusi e stupidi”, “Nella testa ho un campanello”)

● personaggi
❖ Mustafà e Taddeo - basso comico
❖ Lindoro - tenore innamorato (“Languir per una bella”)
❖ Isabella - contralto particolare (no riferimenti con altre opere comiche,
personaggio unico, “Pensa alla patria”)

L’impegno napoletano: i grandi titoli serie


● 1815-1822 incarico di compositore e direttore musicale e artistico del San Carlo di
Napoli
● scrive opere serie (“Elisabetta, Regina d’Inghilterra”, “Otello”, “Mosé in Egitto”, “La
donna del lago”, “Maometto II”)
● recitativi accompagnati
● virtuosismi scritti dall’autore (prima erano lasciati al cantante)
● > concertati
● >uso del coro
● dilatazione della narrazione

Il barbiere di Siviglia:
● 1816, accolto con i fischi poi grande successo
● conflitto con l’omonima opera di Paisiello (differenza di 30 anni): Figaro di Rossini +
sveglio, + ritmico
● punto di arrivo di Rossini ma anche del teatro comico italiano
● “La calunnia” di Don Basilio (crescendo)
● Finale atto I, concertato (entrata a canone, crescendo)
Opere semiserie:
● Gazza ladra,1817: cronaca, momento leggeri ma anche tragedia

Opera seria, Semiramide:


● chiude la sua attività italiana
● Virtuosismo delle grandi voci femminili rossiniane
● Ricchezza della struttura (passaggi fluidi tra concertati, interventi corali e arie)

Rossini francese:
● direzione del Théatre Italien di Parigi
● “Il viaggio a Reims” (cantata scenica per l’incoronazione di Carlo X)
● Rielaborazione di “Maometto II” che divenne “Le siège de Corinthe”, “Moïse et
Pharaon ou le passage de la mer rouge”
● 1828, “Le comte Ory” e “Guillaume Tell”

Guillaume Tell:
● libretto di Victor-Joseph-Etienne de Jouy dal testo di Schiller
● novità di stile rispetto alle altre opere
● coralità (elemento centrale, popolo come interlocutore vivo e partecipe)
● tema della libertà
● intreccio fluido di forme diverse
● problemi politici + amori individuali
● orchestra “drammatica”

● Ouverture:
❖ apertura dei violoncelli soli (ambiente pastorale)
❖ divisa in 4 parti che propone i 4 momenti dell’opera

Rossini sacro:
● Stabat Mater, 1841
● Petite Messe Solennelle, 1863
Ludwig van Beethoven

Gli anni giovanili a Bonn:


● nasce il 16 dicembre 1770 a Bonn
● famiglia di musicisti
● il padre lo costringe a un’educazione ferrea
● padre duro e madre disinteressata
● giovinezza solitaria + scarso valore intellettivo

A Vienna:
● diventa la nuova patria di Beethoven
● ottiene protezione da parte di molti nobili (inizialmente come pianista ed esecutore
di musica)
● Beethoven rimane sempre un “libero professionista” (tratta le commissioni e i
rapporti con la nobiltà in posizione pari)
● inizia lo studio con Haydn ma rapporto difficile a causa del carattere (poi Haydn si
sposta a londra)
● studio con Johann Georg Albrechtsberger, Antonio Salieri
● periodo di crescita e affermazione
● produzione artistica dei primi anni: sonate per pianoforte, quartetto d’archi, musica
da camera, concerto, sinfonia

La maturità:
● su consiglio del medico nel 1802 si ritira in campagna (Heiligenstadt), in questo
periodo scrisse “Il Testamento” confessione autobiografica
● 1802-1813; scrive: un’opera, 6 sinfonie, 4 concerti, 5 quartetti per archi, 3 trii, 32
sonate per pianoforte, musiche di scena, ouvertures, Lieder…
● crescente disabilità fisica, ma lavorava con passione e dedizione
● diventa insegnante di moltissimi allievi
● es. sonata op. 13 “Patetica” per pianoforte in
Una pensione annua:
● 1809, riceve l’incarico dalla corte di Westfalia per il ruolo di kapellmeister ma tre
nobili viennesi si opposero e gli offrirono una pensione annua affinché restasse a
Vienna
● cambio di mentalità e dei valori: musicista non pagato per suonare ma per rimanere
in una città orgogliosa del suo essere
● Vienna viene assediata da Napoleone (crisi per la città)
➔ Beethoven incontra vari potenti europei
➔ nessun rivale per Beethoven

● 1815, si esibì per l’ultima con il Concerto no. 5 davanti ai membri del Congresso
➔ il Congresso ne approfitta per J. Strauss Senior
➔ rimaneva Schubert che però non voleva paragonarsi a Ludwig

Gli ultimi 10 anni:


● provava un grande affetto per il nipote Karl, entra in una battaglia legale contro la
cognata
● negli ultimi dieci anni compone i suoi più grandi capolavori (la nona, la missa
solemnis, etc…)
● 1818, inizia i quaderni di conversazione a causa della sua sordità (ampia
documentazione storiografica)
● i quaderni di conversazione servivano al musicista per dialogare con i suoi ospiti a
causa della sua inevitabile sordità (da cose domestiche ad artistiche)
● rimasero 400 quaderni, ma oltre la sua metà venne distrutta da Schindler, suo caro
amico, per non compromettere il ricordo del musicista
● 1815, il fratello Kaspar muore e affida la tutela del figlio a Ludwig (controversie
legali con la cognata)
● 1816-1818, la produzione si dirada a causa dello stress emotivo a cui era soggetto a
causa della battaglia legale
● dopo Napoleone, Vienna entra in crisi economica e la polizia controllava tutto
● Beethoven immaginava di tornare in scena nelle corti e progettava una tournée in
Inghilterra
● 30 luglio 1826, Karl tenta il suicidio e Beethoven asseconda i suoi desideri facendolo
entrare nell’esercito
● il 1° dicembre i due si fermarono in una locanda gelida e per Beethoven fu il colpo di
grazia, fu costretto a letto ed entrò in coma che lo portò alla morte il 26 marzo 1827
La produzione musicale:
● dopo il 1802 la sua produzione musicale si fa più sofisticata e dimostra che sarebbe
diventato il mito del 1800
● sviluppa in maniera estrema il contrasto tematico grazie alla forma sonata
● la sua produzione di questo periodo racconta l’animo e le vicende vissute dal
musicista in lotta contro le malattie e se stesso (episodi di bipolarità all’interno della
musica e contrasti molto accentuati)
● Dinamismo e aggressività contrapposti all’eleganza e alla malinconia (apice del
dolore!!)

Periodi:
1) Anni giovanili: stile dei suoi maestri (Haydn - sinfonia, quartetto e Mozart)

2) Maturità:
● dopo la stesura del Testamento di Heiligenstadt (1802) in cui scrive ai fratelli
che si sente isolato a causa della sua sordità, pensa persino di togliersi la vita.
● “La mia arte e solamente essa mi ha trattenuto”: non vuole privare l’umanità
della sua arte
● periodo di fervore creativo (1805-1817)
● produzione musicale abbondante: inizia a scrivere le sonate per pianoforte
(32), sinfonie (dalla 3 “Eroica” all’8)

Sinfonie:
● Sinfonia n.3
➔ “Eroica per festeggiare il sovvenire di un gran uomo”
● doveva essere per Napoleone, poi delusione da lui (come Foscolo)
● Poi viene dedicata a un uomo di cui non sappiamo nulla (lui la scrive
progettando una tournée in Francia ma poi non ci va, eseguita a Vienna)
● andante sostituito da una marcia funebre
● 4° movimento è un tema con variazioni (diverso da Haydn)
● Sinfonia n.5
➔ contrapposizione dei temi
➔ tema del destino che bussa alla porta
➔ da do minore a do maggiore
➔ 3° e 4° movimento sono attaccati

● Sinfonia n.6
➔ “Pastorale”
➔ “essa è espressione del sentimento anziché pittura musicale”: visione
romantica della natura. Non viene descritta ma la natura partecipa al
sentimento (vs Vivaldi)

● Sinfonia n.7:
➔ Wagner la definisce l’apoteosi della danza
➔ componente ritmica evidente e significativa
➔ ostinato al quale vengono aggiunti strumenti (allegretto)

● 8 sinfonia: inutile, stile simile a quella dei primi anni, corta

Sonata:
● Sonata a Kreutzer (originariamente scritta a un suo amico violinista ma litigano :((
quindi poi la dedica a Kreutzer ma a lui non piace) violino/pianoforte
● Sonate per pianoforte come laboratorio artistico di sperimentazione

Quartetti:
● quartetto dotto: da brani amatoriali a brani + complessi
● quartetti Razumovsky, op.59: melodia popolare russa
Opera:

● Fidelio:
➔ prima e ultima opera teatrale
➔ stesura molto lunga (1805-1814)
➔ singspiele
➔ appartiene anche un sottogenere tipicamente francese “Pièce à sauvetage”
❖ opera con salvataggio
❖ ispirato agli ideali della rivoluzione francese (libertà, giustizia)
❖ personaggio maschile perseguitato per motivi politici, condannato e
che poi sulla fine dell’opera veniva salvato da qualcuno
● basato sulla storia “Leonore” che si traveste e si fa chiamare “Fidelio” (inizialmente
primo titolo, poi Fidelio)
● ambientazione: Spagna (come gran parte delle opere romantiche)
● il marito di Leonore viene incarcerato da un suo nemico personale, Leonore prende
il nome di Fidelio e si finge uomo, si fa amico il carceriere per salvare il suo sposo.
Fidelio rivela la sua identità ma stanno per essere ammazzati entrambi. Arriva il
ministro e i crimini di Don Pizarro vengono smascherati

Musiche di scena per lavori teatrali in prosa:


● Coriolano
➔ dalla tragedia omonima di Heinrich Joseph von Collin
➔ personaggio romano che era stato accusato da roma di tradimento ed era
stato mandato in esilio, per vendetta si voleva alleare con i nemici di roma e
attaccare roma.
➔ Beethoven dimostra con alcune di queste musiche di scena gli stati d’animo:
★ con l’ouverture riesce attraverso la musica strumentale a trasformare
il primo e il secondo tema in personagio.
★ Primo tema: coriolano arrabbiato che vuole marciare contro roma
★ Secondo tema: le due donne (moglie e madre) che cercano di
dissuaderlo dall’impresa

● Edmund: dramma di Goethe


3) ultimi 10 anni

Diminuzione del numero di composizione


Fase testimoniata (vita privata) attraverso i quaderni di conversazione (circa 400) che
vennero in parte bruciati dal suo amico che aveva eliminato le parti che nuocevano al
compositore.

Lascia dei capisaldi assoluti a cui tutti fanno riferimento

Caratteristiche dell’ultimo (terzo) stile di beethoven:


● contrasto e contrapposizione: accordi molto lontani, acuto-grave, ff-pp
● inserimento di forme musicali anche legate al passato all’interno delle forme
classiche (fugato nella forma sonata, grazie Bach + tema con variazioni)
● sonate per pianoforte come laboratorio di composizione (in preparazione alle
composizioni più complicate- trillo importante nei temi) es.111 o variazioni diabelli

Variazioni diabelli (1821):


● Editore “diabelli” indice una sorta di competizione
● un tema di valzer
● compositori viennesi/Austriaci, questi compositori devono creare delle variazioni
● Inizialmente rifiuta l’invito poi ci ripensa e ne scrive 33 (dovevano essere 6/7)
● Partecipano anche Liszt, Schubert.

Missa solemnis:
● Doveva scriverla per un suo grande amico che doveva diventare vescovo (rodolfo)
● La messa sarà pronta molto tempo dopo ma la compone
● Messa molto densa a livello di scrittura, guarda a Palestrina e alla polifonia della
polifonia del 500
Nona sinfonia:
● uso della voce
● fugato, variazioni
● funzione riepilogativa (4 movimento)

● considerate opere “insuonabili” che rimangono dimenticate circa un ventennio fino


a quando l’unico allievo riconosciuto da Paganini le riscopre e le fa suonare a Londra

Innovatore anche nel genere del lied, primo a scrivere un ciclo di lied “all’amata lontana”
Romanticismo italiano:

● legato anche al clima storico-politico dell’epoca (periodo Risorgimentale: opera


italiana legata a queste tematiche
● Risorgimento unifica musica e letteratura (es. Foscolo con Jacopo Ortis su cui si
basano Mameli, Mazzini e Verdi // I dolori del giovane Werther)

Mazzini - saggio di estetica musicale:


● incita i giovani musicisti a fare una rivoluzione
● Esorta a comporre nuova musica, non basata sulle vecchie forme “arte dei morti”

! L’opera diventa la forma musicale in cui il romanticismo italiano si esprime !

Caratteri dell’opera:
● ambientazione nel passato (privilegiato il periodo medievale che nel romanticismo
viene rivalutato)
● ambientati in Gran Bretagna o in Spagna
● soggetti tratti dai romanzi (il romanzo diventa la fonte primaria dei libretti: in
particolare romanzi dall’estero es. Dumas, Hugo, Schiller : il grande pubblico
conosce nuovi romanzi)

● modello operistico romantico italiano


➔ una fanciulla bella giovane e carina molto ingenua (soprano) che si innamora
di un giovane bello coraggioso (tenore)
➔ amore ostacolato, c’è qualcuno che rappresenta la società che ostacola la
storia d’amore (uomo o contralto)
➔ L’unica opzione per la coppia è la morte

I due esponenti: Bellini e Donizetti


● contemporanei
● Bellini
➔ nasce e si forma nel sud italia, figlio di musicisti
➔ va a studiare a napoli con Zingarelli (composizione)
➔ carriera al nord come operista
● Donizetti
➔ nasce e si forma nel nord italia
➔ carriera al sud
➔ maggiori successi esibiti al San Carlo di Napoli

Vincenzo Bellini:
● opera giovanile che lo lancia nel mondo musicale “Bianca e Fernando”
● successo alla Scala “Il pirata”, 1827 (porta alla collaborazione con Felice Romani,
librettista di fiducia per tutta la sua produzione)
● Bellini muore molto giovane (1801-1835), destino comune

Opere:
● Norma - 1831
● La sonnambula - 1831
● I puritani - 1834

Caratteristiche di Bellini:
● melodie molto cantabili
● BELCANTO
● influenzerà molto Chopin (Bellini nell’ultima parte della sua vita andrà a Parigi, “la
capitale della musica”)
● Chopin adorava la musica di Bellini e adorava ascoltare Giuditta Pasta (soprano,
interprete), nei suoi notturni prova a riprodurre lo stile della cantabilità della voce.

Norma:
● Scala, 26 dicembre 1831
● guerra tra galli e romani
● modello operistico romantico italiano
● personaggi: Norma, Pollione, Adalgisa

“Casta diva”:
● si rivolge alla Luna
● sorta di “notturno”
Gaetano Donizetti:
● Nato nel nord italia, Bergamo
● famiglia molto umile

● non si poteva permettere un’istruzione:


➔ Simone Mayr, fondatore della scuola di musica di Bergamo in cui ammette
anche giovani non abbienti ma talentuosi
➔ Donizetti viene preso in questa scuola
➔ anche il fratello che fu un compositore di musica militare, colui che scrive
l’inno della Turchia

● 1822 - notato da Barbaja (impresario teatrale del San Carlo, importante per Rossini)
commissione di lavori seri e buffi (circa 78)
● gli oppositori lo chiamavano “dozzinetti”

● 1837 a Napoli muore Bellini : Mercadante succede al posto di direttore (Donizetti


voleva diventare direttore ma gli fregano il posto)

● Donizetti, infastidito, si reca in Francia


● lavori in lingua francese come “La fille du regiment”
● sintomi di sifilide che gradatamente lo porterà alla morte
● Viene internato in una casa di cura dove quasi morente verrà portato poi a Bergamo.

Opere importanti:
● Don Pasquale
● L’elisir d’amore
● Lucia di Lammermoor

Con donizetti si chiude il filone delle opere buffe


L’elisir d’amore (1832):
● opera buffa
● Nemorino, già personaggio romantico e malinconico + Adina, ragazza sveglia e colta

● Nemorino Adina, lui non si dichiara perchè lei è di un ceto elevato


● Dulcamara (ciarlatano) che vende questo “elisir d’amore”
● Nemorino prende l’elisir ,le ragazze del villaggio lo guardano ( ha una grande eredità)
● l’interesse delle ragazze fa ingelosire Adina (“una furtiva lagrima”)
● arriva Belcore, militare, che vuole sposare Adina. Nemorino spende i suoi soldi
comprando l’elisir e si fa militare per riprendersi i soldi
● Adina e Nemorino alla fine si innamorano, tutti felici e contenti

Ascolti:
“Udite, udite o rustici”
● mette in atto un vero e proprio campionario del perfetto venditore
● presenta l’elisir (semplice bordeaux)

Lucia di Lammermoor (1835):


● opera seria romantica, considerato il suo capolavoro
● dal romanzo di Walter Scott (romanzo conosciuto dal pubblico grazie all’opera)
● ambientato in Inghilterra nel Medioevo

● Lucia (innamorata) Edgardo famiglia rivale)


● Antagonista: dal fratello di Lucia (la vuole dare in sposa a un altro per risanare i
debiti della famiglia)
● Edgardo chiede la mano di Lucia al fratello ma lui temporeggia
● Approfittando dell'assenza di Edgardo (partito) il fratello fa credere alla sorella che
Edgardo si sia innamorata di un altra.
● Lucia ci crede e accetta le nozze con il pretendente Arturo.
● Edgardo si arrabbia e decide di sfidare il fratello in duello (vuole farsi uccidere)
● Lucia si sposa ma uccide Arturo e si presenta alla festa di nozze “scena della pazzia”:
➔ ha perso il senno
➔ ha ucciso il neo marito
➔ si presenta in scena con un abito bianco sporco di sangue e poi muore
➔ Edgardo si suicida nel cimitero “tombe degli avi miei”, nessuno lo piangerà
più nemmeno Lucia, si suicida arrabbiato con lei
Ascolti:
“Eccola! Il dolce suono” o “scena della pazzia”
● vocalità portata all’estremo alla quale il pubblico non era abituato
● “Virtuosismo trascendentale” in funzione dell’espressione di un sentimento
● Protagonista prima della morte: maggiore virtuosismo vocale

Romanticismo tedesco:

Caratteri del romanticismo musicale:


● musicista come libero professionista
● natura come spazio incontaminato in cui il musicista ritrova sé stesso
● la valorizzazione delle radici storiche e popolari (nazionalismo musicale)
● curiosità per il passato (Medioevo) e recupero della musica antica (Bach, Palestrina)
● incremento delle associazioni musicali (associazioni di canto corali in Germania)
● virtuosismo strumentale come manifestazione del poetico “trascendente”
● leggi sulla proprietà artistica (S.I.A.E.)

● dicotomia tra musica d’arte e musica d’uso


➔ musica d’arte: nelle sale da concerto, serve all’artista per esprimersi
➔ musica d’uso: a livello domestico, per intrattenimento (waltzer)

● pianoforte, strumento per eccellenza


➔ sviluppo della tecnica
➔ introdotto il doppio scappamento, possibilità di ribattere le note
➔ porta al virtuosismo pianistico portato da Chopin, Liszt, Clementi.

● istruzione musicale : Conservatoire national de musique di Parigi

Connubio tra letteratura e musica = Lied (Schubert, che muore 1 anno dopo Beethoven)

Musica come l’arte privilegiata per esprimere l’assoluto


● arte più espressiva (superiore alla poesia)
● Questa definizione riguarda praticamente solo la musica strumentale (non ha i
confini/barriere del testo poetico)
Wackenroder, “La memorabile vita musicale del compositore Joseph Berglinger”
● letterato, ultimi anni del 700 scrive
● ritratto dell’artista romantico secondo il pensiero comune ai letterati del tempo
● Artista dilaniato, a cavallo tra due poli: aspirazione VS mediocrità dell’ esistenza

E. T. A. Hoffmann:
● personaggio poliedrico (cantante, scrittore, compositore, critico musicale)

● “I dolori del maestro di cappella Johannes Kreisler”


➔ incarna l’artista romantico
➔ vive tra l’aspirazione di raggiungere l’assoluto attraverso l’arte e la tristezza
della sua esistenza

● Hoffmann, critico musicale


➔ recensione Quinta Sinfonia di Beethoven
➔ “egli è un compositore schiettamente romantico”
➔ spiegata l’impossibilità della musica vocale (ecco perché, secondo Hoffman,
Beethoven non scrive tanto per voce)

● Hoffmann rivaluterà anche autori molto precedenti come Mozart o Palestrina


➔ Mozart, “Don Giovanni” definito ultra romantica
➔ la polifonia antica, nonostante l’uso della voce raggiunge livelli simili
alla musica strumentale romantica

A livello strumentale:
● pianoforte
● ottavino Diventa necessaria la funzione di
● ottoni direttore d’orchestra: prima spalla oppure
● clarinetto clavicembalista, non era una figura
● arpa sempre presente
Robert Schumann (1810-1856):
● compositore sassone
● figlio di un libraio
➔ passione per i libri
➔ Adorava Hoffman (personaggio di Kreisler)
➔ Jean-Paul Richter (“Anni acerbi”)

● personalità un po’ minata da un disturbo nervoso


➔ tenta anche il suicidio
➔ già da ragazzo aveva qualche problema:
➔ voleva diventare un virtuoso del pianoforte: si tira le dita e si rovina i tendini
irrimediabilmente (farà il didatta e compositore)

● la moglie Clara (figlia del suo insegnante) sarà una grande musicista e una delle
poche compositrici (8 figli)
● composizioni musicali con esplicito riferimento letterario

● “Anni acerbi” - Jean-Paul Richter


➔ due fratelli Walt e Vult, rappresentano due poli della personalità
➔ razionalità VS fantasia
➔ lui si rispecchia e si sente diviso tra questi due aspetti
➔ spunto per creare nel suo immaginario due personaggi maschili Eusebio e
Florestano, Clara e Maestro Raro (suocero).
➔ Tutti insieme formano una congregazione chiamata “La lega dei fratelli di
Davide” che lotta contro i filistei

● Recensione della sinfonia fantastica di Berlioz e riscopre la musica sinfonica di


Schubert

● Tenta il suicidio nel Reno ghiacciato ma è stato salvato, poi viene internato in una
casa di cura (morirà due anni dopo).
● Pezzi brevi:
➔ composizioni pianistiche/cameristiche
➔ non ha una forma (libertà formale più sviluppata rispetto alle forme
classiche)
➔ spesso raccolti in raccolte con un titolo es. L’album della gioventù, Papillon,
Carnaval op.9

● Carnaval:
➔ Eusebio (calmo) VS Florestano (passionale, ardore): due anime contrastanti
➔ Chopin : rielaborazione del compositore
➔ Estrella

Genere del lied:


● Unica forma vocale tipicamente tedesca del romanticismo
● termine medioevale, riscoperto e trasformato nel romanticismo (origini del passato)
● voce + pianoforte
● Schumann li scrive nel periodo felice : amorosi (Clara)
● forma "durchkomponiert": segue molto fedelmente il testo
● ogni strofa ha un’intonazione musicale a seconda del testo
● nell’800 divenne uno dei simboli del romanticismo
● maggior rappresentante: schubert

Franz Schubert (1797-1828):


● non riuscirà a farsi apprezzare in vita
● in situazioni economiche precarie
● tanti amici lo sostengono economicamente (diffusione della sua musica)
● schubertiade: serate per gli amici dove lui suonava, esecuzione dei suoi lieder (ne
scrive più di 600), esempio di hausmusik
Schubert, liriche ispirate alla poesia/romanzi di Goethe:
● es. “Il re degli elfi - Erlkonig" - 1815
● cantante interpreta 4 personaggi diversi (narratore, padre, figlio, re degli elfi)
● racconta della cavalcata nella notte (padre + figlio) per curare il figlio
● durante il tragitto il figlio si spaventa perchè vede che sono inseguiti dal re degli elfi
(la morte)
● novità: ruolo pianoforte
➔ NO accompagnamento
➔ prende parte direttamente al contenuto del testo
➔ evoca la galoppata del cavallo ostinato e si ferma quando il figlio muore

“Margherita all’arcolaio”:
● 1814
● Margherita è la protagonista del Faust (innamorata)
● fila all’arcolaio + pensa al bacio che le ha dato Faust
● l’arcolaio accompagna la sua riflessione e viene rappresentato dal pianoforte
● ostinato circolare che evoca l’arcolaio che gira (si interrompe quando lei dice
“bacio”)

“Morte della fanciulla”:


● 1917
● tema della morte, tema riscoperto dalla tradizione medievale
● il cantante interpreta la morte e la fanciulla
● morte usa un tempo/ritmo dattilo
● dipinto di Schiele “la morte della fanciulla”

Lied novelle:
● raccolta di lied che raccontano una storia
● “la bella mugnaia”
● “il viaggio d’inverno”
➔ tema del viaggio carissimo al romanticismo
➔ inverno sarebbe la morte (elementi naturali)
➔ natura vista come amica ma anche come spietata nemica
● “il canto del cigno” : 6 lied innovativi
Chopin VS Liszt:
● due anime molto diverse
● due grandissimi pianisti
● due grandi virtuosi ma con caratteristiche molto diverse

Franz Liszt Friedrich Chopin


● grande virtuoso estroso ● grande virtuoso intimo
● estrosità, sale da concerto ● Intimità e salotti
● pianoforte Hard (doppio ● sala “pleyel” (come il pianoforte)
scappamento)

Friedrich Chopin (1810-1949):


● 1810, Varsavia (Polonia)
● grande bravura in musica e pianoforte, bimbo di salute cagionevole
● pubblicata a 7 anni la prima “Polacca”
● scopre le danze popolari passando del tempo in campagna (Mazurka e Polacca)

● la Polonia viene invasa dalla Russia


➔ si trasferisce a Parigi a 20 anni
➔ entra nei salotti nobiliari (conosce Rossini, Mendelssohn, Liszt, Bellini,
Delacroix e De Balzac)

● 1838, conosce una scrittrice conosciuta con lo pseudonimo di George Sand


➔ si chiamava Aurore Dupin (carattere molto difficile)
➔ in questi anni Chopin compone molte delle sue composizioni
➔ hanno una relazione che termina nel 1847 da parte di Dupin

● Chopin cade in depressione e la sua salute peggiora


➔ si trasferisce a Londra, ma l’ambiente non lo migliora

● 1849, muore a Parigi di tisi

● Chopin non rispetta i canoni musicali Romantici:


➔ ha solo un legame con la sua Nazione
➔ dedica tutte le sue composizioni al pianoforte
➔ compone pezzi molto brevi per la maggior parte (apprezzati nei salotti)
Differenze tra Polacca e Mazurka

● Polacche:
➔ connotazioni patriottiche, solennità
➔ metro in ¾
➔ dal 1700, strumentale
➔ forma simile al minuetto ABA (B trio)
➔ maturità “eroiche” per sostenere i connazionali invasi
➔ 17 polacche

● Mazurka:
➔ carattere più popolare
➔ mobilità degli accenti
➔ accompagnata dalla DUDA (simile alla Cornamusa) con un bordone.
➔ ~ 60 mazurke

● Studi:
➔ brani da Concerto
➔ compito di superare le difficoltà tecniche
➔ 2 grandi raccolte con un totale di 25 studi:
❖ I raccolta, dedicata a Liszt
❖ II raccolta, dedicata a Marie d’Agoult (compagna del tempo di Liszt)

● Notturni:
➔ raccolte ideali per il clima romantico
➔ No invenzione di Chopin ma di John Field (irlandese)
➔ composizione pianistica con una melodia cantabile (si ispira a Bellini)
➔ accompagnamento accordale o arpeggiato
➔ tecnica del rubato (flessibilità del tempo nella mano dx: richiamo all’opera))
➔ struttura tripartita = malinconica e dolce (A), mossa (B) e ripresa variata (A1)

Secondo Berlioz nessuno è mai riuscito a superare Chopin circa il virtuosismo cantabile e
intimo che adotta nelle sue composizioni (difficoltà interpretativa)
Franz Liszt (1811-1886):
● bambino prodigio (variazioni Diabelli)
● inventore del poema sinfonico
● virtuosismo contrario rispetto a quello di Chopin, virtuosismo trascendentale=
mezzo per esprimere l’Assoluto
● si ispira alla musica Tzigana e Ungherese
● 1811-1886: esordio da concertista e compositore
● 1823: a 12 anni si iscrive al cons di Parigi (non lo ammettono perché ungherese)
● inizia a frequentare i salotti borghesi
● dopo una delusione d’amore vuole lasciare la carriera musicale e prendere i voti
ecclesiastici, ma poi ascolta Paganini e cambia idea
● 1830, incontra Berlioz dopo la Symphonie Fantastique (poema sinfonico)

Sinfonia Fantastica, Berlioz:


● sinfonia a programma in 5 movimenti
● programma esplicitato dal compositore + riferimento extra musicale
● riferimento musicale più comune di tipo letterario
● movimenti divisi chiamati “episodi” : 5 momenti della vita di un artista

1) Passioni:
➔ l’artista immagina questo giovane musicista che si innamora di una donna
che però non lo conosce
➔ Musicalmente rappresenta l’amore attraverso un tema “idea fissa”
➔ La melodia lo perseguita per tutto il primo movimento
➔ l’innamoramento + passione amoroso (es. transizione dalla malinconia alla
gioia, passione con impulsi di rabbia e gelosia, tenerezza, lacrime ecc)
2) 4 episodio = “marcia al supplizio": sogna di aver ucciso l’amata e di essere
condannato
3) 5 episodio = viene ucciso e trova la sua amata nel regno dei morti sotto forma di
strega : campane che suonano + citazione del Dies Irae

Sfondo autobiografico:
● berlioz tre anni prima era andato a teatro a parigi (amleto di shakes.)
● si innamora dell’attrice che interpretava ofelia (ariet smistone), l
● lui le mandò una lettera con il programma della sinfonia
● Nel 1844 riuscì a sposarla (dopo 10 anni si lasciano)
Creatore del poema sinfonico:
● in unico movimento (diviso in sezioni ma tutto di fila)
● Sinfonia fantastica punto di riferimento per il poema sinfonico
● dal 1839 al 1861
● es. “Orpheus” (ispirazione mitologica), “La battaglia degli unni” (ispirazione a un
dipinto), “Tasso” (ispirazione letteraria e biografica)

Sinfonia e Musica a programma:


● due sinfonie dedicate a Faust (Faust symphonie, 3 poemi per ogni personaggio:
mefistofele, faust, margherita)
● Dante Symphonie (Inferno e Purgatorio)

Prelude: elementi del tempo, Terra, Acqua ecc.

Opera in Europa:
● Francia: grand-opera (con un momento coreografico, es Rossini e Verdi)
● Germania: Zauberoper (Franco Cacciatore di Weber)
● Russia: tentativo di creare un’opera nazionale in lingua russa (Glinka), balletti e
musica strumentale, soggetti tratti dai romanzi e dalla mitologia russa
● Glinka = capostipite di una serie di compositori che attingono direttamente dalla
tradizione musicale dell’est
Nazionalismo musicale:
Russia - balletto, accademia di Caterina II
Attività musicale che veniva da fuori, niente di “proprio”
Lo spirito nazionalista stimola anche questi paesi a fare una riflessione sul linguaggio
musicale

prima metà 1800: nascita delle scuole nazionali


No centri di formazione
Gruppo di compositori che hanno come fine comune quello di inserire nella tradizione
strumentale la tradizione musicale del loro paese d’origine

Russia - Glinka, istituisce l’opera nazionale russa basata su temi e fonti letterarie, utilizzo di
sonorità russe.
Sistemi di scale: ogni tanto modali, esatonali, scale difettive
sonorità caratteristiche

Gruppo dei cinque:


- Balakirev
- Mussorskij
- Cuj
- Borodin
- Korsakov

loro vedono in glinka il PADRE SPIRITUALE

Tchaikovsky ebbe molti scontri, fu attaccato dai cinque perché definito occidentalista.

Potrebbero piacerti anche