Sei sulla pagina 1di 99

Quaderni del P L I D A

L’italiano

parlato^ certificato
Quaderni del P L I D A
L’italiano

PLIDA
A cura del gruppo PLIDA: Daniele D ’Aguanno, Silvia Giugni, Costanza Menzinger
Responsabile scientifico: Giuseppe Patota

Con la collaborazione di Lucilla Pizzoli


Esercitazioni a cura di: Roberto Aiello, Anita Lorenzotti

Responsabile editoriale: Ciro Massimo Naddeo


Redazione: Carlo Guastalla, Euridice Orlandino, Chiara Sandri
Copertina: Sergio Segoioni, McCann Erickson
Disegni: Andrea D ’Aguanno
Grafica e impaginazione: Andrea Caponecchia

Stampa: la Cittadina, azienda grafica - Gianico (BS)


Printed in Italy

ISBN 978-88-6182-114-9

©2009 Alma Edizioni - Firenze


Prima edizione: giugno 2009

L’editore è a disposizione degli aventi diritto per eventuali mancanze o inesattezze.


I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e di adattamento totale o parziale,
con qualsiasi mezzo (compresi i microfilm e le copie fotostatiche), sono riservati per tutti i Paesi.

Alma Edizioni
viale dei Cadorna, 44
50129 Firenze
Tel. +39 055476644
Fax +39 055473531
info@almaedizioni.it
www.almaedizioni.it
■ INDICE

pag.
Prefazione 6

Presentazione 7

La certificazione PLIDA 9

Sezione 1- Il PLIDA 10
• Che cos’è il PLIDA? 10
• A chi è destinato il PLIDA? 10
• Perché fare gli esami del PLIDA? 11
• Dove fare gli esami PLIDA? 11
Sezione 2-11 livello A l 13
Sezione 3 - Un percorso per l’esame 15
• 1. Qualche suggerimento per prepararsi 15
• 2. Suggerimenti per gli insegnanti 21
Sezione 4 - Le prove d’esame 22
Sezione 5 - Come sono valutate le prove d’esame 24

Esercitazioni didattiche 31

Prove d’esame A l 69

Prima prova d’esame A l 71


• Ascoltare 71
• Leggere 72
• Scrivere 76
Seconda prova d’esame A l 81
• Ascoltare 81
• Leggere 82
• Scrivere 86
Prova orale A l 89

Soluzioni delle prove d’esame 96

Chiavi delle esercitazioni didattiche 97


P R E FA Z IO N E

Nell’ambito della proficua e continua attività didattica svolta dalla Società Dante Alighieri per pro­
muovere l’insegnamento/apprendimento della lingua italiana, ritengo che l’accordo siglato con
Alma Edizioni costituisca una tappa im portante e un altro segnale del profondo rinnovamento della
“Dante”, cui partecipano con interesse e impegno i nostri Comitati sia in Italia che all’estero.

In un periodo in cui i flussi migratori risultano notevolmente aumentati e in cui sono sempre più
numerosi gli stranieri che vengono in Italia in cerca di lavoro e di favorevoli opportunità professio­
nali, la conoscenza della lingua italiana è ormai divenuto un requisito imprescindibile per un più
agevole inserimento nella complessa società del nostro Paese.

La “Dante”, che da tempo ha scelto di intraprendere la strada della formazione degli immigrati nei
rispettivi luoghi di partenza, accanto all’impegno, sempre perseguito, di promuovere e diffondere la
lingua italiana nel mondo, ritiene dunque fondamentale offrire agli insegnanti di lingua italiana
come lingua straniera, materiali didattici tradizionali e multimediali idonei, rinnovati nella grafica e
aggiornati nei contenuti, al fine di venire incontro alle esigenze degli apprendenti, oltre che natural­
mente degli stessi docenti.

L’intesa tra Società Dante Alighieri e Alma Edizioni rappresenta un altro piccolo contributo offerto
all’immigrazione, uno dei più intensi e a volte problematici fenomeni del nostro tempo, nell’auspi-
cio che l’Italia si confermi sempre Paese accogliente, aperto e consapevole del valore di una condivi­
sione culturale, sociale, politica e linguistica con chi viene a lavorare da noi.

Il Presidente della Società Dante Alighieri


Ambasciatore Bruno Bottai

6 Quaderni del PLIDA 0 5 A l


0 P R E S E N T A Z IO N E

L’italiano, lingua di una piccola comunità portatrice di una grande cultura, è in crescita in tutto il
mondo. Due, in particolare, sono i segni del suo successo come lingua di studio (e ormai anche di
lavoro): da una parte, è aumentata la quantità, migliorata la qualità e si è diversificata la modalità di
somministrazione degli strum enti didattici utili al suo apprendimento; dall’altra, è più forte e diffu­
sa la richiesta di un suo insegnamento qualificato e certificato.

Con questi Quaderni, il PLIDA ha inteso cogliere entrambi i segni di cui si è appena detto e offrire
così a chi studia l’italiano uno strumento che aiuti a impararlo e, contemporaneamente, a preparar­
si a un esame che ne certifichi il dominio.

I Quaderni del PLIDA sono sei volumetti - uno per ciascuno dei livelli in cui è articolata la certifica­
zione PLIDA: A l, A2, B l, B2, C l, C2 - che vogliono essere uno strumento semplice, pratico e affida­
bile da offrire a chiunque voglia cimentarsi in una prova d’esame PLIDA di un determinato livello.

Ogni volume si apre con una sintetica presentazione della certificazione PLIDA e continua con
l’illustrazione di cosa bisogna “sapere” e di cosa bisogna “saper fare” per superare le prove di livello
di ciascuna della quattro abilità (Ascoltare, Leggere, Parlare e Scrivere). All’indicazione di questi con­
tenuti segue un percorso verso l’esame che si apre con una serie di esercitazioni didattiche, con chia­
vi, relative al livello di certificazione e si chiude con la presentazione delle prove scritte di alcune cer­
tificazioni passate, corredate di chiavi e del CD contenente i materiali delle prove relative all’ascolto.

Questa nostra piccola impresa è stata realizzata in collaborazione con una grande Casa Editrice, pre­
sente in tutto il m ondo con materiali didattici di altissima qualità, e grazie all’impegno di molte per­
sone: Roberto Aiello, Daniele D’Aguanno, Silvia Giugni, Costanza Menzinger, Massimo Naddeo e
Lucilla Pizzoli. Ringrazio tutti costoro di cuore.

Ai futuri candidati agli esami del PLIDA, principali destinatari di questo Quaderno, e alle Colleghe
e ai Colleghi che li accompagneranno nel loro cammino verso l’esame, rivolgo la preghiera di farci
arrivare suggerimenti, critiche e proposte che consentano di migliorare una sua prossima edizione:
un libro è fatto di parole, e le parole possono cambiare. Proprio come è cambiata, e tuttora cambia,
la lingua che tanto amiamo.

Giuseppe Patota
Responsabile Scientifico del PLIDA

Quaderni del PLIDA OS A l 7


la certificazione PLU )A
la certificazione PLIDA

H I SEZIONE 1 - IL FLIDA

« C h e cos’è il PLIDA?
Il PLIDA (Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri) è un diploma di certificazione rilasciato dalla
Società Dante Alighieri in base ad una convenzione con il Ministero degli Affari Esteri. Esso attesta
la competenza in italiano come lingua straniera secondo una scala di sei livelli, che rappresentano
altrettante fasi del percorso di apprendimento della lingua. I sei livelli del PLIDA vanno da A l a C2
in progressione di difficoltà, e corrispondono ai livelli del Quadro comune europeo di riferimento per
le lingue del Consiglio d’Europa1.

PLIDA Al = A l QCE (Contatto)


Italiano elementare
PLIDA A2 = A2 QCE (Sopravvivenza)

PLIDA B1 = B1 QCE (Soglia)


Italiano intermedio
PLIDA B2 = B2 QCE (Progresso)

PLIDA CI = CI QCE (Efficacia)


Italiano avanzato
PLIDA C2 = C2 QCE (Padronanza)
\

Riconoscimenti
La certificazione di competenza in lingua italiana PLIDA è una delle quattro ufficialmente riconosciu­
te dal Ministero degli Affari Esteri della Repubblica italiana in base alla Convenzione n. 1903 del 4
novembre 1993. Il PLIDA è riconosciuto anche dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
(decreto 18/10/2002) e dal Ministero dell’Università e della Ricerca come titolo per l’immatricolazione
universitaria a condizioni agevolate degli studenti stranieri (prot. n. 1906 del 9 ottobre 2006).
Il PLIDA opera inoltre in base ad una convenzione con l’Università “La Sapienza” di Roma
(29/06/2004) che rilascia un plauso scientifico alla certificazione.

« À chi è destinato il PLIDA?


Il PLIDA è un esame per tutte le persone di madrelingua diversa dall’italiano che vogliono sapere
qual è il proprio grado di conoscenza e uso della lingua italiana e ottenere un riconoscimento uffi­
ciale. Per iscriversi agli esami non sono fissati limiti di età. Puoi scegliere il livello al quale presentar­
ti e non è necessario avere superato i livelli inferiori (puoi iscriverti al B2 senza avere fatto prim a l’A2
oilB l).

'Common European Framework for Languages: Learning, Teaching, Assessment, Strasbourg, Council of Europe, 2001, trad.it. Quadro
comune europeo di riferimento per le lingue: apprendimento, insegnamento, valutazione, Milano, La Nuova Italia-Oxford, 2002, (pp. 27-53).

10 Quaderni del PLIDA m A l


Perché fare gli esami PLIDA?
- Per darti un obiettivo: molto spesso è utile avere una meta per proseguire nello studio. Lo stimolo
di un esame e di un riconoscimento esterno può dare un impulso in più alla motivazione a studia­
re una lingua.
- Per documentare la tua conoscenza: oggi è sempre più im portante poter dimostrare, attraverso
riconoscimenti ufficiali, le competenze di cui si è in possesso.
- Per iscriverti all’università: dal livello B2, il certificato PLIDA permette agli studenti stranieri di
iscriversi alle università italiane a condizioni agevolate.
- Per avere un supporto nella ricerca di un lavoro: un certificato ufficiale che documenta il livello di
competenza in lingua italiana può costituire un elemento importante se devi usare la lingua a fini
di lavoro.

Dove fare gli esami PLIDA?

I C entri certificatori PLIDA si trovano nei Paesi e nelle località sotto elencate:

^ A M E R IC H E

Argentina (49): Bahia Bianca, Bell Ville, Buenos Aires, Campana, Carcarañá, Carlos Casares,
Cipolletti, Concordia, Cordoba, Correa, El Palomar, Esperanza, General S. Martin, La Falda, La Piata,
La Rioja, Las Rosas, Lomas de Zamora, Mar del Plata, Mendoza, Merlo, Monte Caseros, Morón,
Necochea, Paraná, Posadas, Rafaela, Ramos Mejía, Río Cuarto, Rosario, Salta, San Carlos de
Bariloche, San Francisco, San Isidro, San Jorge, San Justo, San Luis, San M artín de Los Andes, San
M artín y Tres de Febrero, Santa Fe, Tafi Viejo, Tandil, Tigre, Totoras, Tucumán, Vicente López,
Viedma, Villa Carlos Paz, Villa María, Villa Mercedes
Bolivia (1): Santa Cruz de la Sierra
Brasile (5): C uritiba, Nova Friburgo, Recife, Salvador de Bahia, San Paolo-C am pinhas
Canada (1): Québec
Cile (2): Antofagasta, Santiago
Colombia (2): Bogotá, Cali
Costa Rica (1): San José
Cuba (1): L’Avana
Ecuador (1): Quito
Guatemala (1): Città di Guatemala
Messico (6): Aguascalientes, Città del Messico, Guadalajara, León, Monterrey, Tlaxcala
Paraguay (1): Asunción
Perù (1): Arequipa
Stati Uniti d’America (2): Gainesville, Miami
Uruguay (1): Montevideo

Quaderni del PLIDA GS A l 11


la certificazione PLIDA

EUROPA

Albania (1): Tirana


Austria (3): Graz, Salisburgo, Vienna
Belgio (2): Charleroi, Liegi
Bielorussia (1): Minsk
Bosnia Erzegovina (1): Sarajevo
Bulgaria (1): Sofia
Cipro (1): Nicosia
Croazia (3): Fiume, Spalato, Zagabria
Estonia (1): Tallin**
Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia (1): Skopje
Federazione Russa (3): Ekaterinburg, Mosca, Rostov sul Don
Francia (9): Bastia, Chambéry, Lione, Modane, Montauban, Montpellier, Parigi, Perpignan, Séte
Georgia (1): Tbilisi
Germania (1): Norimberga
Grecia (2): Atene, Salonicco
Islanda (1): Reykjavik**
Italia (33): Bacoli, Bari, Benevento, Bolzano, CTP Bussolengo, Campobasso, Cesena, Chieti, Cosenza,
Crotone, Fabriano, Firenze, Foggia, CTP Gallarate, Genova, Gorizia, L’Aquila, La Spezia, Milano,
Mondavio, Napoli, Palermo, Pescara, Reggio Calabria (Università per stranieri “Dante Alighieri”),
Roma, Rovigo, CTP Sesto S. Giovanni, Siena, Siracusa, Terni, CTP Trieste, Venezia, Verona (Istituto
tecnico statale per periti aziendali e corrispondenti in lingue estere “Luigi Einaudi”), Vibo Valentia
Kazakhistan(l): Almaty
Malta (1): La Vailetta
Montenegro (2): Cattaro, Ulcinj
Moldova (1): Chi§inàu
Norvegia (1): Oslo*, Trondheim
Paesi Bassi (2): Leida e L’Aia, Re. Mi. Limburgo
Polonia (3): Chorzów, Katowice, Varsavia
Regno Unito (1): Manchester**
Repubblica Ceca (1): Praga
Romania (1): Suceava
Serbia (1): Nis**
Slovacchia (1): Kosice
Spagna (6): Granada**, Málaga, Murcia, Oviedo, Saragozza, Siviglia
Svizzera (10): Berna, Bienne, Canton Valiese, Friburgo, Ginevra, Lugano, Neuchâtel, San Gallo,
W interthur, Zurigo
Turchia ( 1) : Istanbul *Centri Certificatovi presso gli Istituti di Cultura
Ucraina (2). Kiev , Odessa Centri Certificatovi pressoi Centri linguistici universitari

12 Quaderni del PLIDA (Ci A l


® MEDITERRANEO E MEDIO ORIENT E

Giordania (1): Amman


Israele (2): Haifa, Gerusalemme
Territori dell’autonomia palestinese (1): Betlemme
Marocco (1): Casablanca
Tunisia (1): Tunisi

ASIA E OCEANIA

Australia (2): Brisbane, Sydney


Filippine (1): Manila
Giappone (2): Osaka, Tokyo
Nuova Zelanda (1): Christchurch
Repubblica Popolare Cinese (2): Hong Kong, Pechino
Vietnam (I): Hanoi

Per consultare l’elenco aggiornato dei centri certificatori,


consulta sul sito www.ladante.it la pagina del PLIDA.

H SEZIONE 2 - lL LIVELLO A l

Il livello Al ti garantisce la capacità di usare semplici espressioni della vita di tutti i giorni per soddi­
sfare alcuni bisogni concreti, presentando dati personali relativi a te o ad altri. Con l’aiuto dei tuoi
interlocutori, potrai anche comunicare direttamente in italiano.

Al livello PLIDA ÀI dovrai essere capace di:

Ascoltare
• Capire quando una persona saluta in m odo formale o informale • Capire le espressioni per accet­
tare, rifiutare, ringraziare • Capire quando una persona chiede il nome, l’età, la provenienza,
l’indirizzo • Capire quando una persona dice il nome, l’età, la provenienza, l’indirizzo • Capire i
num eri di telefono • Capire quando una persona chiede l’ora • Capire brevi e tipici annunci fatti
in luoghi pubblici (alla stazione, in aeroporto, a teatro, in un negozio) • Capire quando una per­
sona dà semplici informazioni sulla sua famiglia • Capire quando una persona chiede semplici
inform azioni sul tuo lavoro • Capire quando una persona dà semplici inform azioni sul suo lavo­
ro • Capire quando una persona chiede inform azioni sulle tue attività preferite nel tem po libero
• Capire quando una persona dice che cosa ama o non ama fare • Capire brevi pubblicità di ogget­
ti o servizi molto comuni.

Quaderni del PLIDA tai Al 13


la certificazione PLIDA

Leggere
• In un questionario, capire dove scrivere il tuo nom e, la tu a data di nascita, la tua nazionalità
• Capire l’essenziale di un testo breve con poche parole sconosciute (SMS, email, note, appunti) rela­
tive a situazioni familiari e di prima necessità • Capire insegne e indicazioni dei principali luoghi pub­
blici e dei negozi più diffusi • Capire semplici avvisi informativi di negozi e uffici pubblici su orari,
offerte e servizi • Capire gli argomenti di una lettera personale (sulla famiglia, sulle vacanze) • In un
breve e semplice messaggio pubblicitario, comprendere l’articolo pubblicizzato, il prezzo, il negozio
dove acquistarlo • Sulla base di programmi o cartelloni, saper scegliere un concerto o un film e capi­
re dove si svolge e quando comincia • In un breve e semplice foglio di istruzioni, comprendere i pas­
saggi fondamentali dei comportamenti da eseguire.
I

Scrivere
• Scrivere i tuoi dati in una scheda di iscrizione, in un modulo o in un questionario (nome, cognome,
professione, età, indirizzo) • Annotare dati personali o contatti di un luogo che devi raggiungere (un
indirizzo, un numero di telefono) • Scrivere un breve messaggio per salutare un amico • Scrivere un
breve messaggio per dare semplici istruzioni a qualcuno • Scrivere un breve messaggio per invitare qual­
cuno a fare qualcosa • In una situazione comunicativa informale (chat, forum on line, social network),
scrivere una breve descrizione di te, della tua famiglia, delle tue principali attività (studio, lavoro, tempo
libero) • Scrivere brevi commenti per descrivere immagini di luoghi e situazioni molto comuni.

Parlare
• Salutare qualcuno in modo formale e informale • Presentarsi e presentare qualcuno, rispondere a
una presentazione • Chiedere il nome a una persona • Chiedere a una persona come sta e risponde­
re alla stessa domanda • Chiedere a una persona in modo semplice di ripetere qualcosa • Chiedere
come si scrive e come si pronuncia una parola • Rispondere affermando o negando • Dire un nome
lettera per lettera • Fare domande personali (famiglia, lavoro, provenienza) e rispondere allo stesso
tipo di domande • Richiamare l’attenzione di qualcuno in modo formale e informale • Chiedere e
dire l’età • Chiedere e dire un numero di telefono • Chiedere e dire che ore sono • Chiedere e dire la
data • Chiedere e dare semplici informazioni stradali • Chiedere con quale frequenza una persona
svolge un’attività e rispondere • Proporre o offrire qualcosa a una persona • Ringraziare • Esprimere
in maniera semplice accordo e disaccordo • Fare la spesa e indicare che cosa desideri, la quantità, il
prezzo • Invitare una persona a fare qualcosa • Fare una domanda sulle principali attività relative al
tempo libero e rispondere a domande dello stesso tipo • Concordare un appuntam ento • Descrivere
brevemente la propria famiglia • Parlare dei momenti della giornata, usando espressioni come sta­
mattina, venerdì pomeriggio • Descrivere una breve sequenza di avvenimenti quotidiani usando
espressioni come prima, poi, alle cinque.

14 Quaderni del PLIDA G3 Al


Per superare il livello PLIDA A l dovrai:

Ascoltare
• Comprendere due testi brevi (max 3 m inuti ciascuno) di tipo regolativo (istruzioni brevi e sempli­
ci date parlando molto lentamente su argomenti quotidiani: per esempio, sulla sicurezza sul lavoro
o a bordo di mezzi di trasporto).

leggere
• Capire il significato generale di due testi brevi (max 400 parole nel complesso) di tipo descrittivo
(descrizioni semplici, con il supporto di immagini), informativo (cartoline con messaggi brevi e
semplici, SMS, memo, insegne, avvisi) e regolativo (indicazioni brevi e semplici: per esempio, come
raggiungere un luogo).

Scrivere
• Comporre due testi brevi (max 100 parole nel complesso) di tipo descrittivo (semplici descrizioni
di te e di altri, semplici descrizioni di luoghi o di situazioni) e informativo (avvisi, biglietti, memo,
SMS su argomenti quotidiani di prim a necessità, moduli e questionari semplici).

Parlare
• Presentarti in modo semplice. Nella conversazione dovrai rispondere a domande semplici; inoltre,
con l’aiuto del tuo interlocutore, dovrai chiedere informazioni semplici, dare qualcosa a chi te la
chiede, fare domande su istruzioni semplici che ti verranno impartite. Nella descrizione dovrai
rispondere - con l’aiuto di immagini o attraverso l’indicazione di oggetti - a domande che riguarda­
no la descrizione di te, di persone, di oggetti familiari o di luoghi che conosci.

0 SEZIONE 3 - UN PERCORSO PER L’ESAME

« 1 . Qualche suggerimento per prepararsi

L’autovalutazione

a. La griglia del QCE


Il prim o passo per prepararti all’esame è conoscere il tuo livello. Per fare questo ti consigliamo
innanzitutto di leggere attentamente la tabella dell’autovaluzione presentata nel Quadro comune
europeo di riferimento e che qui viene riprodotta per comodità nella versione italiana.

Quaderni del PLIDA O® A l 15


la certificazione PLIDA

Griglia di autovalutazione © Consiglio d’Europa / Council of Europe / Conseil de l’Europe


(Attenzione: la griglia deve essere letta da sinistra verso destra).

Al

COMPRENSIONE Ascolto Riesco a riconoscere parole che mi sono familiari ed


espressioni molto semplici riferite a me stesso, alla
mia famiglia e al mio ambiente, purché le persone
parlino lentamente e chiaramente.

Lettura Riesco a capire i nomi e le persone che mi sono


familiari e frasi molto semplici, per esempio quelle di
annunci, cartelloni, cataloghi.

PARLATO Interazione Riesco ad interagire in modo semplice se


l’interlocutore è disposto a ripetere più lentamente
certe cose e mi aiuta a formulare ciò che cerco di
dire. Riesco a porre e a rispondere a domande
semplici su argomenti molto familiari o che
riguardano bisogni immediati.

Produzione Riesco ad usare espressioni e frasi semplici per


descrivere il luogo dove abito e la gente che conosco.

SCRITTO Produzione Riesco a scrivere una breve e semplice cartolina, ad


esempio per mandare i saluti delle vacanze. Riesco a
compilare moduli con dati personali scrivendo per
esempio il mio nome, la nazionalità e l’indirizzo
sulla scheda di registrazione di un albergo.

16 Quaderni del PLIDA O® A l


A2 B1

Riesco a capire espressioni e parole di uso molto Riesco a capire gli elementi principali in un discorso
frequente relative a ciò che mi riguarda direttamente chiaro in lingua standard su argomenti familiari, che
(per esempio informazioni di base sulla mia persona affronto frequentemente a lavoro, a scuola, nel tempo
e sulla mia famiglia, gli acquisti, l’ambiente libero, ecc. Riesco a capire l’essenziale di molte
circostante e il lavoro). Riesco ad afferrare l’essenziale trasmissioni radiofoniche e televisive su argomenti di
di messaggi e annunci brevi, semplici e chiari. attualità o temi di mio interesse personale o
professionale, purché il discorso sia relativamente
lento e chiaro.

Riesco a leggere testi molto brevi e semplici e a Riesco a capire testi scritti di uso corrente legati alla
trovare informazioni specifiche e prevedibili in sfera quotidiana o al lavoro. Riesco a capire la
materiale di uso quotidiano, quali pubblicità, descrizione di avvenimenti, di sentimenti e di desideri
programmi, menù e orari. Riesco a capire lettere contenuta in lettere personali.
personali semplici e brevi.

Riesco a comunicare affrontando compiti semplici e Riesco ad affrontare molte delle situazioni che si
di routine che richiedano solo uno scambio semplice possono presentare viaggiando in una zona dove si
e diretto di informazioni su argomenti e attività parla la lingua. Riesco a partecipare, senza essermi
consuete. Riesco a partecipare a brevi conversazioni, preparato, a conversazioni su argomenti familiari, di
anche se di solito non capisco abbastanza per interesse personale o riguardanti la vita quotidiana
riuscire a sostenere la conversazione. (per esempio, la famiglia, gli hobby, il lavoro, i viaggi
e i fatti di attualità).

Riesco ad usare una serie di espressioni e frasi per Riesco a descrivere, collegando semplici espressioni,
descrivere con parole semplici la mia famiglia ed altre esperienze ed avvenimenti, i miei sogni, le mie
persone, le mie condizioni di vita, la carriera speranze e le mie ambizioni. Riesco a motivare e
scolastica e il mio lavoro attuale o il più recente. spiegare brevemente opinioni e progetti. Riesco a
narrare una storia e la trama di un libro o di un film
e a descrivere le mie impressioni.

Riesco a prendere semplici appunti e a scrivere brevi Riesco a scrivere testi semplici e coerenti su
messaggi su argomenti riguardanti bisogni immediati. argomenti a me noti o di mio interesse. Riesco a
Riesco a scrivere una lettera personale molto semplice, scrivere lettere personali esponendo esperienze e
per esempio per ringraziare qualcuno. impressioni.

L_________________________________

Quaderni del PLIDA (M A l 17


la certificazione PLIDA

B2

COMPRENSIONE Ascolto Riesco a capire discorsi di una certa lunghezza e


conferenze e a seguire argomentazioni anche
complesse purché il tema mi sia relativamente
familiare. Riesco a capire la maggior parte dei notiziari
e delle trasmissioni TV che riguardano fatti d’attualità
e la maggior parte dei film in lingua standard.

Lettura Riesco a leggere articoli e relazioni su questioni


d’attualità in cui l’autore prende posizione ed
esprime un punto di vista determinato. Riesco a
comprendere un testo narrativo contemporaneo.

PARLATO Interazione Riesco a comunicare con un grado di spontaneità e


scioltezza sufficiente per interagire in modo normale
con parlanti nativi. Riesco a partecipare attivamente
a una discussione in contesti familiari, esponendo e
sostenendo le mie opinioni.

Produzione Riesco ad esprimermi in modo chiaro e articolato su


una vasta gamma di argomenti che mi interessano.
Riesco ad esprimere un’opinione su un argomento
d’attualità, indicando vantaggi e svantaggi delle
diverse opzioni.

SCRITTO Produzione Riesco a scrivere testi chiari e articolati su un’ampia


gamma di argomenti che mi interessano. Riesco a
scrivere saggi e relazioni, fornendo informazioni e
ragioni a favore o contro una determinata opinione.
Riesco a scrivere lettere mettendo in evidenza il
significato che attribuisco personalmente agli
avvenimenti e alle esperienze.
-------------------------- J

18 Quaderni del PLIDA CSI A l


r~
Cl C2

Riesco a capire un discorso lungo anche se non è Non ho nessuna difficoltà a capire qualsiasi lingua
chiaramente strutturato e le relazioni non vengono parlata, sia dal vivo sia trasmessa, anche se il discorso
segnalate, ma rimangono implicite. Riesco a capire è tenuto in modo veloce da un madrelingua, purché
senza troppo sforzo le trasmissioni televisive e i film. abbia il tempo di abituarmi all’accento.

Riesco a capire testi letterari e informativi lunghi e Riesco a capire con facilità praticamente tutte le
complessi e so apprezzare le differenze di stile. Riesco forme di lingua scritta inclusi i testi teorici,
a capire articoli specialistici e istruzioni tecniche strutturalmente o linguisticamente complessi, quali
piuttosto lunghe, anche quando non appartengono al manuali, articoli specialistici e opere letterarie.
mio settore.

Riesco ad esprimermi in modo sciolto e spontaneo Riesco a partecipare senza sforzi a qualsiasi
senza dover cercare troppo le parole. Riesco ad usare conversazione e discussione ed ho familiarità con le
la lingua in modo flessibile ed efficace nelle relazioni espressioni idiomatiche e colloquiali. Riesco ad
sociali e professionali. Riesco a formulare idee e esprimermi con scioltezza e a rendere con precisione
opinioni in modo preciso e a collegare abilmente i sottili sfumature di significato. In caso di difficoltà,
miei interventi con quelli di altri interlocutori. riesco a ritornare sul discorso e a riformularlo in modo
scorrevole.

Riesco a presentare descrizioni chiare e articolate su Riesco a presentare descrizioni o argomentazioni


argomenti complessi, integrandovi temi secondari, chiare e scorrevoli, in uno stile adeguato al contesto
sviluppando punti specifici e concludendo il tutto in e con una struttura logica efficace, che possa aiutare
modo appropriato. il destinatario a identificare i punti salienti da
ricordare.

Riesco a scrivere testi chiari e ben strutturati Riesco a scrivere testi chiari, scorrevoli e
sviluppando analiticamente il mio punto di vista. stilisticamente appropriati. Riesco a scrivere lettere,
Riesco a scrivere lettere, saggi e relazioni esponendo relazioni e articoli complessi, supportando il
argomenti complessi, evidenziando i punti che contenuto con una struttura logica efficace che aiuti
ritengo salienti. Riesco a scegliere lo stile adatto ai il destinatario a identificare i punti salienti da
lettori ai quali intendo rivolgermi. ricordare. Riesco a scrivere riassunti e recensioni di
opere letterarie e di testi specialistici.

Quaderni del PLIDA C® A l 19


la certificazione PLIDA

b. Test di ingresso
Dopo avere individuato il livello in base ai descrittori del Quadro comune europeo di riferimento per
le lingue, leggi attentamente la descrizione del livello contenuta nella Sezione 2 (pp. 13-15). Potranno
esserti molto utili anche i test d’ingresso scaricabili dal sito internet della Società Dante Alighieri
(wwwdadante.it) all’indirizzo http://wwwdadante.it/plida/testingresso.asp.

c. Le prove passate
Utilizzando le prove delle sessioni d’esame precedenti (pp. 69-95) potrai testare le tue capacità svol­
gendo una prova completa. In questo modo ti renderai conto di come è fatto e come funziona
l’esame, di quanto tempo avrai a disposizione per ciascuna delle parti di cui è composto, di come
sono fatti gli esercizi e così via.

Come prepararsi alle singole abilità

La prova Ascoltare
È molto im portante esercitarti all’attività di ascolto fin dalle prime fasi di apprendimento. Molto
spesso, infatti, questa attività viene trascurata nei corsi di lingua e nello studio individuale, perché
ritenuta difficile o perché è più complicato trovare materiali audio (anche se internet consente ormai
di accedere a moltissimi repertori multimediali). È di grande importanza, per prepararti all’esame,
capire quanti ascolti di uno stesso brano sono necessari per trovare le informazioni richieste nell’e­
sercizio e confrontare il tempo e il numero di ascolti necessari con quelli messi a disposizione duran­
te la prova. Prova fin da subito a confrontarti con il linguaggio autentico. Ricorda che non devi capi­
re tutto quello che ascolti, ma estrapolare le informazioni più importanti, concentrandoti sulle paro­
le chiave del discorso che possono aiutarti a comprendere il contesto.

La prova Leggere
Oltre ai libri di testo, ti consigliamo di utilizzare, possibilmente, materiali autentici (destinati cioè
alla comunità degli italofoni), come volantini, opuscoli, biglietti, brevi e semplici messaggi pubblici-
tari, per familiarizzare, già da questo primo livello molto elementare, con la lingua usata nella vita
di tutti i giorni. Quando leggi questi materiali è importante non scoraggiarti se non capisci tutte le
parole, ma prova ad immaginare il significato delle parole che non conosci dal contesto, oppure ad
estrapolare il significato principale del testo senza soffermarti sui dettagli.

La prova Scrivere
Per esercitarti alla prova di scrittura ti consigliamo di sfruttare il maggior numero di occasioni pos­
sibili per comporre messaggi scritti. Puoi ad esempio prendere dei piccoli appunti su parole che non
conosci, utilizzando il dizionario per controllare la corretta ortografia, scambiare messaggi di posta
elettronica con amici italiani o con altre persone che studiano la lingua italiana.

20 Quaderni del PLIDA Cai A l


La prova Parlare
Per questa prova ti può essere molto utile frequentare circoli e comunità culturali, amici e familiari
italofoni, oppuré utilizzare le occasioni di incontro e scambio di messaggi orali e scritti offerte dalla
rete.

Le strutture linguistiche
Alle pp. 31- 67 sono disponibili 64 esercitazioni didattiche complete di chiavi (pp. 97-103), che ser­
vono a sviluppare la competenza linguistica relativa al livello A l.

fl!2. Suggerimenti per gli insegnanti

L’ufficio PLIDA fornisce in questo paragrafo alcuni suggerimenti didattici per i corsi di lingua ita­
liana, validi per tutti i livelli. Le rapide indicazioni che seguono si fondano su una visione pragm a­
tica e sociolinguistica della lingua; il loro obiettivo è sviluppare, accanto alla conoscenza delle forme
e delle strutture linguistiche (il “sapere”), la capacità di agire in particolari contesti comunicativi (il
“saper fare”).
Al centro della pratica didattica saranno sempre testi parlati e scritti, scelti sulla base di alcuni criteri
fondamentali, ribaditi dal Quadro comune europeo di riferimento per le lingue: l’autenticità, la comples­
sità linguistica, il canale comunicativo parlato o scritto, la tipologia (testi descrittivi, informativi, nar­
rativi, argomentativi e regolativi), la struttura del discorso, la lunghezza e la rilevanza per lo studente.
Tutti i corsi dovranno porsi l’obiettivo di sviluppare negli studenti la capacità di gestire la com uni­
cazione una volta che si trovino ad agire come soggetti sociali; a tale scopo verranno proposti, con
la necessaria gradualità, compiti e testi che questi possono incontrare nell’uso reale della lingua.
Le attività proposte per sviluppare le competenze nelle quattro abilità saranno quelle che la pratica
glottodidattica descrive come più valide e affidabili: a titolo esemplificativo si propongono alcuni
compiti comunicativi che favoriscono l’acquisizione delle competenze.
Per la produzione orale sono consigliate per tutti i livelli attività come le drammatizzazioni, i role-
play e le conversazioni in coppia o piccoli gruppi. Attività di monologo sono invece previste per i
livelli più alti.
Per la produzione scritta si suggerisce la creazione di messaggi, compilazione di moduli, preparazio­
ne di cartelloni e corrispondenza. Ai livelli più alti si può prevedere la stesura di articoli, relazioni e
testi di fantasia.
Per la comprensione orale è importante proporre l’ascolto (sia globale sia analitico, possibilmente in
fasi distinte) di testi autentici calibrati per livello, utilizzando tutte le risorse e i canali possibili (tele­
visione, radio, internet, ecc.)
Per la comprensione scritta è fondamentale prevedere la lettura (sia globale sia analitica) di elaborati
autentici, a partire da testi informativi, semplici istruzioni, pubblicità, ecc. per arrivare a testi più
complessi quali articoli di giornale, saggi, letteratura, ecc.

Quaderni del PLIDA C58 A l 21


la certificazione PLIDA

Trasversalmente a tutte le attività citate si dovrebbero prevedere sia giochi, sia attività di analisi m ira­
te ad aspetti formali della lingua, con procedure di tipo euristico che portino lo studente alla scoper­
ta delle regolarità soggiacenti al sistema linguistico.
Si consiglia inoltre di prevedere attività di arricchimento della capacità strategica dei discenti per
raggiungere l’altro obiettivo fondamentale delfapprendim ento delle lingue: il “saper apprendere”, e
pertanto lo sviluppo dell’autonomia nel discente, obiettivo particolarmente rilevante per studenti
adulti. È opportuno quindi sviluppare le capacità di pianificazione, esecuzione, valutazione e ripa­
razione, sia in ricezione sia in produzione.
Per quanto riguarda le tecniche di valutazione, si consiglia di effettuare frequentemente esercizi di scel­
ta multipla, cloze-test e altri test di completamento, individuazione di informazioni, riordino di
sequenze, abbinamento di serie di elementi, domande strutturate e aperte.
Nessun corso potrà prescindere da una trattazione degli aspetti culturali e sociali dellTtalia, affrontati in
modo integrato con i contenuti linguistici, per non creare un’innaturale scissione fra lingua e cultura.
Ai livelli dell’italiano elementare (A1-A2) i temi trattati riguarderanno gli aspetti della vita quotidia­
na e i rapporti interpersonali; ai livelli dell’italiano intermedio (B1-B2) essi si allargheranno a com­
prendere argomenti familiari e relativi al m ondo del lavoro; ai livelli dell’italiano avanzato (C1-C2)
i temi saranno più complessi, fino a toccare argomenti generali di area economica, politica e sociale
e i relativi àmbiti professionali specifici.

d SEZIONE 4 - LE PROVE D ’ESAME

Come sono organizzate

L’esame di livello A l è composto da quattro prove:

Prova Tempo a disposizione

Ascoltare 20 m inuti
............................. ...................................................
Leggere 30 minuti
Scrivere 30 minuti

Parlare 10 m inuti circa

La prova Ascoltare
Durante la prova ascolterai due brevi testi (di durata massima di tre minuti ciascuno). Dopo l’ascolto
devi rispondere a domande a risposta chiusa.

22 Quaderni del PLIDA CSt A l


I testi - 1 testi possono essere semplici dialoghi, brevi annunci pubblici (ad esempio in aeroporto o
in stazione) che danno informazioni sugli orari, oppure semplici annunci radiofonici che trasm et­
tono notizie su orari e date di spettacoli, oppure messaggi registrati (ad esempio in una segreteria
telefonica) che danno semplici istruzioni su come ottenere un servizio. Per questo livello i testi sono
registrati in studio da attori professionisti e hanno precise caratteristiche: le persone parlano molto
lentamente e con forti pause, la dizione è molto precisa, generalmente parla una sola persona alla
volta (se parlano due persone, i loro interventi sono chiaramente distinti), non ci sono rum ori di
fondo.
Lo svolgimento della prova - Per ogni testo sono previsti due ascolti. Le istruzioni per ogni parte
della prova sono registrate sul supporto audio e dovrai ascoltare attentamente e leggere quello che si
chiede di fare nella prova. Ti consigliamo di leggere attentamente l’esercizio prim a di ascoltare, in
modo da attivare già un ascolto selettivo alla ricerca delle informazioni richieste.
I quesiti - Devi completare dei semplici esercizi a risposta chiusa. Gli esercizi hanno come oggetto
la comprensione del testo ascoltato. A questo livello gli esercizi di comprensione possono prevedere
anche l’uso di immagini. Il numero dei quesiti può variare in media da cinque a otto per ognuna
delle due parti della prova.

La prova Leggere
Durante la prova, leggerai due brevi testi (della lunghezza massima di 200 parole ciascuno). Dopo la
lettura devi rispondere a domande a risposta chiusa.
I testi - I testi previsti per questo livello possono essere di tre categorie: testi descrittivi (etichette,
pubblicità, ecc.), testi informativi (volantini, avvisi, ecc.), testi regolativi (istruzioni per compiere
delle azioni, istruzioni per usare prodotti, segnali stradali, ecc.). Per questo livello i testi presentati
sono autentici ma lievemente adattati al livello.
Lo svolgimento della prova - Le istruzioni per ogni parte della prova sono fornite prim a dell’eserci­
zio da svolgere. Ti consigliamo di leggere attentamente l’esercizio prima di leggere il testo presenta­
to in m odo da attivare già una lettura selettiva alla ricerca delle informazioni richieste.
I quesiti - Devi completare dei semplici esercizi a risposta chiusa. Gli esercizi hanno come oggetto
la comprensione del testo scritto. A questo livello gli esercizi di comprensione possono prevedere
anche l’uso di immagini.

La prova Scrivere
Per questa prova devi comporre due brevi testi (della lunghezza massima di 100 parole) sullo spun­
to di due tracce. Devi scrivere i testi a mano, con una penna indelebile, su fogli forniti dal Centro;
sono vietati fogli aggiuntivi, così come strumenti di aiuto di vario genere (grammatiche e diziona­
ri). Per questo livello almeno una delle due tracce è accompagnata da un supporto visivo (disegni,
vignette, fumetti, fotografie). Le tracce fanno sempre riferimento a situazioni reali o realistiche rela­
tive alla vita personale, pubblica, educativa e professionale. Per questo livello si propone in partico­
lare la stesura di testi di tipo descrittivo (semplici descrizioni di sé e di altri, semplici descrizioni di
luoghi) e informativo (avvisi, biglietti, SMS, moduli e questionari semplici).

Quaderni del PLIDA ©3 Al 23


la certificazione PLIDA

La prova Parlare
Sarai valutato da una commissione (autorizzata dalla Sede centrale) composta da due persone: un
intervistatore e un esaminatore. L’intervistatore ha il ruolo di interagire con te e metterti a tuo agio,
l’esaminatore invece ha il compito di valutare la tua produzione orale. Per il livello Al la prova è costi­
tuita da tre parti: la presentazione (1 minuto circa), la conversazione (4 minuti circa) e la descrizione (3
minuti circa).
Durante la presentazione devi presentarti in modo semplice: questa parte ha lo scopo principale di
“rompere il ghiaccio”.
Durante la conversazione devi interagire con l’intervistatore in una situazione familiare, in cui devi sod­
disfare un semplice bisogno immediato, come, ad esempio, ordinare qualcosa al bar o chiedere delle
indicazioni stradali.
Durante la descrizione devi rispondere - sulla base di immagini o attraverso l’indicazione di oggetti -
a domande che riguardano la descrizione di te, di altre persone, di oggetti familiari o di luoghi cono­
sciuti.

■ SEZIONE 5 - COME SONO VALUTATE LE PROVE D’ESAME

• L iv e llo Al

Superamento dell’esame e punteggio

Il voto di ogni prova è espresso in trentesimi: per superare l’esame devi raggiungere la sufficienza
(18/30) in ciascuna delle quattro abilità; il punteggio minimo complessivo per il superamento dell’e­
same è quindi 72/120, il massimo è 120/120. Se raggiungerai la sufficienza in almeno tre delle quattro
abilità previste potrai ottenere un credito per iscriverti alla sessione d’esame successiva e sostenere sol­
tanto la prova dell’abilità che non hai superato.

La valutazione delle prove Ascoltare e Leggere

Le prove Ascoltare e Leggere presentano dei quesiti a risposta chiusa e sono pertanto test a correzione
oggettiva tramite delle chiavi di risposta date. La correzione di queste due prove è a cura esclusivamen­
te dell’Ufficio PLIDA. La prova Ascoltare è composta da due parti. Il punteggio complessivo massimo
è di 30 punti. Per questo livello la risposta corretta a ogni quesito (solitamente da cinque a otto per ogni
parte per il livello A l) vale 2 punti. La somma dei punti delle risposte corrette costituisce il voto com­
plessivo della singola prova. Per la prova Leggere ci si attiene allo stesso criterio di correzione e valuta­
zione.

24 Quaderni del PLIDA (M A l


La valutazione della prova Parlare

La valutazione della prova orale è affidata a una Commissione locale composta di professionisti con
vasta esperienza che operano sulla base di scale di valutazione fornite dalla Sede centrale, in modo da
garantire un risultato omogeneo nello spazio e nel tempo.
Nella certificazione PLIDA, al pari che in altre importanti certificazioni internazionali, si ritiene di fon­
damentale importanza che la valutazione della competenza orale sia fatta da chi è fisicamente presen­
te alla prova: (
- in primo luogo, perché un testo orale ha caratteristiche specifiche ed irripetibili, individuabili e
valutabili solo nel contesto fisico della sua produzione, caratteristiche che né una registrazione né
una trascrizione potrebbero conservare (anche in una registrazione, infatti, molti dei tratti paralin­
guistici, extralinguistici e pragmatici propri del testo orale andrebbero perduti);
- in secondo luogo, perché la specificità delle culture nazionali e locali può essere tenuta presente sol­
tanto da una commissione in loco, capace di garantire il valore aggiunto della testimonianza diret­
ta, sempre preferibile a quella indiretta;
- in terzo luogo, perché la diffusione capillare dei Centri di certificazione che fanno capo ai Comitati
della Società Dante Alighieri presenti in tutto il mondo rappresenta un’innegabile opportunità: è
proprio grazie a tale diffusione che il PLIDA può contare su un gran numero di docenti apposita­
mente formati, stabili e ben radicati nelle singole realtà nazionali e locali.
Per garantire ancora di più la correttezza e l’omogeneità della valutazione, la prova orale viene comun­
que registrata (in modo tale che il registratore ostacoli il meno possibile la prova stessa) e inviata dal
Centro certificatore alla Sede centrale per un controllo finale.

La Commissione per la valutazione della prova orale


La Commissione, proposta dal responsabile per la certificazione di ogni singolo Centro e sottoposta
all’approvazione e al controllo della Sede centrale, è formata da due membri, un intervistatore e un esa­
minatore, i quali non devono avere precedenti informazioni, dirette o indirette, sulle tue competenze
linguistiche. I due membri della Commissione ricoprono ruoli distinti e ugualmente fondamentali:
nella fattispecie l’intervistatore ha, fra i tanti compiti, quello di incoraggiare la conversazione e quello
di metterti a tuo agio; durante l’esecuzione della prova, infatti, non sarai mai corretto.
I requisiti necessari per svolgere la mansione di intervistatore sono: ottima conoscenza della lingua ita­
liana (di livello non inferiore a C l), buona esperienza nell’insegnamento e nella conduzione di un
esame orale, buona attitudine nella conversazione.
L’esaminatore non interviene nella conversazione ma giudica la tua esecuzione esprimendo, anche
insieme all’intervistatore, un voto globale finale valutato in trentesimi (la sufficienza si ottiene con un
voto complessivo di almeno 18/30). L’esaminatore considera l’esecuzione e tiene conto di eventuali
errori di lingua solo in relazione al livello richiesto.
Oltre a un’ottima conoscenza della lingua italiana (di livello non inferiore a C2) e a una buona espe­
rienza nell’insegnamento e in particolare nella valutazione, i requisiti che consentono l’autorizzazione

Quaderni del PLIDA Mi A l 25


la certificazione PLIDA

a svolgere la mansione di esaminatore sono:


- laurea in lingua e/o letteratura italiana (o equipollente) conseguita presso un’università italiana o
straniera cori almeno un esame di letteratura italiana e uno di storia della lingua italiana (o di lin­
gua italiana o di linguistica italiana)
- laurea in lettere (o equipollente) conseguita presso un’università italiana con almeno un esame di
letteratura italiana e uno di storia della lingua italiana (o di lingua italiana o di linguistica italiana)
- laurea in altra disciplina conseguita presso un’università italiana o straniera con un corso di studi
all’interno del quale compaiano almeno tre anni di lingua o letteratura italiana
- lettorato di italiano presso un’università straniera durato almeno un anno
- abilitazione all’insegnamento dell’italiano in scuole pubbliche in Italia o all’estero oppure master di
I o II livello in didattica dell’italiano L2.

Altri titoli accademici ed esperienze professionali pregresse (per esempio periodi continuati di insegna­
mento della lingua italiana) saranno valutati a discrezione della Sede centrale.

I criteri di valutazione della prova orale


La valutazione della prova orale si fonda sulla descrizione degli aspetti qualitativi della lingua, così
come sono riportati nel Quadro comune europeo di riferimento (cit., pp. 36-37) e qui di seguito trascrit­
ti per comodità e suddivisi per livello:

LIVELLO Al
f
Estensione Ha un repertorio molto ristretto di parole ed espressioni elementari relative
a dati personali e a determinate situazioni concrete.

Correttezza Ha solo un controllo limitato di poche strutture grammaticali semplici e di


modelli di frase che fanno parte di un repertorio memorizzato.

Fluenza È in grado di cavarsela con enunciati molto brevi, isolati, solitamente composti
di formule fisse, con molte pause per cercare le espressioni, per pronunciare le
parole meno familiari e per riparare gli errori di comunicazione.

Interazione È in grado di porre domande semplici su dati personali e di rispondere a


domande analoghe. Riesce a interagire in modo semplice, ma la comunicazione
si basa totalmente su ripetizioni, riformulazioni e correzioni.

Coerenza È in grado di collegare parole o gruppi di parole con connettivi elementari e


sequenziali quali e o allora.
k ______________________________

26 Quaderni del PLIDA €Vt A l


Il punteggio che la certificazione PLIDA attribuisce a ciascuna categoria nel livello A l è il seguente:

E sten sio n e C orrettezza F lu en za In te ra z io n e C oeren za P u n teg g io to ta le

Al 0-6 punti 0-6 punti 0-6 punti 0-6 punti 0-6 pun ti 0 -3 0 p u n ti

La suddivisione in categorie è utile a una valutazione che sia il più possibile oggettiva e articolata, che
affianchi alla tradizionale e monolitica categoria della correttezza altre categorie che rendono conto dei
vari aspetti della comunicazione (come l’interazione e la fluenza). Schematizzando e semplificando, si
dirà che all’estensione corrisponde grosso modo il dominio del lessico e del registro stilistico, alla cor­
rettezza e alla coerenza corrispondono i domini della fonetica, della morfologia e della sintassi, alla
fluenza corrisponde il livello generale di sicurezza linguistica e paralinguistica (disinvoltura, velocità e
spontaneità del parlato, ecc.), all’interazione corrisponde il dominio della pragmatica (e dunque della
capacità di rispondere, domandare, prendere la parola, in modo adeguato alla situazione comunicati­
va presentata).

I criteri di valutazione della prova Scrivere


La correzione e la valutazione delle prove di scrittura sono di esclusiva competenza deH’Uffìcio
PLIDA, che le affida a un personale specializzato; tutti i Centri certificatori spediscono le prove svol­
te alla Sede Centrale entro 10 giorni dalla fine dello svolgimento degli esami. Il correttore esaminerà
i tuoi testi per dare un voto alla tua competenza nell’italiano scritto. La valutazione fa riferimento a
vari descrittori degli aspetti qualitativi dell’uso della lingua scritta ricavabili dal Quadro comune
europeo di riferimento per le lingue1 e sintetizzabili nella scala che segue:

LIVELLO Al
Controllo Correttezza ortografica e morfologica;
coerenza semantica (accostamento di significati compatibili).

Pianificazione Correttezza morfologica e sintattica;


coesione;
coerenza linguistica interna (omogeneità del registro).

Circostanzialità Estensione, fluenza, adozione di lessico specifico e/o tecnico.

Interazione Coerenza tematica; coerenza linguistica esterna (adeguatezza del registro al


contesto situazionale).

1Quadro, cit. Si fa riferimento, in particolare, alle scale ivi riportate alle pp. 77 (Produzione scritta generale), 81 (Pianificazione), 102
(Interazione scritta generale), 119 (Lavorare su un testo), 137 (Ampiezza del lessico), 138 (Padronanza del lessico), 140 (Correttezza gram­
maticale), 145 (Padronanza ortografica), 153 (Sviluppo tematico), 154 (Coerenza e coesione).

Quaderni del PLIDA Cfi A l 27


la certificazione PLIDA

Il punteggio che la certificazione PLIDA attribuisce a ciascuna categoria nel livello A l è il seguente:

C o n tro llo P ia n ific a z io n e C irco sta n zia lità In te ra z io n e P u n te g g io to ta le

Al 0-10 punti 0-9 punti 0-5 punti 0-6 punti 0-30 punti

Chi si occupa della correzione della prova scritta registra tutti gli scarti rispetto alla norm a dell’ita­
liano standard ma tiene conto solo di quelli che rivelano una lacuna nella competenza richiesta dal
livello della prova.

Risultati e certificati
Le prove svolte sono inviate dal Centro Certificatore alla Sede Centrale, dove vengono corrette e
valutate entro 60 giorni dalla data di arrivo. La Sede Centrale invia al Centro i certificati di tutti i
candidati che hanno superato l’esame: sul certificato sono indicati, oltre ai tuoi dati, il livello, i voti
ottenuti nelle singole abilità e il punteggio complessivo. Questi dati sono utilizzati unicamente per
il rilascio del certificato e non risultano di pubblico dominio ai sensi della legge italiana sulla p ri­
vacy (D. Lgs 196/2003).
Se smarrisci o danneggi il tuo certificato puoi richiederne un duplicato alla Sede Centrale pagando
il rimborso delle spese di stampa e spedizione.
Ai Centri, che a loro volta informano i candidati nel rispetto della privacy, vengono comunicati
anche i risultati ottenuti da chi non ha superato la prova: in particolare, chi non abbia superato le
prove Ascoltare, Leggere e Scrivere può chiedere una copia del compito svolto entro 6 mesi dalla data
dell’esame.

28 Quaderni del PLIDA G® A l


esercitazioni didattiche
esercitazioni didattiche

fl Scrivi i nomi maschili e fem m inili della lista al posto giusto.

acqua vino birra aranciata torta pasta pizza olio aceto burro

dado panna prosciutto pancetta gelato cioccolata frutta riso formaggio

mozzarella pollo verdura aglio cipolla prezzemolo sedano ovatta saponetta

crema dentifricio zucchero cacao talco pianta

Maschili:

Femminili:

Wk Cancella tutti i nom i fem m inili, da sinistra verso destra, e unisci le lettere iniziali dei nom i
maschili. Scoprirai il nome di un famoso artista italiano.

muro -> spiaggia scuola italiano


fragola commessa cavallo hotel
gonna malattia esercizio plastica
palestra letto nuvola nonna
alfabeto borsa spesa nido
fantasia matematica gatto bicicletta
montagna simpatia lana elemento
bocca legno orario sciarpa

Il nome è M

Quaderni del PLIDA CSI A l 33


esercitazioni didattiche

(Stia Leggi il testo e inserisci nello schema i nomi sottolineati. come nell’esempio.

LA FAMIGLIA DI VINCENZO

Vincenzo ha una famiglia numerosa. Ha 2 sorelle e un fratello più piccolo. La m amma è una

( casalinga e il padre è un impiegato. Vivono insieme in una grande casa a Napoli. Vicino a loro
abita Antonio, lo zio di Vincenzo. Antonio è il prim o dei 4 fratelli del padre di Vincenzo. È spo­
sato con zia Mariella, ed hanno 2 figli, Giovanna e Sandrino. Sandrino ha sedici anni, ed è il
cugino preferito di Vincenzo. Insieme, in primavera e in estate giocano a pallone dalla mattina
alla sera. Vincenzo è il nipote preferito di Anna, la sorella più grande del papà. Zia Anna è una
donna dolce e simpatica, ha 52 anni e non ha un m arito. La sua casa è sempre piena di animali.
In questo periodo ha un gatto siamese bellissimo, due cani e due gabbie dove ci sono 8 uccelli.
I nonni di Vincenzo vivono lontano, abitano a Marghera, vicino Venezia. Nonno Pietro è un
uom o alto e grosso, fuma la pipa e porta sempre il cappello, anche d’estate. Nonna Ada invece è
una signora piccola e gentile. Lei è sempre buona con Vincenzo. In occasione delle feste tutti si
incontrano a casa di Vincenzo.

//■
Maschile Femminile

singolare plurale singolare plurale

fiWiÙjùitC

i
1

34 Quaderni del PLIDA ■ • A l


g$|b Ora scrivi qui le lettere finali dei nomi.

Maschile singolare Maschile plurale


Femminile singolare Femminile plurale

0 c Scrivi qui sotto il nome dei tuoi parenti e spiega che cosa fanno.

(Esempio) - Padre-: ri chdmuv Carmelo ed bpittore-.

Padre:________________________________________________
Madre:_______________________________________________
Fratello/i:_____________________________________________
Sorella/e:_____________________________________________
Zio e zia:______________________________________________
Cugino/a:_____________________________________________

Q In camera di Giovanni ci sono molte cose sempre in disordine. Inserisci nello schema i nom i della
lista sotto rarticolo giusto, come nell’esempio.

telefonino scarpe giacca lampadario pantaloni armadio portafoglio zaino bottiglia

letto stereo orologio piante comodino lampada sveglia quadro finestra specchio

fotografie agenda tende cuscini scarpiera pantofole zoccoli vaso palla porta

scrivania penne libri quaderni ombrelli


f
f -----

II Lo L’ (masch.) I Gli
Jj

La L’ (feimn.)
l1 |
telefonato l1 ||1
1 |
11 |I

11 iI
1 l
1 1
1
I1 |
j1 |I
1l •1
11 « .j
V ________

Quaderni del PLIDA OS A l 35


esercitazioni didattiche

CI Metti gli articoli determinativi davanti ai nomi.

1) ___ muro 9) ___spazio 17) orecchio


2) macchina 10) ___libro 18) isola
3) uomo 11) ___concerto 19) ___zio
4) amica 12) ___ biglietto 20) aiuto
5) ___ festa 13) ora 21) ___giardino
6) zoccolo 14) __ _ piatto 22) industria
7) ___ zanzara 15) arancia 23) zingaro
8) strumento 16) arancio 24) opera

O Scegli tra le due possibilità l’articolo giusto.

Anna si alza presto gli/la mattina. Il/La sveglia suona alle sette precise. Lei non beve il/lo caffè, come
quasi tutti le/gli italiani, ma mangia l’/lo yogurt, i/gli biscotti con le/la marmellata e le/lo sue adora­
te mele. Poi, dopo la/1’ doccia, esce di casa e prende l’/lo autobus. Ma l’/gli autobus a Roma non sono
frequenti, e se lei è in ritardo, usa la/il macchina. Quando arriva al lavoro, di solito l’/gli uffici sono
già popolati. I/Gli colleghi di Anna scherzano spesso con lei sui suoi ritardi.
Normalmente alle 17.00 finisce di lavorare e va a fare un po’ di sport: la/1’ palestra dove va con la/le
sue amiche è nuova e molto attrezzata. Anna cerca di andarci almeno tre volte a settimana perché per
lei è molto importante la/1’ cura del corpo. Il/Lo sabato e la/le domenica pulisce un po’ il/i suo appar­
tamento, si rilassa e la/il sera esce con gli/i amici.

® Completa le frasi con l’articolo determinativo.

1) ____ Milan è una squadra di calcio.


2) Natale è ____25 dicembre.
3) ____ Tevere è _____fiume più im portante di Roma.
4) ____ fiume di Firenze è _____Arno.
5) ____ italiani a m an o ____ vino.
6) ____ amatriciana è un piatto romano.
7) ____ isole Egadi sono vicine alla Sicilia.
8) Roma è ____ capitale d’Italia.
9) ____ sport fa bene alla salute.
10) Capodanno è ____ inizio del nuovo anno.
11) ____ mesi dell’anno sono 12.
12) ____ moda italiana è famosa nel mondo.
13) ____ coste italiane sono bellissime.
14) ____ Sardegna è un isola molto frequentata dai turisti.

36 Quaderni del PLIDA O i A l


gli Completa il testo con gli articoli determinativi.

____ stranieri che vogliono passare il fine settimana a Roma hanno tu tte _____possibilità che
una grande città offre.
P e r ____ turista che vuole mangiare bene ci sono molti ristoranti tip ic i._____ quartieri di
Trastevere, Testaccio e San Lorenzo offrono molti posti di questo tipo. Naturalmente, p e r ____
turisti che a m a n o ____ vita notturna, ci sono a n ch e ____ discoteche e _____locali alla moda.
____ posti interessanti sono molti e tutti raggiungibili c o n ____ autobus,____ metropolitana o
c o n ____ taxi. Se_____obiettivo è invece visitare____ musei e ____ gallerie d’arte,_____consi­
gli possono essere davvero m o lti:____ Musei Vaticani e _____Cappella Sistina,_____Galleria
Borghese,____ Museo d’Arte Contemporanea “Macro”. Poi, t r a _____meraviglie di Roma, ci
so n o ____ m onum enti,____ chiese e _____piazze che fanno della capitale un museo all’aperto.

CI Luigi parte per un fine settimana in montagna. Che cosa mette nella sua valigia? Inserisci i nomi
della lista sotto l’articolo indeterminativo corretto.

macchina fotografica paio di guanti telefonino maglietta tuta spazzolino dentifricio

sciarpa cappello asciugamano paio di scarpe da trekking sveglia borraccia

paio di sci orologio piumino crema solare romanzo

Un Uno Una Un’

Quaderni del PLIDA taj A l 37


esercitazioni didattiche

ÍÜ1 Scegli ¡ articolo indeterminativo corretto e indovina chi sono questi personaggi.

a) È u n’/una/un calciatore italiano noto in tutto il mondo. Gioca in u n a/u n o /u n squadra del cen­
tro Italia. Uno/Un/Un’ suo libro di barzellette è in vendita nelle librerie italiane. La sua magliet­
ta ha u n /una/uno numero famoso nel calcio. Gioca in u na/un’/uno zona del campo vicino alla
porta avversaria. Ha un/una/uno moglie molto bella e un’/un o /u n a figlia nata da poco.

b) È u n /u n o /u n ’ attore, uno /u n /u n a regista, u n ’/u n o /u n sceneggiatore, u n /u n o /u n ’ uomo di tea­


tro e secondo alcuni anche u n /u n o /u n ’poeta. Insomma è u n /u n o /u n a artista completo.
Un/Uno/Una suo film famoso parla dello sterminio degli ebrei. È u no/un’/u n comico irresisti­
bile.

c) È u n /una/un o cantante italiana ed è nata a Catania, in Sicilia. È u n/una/uno giovane musicista


italiana molto brava e interessante e le sue canzoni sono particolarmente curate.
Ha u n /u n ’/uno timbro di voce molto particolare che rende originale il suo modo di cantare.
Un/Uno/Una suo brano molto famoso è la canzone finale del film di Muccino, Liultimo bacio.

ili Completa il testo con gli articoli indeterminativi della lista. Attenzione, non sono in ordine!

un un un un un uno un’ un’ una una

I LUOGHI! DEL CUORE


Vota i luoghi delia natura da non dimenticare
Ami la natura? Con il FAI, puoi difenderla. Segnalaci___bosco,___ isola,___ spiaggia,___
lago, o ppure___giardino,___ albero della tua città:___ spazio verde,___ perla naturale,
piccola o grande, che ti sta a cuore. Il suo futuro dipende anche da te. Il FAI presenta il terzo
censimento dei luoghi del cuore, il primo dedicato ai luoghi di n atu ra.___iniziativa per
impedire che il disinteresse metta in pericolo meravigliosi angoli del nostro ineguagliabile
patrimonio ambientale e paesaggistico.
Il FAI e Banca Intesa daranno voce alla tua segnalazione affinché i luoghi più votati pos­
sano avere___futuro. (www.iluoghidelcuore.it)

38 Quaderni del PLIDA CSì A l


Completa i testi con gli articoli determ inativi sulle linee.... e con gli articoli indeterminativi
sulle linee____ .

a) C am pania.____ terra alla luce del sole

C’è una regione che soddisfa t u t t i ..... sensi. Dove l’a rte ,.......storia e la tradizione parlano
____ linguaggio ancora attuale. D o v e...... natura conserva tu tta .......forza della sua bellezza.
Dove la gente è calda e accogliente. Una regione intrisa dell’odore del mare, dai sapori veraci,
dai grandi vini. Questa regione è ..... Campania.

b) Toscana....... Mugello._____terra di eventi

____ evento particolare che accade i n _____antico borgo, i n ____ castello, in una pieve diven­
ta occasione per com piere..... viaggio, per conoscere.......territorio. Nel Mugello, a due passi
da Firenze,..... vie e .......piazze si colorano di sagre e mercati dove gustare.......sapori della
tradizione, tutti im portanti e tipici, genuini e autentici. Sono n um erose..... fiere centenarie e
le rievocazioni che hanno legami c o n ..... cultura e il folclore. (www.repubblka.it)

Completa i testi con gli articoli determ inativi sulle linee..... e con gli articoli indeterminativi
sulle linee ____ .

Italia su internet
a) www.musicaitaliana.com

È _____ sito dove tr o v i.......interviste, le


recen sio n i,..... notizie che rig u a rd a n o .......
musica leggera italiana. Ci s o n o ..... date dei
c o n c e rti,..... novità discografiche,.......storie
di cantanti e gruppi musicali. Su questo sito
ci sono a n c h e ..... siti di m olti musicisti.

b) www.einaudi.it
EINAUDI
È ..... sito d i______gloriosa e famosa casa editrice italiana........ Einaudi è
..... casa editrice storica di scrittori come Cesare Pavese, Italo Calvino,
CHI Si AVO ■■
Natalia Ginzburg e di molti altri. Sul sito puoi trovare..... novità, NOVITÀ1

..... iniziative,.......appuntamenti c o n .......lettori. È un’occasione importante , CATALOSO

y RUBRICHE
per avere un’informazione dettagliata su alcuni dei libri più interessanti che U SPECIALE

..... editoria pubblica in Italia. I AGENDA

Quaderni del PLIDA €«l A l 39


esercitazion i d id attich e

c) www.ferrari.it

È ..... sito ufficiale della Ferrari. Qui puoi trovare


..... storia della casa costruttrice di Maranello
(..... città dove h a .......sua sede la Ferrari, vicino
Modena, in Emilia Romagna). Qui ci sono anche
..... iniziative e .......progetti della “rossa”, come
alcuni chiam ano..... Ferrari.

© a Inserisci gli a g g e tt iv i della lista sotto il nome giusto.

alta basso simpatico magra Fiorentino grasso ironico riccia

pigro simpatica sportiva vegetariana studioso romana

Diana è ... Giacomo è ...

Scrivi gli a g g e tt iv i dell’esercizio precedente al p l u r a le e mettili sotto le coppie di gemelli giuste.

Le gemelle Diana e Paola sono ... I gemelli Giacomo e Gino sono ...

40 Quaderni del PLIDA ©t A l


OOc Ora scrivi qui le lettere finali degli aggettivi.

Maschile singolare - ____ _ Maschile plurale


Femminile singolare - ____ Femminile plurale

( 0 | | Completa gli aggettivi con la lettera finale corretta.

1) La poltrona è ross Le poltrone sono ross


2) Il vaso è giall___ I vasi sono giall___
3) La lampada è bianc Le lampade sono bianch
4) Il tavolo è ner I tavoli sono ner___
5) La sedia è grigi Le sedie sono grigi
6) La porta è ner Le porte sono ner
7) L’armadio è ner Gli armadi sono ner___
8) Il comodino è bianc I comodini sono bianch
9) Il vaso è ross I vasi sono ross
10) La tovaglia è giall Le tovaglie sono giall

Inserisci i seguenti aggettivi vicino al loro contrario, come nell’esempio.

antipatico basso brutto cattivo chiuso economico falso freddo magro maleducato

moderno nero poco povero ruvido scomodo scuro silenzioso sporco vecchio

1) alto é«» 11) educato


2) antico ________ 12) grasso
3) aperto ________ 13) liscio
4) bello ________ 14) molto
5) bianco ________ 15) nuovo
6) buono ________ 16) pulito
7) caldo ________ 17) ricco
8) chiaro ________ 18) rumoroso
9) comodo ________ 19) simpatico
10) costoso ________ 20) vero

Quaderni del PLIDA C8 A l 41


esercitazion i d id attich e

03 a Completa il testo con la forma corretta dell’aggettivo, come nell’esempio.

Per (molto) wioLti stranieri le città (italiano) vtaiioM sono (bello)____________


perché sono (ricco)____________di m onumenti, chiese e palazzi (storico)____________ ..
(Altro) ____________ persone, invece, pensano che la (tip ico )____________città (italiano)
___________ sia (caotico)_______________ j con (poco) ______________ mezzi (pubblico)
__________ , (scarso)____________spazi (verde)____________ e (troppo)____________ mac­
chine. È vero, il traffico è (eccessivo)____________e (rumoroso)____________ in Italia. Ma nei
(piccolo)___________ paesi l’aria è ancora (pulito)____________ , le strade sono abbastanza
(silenzioso)___________ e le persone conducono una vita meno (frenetico)____________ .

b Adesso inserisci nello schema in basso gli aggettivi che hai usato nell’esercizio precedente.

Maschile Femminile

singolare plurale singolare plurale


1
11
111
ì1
11
.111
11
11
»1
11
11
«

OD Inserisci l’articolo indeterminativo e concorda gli aggettivi con i nomi.

1) ___ amico tedesc___ 11) ___ tavolo prenotat___


2) __amica chiacchieron.____ 12) ___ palazzo modern___
3) ____ libro noios___ 13) ___ storia awenturos___
4) ___ persona generos___ 14) ___ lavoro faticos___
5) ___ panino cald___ 15) ___ vacanza economie__
6) ___ gatto affettuos___ 16) ___ avvocata affermat___
7) ___ bambina piccol___ 17) ___ giocattolo nuov___
8) ___ zaino colorai___ 18) ___ armadio apert___
9) idea buon___ 19) ___ bicicletta vecchi___
10) ___ sportivo muscolos___ 20) ___ tappeto antic___

42 Quaderni del PLIDA ©8 A l


m Collega le parole sottolineate alla categoria grammaticale indicata, come nell’esempio.

NOM E

“DaÌGiggetto”
Ristorante con cucina ¡dichiaratamente casalinga.
Prezzo medio.

7
AGGETTIVO

NOME
---------------------------------------------------------------------------------------

Trattoria “Qui si mangia”


Cucina leggera, non solo tradizionale, a base di carne e pesce,
e atmosfera confortevole e rilassante.
Menù economico.
V____________________________________________________________
AGGETTIVO

NOM E

Osteria “Dal Gallo d’oro”


La vera cucina tradizionale, con i piatti di “una volta” e ingredienti casalinghi.
Anche m enù vegetariano.
V_________________________________________________________________________'
AGGETTIVO

NOME
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------ .

“L’Archetto”
Cucina calabrese.
Aperto fin dal mattino (ma chiuso la sera) è una trattoria popolare con i più tipici piatti locali.
_____________________________________________________________________________ - J
AGGETTIVO

Quaderni del PLIDA Ci®A l


esercitazioni didatti che

@3 Completa gli aggettivi nel testo con la lettera finale.

La casa di Francesco è molto piccol__ma bell__ . È una casa comod__, m odern__e molto silen-
zios__. Francesco è davvero content__perché è difficile in questo periodo trovare una casa
carin__a prezzi economie__ .
Insieme a lui vivono la sua ragazza, Alessia, e Tuzzi, una gattina molto simpatie__. Alessia è una
bell__ragazza: è alt__ , magr__e ha i capelli molto lungh__ e ricc__ . Alessia non è solo bell__
ma è anche una brav__cuoca. Francesco è un uom o proprio fortunat__ .

Riscrivi il testo sostituendo gli aggettivi sottolineati con quelli di significato contrario indicati nella
lista sotto al testo, e concordali con i nomi a cui si riferiscono, come nell’esempio.
Attenzione, gli aggettivi della lista non sono in ordine!

La casa di Francesco è molto piccola ma bella. È una casa comoda, moderna e molto silenziosa. Francesco
è davvero contento perché è diffìcile in questo periodo trovare una casa carina ed economica.
Insieme a lui vivono la sua ragazza, Alessia, e Tuzzi, una gattina molto simpatica. Alessia è una
bella ragazza: è alta, magra e ha i capelli molto lunghi e ricci. Alessia non è solo bella ma è anche
una brava cuoca. Francesco è un uomo proprio fortunato.

corto antipatico sfortunato brutto costoso cattivo grasso brutto bruttino


brutto scomodo rumoroso antico basso liscio scontento grande

La/ casìc dà Francesco è- Miotto groauLe,..._______________________________________________________

@3 Completa il testo con gli aggettivi, e concordali con il nome. Attenzione, gli aggettivi non sono in ordine!

italiano costoso rosso ampio gustoso interessante bello fastidioso

simpatico breve tedesco silenzioso alto rotondo

Caro Mario,
ti scrivo questa___________ mail da Venezia, una città assolutamente da vedere! Sono seduto con il
computer in un bar vicino a Piazza San Marco. Il posto è ___________ , ma un po’___________ (10
euro per un caffè!). Ci sono tavolini___________ e di colore____________, un’___________ fine­
stra, e ora sto mangiando il gelato p iù ___________ del mondo! Al tavolino accanto a me ci sono tre
signore____________, di Berlino, con i loro figli. È una scena m olto_______ : le mamme leggo-

44 Quaderni del PLIDA . Al


I no e i bambini giocano ma sono___________ , le loro voci non si sentono. Invece, sento benissimo una
m am m a___________ con i suoi due bambini che sono a molti metri da me. Loro parlano ad
___________ voce, sono____________ma anche____________. Ora ti lascio, e ti dico solo che resto
qui un mese. Ti abbraccio. Riccardo.

A3 Completa le frasi con il verbo “costare” e l’aggettivo dimostrativo, come negli esempi.

1) Quanto costa, au&sto vestito? 7) Quanto sciarpa?


2) Ouanto costarlo noestc guanti? 8) Quanto scarpe?
3) Quanto camicia? 9) Quanto calze?
4) Quanto giacca? 10) Quanto cappotto?
5) Quanto cappello? 11 ) Quanto pantaloni?
6) Quanto calzini? 12) Quanto completo?

03 Completa le frasi con l’aggettivo o il pronome dimostrativo “questo”, concordandolo in modo


corretto, come nell’esempio.

1) Questo è il mio fidanzato.


2) notizia lo ha colpito molto.
3) gelato è squisito!
4) anno ho fatto solo una settimana di vacanze.
5) nostri amici di Perugia sono simpaticissimi.
6) giornata sarà impegnativa.
7) parole sono molto forti!
8) ciliegie le ho pagate care.
9) è la madre di Cinzia.
10) allergia non mi è ancora passata.

03 Completa le frasi con l’aggettivo o il pronome dimostrativo “quello”, concordandolo in modo


corretto, come nell’esempio.

1) Quello è il nuovo ospedale.


2) dolce che mi hai portato è veramente buono.
3) vigile sta facendo molte multe.
4) è l’arena di Verona.
5) ragazzi giocano sempre a calcio. Ma quando studiano?
6) scarpe mi stanno strette. Se vuoi te le regalo.
7) orologio non funziona più.
8) amici di Paola non vengono con noi al mare.
9) è la nostra fermata dell’autobus.
10) che ti ho detto deve restare un segreto.

Quaderni del PLIDA •• A l 45


esercitazion i d id attich e

€0 Riscrivi e metti in ordine i seguenti numeri.

diciassette uno quattordici sedici quattro cinque otto dieci diciannove diciotto
nove sei due quindici undici dodici zero tredici sette venti tre

GB In basso ci sono le date di compleanno degli amici di Carlo. Scrivi i mesi in lettere, come nelVesempio.

Barbara 31/1 -► 31 flemudo Valerio 10/7 —►


Marco 10/2 —► Chiara 1/8 —►
Susanna 24/3 —► Tommaso 14/9 —►
Paolo 8/4 —► Lorenzo 27/10 —►
Diana 12/5 —► Francesca 23/11
Sandra 13/6 —► Amedeo 2/12 -►

m Scrivi in lettere il risultato delle seguenti operazioni, come nelVesempio.

a) 3+2 = cuujue-
b) 7+ 2 =

c) 20 - 3 =

d) 2-1 =

e) 9x2 =

f) 18 : 2 =
g) 5x3 =

h) 12 - 4 =

i) 10 + 1 =

1) 8 :2 =
m) 3x2 =

n) 9 :3 =

o) 20 - 1 =

P) 8x2 =

q) 13 + 1 =

r) 20 : 2 =

46 Quaderni del PLIDA CSI Al


60 Scrivi i nomi dei luoghi dove Anna vuole andare, sotto le preposizioni “a” o “in”.

Brasile Francia Madrid Canada Londra Berlino Egitto Stoccolma

Siria Messico New York Tokyo Sidney Giappone Parigi

Anna vuole andare Anna vuole andare


a in

09 Inserisci le preposizioni “a” o “in”.

DIALOGO AL TELEFONO

■ Ciao Paolo, sono Nicola, come va?


• Oh, ciao Nicola, io sto abbastanza bene, e tu?
■ Bene anch’io. Ma dove sei? Sento molte voci e una musica.
• Ora s o n o _____ libreria, sto cercando un libro per Angela, domani è il suo compleanno. Ma
tu sei al lavoro?
■ Sì, s o n o _____ scuola, s o n o ______ pausa. Q u i______ terrazza siam o ______tre, alle undici
usciamo sempre insieme a fumare. Ma senti, non ho molto tempo. Tra cinque m inuti torno
_____ classe e lavoro fino all’una. Stasera v ie n i_____ teatro con noi? Siamo io, Gianni e
Costanza. Dopo mangiamo insieme un piatto di p asta_____ casa di Costanza,_____ Trastevere.
• Va bene, m a _____ che ora andate? Perché io lavoro fino alle sei e mezzo, e sono senza macchi­
na.
■ Lo spettacolo inizia alle nove. Puoi prendere la metropolitana e _____ dieci m inuti arrivi
_____ teatro. Per la macchina non c’è problema, ci sono le moto di Costanza e Gianni per to r­
nare _______ casa.
• Ma scusa, qual è il teatro?
■ L’A rgentina,_____ via Pallavicini.
« Ah sì, d’accordo. Ci vediamo lì venti m inuti prima.
■ Sì, perfetto.

Quaderni del PLIDA €¡8 A l 47


esercitazioni didattiche

9] Inserisci i seguenti a v v e r b i d i te m p o al posto giusto, come nell’esempio.

domani dopodomani ieri l’altroieri oggi

19 ottobre 20 ottobre 21 ottobre 22 ottobre 23 ottobre

® Coniuga il presente dei verbi “essere” e “avere”.

r -----------------------------
Essere Avere

Io
Tu
Lui/Lei
Noi
Voi *

Loro
V

fS Completa lo schema, coniugando il presente del verbo “essere”.

I o _______________________
T u ________________________
Lui/Lei______________________
N o i_______________________
V oi________________________ in vacanza a Venezia.
L oro________________________
Fabio________________________
G ianna______________________
Io e M ichela_________________
I miei genitori________________
Tu e le i______________________

48 Quaderni del PLIDA C5&A l


(EH Sottolinea il verbo corretto, come nell’esempio.

“Ciao. Mi chiamo M arta D’Angelo e ho/sono 35 anni. Ho/Sono siciliana ma abito a Napoli da
otto anni per motivi di lavoro: ho/sono giornalista. Ho/Sono sposata da cinque anni e ho/sono
molto innam orata di mio marito, Tiziano. Siamo/Abbiamo una bambina di tre anni che si chia­
ma Gaia. Cerco di passare con lei molto tempo anche se a volte ha/è difficile perché lavoro
molto. A volte ci aiutano i genitori di Tiziano, magari vanno a prendere Gaia all’asilo.
Hanno/Sono molto affettuosi con lei ma senza viziarla. Loro sono/hanno uno splendido giar-
dino con le statue di Biancaneve e i sette nani e Gaia è/ha felicissima di giocarci. Che altro dire?
Ho/Sono anche molto sportiva e tre volte a settimana vado in palestra o a correre nel parco vici­
no casa. Ho/Sono molto soddisfatta della mia vita”.

03 Riscrivi il testo dell’esercizio precedente alla 3apersona singolare.

Attenzione!
Abbiamo diventa hanno, ci aiutano diventa li aiutano.

Si chiama, Marta/ D'Angelo..._______________________________________________________

Quaderni del PLIDA Mi A l 49


esercitazioni didattiche

m Riscrivi il testo cambiandolo, dove necessario, al maschile.

Attenzione!
Tiziano diventa Tiziana, abbiamo diventa hanno, ci aiutano diventa li aiutano.

Sù ckìaMuv Marco D'Angelo..._______________________________________________

Inserisci “c’è” o “ci sono”.

Nel frigorifero di Tania:

______________i pom odori e l’i n s a l a t a ______________ una confezione di latte


_____________ _ le zucchine ______________un dolce che ha fatto sua madre
_____________ le carote ______________due limoni
______________il burro ______________le fragole
______________le uova
______________il prosciutto
______________il succo di frutta
______________la ricotta
______________ una bottiglia di spumante
______________ due bottiglie di vino

50 Quaderni del PLIDA CS A l


§0 “C’è” o “ci sono”? Scegli l’espressione giusta.

Venite a studiare italiano nella nostra scuola! C’è/Ci sono corsi intensivi (quattro ore) la m atti­
na, e corsi non intensivi (tre ore) il pomeriggio. C’è/Ci sono anche la possibilità di fare lezione
individualmente. Nella nostra scuola c’è/ci sono insegnanti preparati e c’è/ci sono un metodo
di studio impostato sulla comunicazione.
Oltre a studiare la lingua italiana è possibile anche seguire corsi di cultura italiana: c’è/ci sono I
corsi di storia, letteratura, arte, cinema, musica, geografia, folklore e tradizioni. Una volta al
mese, c’è/ci sono anche un seminario di cucina italiana.
Se siete sportivi, c’è/ci sono un centro sportivo a 50 m etri dalla scuola, dove potrete fare ginna­
stica, giocare a calcio, tennis e pallacanestro o usufruire della piscina.
Insomma, c’è/ci sono mille motivi per venire nella nostra scuola!

É0 Collega il nome di ogni mestiere alla frase corretta, coniugando al presente indicativo il verbo
scritto all’infinito, come nell’esempio.

1) Il medico (scrìvere) serlas articoli.


X a'
2) Il tassista / / B. (dipingere) i quadri.
3) Il fotografo (lavorare) nel bar.
/ C
4) Il pittore / D. (curare) i malati.
5) Il cantante E. (lavorare) in casa.
6) Il cuoco F. (fare) le fotografie.
7) Il barista G. (preparare) da mangiare.
8) La casalinga / H. (cantare) le canzoni.
9) Il cameriere / I. (guidare) il taxi.
10) Il giornalista-^ L. (lavorare) al ristorante.

Quaderni del PLIDA Cit A l 51


esercitazioni didattiche

a Inserisci nella tabella i v e r b i sottolineati nel testo, come nell’esempio.

Caro Marc, come stai? E Jeanne, studia sempre anatomia? Appena lei supera l’esame venite a tro ­
varci! Noi qui a Roma stiamo bene. Il tempo è davvero bello, c’è sempre il sole e la sera ci sono
molti concerti. In questo periodo abitiamo in una grande casa, proprio vicino al Pantheon. Così,
io passeggio per le strade del centro, e Ingrid compra un gelato al giorno da Giolitti. Sono così
buoni. Hai ragione tu, gli italiani sono sempre gentili, e parlano con noi lentamente. È strano,
ma ho notato che usano spesso l’infìnito quando sono di fronte ad uno straniero. A volte a piedi
arriviamo al Pincio e guardiamo il panorama: è stupendo! Voi amate Firenze, lo so, ma anche
Roma è bellissima.
Ti saluto e ti abbraccio. Bob.

Persona Singolare Plurale


Prima persona (Io) (Noi)

Seconda persona (Tu) sta i (Voi)

Terza persona (Lui/Lei) (Loro)

gfflb Coniuga in tutte le persone il verbo “arrivare”.

Persona Singolare Plurale


Prima persona (Io) orrum (Noi)

Seconda persona (Tu) (Voi)

Terza persona (Lui/Lei) (Loro)


\ ___________________________

52 Quaderni del PLIDA G ì A l


a Inserisci nella tabella i v e r b i sottolineati nel testo, come nell’esempio.

I PROBLEMI DEL CUORE


Cara Giulia,
ti scrivo questa brevissima e-mail perché ho bisogno del tuo aiuto. Il mio problema è questo:
non vedo quasi mai mio marito! Lui lavora all’estero, e prende cinque aerei al mese. Abbiamo
una bellissima bimba di sette mesi, ma lei non vede quasi mai il padre. Perdiamo molto tempo
a parlare di questa situazione, ma non c’è soluzione, lui ama il suo lavoro e dice che in questo
momento non vuole e non può cambiare la sua carriera. Poi, quando è qui con noi, decide tutto
lui, e corriamo sempre il rischio di litigare. Quando invece è lontano, io e Sofia quasi non esi­
stiamo. In questo modo lui delude le mie aspettative, le mie esigenze e mette in crisi ogni pro­
getto di vita di coppia. Lui dice di amarmi e che è una condizione momentanea, ma io non gli
credo più. Le mie amiche non capiscono e non vedono dov’è il problema. Mi dicono solo: “Voi
non correte il rischio di annoiarvi insieme. Siete fortunati!”. Io mi sento sola e depressa. Beh, se
conosci altre situazioni di questo tipo, ti prego di darmi un consiglio.
Lettera firmata.
... ... ” 1“ >
Persona Singolare Plurale
Prima persona (Io) scruni (Noi)

Seconda persona (Tu) (Voi)

Terza persona (Lui/Lei) (Loro)

'i

(31b Coniuga in tutte le persone il verbo “vedere”.


<
Persona Singolare Plurale
Prima persona (Io) (Noi)

Seconda persona (Tu) (Voi)

Terza persona (Lui/Lei) (Loro)

Quaderni del PLIDA GS A l 53


esercitazioni didattiche

Completa il dialogo, coniugando al p r e s e n t e in d ic a tiv o i verbi tra parentesi, come nell’esempio.

DIALOGO IN UFFICIO
Quando (arrivare) arriva, Antonio?
Oggi non (esserci) __________ , (stare)____________ male. (Tornare) , dopodomani.
■ Ma io non (vedere) nemmeno Maria. (Stare) tutti male oggi?
• No, lei (avere)____ _ un permesso. (Portare)___________ sua figlia dal dottore
perché (avere)________ una brutta tosse.
■ E (mancare)________ . anche Luisa e Gianni, ho saputo che (partire)____________
_________ per il
Belgio nel pomeriggio... È incredibile, (rimanere) solo noi due in ufficio. E il
capo?
• Lui è sempre qui, non (riposare)___________ mai, non (essere)____________ mai malato,
non (dormire)___________ . mai, non (soffrire)____________il freddo o il caldo... insomma
non (essere)___________ umano!
■ Ma no, (essere)___________ semplicemente ammalato di lavoro, (pensare)____________sempre
a quello, e infatti alla sua età non (avere) . nemmeno famiglia. Prepariamoci ad una
giornata faticosa... sai quante volte squilleranno i nostri telefoni oggi? Beh, è meglio non pensar­
ci, andiamo prim a al b a r... ti (io/offrire)_________ un caffè.

60 Completa le frasi coniugando al presente indicativo i verbi tra parentesi.

1) Mio marito (dormire) circa nove ore a notte altrimenti (stare)


_____________male.
2) Abbiamo cambiato idea. Noi non (partire)________
__________ più questa sera. Voi
(partire)_____________presto domani?
3) La mia professoressa di matematica (soffrire)_____ di claustrofobia.
Non (prendere)_____________mai l’ascensore.
4) Se tu (partire)_____________domani vengo con te.
5) Mia nonna Marisa (essere) . un po’ sorda: non (sentire)
molto bene.
6) Se (tu/riparare)_________ il mio m otorino ti (io/offrire) la cena.
7) A che ora (voi!aprire) . _____ il negozio?
8) Paola e Marco (essere) molto gentili: ci (loro/offrire) sempre
ospitalità quando (noi/andare) ._________ a Verona.
9) Ogni volta che (io/passeggiare)_________ per il centro di Napoli
(io/scoprire)_____________sempre un angolo nuovo della città.
10) Con questa musica rumorosa non (voi/sentire)_____________mai quando vi
(io/chiamare)_____________!

54 Quaderni del PLIDA Al


ggì Completa la coniugazione dei verbi “a n d a r e ” e “ u s c i r e ” .

Io andò Io eico

Tu ________ Tu
L u i / L e i ________ Lui/Lei
Noi ________ Noi
Voi ________ Voi
Loro ________ Loro

g fl Completa il testo con i verbi della lista al presente indicativo. Attenzione, i verbi sono in ordine!

guardare dire sudare sudare esserci organizzare essere essere uscire

andare attraversare prendere andare comprare dire sembrare essere

» I VIAGGI DELLA MEMORIA «


La salita e le curve
- di A scanio C elestini* -

(Io) ____________ Paolo Fresu, un famoso scontato, “Una giornata particolare”.


musicista jazz che sta suonando. Un mio amico La libraia m i______________ che in fotografia
.______________ che non (lu i)_____________ (io )____________ più alto e più triste. E invece
mai. Anche io n o n ____________ sul palco, e più basso e più allegro: un
o g g i_______________ la temperatura ideale a nanetto divertente.
Brescia nel teatro grande.
Paolo da quasi vent’a n n i________________un
festival in Sardegna, nel suo paese.
In quei giorni gli spettacoli____________ molti
e lu i_____________ presente a tutti.
Finite le prove per lo spettacolo di stasera, (io)
____________ dal portone e ____________
verso l’albergo. Con un mio amico (noi)
____________ Piazza Vescovato e ____________
un caffè. Dopo, (noi) ________________ in
libreria e (io) ____________ un dvd a prezzo

* attore di teatro (www. repubblica, it)

Quaderni del PLIDA €i® A l 55


esercitazioni didattiche

€75 Completa il testo coniugando al p r e s e n t e in d ic a tiv o i verbi tra parentesi.

ne

Erasmus
Progetto Erasmus (permettere) “Ho scelto l’Erasmus spinto dai racconti degli

n _____________ agli studenti universi­ amici”.


tari di studiare all’estero per un certo Carmen: “In Spagna (studiare)_____________
periodo di tempo. Creato nel 1987, ha permes­ Storia, qui (seguire) ________________ corsi
so a più di un milione di giovani europei di stu­ di Storia contemporanea all’Università di Roma
diare in università di altri Paesi. Di questi, più di Tre”.
100 mila (essere) ________________ italiani. Diego: “Io (seguire)________________ , i corsi
Conosciamo insieme le esperienze di alcuni di di Archeologia a Roma Tre, però, qui a Roma,
loro. (esserci)________________ alcuni problemi.
Marta Maggiano, 21 anni, romana. (Essere) Per esempio, gli affitti (essere)
_________________ al terzo anno di Scienze ________________ troppo cari, io (pagare)
politiche alla Luiss di Roma. Da settembre (par­ _________________ 500 euro al mese per la
tecipare) ________________ a un programma stanza”.
Erasmus all’Università di Nimega, in Olanda.
“(Restare)________________ qui sei mesi per
seguire dei corsi alle facoltà di Legge ed
Economia. (Abitare) ________________ in un
alloggio per studenti che (dividere)
_________________ con spagnoli e inglesi.
(Andare) ________________ ai corsi in bici­
cletta e la cosa mi diverte, freddo e vento a
parte”.
Ugo Lucci, 23 anni, di Albano (Roma), (studia­
re) .___________________ Ingegneria edile
all’Università romana di Tor Vergata. Da pochi
giorni (vivere)________________ a Tolosa.

(www. elimagazines. com)

56 Quaderni del PLIDA G® A l


É0 Completa la seguente e-mail coniugando i verbi della lista al presente indicativo.
Attenzione, i verbi non sono in ordine!

andare andare avere avere avere essere esserci iniziare scrivere andare

600 Nuovo messaggio CO


c. £ o j A} j l J
Ai lega Rubrica Font Colori Registra bozza

A: luigi@telnet.it
EE: Oggetto:

Ciao Luigi, ti (io) un email perché al telefono non rispondi.


Oggi non vengo in palestra perché. ______________ un appuntam ento di lavoro alle sei, e poi
devo accompagnare le bambine dal dottore._________________ un po’ di febbre e la tosse. Luisa
non può accompagnarle p e r c h é ____________ _ l’esame della patente! L’esame
._________________alle 16.00 ma Luisa non sa quanto tempo d u ra ._________________ molto
emozionata e se l’esam e_______ bene stasera tutti e quattro a
festeggiare. Ovviamente offre lei!
Ah, senti, domani s e ra ________ il concerto degli Agricantus a Caserta. Dobbiamo
andarci. Io e Luisa____________ sicuramente, volete venire anche voi?
Rispondimi o telefonami sul cellulare.
Ciao
Francesco

60 Completa il testo coniugando i verbi tra parentesi all’imperativo informale singolare (tu).
Attenzione, c’è anche la forma negativa!

>go di b i g
a) Non (usare)____________ navigazione a motore entro 300
le spiagge come depositi di m etri dalle coste sabbiose e 150
rifiuti. dalle scogliere.
b) Non (gettare) g) (Informare)____________ la
_____________i sacchetti di più vicina Capitaneria di Porto
plastica in mare. se la spiaggia è inaccessibile per
c) Non (buttare) la presenza di case.
in mare mozziconi di h) (Limitare) . l’uso di shampoo o
sigarette. bagnoschiuma durante la doccia in spiaggia.
>.nuovoconsumo.it)

d) (Evitare)_________ di provocare i) (Stare)_____________ attento durante la


rum ori fastidiosi per gli altri. navigazione alle boe di segnalazione dei
e) Non (raccogliere)____________ stelle subacquei.
marine, coralli e molluschi. 1) (Segnalare)____________ alla Capitaneria
f) (Rispettare)_____________il divieto di di Porto un eventuale scarico abusivo.

Quaderni del PLIDA . Al 57


esercitazioni didattiche

63 Dopo aver letto la seguente ricetta, riscrivi i verbi sottolineati a l l ’i m p e r a t i v o i n f o r m a l e s in g o la r e ,

come nell’esempio.

r.il e i rjy h hil rj y O I n C r i n

I car ’lofi al -a giudia


D osi per 4 persone:
8 carciofi romani; 1 limone; olio extra vergine d’oliva;
pepe nero; sale.

Prendere dei carciofi romani senza spine.


Togliere le foglie esterne più dure.
Mozzare le punte ai carciofi.
Tagliare il gambo a due-tre centimetri dalla testa del carciofo.
Sbucciare tutti i gambi.
Allargare i carciofi il più possibile.
Mettere i carciofi in acqua fredda per alcuni minuti.
Spremere nell’acqua un limone, così non diventano scuri.
Asciugare molto bene i carciofi.
Scaldare abbondante olio extra vergine d’oliva nella padella.
Quindi immergere i carciofi con il gambo all’insù nell’olio bollente.
A metà cottura girare i carciofi e controllare la doratura.
Asciugare i carciofi con carta assorbente.
Quindi servire tutto ancora caldo.

Prendi' dei carciofi romani senza spine.


_____________ le foglie esterne più dure.
_____________ le punte ai carciofi.
_____________il gambo a due-tre centimetri dalla testa del carciofo.
_____________tutti i gambi.
_____________i carciofi il più possibile.
_____________i carciofi in acqua fredda per alcuni minuti.
_____________ nell’acqua un limone, così non diventano scuri.
_____________molto bene i carciofi.
_____________abbondante olio extra vergine d’oliva nella padella.
Q u in d i_____________i carciofi con il gambo all’insù nell’olio bollente.
A metà c o ttu ra _____________i carciofi e _____________ la doratura.
_____________i carciofi con carta assorbente.
Q u in d i_____________tutto ancora caldo.

58 Quaderni del PLIDA C i l A l


ETTI Riscrivi i verbi tra parentesi a ll’i m p e r a t i v o i n f o r m a le p l u r a l e (voi), come nell’esempio.

IL DECALOGO DEL BAGNANTE EDUCATO


a) Non (usare) cucete, le spiagge come depositi di rifiuti.
b) Non (gettare) _______________ i sacchetti di plastica in mare.
c) Non (buttare) _______________ in mare mozziconi di sigaretta.
d) (Evita)_______________di fare rum ori fastidiosi per gli altri.
e) Non (raccogliere)_______________ stelle marine, coralli e molluschi.
f) (Rispetta)_______________il divieto di navigazione a motore entro 300 m etri dalle
coste sabbiose e 150 dalle scogliere.
g) (Inform a)_______________ la più vicina Capitaneria di Porto se la spiaggia è
inaccessibile per la presenza di case.
h) (Limita)______________ l’uso di shampoo o bagnoschiuma durante la doccia in spiaggia.
i) (Stai)_______ _____ _ attenti durante la navigazione alle boe di segnalazione dei subacquei.
1) (Segnala)________________ alla Capitaneria di Porto un eventuale scarico abusivo.
{■www.nuovoconsumo. it)

m Riscrivi il testo. Dove il verbo è negativo cambialo in positivo, e viceversa, come nell’esempio.

IL DECALOGO DEL BAGNANTE MALEDUCATO

a) (Non usare) Usa, le spiagge come depositi di rifiuti.


b) (Non gettare)_______________ i sacchetti di plastica in mare.
c) (Non buttare)_______________in mare i mozziconi di sigaretta.
d) (Evita)_______________ di fare rum ori fastidiosi per gli altri.
e) (Non raccogliere)_______________ stelle marine, coralli e molluschi.
f) (Rispetta)_______________ il divieto di navigazione a m otore entro 300 m etri dalle
coste sabbiose e 150 dalle scogliere.
g) (Inform a)______________ _ la più vicina Capitaneria di Porto se la spiaggia è
inaccessibile per la presenza di case.
h) (Limita)______________ l’uso di shampoo o bagnoschiuma durante la doccia in spiaggia.
i) (Stai)_____________ attento durante la navigazione alle boe di segnalazione dei subacquei.
1) (Segnala) _______________ alla Capitaneria di Porto un eventuale scarico abusivo.
(www. nuovoconsumo. it)

Quaderni del PLIDA (5® A l 59


esercitazioni didattiche

© Inserisci i verbi della lista al posto giusto, coniugandoli all’imperativo informale singolare (tu),
come nell’esempio. Attenzione, i verbi non sono in ordine!

brindare bruciare buttare accendere baciare bere fare fare mangiare

Auguriamo a tutti buone feste e per la notte di Capodanno, mi raccomando:


_______________ qualcosa di nuovo e anche qualcosa di colore rosso, soprattutto la biancheria
intima;
a______________ qualcuno sotto un ramo di vischio a mezzanotte;
_______________ un fuoco e _______________ un grande ceppo di legno;
_______________le lenticchie con o senza lo zampone;
._______________champagne o spumante e brinda, all’anno nuovo;
_______________ tanti botti e fuochi d’artificio... ma con tanta, tanta prudenza;
_______________le cose vecchie dalla finestra... m a _______________ attenzione che non ci
sia nessuno sotto.

© Scegli, per ogni riga, dove inserire la parola della colonna di destra, come nell’esempio.

Luciana è una # brasiliana, di Bahia. Ha 25 ragazza


anni e studia la lingua italiana a Siena. Studia
italiano perché nonno, il padre di sua madre, è suo
italiano, di paese vicino Cosenza, in Calabria. un
Lì ha molti parenti che ancora conosce. Forse non
estate andrà a trovarli. quest’
Luciana resta a Siena ancora per un po’ di
tempo e due mesi andrà a vivere Milano, dove tra, a
abitano i suoi cugini Gabriela Jorge. e
Ora come cameriera in un ristorante ma a lavora
Milano spera di poter fare suo lavoro, cioè la il
fisioterapista. Ha saputo che Milano è una città
vivace, che offre molte possibilità di lavoro
anche se il clima è un po’. freddo
Il suo sogno è di restare Italia e, magari, cono­ in
scere un bel ragazzo. italiano
G__________________________________________

60 Quaderni del PLIDA ( Al


Completa l’articolo coniugando i verbi tra parentesi al presente indicativo o all’imperativo
informale plurale (voi).

w w w .p a r c h i l a z i o .i t
l t f O K T N L I U P f l C I N . 1 D ite C fc m H W O I X T I A tO lO im u

Il parco (presentare) migliaia di uccelli acquatici


m entre i m am m iferi, molto
una notevole varietà m eno num erosi, (essere)
ambientale, che (essere) rappre­
_______________ legata sentati da anim ali come
alla ricchezza dei grandi l’istrice, il tasso e il cinghiale.
fiumi e alla presenza di Inoltre, (ricordare) __________
una vegetazione che, i nostri consigli se (decidere)
dalla macchia m editerranea, (lei/arrivare) ____di visitare queste zone:
________________ sino al bosco di faggi. - (scoprire) ___________________ il bosco e la
I laghi (rappresentare) ___________________ Caldara di Manziana.
un elemento rilevante anche sul piano fauni­ - (andare) ___________________a vedere il
stico: (esserci) ___________________________ Castello Orsini-Odescalchi.
E non (perdere) ____________________
anche la Collegiata di Santo Stefano, le
chiese di Santa Maria Novella e della
M adonna del Riposo a Bracciano.
Vi (noi/aspettare)_________________,
(cogliere) ____________________
l’occasione di conoscere un piccolo
gioiello naturalistico e di rilevante
importanza storica del Lazio.

(www.parchìlazìo. it)

Quaderni del PLIDA 08A l 61


esercitazioni didattiche

@0 Completa l’articolo coniugando i verbi della lista al presente indicativo, come nell’esempio.
Attenzione, i verbi sono in ordine!

dire confermare affermare fare mangiare rivelare andare esserci tornare navigare

risultare continuare esserci andare essere essere parlare

la Repubbhca.it ^ 1

Affarl&FInanza Sport Spottacoll&Cultura TecnoToglo&Scicmzo Motori Moda Casa&Deslgn Viaggi

RopubblleaTv ; Politica : Cronaca ! Edizioni locali i Esteri ; Ambiente : Seuola&Glovanl ; Nowscontrol ; Q raporO ra I Blog

Pausa pranzo addio


li italiani___________________ addio

G alla pausa pranzo, e sono dati che

un’impressione diffusa. Questa nuova indagine


___________________ che a mezzogiorno un
italiano su d u e _________________________ ditutto,
ma di sicuro n o n _________________________ .Infatti,
le percentuali ___________________ che circa
un terzo degli italiani a quell’ora
___________________ a fare shopping.
Poi ___________________ un 24% che ______________________ poi alcuni italiani che
___________________ in ufficio perché così all’ora di p ran zo ___________________ in pale­
su Internet in piena tran­ stra: la percentuale ___________________anco­
quillità e, cosa ancora più sorprendente, dall’in­ ra bassa, m a ___________________ comunque
chiesta che un’alta per­ un dato significativo (poco più del 5%).
centuale di italiani, circa il 18%,
___________________ a lavorare.
(www.repubblica.it)

62 Quaderni del PLIDA G® A l


m Metti in ordine nello schema in basso i nomi dei giorni della settimana, dei mesi e delle stagioni.

agosto aprile luglio giugno inverno marzo febbraio martedì maggio


primavera giovedì autunno sabato ottobre mercoledì novembre
estate dicembre gennaio settembre venerdì domenica lunedì

£ - « ■» ¡A
Giorni Mesi Stagioni

______________ J

@8 Dove si comprano queste coseì Scrivile nel posto o nei posti giusti.

acqua pane pasta riso biscotti pesce latte carne vino pizza dolci torta
verdura paste uova cioccolatini frutta formaggio olio yogurt tè

r<f A
Forno Frutteria Macelleria Pasticceria Pescheria Supermercato

V _____________ )

SO Separa la fru tta dalla verdura.

funghi limone melanzana cocomero zucchina patata melone banana spinaci

ciliegie fragole cipolla pesca albicocca broccoli cavolfiore


cetriolo mela pera prugna carciofi arancia uva

Verdura:__________

Frutta:

Quaderni del PLIDA 0 3 A l 63


esercitazioni didattiche

§0 Collega ogni c o s a al n e g o z io in cui è possibile acquistarla, come nell’esempio.

giornale - Farmacia
medicine
lavatrice
quaderno Ferramenta
alcol
sigarette
ferro da stiro Negozio di elettrodomestici
francobolli
martello
termometro Cartoleria
televisore
penna
chiodi Tabacchi
ovatta

-Edicola

SD Inserisci le parole della lista nella categoria giusta.

camion autobus motorino moto tram macchina

bicicletta barca pullman treno traghetto aereo

Mezzi pubblici di trasporto:____________________________________________

Mezzi privati di trasporto:

64 Quaderni del PLIDA 0 3 A l


A quale parte del corpo si riferiscono queste liste di parole? Scrivi per ogni lista la categoria giusta,
come nell’esempio.

Il corpo umano La gamba La testa La mano

a) dito - pollice - palmo - unghie

Ltv nuoto

b) caviglia - polpaccio - ginocchio - coscia

c) bocca - naso - occhi - guance - fronte - mento - orecchie

d) gambe - pancia - petto - spalle - schiena - braccia - collo - testa

(¡0 Collega le parole di sinistra con il significato corrispondente nella colonna di destra, come
nell’esempio.

1) secondo------- a) sessanta minuti


2) minuto b) dodici mesi
3) ora \ c) sette giorni
4) giorno V d) dieci anni
5) settimana --------- ^ e ) frazione di 1 minuto
6) mese f) primavera, estate, autunno, inverno
7) anno g) circa 30 giorni
8) stagioni h) ventiquattro ore
9) decennio i) cento anni
10) secolo 1) sessanta secondi

Quaderni del PLIDA CSS A l 65


esercitazion i d id attich e

@0 Scegli la definizione corretta del nom e di parentela.

a) Chi è il nipote? 1) il figlio di due persone non sposate


2) il fidanzato della sorella
3) il figlio della sorella o del fratello

b) Chi è la bisnonna? 1) una nonna con tanti nipoti


2) una nonna molto forte
3) la madre del nonno o della nonna

c) Chi sono i genitori? 1) il padre e la madre


2) i figli più grandi
3) i figli più piccoli

d) Chi sono i conviventi? 1) due amici che vanno in vacanza insieme


2) due persone che vivono insieme ma non sono sposate
3) due persone che si amano e sono dello stesso sesso

e) Chi sono i suoceri? 1) i figli degli zii


2) le persone che battezzano il bambino
3) i genitori del marito o della moglie

f) Chi è il genero? 1) il figlio di due persone divorziate


2) il marito della figlia
3) il fratello del cognato

g) Chi è la nuora? 1) la moglie del figlio


2) la figlia unica
3) la gemella della madre

h) Chi è il cugino? 1) il fratello dello zio


2) il prim o figlio del nonno
3) il figlio dello zio o della zia

i) Chi è il figlio unico? 1) il figlio più grande


2) il figlio senza fratelli o sorelle
3) il figlio più piccolo

1) Chi è lo scapolo? 1) l’uom o non sposato


2) l’uom o divorziato
3) l’uom o a cui è m orta la moglie

66 Quaderni del PLIDA 03 Al


@3 Metti l ’a r t i c o l o adatto, e indica se l’affermazione è vera o falsa.

VERO FALSO

1) frigorifero è in bagno □ □
2) forchette sono in cucina □ □
3) pentola è in salotto □ □
4) coltelli sono in cucina □ □
5) sedie sono in bagno □ □
6) _ vasca è in cucina □ □
7) scrivania è nello studio □ □
8) libreria è in cucina □ □
9) divano è in cucina □ □
10) letto è in camera da letto □ □
11) doccia è in salotto □ □
12) comodini sono in camera da letto □ □
13) specchio è in bagno □ □
14) coperte sono in camera da letto □ □
15) cuscini sono in camera da letto □ □
16) lavandino è in bagno □ □
17) doccia è in cucina □ □
18) vasca è in bagno □ □
19) spazzolino è in bagno □ □
20) dentifricio è in bagno □ □
21) piante sono sul balcone □ □
22) televisore è in bagno □ □

Quaderni del PLIDA €¡8 A l 67


prove d’esame Al
PRIMA PROVA D’ESAME A l

ASCOLTARE (20 minuti)

I parte (15 punti)

Ascoltate, dal cd allegato, il servizio meteorologico e segnate con una crocetta la casella che riporta
i gradi esatti delle temperature minime e massime nelle maggiori città pugliesi.

f 1
METTERE QUI
CITTÀ MINIMA MASSIMA
LA CROCETTA

8 13
BARI
4 16

11 16
BRINDISI
12 16

6 12
FOGGIA
7 14

10 15
LECCE
11 16

12 20
TARANTO
10 15
■v,___________________ J

Quaderni del PLIDA CìS A l 71


prove d’esame A l

II parte (15 punti)

Ascoltate, dal cd allegato, queste cinque conversazioni: in quali luoghi si svolgono? Indicate il
luogo giusto segnando una crocetta nel riquadro di destra oppure riportando il numero
d’ordine della conversazione. Dovete indicare solo cinque luoghi: ogni crocetta in più vale tre
punti in meno.

METTERE QUI LA CROCETTA O IL


LUOGHI
NUMERO DELLA CONVERSAZIONE

AEROPORTO

CUCINA

GIARDINO

MACELLERIA

NEGOZIO DI SCARPE

PANETTERIA

PISCINA

PORTO

STAZIONE DEI TRENI

STUDIO MEDICO

TABACCAIO

LEGGERE (30 minuti)

I parte (15 punti)

Nella pagina seguente trovate i disegni di dieci capi d’abbigliamento. Solo cinque fanno parte
del listino. Completate la tabella riportando il prezzo indicato sul cartellino vicino ai disegni.

72 Quaderni del PLIDA G ® A l


CALZINI €

CAPPOTTO €

GIACCA €

CAPPELLO €

MAGLIONE €

Quaderni del PLIDA €3t A l 73


prove d’esame A l

II parte (15 punti)

La pagina di questo menù presenta i piatti in modo disordinato. Scrivete il nome di ciascun piatto
nel settore giusto. Dovete scrivere solo tre piatti per ogni settore; ogni risposta in più vale un punto
in meno.

(>

M e n u V » .
(3 J
V ii/

F rittura d i calam ari

C iliegie

Braciola d i m aiale alla griglia

Fagioli freschi
F iletto d i m anzo a l pepe verde

F iletto d i tonno scottato

Fragole
Gelato alla crema

G am beri alla griglia

S p ied in i d i pollo a l lim one

M elone

M ela n za n e alla griglia

P anna cotta con cioccolato caldo


Peperoni arrosto

Torta d i mele

74 Quaderni del PLIDA 0 8 A l


Piatti a base di carne

Piatti a base di pesce

1.

2.

3.

Piatti a base di verdure

1.

2.

3.

Frutta
\
1.

2.

3. ---------- >

Dolci

Quaderni del PLIDA O® Al 75


prove d’esame A l

SCRIVERE (30 minuti)

I parte

Guardate le vignette qui sotto. Scrivete i dialoghi fra i personaggi oppure descrivete le situazioni
raffigurate nelle vignette.
(Scrivete circa 50 parole: il conteggio comprende anche gli articoli, le preposizioni o le congiunzioni
formati da una sola lettera. Sono accettati esercizi che hanno fino a circa 15 parole in meno del num e­
ro stabilito. I testi che hanno in totale meno di 35 parole saranno annullati).

76 Quaderni del PL1DA csj A l


Quaderni del PLIDA Cì®A l 77
prove d’esame A l

78 Quaderni del PLIDA 0 8 A l


II parte

Siete in vacanza in una città: scrivete ima cartolina a un amico. Descrivete la città e quello che fate li.

(Scrivete circa 35 parole: il conteggio comprende anche gli articoli, le preposizioni o le congiunzioni
formati da una sola lettera. Sono accettati esercizi che hanno fino a circa 10 parole in meno del numero
stabilito. I testi che hanno in totale meno di 20 parole saranno annullati).

Quaderni del PLIDA G ® A l 79


prove d’esame A l

80 Quaderni del PLIDA cag A l


SECONDA PROVA D’ESAME Al

ASCOLTARE (20 minuti)

I parte (15 punti)

Ascoltate, dal cd allegato, i cinque brevi messaggi pubblicitari e indicate il prodotto o il servizio
pubblicizzato, segnando una crocetta nel riquadro di destra oppure riportando il numero
d’ordine del messaggio. Dovete indicare solo cinque prodotti: ogni crocetta in più vale tre punti
in meno.

A
PRODOTTI E SERVIZI METTERE QUI LA CROCETTA O
PUBBLICIZZATI IL NUMERO DELLA PUBBLICITÀ

ALBERGO

AUTOMOBILE

BICCHIERE

GIACCA

PASTA

TAXI

TELEFONINO

TORTA

VIAGGIO IN AEREO

VINO
J

Quaderni del PLIDA 6 8 A l 81


prove d’esame A l

II parte (15 punti)

Ascoltate, dal cd allegato, le indicazioni del servizio clienti di una compagnia telefonica e compi­
late la tabella indicando il numero del tasto che serve per fare le operazioni.

SERVIZIO TASTO DA PREMERE

Per ascoltare i messaggi in un’altra lingua.

Per attivare le nuove offerte della compagnia.

Per chiudere la telefonata.

Per riascoltare i messaggi.

Per ricaricare il telefonino di un’altra persona.

LEGGERE (30 minuti)

I parte (18 punti)

Leggete i sei biglietti riprodotti qui sotto. Ogni biglietto si riferisce a uno dei posti elencati nella pagi­
na seguente: abbinate i biglietti ai posti giusti, scrivendo nella casella di destra il numero del bigliet­
to corrispondente. Dovete indicare solo sei numeri: ogni numero in più vale tre punti in meno.

1 2
Buono
valido per 6
SMA - Forlì a ta
UN PRANZO
COMPLETO 3 EURO Azienda
Data del prestito Trasporti Asti
(14 €)
Pane 0,85
22.03.2005 Arance 1,98
Mele 1,20 A ________
Sapone 1,90
Prova il menù Biglietto valido
della “TORRE” Data di restituzione TOTALE 5,93 70 minuti
GR 110011028
04.04.2005 0,70 €
GRAZIE E ARRIVEDERCI
Arena L IN E E U R B A N E
Copie del libro: 1 si deve timbrare
Le Viole
Stato: buono
Serata di FILALA Comune di Pistoia VA LID O PER VISITARE
LE SALE N. 3 - 4 ■ 5
danza
BIGLIETTO
Esposizione
COMPLETO
Poltrona •M'/hiìV 6,00 EURO
riservalo

82 Quaderni del PLIDA G&A l
SERVIZIO NUMERO DEL BIGLIETTO

AUTOBUS

MUSEO

OSPEDALE

SUPERMERCATO

BIBLIOTECA

AEREO

PALESTRA

AGENZIA DI VIAGGIO

RISTORANTE

TEATRO

PISCINA

Quaderni del PLIDA (Ü A l 83


prove d’esame A l

II parte (12 punti)

Leggete le frasi nella tabella qui sotto e poi guardate i disegni nella pagina seguente: a quale dise­
gno si riferisce ognuna delle frasi? Abbinate la frase al disegno giusto, riportando nella casella di
destra la lettera posta accanto ai disegni. Dovete indicare solo sei disegni: ogni lettera in più vale
tre punti in meno.

f
1. Chiuso fino al 21 maggio per rinnovo locali.
Chiedere alla porta di fronte.

2. Ingredienti: latte, farina tipo 00, uova, zucchero.


Senza coloranti e conservanti.Tenere in luogo fresco e asciutto.

3. La grande fuga. Di Giusi Bortolazzi.


Edizioni Belleri, Livorno. Stampato nel 2001.

4. Telefona a Fabio dopo cena!

5. Vietato fumare/non parlare all’autista.

6. Prodotto delicato: non lavare in acqua calda a 90°.

84 Quaderni del PLIDA €¡8 A l


prove d’esame A l

SCRIVERE (30 minuti)

I parte

Avete perso un oggetto: compilate il modulo a disposizione nell’ufficio “Oggetti smarriti” (pote­
te utilizzare anche dati di fantasia).

(Scrivete circa 35 parole: il conteggio comprende anche gli articoli, le preposizioni o le congiunzioni
formati da una sola lettera. Sono accettati esercizi che hanno fino a circa 10 parole in meno del num e­
ro stabilito. I testi che hanno in totale meno di 20 parole saranno annullati).

Nome e Cognome:

Indirizzo:

Oggetto smarrito:

Descrizione:

Colore:

Luogo (indicare dove avete visto l’oggetto smarrito per l’ultima volta):

Data:

Contenuto (nel caso di borse, zaini o valigie, descrivere tutti gli oggetti contenuti all’interno):

86 Quaderni del PLIDA G® A l


II parte

Siete in internet, su un sito dove potete incontrare nuovi amici. In una chat vi chiedono qual è il
vostro aspetto fisico e com’è il vostro carattere. Scrivete la risposta e fate una breve descrizione di
voi stessi (potete dare anche dati di fantasia).

(Scrivete circa 50 parole: il conteggio comprende anche gli articoli, le preposizioni o le congiunzioni
formati da una sola lettera. Sono accettati esercizi che hanno fino a circa 15 parole in meno del num e­
ro stabilito. I testi che hanno in totale meno di 35 parole saranno annullati).

Quaderni del PLIDA 08. A l 87


prove d’esame A l

88 Quaderni del PLIDA O S A l


(M i PROVA ORALE A l

La prova orale del livello A l dura circa 10 m inuti ed è divisa in 3 parti: una presentazione, una con­
versazione e una descrizione.

Nella presentazione presentate brevemente voi stessi e rispondete a domande come queste: Come ti
chiami? Quanti anni hai? Di dove sei? Dove abiti? Hai fratelli o sorelle? Come si chiamano? Quanti anni
hanno? Che lavoro fai? Che cosa studi? Dove studi? Dove lavori? Ti piace il tuo lavoro? Dove hai studia­
to Vitaliano? Questa parte dura circa un minuto.

Nella conversazione parlate con un “intervistatore” o con un altro candidato all’esame.


L’intervistatore vi presenta una situazione di una possibile conversazione e voi dovete svolgere la
vostra parte nel dialogo. La conversazione dura 4 m inuti circa. Per esercitarvi, provate a svolgere con
qualcuno le possibili conversazioni di queste situazioni:

1. In un bar: ordinate qualcosa da mangiare o da bere.

2. Dovete partire per un’altra città: chiedete informazioni alla stazione del treno.

3. In un cinema: chiedete informazioni sull’orario degli spettacoli e sul prezzo del biglietto.

4. Avete appuntam ento con un amico in un posto, ma l’amico non arriva. Chiedete aiuto a un pas­
sante e descrivete il vostro amico.

5. Per la strada: vi chiedono come arrivare in un posto. Date le indicazioni.

Nella descrizione avete il compito di parlare di alcuni oggetti, di alcuni luoghi o di alcune situazioni
della vita quotidiana. Per questo, vi saranno mostrate delle immagini: avete il compito di descriver­
le. La descrizione dura 3 m inuti circa. Per esercitarvi, provate a descrivere le immagini delle pagine
che seguono.

1 .1 COLORI
2 . 1 MEZZI DI TRASPORTO
3. LA CASA
4. LA CITTÀ
5 . 1 CIBI
6 . 1 NEGOZI

Quaderni del PLIDA G& A l 89


prova orale A l

90 Quaderni del PLIDA 03 Al


I MEZZI DI TRASPORTO

Quaderni del PLIDA ; Al 91


prova orale A I
r-

92 Quaderni ilei 1*1.IDA : AI


LA CITTÀ
■*

Quaderni del PLIDA O*? A l 93


prova orale Al

94 Quaderni del PLIDA ro8 Al


Quaderni del l’I.IDA ' VI 95
SOLUZIONI DELLE PROVE D ’ESAME

Ascoltare e Leggere

■ P R IM A PROVA D’ESAME Al

A s c o lta r e
Prima parte: Bari: 8-13; Brindisi: 12-16; Foggia: 7-14; Lecce: 11-16; Taranto: 10-15.
Seconda parte: 1) stazione dei treni; 2) studio medico; 3) cucina; 4) piscina; 5) macelleria.

L eg g ere
Prima parte: calzini euro 12; cappotto euro 120; giacca euro 109; cappello euro 30; maglione euro 78.
Seconda parte: piatti a base di carne: 1. braciola di maiale alla griglia, 2. filetto di manzo al pepe verde,
3. spiedini di pollo al limone; piatti a base di pesce: 1. frittura di calamari, 2. filetto di tonno scottato, 3.
gamberi alla griglia; piatti a base di verdure: 1. fagioli freschi, 2. melanzane alla griglia, 3. peperoni arro­
sto; frutta: 1. ciliegie, 2. fragole, 3. melone; dolci: 1. gelato alla crema, 2. panna cotta con cioccolato
caldo, 3. torta di mele.

■SE C O N D A PROVA D’ESAME A l

A s c o lta r e
Prima parte: automobile 1; viaggio in aereo 2; torta 3; bicchiere 4; telefonino 5.
Seconda parte: per ascoltare i messaggi in un’altra lingua 6; per attivare le nuove offerte della compa­
gnia 1; per chiudere la telefonata 9; per riascoltare i messaggi 8; per ricaricare il telefonino di un’altra
persona 7.

L eg g ere
Prima parte: 1. ristorante; 2. autobus; 3. biblioteca; 4. teatro; 5. museo; 6. supermercato.
Seconda parte: 1 A; 2 C; 3 E; 4 G; 5 I; 6 M.

96 Quaderni del PLIDA CB5 A l


CHIAVI DELLE ESERCITAZIONI DIDATTICHE

1. Maschili: vino, olio, aceto, burro, dado, prosciutto, gelato, riso, formaggio, pollo, aglio, prezze­
molo, sedano, dentifricio, zucchero, cacao, talco; Femminili: acqua, birra, aranciata, torta,
pasta, pizza, panna, pancetta, cioccolata, frutta, mozzarella, verdura, cipolla, ovatta, saponetta,
crema, pianta.

2. Nomi maschili: muro, italiano, cavallo, hotel, esercizio, letto, alfabeto, nido, gatto, elemento,
legno, orario.
Il nome è MICHELANGELO.

3. a) Maschile singolare: fratello, impiegato, zio, cugino, marito, periodo, gatto, nonno, uomo,
cappello; Maschile plurale: fratelli, figli, animali, cani, uccelli, nonni; Femminile singolare:
famiglia, mamma, casalinga, casa, zia, primavera, mattina, sera, sorella, donna, pipa, nonna,
signora; Femminile plurale: sorelle, gabbie, feste.
b) Maschile singolare -o; Maschile plurale -i; Femminile singolare -a; Femminile plurale -e.

4. Il telefonino, il lampadario, il portafoglio, il letto, il comodino, il quadro, il vaso. Lo zaino, lo


stereo, lo specchio. L’armadio, l’orologio. I pantaloni, i cuscini, i libri, i quaderni. Gli zoccoli,
gli ombrelli. La giacca, la bottiglia, la lampada, la sveglia, la finestra, la scarpiera, la palla, la
porta, la scrivania. L’agenda. Le scarpe, le piante, le fotografie, le tende, le pantofole, le penne.

5. 1) Il muro; 2) La macchina; 3) L’uomo; 4) L’amica; 5) La festa; 6) Lo zoccolo; 7) La zanzara;


8) Lo strumento; 9) Lo spazio; 10) Il libro; 11) Il concerto; 12) Il biglietto; 13) L’ora; 14) Il piat­
to; 15) L’arancia; 16) L’arancio; 17) L’orecchio; 18) L’isola; 19) Lo zio; 20) L’aiuto; 21) Il giar­
dino; 22) L’industria; 23) Lo zingaro; 24) L’opera.

6. la mattina, La sveglia, il caffè, gli italiani, lo yogurt, i biscotti, la marmellata, le sue adorate
mele, la doccia, l’autobus, gli autobus, la macchina, gli uffici, I colleghi, la palestra, le sue ami­
che, la cura, Il sabato, la domenica, il suo appartamento, la sera, gli amici.

7. 1) Il Milan; 2) il 25 dicembre; 3) Il Tevere, il fiume; 4) Il fiume, l’Arno; 5) Gli italiani, il vino;


6) L’amatriciana; 7) Le isole; 8) la capitale; 9) Lo sport; 10) l’inizio; 11) I mesi; 12) La moda;
13) Le coste; 14) La Sardegna.

Quaderni del PLIDA G t A l 97


chiavi delle esercitazioni didattiche

8. Gli stranieri, le possibilità, il turista, I quartieri, i turisti, la vita, le discoteche, i locali, I posti,
r/gii autobus, la metropolitana, il/i taxi, l’obiettivo, i musei, le gallerie, i consigli, i Musei
Vaticani, la Cappella Sistina, la Galleria Borghese, il Museo d’Arte Contemporanea, le meravi­
glie, i m onumenti, le chiese, le piazze.

9. Un paio di guanti, un telefonino, un dentifricio, un cappello, un asciugamano, un paio di scarpe da


trekking, un paio di sci, un orologio, un piumino, un romanzo; Uno spazzolino; Una macchina foto­
grafica, una maglietta, una tuta, una sciarpa, una sveglia, una borraccia, una crema solare; Un’-.

10. a) un calciatore, una squadra, Un suo libro, un numero, una zona, una moglie, una figlia.
Francesco Totti. b) un attore, un regista, uno sceneggiatore, un uomo di teatro, un poeta, un
artista, Un suo film, un comico. Roberto Benigni, c) una cantante italiana, una giovane musici­
sta italiana, un timbro, Un suo brano. Carmen Consoli.

11. u n bosco, un’isola, una spiaggia, un lago, un giardino, u n albero, uno spazio, una perla, Un’ini­
ziativa, un futuro.

12. a) Una terra, i sensi, la storia, un linguaggio, la natura, la forza, la Campania; b) Il Mugello, Una
terra, Un evento, un antico borgo, un castello, il viaggio, il territorio, le vie, le piazze, i sapori, le
fiere, la cultura.

13. L’Italia; a) un sito, le interviste, le notizie, la musica, le date, le novità, le storie, i siti; b) il sito,
una gloriosa, L’Einaudi, la casa, le novità, le iniziative, gli appuntamenti, i lettori, l’editoria; c) il
sito, la storia, la città, la sua sede, le iniziative, i progetti, la Ferrari.

14. a) Diana è alta, magra, riccia, simpatica, sportiva, vegetariana, romana; Giacomo è basso, simpa­
tico, fiorentino, grasso, ironico, pigro, studioso; b) Le gemelle Diana e Paola sono alte, magre,
ricce, simpatiche, sportive, vegetariane, romane; I gemelli Giacomo e Gino sono bassi, simpatici,
fiorentini, grassi, ironici, pigri, studiosi; c) Maschile singolare -o; Maschile plurale -i; Femminile
singolare -a; Femminile plurale -e.

15.1) rossa, rosse; 2) giallo, gialli; 3) bianca, bianche; 4) nero, neri; 5) grigia, grigie; 6) nera, nere;
7) nero, neri; 8) bianco, bianchi; 9) rosso, rossi; 10) gialla, gialle.

16.1) alto/basso; 2) antico/moderno; 3) aperto/chiuso; 4) bello/brutto; 5) bianco/nero; 6)


buono/cattivo; 7) caldo/freddo; 8) chiaro/scuro; 9) com odo/scom odo; 10) costo-
so/econom ico; 11) educato/maleducato; 12) grasso/magro; 13) liscio/ruvido; 14)
m olto/poco; 15) nuovo/vecchio; 16) pulito/sporco; 17) ricco/povero; 18) rumoro-
so/silenzioso; 19) simpatico/antipatico; 20) vero/falso.

98 Quaderni del PLIDA Cai A l


17. a) molti, italiane, belle, ricche, storici, Altre, tipica, italiana, caotica, pochi, pubblici, scarsi, verdi, trop­
pe, eccessivo, rumoroso, piccoli, pulita, silenziose, frenetica.
b) Maschile singolare: eccessivo, rumoroso; Maschile plurale: molti, storici, pochi, pubblici, scarsi,
verdi, piccoli; Femminile singolare: tipica, italiana, caotica, pulita, frenetica; Femminile plurale: ita­
liane, belle, ricche, altre, troppe, silenziose.

18. 1) Un amico tedesco; 2) Un’amica chiacchierona; 3) Un libro noioso; 4) Una persona generosa; 5) Un
panino caldo; 6) Un gatto affettuoso; 7) Una bambina piccola; 8) Uno zaino colorato; 9) Un’idea
buona; 10) Uno sportivo muscoloso; 11) Un tavolo prenotato; 12) Un palazzo moderno; 13) Una sto­
ria avventurosa; 14) Un lavoro faticoso; 15) Una vacanza economica; 16) Un’avvocata affermata; 17)
Un giocattolo nuovo; 18) Un armadio aperto; 19) Una bicicletta vecchia; 20) Un tappeto antico.

19. Aggettivo: casalinga, medio, leggera, tradizionale, confortevole, rilassante, economico, vera, casalinghi,
vegetariano, calabrese, popolare, tipici, locali. Nome: ristorante, cucina, prezzo, trattoria, carne, pesce,
atmosfera, menù, osteria, gallo, oro, piatti, volta, ingredienti, mattino, sera.

20. piccola, bella, comoda, moderna, silenziosa, contento, carina, economici, simpatica, bella, alta,
magra, lunghi, ricci, bella, brava, fortunato.

21. La casa di Francesco è molto grande, ma brutta. È una casa scomoda, antica e molto rumorosa.
Francesco è davvero scontento perché è diffìcile in questo periodo trovare una casa bruttina e costo­
sa. Insieme a lui vivono la sua ragazza, Alessia, e Tuzzi, una gattina molto antipatica. Alessia è una
brutta ragazza: è bassa, grassa e ha i capelli molto corti e Usci. Alessia non è solo brutta ma è anche
una cattiva cuoca. Francesco è un uomo proprio sfortunato.

22. breve, bello, costoso, rotondi, rosso, ampia, gustoso, tedesche, interessante, silenziosi, italiana, alta,
fastidiosi/simpatici, simpatici/fastidiosi.

23. 1) Quanto costa questo vestito?; 2) Quanto costano questi guanti?; 3) Quanto costa questa camicia?;
4) Quanto costa questa giacca?; 5) Quanto costa questo cappello?; 6) Quanto costano questi calzi­
ni?; 7) Quanto costa questa sciarpa?; 8) Quanto costano queste scarpe?; 9) Quanto costano queste
calze?; 10) Quanto costa questo cappotto?; 11) Quanto costano questi pantaloni?; 12) Quanto costa
questo completo?.

24. 1) Questo; 2) Questa; 3) Questo; 4) Quest’; 5) Questi; 6) Questa; 7) Queste; 8) Queste; 9) Questa;
10) Questa/Quest’.

2 5 .1) Quello; 2) Quel; 3) Quel; 4) Quella; 5) Quei; 6) Quelle; 7) Q uell’; 8) Quegli; 9) Quella;
10) Quello.

Quaderni del PLIDA G ì A l 99


chiavi delle esercitazioni didattiche

26. zero, uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove, dieci, undici, dodici, tredici, quattordi­
ci, quindici, sedici, diciassette, diciotto, diciannove, venti.

27. Barbara —> 31 gennaio; Marco —» 10 febbraio; Susanna —> 24 marzo; Paolo —* 8 aprile; Diana —»
12 maggio; Sandra -» 13 giugno; Valerio —» 10 luglio; Chiara —> 1 agosto; Tommaso —> 14 set­
tembre; Lorenzo —» 27 ottobre; Francesca —3» 23 novembre; Amedeo —5» 2 dicembre.

28. a) cinque; b) nove; c) diciassette; d) uno; e) diciotto; f) nove; g) quindici; h) otto; i) undici; 1)
quattro; m) sei; n) tre; o) diciannove; p) sedici; q) quattordici; r) dieci.

29. Anna vuole andare a Madrid, a Londra, a Berlino, a Stoccolma, a New York, a Tokyo, a Sidney, a
Parigi; Anna vuole andare in Brasile, in Francia, in Canada, in Egitto, in Siria, in Messico, in
Giappone.

30. in libreria, a scuola, in pausa, in terrazza, in tre, in classe, a teatro, a casa, a Trastevere, a che ora,
in dieci minuti, a teatro, a casa, a/in via Pallavicini.

31. 19 ottobre: l’altroieri; 20 ottobre: ieri; 21 ottobre: oggi; 22 ottobre: domani; 23 ottobre: dopodomani.

32. Essere: Io sono, Tu sei, Lui/Lei è, Noi siamo, Voi siete, Loro sono; Avere: Io ho, Tu hai, Lui/Lei
ha, Noi abbiamo, Voi avete, Loro hanno.

33. sono; sei; è; siamo; siete; sono; è; è; siamo; sono; siete.

34. ho, Sono, sono, Sono, Sono, Abbiamo, è, Sono, hanno, è, Sono, Sono.

35. Si chiama Marta D ’Angelo e ha 35 anni. È siciliana ma abita a Napoli da otto anni per motivi di
lavoro: è giornalista. È sposata da cinque anni ed è molto innamorata di suo marito, Tiziano.
Hanno una bambina di tre anni che si chiama Gaia. Cerca di passare con lei molto tempo anche
se a volte è difficile perché lavora molto. A volte li aiutano i genitori di Tiziano, magari vanno a
prendere Gaia all’asilo. Sono molto affettuosi con lei ma senza viziarla. Loro hanno uno splendi­
do giardino con le statue di Biancaneve e i sette nani e Gaia è felicissima di giocarci. Che altro
dire? È anche molto sportiva e tre volte a settimana va in palestra o a correre nel parco vicino
casa. È molto soddisfatta della sua vita.

36. Si chiama Marco D’Angelo e ha 35 anni. È siciliano ma abita a Napoli da otto anni per motivi di
lavoro: è giornalista. È sposato da cinque anni ed è molto innamorato di sua moglie, Tiziana.
Hanno una bambina di tre anni che si chiama Gaia. Cerca di passare con lei molto tempo anche
se a volte è diffìcile perché lavora molto. A volte li aiutano i genitori di Tiziana, magari vanno a

100 Quaderni del PLIDA OS A l


prendere Gaia all’asilo. Sono molto affettuosi con lei ma senza viziarla. Loro hanno uno splendi­
do giardino con le statue di Biancaneve e i sette nani e Gaia è felicissima di giocarci. Che altro
dire? È anche molto sportivo e tre volte a settimana va in palestra o a correre nel parco vicino
casa. È molto soddisfatto della sua vita.

37. Nel frigorifero di Tania ci sono i pom odori e l’insalata / ci sono le zucchine / ci sono le carote /
c’è il burro / ci sono le uova / c’è il prosciutto / c’è il succo di frutta / c’è la ricotta / c’è una bot­
tiglia di spumante / ci sono due bottiglie di vino / c’è una confezione di latte / c’è un dolce che
ha fatto sua madre / ci sono due limoni / ci sono le fragole.

38. Ci sono, C’è, ci sono, c’è, ci sono, c’è, c’è, ci sono.

39. 1/D - Il medico cura i malati; 2/1 - Il tassista guida il taxi; 3/F - Il fotografo fa le fotografie;
4/B - Il pittore dipinge i quadri; 5/H - Il cantante canta le canzoni; 6/G - Il cuoco prepara da
mangiare; 7/C - Il barista lavora nel bar; 8/E - La casalinga lavora in casa; 9/L - Il cameriere
lavora al ristorante, 10/A - Il giornalista scrive articoli.

40. a) Prima persona singolare (Io): passeggio, saluto, abbraccio; Seconda persona singolare (Tu):
stai; Terza persona singolare (Lui/Lei): studia, supera, compra; Prima persona plurale (Noi): stia­
mo, abitiamo, arriviamo, guardiamo; Seconda persona plurale (Voi): amate; Terza persona plu­
rale (Loro): parlano, usano, b) (Io) arrivo, (Tu) arrivi, (Lui/Lei) arriva, (Noi) arriviamo, (Voi)
arrivate, (Loro) arrivano.

41. a) Prima persona singolare (Io): scrivo, vedo, credo; Seconda persona singolare (Tu): conosci; Terza
persona singolare (Lui/Lei): prende, vede, decide, delude, mette; Prima persona plurale (Noi): per­
diamo, corriamo, esistiamo; Seconda persona plurale (Voi): correte; Terza persona plurale (Loro):
vedono, b) (Io) vedo, (Tu) vedi, (Lui/Lei) vede, (Noi) vediamo, (Voi) vedete, (Loro) vedono.

42. arriva, c’è, sta, torna, vedo, Stanno, ha, Porta, ha, m ancano, partono, rim aniam o, riposa, è,
dorm e, soffre, è, è, pensa, ha, offro.

4 3 .1) dorme, sta; 2) partiamo, partite; 3) soffre, prende; 4) parti; 5) è, sente; 6) ripari, offro; 7) apri­
te; 8) sono, offrono, andiamo; 9) passeggio, scopro; 10) sentite, chiamo.

44. (Andare): Io vado, Tu vai, Lui/Lei va, Noi andiamo, Voi andate, Loro vanno.
(Uscire): Io esco, Tu esci, Lui/Lei esce, Noi usciamo, Voi uscite, Loro escono.

45. Guardo, dice, suda, sudo, c’è, organizza, sono, è, esco, vado, attraversiamo, prendiamo, andiamo,
compro, dice, sembro, sono.

Quaderni del PLIDA CJ&A l 101


chiavi delle esercitazioni didattiche

46. permette, sono, È, partecipa, Resto, Abito, divido, Vado, studia, vive, studio, seguo, seguo, ci sono,
sono, pago.

47. scrivo, ho, Hanno, ha, inizia, È, va, andiamo, c’è, andiamo.

48. a) Non usare; b) Non gettare; c) Non buttare; d) Evita; e) Non raccogliere; f) Rispetta, g) Informa;
h) Limita; i) Sta’/Stai; 1) Segnala.

49. Prendi, Togli, Mozza, Taglia, Sbuccia, Allarga, Metti, Spremi, Asciuga, Scalda, immergi, gira, con­
trolla, Asciuga, servi.

50. a) Non usate; b) Non gettate, c) Non buttate, d) Evitate; e) Non raccogliete; f) Rispettate; g) Informate;
h) Limitate; i) State; 1) Segnalate.

51. a) Usa; b) Getta; c) Butta; d) Non evitare; e) Raccogli; f) Non rispettare; g) Non informare;
h) Non limitare; i) Non stare; 1) N on segnalare.

52. indossa, bacia, accendi, brucia, mangia, bevi, brinda, fa’/fai, butta, fa’/fai.

53. Luciana è una ragazza brasiliana, di Bahia. Ha 25 anni e studia la lingua italiana a Siena. Studia italia­
no perché suo nonno, il padre di sua madre, è italiano, di un paese vicino Cosenza, in Calabria. Lì ha
molti parenti che ancora non conosce. Forse quest’estate andrà a trovarli. Luciana resta a Siena anco­
ra per un po’ di tempo e tra due mesi andrà a vivere a Milano, dove abitano i suoi cugini Gabriela e
Jorge. Ora lavora come cameriera in un ristorante ma a Milano spera di poter fare il suo lavoro, cioè
la fisioterapista. Ha saputo che Milano è una città vivace, che offre molte possibilità di lavoro anche se
il clima è un po’ freddo. Il suo sogno è di restare in Italia e, magari, conoscere un bel ragazzo italiano.

54. presenta, è, arriva, rappresentano, ci sono, sono, ricordate, decidete, scoprite, andate, perdete,
aspettiamo, cogliete.

55. dicono, confermano, afferma, fa, mangia, rivelano, va, c’è, torna, naviga, risulta, continua, Ci
sono, vanno, è, è.

56. Giorni: lunedì, martedì, mercoledì, giovedì, venerdì, sabato, domenica; Mesi: gennaio, febbraio,
marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre, novembre, dicembre; Stagioni:
primavera, estate, autunno, inverno.

57. Forno: pane, biscotti, pizza, dolci, torta; Frutteria: verdura, frutta; Macelleria: carne, uova;
Pasticceria: biscotti, dolci, torta, paste, cioccolatini; Pescheria: pesce; Supermercato: acqua,

102 Quaderni del PLIDA Cai A l


pane, pasta, riso, biscotti, pesce, latte, carne, vino, pizza, dolci, torta, verdura, uova, cioccolatini,
frutta, formaggio, olio, yogurt, tè.

58. Verdura: funghi, melanzana, zucchina, patata, spinaci, cipolla, broccoli, cavolfiore, cetriolo, car­
ciofi; Frutta: limone, cocomero, melone, banana, ciliegie, fragole, pesca, albicocca, mela, pera,
prugna, arancia, uva.

59. Farmacia: medicine, alcol, termometro, ovatta; Ferramenta: martello, chiodi; Negozio di elet­
trodomestici: lavatrice, ferro da stiro, televisore; Cartoleria: quaderno, penna; Tabacchi: sigaret­
te, francobolli; Edicola: giornale.

60. Mezzi pubblici di trasporto: autobus, tram , pullman, treno, traghetto, aereo; Mezzi privati di
trasporto: camion, motorino, moto, macchina, bicicletta, barca.

61. a) La mano; b) La gamba; c) La testa; d) Il corpo umano.

62. l)e); 2)1); 3)a); 4)h); 5)c); 6)g); 7)b); 8)f); 9)d); 10)i.

63. a)3; b)3; c)l; d)2; e)3; f)2; g)l; h)3; i)2; 1)1.

6 4 .1) Il/falso; 2) Le/vero; 3) La/falso; 4) I/vero; 5) Le/falso; 6) La/falso; 7) La/vero; 8) La/falso; 9)


Il/falso; 10) Il/vero; 11) La/falso; 12) I/vero; 13) Lo/vero; 14) Le/vero; 15) I/vero; 16) Il/vero; 17)
La/falso; 18) La/vero; 19) Lo/vero; 20) Il/vero; 21) Le/vero; 22) Il/falso.

Quaderni del PLIDA C5S A l 103


La Società Dante Alighieri

Organigramma

Presidente: Consiglieri Centrali:


BRUNO BOTTAI ANTONIO AUGENTI
MARIO BANI
ALBERTO BERSANI
Vicepresidenti: LUISA CARRÀ BORGATTI
MARELLA AGNELLI GIULIO CLAMER
ALBERTO ARBASINO CARLO CLARIOND
GIANNI LETTA GIUSEPPE DE RITA
PAOLO PELUFFO SILVIA FINZI
TERESA GRIMALDI SCALAFIOTTI
EDMEA GUIDETTI SORRIVI
Soprintendente ai Conti: SALVATORE ITALIA
WALTER MAURO RENATO MARTINONI
ALFRED NOE
BARBARA PALOMBELLI
Revisori dei Conti: ENRICO PAOLETTI
VITTORIO ARDIZZONE ANTONIO PAOLUCCI
FRANCESCO ARGONDIZZO TOMMASO PISANTI
LUCA BONOMI LUCA SERIANNI
FRANCESCO SISINNI
MIRKO TREMAGLIA
Segretario Generale: GIOVANNA USSIA LUMARE
ALESSANDRO MASI
Consiglieri Emeriti:
FRANCESCO ALOISI DE LARDEREL
RICCARDO CAMPA
ALESSANDRO CORTESE DE BOSIS
MARIO FORTE
FRANCESCO MERLONI
LEONE PICCIONI
RAFFAELE ROSSI
OSCAR LUIGI SCALFARO
ALFRED SPITERI
ALESSANDRO VATTANI

COMITATO SCIENTIFICO DEL PLIDA

Presidente: Membri:
BRUNO BOTTAI VALERIA DELLA VALLE
PAOLA GIUNCHI
Segretario: FRANCISCO MARCOS MARIN
ALESSANDRO MASI RENATO MARTINONI
LUCA SERIANNI
Responsabile Scientifico HARRO STAMMERJOHANN
GIUSEPPE PATOTA ALFREDO STUSSI
JOHN TRUMPER
UGO VIGNUZZI

104 Quaderni del PLIDA G ® A l


Quaderni del PLIDA

ALMAPLIDA è una linea editoriale dedicata


all'insegnamento della lingua italiana, prodotta
in collaborazione tra Alma Edizioni e Società
Dante Alighieri.

I sei Quaderni del PLIDA (da Al a C2) sono


uno strumento semplice, pratico e affidabile a
disposizione di chiunque voglia cimentarsi in
una prova d'esame della certificazione PLIDA o
semplicemente esercitarsi con il proprio italiano.

Ogni volume illustra cosa bisogna "sapere" e


cosa bisogna "saper fare" per superare le prove.
Sono proposte delle esercitazioni didattiche sulle
strutture linguistiche relative a ciascun livello e
le prove delle certificazioni passate, due per ogni
abilità (ascoltare, leggere, scrivere e parlare),
complete di chiavi.

Ad ogni quaderno è allegato un CD audio con i


brani delle prove d'ascolto.

apprendtaento deli-italiano da p'arte di stranieri &

E* r ° m P - 1=

v
\ V

.w N %
PLIDA
-ca-i
ISBN

\ 'V,
% s \
9 788861 82114
L ib r o + C D / B o o k + C D
- f - www.almaedizioni.it
v
%