Sei sulla pagina 1di 3

Anno scolastico 201../201..

Esami di licenza media


Tecnologia classe terza sez. …

Lavoro di: ………

ARGOMENTI:
1) RISORSE ESAURIBILI
2) ENERGIA DAL SOLE
3) CENTRALI SOLARI
4) IMPIANTI FOTOVOLTAICI

RISORSE ESAURIBILI E RINNOVABILI


Il 99% dell'energia presente sul nostro pianeta viene dall'esterno e soprattutto dal sole, sotto
forma di radiazione, e dall'energia derivante dall'attrazione gravitazionale della luna; il modesto
1% di energia prodotta dal nostro pianeta nasce dal suo interno e si manifesta come vulcanismo,
geotermia ed energia nucleare.
Le fonti energetiche si possono suddividere in fonti non rinnovabili e rinnovabili. Quelle non
rinnovabili (i combustibili legno, carbone, metano, petrolio e uranio) sono presenti in natura in
grandissima quantità, sono soggette alla massiccia utilizzazione da parte dell’uomo e quindi sono
destinate ad esaurirsi.

Le risorse inesauribili o rinnovabili sono:


• L’energia del sole
• L’energia idrica
• L’energia eolica
• L’energia geotermica
La maggior parte dell'energia elettrica prodotta in Italia con fonti rinnovabili deriva dalle fonti
rinnovabili cosiddette "classiche". Le centrali idroelettriche (localizzate principalmente nell'arco alpino
e in alcune zone appenniniche) producono il 15,8% del fabbisogno energetico lordo; le centrali
geotermoelettriche (essenzialmente in Toscana) producono l'1,6% della potenza elettrica mentre tra le
"nuove" fonti rinnovabili l'eolico (con parchi eolici diffusi principalmente in Sardegna, Sicilia e
nell'Appennino meridionale), produce il 2,6% della potenza elettrica richiesta. Percentuali minori
(sebbene in forte crescita) vengono prodotte con il solare in impianti connessi in rete o isolati, pari a
circa lo 0,5% del totale.

1
Energia dal sole

L'energia solare è una delle principali fonti di energia rinnovabile, è l'energia associata alla
radiazione solare e rappresenta la fonte primaria di energia sulla Terra che rende possibile la
vita.
L'energia solare può essere sfruttata utilizzando diverse tecnologie rinnovabili.

L'energia derivante dall'irraggiamento del sole al suolo costituisce un serbatoio immenso di


energia pulita, rinnovabile e a costo zero come materia prima, ma non tutta la superficie
terrestre risulta omogeneamente irraggiata, per cui questa fonte può essere sfruttata solo
entro una fascia ristretta, corrispondente alle regioni comprese tra il 45° di latitudine nord e
sud. Questa forma di energia è anche dipendente dalle condizioni atmosferiche come la
presenza di nubi o pioggia. Per lo stesso motivo, la fonte solare viene definita "non
programmabile".

Centrali solari

Una centrale solare è una centrale elettrica che utilizza l'energia solare per produrre corrente
elettrica. Di questo tipo di centrali elettriche esistono due tipologie diverse:
1. le centrali elettriche termiche e
2. le centrali fotovoltaiche.

Centrali elettriche termiche


Questi impianti ad alta temperatura possono essere: a Specchi parabolici e a Torre.
Le centrali solari termiche utilizzano come principio di base quello delle centrali termiche
classiche, anche in questo caso la differenza sta nel metodo in cui viene scaldata l'acqua della
caldaia..

1) Centrale a Specchi parabolici (termodinamico) : in queste


centrali i raggi vengono riflessi da numerosissimi specchi
parabolici, fissi, o talvolta mobili, nel tubo ricevitore, circola un
liquido che assorbe il calore che nella caldaia della Centrale viene
portato allo stato di vapore, che mette in funzione una turbina
per la produzione di energia elettrica.
2) Centrale solare a Torre, i raggi del sole vengono convogliati
mediante grandi specchi
orientabili (eliostati) verso una caldaia posta sulla cima di
una torre (ricevitore), l’acqua s i surriscalda e mette in
moto la turbina collegata ad un alternatore.

• La prima centrale solare a torre è stata progettata e


costruita in Italia a Sant'Ilario (Genova) negli anni ‘60; nel
1980 è entrata in funzione ad Adrano (Catania) la centrale
Eurelios, che, dopo un breve periodo di funzionamento.

2
Impianto Fotovoltaico

• Le centrali a bassa temperatura basate su pannelli fotovoltaici convertono direttamente


l'energia solare in corrente elettrica sfruttando l'effetto fotovoltaico, quindi sono differenti dalla
maggior parte delle centrali perché non utilizzano il gruppo turbina-alternatore.

Un impianto fotovoltaico è formato da molti pannelli o moduli formati a


loro volta da celle fotovoltaiche (un modulo base è costituito da 36 celle),
lastrine di vetro blu scure, composte da speciali materiali semiconduttori
come il silicio, in esse si sfrutta l’effetto rotoelettrico (esposte al sole
emettono cariche elettriche). Queste celle sono in grado di trasformare
direttamente l’energia solare in energia elettrica tramite un inverter. I
collettori solari solitamente si collocano sulla falda del tetto rivolta a Sud.
• Assorbendo l’irraggiamento solare, riscaldando il liquido contenuto al
suo interno … quando il dispositivo viene colpito dalle radiazioni solari si
instaura un flusso di elettroni che genera la corrente elettrica
utilizzabile.
• Non è un sistema economico, ma è importante perché riesce a produrre in modo semplice energia
elettrica.
• Attualmente, un'installazione fotovoltaica è conveniente per utenze private o piccole comunità,
villaggi turistici, camping, rifugi alpini, barche, aziende, illuminazione stradale …