Sei sulla pagina 1di 20

Informazioni su questo libro

Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google
nell’ambito del progetto volto a rendere disponibili online i libri di tutto il mondo.
Ha sopravvissuto abbastanza per non essere più protetto dai diritti di copyright e diventare di pubblico dominio. Un libro di pubblico dominio è
un libro che non è mai stato protetto dal copyright o i cui termini legali di copyright sono scaduti. La classificazione di un libro come di pubblico
dominio può variare da paese a paese. I libri di pubblico dominio sono l’anello di congiunzione con il passato, rappresentano un patrimonio storico,
culturale e di conoscenza spesso difficile da scoprire.
Commenti, note e altre annotazioni a margine presenti nel volume originale compariranno in questo file, come testimonianza del lungo viaggio
percorso dal libro, dall’editore originale alla biblioteca, per giungere fino a te.

Linee guide per l’utilizzo

Google è orgoglioso di essere il partner delle biblioteche per digitalizzare i materiali di pubblico dominio e renderli universalmente disponibili.
I libri di pubblico dominio appartengono al pubblico e noi ne siamo solamente i custodi. Tuttavia questo lavoro è oneroso, pertanto, per poter
continuare ad offrire questo servizio abbiamo preso alcune iniziative per impedire l’utilizzo illecito da parte di soggetti commerciali, compresa
l’imposizione di restrizioni sull’invio di query automatizzate.
Inoltre ti chiediamo di:

+ Non fare un uso commerciale di questi file Abbiamo concepito Google Ricerca Libri per l’uso da parte dei singoli utenti privati e ti chiediamo
di utilizzare questi file per uso personale e non a fini commerciali.
+ Non inviare query automatizzate Non inviare a Google query automatizzate di alcun tipo. Se stai effettuando delle ricerche nel campo della
traduzione automatica, del riconoscimento ottico dei caratteri (OCR) o in altri campi dove necessiti di utilizzare grandi quantità di testo, ti
invitiamo a contattarci. Incoraggiamo l’uso dei materiali di pubblico dominio per questi scopi e potremmo esserti di aiuto.
+ Conserva la filigrana La "filigrana" (watermark) di Google che compare in ciascun file è essenziale per informare gli utenti su questo progetto
e aiutarli a trovare materiali aggiuntivi tramite Google Ricerca Libri. Non rimuoverla.
+ Fanne un uso legale Indipendentemente dall’utilizzo che ne farai, ricordati che è tua responsabilità accertati di farne un uso legale. Non
dare per scontato che, poiché un libro è di pubblico dominio per gli utenti degli Stati Uniti, sia di pubblico dominio anche per gli utenti di
altri paesi. I criteri che stabiliscono se un libro è protetto da copyright variano da Paese a Paese e non possiamo offrire indicazioni se un
determinato uso del libro è consentito. Non dare per scontato che poiché un libro compare in Google Ricerca Libri ciò significhi che può
essere utilizzato in qualsiasi modo e in qualsiasi Paese del mondo. Le sanzioni per le violazioni del copyright possono essere molto severe.

Informazioni su Google Ricerca Libri

La missione di Google è organizzare le informazioni a livello mondiale e renderle universalmente accessibili e fruibili. Google Ricerca Libri aiuta
i lettori a scoprire i libri di tutto il mondo e consente ad autori ed editori di raggiungere un pubblico più ampio. Puoi effettuare una ricerca sul Web
nell’intero testo di questo libro da http://books.google.com
A VVISO

· AI

COMPOSITORI ,

EDAI

CAN TANTI

22 )

L O N D R A :
TOMASO - EDLIN , MDCCXXVIII.
1

A V VISO

A I

COMPOSITORI ,

E D AI

CANTANTI,

TRANO ſenza dubbio a

S tal ' uno parerà che io, il


quale non ho ſtudiata in

perfezione la Muſica, vo

glia intrapendere di condannare gli


Abuli , che da molti anni in qua
hanno fatto , e fanno tanto pregiu
dizio ad un' Arte sì bella ; ma il buon
Senſo , che hà diritto d' eſaminare

qualliſia produzione della mente u


A 2 mana ,
( 4 )

mana, mi mette talmente al coperto


da ogni táccia d' ardii ), che non hò

timore alcuno di eſporre al Pubblico


il mio ſentimento ſopra la Muſica

Vocale, e di mettere in viſta gli abuſi

introdotti da chi Compone, e da chi


Canta .

La Compoſizione della Muſica Vo


cale deve ſervire alle parole, e per

iſpiegarmi più chiaramente, princi

pal cura del Maeſtro farà l'eſprimere


il ſenſo di quelle, in modo, che ob
bligato egli fia di abbandonare un '
ottima Idea, che non venga a pro

poſito , e contentarſi di una più cof

to mediocre , che all ' eſpreſſione con


venga, perche allora farà l'effetto ,
che il buon ſenſo richiede non fola

mente in chi hà Cognizione della


Muſica, ma negli altri ancora , che
faranno attenzione alle Parole.

Quel Maeſtro , per cagion d'eſem

pio, che componeſſe una belliſſima


Aria
( 5 )

Aria allegra con Parole di dolore,


ſarebbe come il Pittor d'Orazio , che

dipingeſſe un vaghiſlimo Cipreſſo in

vece di un naufragio ; onde con ragione


ad amendue ſi potrà dire : non era
queſto il luogo; ( 1 ) ma non deve già il
Maeſtro contentarſi d'avere ſcelta un'

Idea , che alle Parole convenga : €

neceffario, che la maneggi in modo


che non arrechinoja a chi aſcolta colla
troppa lunghezza de' Paſſaggi
, e del

le Repliche . E ' una grand ' arte


quella di contentarſi e di Saper finire.
( 2 ) altro precetto d'Orazio utiliſlimo

per que ' Compoſitori, i quali amano

di condurre, per dir così, a ſpaſſo l’


Idea che hanno conceputa per tutti

i Gradi del Contrapunto , e della


modulazione .

I Franceſi, che vorrebbero pur dar .


ſi

Hor. ( 1 ) non erat his Locils.

Hor . ( 2) Sunt cerii deniquefines


quos ultra, citraque neſcit conſiſtere RcEtuin .
( 6 )

fi ad intendere, che la loro Muſica è

megliore della Italiana , condannano

i troppo frequenti Paſſaggi, che al


cuni de' noftri Compoſitori fanno , o
per meglio dire, hanno la debolezza

di fare, per contentare quel Cantore,


che altro talento non ha, ſe non quel

lo di folleticare eſteriormente le

orecchie , ed in queſto hanno ragione


di condannarci , e di burlarſi di noi .

In un'Opera , dove il coſtume neceſſita

il maeſtro di Comporre trent’ Arie in


circa , l'Economia dell'Arte per
mette di farne alcune di Paſſaggi per

dare un certo Chiaroſcuro alle Parti,

che cagiona un ottimo effetto ſopra


il Tutto ; ma ſempre meriterà

biaſimo quel Compoſitore, il quale


carica la ſua Muſica di ſoverchj Paſ

.
faggi Non ſono gia le molte note

quelle, che movono le Paſſioni, ma

le poche poſte a tempo e luogo ,


e modulate con Arte, e con Giu
dizio.

Un'
( 7 )

Un' altro Abuſo è quello di Cari

car la Compoſizione di troppe Sin


fonie : queſto va creſcendo talmen

te da pochi anni in quà , che alle


fine chi Canta ſervirà a chi ſuona, e

l'Orcheſtra prenderà imperio ſopra

le voci. Non v'è dubbio , che l'

Intreccio degli ſtrumenti nelle Arie

produca un ottimo effetto, parti

colarmente ſe il Compoſitore conoſce


la natura di quelli, e s'è un valen

te Contrapuntiſta ; ma ſi guardi egli


di non cagionar Confuſione, ed abbia

in mente quell'utiliſſimo precetto

di Terenzio : niente di troppo : Un

altro errore, nel quale può cadere

un meno abile Compoſitore, è quello


di dare un Accompagnamento, per

così dire, guerriero ad un ſentimen

to tenero , ed amoroſo, o languente,


e patetico a parole di furore, e di

diſperazione. L'Intreccio degli ſtru


menti dev'eſſere tirato dalla Natu

ra della Parte, che canta , in modo


che
1

1 ( 8 )

che il Canto ed il Suono producano

ụna Varietà Uniforme.

Un al :ro intollerabile Abuſo è

quello di un Compoſitore il quale


comincia un Aria con un Soggetto,

e poi nel progreſſo lo abbandona, cre

dendo egli di piacere con una Varie


tà affettata ; che altro non fa, che
ftaccare l'attenzione di chi aſcolta

dalla prima Idea , e cagionargli Con


fuſione. ( 3 )

, che accompagnano la
Gli Uriſoni

Parte , che canta , ſono ſtati, come io

credo , non è molto tempo , inventati


per ajutate l'ignoranza di chi non fa

cantare, ed uſati ſono da quel Com

poſitore, che non ha buon fondo, ed

hà paura del pericolo. (4 ) In un


Opera

Hor. ( 3 ) Servetur ad imum


qualis ab incæpro procelerit, & Şibi conftet.

Hor. (4) Serpit bumi tutus' mimiun timi-dufqus


procellæ .
( 9 )

Opera qualche Aria può Soffrire gli

Uniſoni , è più ſovente la poca abi


lità de Cantori vi sforza il Maeſtro ,

ma ſi guardi egli di uſarli con parſi


monia , per non incorrere in una
taccia , ch' è molto vicina a quelle
dell'Ignoranza .

In fine come queſte mie , quali el

leno fieno, oſſervazioni, benchè pof


fano ſervire alla Muſica in generale,

hanno però la principal mira ſopra

la Compoſizione delle opere ; cosi


ardiſco pubblicare un mia penſiero
fopra la Cura , che un buon Maeſtro

aver deve per non mancare alle dili

genze neceſſarie a Comporre una


buon Opera.

Quando il Maeſtro hà il Drama

da porre in Muſica, il quale io già


ſuppongo di buona Condotta, di
ottima Locuzione e di vaga , e varia
Poeſia, dee fare come il buon Pittore,

che devendo dipingere una Storia o Fa


B vola,
( 10 )

vola , ne concepiſce la diſpoſizione in


ſua mente, poi la disegna ſulla tela ,
ed in fine la coloriſce, e l' orna , le

vando , ed aggiungendo ció, che nel

progreſſo del lavoro conoſce proprio

a dar perfezione maggiore al ſuo

quadro ; Allora le figure principali


del Soggetto faranno poſte nel loro

fito, eſprimeranno la Idea, e vi fi

troverà quel Chiaroſcuro, che rende l'

Armonia perfetta agli occhj, e fod


disfa l Intelletto.

Il Contrapunto dev'eſſere la gui


da del Maeſtro per non inciampare in

quegli errori, che ſono dall'Arte


proibiti, ma il Giudizio , che coll

eſperienza fi forma, deve diſporre le


Varie Idee in modo , che una non

confonda l'altra , anzi ſi diano coſi


bene la mano, e talmente inſieme ſi

ajutino, che compongano un Tutto


perfetto o almen buono

Queſta diſpoſizione economica À


tanto
( 1 )

tanto neceſſaria, che un Valente Cons"

poſitore porrà un Aria Mediocre in

un certo fito a bella poſta, per dare


un rilievo più vantaggioſo, e per
preparare , per cosi dire , un buon let

to ad un altra , che dovrà eſprimere


qualche forte Pallone, e che per
neceflità allora farà un effetto misa

bile. Anche in queſto cafo il bel


precetto d'Orazio può fervire al

Compoſitore dell' Opera. ( 5 )

Ora venghiamo agli Abuſi de Can


tori, e ſenza laciarci ingannare dall'
apparenza, diſtinguiamo i Buoni da

Cattivi. Bella voce, Ottimo Guffo,


perfetta Intuonazione, o ſia buon
orecchio fono rari doni della Na

tura, e conducono per mezzo dello


ftudio il Cantore, che li pofliede al

Conſeguimento delle altre qualita ,


B2 che

Hor. ( 3 ) Ut iam non dicat, iam nunc debestia dici


Pleraque differat, et prefens in tempus omittat,
( 12 )

che tutte inſieme lo rendono poi


Eccellente .

Queſte ſono il Tempo eſatto, la


chiara pronuncia delle parole, il

Softener la voce , l'entrare nelle


intenzioni del Maeſtro, il Carat

terizzare i Palli co' quali ſi orna


la Compoſizione, ed alcune altre
di minor conto . Ma fe queſte bel

le qualità non ſono regolate dal


buon Giudizio, che ha imperio

fopra tutti i Talenti della Natu

ra e dell'Arte, allora quello , ch'


è ottimo diventa mediocre , il buon

ſi fa cattivo, ed il mediocre peſ


ſiino. Queſto Giudizio dev' eller

la guida e della voce, e del Guſto

per dare quella vivacità , o langui

dezza al canto , che la Compoſizione


richiede ; ma ľIntuonazione, ed

il Tempo debbono eſſer Coſtanti, e


non mai abbandonate dal Cantore

in qualſifia occaſione. Il Legare e


lo Staccare la voce ſono Grazie . e

gual
( 13 )

gualmente pregievoli, benche l' un '

all'altra Contrarie, ma il giudizio

inſegna al Cantore di farle a pro


poſito , che vuol dire ſecondo la

natura della Compoſizione. Si guar

di egli di far Palli, e Cadenze ch '


eſcono dal diritto Cammino per

che infine non ſono che bagatelle

Canore. (6) Se la corteſe natura non


ha dato al Cantore una buona voce ,

ed un ottimo Guſto , e ſe per colpa

di proprio talento non può aver con


ſeguito le qualità di ſopra mento
vate, ſe fi contenterà di Cantar

Schietto, e ſenza paſſi, non darà

diſguſto a chi lo aſcolta. Un pe


ſante Cavallo di Friſia non può fare
il Maneggio come un fino Ginnetto

di Spagna: E' un gran talento quello


di conoſcere fe medeſimo, ma l'
Amor proprio, che pur troppo ſpeſ
le volte acceca ancor quelli che han
no

Hor . ( 6 ) Nuge canore .


( 14 )

no miglior viſta degli altri, e gli

applauſi della Moltitudine guaitano


l'intelletto a Cantori , perche fi lusin

gano a crederfi quel che non foro, e


a penfare di meritare ció che vien
loro dato o per mero Capriccio o

per mancamento di Cognizione, e di


buon Guſto

(Petrarca )
IO PARLO PER VER DIRE
NON PER ODIO D' ALTRUI , NE PER
( DISPREZZO.

F I N E.

Potrebbero piacerti anche