Sei sulla pagina 1di 3

LEZIONE 14/12/2019

VALUTAZIONE ETICA E MODELLO ETICO CRISTIANO PROPOSTA DALLA CHIESA


CATTOLICA RIGUARDO LA SESSUALITA'
NON SI PUO' DISGIUNGERE IL RAPPORTO UNITIVO (SESSUALE) DALL'AMORE
CONIUGALE.
GAUDIUM ET SPES 49: GLI ATTI SESSUALI SONO PROPRI DELLA MANIFESTAZIONE
DELL'AMORE CONIUGALE
LA MANIFESTAZIONE DELL'AMORE RECIPROCO  E' LECITO ALL'INTERNO
DELL'AMORE CONIUGALE.
AMORE CONIUGALE= (GAUDIUM ET SPES 49)ATTO UMANO DA UNA PERSONA A
UN'ALTRA PERSONA CHE NASCE DALLA BONTA' E UNISCE CORPO E SPIRITO.

CARATTERISTICHE DELL'AMORE CONIUGALE (HUMANAE VITAE 9)


- UMANO: atto tipo dell'uomo
-TOTALE: unico e indissolubile. accoglie l'altro come un dono
-FEDELE ED ESCLUSIVO: continuare a dire si nonostante le difficoltà
-FECONDO: far crescer il figlio che è stato concepito nel fidanzamento  e nato nel matrimonio
L'ATTO CONIUGALE è LECITO SOLO ALL'INTERNO DELL'AMORE CONIUGALE ED è
LECITO QUANDO è RICONOSCIUTO ALL'INTERNO DI UNA STRUTTURA SOCIALE CHE è
IL MATRIMONIO
L'UNICA STRUTTURA SOCIALE CHE PUò PROTEGGERE L'AMORE CONIUGALE è IL
MATRIMONIO. AMORE CONIUGALE è L'ELEMENTO CHE FORMA IL MATRIMONIO
NON DISGIUNGERE LA RELAZIONE UNITIVA DA QUELLA PROCREATIVA.
FIGLIO COME DONO E COMPITO (MUUS) DI UNA RELAZIONE MUTUA E TOTALE E'
ANCHE UN CO-MUUS CIOE' UNA COMUNIONE QUINDI UN DONO COMUNE E UN
DOVERE COMUNE.
IL FIGLIO è UN DONO E UN COMPITO(EDUCARLO) E NON è UN DIRITTO
UOMO E DONNA SONO COOPERATORI DI DIO PER AFFIDARE ALLA NUOVA
CREATURA UN NUOVO COMPITO

UN AMORE CONIUGALE NON PUO' NON ESSERE FECONDO 


LA FECONDITA' HA A CHE FARE CON LA RESPONSABILITA' IN QUANTO GIA COME CI
SI RICONOSCE COME COPPIA SI RICEVE LA CREATURA CHE E' LA COPPIA STESSA 
LA QUALE ALL'INIZIO HA MAGGIORMENTE BISOGNO DI ESSERE CURATA,
COCCOLATA  ALIMENTATA E PROTETTA IN QUANTO HA LA RESPONSABILITà UNA
VOLTA NATO DI MANTENERLO.
SAN TOMMASO (summa teologica) : il sommo bene per l'uomo è fare qualcosa che ritiene
giusto per un fine giusto e se in queste due modalità noi ci troviamo anche piacere è il
massimo della gioia
l'atto sessuale in seno all'amore coniugale rispetta proprio questo la verità dell'amore
la verità dell'amore che si esprime nell'atto sessuale è sinonimo della CASTITA' 
quindi la castità è vivere la verità dell'amore. 
tutti quanti quindi sono chiamati a vivere la castità
FECONDITA' NON E' SINONIMO DI FERTILITA' MA LA  FERTILITA' BIOLOGICA è UN
ASPETTO PARTICOLARISSIMO DELLA FECONDITA'
PAPA FRANCESCO PROPONE DI USARE LO SCHEMA FAMILIARE COME MODELLO SU
CUI ORGANIZZARE LO SCHEMA DELLA CHIESA ISTITUZIONALE.
INFATTI ANCHE  NELLA SACRA SCRITTURA PRIMA I PRIMI PROFETI UTILIZZAVANO LA
METAFORA DEL MATRIMONIO  PER SPIEGARE L'ALLEANZA POI SUCCESSIVAMENTE
LA METAFORA DELL'ALLEANZA PER SPIEGARE IL MATRIMONIO.
GAUDIUM ET SPES 50:  il matrimonio e l'amore coniugale sono ordinati per loro natura alla
procreazione ed educazione della prole. I figli infatti sono IL DONO PIU' ECCELLENTE  del
matrimonio e contribuiscono grandemente al bene dei genitori stessi.
Quindi anche il figlio ha un compito: quello di contribuire grandemente al bene dei genitori.
DI CONSEGUENZA LAMORE CONIUGALE VERO E BEN COMPRESOIN TUTTA LA
STRUTTURA FAMILIARE CHE NE NASCE TENDONO A , SENZA TRASCURARE GLI
ALTRI FINI DEL MATRIMONIO, A RENDERE I CONIUGI DISPONIBILI A COOPERARE
CORAGGIOSAMENTE CON L'AMORE DEL CREATORE E DEL SALVATORE CHE
ATTRAVERSO DI LORO CONTINUAMENTE DILATA E ARRICCHISCE LA SUA FAMIGLIA. 
I CONIUGI SAPPIANO DI ESSERE COOPERATORI DELL'AMORE DI DIO CREATORE E
QUASI SUOI INTERPRETI NEL COMPITO DI TRASMETTERE LA VITA UMANA E DI
EDUCARLA; CIO' DEVE ESSERE CONSIDERATO COME UNA MISSIONE LORO
PROPRIA.
I CONIUGI SONO INTERPRETI  CONSACRATI NEL COMPITO DI TRASMETTERE LA VITA
UMANA.
E PERCIO' ADEMPIRANNO IL LORO DOVERE CON UMANA (atto umano) e CRISTIANA
RESPONSABILITA'E, CON DOCILE RIVERENZA VERSO DIO, DI COMUNE ACCORDO E
CON SFORZO COMUNE, SI FORMERANNO UN RETTO GIUDIZIO.
METODO NATURALE NON COME CONTRACCETTIVO MA COME MEZZO O MODALITA'
PER RAGGIUNGERE UN INTENZIONE BUONA CHE è QUELLA DELLA RESPONSABILITA'
DELLA PROCREAZIONE CHE FOSSE PER ACCOGLIERE O RIMANDARE LA
GENERAZIONE.
G.S 51:IL CONCILIO SA CHE SPESSO I CONIUGI, CHE VOGLIONO CONDURRE
ARMONIOSAMENE LA LORO VITA CONIUGALE, SONOOSTACOLATI DA ALCUNE
CONDIZIONI DELLA VITA DI OGGI, E POSSONO TROVARSI IN ALCUNE CIRCOSTANZE
NELLE QUALI NON POSSONO AVERE FIGLI, NON SENZA DIFFICOLTà ALLORA SI PUO’
CONSERVARE LA PRATICA DI UN AMORE FEDELE E LA PIENA COMUNITA’ DI VITA.
LA’ DOVE INFATTI E’ INTERROTTA L’INTIMITA’ DELLA VITA COIUGALE, NON E’ RARO
CHE LA FEDELTA’ SIA MESSA IN PERICOLO E POSSA VENIR COMPROMESSO IL BENE
DEI FIGLI: ALLORA CORRONO PERICOLO ANCHE L’EDUCAZIONE DEI FIGLI E IL
CORAGGIO DI ACCETTARNE ALTRI.

il matrimonio è indissolubile per natura divina.


i coniugi assolvendo l'onere procreativo ed educativo come genitori PERFEZIONANDO LA
LORO VITA E LA VITA DELLA CHIESA DI CUI FANNO PARTE.(MUTUO E RECIPROCO
DONO)
IL MATRIMONIO NON E' STATO ISTITUITO SOLTANTO PER LA PROCREAZIONE IL
CARATTERE STESSO DI ALLEANZA E' INDISSOLUBILE  . E ANCHE SE LA PROLE
SEPPUR TANTO DESIDERATA  NON CE' IL MATRIMONIO PERDURA COME COMUNITA'
E COME COMUNIONE DI VITA E CONSERVA IL SUO VALORE A LA SUA
INDISSOLUBILITA' . QUINDI IL MATRIMONIO E' FINALIZZATO AD ELEVARE COME
SACRAMENTO L'AMORE CONIUGALE.
ATTI CONIUGALI SONO LECITI SANTI E VALIDI ANCHE SE LA PROLE TANTO
DESIDERATA NON C'E'
HUMANAE VITAE( da 5 a 17)
:  una commissione per poter onorare quello che avevano detto i padri conciliari sulla
fecondità, è un gruppo internazionale e arriva dopo tanta sofferenza a ad avere due posizioni:
un gruppo di maggioranza che esprime al papa la possibilità di utilizzare un contracettivo
chimico (la pillola) che non lede il rapporto sessuale che rende però sterile la fecondazione e
lo considera lecito (non fa a interrompere il processo sessuale come ad esempio lo  fa il
preservativo),poi c'è un gruppo di minoranza che dice che rendere artificialmente infecondo un
rapporto sessuale coniugale è SEMPRE E COMUNQUE IMMORALE in quanto un atto
disonesto non potrà diventare onesto semplicemente perchè praticato da na persona onesta. il
papa ha scelto l'opinione del gruppo di minoranza ed è coerente col fatto che ogni relazione
sessuale ha questo duplice aspetto unitivo e procreativo (humanae vitae) e non può essere
scisso.
In certe situazione può non essere considerato peccato ma mantenere la gravità dll'atto (resta
intrisecamente un atto cattivo).
La fecondità caratterizza ogni autentica esperienza di amore ogni esperienza d'amore che non
porta frutto non è amore. s. tommaso: il bene per sua natura si diffonde
La fecondità è la capacità di fare di ogni gesto di amore un dono di sè al proprio coniuge , ai
propri figli e alla chiesa è quindi il frutto del dono reciproco tra marito e moglie e rende
credibile per la società le parole che in un qualche modo stridono nel nostro contesto sociale
che sono gratuità, dono e disinteresse; (GS 50) il concetto di fecondità come dono e compito è
peculiare di ogni coppia e famiglia quindi la fecondità è CO-ESSENZIALE è CO-STITUTIVA
della coppia e della famiglia. SE C'è LA COPPIA , SE C'è FAMIGLIA SE C'è AMORE
CONIUGALE FRA DI ESSI COME ATTO UMANO CHE NASCE DALLA VOLONTA',
NESSUNA COPPIA E' STERILE! QUINDI LA FECONDITA' E' COSTITUTIVA DELL'AMORE.
AMORIS LAETITIA 80:  il matrimonio è in primo luogo una "intima comunità di vita e di amore
coniugale" che costituisce un bene per gli sposi stessi e la sessualità è ordinata all'amore
coniugale dell'uomo e della donna è quindi ordinata al bene reciproco dell'uomo e la donna è
in questa reciprocità che si inserisce il dono della fecondità (non è un mezzo la fecondità);
perciò anche i cniugi ai quali Dio non ha concesso di avere figli, possono non di meno avere
una vita coniugale piena di senso, umanamente e cristianamente. il bambino che nasce
sboccia al cuore stesso del loro mutuo dono, di cui è frutto e compimento. Non giunge come
alla fine di un processo, ma è prensente dall'inizio(fecondità) del loro amore come una
caatteristica essenziale che non può venire negata senza mutilare lo sesso amore.dunque
nessun atto genitale degli sposi può negare questo significato, benchè per diverse ragioni non
sempre si possa generare una nuova vita.

AMORIS LAETITIA 81: il figlio chiese di nascere da un tale amore e non in qualsiasi modo,dal
momento che egli non è qualcosa di dovuto ma è un DONO CHE è FRUTTO DELLO
SPECIFICO ATTO DELL'AMORE CONIUGALE DEI SUOI GENITORI. LA FECONDITA' HA A
CHE FARE CON LA DECISIONE DI ACCOGLIERE UN FIGLIO (ACCOGLIERLO ED
EDUCARLO) 
AMORIS LATETITIA 82 (ruolo dell'educazione): l'insegnamento della Chiesa "aiuta a vivere in
maniera armoniosa e consapevole la comunione tra coniugi ,in tutte le sue dimensioni,
insieme alla respondabilità generativa. Va riscoperto il messaggio dell'enciclica Humanae vitae
che sottolinea il bisogno di rispettare la dignità della persona nella valutazione morale dei
metodi di regolazione della natalità. La scelta dell'adozione, dell'affido esprime particolare
fecondità dell'esperienza coniugale. con particolare gratitudine, la chiesa sostiene le famiglie,
che accolgono , educano e circondano del loro affetto i figli diversamente abili. ( si è fecondi
anche questo modo)
IL PRIMO FIGLIO DELLA COPPIA E' LA COPPIA STESSA ed è una piccola creatura che va
coccolata e curata di più proprio perchè è una creatura fragile e spesso indifesa e non ha
neanche le risorse per difendersi, questa creatura va difesa dai pericoli dell'abitudinarietà
necessario nutrirla con il dialogo e la pazienza, accudirla con tenerezza e farsi dono del
perdono reciproco (dono inestimabile)(amoris laetitia 276-277)
figlio= benedizione e compito(che dio affida)
accogliere un figlio è un evento che cambia la vita
Di risorsa alle famiglie sono i catechisti e le altre famiglie 
HUMANAE VITAE PARTE SECONDA DAL 7 AL 18: 

Potrebbero piacerti anche