Sei sulla pagina 1di 3

La retta

Una funzione espressa da una equazione di primo grado nelle due incognite x e y ha come
rappresentazione grafica (diagramma) sempre una retta.
Tale equazione può essere data in due forme:
• implicita: ax + by + c = 0 dove a, b, c sono i coefficienti, di volta in volta diversi, che variando
individuano le infinite rette del piano; y

• esplicita: y = mx + q dove
a c
m=− ; q=−
b b
m è detto coefficiente angolare della retta (ne 2 x
dà la pendenza) ed è ottenuto dal rapporto y/x; -1
q è il punto di intersezione con l’asse y.
𝟏
𝒚 = +𝟐𝒙 − 𝟏

Rette particolari
a) se c = 0 (y = mx) la retta passa per l’origine (manca il termine noto);
b) se a = 0 (y = k) la retta è parallela all’asse x (manca il termine con la x);
c) se b = 0 (x = k) la retta è parallela all’asse y (manca il termine con la y).
ESEMPI:
a) y = 2x b) c) x = -1

y =2

d) y=x e) y =-x La retta d’equazione y = 0 è l’asse x, la


bisettrice del bisettrice del retta d’equazione x = 0 è l’asse y.
primo e terzo secondo e quarto
quadrante quadrante Se il coefficiente angolare è positivo la
retta è crescente (aumentando il valore
della x, aumenta anche quello della y),
se è negativo la retta è decrescente
(aumentando la x diminuisce la y).
Rappresentazione grafica di una retta
Per rappresentare una retta basta individuare due punti (per due punti passa una ed una sola retta); se
l’equazione è in forma esplicita uno dei due punti è (0 ; q).

ESEMPIO: Data la retta di equazione 3 x − y + 2 = 0 conviene portarla nella forma implicita


y = 3 x + 2 e poi assegnare due valori arbitrari alla x (ad esempio -1 e 1) per ottenere i
corrispondenti valori della y

Punto x y
q 0 +2
A -1 -1
B 1 5

La retta è crescente (m = +3, positivo)


La retta interseca l’asse Y nel punto +2
(q=+2).

ESEMPIO: Data la retta di equazione 𝑥 − 3𝑦 + 9 = 0 e disegnarla sul piano cartesiano


Svolgimento: conviene portarla in forma esplicita:

𝒂 +𝟏 𝟏
𝒎=− = − = −
𝒃 −𝟑 𝟑
𝒄 +𝟗
𝒒= − = − = +𝟑
𝒃 −𝟑
𝟏
La retta in forma esplicita diventa: 𝒚= − 𝒙+𝟑
𝟑

Se scriviamo la tabella otteniamo:

Punto x y
q 0 +3
P 3 +1

1
La retta è decrescente (m=− ,
3
negativo).
La retta interseca l’asse Y nel punto +3
(q=+3).
ESERCIZI

1) Rappresenta sul piano cartesiano le rette di equazioni y = 3x − 1 e x + 2 y − 5 = 0

2) Rappresentare la retta di equazione y = 4

3) Rappresentare la retta di equazione x = 3

4) Rappresentare la retta di equazione y = -2

5) Rappresentare la retta di equazione x = -5

Svolgete gli esercizi e me li inviate sulla Bacheca di Argo.

Potete anche utilizzare il software GeoGebra, poi quando avete finito,

Scaricate la schermata (Scarica come ... ), salvatela e postatela sulla Bacheca

di Argo o in WeSchool.

Potete anche utilizzare altri

metodi. L’importante è che mi

fate avere gli esercizi svolti.

Non vi dimenticate di mettere

il vostro nome, cognome e

classe.

Prof. Nunzio Zarigno

Potrebbero piacerti anche