Sei sulla pagina 1di 27

Cristian Cicchinè

Product/Graphic
Designer
Indice
Tipologie lavori
Tam p. 1

Filo p. 3

Elle p. 4

Add-Off p. 5

Moe p. 7

Tami p. 8

Tongue p. 9

Stool p. 10

Gemma p. 11

Paxel p. 12

Tazza Centenario p. 13

Rolli p. 14

Ritagli p. 15

Luciano, Josè e Domingo p. 16


Congelatore di ricordi p. 17

Logo Tam p. 18

Good 50x70 p. 19

Hobby p. 20

Tv p. 21

Giochingiro p. 22
Industrial design

Products
Craft design

Social design

Gaphic
Tipologie lavori

Graphics
Logo

Portrait
Photos

Experimental
1
Tam
Industrial Design

Tam è pensato per il trattamento del cibo. La forma di Tam è frutto


dell’acqua contaminata e il di uno studio sulle posture assunte
riscaldamento del cibo in situazioni da persone appartenenti a culture
di emergenza. diverse durante la preparazione
Si rivolge alle agenzie, associazioni del cibo e dalla disponibilità in
e organizzazioni che operano situazioni di emergenza, di minime
fornendo beni di prima necessità. quantità d’acqua da poter trattare.
L’oggetto sfrutta l’uso di una Per questo si presenta svasata alla
fonte alternativa a quella solare base, permettendo l’utilizzo anche
per ricavare calore, facendo sì se non a pieno della capienza.
che qualsiasi forma di energia Tam è un’alternativa agli attuali
possa essere convertita in un’altra sistemi e prodotti, usati per
una variante. In questo caso la il trattamento dell’acqua e il
conversione di energia meccanica riscaldamento degli alimenti. Il suo
(intesa come lavoro umano) in fine oltre a risolvere due problemi
calore è usata per ottenere le ai quali è legata la vita delle
temperature in cui avviene la persone, è stimolare l’utilizzo di
pastorizzazione, permettendo energie non convenzionali, per un
la depurazione dell’acqua e in maggiore risparmio e migliore uso
secondo luogo, il riscaldamento delle risorse in nostro possesso.
2

1. Alzare il coperchio 2. Versare l’acqua contaminata 3. Posizionare il coperchio


all’interno

4. Ruotare la manopola (12 min ca) 5. Sollevare il coperchio 6. Acqua pastorizzata e potabile
3
Filo
Industrial Design

L’oggetto nasce l’utente e permette


dall’uso di un solo al prodotto di essere
tubolare metallico, che collocato sia all’aperto
come un filo continuo, sia in un ambiente
da vita alla struttura interno.
portante.
Questa è pensata in
acciaio con variabili
di finitura, cromata o
satinata.
La forma del prodotto
è determinata dalle
curve date al tubolare,
sul quale vengono
ricavati degli alloggi,
per la seduta e per lo
schienale.
Gli stessi sono
realizzati in cotone
naturale, tessuto a
trama media, facili da
sfilare e lavare.
Il contrasto visivo e
tattile che si crea tra
i due materiali usati
è uno stimolo per
Elle
Industrial Design
4

Elle è un mobile
contenitore da interni,
composto da elementi
in faggio curvato,
che costituiscono la
struttura portante.
Su questa sono
collocati dei piani
divisori e di appoggio,
ricavati dal riuso di
vecchie tavole in
legno.
5
Add-Off*
con Alice Cappelli/Leandro Lisboa
Industrial Design

Spostandoci insieme costituiscono in filo di rame,


giornalmente ci il packaging modellabile in base
rapportiamo con dell’oggetto. alle varie esigenze
la dinamica post- Add-Off è imbottito ergonomiche.
moderna e con i suoi in Ecoten, materiale Add-Off è una
numerosi stimoli visivi fonoassorbente con “parentesi personale”,
e sonori. capacità di isolamento dove stimolare la
Add-Off vuole porsi termico ed acustico mente, il pensiero,
come filtro verso e rivestito in tessuto per vivere al meglio la
tutte le informazioni Alcantara. propria giornata.
in eccesso che Il prodotto è a taglia
influiscono sulla unica e unisex.
nostra vita. Si indossa attraverso
Il prodotto facilmente una tasca, che
trasportabile è sfrutta la forma
composto da due degli orecchi come
paraorecchi e una appoggio, dato da
mascherina, che una piccola struttura
6

*
Proposta progettuale per l’Extraordinary every day Travel
Contest, Alcantara LAB.
Menzione speciale per il migliore utilizzo del materiale
Alcantara.
7
Moe
Industrial Design

Moe si propone negli spazi urbani come


dissuasore, con funzione di portabici.
La bicicletta si appoggia tramite il pedale e può
essere legata al foro presente nell’oggetto.
Pensato per essere realizzato in plastica riciclata
post-consumo, la sua forma non limita la
possibilità di altre versioni in materiali differenti.
Tami 8

Industrial Design

Ci si dimentica spesso Il prodotto può


del consumo di essere utilizzato al
energia e del danno di fuori dell’ambito
che questo provoca domestico, al parco, in
all’ambiente, dando campeggio, in treno o
poca considerazione in qualsiasi situazione,
alle fonti rinnovabili ed dove si necessita di
alternative. una bevanda calda per
Da quest’input è il neonato.
pensato Tami. La forma ergonomica
Il prodotto è un e le sue dimensioni
biberon scalda ne permettono una
bevande, che si avvale comoda presa, in
della conversione di modo da facilitare
energia meccanica l’utente durante l’
in calore, utile per utilizzo.
riscaldare i liquidi
contenuti al suo
interno, risparmiando
gas ed energia
elettrica.
Tami ha una capacità
pari a 260ml,
rientrando negli
standard dei biberon
in commercio.
9
Tongue*
Industrial Design

Tongue è per forza legato


una mensola al concetto di
portariviste. Fonte razionalità inteso
del suo sviluppo come rifiuto
è una riflessione nell’uso della linea
sui significati curva.
di leggerezza e La pulizia formale
di trasparenza, e la praticità
volendoli di montaggio
comunicare nella permettono a
maniera più Tongue di essere
essenziale. collocata in
La forma del ambienti domestici
prodotto e la scelta e pubblici, come
del materiale elemento funzionale
sono legate ai e di arredo.
concetti sopra
riportati, cercando

*
di enfatizzarli. La
stessa forma vuole
essere un pensiero,
una considerazione Progetto vincitore del con-
sull’idea di un corso Plastic 4 the House,
minimalismo indetto da Corepla e Casa
formale, non Vogue
Stool* 10

Industrial Design

S tool è una mini di estrusione, può


workstation, la essere collocato,
sua forma ricca con delle viti di
di curve e le fissaggio, sia in
ridotte dimensioni, ambienti domestici,
permettono di sia di uso pubblico
ospitare gli elementi o privato quali
essenziali, utlili a internet point o call
chi lavora tramite center.
un computer.
Pensato per essere
realizzato in PMMA
tramite processo

*
Progetto vincitore del concorso
Plastic 4 the House, indetto da
Corepla e Casa Vogue
11
Gemma
Industrial Design

G emma è una lampada da interni pensata


per essere utilizzata come luce da
compagnia.
Ideata in PLA (polilattato), materiale
plastico che deriva dal mais e degrada
rapidamente in compostaggio, tiene conto
del suo smaltimento e limita il suo impatto
ambientale attraverso l’uso di una sorgente
luminosa a basso consumo e lunga durata.
Paxel 12

con Alice Cappelli/Leandro Lisboa


Industrial Design

Paxel nasce dall’idea di quello standard si


unire l’elemento pixel e la trasforma in una griglia,
pixel art all’uso della carta dove poter creare propri
regalo, proponendosi come disegni e messaggi,
evoluzione di quest’ultima, decorando a piacere il
eliminando l’uso di forbici, proprio pacchetto regalo.
schotch e biglietti di auguri.
Si presenta per essere
venduto come un foglio di
color bianco, suddiviso in
moduli di forma quadrata
(pixel) separabili l’uno
dall’altro tramite intagli.
I moduli costituiscono gli
elementi di chiusura in
quanto si possono inserire
l’uno sull’altro.
Con l’utilizzo di altri Paxel
con grafiche alternative
(alfabeto, colori, etc),
13
Tazza centenario*
con Alice Cappelli/Andrea Giorgi/Letizia Baglioni/Stefano Fortuna
Industrial Design

Fine della proposta è celebrare il


Centenario 1908/2008 attraverso
elementi quali il product, il graphic e il
packaging design.
Il prodotto mira a sucitare
nell’acquirente pensieri, ricordi ed
emozioni provate o suscitate durante
questi 100 anni di storia e, facendolo
interagire con esso, lo rende partecipe
della società FC INTERNAZIONALE.

*
Progetto secondo classificato
al concorso internazionale
“Inter 1908/2008”
Rolli
Social Design
14

Uno dei maggiori problemi che affliggono i


Paesi in via di sviluppo è legato all’acqua.
Sia per ciò che riguarda la qualità, sia
per la scarsa disponibilità delle fonti di
approvvigionamento. In queste zone del
mondo le persone, soprattutto donne e
bambini, percorrono chilometri, per potersi
rifornire di acqua.
Per venire incontro a questa esigenza,
cercando di facilitarne lo svolgimento
è stato pensato R olli , un carriolo per il
trasporto dell’acqua.
La sua realizzazione può avvenire in loco,
tramite l’uso di due basi per ombrelloni
in HDPE che ricoprono la funzione di
contenitori per l’acqua e allo stesso tempo
di ruote, ed elementi in legno. Rolli ha una
capacità di portata di 30 l ed un peso a
vuoto, pari a 4Kg.
15
Ritagli
Craft Design

Le sciarpe R itagli Interamente


nascono dal voler realizzate a mano,
sfruttare vecchi le sciarpe variano
prodotti per dare le une dalle altre
vita a nuovi oggetti in quanto, colore,
ed accessori. finitura del tessuto,
Sono autoprodotte, dimensioni e
riutilizzando le composizione
maniche e il corpo dipendono dalle
di vecchie maglie maniche e tessuti
e pezzi di tessuto, usati.
resti di altre
lavorazioni. .
Luciano/Josè/Domingo
Craft Design
16

Mini serie di bastoni


da passeggio
autoprodotti
riutilizzando vecchie
maniglie di porte e
finestre, assemblate
su delle gambe
appartenenti a
sedute non più in
uso.
17
Congelatore di ricordi
Craft Design

C ongelatore di ricordi è un servizio rivolto


a chiunque voglia elevare a cimelio un
oggetto della propria vita.
Nasce dall’idea di ridare valore e prestigio
agli oggetti che già si possiedono, con i
quali si hanno dei legami particolari, ricordo
di esperienze vissute.
Tam Logo
Graphic
18

Logo dell’oggetto
TAM.
La grafica fa
riferimento al
funzionamento
del prodotto, dato
dalla conversione di
energia meccanica
in calore, utile per
il riscaldamento
dell’acqua e degli
alimenti.
19
Good 50x70
con Alice Cappelli/Leandro Lisboa
Graphic

lavori elaborati per il concorso internazionale


Good 50x70, con fine di sensibilizzare la coscienza
sociale e ambientale delle persone.

Le due tematiche scelte in questione


appartengono alle categorie: lavoro minorile e
riscaldamento del clima.
Hobby
Photo
20

Attività ludico
ricreative, formative,
noiose, personali,
culturali, sportive, da
relax, praticate nel
week-end, durante le
meritate ferie o nel
tempo libero...in una
parola, Hobby.
Ogni scatto mette in
relazione una persona
con un oggetto,
compagno di questi
momenti lontani dalla
routine quotidiana.
21
Tv
Photo

La Tv, un oggetto
d’uso, mezzo di
comunicazione che
ha fatto sognare
generazioni, vista
attraverso gli occhi
dello spettatore.
Giochingiro
con Luca Binaglia
22

Industrial Design

Tutte le volte che


usciamo di casa, ci
muoviamo per le
strade costretti a
rispettare norme,
obblighi e sensi di
marcia, dedicando
poca attenzione alla
leggerezza.
E’ ora di cambiare le
regole del gioco!
Giochingiro è un invito
rivolto alle persone di
tutte le età a vivere
in modo divertente
gli spazi all’aperto;
è una visione della
segnaletica stradale
in chiave ludica che
comunica degli
input al gioco, con
attrezzature che
permettono di
svolgere tale attività.