Sei sulla pagina 1di 8

C O MUNE DI PANTELLERIA

Provincia di Trapani

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

N. 196 / del Reg. OGGETTO: Autorizzazione a costituirsi in giudizio parte civile nel
Procedimento relativo alla manifestazione “Pompieropoli”
DATA: 12.11.2021

L’anno duemilaventuno il giorno dodici del mese di Novembre alle ore 14,25, in seguito
a regolare convocazione, la Giunta Municipale, sotto la presidenza del Sindaco, si è riunita in
modalità telematica ai sensi e per gli effetti dell’art. 73, comma 1, D.L. n. 18 del 17.03.2020.
Partecipano all’adunanza, in video- conferenza, i Signori

PRES. ASS.

CAMPO Vincenzo SINDACO X


CALDO Maurizio VICE SINDACO X

GUTTEREZ Antonio Maria ASSESSOREANZIANO (presenza in videoconferenza) X


PARISI Angelo ASSESSORE X

MARRUCCI Francesca ASSESSORE X


3 2

3 2
con la partecipazione del V. Segretario Comunale Dott. Fabrizio Maccotta

Identificato/i “ a video”, da parte del V. Segretario Comunale, il/i partecipante/i collegato/i


telematicamente, il Sindaco, constatato il numero legale degli intervenuti, dichiara aperta l’
adunanza e li invita a deliberare sull’oggetto sopraindicato.

LA GIUNTA MUNICIPALE

Procedimento Amministrativo:
Pareri espressi ai sensi dell’art. ex 49 del T.U.E.L. (D. L.gs 18.08.2000 n. 267)
Parere di regolarità tecnica: Dott. ssa Rosalia Conti

Vista la seguente deliberazione, relativa all’oggetto, predisposta dal Sindaco nel testo che
segue:
Comune di Pantelleria
Provincia di Trapani
Il Sindaco propone la seguente proposta di deliberazione

Premesso che a seguito della manifestazione tenuta il giorno 23 Novembre 2021


denominata “Pompieropoli”, realizzata dall’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco del
Corpo Nazionale- Onlus sez. di Trapani, la minore E.R. subiva un sinistro.

Che in data 25.10.21 l’Avv. Fabrizio Rizzo avanzava a questo Ente, in nome e per conto
dei genitori della minore, richiesta di risarcimento danni.

Ritenuto che, conseguentemente appare necessario conferire incarico legale, ai fini di


tutelare i diritti e gli interessi di questo Ente presso tutte le sedi competenti, giudiziarie
ed extragiudiziarie.

Precisato che l'art. 17 del D.Lgs. n. 50/2016 e ss. mm. e ii. nel qualificare l'incarico di
gestione giudiziale e stragiudiziale delle controversie quale appalto di servizi ne esclude
l'assoggettamento alle disposizioni del codice stesso.

Visto l'art. 4 del citato decreto secondo cui "[…] l'affidamento dei contratti pubblici aventi
ad oggetto lavori, servizi e forniture, esclusi, in tutto o in parte, dall'ambito di
applicazione oggettiva del presente codice, avviene nel rispetto dei principi di
economicità, efficacia, imparzialità, parità di trattamento, trasparenza, proporzionalità,
pubblicità [...] ".

Considerato che in applicazione del principio di proporzionalità, deve ammettersi


l'affidamento diretto dell'incarico legale entro la soglia dei 40.000 euro, analogamente a
quanto consentito per gli affidamenti di appalti entro la predetta soglia ai sensi dell'art.
36, comma 2.

Precisato che l’art. 6 del Regolamento per il conferimento e la gestione degli incarichi
legali riserva all’ Amministrazione “[…] la facoltà di derogare motivatamente e in via
eccezionale ai criteri fissati dal presente regolamento, nel caso in cui dovessero essere
impugnati atti di rilevante importanza e relativi a questioni di massima complessità […]”
interpellando, in tal modo, anche professionisti non iscritti all’albo di cui all’art. 2 del
Regolamento indicato.

Ritenuto, opportuno, fin da adesso, autorizzare il Sindaco, in qualità di legale


rappresentante dell'Ente, a tutelare la posizione dell'Ente nella questione de quo, e a
sottoscrivere procura alle liti in favore del legale all'uopo individuato, concedendogli tutte
le facoltà consentite dalla legge comprese quelle di sottoscrivere gli atti del giudizio,
presentare istanze, comparse, memorie, motivi nuovi e aggiunti, rinunciare agli atti,
accettare rinunce e transigere, nonché quello di farsi sostituire da altri avvocati.

Ritenuto necessario far ricorso alla deroga di cui all’art.6 supra citato dando mandato
in via eccezionale al Responsabile del I settore di formalizzare l’incarico all’Avvocato
Salvino Pantuso, del Foro di Palermo, con studio legale a Palermo, via Ruggero Settimo
55, in ragione della particolare competenza maturata dal detto professionista nella
materia oggetto della controversia.

Vista la faq ex CIVIT (oggi ANAC) 17 settembre 2013 che stabilisce che qualora venga
attribuito ad un professionista un incarico per la difesa e la rappresentanza dell'Ente in
relazione a singole controversie, l'Amministrazione è tenuta, ai sensi dell'art. 15, cc. 1 e
2, del d.lgs. n. 33/2013, a pubblicare i relativi dati sul sito istituzionale, all'interno della
sezione "Amministrazione trasparente", sotto-sezione di primo livello "Consulenti e
collaboratori”.

Dato atto che la presente delibera non contiene l'indicazione dei dati identificativi della
controparte, sostituiti con degli omissis, al fine di assicurare la tutela della privacy
secondo le prescrizioni dell'Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali di cui al
provvedimento del 2 marzo 2011 recante le "Linee guida in materia di trattamento di dati
personali contenuti anche in atti e documenti amministrativi, effettuato da soggetti
pubblici per finalità di pubblicazione e diffusione sul web", pubblicato in G. U. n. 64 del
19 marzo 2011, ma che tali dati sono indicati e contenuti nel fascicolo della pratica
depositato presso l'ufficio segreteria.

Visti:
- il D.Lgs. .267/2000;
- lo Statuto Comunale.
PROPONE

1) Di conferire incarico all’Avv. Salvino Pantuso, del Foro di Palermo, con Studio ivi nella
Via Ruggero Settimo n. 55, al fine di assistere e difendere questo Ente innanzi alle
competenti Sedi giudiziarie ed extragiudiziarie che si renderanno opportune in
relazione agli effetti della vicenda conseguente al sinistro occorso in occasione della
manifestazione denominata “Pompieropoli” nella quale la minore E.R. subiva un
sinistro;

2) Stabilire che l’incarico per tale costituzione in giudizio di parte civile dovrà essere
assegnato all’Avvocato Salvino Pantuso, avente studio legale sito in Palermo, via
Ruggero Settimo n. 55, in applicazione di quanto disposto dall’art.6 del Regolamento
per il conferimento e la gestione degli incarichi legali, e, pertanto, in deroga stante
che il medesimo non è presente tra i professionisti iscritti nell’Elenco relativo;

3) Di precisare che ai fini del conferimento dell'incarico il Responsabile dovrà acquisire


la dichiarazione sottoscritta dal professionista attestante il possesso dei requisiti di
ordine generale di cui all'art.80 D.Lgs. n. 50/2016.

4) Di autorizzare il Sindaco, Dr. Vincenzo Campo, ad agire per la tutela legale della
posizione dell'Amministrazione Comunale mediante la costituzione di parte civile nel
procedimento in epigrafe, e a sottoscrivere procura alle liti in favore dell’Avvocato
Salvino Pantuso, avente studio legale sito in Palermo, via Ruggero Settimo n. 55, in
ragione della conoscenza specifica della problematica legale, conferendogli tutte le
facoltà consentite dalla legge comprese quelle di sottoscrivere gli atti del giudizio,
presentare istanze, comparse, memorie, motivi nuovi e aggiunti, rinunciare agli atti,
accettare rinunce e transigere.

5) Di trasmettere il presente atto al Responsabile del Settore I per l'adozione dei


provvedimenti consequenziali.

6) Di dichiarare, con separata ed ulteriore unanime votazione, la presente


immediatamente eseguibile ex art. 134, ultimo comma, del D.Lgs. n.267/2000, al fine
di assicurare una tempestiva proposizione del ricorso.
Il Sindaco
F.to Dott. Vincenzo Vittorio Campo
PARERE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
Si esprime parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica
Lì 12.11.2021
Il Responsabile
F.to Dott.ssa Rosalia Conti

E pertanto

LA GIUNTA MUNICIPALE

Esaminata e condivisa la proposta di deliberazione in ogni sua parte,

DELIBERA

7) Di autorizzare la nomina dell’Avv. Salvino Pantuso, del Foro di Palermo, con Studio ivi
nella Via Ruggero Settimo n. 55, al fine di assistere e difendere questo Ente innanzi
alle competenti Sedi giudiziarie ed extragiudiziarie che si renderanno opportune in
relazione agli effetti della vicenda conseguente al sinistro occorso in occasione della
manifestazione denominata “Pompieropoli” nella quale la minore E.R. subiva un
sinistro;

8) Stabilire che l’incarico per tale costituzione in giudizio di parte civile dovrà essere
assegnato all’Avvocato Salvino Pantuso, avente studio legale sito in Palermo, via
Ruggero Settimo n. 55, in applicazione di quanto disposto dall’art.6 del Regolamento
per il conferimento e la gestione degli incarichi legali, e, pertanto, in deroga stante
che il medesimo non è presente tra i professionisti iscritti nell’Elenco relativo;

9) Di precisare che ai fini del conferimento dell'incarico il Responsabile dovrà acquisire


la dichiarazione sottoscritta dal professionista attestante il possesso dei requisiti di
ordine generale di cui all'art.80 D.Lgs. n. 50/2016.

10) Di autorizzare il Sindaco, Dr. Vincenzo Campo, ad agire per la tutela legale della
posizione dell'Amministrazione Comunale mediante la costituzione di parte civile nel
procedimento in epigrafe, e a sottoscrivere procura alle liti in favore dell’Avvocato
Salvino Pantuso, avente studio legale sito in Palermo, via Ruggero Settimo n. 55, in
ragione della conoscenza specifica della problematica legale, conferendogli tutte le
facoltà consentite dalla legge comprese quelle di sottoscrivere gli atti del giudizio,
presentare istanze, comparse, memorie, motivi nuovi e aggiunti, rinunciare agli atti,
accettare rinunce e transigere.

11) Di trasmettere il presente atto al Responsabile del Settore I per l'adozione dei
provvedimenti consequenziali.

12) Di dichiarare, con separata ed ulteriore unanime votazione, la presente


immediatamente eseguibile ex art. 134, ultimo comma, del D.Lgs. n.267/2000, al fine
di assicurare una tempestiva proposizione del ricorso.

E pertanto
LA GIUNTA MUNICIPALE

Ravvisata l’urgenza di provvedere in merito;


Con votazione unanime e palese
DELIBERA

Dichiarare il presente provvedimento immediatamente esecutivo.


Letto, approvato e sottoscritto

IL SINDACO
F.to Dott. Vincenzo Campo

IL SEGRETARIO COMUNALE L’ASSESSORE ANZIANO


F.to Dott. Fabrizio Maccotta F.to Dott. Gutterez Antonio Maria
=======================================================================
Il sottoscritto Segretario Comunale visti gli atti d’Ufficio,

ATTESTA

- che la seguente deliberazione, in applicazione della Legge Regionale 3 dicembre 1991, n. 44;

13) Sarà affissa all’Albo Pretorio Comunale il giorno ___________________ per rimanervi per
quindici giorni consecutivi (Art. 11, comma 1);

E’copia conforme all’originale

Dalla Residenza Municipale, IL VICE SEGRETARIO COMUNALE

________________________________

=====================================================================
Il sottoscritto Segretario Comunale, visti gli atti d’Ufficio,

ATTESTA

che la presente deliberazione, in applicazione della Legge Regionale 3 dicembre 1991, n. 44,
pubblicata all’Albo Pretorio di questo Comune per quindici giorni consecutivi
dal ______________ al ___________________ come previsto dall’art. 11, a seguito
degli adempimenti sopra attestati;

E’ DIVENUTA ESECUTIVA IL GIORNO ________________________

decorsi 10 giorni dalla pubblicazione (Art. 12 comma 1).

Dalla Residenza Municipale, __________________


IL VICE SEGRETARIO COMUNALE

F.to ……………………………………

E’ copia conforme all’originale da servirsi per uso Amministrativo

Dalla residenza Municipale_________________ ILVICE SEGRETARIO COMUNALE

……………………………………