Sei sulla pagina 1di 2

UdA 3

Lezione 1

LA RETE INTERNET
COME GAN

La rete Internet potrebbe essere paragonata a una ragnatela formata da risorse collegate
tra loro mediante link (collegamenti ipertestuali), che costituiscono ciò che si potrebbe
definire un ipertesto di dimensioni potenzialmente infinite.
Le risorse situate all’interno della rete Internet risiedono su computer tra loro collegati
e che fungono da server, mentre i computer che quotidianamente vengono utilizzati per
navigare svolgono la funzione di client.
Per comprendere meglio il significato di client e server si può ricorrere a un paragone. Im-
maginiamo di entrare in un ristorante e di chiedere una particolare pietanza al cameriere.
Il client può essere individuato in colui che effettua la richiesta di una risorsa, in questo
caso nel cliente che si è seduto al tavolo. Il cameriere è il server, ovvero colui che fornisce
la risorsa. La risorsa richiesta potrebbe essere disponibile, indisponibile momentaneamen-
te (tempi lunghi di preparazione perché richiesta da molti altri clienti) oppure terminata.
Analogamente il server non sempre può fornire la risorsa richiesta, oppure, se la risorsa
viene richiesta da molti client, si allungano i tempi di risposta.
Nella rete Internet le risorse sono molto spesso di tipo software e, nel caso della navigazio-
ne, si tratta di siti web. In particolare, ogni volta che un client web fa clic su un link, invia
una richiesta a un server web, che risponde inviando la risorsa corrispondente all’indirizzo
richiesto.

Un server web è un programma, individuato in un computer, che si occupa di fornire, su


richiesta del browser, una pagina web. Le informazioni inviate dal server web viaggiano in
rete trasportate dal protocollo HTTP. L’insieme dei server web dà vita al World Wide Web,
uno dei servizi più utilizzati di Internet.

Normalmente un server web risiede su sistemi dedicati, ma può essere eseguito su compu-
ter dove risiedano altri server o in cui vengano utilizzati anche per altri scopi. Per esempio,
si può installare un server web su un normale personal computer allo scopo di provare il
proprio sito web.
Tra le varie risorse che possono essere scambiate in rete mediante il protocollo HTTP vi
sono documenti, comunemente chiamati pagine web, scritte in un linguaggio di contras-
segno (per esempio HTML). I documenti HTML contengono informazioni e si collegano a
loro volta ad altre risorse (per esempio, immagini, suoni, animazioni), costituendo di fatto
la spina dorsale degli ipertesti.
Il browser (letteralmente “sfogliatore”) è il programma usato dal client per effettuare ri-
chieste HTTP a un server web. Permette di individuare la posizione di una pagina in Inter-
net e di interpretare le righe di codice sorgente scritte in HTML, in modo da presentare la
pagina web all’utente finale.
Il codice sorgente HTML che viene interpretato dal browser nelle ultime versioni è anche
in grado di mandare in esecuzione programmi scritti in Java (Applet) o di interpretare

2 Luigi Lo Russo, Elena Bianchi, Sistemi e reti, Volume 1, Nuova Edizione OPENSCHOOL, © Ulrico Hoepli Editore S.p.A. 2015
UdA 3
Lezione 1

programmi incapsulati internamente – detti script –, quali per esempio VBScript, JScript o
il più conosciuto JavaScript.
I browser più diffusi sono certamente Microsoft Internet Explorer (a volte denominato IE
per brevità), Mozilla Firefox e Google Chrome, oltre ad altri meno noti (Safari, Opera,
Galeon, SlimBrowser, Lynx).
Essendo per propria natura una rete mondiale e quindi una GAN, Internet è composta da
nodi che possono essere suddivisi in tre categorie principali.
◗◗ Router: sono gli “instradatori” della rete, che permettono ai pacchetti di dati di essere “rim-
balzati” da una sottorete all’altra fino a raggiungere la destinazione, mediante particolari
algoritmi, detti appunto di routing.
◗◗ Internet Service Provider (ISP): grazie ai molteplici POP
(Point Of Presence), è un server in grado di distribuire la
connessione ai client web che ne fanno richiesta.
◗◗ Host: contengono le informazioni che devono essere
memorizzate in Internet oppure sono gli “ospiti” che
cercano le informazioni sulla rete.

Nella figura a lato è riportata una rappresentazione


scherzosa del World Wide Web. ▶

Luigi Lo Russo, Elena Bianchi, Sistemi e reti, Volume 1, Nuova Edizione OPENSCHOOL, © Ulrico Hoepli Editore S.p.A. 2015 3