Sei sulla pagina 1di 3

AZIONI DEL REFERENTE NEL SISTEMA DI GESTIONE DEL RISCHIO COVID-19

INFORMAZIONE

Il lavoratore deve essere consapevole dell’obbligo di restare a casa con febbre oltre 37.5°C. o
con altri sintomi influenzali. In tali casi il lavoratore deve rimanere a domicilio e chiamare il
proprio medico curante.
L’accettazione di non poter entrare o permanere in azienda se sintomatico o avere avuto
contatto con persone positive al virus nei 14 giorni precedenti.
L’impegno a rispettare tutte le disposizioni delle Autorità e del datore di lavoro nel fare
accesso in azienda (distanziamento sociale di almeno 1 metro, comportamenti corretti sul
piano dell’igiene).

A quali domande risponde il referente:


- Tutti i lavoratori e chiunque entri in azienda, sono stati informati sulle misure utili alla
identificazione e riduzione del rischio da contagio, attraverso: la consegna di depliants
informativi, affissione di apposita cartellonistica all’ingresso e negli spazi comuni (es.
ingresso, mensa, spogliatoio, sala riunioni, ecc.)?.
- Osservando i comportamenti dei lavoratori ha constatato se hanno compreso le
informazioni?.

Ed inoltre potrebbe porsi altre domande:


- Per l’ aggiornamento costante dell’informazione ha coadiuvato il datore di lavoro?.
- Considerata l’importanza di adottare le norme igienico sanitarie di prevenzione è stata fatta
una sensibilizzazione dei lavoratori per la responsabilizzazione e per autocontrollo-
sintomatologie?.
-…

IGIENIZZAZIONE E SANIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI DI LAVORO

L’azienda assicura la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica dei locali, degli ambienti,
delle postazioni di lavoro e delle aree comuni e di svago.

A quali domande risponde il referente:


- L’azienda assicura la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica dei locali, degli ambienti,
delle postazioni di lavoro, degli automezzi aziendali e delle aree comuni e di svago?.
- La pulizia a fine turno e la sanificazione periodica degli uffici e dei reparti produttivi viene
effettuata con prodotti specifici?.

Ed inoltre potrebbe porsi altre domande:


- E’ stata effettuata una regolare e costante aerazione naturale dei locali?.
- E’ stata effettuata una regolare pulizia e sanificazione degli strumenti di lavoro?.
- Nel caso si sia accertato un caso positivo Covid-19 all’interno dei locali aziendali, le aree
frequentate sono state sanificate?.
-…

MODALITA’ DI ACCESSO IN AZIENDA

Il personale, prima di entrare nella sede di lavoro potrà essere sottoposto al controllo della
temperatura corporea. Se questa risulterà maggiore ai 37,5°C, non sarà consentito l’accesso.

A quali domande risponde il referente:


- Se un lavoratore ha presentato una temperatura corporea superiore ai 37,5° è stato
assicurato che fosse momentaneamente isolato, fornito di mascherina e invitato a
contattare il proprio medico?.
- E’ attivo un servizio di rilevazione della temperatura ad ogni inizio turno oppure, in
alternativa, è stato adottato uno strumento autocertificativo?.
- Per l’accesso di fornitori esterni sono state individuate apposite procedure di ingresso,
transito e uscita?.
- Per i fornitori/trasportatori o altro personale esterno sono presenti servizi igienici dedicati?.
- Il personale esterno (impresa di pulizia, manutenzione, ecc.) rispetta tutte le regole di
accesso aziendale?.

LIMITAZIONE DELLE OCCASIONI DI CONTATTO E RISPETTO DEL DISTANZIAMENTO


TRA LE PERSONE

Al fine di limitare i contatti tra le persone, nonché evitare aggregazioni ed affollamenti nei
luoghi di lavoro dovrà essere predisposta una diversa organizzazione degli spazi garantendo il
distanziamento sociale (almeno 1 metro).

A quali domande risponde il referente:


- Non si formano assembramenti e sovraffollamento negli spazi lavorativi?.
- E’ stata fatta la predisposizione di una corretta ripartizione/assegnazione degli uffici e delle
postazioni di lavoro?.
- Se prevista, è stata fatta la predisposizione di barriere fisiche (lavoratore/lavoratore e
lavoratore/utente)?.

Ed inoltre potrebbe porsi altre domande:


- Gli spostamenti all’interno dei luoghi di lavoro sono limitati al minimo indispensabile?.
- Durante le riunioni in presenza, svolte per necessità e urgenza, è stato adottato il
distanziamento delle persone, l’areazione dei locali e l’adeguata pulizia?.
- …

GESTIONE SPAZI COMUNI

L’accesso agli spazi comuni, comprese le mense aziendali, le aree fumatori e gli spogliatoi
dovrà essere regolato, favorendo la ventilazione naturale e continua dei locali.

A quali domande risponde il referente:


- Sono stati creati dei percorsi e passaggi obbligati con flusso unidirezionale?.
- Sono state adottate modalità e definiti tempi di accesso alla mensa, alle aree ristoro-caffè,
agli spogliatoi?.

IGIENE DELLE MANI

E’ obbligatorio che le persone presenti in azienda adottino tutte le precauzioni igieniche, in


particolare assicurino il frequente e minuzioso lavaggio delle mani, anche durante l’esecuzione
delle lavorazioni.

A quali domande risponde il referente:


- Sono presenti all’interno dei servizi igienici di mezzi detergenti e mezzi per l’asciugatura che
siano tali da garantire corrette misure igieniche?.
- Durante l’orario di lavoro in situazioni disagiate (es. cantiere) vi è la possibilità di potersi
lavare le mani con acqua e sapone oppure sono forniti detergenti per lavaggio con soluzione
alcolica?.
DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVUALE

Il datore di lavoro mette a disposizione mascherine e altri dispositivi di protezione individuale


in base alla mansione svolta e all’organizzazione del lavoro.

A quali domande risponde il referente:


- I lavoratori utilizzano le mascherine o altri dispositivi di protezione individuale?.

Ed inoltre potrebbe porsi altre domande:


- Lo smaltimento di mascherine e dispositivi di protezione individuale (rifiuto indifferenziato)
viene fatto correttamente?
- Per quanto riguarda le mascherine e altri dispositivi di protezione individuale abbiamo
scorte sufficienti?.
-…

SUPPORTO NELLA TUTELA DEI LAVORATORI VULNERABILI

I lavoratori che hanno maggior rischio di sviluppare complicanze e forme gravi della malattia
vengono considerati FRAGILI e devono essere particolarmente tutelati.

A quali domande risponde il referente:


- Nell’adozione di misure specifiche viene coinvolto anche il Medico Competente?.

SUPPORTO NELLA GESTIONE DEI POSSIBILI CASI COVID-19 POSITIVI

Nel caso in cui una persona presente in azienda sviluppi febbre e sintomi di infezione
respiratoria come la tosse, lo deve dichiarare immediatamente al datore di lavoro o referente.

A quali domande risponde il referente:


- E’ stata adottata la procedura di isolamento?.
- E’ stata data collaborazione al medico competente nei casi di lavoratori presenti in aziedna
da considerare contatti stretti?;
- Il lavoratore sintomatico è stato invitato a contattare il suo medico curante e
contestualmente a prendere contatto con il medico competente ove nominato?.
- E’ stata data collaborazione alle autorità sanitarie nel caso in cui è stato necessario porre in
isolamento fiduciario il lavoratore?.

REVISIONE DEL SISTEMA

E’ opportuna la revisione del sistema di gestione del rischio COVID-19 ogni qualvolta dovessero
intervenire modifiche del sistema lavorativo che possano incidere sulle dinamiche lavorative o
comunque a livello organizzativo.
Tale revisione è comunque opportuna in tutti i casi in cui sia segnalato il mancato rispetto
delle procedure indicate o il manifestarsi di un caso COVID-19.

A quali domande risponde il referente:


- Ha riferito tempestivamente ogni criticità del sistema?
- Ha raccolto segnalazioni dei lavoratori?;
- Ha contribuito all’implementazione delle misure adottate e delle condizioni che assicurano
alle persone adeguati livelli di protezione?.