Sei sulla pagina 1di 7

TRIANGOLI DEL COLLO

[in visione anterolaterale] ogni lato del collo appare di forma quadrilatera delimitata:
- in alto >> dalla base della mandibola + linea che dall' Angolo della mandibola si porta fino al
processo mastoideo
- in basso >> dal margine Superiore clavicola
- anteriormente >> dalla linea mediana anteriore
- posteriormente >> mm trapezio (margine anteriore)

Quest'area quadrilatera può essere ulteriormente suddivisa nei triangoli anteriore e posteriore - triangoli
maggiori- dal mm sternocleidomastoideo (il quale si estende obliquamente dallo sterno e dalla clavicola al
processo mastoideo dell'osso temporale e all'osso occipitale)

TRIANGOLO ANTERIORE:

Delimitato:

- anteriormente: dalla linea mediana del collo


- posteriormente: dal mm sternocleidomastoideo (margine anteriore)

La sua base corrisponde al margine inferiore della mandibola

L'apice corrisponde al manubrio dello sterno

Può essere suddiviso nelle porzioni sopraioidea e sottoioidea. Ed inoltre nei triangoli minori:

 . Triangolo digastrico
 . Triangolo sottomentale
 . Triangolo muscolare
 . Triangolo carotideo

[Triangolo Digastrico]

Delimitato:

- -in alto: dal margine inferiore della mandibola e dal suo prolungamento fino al processo mastoideo
- postero-inferiormente: dal mm digastrico (ventre posteriore) + mm stilojoideo
- antero inferiormente: dal mm digastrico (ventre anteriore)

Il suo pavimento è formato dai mm milojoideo e joglosso

La porzione anteriore contiene la ghiandola sottomandibolare, con la vena faciale che decorre
superficialmente e l'arteria faciale che decorre profondamente rispetto alla ghiandola

La porzione posteriore contiene la porzione inferiore della parotide

[durante il loro decorso la arteria carotide esterna e interna + vena giugulare interna + nervo vago passano
attraverso il triangolo digastrico]
[Triangolo Sottomentale] -impari-

Delimitato dai ventri anteriori dei 2 muscoli digastrici

Il suo apice corrisponde al mento

La sua base corrisponde al corpo dell'osso ioide

Il suo pavimento è formato da entrambi i muscoli milojoidei

* contiene linfonodi e piccole vene che convergono a fermare la vena giugulare anteriore

[Triangolo Muscolare]

Delimitato:

- anteriormente: dalla linea mediana del collo (dall' osso ioide allo sterno)
- inferoposteriormente: dal mm sternocleidomastoideo (margine anteriore)
- postero-superiormente: dal ventre superiore del mm omojoideo

* contiene i muscoli omojoideo - sternotiroideo - tirojoideo

[Triangolo Carotideo]

Delimitato:

- posteriormente: dal mm sternocleidomastoideo


- anteroinferiormente: dal ventre superiore del mm omojoideo
- superiormente: dal mm stilojoideo e dal mm digastrico (ventre posteriore)

È ricoperto da cute - dalla fascia cervicale superficiale- dal mm platysma - dalla fascia cervicale profonda (la
quale contiene rami del nervo facciale e del nervo cervicale trasverso)

Contiene al suo interno la porzione superiore della arteria carotide comune e la sua biforcazione nelle
arterie carotidi esterna e interna

Inoltre, possibile identificare alcuni rami dell'arteria carotide esterna (arteria tiroidea superiore - arteria
linguale - arteria facciale - arteria occipitale - arteria faringea ascendente)

Ed anche le corrispondenti vene che corrispondono agli omonimi rami dell'arteria carotide esterna e che
drenano tutte nella vena giugulare interna

* molte delle strutture in questa regione possono essere nascoste in maniera variabile dal muscolo
sternocleidomastoideo

TRIANGOLO POSTERIORE

Delimitato:

- anteriormente: dal mm sternocleidomastoideo (estremità posteriore)


- posteriormente: dal mm trapezio (estremità anteriore)

- inferiormente: dal 1/3 mediale della clavicola

Il suo Apice si trova tra le inserzioni dei mm sternocleidomastoideo e trapezio sull'occipite

Il suo tetto è formato dal foglietto superficiale della fascia cervicale profonda

Il suo pavimento è formato dalla fascia prevertebrale che riveste i gruppi anteriore e laterale dei
prevertebrali (splenio della testa- elevatore della scapola- scaleni)

Contiene al suo interno diverse strutture tra cui >> alcuni linfonodi (livello V) / nervo accessorio/ rami
cutanei del plesso cervicale / ventre inferiore del mm omojoideo / terza porzione della arteria succlavia /
vena giugulare esterna

È attraversato -al di sopra della clavicola- dal ventre inferiore del mm omojoideo che lo suddivide nei
seguenti triangoli:

. Triangolo Occipitale

. Triangolo sopraclavicolare

[Triangolo Occipitale]

Costituisce la porzione superiore e più ampia del triangolo posteriore

Il suo pavimento è costituito (dall'alto in basso) da >> mm splenio della testa - elevatore della scapola -
scaleno medio e posteriore

È ricoperto da cute, dalle fasce cervicali superficiale e profonda, inferiormente dal muscolo platysma

[Triangolo Sopraclavicolare]

Corrisponde alla porzione inferiore e più piccola del triangolo posteriore

Il suo pavimento contiene la prima costa - mm scaleno medio - prima porzione del mm dentato anteriore

È ricoperto da cute, dalle fasce cervicali superficiali e profonda ed è attraversato dai nervi sopraclavicolari

* proprio al di sopra della clavicola, il terzo tratto dell'arteria succlavia dal margine laterale del muscolo
scaleno anteriore piega e incrocia la prima costa per portarsi nell'ascella. La vena succlavia non è compresa
nel triangolo]

La vena giugulare esterna discende dietro il margine posteriore del muscolo sternocleidomastoideo per
terminare nella vena succlavia.

All'interno del triangolo ricordiamo il nervo per il muscolo succlavio e alcuni linfonodi
FASCIA CERVICALE

[L’organizzazione in più fasce permette un lavoro/movimento indipendente di ciascun distretto]

FASCIA CERVICALE SUPERFICIALE

Strato di tessuto connettivo Lasso localizzato tra il derma e la fascia cervicale profonda (unita a entrambe)

Ricopre il mm Platysma. Nella porzione inferiore del collo le fibre aponeurotiche del mm Platysma si
allargano a ventaglio, diventando i legamenti della cute oppure si continuano con la fascia che ricopre i
muscoli gran pettorale e deltoide

FASCIA CERVICALE PROFONDA

Convenzionalmente è distinta in 3 foglietti:

1) superficiale 2) medio 3) profondo

1) foglietto superficiale >> circonda il collo / avvolge i mm trapezio e sternocleidomastoideo

Superiormente si fonde con il periostio lungo la linea nucale superiore dell'osso occipitale

Tra la mandibola e il processo mastoideo è in rapporto con la ghiandola parotide (che avvolge) per poi
inserirsi sull’arcata zigomatica

Inferiormente si inserisce sull'acromion, sulla clavicola, sul manubrio sternale (fondendosi con il loro
periostio)

* al di sopra del manubrio si fonde con le fibre aponeurotiche del mm platysma e con la fascia che avvolge i
muscoli sottoioidei. A questo livello si sdoppia in una lamina profonda e in una superficiale che si
inseriscono rispettivamente sul margine anteriore e posteriore del manubrio sternale

Tra queste due lamine si trova un piccolo spazio: Spazio soprasternale (il quale contiene porzioni inferiori
delle vene giugulari anteriori + estremità sternali dei 2 mm sternocleidomastoidei)

2) foglietto medio >> suddiviso in un foglietto muscolare (che avvolge i muscoli sottoioidei) e in un foglietto
viscerale (che a sua volta comprende le fasce pretracheale e buccofaringea)

- foglietto viscerale si estende inferiormente

dalla base del cranio (posteriormente) e dalla cartilagine tiroidea (anteriormente e lateralmente)

Inferiormente si continua nel mediastino superiore e si fonde con il pericardio fibroso

Lateralmente si fonde con il foglietto superficiale della fascia cervicale profonda e con la guaina carotidea

3) foglietto profondo >> costituito dagli strati:

 . Dorsale (costituito dalla fascia prevertebrale)


 . Ventrale (costituito dalla fascia alare)
- fascia prevertebrale (in stretta vicinanza ai corpi vertebrali, ricopre mm lungo della testa e del collo)

Discende davanti al muscolo lungo del collo per protrarsi nel mediastino Superiore (dove si fonde con il
legamento longitudinale anteriore)

Lateralmente e posteriormente la fascia si continua con la fascia scalena (la quale ricopre i mm scaleni -
splenio della testa - elevatore della scapola)

La fascia prevertebrale si inserisce nei processi Spinosi delle vertebre e forma il pavimento per il triangolo
posteriore del collo

* tutti i rami ventrali dei nervi cervicali si trovano inizialmente dietro la

fascia prevertebrale

- fascia alare (foglietto che si inserisce più i processi trasversi delle vertebre cervicali / situata anteriormente
alla fascia prevertebrale)

Si trova posteriormente al foglietto viscerale della fascia cervicale media (che avvolge esofago e faringe)

Lateralmente la fascia alare si fonde con la fascia prevertebrale

Essa si estende dalla base cranica fino a livello di 7C circa - così da delimitare il margine inferiore degli spazi
retrofaringeo e di pericolo -

GUAINA CAROTIDEA >>

Addensamento della fascia cervicale profonda posto intorno alle arterie carotide interna e comune + alla
Vena giugulare interna + al nervo vago

* è più spessa intorno alle arterie che intorno alle vene, ciò permette a queste ultime di espandersi

MEMBRANA SOVRAPLEURICA (FASCIA DI SIBSON) >>

Funge da piano di separazione tra porzione inferiore del collo e il torace

Si inserisce anteriormente sulla 1° costa (margine interno)

Posteriormente sul processo trasverso della settima vertebra cervicale

È possibile definire diversi spazi:

 . Alcuni associati alla faccia (buccale- canino - masticatorio - parotideo)


 . Alcuni associati alla Regione soprajoidea (peritonsillare - sottomandibolare - sottolinguale)
 . Alcuni associati alla regione sottojoidea (viscerale anteriore)
 . Altri possono estendersi per la lunghezza del collo (retrofaringeo - di pericolo- prevertebrale -
carotideo)
[Spazio Viscerale]

Contiene le seguenti strutture (faringe - porzione cervicale esofago - laringe - trachea- tiroide- paratiroidi-
nervi laringei ricorrenti)

Lo spazio è delimitato:

- anteriormente dalla fascia che avvolge i muscoli sottojoidei


- posteriormente dalla fascia alare
- lateralmente dalla guaina carotidea (su entrambi i lati)

Può essere suddiviso in:

a) spazio anteriore viscerale - pretracheale -


b) spazio viscerale posteriore

a) spazio viscerale anteriore (pretracheale) >> contiene trachea- tiroide - paratiroidi - laringe - nervi laringei
ricorrenti- tronchi craniali del simpatico

È delimitato posteriormente dalla parete anteriore dell' esofago cervicale

Lo spazio si estende superiormente dall' osso ioide e dalle inserzioni dei muscoli sottoioidei verso l'osso
ioide e inferiormente verso la cartilagine tiroidea (della porzione anteriore del mediastino Superiore)

Comunica liberamente con lo spazio viscerale posteriore (solo lateralmente) poiché inferiormente invece si
è parlato da esso tramite tessuto connettivo denso associato alla arteria tiroidea Inferiore

b) spazio viscerale posteriore (retrofaringeo) >> si trova posteriormente alla faringe e alla porzione
cervicale dell'esofago

Si estende inferiormente dalla base cranica verso il mediastino Superiore (il suo limite caudale corrisponde
al livello della fusione tra la fascia alare il foglietto viscerale della fascia media)

[Spazio Prevertebrale]

Interposto tra la fascia prevertebrale e la colonna vertebrale

Si estende dalla base cranica fino al coccige e racchiude i muscoli prevertebrali

[Spazio di Pericolo]

Chiamato in questo modo perché il suo tessuto areolare offre una via potenziale per la disseminazione
rapida di un processo infettivo, soprattutto dagli spazi retrofaringeo - parafaringeo - pre vertebrale verso il
mediastino posteriore