Sei sulla pagina 1di 19

Documento #:

Doc_a8_(9).doc

ESEMPIO 26 (procedura di verifica). Sia data la sezione di un elemento strutturale in c.a.


di sezione 30 cm x 50 cm e armata con Ff = Ff = 4 24 (vedere dettagli figura 10.110).

Inserire figura:
ILLUSTRAZIONI\ARTS Tiff(cap 10)\Figura 10_110.tif
Figura 10.110 – Dettagli sezione elemento strutturale in c.a. da verificare.

Supponendo che il conglomerato sia un Rck25 e che gli acciai delle armature siano
fyk = 430 MPa , verificare a rottura la sezione sottoposta alle seguenti sollecitazioni di
progetto:
N Sd =  85 t =  8,5  10 4 daN (trazione);
MSd = 4 tm = 4,0  105 daNcm (tendente le armature inferiori Ff ).

SOLUZIONE. Calcolo resistenze di progetto materiali:


conglomerato: fcd = 110 daN / cm2 (tab. 9.2);
acciai: fyd = 3740daN / cm2 (tab. 9.4).
Calcolo altezza utile sezione resistente:
h = H  h = (50 cm)  (5,0 cm) = 45,0 cm ;
avendo letto h   h = 5,0 cm dallo schema di figura 10.110. Risulta, quindi:
h h  (5, 0 cm)
= = =  0,111 .
h h (45, 0 cm)
Calcolo sollecitazioni di progetto adimensionali:
N Sd ( 8, 5 10 4 daN)
n Sd = =   0, 572 ;
b  h  fcd (30 cm) ( 45, 0 cm)  (110daN / cm 2 )
MSd (4, 0  10 5 daNcm)
mSd = =  0,060 .
b  h 2  fcd (30 cm) ( 45, 0 cm) 2  (110daN / cm 2 )
Calcolo sollecitazione flettente adimensionale equivalente (con  = h / h ):
mSd* = mSd + nSd  0,5  (1  ) = 0, 060 + 0, 572  0, 5 (1  0,111) 0,314 .
Calcolo rapporti meccanici effettivi di armatura:
( Ff ) eff fyd 4  (4, 52 cm2 ) ( 3740daN / cm 2 )
( f ) eff = ( f ) eff =  =   0, 455 .
b  h fcd (30 cm)  (45, 0 cm) (110 daN / cm 2 )
Risultando:

483
Documento #:
Doc_a8_(9).doc

e = MSd / N Sd   4, 7 cm < 0 , il centro di trazione si trova all’interno tra i baricentri delle


armature Ff e Ff . La sollecitazione è dunque una tensoflessione con piccola eccentricità.
Infatti, risultando anche:
 m*Sd  0,210
  n Sd   0, 46 < 1
 1 
m* = 0, 314 > 0,210
 Sd
la sezione risulta definita (secondo la procedura parametrica) tensoinflessa con contenuta
eccentricità e con armatura doppia ( mSd* > 0,210 ). Pertanto, affinché si possano utilizzare le
equazioni parametriche generalizzate, si conviene di porre forzatamente (vedere teoria al
paragrafo 10.10.5):
 A = 0,210

 B = 0, 85.
Essendo una sezione con armatura doppia (figura 10.110), deve essere:
C = 1 (contributo armatura superiore)

m = A = 0,210 (massimo cimento conglomerato compresso);
 P = 0

T = 1 (tensoflessione).
I rapporti meccanici di armatura per armare la sezione si calcolano tramite le equazioni
parametriche:
m m*Sd  A
f = +C  P  nSd ;
B 1 
m*Sd  A
 f = C   T  n Sd .
1 
Sostituendo i valori numerici, si ha:
0,210 0, 314  0,210
f = + 1  0  0, 364 ;
0,85 1  0,111
0,314  0,210
 f = 1  1 0, 572   0, 455 < 0 .
1  0,111
Risultando  f < 0 anche le armature superiori risultano tese (sezione praticamente
completamente tesa, con le armature che sono le sole resistenti). Essendo:
( f ) eff = 0, 455 >  f = 0, 364 ;
( f ) eff = 0, 455 =  f  0,455 ,
la sezione risulta verificata a rottura nel campo 1 (o in prossimità del campo 2 se l’asse neutro
dovesse ricadere nella zona di copriferro delle armature superiori) e con coefficiente di
sicurezza minimo a rottura pari a:
 ( f ) eff ( f )eff 
CS  min  ; 1 .
  f  f 

OSSERVAZIONI. Per conoscere l’allungamento unitario  f degli acciai superiori è


sufficiente considerare l’equazione di equilibrio alla traslazione, in forma adimensionale, in
condizioni di sezione completamente tesa:
n Sd =  ( f ) eff  f  ( f ) eff ;
avendo trascurato, per sicurezza, l’eventuale zona di conglomerato del ricoprimento delle
armature superiori (sezione resistente solo con le armature). Sostituendo i valori numerici, si
ottiene:

484
Documento #:
Doc_a8_(9).doc

[n Sd + ( f ) eff ] [ 0, 572 + 0, 455]


 =  f =   0, 257 < 1 .
( f ) eff 0, 455
Gli acciai superiori risultano tesi in campo elastico ( f < 1 ):
 f = f  fyd = 0,257  (3740 daN / cm 2 )  960 daN / cm 2 .
Si riporta, nella figura 10.111, il semidominio di rottura della sezione. Come si può vedere, il
punto della sollecitazione (nSd ; mSd )  ( 0, 57; 0, 06) risulta allineato alla “retta 1-2a”,
relativa ad una posizione dell’asse neutro pari a circa   0 e con  f = 10 / 1000 . Pertanto, la
sezione è verificata a rottura sulla linea di separazione tra i campi di rottura 1 e 2. Un calcolo
rigoroso fornisce un valore del coefficiente di sicurezza a rottura pari a circa:
CS  1, 29  1 .

485
Documento #:
Doc_a8_(9).doc

Inserire figura:
ILLUSTRAZIONI\ARTS Tiff(cap 10)\Figura 10_111.tif
Figura 10.111 – Semidominio di rottura della sezione.

ESEMPIO 27 (procedura di verifica). Sia data la sezione di un elemento strutturale in c.a.


di sezione 30 cm x 50 cm e armata con Ff = Ff = 4 24 (vedere dettagli in figura 10.112).

486
Documento #:
Doc_a8_(9).doc

Inserire figura:
ILLUSTRAZIONI\ARTS Tiff(cap 10)\Figura 10_112.tif
Figura 10.112 – Dettagli sezione elemento strutturale in c.a. da verificare a rottura.

Supponendo che il conglomerato sia un Rck25 e che gli acciai delle armature siano
fyk = 430 MPa , verificare a rottura la sezione sottoposta alle seguenti sollecitazioni di
progetto:
N Sd = 50 t = 5, 0  10 4 daN (compressione);
MSd = 3, 55  106 daNcm .

SOLUZIONE. Calcolo resistenze di progetto materiali:


conglomerato: fcd = 110 daN / cm2 (tab. 9.2);
acciai: fyd = 3740daN / cm2 (tab. 9.4).
Calcolo altezza utile sezione resistente:
h = H  h = (50 cm)  (5,0 cm) = 45,0 cm ;
avendo letto h  = h  = 5,0 cm dallo schema in figura 10.112. Risulta, quindi:
h h  (5, 0 cm)
= = =  0,111 .
h h (45, 0 cm)
Calcolo sollecitazioni adimensionali di progetto:
N Sd (5, 0  10 4 daN)
n Sd = =  0, 337 ;
b  h  fcd (30 cm) ( 45, 0 cm)  (110daN / cm 2 )
MSd (3,55 10 daNcm)
mSd = =  0,531 .
b  h  fcd (30 cm) ( 45, 0 cm) 2  (110daN / cm 2 )
2

Calcolo sollecitazione flettente adimensionale equivalente (con  = h / h ):


mSd* = mSd + nSd  0,5  (1  ) = 0, 531 + 0, 337  0, 5 (1  0,111) 0,681 .
Calcolo rapporti meccanici effettivi di armatura:
( Ff ) eff fyd 4  (4, 52 cm2 ) ( 3740daN / cm 2 )
( f ) eff = ( f ) eff =  =   0, 455 .
b  h fcd (30 cm)  (45, 0 cm) (110 daN / cm 2 )
Risultando:
e = MSd / N Sd  71cm il centro di pressione si trova all’esterno della sezione e al di sopra
delle armature superiori Ff . La sollecitazione è dunque una pressoflessione con grande
eccentricità. Infatti, risultando anche:

487
Documento #:
Doc_a8_(9).doc

m*Sd = 0,681 > 0,210



 m*Sd  0, 210
 0, 247 +  nSd   0, 43 < 0
 1 
la sezione risulta definita (secondo il metodo parametrico) pressoinflessa con piccola
eccentricità e con armatura doppia ( mSd* > 0,210 ). Pertanto, si pone:
 A = 0,210
 (pressoflessione con grande eccentricità).
 B = 0, 85
Essendo la sezione a doppia armatura (vedere figura 10.112), si pone:
C = 1 (contributo armatura superiore)

m = A = 0,210 (massimo cimento conglomerato compresso);
 P = 1 (pressoflessione)

T = 0.
I rapporti meccanici di armatura per armare la sezione si calcolano tramite le equazioni
parametriche generalizzate:
m m*Sd  A
f = +C  P  nSd ;
B 1 
m*Sd  A
 f = C   T  n Sd .
1 
Sostituendo i valori, si ha:
0,210 0,681  0, 210
f = + 1  1 0, 337  0, 440 ;
0,85 1 0,111
0,681  0,210
 f = 1  0  0, 530 .
1  0,111
Risultando: ( f ) eff = 0, 455 >  f = 0, 440 ma con: ( f ) eff = 0, 455 <  f = 0, 530 , la sezione
non risulta verificata a rottura a causa dell’insufficienza dell’area dell’armatura superiore Ff .
Osservando, infatti, il semidominio di rottura della sezione, si nota come il punto della
sollecitazione di progetto (nSd ; mSd )  (0,34; 0, 53) si trovi immediatamente all’esterno del
dominio di rottura.

488
Documento #:
Doc_a8_(9).doc

Inserire figura:
ILLUSTRAZIONI\ARTS Tiff(cap 10)\Figura 10_113.tif
Figura 10.113 – Semidominio di rottura della sezione: sezione non verificata.

ESEMPIO 28 (procedura di verifica). Sia data la sezione 30 cm x 40 cm di un elemento


strutturale in conglomerato armato (vedere figura 10.114), soggetto alla seguente
sollecitazione ultima di flessione semplice:
MSd = 18, 5 tm = 1,85  106 daNcm (tendente le armature inferiori Ff ).

489
Documento #:
Doc_a8_(9).doc

Inserire figura:
ILLUSTRAZIONI\ARTS Tiff(cap 10)\Figura 10_114.tif
Figura 10.114 – Dettagli sezione da verificare.

Ipotizzando un Rck25 per il conglomerato e fyk = 430 MPa per gli acciai, verificare la sezione
a rottura.

SOLUZIONE. Calcolo resistenze di progetto materiali:


conglomerato: fcd = 110 daN / cm2 (tab. 9.2);
acciai: fyd = 3740daN / cm2 (tab. 9.4).
Calcolo altezza utile sezione resistente:
h = H  h = (40 cm)  (4,80 cm) = 35,2 cm ;
avendo letto dallo schema di figura 10.74-b il valore h  = h  = 4, 8 cm .
Calcolo distanza adimensionale baricentro armature longitudinali dai casseri:
h h  (4, 8 cm)
= = =  0,136 .
h h (35, 2 cm)
Calcolo sollecitazione flettente adimensionale:
MSd (1, 85 10 6 daNcm)
mSd = =  0,453 .
b  h 2  fcd (30 cm) ( 35, 2 cm) 2  (110daN / cm2 )
Calcolo rapporti meccanici di armatura effettivi:
(Ff ) eff fyd 5 ( 3,14 cm2 ) ( 3740daN / cm 2 )
( f ) eff =  =   0, 505 ;
b  h fcd (30 cm)  ( 35, 2 cm) (110 daN / cm 2 )
( Ff) eff fyd 3 ( 3,14 cm2 ) ( 3740daN / cm 2 )
( f ) eff =  =   0, 303 .
bh fcd (30 cm)  ( 35, 2 cm) (110 daN / cm 2 )
In condizioni di flessione semplice con massima duttilità (   0,2593 ), risulta:
 A = 0,180 (massimo cimento del conglomerato compresso)

 B = 0, 87 (braccio forze resistenti).
Essendo la sezione dotata di doppia armatura (vedere figura 10.114), si pone:
C = 1 (contributo armatura superiore)

m = A = 0,180 (massimo cimento del conglomerato compresso).
I rapporti meccanici di armatura che verificano la sezione in condizioni di massima duttilità si
calcolano tramite le formule parametriche:

490
Documento #:
Doc_a8_(9).doc

m m A
f = + C  Sd ;
B 1 
C mSd  A
 f =  .
 f 1 
Dalla tabella 10.1, in funzione del valore  = 0,136 e dell’acciaio FeB44k, si legge il valore:
f = 0, 935 . Pertanto, sostituendo i valori numerici nelle equazioni parametriche si ottiene:
0,180 0,453  0,180
f = + 1  0,522 ;
0, 87 1  0,136
1 0, 453  0,180
 f =   0, 337 .
0,935 1  0,136
Risultando però:
( f ) eff = 0, 505 <  f = 0, 522 ;
( f ) eff = 0, 303 <  f = 0, 337 ,
la sezione non risulta verificata a rottura. Si riporta, nella figura 10.115, il semidominio di
rottura della sezione. Come si può vedere, il punto della sollecitazione di progetto
(nSd ; mSd )  (0,00; 0, 45) si trova immediatamente al di fuori del semidominio di rottura: la
sezione non è verificata.

491
Documento #:
Doc_a8_(9).doc

Inserire figura:
ILLUSTRAZIONI\ARTS Tiff(cap 10)\Figura 10_115.tif
Figura 10.115 – Semidominio di rottura sezione resistente: sezione non verificata.

OSSERVAZIONI. Si può notare che i rapporti meccanici di armatura effettivamente presenti


nella sezione sono entrambi abbastanza vicini ai corrispondenti valori relativi alla condizione
di massima duttilità. Di conseguenza, pur tendendo ad una condizione di massima duttilità, la
sezione non risulta verificata a rottura per insufficienza delle aree di armatura. Si può notare,
infatti, dalla figura 10.115, come il punto della sollecitazione di progetto sia allineato alla
retta di massima duttilità che divide il campo di rottura 2 dal campo di rottura 3.

492
Documento #:
Doc_a8_(9).doc

ESEMPIO 29 (procedura di verifica). Sia data la sezione di un elemento strutturale in c.a.


di sezione 30 cm x 50 cm e armata con Ff = 4 26 e Ff = 3 26 (vedere dettagli in figura
10.116).

Inserire figura:
ILLUSTRAZIONI\ARTS Tiff(cap 10)\Figura 10_116.tif
Figura 10.116 – Dettagli sezione elemento strutturale da verificare.

Supponendo che il conglomerato sia un Rck25 e che gli acciai delle armature siano
fyk = 430 MPa , verificare a rottura la sezione sottoposta alla seguente sollecitazione di
flessione semplice retta:
MSd = 35 tm = 3,5  106 daNcm (tendente le armature inferiori Ff = 4 26 ).

SOLUZIONE. Calcolo resistenze di progetto materiali:


conglomerato: fcd = 110 daN / cm2 (tab. 9.2);
acciai: fyd = 3740daN / cm2 (tab. 9.4).
Calcolo altezza utile sezione resistente:
h = H  h = (50 cm)  (5,1 cm) = 44,9 cm ;
avendo letto h  = h  = 5,1 cm dallo schema in figura 10.116. Risulta, quindi:
h h  (5, 1 cm)
= = =  0, 114 .
h h (44, 9 cm)
Calcolo sollecitazione flettente adimensionale di progetto:
MSd (3, 5  10 6 daNcm)
mSd = =  0, 526 .
b  h 2  fcd (30 cm) ( 44, 9 cm) 2  (110daN / cm2 )
Calcolo rapporti meccanici di armatura effettivi:
(Ff ) eff fyd 4  (5,30 cm2 ) (3740 daN / cm 2 )
( f ) eff =  =   0, 535 ;
b  h fcd (30 cm)  ( 44, 9 cm) (110 daN / cm2 )
( Ff) eff fyd3  (5,30 cm2 ) (3740 daN / cm 2 )
( f ) eff =  =   0, 401 .
b  h fcd (30 cm)  ( 44, 9 cm) (110 daN / cm2 )
In condizioni di flessione semplice con massima duttilità (    b = 0,2593 ), risulta:
 A = 0,180 (massimo cimento del conglomerato compresso)

 B = 0, 87 (braccio forze resistenti).

493
Documento #:
Doc_a8_(9).doc

Essendo la sezione dotata di doppia armatura (vedere figura 10.116), si pone:


C = 1 (contributo armatura superiore)

m = A = 0,180 (massimo cimento del conglomerato compresso).
I rapporti meccanici di armatura che verificano la sezione in condizioni di massima duttilità si
calcolano tramite le equazioni parametriche:
m m A
 f =  + C  Sd ;
B 1 
C mSd  A
 f =  .
 f 1 
Dalla tabella 10.1, in funzione del valore  = 0,114 e dell’acciaio FeB44k, si legge il valore
f = 1, 00 . Pertanto, sostituendo i valori numerici nelle equazioni parametriche si ottiene:
0,180 0,526  0,180
f = + 1  0, 597 ;
0, 87 1 0,114
1 0,526  0,180
 f =   0, 390 .
1, 00 1 0,114
Risultando già:
( f ) eff = 0, 535 <  f = 0, 597
la sezione è sicuramente non verificata a rottura, per insufficienza dell’area dell’armatura
inferiore Ff . Si riporta, nella figura 10.117, il semidominio di rottura della sezione.

494
Documento #:
Doc_a8_(9).doc

Inserire figura:
ILLUSTRAZIONI\ARTS Tiff(cap 10)\Figura 10_117.tif
Figura 10.117 – Semidominio di rottura della sezione: non verificata a rottura.

Come si può vedere, il punto della sollecitazione di progetto (nSd ; mSd )  (0,00; 0, 53) risulta
al di fuori del semidominio di rottura: sezione non verificata a rottura.

ESEMPIO 30 (procedura di verifica). Sia data la sezione di un elemento strutturale in c.a.


di sezione 30 cm x 50 cm e armata con Ff = 4 26 e Ff = 3 22 (vedere dettagli in figura
10.118).

495
Documento #:
Doc_a8_(9).doc

Inserire figura:
ILLUSTRAZIONI\ARTS Tiff(cap 10)\Figura 10_118.tif
Figura 10.118 – Dettagli sezione elemento strutturale da verificare.

Supponendo che il conglomerato sia un Rck25 e che gli acciai delle armature siano
fyk = 430 MPa , verificare a rottura la sezione sottoposta alla seguente sollecitazione di
flessione semplice retta:
MSd = 30 tm = 3,0  106 daNcm (tendente le armature inferiori Ff = 4 26 ).

SOLUZIONE. Calcolo resistenze di progetto materiali:


conglomerato: fcd = 110 daN / cm2 (tab. 9.2);
acciai: fyd = 3740daN / cm2 (tab. 9.4).
Calcolo altezza utile (minima) sezione resistente:
h = H  h = (50 cm)  (5,1 cm) = 44,90 cm ;
avendo letto h  = 5,1 cm dallo schema di figura 10.118. Risulta, quindi:
h h (5,10 cm)
 =  =  0,114 .
h h (44,90 cm)
Calcolo sollecitazione flettente adimensionale di progetto:
MSd (3, 0  106 daNcm)
mSd = =  0, 451 .
b  h 2  fcd (30 cm) ( 44, 90 cm) 2  (110 daN / cm 2 )
Calcolo rapporti meccanici di armatura effettivi:
(Ff ) eff fyd 4 ( 5,30 cm 2 ) (3740 daN / cm 2 )
( f ) eff =  =   0,535 ;
b  h fcd (30 cm)  ( 44, 90 cm) (110daN / cm 2 )
( Ff) eff fyd 3  (3, 80 cm2 ) (3740 daN / cm 2 )
( f ) eff =  =   0,288 .
b  h fcd (30 cm)  ( 44, 90 cm) (110daN / cm 2 )
In condizioni di flessione semplice con massima duttilità (    b = 0,2593 ), risulta:
 A = 0,180 (contributo armature superiori)

 B = 0, 87 (braccio forze resistenti).
Essendo la sezione dotata di doppia armatura (vedere figura 10.118), si pone:
C = 1 (contributo armatura superiore)

m = A = 0,180 (massimo cimento del conglomerato compresso).
I rapporti meccanici di armatura che verificano la sezione in condizioni di massima duttilità si
calcolano tramite le equazioni parametriche:

496
Documento #:
Doc_a8_(9).doc

m m A
f = + C  Sd ;
B 1 
C mSd  A
 f =  .
 f 1 
Dalla tabella 10.1, in funzione del valore  = 0,114 e dell’acciaio fyk = 430 MPa , si legge il
valore f = 1, 00 . Pertanto, sostituendo i valori numerici nelle equazioni parametriche si
ottiene:
0,180 0,451  0,180
f = + 1  0, 513 ;
0, 87 1  0,114
1 0,451  0, 180
 f =   0, 306 .
1, 00 1  0,114
Risultando:
( f ) eff = 0, 535 >  f = 0, 513 ;
( f ) eff = 0,288 <  f = 0, 306
si può affermare subito che la sezione, se verificata a rottura, non sarà in condizioni di
massima duttilità. In particolare, risultando:
C m A 1 0,451  0,180
f =  Sd =   1, 06  [0; 1]
( f ) eff 1   0, 288 1  0, 114
la sezione è da considerarsi, secondo il metodo parametrico, non verificata o al limite della
verifica se si accetta l’approssimazione f  1, 0 . Osservando, infatti, il semidominio di
rottura della sezione in figura 10.119 si nota che la sezione risulta sì verificata ma prossima
alla frontiera del dominio di rottura (verificando, infatti, la sezione con metodi di calcolo
esatti si trova CS  1, 04  1 ).

497
Documento #:
Doc_a8_(9).doc

Inserire figura:
ILLUSTRAZIONI\ARTS Tiff(cap 10)\Figura 10_119.tif
Figura 10.119 – Semidominio di rottura della sezione.

OSSERVAZIONI. La procedura di verifica tramite il calcolo del valore (minimo) del


parametro f :
C m A
f =  Sd
( f ) eff 1  
tende ad essere sempre più cautelativa, quanto più ( f ) eff risulta maggiore del valore  f
calcolato in condizioni di massima duttilità. In questo particolare caso, essendo ( f ) eff
maggiore, ma abbastanza prossimo al valore  f , la verifica della sezione in funzione del
valore assunto dal parametro f porta ad un risultato sufficientemente attendibile.

ESEMPIO 31 (procedura di verifica). Sia data la sezione all’incastro di una trave a


spessore di sezione 120 cm x 24 cm. La trave sia armata con Ff = 8 24 e Ff = 6 24 (vedere
dettagli in figura 10.120).

498
Documento #:
Doc_a8_(9).doc

Inserire figura:
ILLUSTRAZIONI\ARTS Tiff(cap 10)\Figura 10_120.tif
Figura 10.120 – Dettagli sezione all’incastro da verificare. Il verso della sollecitazione flettente è tale
da tendere le 8 barre di diametro 24 mm (posizione 2).

Supponendo che l’altezza utile della sezione sia stata calcolata pari a h = 19, 40 cm con
 = 0,237 e che i materiali utilizzati siano Rck25 per il conglomerato e fyk = 430 MPa per gli
acciai, verificare a rottura la sezione sottoposta alla seguente sollecitazione flettente di
calcolo:
MSd = 16,65 tm = 1, 665 10 6 daNcm .

SOLUZIONE. Calcolo resistenze di progetto materiali:


conglomerato: fcd = 110 daN / cm2 (tab. 9.2);
acciai: fyd = 3740daN / cm2 (tab. 9.4).
Calcolo sollecitazione flettente adimensionale di progetto:
MSd (1,665  10 6 daNcm)
mSd = =  0, 335 .
b  h 2  fcd (120 cm)  (19, 40 cm) 2  (110 daN / cm2 )
Calcolo rapporti meccanici di armatura effettivi:
(Ff ) eff fyd 8  (4, 52 cm2 ) (3740daN / cm2 )
( f ) eff =  =   0,528 ;
b  h fcd (120 cm)  (19, 40 cm) (110daN / cm2 )
( Ff) eff fyd 6  ( 4,52 cm 2 ) (3740daN / cm2 )
( f ) eff =  =   0,396 .
b  h fcd (120 cm)  (19, 40 cm) (110daN / cm2 )
In condizioni di flessione semplice con la massima duttilità (    b = 0,2593 ), risulta:
 A = 0,180 (massimo cimento conglomerato compresso)

 B = 0, 87 (braccio forze resistenti).
Essendo la sezione dotata di doppia armatura (vedere figura 10.120), si pone:
C = 1 (contributo armatura superiore)

m = A = 0,180 (massimo cimento del conglomerato compresso).
I rapporti meccanici di armatura che verificano la sezione in condizioni di massima duttilità si
calcolano tramite le equazioni parametriche:
m m A
 f =  + C  Sd ;
B 1 

499
Documento #:
Doc_a8_(9).doc

C mSd  A
 f =  .
 f 1 
Calcolando il valore di f per mezzo della relazione (eq. 10.13 con  = b = 0,2593 ), si
ottiene:
E 10 b   sup (2,110 6 daN / cm 2 ) 10 0,2593  0,237
 f = f   =    0,169 .
fyd 1000 1  b (3740 daN / cm 2 ) 1000 1  0,2593
Sostituendo i valori numerici nelle due equazioni parametriche, si ha:
0,180 0,335  0,180
f = + 1  0, 410 ;
0, 87 1 0,237
1 0,335  0,180
 f =   1, 203 .
0,169 1  0,237
Risultando:
( f ) eff = 0, 528 >  f = 0,410 ;
( f ) eff = 0, 396 <  f = 1, 203 ,
si valuta il valore (minimo) del parametro f in funzione del rapporto meccanico effettivo
( f ) eff :
C m A 1 0, 335  0,180
f =  Sd =   0,51  [0; 1] .
( f ) eff 1   0, 396 1  0, 237
Di conseguenza, si ha che gli acciai superiori lavorano sicuramente in campo elastico; e,
risultando:
( f ) eff >  f

( f ) eff <  f con  f [0;1]
la sezione è sicuramente verificata a rottura anche se non in condizioni di massima duttilità.

OSSERVAZIONI. Poiché il rapporto meccanico dell’armatura inferiore è maggiore del


relativo valore calcolato in condizioni di massima duttilità, sfruttando l’analogia magnetica
del ferro (vedere osservazioni negli esempi 9 e 25 del presente paragrafo), si può affermare
che l’asse neutro risulta spostato rispetto alla posizione di massima duttilità ( c = 3,5 / 1000 e
 f = 10 / 1000 ) verso il baricentro delle armature inferiori, in virtù sia dell’aumento di queste
ultime (da  f a ( f ) eff ) sia della diminuzione delle armature superiori (da  f a ( f ) eff ).
Pertanto, essendo la sollecitazioni di flessione semplice, la sezione presenterà una rottura nel
campo 3 o nel campo 4 con  > 0, 2593 ; c = 3,5 / 1000 e  f < 10 / 1000 .
Si riporta, di seguito, il semidominio di rottura della sezione (figura 10.121). Come si può
notare, il punto della sollecitazione di progetto (nSd ; mSd )  (0,00; 0, 34) si trova all’interno
del dominio di rottura del campo 3.

500
Documento #:
Doc_a8_(9).doc

Inserire figura:
ILLUSTRAZIONI\ARTS Tiff(cap 10)\Figura 10_121.tif
Figura 10.121 – Semidominio di rottura della sezione.

In particolare, il punto della sollecitazione di progetto si trova allineato quasi nel mezzo del
campo di rottura 3. Di conseguenza, un valore orientativo dell’allungamento unitario degli
acciai inferiori sarà il valore mediato tra le due situazioni limite di  f = 10 / 1000 (estremo
campo 3 a contatto con il campo 2) e di  yd = 1, 78 / 1000 (estremo campo 3 a contatto con il
campo 4):
(10 / 1000) + (1,78 / 1000)
f   6 / 1000 .
2

501