Sei sulla pagina 1di 32

34567

OTTO BRE 2 0 18

ARTICOLI DI STUDIO PER IL PERIODO:


3 - 30 DICEMBRE 2018
IN COPERTINA: PROCLAMATORI

VENEZUELA 149.355
A Caracas una madre e i suoi figli fanno STUDI BIBLICI
una pausa bevendo qualcosa di fresco
mentre sono in servizio a Telares 209.866
de Palo Grande. PRESENTI ALLA
COMMEMORAZIONE (2017)
478.266

INDICE
________________________________________________________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________________________________________________________

3 Cento anni fa: 1918 22 SETTIMANA: 17-23 DICEMBRE


Seguiamo con fiducia
________________________________________________________________________________________________________________________________
la guida di Cristo
6 SETTIMANA: 3-9 DICEMBRE
27 SETTIMANA: 24-30 DICEMBRE
Diciamo la verità Manteniamo la pace interiore
di fronte ai cambiamenti
11 SETTIMANA: 10-16 DICEMBRE
Insegniamo la verità Per noi esseri umani imperfetti può essere difficile
adattarsi ai cambiamenti, sia che avvengano nella
Nella società di oggi, mentire è diventata una cosa
nostra vita o nell’organizzazione. Questi due articoli
normale. Qual è la peggiore menzogna che sia mai
ci faranno capire come continuare ad avere pace
stata pronunciata, e chi l’ha detta? Come possiamo
interiore e fiducia nel nostro Capo, Gesù Cristo,
evitare di farci ingannare e in che modo dimostriamo
anche davanti ai cambiamenti inaspettati.
di essere persone sincere? Come possiamo usare il
Kit dell’insegnante per insegnare la verità nel mini- ________________________________________________________________________________________________________________________________
stero? I due articoli rispondono a queste domande.

________________________________________________________________________________________________________________________________
32 LO SAPEVATE?

17 BIOGRAFIA
Geova ha benedetto riccamente
la mia decisione

Questa pubblicazione non


è in vendita. Viene distribuita 34567 October 2018
Vol. 139, No. 13 ITALIAN
nell’ambito di un’opera
`
mondiale di istruzione Salvo diversa indicazione, La Torre di Guardia e un periodico mensile con supplemento quadrimestrale edito in Italia
le citazioni della Bibbia dalla Congregazione Cristiana dei Testimoni di Geova, Via della Bufalotta 1281, Roma.
biblica sostenuta mediante Direttore responsabile: Gabriele Nannini. Reg. Trib. Roma n. 14289 - 10/1/1972.
sono tratte dalla Traduzione
contribuzioni volontarie. ISSN: 0271-3004
del Nuovo Mondo Stampata in Germania da: Wachtturm Bibel- und Traktat-Gesellschaft, Selters/Ts.
Per fare una donazione delle Sacre Scritture. 5 2018 Watch Tower Bible and Tract Society of Pennsylvania.
Printed in Germany.
visitate www.jw.org. 5 Druck und Verlag: Wachtturm Bibel- und Traktat-Gesellschaft, Selters/Ts.,
V. i. S. d. P. Manfred Steffensdorfer, Selters/Ts.
CENTO
ANNI FA 1918
“Cosa ci riserverà il 1918?” Queste erano le parole Richard Barber, un sorvegliante viaggiante fedele,
iniziali della Torre di Guardia del 1o gennaio 1918. In diede inizio all’adunanza con una preghiera. Dopo
Europa infuriava ancora la Grande guerra, ma alcu- un rapporto sull’attività dell’anno precedente, si
ni eventi che si verificarono all’inizio dell’anno la- proseguì con l’elezione annuale dei direttori. Il fra-
sciavano presagire qualcosa di buono per gli Stu- tello Barber propose Joseph Rutherford e altri sei
denti Biblici e per il mondo in generale. fratelli. Poi un avvocato che si era schierato con gli
oppositori propose altri sette uomini, inclusi quelli
IL MONDO PARLA DI PACE
che erano stati mandati via dalla Betel. Con una
L’8 gennaio del 1918, nel suo discorso rivolto al maggioranza schiacciante, i soci elessero a direttori
Congresso degli Stati Uniti, il presidente Woodrow il fratello Rutherford e altri sei fratelli fedeli. Così gli
Wilson presentò un programma di 14 punti che, a suo oppositori furono sconfitti.
parere, erano essenziali per raggiungere una “pace Molti fratelli presenti quel giorno dissero che quel-
stabile ed equa”. Propose rapporti diplomatici aper- la fu “l’assemblea più benedetta a cui fossero mai
ti tra le nazioni, la riduzione degli armamenti e l’isti- stati”. Ma la loro gioia fu di breve durata.
tuzione di “un’associazione delle nazioni” che avreb-
be fatto gli interessi di tutti “gli stati, grandi e piccoli UN LIBRO SUSCITA REAZIONI OPPOSTE
indistintamente”. I suoi “14 Punti” furono successi- Da diversi mesi gli Studenti Biblici stavano distri-
vamente usati per la costituzione della Società delle buendo il libro The Finished Mystery (Il mistero com-
Nazioni e per i negoziati del Trattato di Versailles, con piuto). I lettori che desideravano conoscere le veri-
il quale si pose fine alla Grande guerra. tà bibliche l’avevano accolto con entusiasmo.
Edward Crist, un sorvegliante viaggiante del Cana-
SCONFITTI GLI OPPOSITORI
da, raccontò di una coppia che aveva letto il libro e
Nonostante i disordini dell’anno precedente,1 si accettato la verità in sole cinque settimane! Disse:
intravedeva un periodo di pace anche per gli Stu- “Sia il marito che la moglie sono completamente de-
denti Biblici. Questo fu evidente da ciò che accad- dicati a Dio e stanno facendo un progresso straordi-
de all’adunanza annuale della Watch Tower Bible nario”.
and Tract Society. Un uomo ricevette questa pubblicazione e ne par-
A questa adunanza, che si tenne il 5 gennaio del lò subito con i suoi amici. Fu davvero “colpito” dal
1918, diversi fratelli che avevano ricoperto ruoli im- libro, infatti raccontò: “Stavo camminando spensie-
portanti ma erano stati mandati via dalla Betel ten- rato sulla Third Avenue quando [qualcosa] mi colpì
tarono di assumere il controllo dell’organizzazione. sulla spalla. Pensai fosse un mattone, e invece era
1 Vedi “Cento anni fa: 1917”, nell’Annuario dei Testimoni di Geo- ‘The Finished Mystery’. Lo portai a casa e lo lessi
va del 2017, pagine 172-176. tutto. [...] Poi venni a sapere che un pastore [...] in

3
preda alla rabbia aveva lanciato il libro dalla finestra. ti”. Il processo iniziò il 5 giugno del 1918, ma era pra-
[...] Sono convinto che quel pastore è riuscito a con- ticamente certo che sarebbero stati condannati.
vertire a una speranza concreta più persone con La legge che i fratelli erano accusati di aver viola-
questo singolo gesto che con qualsiasi altra cosa ab- to, la legge contro lo spionaggio, fu definita dal pro-
bia fatto nella sua vita. [...] Grazie alla sua rabbia noi curatore generale degli Stati Uniti “un’arma efficace
ora lodiamo Dio”. contro la propaganda”. Il 16 maggio del 1918 il Con-
Quel pastore non fu l’unico a reagire in questo gresso respinse un emendamento a quella legge, il
modo. Il 12 febbraio del 1918 le autorità canadesi quale avrebbe protetto coloro che pubblicavano
misero al bando il libro, asserendo che contenesse “ciò che è vero, con buoni motivi e per fini giustifi-
affermazioni sediziose e contro la guerra. Poco cabili”. Il libro The Finished Mystery fu al centro del
dopo, negli Stati Uniti avvenne la stessa cosa. Agen- dibattimento. Nel verbale del Congresso degli Stati
ti governativi perquisirono la Betel, oltre agli uffici Uniti infatti si legge: “Uno dei più pericolosi esempi
nello stato di New York, della Pennsylvania e della di questa sorta di propaganda è il libro chiamato
California, in cerca di prove contro i responsabili ‘The Finished Mystery’ [...]. Il suo unico effetto è
dell’organizzazione. Il 14 marzo del 1918 il Diparti- quello di indurre i soldati a screditare la nostra cau-
mento della Giustizia mise al bando il libro, affer- sa e a ispirare [...] resistenza alla leva”.
mando che la sua pubblicazione e distribuzione in- Il 20 giugno del 1918 la giuria dichiarò quegli otto
tralciavano lo sforzo bellico, il che costituiva una fratelli colpevoli per tutti i capi d’accusa. Il giorno
violazione della legge contro lo spionaggio. successivo il giudice emise la sentenza, dicendo: “La
propaganda religiosa che gli imputati hanno soste-
MESSI IN PRIGIONE
nuto con vigore e diffuso [...] è più pericolosa di una
Il 7 maggio del 1918 il Dipartimento della Giu- divisione dell’esercito tedesco. [...] La punizione
stizia ottenne un mandato di arresto per Gio- deve essere esemplare”. Due settimane dopo questi
vanni De Cecca, George Fisher, Alexander Mac- otto fratelli furono rinchiusi nel penitenziario fede-
millan, Robert Martin, Frederick Robison, Joseph rale di Atlanta, in Georgia, per scontare dai 10 ai
Rutherford, William Van Amburgh e Clayton Wood- 20 anni di reclusione.
worth. Furono accusati “di avere illegalmente, delit-
tuosamente e volontariamente indotto all’insubor- L’OPERA DI PREDICAZIONE CONTINUA
dinazione, alla slealtà e al rifiuto di prestare servizio Durante questo periodo gli Studenti Biblici furono
militare nell’esercito e nella marina degli Stati Uni- alle prese con un’accanita opposizione. L’FBI fece in-
dagini accurate sulla loro attività e produsse migliaia raccontò: “Avevamo sempre qualcosa da fare. Men-
di documenti dai quali risulta che i nostri fratelli con- tre i fratelli erano in prigione noi pensavamo a rac-
tinuarono a predicare con determinazione. cogliere firme. Ne ottenemmo a migliaia andando di
In una lettera all’FBI, il direttore dell’ufficio posta- casa in casa! Dicevamo alle persone che quegli uo-
le di Orlando, in Florida, scrisse: “[Gli Studenti Bi- mini erano veri cristiani e che erano stati messi in
blici] stanno andando casa per casa, soprattutto di prigione ingiustamente”.
sera. [...] Sembra che vogliano continuare ad ag-
CONGRESSI
giungere legna al fuoco”.
Un colonnello del Ministero della Guerra denun- In quei momenti così difficili, per rafforzare la
ciò all’FBI l’attività del fratello Franz, che in seguito fede dei fratelli furono tenuti diversi congressi. La
fece parte del Corpo Direttivo. Scrisse: “Frederick Torre di Guardia osservò: “Nel corso dell’anno sono
Franz [...] si è impegnato attivamente nella vendita stati tenuti [...] più di 40 congressi [...]. Da ognuno
di alcune migliaia di copie del libro ‘The Finished di questi abbiamo ricevuto rapporti entusiasmanti.
Mystery’”. Prima tutti i congressi si tenevano alla fine dell’esta-
te o all’inizio dell’autunno, ma adesso ce ne sono
Charles Fekel, anche lui successivamente membro
ogni mese”.
del Corpo Direttivo, subì una forte persecuzione. Le
autorità lo arrestarono per aver distribuito il libro e Persone alla ricerca della verità continuavano
tennero sotto controllo la sua corrispondenza. Ri- ad accettare la buona notizia. A un congresso a
mase in prigione a Baltimora, nel Maryland, per un Cleveland, nell’Ohio, ci furono circa 1.200 presenti
mese e fu definito “un nemico forestiero, austria- e 42 battezzati. Tra questi c’era un ragazzino che
co”. Mentre con coraggio dava testimonianza a chi “apprezzava così tanto le cose spirituali ed era così
lo interrogava, si ricordò delle parole di Paolo ripor- devoto a Dio da far vergognare molti adulti”.
tate in 1 Corinti 9:16: “Guai a me se non annuncias- COSA RISERVAVA IL FUTURO?
si la buona notizia!”1 Il 1918 stava per finire e per gli Studenti Biblici si
Oltre a predicare con zelo, gli Studenti Biblici prospettava un futuro incerto. Alcune proprietà a
promossero con impegno una petizione per far libe- Brooklyn erano state vendute e la sede mondiale era
rare i fratelli in prigione ad Atlanta. Anna Gardner stata spostata a Pittsburgh, in Pennsylvania. Mentre
1 Vedi la biografia di Charles Fekel, “Gioie mediante la perseve- i responsabili dell’organizzazione erano ancora in
ranza nell’opera buona”, nella Torre di Guardia del 1o luglio 1970. prigione, per il 4 gennaio del 1919 fu fissata un’altra
adunanza annuale dei soci. Cosa sarebbe successo?
I fratelli continuarono a impegnarsi nell’opera.
Erano così sicuri che ci sarebbe stato un esito posi-
tivo che come scrittura per l’anno 1919 scelsero Isaia
54:17: “Nessun’arma fabbricata contro di te avrà
successo”. Tutto era pronto per un radicale capovol-
gimento della situazione, che avrebbe fortificato la
loro fede e li avrebbe rafforzati per svolgere l’im-
mensa opera che li attendeva.

OTTOBRE 2018 5
Diciamo la verità
“Dite la verità l’uno all’altro” (ZACC. 8:16)

CANTICI: 56, 124 ALCUNE invenzioni come il telefono, la lampadina, l’automo-


bile e il frigorifero hanno migliorato la nostra vita. Altre invece,
COME RISPONDERESTE? come la polvere da sparo, le mine antiuomo, le sigarette e la
________________________________________________________________________________________________________________________________
bomba atomica, hanno avuto conseguenze devastanti. C’è qual-
In che modo Satana inganna cosa però di più antico che ha prodotto effetti ancora più disa-
le persone? strosi: la menzogna. Una menzogna è una cosa non vera detta
consapevolmente per ingannare qualcuno. Chi disse la prima
menzogna? Gesù Cristo definì “il Diavolo” il “padre della men-
zogna”. (Leggi Giovanni 8:44.) Quand’è che il Diavolo disse la
sua prima bugia?
________________________________________________________________________________________________________________________________
2 Lo fece migliaia di anni fa nel giardino di Eden. Adamo ed

Perché le persone mentono? Eva vivevano felici nel Paradiso che Dio aveva creato per loro,
quando, a un certo punto, entrò in scena il Diavolo. Sapeva che
Dio aveva detto loro che se avessero mangiato “il frutto del-
l’albero della conoscenza del bene e del male” sarebbero mor-
ti. Nonostante ciò, tramite un serpente il Diavolo disse a Eva:
________________________________________________________________________________________________________________________________
“Sicuramente non morirete”. Fu questa la prima menzogna.
Come possiamo dimostrare Satana poi aggiunse: “Dio sa che il giorno stesso in cui mange-
di essere persone sincere? rete il frutto di quell’albero i vostri occhi si apriranno e voi
sarete come lui, conoscendo il bene e il male” (Gen. 2:15-17; 3:
1-5).

1, 2. Cosa ha avuto effetti disastrosi sugli esseri umani, e chi ne è sta-


to il responsabile?

6
3 Satana mentì con l’obiettivo di fare del impedire che Satana ci inganni, “dato che
male. Sapeva benissimo che se Eva gli non ignoriamo le sue intenzioni” (2 Cor. 2:
avesse creduto e avesse mangiato il frutto 11, nt.). Sappiamo che tutto il mondo è sot-
sarebbe morta. E accadde proprio questo: to il controllo del Diavolo, quindi lo sono
sia Eva che Adamo disubbidirono al co- anche i governi corrotti, l’avido sistema
mando di Geova e alla fine morirono commerciale e la falsa religione (1 Giov.
(Gen. 3:6; 5:5). Ma non solo, attraverso il 5:19). Perciò non ci sorprende che Satana
loro peccato ‘la morte si estese a tutti gli e i suoi demòni spingano le persone molto
uomini’. Infatti “la morte regnò [...] anche influenti a ‘dire menzogne’ (1 Tim. 4:1, 2).
su quelli che non avevano commesso un Ad esempio, i responsabili di alcune gran-
peccato simile alla trasgressione commes- di aziende utilizzano pubblicità inganne-
sa da Adamo” (Rom. 5:12, 14). Così ora gli vole per promuovere prodotti nocivi o ini-
esseri umani non sono più perfetti e non ziative commerciali disoneste.
vivono più in eterno come Dio aveva sta- 6 A causa delle menzogne che insegna-
bilito inizialmente. Al contrario, “gli anni no, gli esponenti religiosi hanno una colpa
della [loro] vita sono settanta, ottanta per particolarmente grave. Infatti chi accetta
chi è più forte”, e spesso sono “pieni di af- i loro insegnamenti falsi e fa qualcosa che
fanni e dolore” (Sal. 90:10). Che tragedia, Dio condanna rischia di perdere la possi-
e tutto per una bugia di Satana! bilità di vivere per sempre (Osea 4:9). Sa-
4 A proposito di Satana, Gesù disse:
pendo che i capi religiosi dei suoi giorni
“Non si tenne stretto alla verità, perché in ingannavano le persone, Gesù disse loro
lui non c’è verità”. E Satana non è cambia- apertamente: “Guai a voi, scribi e farisei,
to, infatti con le sue menzogne continua a ipocriti! Attraversate mare e terra per fare
‘sviare l’intera terra abitata’ (Riv. 12:9). un proselito [o “convertito”, nt.] e, quan-
Dato che noi non vogliamo essere sviati do lo è diventato, lo rendete soggetto alla
dal Diavolo, dobbiamo rispondere a tre Geenna [la distruzione eterna] il doppio di
domande importanti: In che modo Satana voi” (Matt. 23:15). Gesù condannò quei
inganna le persone? Perché le persone capi religiosi senza mezzi termini accusan-
mentono? Come possiamo dimostrare di doli di avere “il Diavolo per padre”, un
essere sinceri in ogni circostanza, in modo “omicida” (Giov. 8:44).
da non perdere l’amicizia di Geova, come 7 Anche oggi la falsa religione ha molti
invece accadde ad Adamo ed Eva? (Leggi rappresentanti; alcuni si fanno chiamare
Salmo 15:1, 2.) con titoli come pastore, prete, rabbino e
COME SATANA INGANNA LE PERSONE così via. Come i farisei, anche loro “sof-
5
focano la verità” della Parola di Dio e
L’apostolo Paolo disse che possiamo
“hanno scambiato la verità di Dio con la
3. Perché possiamo dire che Satana mentì con menzogna” (Rom. 1:18, 25). Diffondono
l’obiettivo di fare del male, e quali conseguen- insegnamenti falsi come l’inferno, l’im-
ze ebbe la sua menzogna? mortalità dell’anima e la reincarnazione, e
4. (a) A quali domande risponderemo? (b) In
base a Salmo 15:1, 2, chi può essere amico di 6, 7. (a) Perché gli esponenti religiosi hanno
Geova? una colpa particolarmente grave? (b) Quali
5. In che modo Satana inganna le persone menzogne avete sentito dire dai rappresentan-
oggi? ti delle religioni?

OTTOBRE 2018 7
promuovono l’idea assurda che Dio accet- il dolore di un marito che viene a sapere
ti l’omosessualità e il matrimonio tra per- del tradimento di sua moglie e delle bugie
sone dello stesso sesso. che lei ha detto per nascondere la relazio-
8 Anche i politici hanno ingannato le ne. Oppure pensiamo alla terribile situa-
persone con le loro bugie. Ben presto però zione in cui un uomo a casa maltratta la
diranno una delle menzogne più grandi moglie e i figli, mentre in pubblico fa fin-
quando affermeranno di aver raggiunto ta di essere un marito e un padre perfetto.
“pace e sicurezza”. Ma la Bibbia dice che Queste persone possono ingannare gli al-
“allora si abbatterà su di loro un’improv- tri, ma non Geova, perché ai suoi occhi
visa distruzione”. Perciò non facciamoci “tutte le cose sono nude ed esposte” (Ebr.
ingannare dal loro tentativo di minimizza- 4:13).
re l’effettiva instabilità di questo sistema 11 Nella Bibbia troviamo l’esempio di

di cose! Sappiamo molto bene qual è la ve- una coppia di cristiani del I secolo che,
rità: “il giorno di Geova verrà proprio sotto l’influenza di Satana, mentì a Dio.
come un ladro di notte” (1 Tess. 5:1-4). Anania e Saffira infatti cercarono di ingan-
nare gli apostoli quando, dopo aver ven-
PERCHÉ LE PERSONE MENTONO
duto una proprietà, fecero credere di aver
9 Le persone molto influenti non sono portato loro tutto il ricavato. Volevano
le uniche a mentire. Nella società di oggi, fare colpo sui componenti della congrega-
infatti, spargere menzogne è diventata zione, dando l’impressione di essere stati
una cosa normale. Un articolo comparso più generosi di quanto fossero realmente.
nel National Geographic riferisce che men- Ma Geova vide quello che avevano fatto e
tire fa parte della natura umana. Le per- li punì di conseguenza (Atti 5:1-10).
sone spesso mentono per proteggersi o 12 Cosa pensa Geova di chi mente? Sata-
per fare bella figura. Molti lo fanno per na e tutti quelli che, come lui, mentono
nascondere un errore o un reato oppure con cattive intenzioni e senza pentirsene
per avere un tornaconto, anche di tipo finiranno “nel lago di fuoco” (Riv. 20:10;
economico. L’articolo continua dicendo: 21:8; Sal. 5:6). Per Geova infatti quelli che
“Mentiamo con disinvoltura, su questio- mentono in questo modo sono come quel-
ni grandi e piccole, agli estranei, ai colle- le persone “le cui pratiche sono ripugnan-
ghi, agli amici, alle persone a cui voglia- ti [ai suoi] occhi” (Riv. 22:15, nt.).
mo bene”.1 13 Geova “non è un semplice uomo
10 Quali sono le conseguenze di questa
che dice menzogne”. Sappiamo infatti che
tendenza a mentire? Le bugie creano dif- “non può assolutamente mentire” (Num.
fidenza e rovinano i rapporti tra le perso- 23:19; Ebr. 6:18). Inoltre, “Geova odia [...]
ne. Proviamo a immaginare, ad esempio, la lingua falsa” (Prov. 6:16, 17). Quindi per
 Y. Bhattacharjee, “Perché mentiamo?”, National avere la sua approvazione dobbiamo esse-
Geographic, vol. 39, n. 6, 2017, p. 50.
11. Cosa impariamo dal comportamento di
8. Quale menzogna diranno ben presto i politi- Anania e Saffira? (Vedi l’immagine iniziale.)
ci, e quale dovrebbe essere la nostra reazione? 12. Che fine faranno i bugiardi che non si pen-
9, 10. (a) Perché le persone mentono, e con tono, e perché?
quali conseguenze? (b) È possibile ingannare 13. Cosa sappiamo di Geova, e cosa ci spinge
Geova? a fare questo?

8 LA TORRE DI GUARDIA
re persone sincere in ogni aspetto della no- li, ma si comportano in modo completa-
stra vita. Ecco perché ‘non mentiamo gli mente diverso sui social o quando sono
uni agli altri’ (Col. 3:9). con persone che non servono Geova. For-
se dicono parolacce, si vestono in manie-
CHI SERVE GEOVA DICE LA VERITÀ
ra immodesta, ascoltano canzoni con testi
14 Qual è un modo in cui i veri cristiani immorali, bevono troppo, fanno uso di
si distinguono dai membri delle false reli- droghe, frequentano di nascosto qualcu-
gioni? ‘Dicono la verità’. (Leggi Zaccaria no del sesso opposto o fanno cose anche
8:16, 17.) Paolo scrisse: “Ci raccomandia- peggiori. In questo modo mentono ai loro
mo come ministri di Dio [...] con parole genitori, ai fratelli e a Dio (Sal. 26:4, 5).
veritiere” (2 Cor. 6:4, 7). E Gesù disse: “È Geova sa bene quando lo ‘onoriamo solo
dall’abbondanza del cuore che la bocca con le labbra, ma il nostro cuore è molto
parla” (Luca 6:45). Pertanto una persona lontano da lui’ (Mar. 7:6). È meglio segui-
veramente sincera dice solo cose vere. re il consiglio di questo proverbio: “Il tuo
Dice la verità su questioni grandi e picco- cuore non sia invidioso dei peccatori,
le, agli estranei, ai colleghi, agli amici e ma abbi timore di Geova tutto il giorno”
alle persone a cui vuole bene. Vediamo al- (Prov. 23:17).1
cuni modi in cui possiamo dimostrare di 16 Forse desideriamo servire come pio-

essere persone sincere. nieri regolari o in qualche forma di servi-


15 Per i ragazzi è normale voler essere zio speciale a tempo pieno, ad esempio
accettati dai coetanei. A causa di questo alla Betel. Quando compiliamo la doman-
desiderio, però, alcuni hanno una doppia da è importante rispondere con assoluta
vita. Fingono di seguire certi valori mora- sincerità a tutti i quesiti relativi alla no-
li quando stanno con i familiari o i fratel- stra salute, alle nostre scelte nel campo
1 Vedi il capitolo 15, “Come posso resistere alle pres-
14. (a) In cosa siamo diversi dai membri delle
sioni dei compagni?”, e il capitolo 16, “Chi deve sapere
false religioni? (b) Spiegate il principio conte- se ho una doppia vita?”, del libro I giovani chiedono...
nuto in Luca 6:45. Risposte pratiche alle loro domande, volume 2.
15. (a) Perché è sempre sbagliato avere una
doppia vita? (b) Cosa può aiutare i ragazzi a 16. Come dovremmo rispondere quando com-
resistere alle pressioni dei coetanei? (Vedi la piliamo una domanda per il servizio a tempo
nota in calce.) pieno?

C’è qualcosa che non va nella vita di questa sorella?


(Vedi i paragrafi 15 e 16)
dello svago e alla nostra moralità (Ebr. peccato grave e noi ne fossimo a cono-
13:18). Che dire se abbiamo fatto qualco- scenza. Gli anziani hanno la responsabili-
sa che Geova odia o che turba la nostra co- tà di mantenere la congregazione mo-
scienza e non ne abbiamo parlato con gli ralmente pura, e per farlo potrebbero
anziani? Chiediamo il loro aiuto, così po- chiederci quello che sappiamo sulla que-
tremo servire Geova con una coscienza stione. Cosa faremo, soprattutto se è coin-
pulita (Rom. 9:1; Gal. 6:1). volto un nostro amico o un nostro pa-
17 Supponiamo che le autorità del paese rente? Un proverbio ispirato dice: “Chi
in cui viviamo impongano delle restrizioni testimonia con fedeltà dichiarerà il vero”
alla nostra opera. Cosa dovremmo fare se (Prov. 12:17; 21:28). Quindi abbiamo la re-
ci interrogassero per avere informazioni sponsabilità di dire agli anziani tutta la ve-
sui fratelli? Dovremmo dire tutto quello rità, senza nascondere o distorcere i fatti.
che sappiamo? Cosa fece Gesù mentre ve- Gli anziani hanno il diritto di sapere come
niva interrogato da un governatore roma- sono andate le cose. Solo così possono
no? In armonia con il principio scritturale stabilire il modo migliore per aiutare il tra-
in base al quale c’è “un tempo per tacere sgressore a riallacciare la sua amicizia con
e un tempo per parlare”, Gesù scelse di Geova (Giac. 5:14, 15).
19 Davide disse a Geova in preghiera:
non rispondere a tutte le domande (Eccl.
3:1, 7; Matt. 27:11-14). In circostanze si- “Tu gradisci la verità nell’animo di una
mili dobbiamo essere discreti e cauti in persona” (Sal. 51:6). Davide sapeva che la
modo da non mettere in pericolo i nostri nostra sincerità dipende da quello che sia-
mo dentro, da quello che abbiamo nel
fratelli (Prov. 10:19; 11:12).
18 Immaginiamo il caso in cui nella con-
cuore. In ogni aspetto della vita i servitori
di Dio ‘dicono la verità l’uno all’altro’. Ma
gregazione qualcuno abbia commesso un
sono diversi anche perché insegnano ad
17. Cosa dobbiamo fare quando chi ci perse- altri le verità della Bibbia. Il prossimo ar-
guita ci chiede informazioni sui nostri fratelli? ticolo parlerà del modo in cui possiamo
18. Quale responsabilità abbiamo quando gli farlo.
anziani ci chiedono qualcosa sul comporta-
mento di un fratello? 19. Di cosa parleremo nel prossimo articolo?

Quando dovremmo rimanere in silenzio? Quando invece dovremmo dire tutta la verità?
(Vedi i paragrafi 17 e 18)
Insegniamo la verità
O Geova, l’essenza stessa della tua parola
è verità (SAL. 119:159, 160)

GESÙ CRISTO fu sia un falegname che un ministro (Mar. 6:3; CANTICI: 29, 53
Rom. 15:8). Fece alla perfezione entrambe le cose. Come falegna-
me imparò a usare gli strumenti del mestiere per trasformare il le- COME RISPONDERESTE?
gno in oggetti utili. Come insegnante della buona notizia fu abile ________________________________________________________________________________________________________________________________

nell’usare la sua profonda conoscenza delle Scritture per aiutare Quale dovrebbe essere il
la gente comune a capire le verità della Parola di Dio (Matt. 7:28; nostro obiettivo principale
Luca 24:32, 45). All’età di 30 anni Gesù smise di fare il falegname quando predichiamo?
perché sapeva che il suo ministero era l’attività più importante.
Disse che annunciare la buona notizia del Regno era uno dei mo-
tivi per cui Dio lo aveva mandato sulla terra (Matt. 20:28; Luca
________________________________________________________________________________________________________________________________
3:23; 4:43). Fece del ministero l’obiettivo principale della sua vita
e voleva che anche altri facessero lo stesso (Matt. 9:35-38). Perché ci è stato provveduto
2 Forse non siamo falegnami, ma siamo tutti ministri che inse-
il Kit dell’insegnante?

gnano la buona notizia. Siamo “collaboratori di Dio”, e questa


opera è così importante che lui stesso vi prende parte (1 Cor. 3:9;
2 Cor. 6:4). Riconosciamo che ‘l’essenza stessa della parola di ________________________________________________________________________________________________________________________________

Geova è verità’ (Sal. 119:159, 160). Per questo vogliamo essere si- Quale strumento del Kit
curi di “maneggiare correttamente la parola della verità” quando vorreste imparare a usare
predichiamo. (Leggi 2 Timoteo 2:15.) A tal fine cerchiamo di meglio?
diventare sempre più esperti nell’usare la Bibbia, lo strumento

1, 2. (a) Quale fu l’obiettivo principale della vita di Gesù, e perché?


(b) Come possiamo essere efficaci “collaboratori di Dio”?

11
principale che abbiamo per insegnare la ve- attrezzi e usare le sue capacità per realiz-
rità su Geova, Gesù e il Regno. Per aiutar- zare quell’oggetto. Anche noi oggi dobbia-
ci a essere efficaci nel ministero, l’orga- mo prima trovare “chi è meritevole” e poi
nizzazione di Geova ha messo a nostra possiamo usare i nostri strumenti e le no-
disposizione altri utili strumenti che dob- stre capacità per aiutarlo a diventare un di-
biamo imparare a usare bene. Questi stru- scepolo (Matt. 28:19, 20).
menti fanno parte del Kit dell’insegnante. 5 Ogni attrezzo ha un suo scopo preciso.

3 Forse ci siamo chiesti perché viene Pensiamo agli attrezzi da falegname che
chiamato Kit dell’insegnante e non Kit per molto probabilmente usava Gesù.1 Alcuni
la predicazione. “Predicare” significa pro- gli servivano per misurare e per tracciare
clamare un messaggio; “insegnare” invece dei segni sul legno; altri per tagliarlo, forar-
significa spiegare questo messaggio a una lo e dargli forma; altri ancora per piallarlo
persona così che possa capirlo e agire sul- e unire i vari pezzi. In maniera simile, ogni
la base di quello che impara. Ci resta anco- singolo strumento del Kit dell’insegnante
ra poco tempo per predicare, perciò il no- ha uno scopo ben preciso. Vediamo allora
stro obiettivo principale deve essere quello quali sono questi strumenti e come possia-
di iniziare studi biblici e insegnare la veri- mo usarli.
tà alle persone. Questo vuol dire cercare in STRUMENTI PER FARCI CONOSCERE
modo scrupoloso tutti quelli che hanno “la 6 Biglietti da visita. Sono strumenti pic-
giusta disposizione per ricevere la vita eter-
coli ma efficaci che possiamo usare per pre-
na” e aiutarli a diventare servitori di Geo-
sentarci e per indirizzare le persone al no-
va. (Leggi Atti 13:44-48.)
stro sito. Su jw.org infatti è possibile avere
4 Come facciamo a trovare quelli che
informazioni su di noi e perfino richiedere
hanno “la giusta disposizione per ricevere uno studio biblico. Fino ad ora più di 400.-
la vita eterna”? Come per i cristiani del I se- 000 persone hanno compilato la richiesta
colo, l’unico modo è predicare. Gesù infat- online, e ogni giorno se ne aggiungono al-
ti disse: “In qualunque città o villaggio en- tre centinaia! Potremmo tenere a portata di
triate, cercate chi è meritevole” (Matt. mano alcuni biglietti da visita e usarli per
10:11). Ovviamente non ci aspettiamo che dare testimonianza alle persone che incon-
una persona orgogliosa o non interessata triamo nell’arco della giornata.
alle cose spirituali ascolti la buona notizia. 7 Inviti. Sull’invito alle adunanze di con-
Siamo alla ricerca di persone umili che vo- gregazione c’è scritto: “Un invito per te.
gliono trovare la verità. Possiamo parago- Scopri cosa insegna la Bibbia insieme ai Te-
nare questa ricerca a quello che faceva stimoni di Geova”. Poi indica che è possibi-
Gesù quando era falegname. Per poter co-
struire un mobile, una porta, un giogo o al-  Vedi l’articolo “Il falegname” e il riquadro “La cas-
setta degli attrezzi del falegname”, nellaTorre di Guardia
tro, doveva prima di tutto trovare il legno del 1o agosto 2010.
adatto. Dopodiché poteva prendere i suoi
5. Cosa abbiamo bisogno di sapere sugli stru-
3. Quale dovrebbe essere il nostro obiettivo prin- menti del Kit dell’insegnante? Spiegate. (Vedi
cipale quando predichiamo, e in che modo Atti l’immagine iniziale.)
13:48 ci aiuta a raggiungerlo? 6, 7. (a) Come avete usato i biglietti da visita?
4. Come possiamo trovare quelli che hanno “la (b) Quali due obiettivi raggiungiamo con l’invito
giusta disposizione per ricevere la vita eterna”? alle adunanze di congregazione?

12 LA TORRE DI GUARDIA
le farlo “alle nostre riunioni” oppure con li, ed erano anche vestiti bene. Ray prese
“un corso individuale”. Questo strumento posto in prima fila e gli piacque molto quel-
quindi ci permette di raggiungere due obiet- lo che imparò. La sua reazione fa pensare a
tivi: non solo spiega chi siamo, ma invita quella di una persona che, come dice l’apo-
quelli che “sono consapevoli del loro biso- stolo Paolo, va a un’adunanza per la prima
gno spirituale” a studiare la Bibbia con noi volta ed esclama: “Dio è davvero fra voi!”
(Matt. 5:3). È ovvio che le persone sono li- (1 Cor. 14:23-25). Dopo quella volta Ray fu
bere di venire alle nostre adunanze sia che presente tutte le domeniche, e poi iniziò ad
accettino di studiare la Bibbia o meno. Chi assistere anche all’adunanza infrasettima-
viene, comunque, si rende conto di quante nale. Linda fece lo stesso. Pur avendo più di
cose può imparare sulla Bibbia. 70 anni, entrambi accettarono uno studio
8 È importante che le persone vengano al- biblico e si battezzarono.
meno una volta alle nostre adunanze. Per
STRUMENTI PER INIZIARE
questo motivo dobbiamo continuare a invi-
UNA CONVERSAZIONE
tarle. Alle adunanze infatti possono vedere
9 Volantini. Per iniziare una conversa-
che i Testimoni di Geova insegnano le veri-
tà della Bibbia e aiutano le persone a cono- zione in modo efficace abbiamo a dispo-
scere Dio, cosa che la falsa religione non fa sizione otto volantini facili da usare. Da
(Isa. 65:13). Una coppia degli Stati Uniti, quando nel 2013 furono presentati i primi
Ray e Linda, alcuni anni fa notò proprio di questi volantini ne sono state stampate
questa differenza. Entrambi credevano in circa cinque miliardi di copie! Il bello di
Dio e volevano conoscerlo meglio, perciò questi strumenti è che quando si impara a
iniziarono a fare il giro delle tante chiese usarne uno, si è in grado di usarli tutti, per-
della loro città. Decisero che la chiesa di cui ché hanno la stessa struttura. Come possia-
avrebbero fatto parte doveva soddisfare mo usarli per iniziare una conversazione?
10 Supponiamo di voler usare il volanti-
due condizioni: le sue funzioni doveva-
no essere istruttive e i suoi membri dove- no Cos’è il Regno di Dio? Facciamo vedere
vano avere un aspetto degno di persone che alla persona la domanda della prima pagi-
dicono di rappresentare Dio. Dopo diversi na, dicendo: “Si è mai chiesta cos’è il Re-
anni erano stati in tutte le chiese della loro gno di Dio? Secondo lei è...?” Poi chiedia-
città, ma erano molto delusi: non avevano mo quale delle tre risposte sceglierebbe.
imparato niente e i membri delle varie chie- Senza dire se la risposta scelta è giusta o
se avevano un aspetto tutt’altro che digni- sbagliata, apriamo il volantino e al sottoti-
toso. Dopo essere stati nell’ultima chiesa tolo “Cosa dice la Bibbia” leggiamo Danie-
della loro lista, Linda se ne andò a lavorare le 2:44 e Isaia 9:6. Poi in conclusione fac-
e Ray tornò a casa. Durante il tragitto lui ciamo notare la domanda “Come sarà la
passò con la macchina davanti a una Sala vita sotto il Regno di Dio?”, che si trova sul
del Regno e pensò: “Vediamo un po’ cosa retro sotto “Spunti di riflessione”. Così
fanno lì dentro!” Non aveva mai visto nien- porremo le basi per la conversazione suc-
te di simile! Erano tutti gentili e amichevo- cessiva. Alla visita ulteriore possiamo fare

8. Perché è importante che le persone vengano 9, 10. (a) Perché i volantini sono facili da usare?
almeno una volta alle nostre adunanze? Fate un (b) Spiegate come si può usare il volantino Cos’è
esempio. il Regno di Dio?

OTTOBRE 2018 13
riferimento all’ultima pagina del volanti- la Bibbia, ma non ne hanno una conoscen-
no, che rimanda alla lezione 7 dell’opusco- za accurata (Rom. 10:2; 1 Tim. 2:3, 4).
lo Dio ci dà una buona notizia, uno dei no- I tre numeri del 2018 rispondono a queste
stri strumenti per iniziare studi biblici. domande: “La Bibbia è ancora attuale?”,
“Cosa ci riserva il futuro?” e “Dio si inte-
STRUMENTI PER SUSCITARE INTERESSE
ressa di te?”
11 Riviste. La Torre di Guardia e Svegliate-
vi! sono le riviste più diffuse e tradotte al STRUMENTI PER SPINGERE AD AGIRE
mondo! Dal momento che vengono distri- 14 Video. Ai giorni di Gesù, un falegna-
buite in tanti paesi, queste riviste trattano me usava solo attrezzi manuali. Oggi inve-
argomenti che possono interessare tutti. ce può utilizzare anche attrezzi che funzio-
Dovremmo usarle per aiutare le persone a nano con l’energia elettrica, tra cui seghe,
concentrarsi su quello che è più importan- trapani e levigatrici. In maniera simile, ol-
te nella vita. Affinché queste due riviste tre alle pubblicazioni stampate, ora noi ab-
raggiungano il loro scopo, però, dobbiamo biamo a disposizione video accattivanti,
sapere a quale tipo di persone sono rivolte. quattro dei quali fanno parte del nostro
12 Svegliatevi! si rivolge a persone che Kit, ovvero Perché studiare la Bibbia?,
sanno poco o nulla della Bibbia. Forse non Come si svolge uno studio biblico?, Cosa si
conoscono gli insegnamenti cristiani, sono fa nelle Sale del Regno? e Chi sono i Testi-
diffidenti nei confronti della religione, op- moni di Geova? I video che durano meno
pure non credono che la Bibbia sia un libro di due minuti sono particolarmente utili
utile. Uno degli obiettivi principali di Sve- quando parliamo con le persone per la pri-
gliatevi! è convincere il lettore dell’esisten- ma volta. Quelli più lunghi possono essere
za di Dio (Rom. 1:20; Ebr. 11:6). Si propo- usati alle visite ulteriori e con chi ha più
ne anche di aiutarlo a credere che la Bibbia tempo. Questi video sono strumenti ecce-
è “in effetti [...] parola di Dio” (1 Tess. zionali che possono spingere le persone a
2:13). I tre numeri del 2018 si intitolano: studiare la Bibbia e a venire alle adunanze.
15 Facciamo un esempio. Una sorella in-
“Alla ricerca della felicità”, “12 consigli per
una famiglia felice” e “Aiuto per affrontare contrò una donna di madrelingua yapese
un lutto”. che si era trasferita dalla Micronesia. Le
13 L’obiettivo principale dell’edizione per fece vedere il video Perché studiare la Bib-
il pubblico della Torre di Guardia è spiega- bia? nella sua lingua. La donna disse subi-
re gli insegnamenti della Bibbia alle perso- to: “Ma questa è la mia lingua. Non ci pos-
ne che hanno già un certo rispetto per Dio so credere! Questo è proprio l’accento
e per la sua Parola. Forse conoscono un po’ della mia isola. È la mia lingua!” Poi ag-
giunse che avrebbe letto e visto tutto quel-
11. Qual è lo scopo delle nostre riviste, ma cosa lo che c’è nella sua lingua su jw.org. (Con-
dobbiamo sapere?
12. (a) A chi si rivolge Svegliatevi!, e quale 14. (a) Quali obiettivi ci permettono di raggiun-
obiettivo ha? (b) Quali risultati positivi avete avu- gere i quattro video del Kit dell’insegnante?
to di recente usando questo strumento? (b) Quali risultati positivi avete avuto facendo
13. (a) A chi si rivolge l’edizione per il pubblico vedere questi video?
della Torre di Guardia? (b) Quali risultati positi- 15. Quale effetto può avere su una persona uno
vi avete avuto di recente usando questo stru- dei nostri video nella sua lingua? Fate degli
mento? esempi.

14 LA TORRE DI GUARDIA
fronta Atti 2:8, 11.) Un’altra esperienza do un opuscolo, possiamo passare in
viene dagli Stati Uniti. Una sorella inviò al qualunque momento al libro Cosa ci in-
nipote, che viveva in un altro paese, il link segna la Bibbia?, che aiuterà la perso-
allo stesso video nella sua lingua. Lui lo na a conoscere gli insegnamenti basilari
guardò e poi le scrisse un’e-mail in cui di- della Bibbia. Una volta finito questo li-
ceva: “Mi ha colpito in modo particola- bro e se lo studente fa progressi, andia-
re la parte sulla forza malvagia che con- mo avanti con lo studio usando il li-
trolla il mondo. Ho compilato la richiesta bro Come rimanere nell’amore di Dio.1
per avere un corso biblico”. Questo è mol- Questo strumento insegnerà a chi studia
to significativo dato che lui vive in un pae- come applicare i princìpi biblici nella vita
se dove la nostra opera è soggetta a restri- di tutti i giorni. Anche dopo il battesi-
zioni. mo, comunque, è importante che i nuovi
proseguano lo studio finché non avran-
STRUMENTI PER INSEGNARE LA VERITÀ
no completato entrambi i libri. In questo
16 Opuscoli. Come possiamo insegnare modo rafforzeranno la loro fede in Geo-
la verità a chi non sa leggere bene o parla va e continueranno a essergli leali. (Leg-
una lingua in cui non sono disponibili pub- gi Colossesi 2:6, 7.)
blicazioni? In questi casi possiamo usare 18 Essendo Testimoni di Geova, abbia-
l’opuscolo Ascoltate Dio e vivrete per sem- mo la responsabilità di insegnare alle per-
pre.1 Uno strumento molto utile per inizia- sone il “messaggio della verità, la buona
re studi è l’opuscolo Dio ci dà una buona notizia”, che può aiutarle a ottenere la
notizia. Possiamo far vedere alla persona vita eterna (Col. 1:5; leggi 1 Timoteo
le 14 lezioni sul retro, farle scegliere quel- 4:16). Per fare questo ci è stato provve-
la che le interessa di più e poi iniziare lo duto il Kit dell’insegnante, che contie-
studio su quella lezione. Abbiamo provato ne tutto quello di cui abbiamo bisogno.
questo metodo quando rivisitiamo le per- (Vedi “Il Kit dell’insegnante”.) Impegnia-
sone? Chi sta facendo la volontà di Geova moci per usare bene gli strumenti del Kit.
oggi? è il terzo opuscolo del nostro Kit. Ha Ognuno di noi può decidere quale usare
lo scopo di far conoscere a chi studia la e quando farlo. Il nostro obiettivo co-
Bibbia la nostra organizzazione. Per impa- munque non è distribuire pubblicazioni,
rare a usarlo agli studi biblici, possiamo né lasciarle a chi non è interessato al mes-
consultare il numero di marzo 2017 della saggio che portiamo. Il nostro obiettivo
Guida alle attività per l’adunanza Vita cristia- è fare discepoli di persone umili in cerca
na e ministero. della verità, persone che hanno “la giusta
17 Libri. Se iniziamo uno studio usan-
disposizione per ricevere la vita eterna”
(Atti 13:48; Matt. 28:19, 20).
1 Se la persona non sa leggere, possiamo farle usare
l’opuscolo Ascoltate Dio, che contiene soprattutto figure.
1 Se questo libro non è disponibile nella vostra lingua,
potete continuare a usare il libro “Mantenetevi nell’a-
16. Spiegate lo scopo dei seguenti opuscoli: more di Dio”. Quando sarà disponibile Come rimanere
(a) Ascoltate Dio e vivrete per sempre. (b) Dio ci nell’amore di Dio, dovrete usare questo libro.
dà una buona notizia. (c) Chi sta facendo la vo-
lontà di Geova oggi? 18. (a) Cosa ci incoraggia a fare 1 Timoteo 4:16,
17. (a) Qual è lo scopo dei libri che usiamo per e quali risultati otterremo? (b) Quale dovrebbe
condurre studi biblici? (b) Cosa è importante essere il nostro obiettivo quando usiamo il Kit
fare anche dopo il battesimo, e perché? dell’insegnante?

OTTOBRE 2018 15
IL KIT DELL’INSEGNANTE

BIGLIETTI DA VISITA E INVITI VOLANTINI

Come consideri Come vedi Esiste un segreto Chi controlla


la Bibbia? il futuro? per avere una veramente
Un invito per te famiglia felice? il mondo?
SCOPRI COSA INSEGNA LA BIBBIA
Testimoni di Geova
s INSIEME AI TESTIMONI DI GEOVA

s “Felici quelli che sono consapevoli del loro


bisogno spirituale” (MATTEO 5:3)

`
Secondo te e...
˙ frutto della sapienza Il mondo... ` `
`
Secondo te qual e? Secondo te e...
dell’uomo? ˙ migliorera?
` ˙ L’amore ˙ Dio?
˙ un libro di miti e leggende? ˙ peggiorera?
RIVISTE ˙ la Parola di Dio? `
˙ rimarra cosı com’e?
` ` ˙ Il denaro
˙ Qualcos’altro
˙ l’uomo?
˙ qualcun altro?

!"#2 ` ` `
34567
N. 1 2018

N . 1 20 18 Si smettera mai Chi e morto


` Cos’e il Chi ha la risposta
di soffrire? tornera mai Regno di Dio? alle grandi domande
in vita? della vita?

`
Come risponderesti? Secondo te e...
`
Come risponderesti? `
˙ Sı ` ˙ qualcosa che e dentro di noi? Secondo te...
˙ Sı
La Bibbia ALLA RICERCA ` ˙ No ˙ un governo in cielo? ˙ la scienza?

` ` ˙ No
˙ Chissa ˙ qualcos’altro? ˙ la filosofia?
DELLA FELICITA
`
e ancora attuale? ˙ Chissa
˙ la Bibbia?

VIDEO

w w w w

OPUSCOLI E LIBRI

CHI STA FACENDO


`
LA VOLONTA DI GEOVA Cosa ci insegna
OGGI?
la Bibbia?
Ascoltate Dio
e vivrete per sempre

“MANTENETEVI
NELL’AMORE
DI DIO”

`
DIO CI DA UNA
BUONA NOTIZIA
BIOGRAFIA

Geova ha benedetto
riccamente la mia decisione
NARRATO DA CHARLES MOLOHAN

Stava per sorgere il sole e ci affrettammo a infilare silenziosamente


i volantini sotto la porta delle ultime case del territorio che ci avevano
assegnato. Era il 1939. Ci eravamo alzati nel cuore della notte e avevamo
fatto più di un’ora di macchina per arrivare lì a Joplin, una cittadina
del Missouri sud-occidentale. Completata la missione, ci fiondammo
tutti in macchina e andammo al luogo d’incontro prestabilito, dove
aspettammo che arrivassero le altre macchine. Vi chiederete perché
quella mattina eravamo usciti prima dell’alba ed eravamo tornati
indietro così presto. Tra poco ve lo spiegherò.

SONO grato di essere stato cresciuto da genitori zioni in cambio di ortaggi, uova freschissime o ad-
cristiani, Fred e Edna Molohan, che instillarono in dirittura polli vivi. Papà aveva già contribuito per
me il senso di devozione verso Dio. Quando nac- quelle pubblicazioni, quindi potevamo cucinare
qui nel 1934, erano attivi Studenti Biblici (co- per noi quei prodotti.
m’erano chiamati i Testimoni di Geova) già da
CAMPAGNE DI TESTIMONIANZA
20 anni. Vivevamo a Parsons, una piccola città del
Kansas sud-orientale; la congregazione locale era I miei genitori ricevettero un fonografo da usa-
composta quasi interamente da cristiani unti. Non re in predicazione. Io ero troppo piccolo per azio-
mancavamo alle adunanze e predicavamo regolar- narlo, ma mi piaceva tantissimo aiutare i miei
mente la verità della Parola di Dio. Il sabato pome- quando facevano sentire le conferenze del fratello
riggio di solito era riservato all’opera stradale, Rutherford durante le visite ulteriori e gli studi bi-
quella che oggi chiamiamo testimonianza pubbli- blici.
ca. A volte era un po’ stancante, ma quando fini- Papà montò sul tetto della nostra Ford del 1936
vamo papà ci portava sempre a prendere il gelato. un grande altoparlante, e così l’auto si trasformò
La nostra piccola congregazione aveva un gran- in uno strumento molto efficace per diffondere il
de territorio che comprendeva diverse cittadine e messaggio del Regno. Di solito prima facevamo
molte fattorie nelle vicine contee. Quando anda- partire una registrazione musicale per attirare l’at-
vamo dai contadini, spesso davamo loro pubblica- tenzione, poi una conferenza biblica. Una volta

OTTOBRE 2018 17
Con i miei genitori davanti alla Pronti per la trasmissione Nel ministero distribuivamo volantini
nostra auto munita di altoparlante dallo studio della WBBR per far conoscere la WBBR

che era finito il disco, offrivamo le pubblicazioni a PRIMI CONGRESSI


chi si mostrava interessato. Per i congressi viaggiavamo spesso dal Kansas al
Nel piccolo paese di Cherryvale, nel Kansas, la Texas. Papà lavorava per una società ferroviaria,
polizia proibì a papà di utilizzare la nostra auto la Missouri-Kansas-Texas Railroad (chiamata an-
munita di altoparlante dentro il parco cittadino, che M-K-To “the Katy”); quindi grazie alla sua tes-
dove molta gente di domenica si rilassava. Ma fuo- sera potevamo viaggiare gratis per andare dai pa-
ri dal parco non era proibito usarla, quindi senza renti o ai congressi. Il fratello maggiore di mia
obiettare papà spostò la macchina sulla strada che mamma, Fred Wismar, e la moglie Eulalie viveva-
fiancheggiava il parco; da lì la gente riusciva co- no a Temple, in Texas. Zio Fred conobbe la veri-
munque a sentire facilmente il messaggio. Era tà da ragazzo agli inizi del ’900, si battezzò e par-
sempre entusiasmante essere con papà e Jerry, il lò alle sue sorelle, inclusa mia mamma, di quello
mio fratello maggiore, in momenti come quello. che aveva imparato. Era un fratello molto cono-
Verso la fine degli anni ’30 partecipammo a sciuto nel Texas centrale, dove aveva prestato ser-
“campagne lampo” per coprire territori in cui la vizio come servitore di zona (come si chiamava a
gente era molto ostile. Per raggiungerli, ci alzava- quel tempo il sorvegliante di circoscrizione). Era
mo prima dell’alba (come quando andammo a Jo- un uomo gentile e allegro, ed era sempre una gioia
plin, nel Missouri). Facevamo silenziosamente sci- stare con lui. Aveva molto zelo per la verità, e sen-
volare sotto le porte opuscoli o volantini; poi ci z’altro influì in modo positivo su di me quando ero
rincontravamo fuori dalla città per assicurarci che ragazzo.
nessuno fosse stato fermato e arrestato dalla poli- Nel 1941 andammo in treno a Saint Louis, nel
zia. Missouri, per un grande congresso. Tutti i giovani
In quegli anni un’altra parte entusiasmante del furono invitati a sedersi in un particolare settore
ministero erano le marce di informazione. Per an- della struttura per seguire il discorso del fratello
nunciare il Regno, indossavamo dei cartelloni e at- Rutherford dal titolo “Figliuoli del Re”. Alla fine
traversavamo un’intera città marciando in fila. Ne del discorso il fratello Rutherford e i suoi assisten-
ricordo una nella nostra cittadina: i fratelli indossa- ti diedero a ognuno di noi un regalo inaspettato: il
vano il cartellone con la scritta “La religione è un nuovo libro Children (Fanciulli). Furono più di
laccio e una truffa”. Percorsero più di un chilome- 15.000 i giovani che ricevettero questo dono spiri-
tro e mezzo attraverso la cittadina e poi tornarono tuale.
a casa nostra. Fortunatamente la marcia si svolse Nell’aprile del 1943, a Coffeyville, nel Kansas, ci
senza incidenti; anzi, suscitò l’interesse di molti. godemmo l’assemblea “Chiamata all’azione”, un

18 LA TORRE DI GUARDIA
evento piccolo ma memorabile. Venne inaugurata privilegio di essere inserito in questo gruppo. Sa-
la Scuola di Ministero Teocratico, che si sarebbe peste quanto ero nervoso quando iniziai a fare il
tenuta in tutte le congregazioni, e fu presentato mio primo discorso pubblico, che all’epoca durava
l’opuscolo di 52 lezioni che sarebbe stato usato. un’ora! Di solito raggiungevo le congregazioni in
Più tardi, quello stesso anno, feci il mio primo di- treno. Ricordo bene una domenica pomeriggio
scorso durante la scuola. Per me quell’assemblea dell’inverno del 1954. Salii su un treno per New
fu speciale anche perché, insieme ad alcuni altri, York: sarei dovuto essere di ritorno alla Betel nel
mi battezzai nelle fredde acque di un laghetto in tardo pomeriggio. Ma si scatenò una tempesta di
una fattoria delle vicinanze. neve con venti forti e gelidi. I motori elettrici del
treno andarono in corto e persero potenza. Il tre-
BETEL, LA CARRIERA CHE VOLEVO
no arrivò in stazione a New York solo verso le cin-
Finii la scuola dell’obbligo nel 1951 e dovetti que del lunedì mattina. Mi precipitai a prendere la
prendere alcune decisioni riguardo al mio futuro. metropolitana per Brooklyn e andai dritto al lavo-
Il mio grande desiderio era servire alla Betel, dove ro in cucina, un po’ in ritardo e parecchio stanco
aveva servito anche Jerry, così non passò molto dopo aver fatto nottata sul treno in panne. Ma in-
che la mia domanda arrivò all’ufficio di Brooklyn. convenienti come questo passavano in secondo
Quella decisione avrebbe avuto un effetto molto piano in confronto al piacere di servire i fratelli e
positivo sulla mia spiritualità. Nel giro di poco la farsi così tanti nuovi amici durante quei weekend
mia domanda fu accolta, e il 10 marzo 1952 iniziai di attività speciali.
il mio servizio alla Betel. Durante i miei primi anni alla Betel, fui invitato
La mia speranza era lavorare in tipografia, per- a partecipare ai programmi della stazione radio
ché volevo partecipare alla produzione di riviste e WBBR. A quel tempo gli studi erano al secon-
altre pubblicazioni. Fui invece incaricato di lavo- do piano dell’edificio situato al 124 di Columbia
rare come cameriere e poi in cucina. Fu un’espe- Heights. Mi era stato assegnato un ruolo all’inter-
rienza piacevole da cui imparai molto. È vero, non no di un programma settimanale in cui si studiava
ebbi mai il privilegio di lavorare in tipografia, ma i la Bibbia. A questi programmi radiofonici parteci-
turni di lavoro in cucina mi permettevano di avere pava regolarmente il fratello Macmillan, che servi-
un po’ di tempo durante il giorno per studiare nel- va da lungo tempo alla Betel. Lo chiamavamo af-
la grande biblioteca della Betel. Questo mi aiutò a fettuosamente fratello Mac; per noi componenti
crescere spiritualmente e a consolidare la mia più giovani della famiglia Betel era un eccellente
fede. Rafforzai anche la mia determinazione di ser- esempio di perseveranza nel servire Geova.
vire Geova alla Betel il più a lungo possibile. Jerry Nel 1958 fui invitato a svolgere un incarico stret-
aveva lasciato la Betel nel 1949 per sposare Patri- tamente connesso con la Scuola di Galaad. Dove-
cia; vivevano comunque a Brooklyn, nelle vicinan- vo aiutare i diplomati a ottenere i visti e organiz-
ze, e nei miei primi anni di servizio alla Betel mi fu- zare il viaggio di quegli zelanti fratelli e sorelle. Gli
rono sempre d’aiuto e incoraggiamento. spostamenti aerei erano estremamente costosi in
Poco dopo il mio arrivo alla Betel, si iniziarono quegli anni, quindi solo pochi dei diplomati viag-
a selezionare fratelli che entrassero a far parte del giavano in aereo. La maggioranza di coloro che
gruppo degli oratori della Betel. Durante l’anno andavano in Africa o Estremo Oriente partiva su
questi fratelli venivano incaricati di visitare con- navi da carico. Quando furono introdotti gli aerei
gregazioni nel raggio di poco più di 300 chilome- di linea, i prezzi si abbassarono molto e presto
tri da Brooklyn per pronunciare un discorso pub- buona parte dei missionari raggiungeva la propria
blico e predicare con la congregazione. Ebbi il destinazione in aereo.

OTTOBRE 2018 19
Con Patricia e Jerry Molohan mentre andiamo Preparo i diplomi di Galaad
all’assemblea del 1969 “Pace in terra” in vista del conferimento

IN VIAGGIO PER I CONGRESSI UNA NUOVA COMPAGNA DI VIAGGIO


Nel 1960 il mio lavoro si estese all’organizzazio- Per me il 1963 fu memorabile anche per un altro
ne dei voli charter dagli Stati Uniti all’Europa per ottimo motivo. Il 29 giugno sposai Lila Rogers,
i congressi internazionali del 1961. Io viaggiai sul una sorella originaria del Missouri che era diven-
charter da New York ad Amburgo per il congresso tata betelita tre anni prima. Una settimana dopo il
che si tenne là. Dopo il congresso, io e altri tre be- nostro matrimonio, io e Lila partimmo per quel
teliti affittammo una macchina e attraversammo tour mondiale e visitammo Grecia, Egitto e Liba-
tutta la Germania fino ad arrivare in Italia, dove vi- no. Da Beirut prendemmo un volo che in breve
sitammo la filiale di Roma. Da lì, il nostro viaggio tempo ci portò in un piccolissimo aeroporto in
ci portò in Francia e oltre i Pirenei fino in Spagna, Giordania. Dato che in quei territori l’opera era
dove l’opera di testimonianza era vietata. A Bar- soggetta a restrizioni e ci era stato detto che ai Te-
cellona riuscimmo a consegnare ai fratelli un po’ stimoni di Geova non veniva dato il visto per
di pubblicazioni nascoste in pacchi regalo. Fu mol- entrare nel paese, ci chiedevamo cosa sarebbe
to emozionante incontrarli! Poi ci rimettemmo in successo al nostro atterraggio. Fu una sorpresa
macchina e risalimmo fino ad Amsterdam, dove bellissima vedere una folla sulla sommità dell’edi-
prendemmo il volo di ritorno per New York. ficio dell’aeroporto con uno striscione che diceva
Circa un anno dopo, il mio compito alla Betel in- “Benvenuti Testimoni di Geova”. E che emozione
cluse l’organizzazione del viaggio dei delegati scel- vedere di persona i paesi biblici! Visitammo i luo-
ti per partecipare a una serie speciale di congressi ghi in cui vissero i patriarchi, in cui Gesù e gli apo-
internazionali che si sarebbero tenuti in varie zone stoli predicarono e da cui il cristianesimo iniziò a
del mondo. Si trattava dell’assemblea “Eterna buo- diffondersi fino ai confini della terra (Atti 13:47).
na notizia” del 1963. Questi 583 delegati avrebbe- Sono 55 anni che Lila è lealmente al mio fianco
ro viaggiato intorno al mondo per assistere a con- in tutti gli incarichi teocratici che abbiamo svolto.
gressi in Europa, Asia e Pacifico meridionale, Siamo stati varie volte in Spagna e Portogallo
facendo poi tappa a Honolulu, nelle Hawaii, e infi- quando l’opera era proibita in quei paesi. Abbiamo
ne a Pasadena, in California. L’itinerario compren- incoraggiato i fratelli e portato loro pubblicazioni
deva delle soste in Libano e in Giordania per dei e altre cose di cui avevano bisogno. Abbiamo avu-
tour didattici nei paesi biblici. Oltre a organizzare to addirittura la possibilità di visitare alcuni fratel-
voli e pernottamenti, il nostro reparto alla Betel si li imprigionati in un vecchio fortino a Cadice, in
occupò di ottenere tutti i visti necessari nei vari Spagna. Ed è stata una grande gioia poterli raffor-
paesi toccati dall’itinerario. zare attraverso un discorso scritturale.

20 LA TORRE DI GUARDIA
Negli anni che seguirono il 1963, è stato un ono- gere ancora un lavoro utile dando una mano con
re collaborare all’organizzazione dei viaggi per i la gestione della corrispondenza della filiale.
congressi internazionali in America Centrale e Che gioia far parte della meravigliosa organizza-
Meridionale, Puerto Rico, Europa, Africa, Estre- zione di Geova e osservare la netta differenza tra
mo Oriente, Australia, Nuova Zelanda e Hawaii. Io chi lo serve e chi non lo serve! Per noi sono sem-
e Lila abbiamo partecipato a molti congressi indi- pre più chiare le parole di Malachia 3:18: “Voi ve-
menticabili, come quello del 1989 a Varsavia, in drete di nuovo la differenza fra il giusto e il mal-
Polonia. A quel grande congresso riuscirono a ve- vagio, fra chi serve Dio e chi non lo serve”. Ogni
nire molti fratelli dall’Unione Sovietica. Per loro giorno che passa, vediamo il mondo di Satana
era il primo in assoluto! Lì incontrammo fratelli e sempre più vicino alla rovina, popolato di persone
sorelle che a motivo della loro fede avevano tra- che non hanno speranza e provano veramente
scorso anni nelle prigioni sovietiche. poca gioia nella vita. Ma chi ama e serve Geova
Un altro bellissimo privilegio è stato visitare le vive una vita felice anche in questi tempi difficili e
filiali in varie parti del mondo per incoraggiare e ha una speranza certa per il futuro. Oltre a questo,
rafforzare le famiglie Betel e i missionari. Durante è un vero onore poter diffondere la buona notizia
la nostra ultima visita alla filiale della Corea del del Regno! (Matt. 24:14). Siamo in attesa del gior-
Sud, andammo a trovare 50 fratelli che erano in no ormai prossimo in cui il Regno di Dio sostitui-
una prigione di Suwon. Avevano tutti un atteggia- rà questo vecchio mondo con un mondo nuovo in
mento positivo e non vedevano l’ora di tornare a cui si realizzeranno tutte le benedizioni promesse,
partecipare al ministero. Conoscerli fu molto inco- tra cui ottima salute e vita senza fine. Allora i fe-
raggiante per noi (Rom. 1:11, 12). deli servitori di Geova qui sulla terra godranno la
vita per sempre!
GIOIOSO PER LA CRESCITA
Ho visto come Geova ha benedetto il suo popo-
lo facendolo crescere nel corso degli anni. Quan-
do mi battezzai nel 1943 c’erano circa 100.000
proclamatori, mentre oggi i servitori di Geova
sono più di 8.000.000 in 240 paesi. Questi risulta-
ti sono dovuti in buona parte all’opera di predica-
zione guidata dai diplomati di Galaad. Nel corso
degli anni è stata una gioia enorme lavorare a
stretto contatto con molti di questi missionari e
aiutarli a raggiungere i paesi stranieri in cui erano
stati assegnati.
Sono grato di aver deciso da ragazzo di espande-
re il mio ministero e di fare domanda per la Betel.
Geova ha benedetto riccamente ogni tappa del mio
cammino. Per decenni io e Lila abbiamo provato
grandi gioie non solo servendo alla Betel ma anche
predicando con alcune congregazioni di Brooklyn,
dove abbiamo stretto molte solide amicizie.
Continuo a servire alla Betel con il quotidiano
sostegno di Lila. Ho 84 anni, e sono felice di svol- Con Lila oggi

OTTOBRE 2018 21
Seguiamo
con fiducia
la guida di Cristo
“Uno solo è il vostro Capo, il Cristo” (MATT. 23:10)

CANTICI: 16, 14 DOPO essere stato l’assistente di Mosè per quasi 40 anni, Giosuè
si trovò davanti a un cambiamento improvviso. Geova infatti gli
RICORDATE? disse: “Il mio servitore Mosè è morto. Ora preparati ad attraver-
________________________________________________________________________________________________________________________________
sare il Giordano, tu e tutto questo popolo, e a entrare nel paese
In che modo Geova guidò
che io sto per dare agli israeliti” (Gios. 1:1, 2).
2 Mosè aveva guidato gli israeliti per tanto tempo, quindi è pos-
il suo popolo ai giorni
di Giosuè? sibile che Giosuè si sia chiesto se lo avrebbero rispettato (Deut.
34:8, 10-12). Commentando Giosuè 1:1, 2, un’opera di consulta-
________________________________________________________________________________________________________________________________
zione dice: “In passato come oggi, la transizione da un leader a
Cosa impariamo dal modo un altro è uno dei momenti che minacciano di più la sicurezza di
in cui Cristo guidò la congre- uno stato”.
gazione nel I secolo? 3 Giosuè aveva buone ragioni per sentirsi intimorito, ma con-

________________________________________________________________________________________________________________________________ fidò in Geova e senza esitare seguì le sue istruzioni (Gios. 1:


Quali motivi abbiamo per 9-11). Geova ricompensò la sua fiducia e usò un angelo per gui-
seguire con fiducia la guida
di Cristo oggi? 1, 2. Quali difficoltà incontrò Giosuè dopo la morte di Mosè?
3, 4. Come fu ricompensata la fiducia che Giosuè ebbe in Dio, e quale do-
manda potremmo farci?

22
dare lui e gli israeliti. È ragionevole pensa- Gerico. All’inizio alcune di queste istruzio-
re che questo angelo fosse la Parola, il Fi- ni saranno sembrate illogiche dal punto di
glio primogenito di Dio (Eso. 23:20-23; vista strategico. Ad esempio, Giosuè aveva
Giov. 1:1). ricevuto il comando di circoncidere tutti gli
4 Grazie all’aiuto di Geova, gli israeliti uomini. Quindi per diversi giorni quei sol-
superarono bene la fase di transizione dal- dati non sarebbero stati in grado di com-
la guida di Mosè a quella di Giosuè. Anche battere. Era davvero il caso di circoncider-
noi viviamo in un periodo di notevoli cam- li proprio in quel momento? (Gen. 34:
biamenti, per questo potremmo chiederci: 24, 25; Gios. 5:2, 8).
“Con l’organizzazione di Dio che avanza 7 Come avrebbero fatto quei soldati a

rapidamente, quali motivi abbiamo per se- proteggere le proprie famiglie se i nemici li
guire con fiducia la guida del nostro Capo, avessero attaccati? Il racconto dice che ac-
Gesù?” (Leggi Matteo 23:10.) Vediamo cadde qualcosa di sorprendente: “Le porte
in che modo nel passato Geova guidò il di Gerico erano serrate a causa degli israe-
suo popolo durante periodi di cambia- liti” (Gios. 6:1). Invece di attaccare quel
mento. popolo indifeso, gli uomini di Gerico ne eb-
bero paura! Questa reazione inaspettata
GUIDATI PER ENTRARE
avrà sicuramente rafforzato la fiducia degli
NELLA TERRA PROMESSA
israeliti nella guida di Dio.
5 Poco dopo che gli israeliti avevano at-
8 L’angelo disse a Giosuè che gli israeliti
traversato il Giordano, a Giosuè accadde non avrebbero dovuto attaccare Gerico,
qualcosa di insolito. Mentre si avvicinava a ma marciare attorno alla città una volta
Gerico, Giosuè incontrò un uomo con in al giorno per sei giorni, e sette volte il set-
mano una spada. Dato che non sapeva chi timo giorno. Ad alcuni soldati questo sarà
fosse, gli chiese: “Sei dalla nostra parte o sembrato uno spreco di tempo e di energie.
dalla parte dei nostri nemici?” Giosuè ri- Ma Geova, il Condottiero invisibile del po-
mase sorpreso quando l’uomo gli rivelò polo di Israele, sapeva benissimo cosa sta-
di essere il “capo dell’esercito di Geova”, va facendo. La sua strategia infatti rafforzò
un angelo pronto a difendere gli israeliti.
la fede degli israeliti ed evitò loro uno scon-
(Leggi Giosuè 5:13-15 e la nota in calce.) tro diretto con i valorosi guerrieri di Geri-
Anche se in altri punti del racconto viene co (Gios. 6:2-5; Ebr. 11:30).1
detto che fu Geova a parlare a Giosuè, sen- 9 Cosa ci insegna questo episodio? A
za dubbio stava dando istruzioni tramite
volte potremmo non capire bene per-
questo angelo, come aveva già fatto nel
ché l’organizzazione di Geova introduce
passato (Eso. 3:2-4; Gios. 4:1, 15; 5:2, 9;
certe novità. Ad esempio, forse all’inizio
Atti 7:38; Gal. 3:19).
6 L’angelo aveva dato a Giosuè chiare 1 Gli archeologi hanno trovato grosse scorte di cerea-
istruzioni su come conquistare la città di li tra le rovine di Gerico. Questo indica che la città non
subì un lungo assedio e che le provviste di cibo rimase-
ro intatte. Gli israeliti infatti avevano ricevuto il comando
5. Cosa accadde a Giosuè mentre si avvicinava a di non saccheggiare Gerico. Comunque invasero il pae-
Gerico? (Vedi l’immagine iniziale.) se di Canaan nel periodo migliore, quello della mietitura,
6-8. (a) Perché alcune istruzioni dell’angelo po- quando nei campi i raccolti erano abbondanti (Gios. 5:
tevano sembrare strane? (b) Perché possiamo 10-12).
dire che quelle istruzioni furono sagge e vennero
date al momento giusto? (Vedi anche la nota in 9. Perché dovremmo seguire tutte le istruzioni
calce.) dell’organizzazione di Dio? Fate un esempio.

OTTOBRE 2018 23
abbiamo avuto da ridire sull’uso dei dispo- 11Sotto la guida di Cristo, il corpo diret-
sitivi elettronici per lo studio personale, tivo fece capire chiaramente che i cristiani
nel ministero e alle adunanze. Ma ora, se non ebrei non avevano bisogno di essere
abbiamo la possibilità di usarli, probabil- circoncisi (Atti 15:19, 20). Diversi anni
mente ne riconosciamo l’utilità. Potremmo dopo, però, molti cristiani ebrei continua-
avere dei dubbi, ma quando vediamo i ri- vano a circoncidere i loro figli. Poi gli an-
sultati positivi prodotti da un cambiamen- ziani di Gerusalemme vennero a sapere che
to la nostra fede cresce e ci sentiamo più in giro si diceva che Paolo non rispettava la
uniti ai fratelli e alle sorelle. Legge mosaica. Perciò gli diedero delle
istruzioni inaspettate (Atti 21:20-26).1 Gli
LA GUIDA DI CRISTO NEL I SECOLO
dissero di andare con altri quattro uomini
10 Circa 13 anni dopo la conversione di al tempio a purificarsi cerimonialmente,
Cornelio, alcuni cristiani ebrei sosteneva- così che tutti potessero vedere che ‘osser-
no ancora che la circoncisione era necessa- vava anche lui la Legge’. Paolo avrebbe po-
ria (Atti 15:1, 2). Quando ad Antiochia tuto obiettare che quelle istruzioni non
questo argomento creò dei contrasti tra i avevano senso, e che il vero problema era-
fratelli, fu deciso che Paolo portasse la que- no i cristiani ebrei che non avevano ancora
stione all’attenzione del corpo direttivo capito la questione della circoncisione. Co-
a Gerusalemme. Come mai? Paolo disse: munque Paolo riconobbe che l’obiettivo
“Andai [a Gerusalemme] in seguito a una
rivelazione”. È chiaro che fu Cristo a guida- 1 Vedi il riquadro “Paolo affronta una prova con umil-
tà”, nella Torre di Guardia del 15 marzo 2003, pagina 24.
re le cose in modo che il corpo direttivo
chiarisse la questione (Gal. 2:1-3). 11. (a) Cosa continuavano a fare molti cristiani
ebrei? (b) In che modo Paolo sostenne umilmente
10. Chi guidò le cose in modo che il corpo diretti- gli anziani di Gerusalemme? (Vedi anche la nota
vo chiarisse la questione della circoncisione? in calce.)

Cristo guidò la congregazione nel I secolo


(Vedi i paragrafi 10 e 11)
degli anziani era promuovere l’unità tra i ci dà le istruzioni di cui abbiamo bisogno
cristiani, quindi seguì con umiltà le loro (Matt. 24:45). Marc, che ha quattro figli,
istruzioni. Potremmo però chiederci per- dice: “Satana cerca di indebolire le congre-
ché Gesù lasciò che quella questione rima- gazioni attaccando le famiglie. L’esortazio-
nesse aperta per così tanto tempo, dato ne a tenere l’adorazione in famiglia ogni set-
che con la sua morte aveva abolito la Leg- timana lancia ai capifamiglia un messaggio
ge mosaica (Col. 2:13, 14). chiaro: proteggete la vostra famiglia!”
12 Quando viene fatta una modifica alla 15 Quando riflettiamo sul modo in cui Cri-

comprensione di qualche verità biblica, al- sto ci guida, percepiamo tutto il suo interes-
cuni possono avere bisogno di tempo per se per la nostra crescita spirituale. Un anzia-
accettarla. Anche alcuni cristiani ebrei eb- no di nome Patrick ha detto: “All’inizio per
bero bisogno di tempo per correggere il alcuni era scoraggiante tenere le adunanze
loro punto di vista (Giov. 16:12). Facevano per il servizio di campo del fine settimana in
fatica ad accettare il fatto che la circonci- piccoli gruppi”. Ma Patrick ha aggiunto che
sione non fosse più il simbolo di un rap- questo cambiamento dimostra quanto Gesù
porto privilegiato con Dio (Gen. 17:9-12). si interessi di ogni componente della con-
Qualcuno invece aveva paura di essere per- gregazione. Ad esempio, ha raccontato che
seguitato da altri ebrei perché la pensava in alcuni fratelli e sorelle timidi o che erano
modo diverso da loro (Gal. 6:12). A suo meno attivi nel ministero ora si sentono
tempo, comunque, Cristo provvide ulterio- molto più utili e apprezzati. Questo li inco-
re guida tramite le lettere ispirate di Paolo raggia a fare di più nel servizio.
(Rom. 2:28, 29; Gal. 3:23-25). 16 Oltre a preoccuparsi dei nostri bisogni

CRISTO CONTINUA A GUIDARE spirituali, Cristo ci aiuta a rimanere con-


LA CONGREGAZIONE centrati sull’opera più importante compiu-
13
ta oggi sulla terra. (Leggi Marco 13:10.)
Quando non capiamo del tutto le ra-
André, un fratello che da poco è stato no-
gioni di qualche cambiamento organizzati-
minato anziano, ha sempre cercato di adat-
vo, dovremmo riflettere sul modo in cui
tarsi ai cambiamenti introdotti dall’orga-
Cristo guidò il popolo di Dio nel passato.
nizzazione di Geova. “La riduzione del
Sia ai giorni di Giosuè che nel I secolo, die-
personale nelle filiali”, ha detto, “ci ricorda
de sempre istruzioni sagge che protessero i
che è rimasto poco tempo e che è necessa-
servitori di Dio in senso collettivo, raffor-
rio concentrare le nostre energie sull’opera
zarono la loro fede e li aiutarono a rimane-
di predicazione”.
re uniti (Ebr. 13:8).
14 Gesù tiene molto al nostro benessere SEGUIAMO CON LEALTÀ
spirituale. Questo è evidente dal fatto che al LA GUIDA DI CRISTO
momento giusto “lo schiavo fedele e saggio” 17 La guida del nostro Re Gesù Cristo ci è

di aiuto oggi e ci prepara per il futuro. Ri-


12. Quale potrebbe essere il motivo per cui Cristo
fece passare un po’ di tempo prima di risolvere del flettiamo quindi sugli effetti positivi che i
tutto la questione della circoncisione? cambiamenti introdotti di recente hanno
13. Cosa dovremmo fare quando non capiamo le avuto su di noi. Durante l’adorazione in fa-
ragioni di qualche cambiamento organizzativo? miglia, potremmo parlare di quanto ci sono
14-16. In che modo le istruzioni che riceviamo
dallo “schiavo fedele e saggio” dimostrano che 17, 18. Perché dovremmo riflettere sugli effetti
Cristo tiene molto al nostro benessere spirituale? positivi che i cambiamenti hanno avuto su di noi?

OTTOBRE 2018 25
stati utili i cambiamenti riguardanti le adu- da di Cristo e rispetto per loro. Stanno al
nanze e il ministero. passo con il carro di Geova svolgendo con
18 Se capiamo il motivo delle istruzioni che gioia qualsiasi forma di servizio”.
ci dà l’organizzazione di Geova e ci concen-
SEGUIAMO CON FIDUCIA
triamo sugli effetti positivi che queste hanno IL NOSTRO CAPO
su di noi saremo più pronti a seguirle con 20 Presto il nostro Capo, Gesù Cristo,
gioia. Ad esempio, la riduzione del numero
“[completerà] la sua vittoria” e “compirà
di pubblicazioni stampate permette di ri-
opere straordinarie” (Riv. 6:2; Sal. 45:4).
sparmiare denaro, e l’uso della tecnologia
Nel frattempo, ci sta preparando per la
permette di portare la buona notizia a più
grande opera di insegnamento e di costru-
persone. Perché allora non cerchiamo di usa-
zione a cui parteciperemo nel nuovo mon-
re maggiormente pubblicazioni elettroniche,
do durante il periodo in cui i morti verran-
video e altri contenuti multimediali? Questo
no risuscitati.
è un modo per seguire la guida di Cristo, il 21 Il nostro Re ci sta guidando verso il
quale desidera che le risorse dell’organizza-
nuovo mondo. Riusciremo a entrarci se se-
zione vengano usate saggiamente.
19 Quando seguiamo attentamente la
guiamo con assoluta fiducia la sua guida an-
che di fronte ai cambiamenti. (Leggi Salmo
guida di Cristo, promuoviamo l’unità e aiu-
46:1-3.) Ma quando la nostra vita cambia in
tiamo altri a rafforzare la propria fede.
modo inaspettato può essere difficile adat-
Pensando alla riduzione del personale nel-
tarsi. In una situazione del genere, come
le filiali di tutto il mondo, André ha com-
possiamo continuare ad avere pace interio-
mentato: “Quando vedo l’atteggiamento
re e una forte fede in Geova? Il prossimo ar-
positivo con cui i fratelli e le sorelle che era-
ticolo risponderà a questa domanda.
no alla Betel si sono adattati a questo cam-
biamento, ho ancora più fiducia nella gui- 20, 21. (a) Perché dovremmo avere fiducia nel
nostro Capo, Cristo? (b) A quale domanda rispon-
19. Perché dovremmo seguire la guida di Cristo? derà il prossimo articolo?

Stiamo aiutando i nostri familiari e altri a tenersi al passo con l’organizzazione di Geova?
(Vedi i paragrafi 17 e 18)
Manteniamo
la pace interiore
di fronte ai cambiamenti
“Ho calmato e acquietato la mia anima” (SAL. 131:2)

DOPO aver servito alla Betel per più di 25 anni, Lloyd e Alexan- CANTICI: 128, 129
dra furono incaricati di servire come pionieri. All’inizio si sentiro-
no molto abbattuti. Lloyd racconta: “Era come se la Betel e il lavo- RICORDATE?
ro che svolgevo lì fossero diventati parte di me. A livello mentale ________________________________________________________________________________________________________________________________

capivo i motivi di questo cambiamento, ma nelle settimane e nei In che modo “la pace di Dio”
mesi che seguirono spesso mi sentivo rifiutato. Provavo sentimen- ci aiuta ad affrontare
ti contrastanti: un momento ero positivo e subito dopo demora- i cambiamenti?
lizzato”.
2 Un cambiamento inaspettato potrebbe crearci ansia e stress ________________________________________________________________________________________________________________________________

(Prov. 12:25). Forse facciamo anche fatica ad accettarlo. In questi Come possiamo imitare Giu-
casi, come possiamo ‘calmare e acquietare la nostra anima’? (Leg- seppe quando la nostra vita
gi Salmo 131:1-3.) Vediamo come alcuni servitori di Geova dei cambia in modo inaspettato?
tempi biblici e di oggi sono riusciti a mantenere la pace interiore
________________________________________________________________________________________________________________________________
di fronte ai cambiamenti.
Cosa impariamo da Filippo
1, 2. (a) Che effetto possono avere su di noi i cambiamenti inaspettati? l’evangelizzatore?
(Vedi l’immagine iniziale.) (b) In base al Salmo 131, cosa può aiutarci a
mantenere la pace interiore?

27
“LA PACE DI DIO” CI SOSTIENE gere le nostre mete spirituali. Alcuni fratel-
3 Pensiamo ad esempio a Giuseppe. Era il li e sorelle hanno sperimentato proprio que-
figlio preferito di Giacobbe, e questo fece sto. Vediamo qualche esempio.
ingelosire così tanto i suoi fratelli che deci- RIVOLGIAMOCI A GEOVA
sero di venderlo come schiavo. Giuseppe a PER RIACQUISTARE LA PACE INTERIORE
quel tempo aveva più o meno 17 anni (Gen. 6 Quando a Ryan e Juliette fu detto che il
37:2-4, 23-28). Per circa 13 anni sopportò
loro incarico come pionieri speciali tempo-
una situazione molto difficile, prima come
ranei era terminato, i due si sentirono sco-
schiavo, poi come prigioniero. E tutto que-
raggiati. “Ne parlammo subito a Geova in
sto in Egitto, lontano dal suo amato padre.
preghiera”, racconta Ryan. “Sapevamo che
Cosa lo aiutò a non farsi vincere dalla dispe-
quella era un’opportunità unica per dimo-
razione e dalla rabbia?
4 Mentre era in prigione, probabilmente
strare la nostra fiducia in lui. Nella nostra
congregazione diversi si erano battezzati da
Giuseppe si concentrò sui modi in cui Geo-
poco, quindi chiedemmo a Geova di aiutar-
va lo stava sostenendo (Gen. 39:21; Sal.
ci a essere per loro dei buoni esempi di
105:17-19). Inoltre, ripensando ai sogni pro-
fede”.
fetici che aveva fatto quando era più giova- 7 Come rispose Geova alla loro preghie-
ne, avrà avuto la conferma che Geova lo ap-
ra? Ryan ricorda: “Subito dopo aver prega-
provava (Gen. 37:5-11). È facile immaginare
to, le preoccupazioni e i sentimenti negativi
che pregò spesso Geova per dirgli come si
sparirono. La pace di Dio stava custodendo
sentiva (Sal. 145:18). In risposta alle inten-
il nostro cuore e le nostre facoltà mentali.
se preghiere di Giuseppe, Geova gli fece
Capimmo che se avessimo mantenuto l’at-
avere la consapevolezza che in ogni circo-
teggiamento giusto, Geova avrebbe potuto
stanza ‘sarebbe stato con lui’ (Atti 7:9, 10).1
5 Quando affrontiamo situazioni difficili,
continuare a usarci”.
8 Lo spirito di Dio, oltre a darci calma,
possiamo provare il sollievo della ‘pace di
può farci soffermare su versetti che ci aiu-
Dio, che custodisce le nostre facoltà menta-
tano a capire cosa è davvero importan-
li’. (Leggi Filippesi 4:6, 7.) Infatti, se quan-
te. (Leggi Giovanni 14:26, 27.) Riflettia-
do siamo in ansia per le tante preoccupazio-
mo sull’esempio di Philip e Mary. Questa
ni ci rivolgiamo a Geova, la sua pace ci aiuta
coppia aveva servito alla Betel per quasi
a non darci per vinti. Anzi, può darci la for-
za di continuare a impegnarci per raggiun- 25 anni. Poi nel giro di quattro mesi entram-
bi persero la madre, e Philip perse anche un
1 Qualche anno dopo essere stato liberato dalla pri- altro parente. Dovettero inoltre iniziare a
gione, Giuseppe ebbe un figlio e lo chiamò Manasse, di- prendersi cura del padre di Mary, che soffre
cendo: “Dio mi ha fatto dimenticare tutte le mie soffe-
renze”. Per lui quel figlio era un regalo che Geova gli di demenza senile.
aveva fatto per alleviare le sofferenze legate ai ricordi 9 Ripensando a quella situazione, Philip
(Gen. 41:51; nt.).
6, 7. In che modo fare preghiere specifiche ci
3. In quale situazione inaspettata si trovò Giu- aiuta a riacquistare la pace interiore? Fate un
seppe? esempio.
4. (a) Su cosa si concentrò Giuseppe mentre 8-10. (a) In che modo lo spirito di Dio ci aiu-
era in prigione? (b) Come rispose Geova alle pre- ta quando affrontiamo una situazione difficile?
ghiere di Giuseppe? (b) In quali modi Geova ci ricompensa se restia-
5. Che effetto può avere su di noi “la pace di Dio”? mo concentrati sul servizio che gli rendiamo?

28 LA TORRE DI GUARDIA
racconta: “Pensavo che tutto sommato me Giuseppe non poteva saperlo, ma fu grazie
la stessi cavando bene, ma mi mancava a quella conversazione che in seguito sareb-
qualcosa. In un articolo di studio della Tor- be stato liberato. Anche se rimase in prigio-
re di Guardia lessi Colossesi 1:11. È vero, sta- ne per altri due anni, il giorno stesso in cui
vo perseverando, ma non nel modo più uscì diventò la persona più potente d’Egitto
completo. Dovevo ‘perseverare pienamente dopo il faraone (Gen. 41:1, 14-16, 39-41).
con pazienza e gioia’. Questo versetto mi ri- 13 Come Giuseppe, potremmo trovarci in
cordò che la mia gioia non dipende dal- una situazione in cui possiamo fare poco o
le circostanze in cui mi trovo, ma dall’effet- niente per cambiare le cose. Comunque, se
to dello spirito di Dio sulla mia vita”. continuiamo ad avere pazienza e ci diamo
10 Philip e Mary si sforzarono di rimanere
da fare per trarre il meglio dalle nostre cir-
concentrati sul servizio che rendevano a costanze, daremo a Geova qualcosa da be-
Geova, e lui li ricompensò in vari modi. Su- nedire (Sal. 37:5). Come scrisse l’apostolo
bito dopo aver lasciato la Betel entrambi Paolo, davanti a un problema forse “siamo
trovarono persone che volevano studiare la perplessi”, ma non saremo mai disperati
Bibbia più di una volta alla settimana e che (2 Cor. 4:8; nt.). Se restiamo concentrati
fecero buoni progressi. Ricordando quel pe- sul nostro ministero, possiamo essere certi
riodo, Mary dice: “Ci hanno dato tanta che Geova sarà con noi.
gioia, e sono state il modo in cui Geova ci
ha fatto capire che sarebbe andato tutto 13. A prescindere dalla situazione in cui ci trovia-
bene”. mo, come possiamo dare a Geova qualcosa da
benedire?
DIAMO A GEOVA QUALCOSA
DA BENEDIRE
11 Davanti a un cambiamento inaspettato

potremmo farci prendere così tanto dall’an- Come possiamo imitare Giuseppe in qualsiasi
circostanza ci venissimo a trovare?
sia da non riuscire a pensare ad altro. Giu- (Vedi i paragrafi da 11 a 13)
seppe avrebbe avuto tutti i motivi per farsi
paralizzare dall’ansia. Decise però di sfrut-
tare al meglio la situazione per dare a Geo-
va qualcosa da benedire. Infatti, esattamen-
te come quando aveva lavorato per Potifar,
fece il possibile per portare a termine qua-
lunque compito gli affidasse il capo della
prigione (Gen. 39:21-23).
12 Un giorno a Giuseppe furono affidati

due uomini che avevano servito alla corte


del faraone. Dato che Giuseppe li trattava in
modo gentile, i due si sentirono liberi di par-
largli dei loro problemi e degli strani sogni
che avevano fatto una notte (Gen. 40:5-8).

11, 12. (a) Cosa fece Giuseppe per dare a Geo-


va qualcosa da benedire? (b) Come fu ricompen-
sato Giuseppe per la sua perseveranza?
RESTIAMO CONCENTRATI 16 In seguito Filippo fu portato dallo spi-
SUL NOSTRO MINISTERO rito di Dio ad Asdod e a Cesarea, due città
14 Filippo l’evangelizzatore si concentrò abitate perlopiù da gentili (Atti 8:39, 40).
sul suo ministero anche quando la sua vita Mentre era lì, nella sua vita ci fu un altro
subì dei cambiamenti, e per questo è un ot- cambiamento: decise di stabilirsi in questo
timo esempio da imitare. Filippo stava svol- territorio e di mettere su famiglia. Anche se
gendo un nuovo incarico di servizio a Ge- le sue circostanze cambiarono, Filippo negli
rusalemme (Atti 6:1-6). Poi tutto cambiò: anni rimase concentrato sul suo ministero.
Stefano fu assassinato1 e scoppiò una forte Di conseguenza Geova continuò a benedire
persecuzione, che costrinse i cristiani a fug- lui e la sua famiglia (Atti 21:8, 9).
17 Molti che servono Geova a tempo pie-
gire dalla città. Filippo però voleva conti-
nuare a darsi da fare per Geova. Andò quin- no possono confermare che concentrarsi
di a predicare a Samaria, una città in cui sul ministero aiuta a essere positivi di fron-
molti non conoscevano ancora la buona no- te ai cambiamenti. Quando Osborne e Po-
tizia (Matt. 10:5; Atti 8:1, 5). lite, una coppia del Sudafrica, lasciarono la
15 Filippo era disposto ad andare ovun- Betel, pensarono che avrebbero trovato su-
que lo spirito di Dio lo avesse portato, e così bito un lavoro part time e un alloggio. “Pur-
troppo”, racconta Osborne, “il lavoro non
Geova lo usò per predicare in nuovi territo-
arrivò così in fretta come speravamo”. Sua
ri. A differenza di molti ebrei che disprezza-
moglie Polite ricorda: “Non avevamo nien-
vano i samaritani e li maltrattavano, Filippo
te da parte e per tre mesi continuammo a
non ebbe pregiudizi e parlò loro della buo-
cercare lavoro senza risultati. Fu davvero
na notizia. Il risultato fu che “le folle, una-
difficile”.
nimi, [prestarono] attenzione a quello che 18 Cosa li aiutò a gestire quella situazione
Filippo diceva” (Atti 8:6-8).
stressante? Osborne dice: “Predicare insie-
1 Vedi l’articolo “Lo sapevate?”, in questo stesso nu- me alla congregazione ci aiutò a essere posi-
mero.
17, 18. In che modo restare concentrati sul mini-
14-16. In che modo Filippo rimase concentrato stero ci aiuta a essere positivi di fronte ai cam-
sul suo ministero nonostante i cambiamenti? biamenti?
tivi e concentrati. Eravamo decisi a darci da preoccupata devo fermarmi, pregare e poi
fare nel ministero, anziché starcene seduti a rilassarmi”, racconta. “Forse la cosa più im-
pensare alla nostra situazione. Questo ci portante che ho imparato è lasciare le cose
permise di non perdere il buon umore. Allo nelle mani di Geova. E in futuro sarà sem-
stesso tempo continuammo a cercare lavo- pre più necessario farlo”.
ro e alla fine lo trovammo”. 21 Lloyd e Alexandra, menzionati all’ini-

zio, riconoscono che i cambiamenti che


FACCIAMO PIENO AFFIDAMENTO
hanno dovuto affrontare hanno messo alla
SU GEOVA
prova la loro fede più di quanto avrebbero
19 Come hanno mostrato gli esempi cita- immaginato. Comunque ammettono: “Le
ti, se sfruttiamo al meglio la nostra situazio- prove rivelano quanto è profonda la nostra
ne e facciamo pieno affidamento su Geova, fede e se è abbastanza forte da sostenerci e
riusciamo a mantenere la pace interiore. confortarci nei momenti difficili. Ci rendo-
(Leggi Michea 7:7.) Potremmo anche ri- no persone migliori”.
scontrare che affrontando un cambiamento 22 Nella vita le cose possono cambiare in
e adattandoci alle nuove circostanze abbia- modo inaspettato, forse a causa di un nuo-
mo rafforzato la nostra amicizia con Geova. vo incarico teocratico, di problemi di salu-
Ripensando alla sua esperienza, Polite dice: te o di responsabilità familiari. In ogni caso,
“Da quando mi è stato chiesto di cambiare possiamo essere certi che Geova si prende
forma di servizio, ho imparato cosa signifi- cura di noi e al momento giusto ci aiuterà
ca davvero affidarsi a Geova anche quando (Ebr. 4:16; 1 Piet. 5:6, 7). Nel frattempo,
tutto sembra andare storto. Il mio rapporto sfruttiamo al meglio le nostre circostanze,
con lui è diventato più stretto”. rivolgiamoci a Geova in preghiera e impa-
20 Mary, menzionata prima, assiste anco- riamo già da ora ad affidarci completamen-
ra suo padre in là con gli anni e fa la pio- te a lui. In questo modo anche noi riuscire-
niera. “Ho capito che quando sono troppo mo a mantenere la pace interiore di fronte
a qualunque cambiamento si presenti.
19-21. (a) Cosa ci aiuterà a mantenere la pace
interiore? (b) Perché vale la pena di adattarsi alle 22. Di cosa possiamo essere certi se cerchiamo
nuove circostanze? di sfruttare al meglio le nostre circostanze?

A cambiamenti inaspettati
possono seguire gioie
inaspettate!
(Vedi i paragrafi da 19 a 21)

31
LO SAPEVATE?

Come riuscì il discepolo Stefano a rimanere tranquillo


di fronte alla persecuzione?

STEFANO si trovò davanti a un gruppo di uomini


ostili. Essendo membri del Sinedrio, la corte supre-
ma d’Israele, quei 71 giudici erano tra gli uomi-
ni più potenti della nazione. Erano stati convocati
dal sommo sacerdote Caiafa, che pochi mesi prima
aveva presieduto al processo durante il quale Gesù
era stato condannato a morte (Matt. 26:57, 59; Atti
6:8-12). Mentre venivano presentati falsi testimoni
contro Stefano, notarono qualcosa di alquanto sor-
prendente: “la sua faccia era come quella di un an-
gelo” (Atti 6:13-15).
Come riuscì Stefano a rimanere tranquillo e a
non agitarsi in una situazione così intimidatoria?
Prima di essere trascinato davanti al Sinedrio, Ste-
fano era completamente dedito al suo ministero
sotto la potente guida dello spirito di Dio (Atti 6:
3-7). Nel corso del processo, quello stesso spirito
agì in lui dandogli conforto e stimolando la sua me-
moria (Giov. 14:16, nt.). Durante la sua coraggio-
sa difesa, riportata nel capitolo 7 di Atti, lo spiri-
to santo gli fece tornare alla mente come minimo
una ventina di brani delle Scritture Ebraiche (Giov.
14:26). La fede di Stefano fu ulteriormente raffor-
zata quando vide in visione Gesù in piedi alla destra
di Dio (Atti 7:54-56, 59, 60).
Anche noi un giorno potremmo trovarci ad af-
frontare minacce e persecuzione (Giov. 15:20). Se
ci nutriamo regolarmente della Parola di Dio e sia-
mo impegnati nel ministero, permettiamo allo spiri-
to di Geova di agire in noi. Inoltre troveremo la
forza di resistere all’opposizione mantenendo al
tempo stesso la pace interiore (1 Piet. 4:12-14).

s
n Puoi scaricare
p Puoi anche leggere la Visita www.jw.org

o
gratuitamente Traduzione del Nuovo o scansiona
questa rivista e Mondo online il codice
w18.10-I
181214

altre pubblicazioni

Potrebbero piacerti anche