Sei sulla pagina 1di 1

Buona scuola, stop alla chiamata diretta dei docenti

Facendo fronte agli impegni elettorali in tema di scuola, il nuovo Governo ha compiuto il primo ed efficace passo con l’eliminazione della pratica
della “chiamata diretta”, prevista, un paio di anni fa, dalla riforma della buona scuola dell’allora premierato renziano.
Frutto di ben otto ore di trattative tra il novello ministro dell’Istruzione Marco Busssetti e i sindacati (Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Gilda),
l'accordo prevede che il personale docente venga assegnato dall'Ufficio scolastico territoriale all'istituto scolastico prescelto mediante la
graduatoria e impiegando i punti delle istanze di trasferimento.
In altre parole, per la mobilità dei docenti dall'ambito territoriale alla scuola non potrà più essere utilizzata la contestata chiamata diretta del
dirigente che, se un lato appariva una modalità intrisa di discrezionalità, dall’altro consentiva di optare per i docenti più adatti all'offerta formativa
dell’istituto, nonché di adattare il servizio alle esigenze dei discenti.
La procedura, concertata tra governo e sindacati, prevede l’impegno, della parte pubblica, ad abolire rapidamente la chiamata diretta per via
legislativa, attraverso un decreto del Consiglio dei ministri, in tal modo modificando la disciplina sulla mobilità dei docenti.
La copertura dei posti disponibili avverrà quindi:
assegnando priorità alle categorie protette,
quindi seguendo il punteggio di mobilità.
Nella domanda, la cui presentazione è prevista a decorrere dal 27 giugno e con modalità rigorosamente telematica, il docente indicherà una sola
scuola da cui partire e, qualora difetti, sarà automaticamente considerato l'istituto capofila in quell'ambito.
Le operazioni dovranno terminare entro il 27 luglio, dopodiché verrà effettuata l'assegnazione della sede per il personale immesso in ruolo, e tale
sede di incarico sarà assegnata contestualmente all'ambito di cui il docente risulta titolare:
in primis i vincitori di concorso,
quindi i supplenti provenienti dalle graduatorie ad esaurimento (cd. Gae) in ordine di punteggio.
(Altalex, 27 giugno 2018)

Su Shop.Wki.it è disponibile il volume:


Diritto costituzionale De Vergottini Giuseppe, CEDAM, 2017
Acquista ora

(C) Altalex / Wolters Kluwer

Potrebbero piacerti anche