Sei sulla pagina 1di 5

L’AZIENDA 2555 E SEGUENTI

Complesso dei beni organizzati dall’imprenditore per l’esercizio dell’impresa

Elemento funzionale: beni acquisiscono una loro unità in funzione della destinazione economica
all’esercizio dell’impresa, della volontà di destinarli nell’attività di impresa

Legislatore definisce l’imprenditore e l’azienda è l’aspetto oggettivo

AVVIAMENTO: è l’attitudine dell’azienda a realizzare un profitto e dipende da una serie


norme di circostanze tipo modalità con cui attività viene svolta, clientela, localizzazione
dell’attività. Assume un maggior valore superiore rispetto alla somma del valore dei singoli
beni che la compongono

Profili soggettivi: capacità dell’imprenditore di attrare pubblico di consumatori

Profili oggettivi: come, ad esempio la sua localizzazione o di altri elementi dell’azienda stessa

Nostro ordinamento non tutela l’avviamento: ci sono 2 norme che lo tutelano indirettamente

2426: si può iscrivere l’avviamento nel bilancio solo se per esso è stato pagato un prezzo

2557: divieto di concorrenza nel caso di trasferimento dell’azienda, che ha come presupposto
la tutela dell’avviamento

Questo complesso dei beni è caratterizzato dall’avviamento, non può essere separato
dall’azienda

È il valore che ha il collegamento dei beni in vista della funzione produttiva a cui sono
destinati, prescinde dal valore dei singoli beni che compongono l’azienda

TRASFERIMENTO DELL’AZIENDA:

primo problema che si pone è se si trasferisce l’azienda o i beni

Serie di norme sulla forma di trasferimento (2556) ed effetti riguardo l’azienda

Effetti trasferimento d’azienda: conseguenze del trasferimento, sono suddivisi in 2 categorie

Effetti naturali: si producono a prescindere dalla volontà delle parti, la volontà serve per
escludere questi effetti naturali

Sono il divieto di concorrenza e la successione nei contratti: 2557-2558

Effetti non naturali: si hanno solo se espressamente previsti dalle parti del contratto

Accollo dei debiti e cessione dei crediti: 2559-2560

Caso trasferimento singoli beni o intera azienda

Se c’è collegamento dei beni in vista dell’esercizio dell’attività allora si sta trasferendo
l’azienda altrimenti si trasferiscono solo beni
2556: impone una forma scritta ad probabtionem ai fini della prova del contratto contratti
che ha per oggetto trasferimento d’azienda sia titolo di proprietà che godimento questo
contratto deve essere provato per iscritto

Se trasferimento avviene in base alla donazione allora si tratta di una forma scritta ad
substantionem è richiesta in funzione dei beni immobili o mobili registrati

Contratti devono essere redatti per atto pubblico o per scrittura privata autenticata e
devono essere iscritti nel registro imprese entro 30 giorni, è stata una disciplina dettata in
funzione di antiriciclaggio, evitare operazioni fittizie di trasferimento

Divieto di concorrenza: si aggrava sull’alienante dell’azienda, caso azienda trasferita


l’alienante deve astenersi per 5 anni dall’avviare una nuova che per oggetto, ubicazione o altre
circostanze sia idonea a sviare la clientela dell’azienda ceduta

Limite temporale di 5 anni è un limite massimo cioè non è possibile pattuire un limite
superiore, se non è pattuito questo è di 5 anni, limite superiore a 5 anni viene ridotto a 5 anni

Ragione norma: tutelare l’avviamento, vendo l’azienda e nella vendita faccio pagare a chi
acquista anche l’avviamento cioè il peso che l’azienda ha nel mercato, consumatori quindi faccio
pagare una somma che tiene conto del valore dei singoli beni e dell’avviamento

Tutelare il prezzo che l’acquirente ha pagato, evitare che venditore fa pagare un prezzo per
l’avviamento e poi porti via l’avviamento in termini di clientela aprendo un’azienda vicina a
quella ceduta

Aggrava sempre sull’alienante

5 anni: legislatore ritiene che non ci sia più ricordo nella mente del consumatore il precedente
venditore che esercitava l’attività

Esclusione divieto di concorrenza: si, il legislatore inserisce questa clausola a tutela


dell’acquirente perché ha pagato un prezzo dell’avviamento, se venisse pattuito un termine di
2 anni o venisse escluso il divieto di concorrenza questo influirebbe sul prezzo di
trasferimento d’azienda, prezzo viene ridotto, vendo l’azienda ma non trasferisco la parte di
avviamento di clientela

Divieto di concorrenza caso usufrutto o affitto dell’intera azienda: vale per tutta la durata
dell’usufrutto cioè non vale solo 5 anni

2558: successione nei contratti

Se non è pattuito diversamente l’acquirente subentra nei contratti stipulati per l’esercizio
dell’azienda stessa che non abbiano carattere personale

Chi compra l’azienda se non è pattuito diversamente subentra nei contratti inerenti
all’azienda, non opera per i contratti che abbiano carattere personale perché prevale
l’elemento del collegamento personale con la figura dell’imprenditore come contratto di
consulenza con l’avvocato, apertura credito bancaria

Opera per i contratti utenze, fornitura beni che proseguono con l’acquirente dell’azienda se
non è previsto diversamente

Legislatore tutela la posizione del terzo contraente ceduto: ad esempio, è il fornitore


dell’energia elettrica, non può recedere entro 3 mesi dalla notizia del trasferimento se
sussiste una giusta causa salvo la responsabilità dell’alienante, successione opera a
prescindere del consenso del terzo ma può recedere solo se sussiste una giusta causa cioè non
avrebbe concluso il contratto o lo avrebbe concluso a condizioni diverse, salvo la
responsabilità dell’alienante

Diritto recesso non spetta se il terzo abbia espressamente o tacitamente abbia dato il
consento al passaggio

Effetti non naturali: cessione dei crediti 2559

Per avere effetti occorre che ci sia una pattuizione

Siamo parlando di cessione dei crediti non subentro nei contratti

1264: Se la cessione dei crediti si produce non c’è necessità di notificare al debitore ceduto
della cessione, ha effetti nei confronti dei terzi dal momento dell’iscrizione del trasferimento
nel registro imprese

Fuori dall’ipotesi del trasferimento dell’azienda, la cessione dei crediti per avere effetto deve
essere accettata dal debitore o che ne sia notificata

Deroga alla norma di sopra: Nel caso trasferimento azienda è sufficiente che questo risulti
iscritto nel registro delle imprese, perché magari ha tanti crediti quindi difficile notificare
tutti i debitori

Se compro anche i crediti dovrò pagare un prezzo maggiore, li incasserò da terzi, se non li
acquisiti allora di questo non si tiene conto nella definizione del prezzo

Legislatore stabilisce: cessione del credito opera se è stata pattuita, iscrizione nel registro
imprese del trasferimento consente di superare la previsione del diritto comune con la
necessitò che la cessione sia notificata al debitore o che sia da lui accettata

Accollo dei debiti: 2560

Se pattuito l’accollo allora è accumulativi, se vengono ceduti i debiti dell’azienda il terzo potrà
agire contro alienante ed acquirente salvo che i creditori ne abbiano consentito

Debiti delle aziende commerciali che risultano dai libri contabili obbligatori: risponde dei
debiti anche l’acquirente se risultano dai libri contabili
Se le parti hanno pattuito che accollo non ci sia, colui che paga cioè acquirente ha diritto di
essere rimborsato dall’alienante

Se si accolla l’acquirente paga 0 all’alienante perché paga i debiti

CONDIZIONI PER ACQUISTARE LA QUALITA’ DI IMPRENDITORE

Problema è come si fa a diventare imprenditore?

Distinguere 3 casi:

1. imprenditore persona fisica


2. persona giuridica o di una organizzazione sociale (società capitali o persone)
3. altre persone giuridiche diverse dalle società

persona fisica: acquista qualità dell’imprenditore acquisisce quando si realizzano i


comportamenti previsti dal 2082

per acquistare qualità dell’imprenditore occorre che sia iniziata l’attività di impresa cioè non
basta che compia singoli atti preparatori ma occorre che sia una serie coordinati di atti che
realizzano nei confronti di terzi l’intenzione di avviare l’attività di impresa

non è sufficiente realizzare uno o più singoli atti, necessario l’insieme di atti che viene
realizzata dall’imprenditore

quando inizia l’attività di impresa in quel momento l’imprenditore ha diritto e doveri collegati
all’essere imprenditore, importante stabilire quando acquisto la qualità per capire quando
redigere le scritture contabili per esempio

necessario effettivo avvio d’attività di impresa: se compro un’automobile per me o per


l’attività di impresa, quindi non basta comprare l’automobile per capire che sono imprenditore
occorre una serie coordinate di atti

non conta ai fini dell’acquisto della qualità di imprenditore l’iscrizione nel registro imprese non
è la condizione per acquistare la qualità di impresa non ha funzione di pubblicità costitutiva, si
acquista con inizio effettivo di attività giuridica

persona giuridica o organizzazione sociale: caso società capitali e persone, società che si
costituisce per l’esercizio dell’attività di impresa, viene costituita al solo scopo di esercitare
un’attività di impresa, per acquistare una qualità di imprenditore è sufficiente la sua
costituzione senza necessità di avviare concretamente l’attività di impresa

persone giuridiche diverse dalle società: fondazione, associazione riconosciuta che non viene
costituita per esercitare un’attività di impresa ma per finalità scientifiche, culturali, si
acquista quando viene avviata l’attività come nel caso persone fisiche, avvio attività quando
pongo in essere atti anche quelli di organizzazione di impresa