Sei sulla pagina 1di 1

14

ma anche contrassegnata dalla costruzione C’era solo una cosa che dispiaceva a zia Lurdes: a Jamba non c’era un dentista. C’e- João Melo (Luanda, 1955) è ormai conside-
di una nuova identità nazionale postcolonia- ra, questo è vero, un vigile, ma a cosa serviva un vigile in una terra dove praticamen- rato una delle voci più robuste della contem-
te non c’erano macchine e dove, in compenso, c’era gente come lei, con problemi
le con i suoi tic, le sue bonarie manie e le sue dentali, che non poteva nemmeno andare in cerca di un dentista, perché non ce poraneità angolana. Giornalista, pubblicista
rivendicazioni culturali. n’erano? Qui devo confessare che non so esattamente chi ha fatto questa domanda: e deputato della Repubblica, ha iniziato a
la zia Lurdes, il narratore o lo stesso autore? comporre la sua opera di scrittore nel 1985
(da Perché zia Lurdes è ancora sdentata?) come poeta, con il volume Definição con-
Da qualche giorno ho in testa un’idea assurda, ma che forse mi potrebbe fruttare quistandosi un posto di rilievo nelle lettere
qualche spiccio, se io fossi di quelli che vedono soldi dappertutto: scrivere un libro nazionali. Ha oggi al suo attivo 14 titoli di
sulle strategie, le tattiche e le tecniche di abbordaggio di questa enorme quantità poesia, tra raccolte inedite e antologie re-
di donne che vanno per le vie della città, per portarle ad aprire spontaneamente le trospettive. A partire dal 1998 (Imitação de
gambe, pensando di aver trovato, finalmente, il loro principe azzurro o, almeno,
qualcuno disposto a patrocinarle, come si dice adesso, in cambio di favori sessuali Sartre & Simone de Beauvoir) ha trovato una
(non mi piace granché questo linguaggio così formale, ma lo uso giusto per dimo- vena di prosatore breve, che lo ha portato a
strare che non sempre sono volgare e osceno). produrre sei raccolte di racconti tra quella
(da Il libro della deambulazione) data e il 2013 (Os Marginais e Outros Con-
tos), tutte pubblicate anche in Portogallo per
Urogallo. Frontiere perdute. 14 la casa editrice Caminho.
In Italia ha ottenuto una prima traduzio-
ne parziale de Il giorno in cui Paperino s’è fat-
to per la prima volta Paperina nel 2009 – per
i tipi di Morlacchi Editore, seguita nel 2010

Joao Melo| The Serial Killer


da L’uomo dallo stecchino in bocca, nella col-
lana Frontiere Perdute delle Edizioni dell’U-
Joao Melo rogallo. Nel 2017 l’Urogallo rilancia l’autore
The Serial Killer in Italia, con la proposta della versione inte-
e altri racconti risibili o anche no grale (18 storie) de Il giorno in cui Paperino...
e la prima traduzione di The Serial Killer.
La prosa di João Melo, esemplarmente
postmoderna nella tecnica, spesso politica-
mente scorretta nel linguaggio e nelle con-
clusioni, ruota essenzialmente intorno alla
contemporaneità angolana e, più specifica-
ISBN/EAN
mente quella di Luanda, in un costante ri-
tratto di questa nazione africana alle prese
con la sua storia recente, fatta di guerre e ri-
9 788897 365457
bellioni, di miseria e ricchezza, di impennate
euro 13,00 Edizioni dell’Urogallo del PIL a due cifre e di ingiustizia sociale,
www.urogallo.eu