Sei sulla pagina 1di 54

TRADUZIONE A CURA DI ALESSIO FUMAROLA

Questo rapporto è prodotto da


The Rockefeller Foundation
e Global Business Network

Maggio 2010
Contenuti
_________________________________________________________________________

Lettera da Judith Rodin . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4

Lettera da Peter Schwartz . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6

Introduzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8

PERCHE' PIANIFICARE SCENARI?. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9

PERCHE' LA TECNOLOGIA?. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10

LA DOMANDA FOCALE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11

COINVOLGERE LA VOSTRA IMMAGINAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .11

Struttura dello scenario . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13

SCELTA DELLE INCERTEZZE CRITICHE. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14

POLITICA GLOBALE ED ALLINEAMENTO ECONOMICO . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15

CAPACITA' DI ADATTAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15

NARRAZIONE DELLO SCENARIO. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17

Fase di Blocco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 18

Intelligenti Insieme. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26

Attacco Hacker . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 34

Corsa Intelligente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 42

Pensieri conclusivi. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 49

Appendice. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 51
Lettera da Judith Rodin
Presidente della Rockefeller Foundation
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

La Rockefeller Foundation supporta il lavoro che espanda le opportunità e


rafforzi la resilienza alle sfide sociali, economiche, di salute e ambientali ---
affermando la sua missione filantropica pionieristica, dal 1913, per
"promuovere il benessere" dell'umanità. Adoperiamo un sinergico, strategico
approccio che valorizza processi innovativi ed incoraggi nuovi modi di
ricercare idee, scoraggiare il lavoro isolato ["silos", ovvero team che lavorano
isolati, col rischio di ridurre l'efficienza e l'innovazione in un'organizzazione
N.d.T] ed incoraggiare il pensiero interdisciplinare.

Un importante --- e nuovo --- componente dei nostri attrezzi strategici è la


pianificazione dello scenario, un processo di creazione di narrazioni sul
futuro basato su fattori che possono più facilmente influenzare un particolare
insieme di sfide ed opportunità. Crediamo che la pianificazione dello scenario
ha un grande potenziale d'uso nella filantropia per identificare interventi
unici, simulare e testare decisioni importanti che possano avere profonde
implicazioni, ed evidenziare aree di connessione e intersezione
precedentemente inesplorate. Più importante, fornendo una struttura
metodologica che ci aiuti a focalizzarci su ciò che non sappiamo --- invece di
quello che già conosciamo --- la pianificazione dello scenario ci permetterà di
raggiungere un impatto più effettivo.

Il risultato del nostro primo esercizio di pianificazione dello scenario


dimostra un provocante ed avvincente esplorazione del ruolo della tecnologia
e del futuro della globalizzazione, come potrete vedere nelle pagine che
seguiranno. Questo report è una lettura cruciale per chiunque sia interessato
a considerare creativamente i molteplici, divergenti modi in cui il nostro
mondo possa evolvere. La scintilla dell'intuizione che ha ispirato queste
narrazioni --- insieme alle implicazioni per la filantropia nel complesso --- è
generata attraverso l'inestimabile collaborazione di rappresentanti, esperti
esterni e lo staff della Rockefeller Foundation. Offro dei ringraziamenti
speciali a Peter Schwartz, Andrew Blau e all'intero team del Global Business
Network, che ci hanno aiutato guidandoci attraverso questo stimolante ed
energizzante processo.

4
A condurre questo sforzo alla Rockefeller Foundation è stata la nostra Unità
di Ricerca, che ha analizzato i rischi e le opportunità emergenti ed hanno
pensato in modo fantasioso su come rispondere al complesso, rapido
cambiamento del mondo intorno a noi. Questa funzione di intelligenza
outward-looking [osservazione esteriore, N.d.T] adotta una mentalità
trasversale che sintetizza ed integra la conoscenza, accelerando la nostra
capacità ad agire più tempestivamente ed efficientemente. Ha anche aiutato a
formare e creare la nozione di "pro-poor foresight" [prospettive pro-povertà,
N.d.T] che si impegna ad applicare gli strumenti e le tecniche della
lungimiranza per migliorare le vite della popolazione povera e vulnerabile
nel mondo.

Spero che questa pubblicazione renda chiaro esattamente per quale motivo i
miei colleghi ed io siamo così eccitati riguardo la promessa di usare la
pianificazione dello scenario per sviluppare una strategia robusta ed offrire
un rinfrescante punto di vista sulle possibilità che si presentano. Saremo lieti
di ricevere il vostro parere.

Judith Rodin
Presidente
The Rockefeller Foundation

5
Lettera da Peter Schwartz
Co-fondatore e Presidente della Global Business Network
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Siamo in un momento storico pieno di opportunità. La tecnologia è pronta a


trasformare la vita di milioni di persone di tutto il mondo, specialmente
quelle che hanno poco o nessun accesso agli strumenti che possono portare
miglioramenti sostenibili alle famiglie e alle comunità. Dai contadini che
usano il cellulare per acquistare e vendere i raccolti ai dottori che possono
monitorare da remoto e trattare focolai di influenza nei villaggi rurali, la
tecnologia è rapidamente diventata sempre più parte integrante del ritmo e
dei progressi dello sviluppo.

La filantropia gioca un ruolo critico in questo processo. Concentrando la


propria pazienza, capitale ed attenzione ai collegamenti tra tecnologia e
sviluppo internazionale, la filantropia cambierà non solo le vite ma l'intero
contesto in cui il campo della filantropia opera. Questo report rappresenta
uno step iniziale in questa direzione. Si esplorano quattro differenti --- e
piuttosto probabili --- scenari per il futuro della tecnologia e dello sviluppo
allo scopo di far luce sulle sfide e le opportunità che possono presentarsi. Si
promuove una profonda conoscenza delle complesse forze e dinamiche che
accelereranno o inibiranno l'uso della tecnologia per stimolare la crescita, le
opportunità e la resilienza specialmente nel mondo in via di sviluppo.
Finalmente, si seminerà una nuova conversazione strategica tra le principali
parti pubbliche, private e filantropiche interessate alla tecnologia e allo
sviluppo a livello politico, programmatico e umano.

L'uso della pianificazione dello scenario della Rockefeller Foundation per


esplorare le tecnologie e gli sviluppi internazionali sono entrambe ispirate ed
ambiziose. Attraverso i miei oltre 40 anni di carriera come pianificatore di
scenari, ho lavorato con molte compagnie leader mondiali, governi,
fondazioni e nonprofits --- e conosco di persona il potere dell'approccio. La
pianificazione dello scenario è un potente strumento proprio perché il futuro
è imprevedibile e formato dall'interazione di molte variabili. Gli scenari ci
permettono di pensare creativamente e rigorosamente ai differenti modi in
cui queste forze possono interagire, costringendoci ad affrontare i nostri
personali assunti su cosa crediamo o speriamo il futuro sarà.

6
Questi scenari abbracciano e intrecciano insieme molteplici prospettive e
forniscono un quadro dinamico in cui individuare e dare un senso agli
importanti cambiamenti man mano che si manifestano. Cosa forse più
importante, gli scenari ci offrono un nuovo, condiviso linguaggio che
approfondiscono la nostra conversazione sul futuro e su come possiamo
aiutare per modellarlo.

La Rockefeller Foundation ha già usato questo progetto come un'opportunità


per chiarificare e portare avanti la relazione tra tecnologia e sviluppo.
Attraverso interviste e seminari sugli scenari, sono stati ingaggiati diversi
gruppi di persone --- da differenti luoghi, discipline e settori --- per
identificare la forza chiave che guida il cambiamento, esplorare le incertezze
più critiche, sviluppare stimolanti ma plausibili scenari e implicazioni.
Hanno avanzato il loro pensiero ben oltre i modelli teorici di innovazione
tecnologica e diffusione allo scopo di immaginare come la tecnologia possa
attualmente cambiare la vita delle persone di molti ceti sociali. Questo è solo
l'inizio di un'importante conversazione che continuerà a forare il potenziale
della tecnologia e dello sviluppo internazionale che si sta delineando. Non
vedo l'ora di prendere parte a questa conversazione e al miglior futuro a cui
ci porterà.

Peter Schwartz
Co-fondatore e Presidente
Global Business Network

7
Introduzione
Co-fondatore e Presidente della Global Business Network
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Per decenni, la tecnologia ha drammaticamente cambiato non solo le vite degli


individui dei paesi sviluppati, ma ha incrementato le vite e i mezzi di
sussistenza delle persone dei mondo in via di sviluppo. Che si tratti di una
comunità di telefoni mobili, pannelli solari, nuove tecniche agricole, o
dispositivi medici all'avanguardia, la tecnologia ha alterato l'orizzonte delle
possibilità in posti dove le possibilità sono solite essere scarse.

E tuttavia guardando al futuro, non c'è modo di dire come la tecnologia


continuerà a supportare --- o persino rivoluzionare --- la vita nei paesi in via di
sviluppo. Ci sono molte possibilità, alcune buone e alcune meno, alcune
conoscibili ed altre inconoscibili. Di fatto, per ogni cosa che pensiamo di poter
anticipare su come la tecnologia e lo sviluppo internazionale interagirà e si
intreccerà nei prossimi 20 anni ed oltre, c'è molto più di quanto possiamo mai
immaginare.

Tanto per i filantropi quanto per le altre organizzazioni, questo presenta una
sfida unica: data l'incertezza su come sarà il futuro, qual'è il modo migliore non
solo di identificare la tecnologia che migliorerà le vite delle comunità povere ma
anche di favorire il ridimensionamento e la diffusione di quelle che stanno
emergendo? E in che modo le condizioni sociali, tecnologiche, economiche,
ambientali e politiche del futuro abiliteranno o inibiranno la nostra capacità di
farlo?

La Rockefeller Foundation crede che, allo scopo di capire i molti modi in cui la
tecnologia avrà impatto sullo sviluppo internazionale futuro, dovrebbe prima
ampliare ed approfondire la nostra individuale e collettiva comprensione del
range di possibilità. Questo report, ed il progetto su cui è basato, intrapreso dalla
Rockefeller Foundation e dalla Global Business Network (GBN), è ideato per
esplorare il ruolo della tecnologia nello sviluppo internazionale attraverso la
pianificazione dello scenario, una metodologia in cui GBN è leader di lunga data.

8
Questo report si basa sul crescente corpus di lavori della Fondazione Rockefeller
nel campo emergente delle prospettive a favore della povertà. Nel 2009 l'Institute
for Alternative Future ha pubblicato il report Foresight for Smart Globalization:
Accelerating and Enhancing Pro-Poor Development Opportunities [prospettive per
una globalizzazione intelligente: accelerare e potenziare lo sviluppo a favore
della povertà], col supporto della Rockefeller Foundation. Tale sforzo è stato il
riflesso del forte impegno della Fondazione nell'esplorazione di processi
innovativi e nell'adozione di nuovi percorsi di comprensione intesi ad aiutare i
poveri del mondo. Con questo report, la Fondazione fa un passo avanti
nell'avanzamento nel campo delle prospettive pro-povertà, questa volta
attraverso le lenti della pianificazione dello scenario.

PERCHE' PIANIFICARE SCENARI?

Lo scopo di questo progetto non è quello di affermare ciò che già sappiamo e
possiamo conoscere riguardo quel che accade ora all'intersezione tra la
tecnologia e lo sviluppo. Piuttosto, mira ad esplorare i molti modi in cui la
tecnologia e lo sviluppo possono co-evolvere --- potrebbero sia migliorarsi che
inibirsi a vicenda --- nel futuro, e dunque iniziare ad esaminare cosa queste
possibile vie alternative possano implicare per i poveri del mondo e la
popolazione vulnerabile. Questo esercizio ha richiesto ai partecipanti al progetto
di spingere il loro pensiero ben oltre lo status quo, in un territorio inesplorato.

La pianificazione dello scenario è una metodologia ideata per guidare gruppi e


individui attraverso questo esatto processo creativo. Il processo inizia
dall'identificazione delle forze del cambiamento nel mondo, combinando quindi
queste forze in differenti modi per creare un set di storie diverse --- o scenari ---
su come il futuro potrebbe evolvere. Gli scenari sono ideati per allargare il nostro
pensiero sia sulle opportunità che sugli ostacoli che il futuro potrebbe portare; si
esplora, attraverso narrazioni, eventi e dinamiche che possano alterare, inibire o
potenziare i trend correnti, spesso in modi sorprendenti. Insieme, un set di
scenari catturano in range di possibilità future, buono o cattivo, atteso o
sorprendente --- ma sempre plausibile. Importante, gli scenari non sono
predizioni. Piuttosto, sono ipotesi ponderate che ci consentono di immaginare e
quindi provare diverse strategie su come essere più preparati per il futuro o, più
ambiziosamente, su come aiutare a modellare meglio noi stessi.

9
PERCHE' LA TECNOLOGIA?

La tecnologia è stata scelta come punto focale di questo progetto per via del suo
ruolo potenzialmente trasformativo --- sia in positivo che in negativo ---
nell'affrontare una vasta gamma di sfide dello sviluppo, dal cambiamento
climatico, assistenza sanitaria e agricoltura all'edilizia, trasporti ed istruzione.
Tuttavia, sebbene non vi siano dubbi sul fatto che la tecnologia continuerà ad
essere un motore del cambiamento verso lo sviluppo mondiale nel futuro, la
precisa direzione verso cui l'innovazione tecnologica viaggerà è altamente
incerta. Per esempio, gli avanzamenti delle tecnologie più importanti verranno
dal mondo sviluppato, o oppure gli innovatori e le loro innovazioni saranno più
geograficamente disperse? Oppure, in che modo l'ambiente economico e politico
globale può influire sul ritmo dello sviluppo tecnologico?

E' importante dire che rimanendo concentrati sulla tecnologia, questo progetto
non si propone di identificare con esattezza le tecnologie ancora da inventare che
potranno aiutare a dare forma e cambiare il futuro. Piuttosto, l'obbiettivo è quello
di ottenere una più ampia e ricca comprensione delle differenti strade verso cui la
tecnologia può svilupparsi --- strade che verranno fortemente influenzate
dall'intero ambiente globale in cui gli inventori e gli utilizzatori di queste
tecnologie si ritroveranno ad utilizzare nel lavoro e nelle proprie abitazioni. La
tecnologia, come categoria, non può separarsi dal contesto in cui si sviluppa. Gli
scenari condivisi in questo report esplorano quattro di questi contesti, ognuno
dei quali, come si vedrà, suggeriscono orizzonti molto differenti per la tecnologia
ed il suo potenziale impatto nel mondo in via di sviluppo.

Infine, una nota su ciò che intendiamo per "tecnologia". In questo report, usiamo
il termine per riferirci ad un ampio spettro di strumenti e metodi di
organizzazione. Le Tecnologie possono spaziare da strumenti per la
sopravvivenza di base, come una pompa a pedale e tecnologie di filtraggio di
base, a innovazioni più avanzate, come i metodi di raccolta ed utilizzo dei dati
nella sanità informatica e nuovi materiali da costruzione con capacità di
rilevamento ambientale in tempo reale. Questo report si concentra su temi
associati alla diffusa scalabilità, adozione e valutazione della tecnologia nel
mondo in via di sviluppo. Dato che gli stessi scenari sono narrativi dell'ambiente
globale, abbiamo prestato particolare attenzione a come gli eventi potrebbero
accadere nell'Africa sub-Sahariana, Sudest Asiatico e India.

10
LA DOMANDA FOCALE

Ogni scenario progettato ha una domanda focale --- un'ampia quanto strategica
interrogazione che serve da ancora per gli scenari. Per questo progetto, la
domanda focale è:

In che modo la tecnologia potrebbe influire sugli ostacoli


alla costruzione di resilienza e crescita equa nel mondo in
via di sviluppo nei prossimi 15 - 20 anni?

In altre parole, quali nuove o esistenti tecnologie possono essere sfruttate per
migliorare la capacità di individui, comunità e sistemi di rispondere ai maggiori
cambiamenti, o quali tecnologie possono migliorare le vite delle popolazioni
vulnerabili nel mondo? E' stato scelto un arco di tempo di 15 - 20 anni nell'ipotesi
che sia un tempo sufficientemente lungo affinché sia plausibile un significativo
cambiamento tecnologico e sufficientemente corto da poter immaginare alcune
possibilità per il tipo di tecnologie che possono essere sviluppate ed applicate.
Concentrarsi su come superare gli ostacoli associati all'applicazione della
tecnologia nelle sfide dello sviluppo ha contribuito sia a limitare l'indagine sia a
promuovere un approccio di risoluzione dei problemi che mira a identificare
potenziali opportunità di intervento in modo sistematico.

Una nota sulla terminologia


Il lavoro della Fondazione promuove "resilienza e crescita equa". Con resilienza
ci si riferisce alla capacità degli individui, comunità e sistemi di sopravvivere,
adattarsi e crescere di fronte al cambiamento, anche in incidenti catastrofici. La
crescita equa implica l'abilitare gli individui, le comunità e le istituzioni ad
accedere a nuovi strumenti, pratiche, risorse, servizi e prodotti.

COINVOLGERE LA VOSTRA IMMAGINAZIONE

E' nostra speranza che questi scenari aiutino ad ispirare lo stesso orientamento al
futuro nelle altre iniziative che riguardano la tecnologia e lo sviluppo
internazionale. Ovviamente, non c'è alcun dato concreto sul futuro --- nessuno sa
ancora con precisione quali tecnologie riusciranno a soddisfare le esigenze di
sviluppo nuove ed in evoluzione. Piuttosto, mentre leggi gli scenari, pensali
come ad un viaggio --- quattro viaggi --- verso un futuro che sia rilevante,

11
stimolante e possibile. Immagina come il mondo funzionerà e come sarà
organizzato per affrontare le sfide che si troverà davanti. Chi si prenderà la
responsabilità di guidare le iniziative di sviluppo locale e globale cosa
richiederebbe? E quale sarà il vostro ruolo nel guidare la vostra organizzazione,
comunità o regione verso un futuro preferito?

Gli scenari sono un mezzo attraverso il quale un grande cambiamento può essere
non solo immaginato ma anche attualizzato. Più attentamente li leggerete, più è
probabile che riconoscerete le loro più importanti ma meno ovvie implicazioni
per voi, il vostro lavoro e la vostra comunità. Vi consigliamo fortemente di
condividere e discutere ampiamente questo rapporto, utilizzandolo come
trampolino di lancio per ulteriori idee creative su come la tecnologia potrebbe
modellare lo sviluppo, testando ed adattando di conseguenza le vostre strategie
o azioni personali.

È anche nostra speranza che questi scenari aiutino ad identificare potenziali aree
di lavoro futuro per governi, filantropi, corporazioni e organizzazioni non profit
e che illuminino le scelte e gli impegni che una vasta gamma di organizzazioni
potrebbe voler fare in queste aree in futuro.

ULTERIORI LETTURE SULLA TECNOLOGIA E LO SVILUPPO


Questo report si aggiunge a un corpus crescente di pubblicazioni incentrate sul rapporto
tra tecnologia, sviluppo e sistemi sociali. Pur non essendo un elenco completo, le seguenti
letture offrono ulteriori approfondimenti sull'argomento.
• Caroline Wagner, The New Invisible College: Science for Development, 2008.
• Institute for the Future, Science and Technology Outlook: 2005-2055, 2006.
• RAND Corporation, The Global Technology Revolution 2020, In-Depth Analyses, 2006
• World Bank, Science, Technology, and Innovation: Capacity Building for Sustainable Growth ad
Poverty Reduction, 2008.
• UN Millennium Project, Task Force on Science, Technology, and Innovation, Innovation:
Applying Knowledge in Development, 2006.
• W. Brian Arthur, The Nature of Technology: What It Is and How It Evolves, 2009.
• STEPS Centre Working Papers, Innovation, Sustainability, Development: A New Manifesto,
2009.

12
Struttura dello scenario
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

La Rockefeller Foundation e la GBN iniziano il processo di scenario


affacciandosi ad una miriade di forze motrici che influenzeranno il
futuro della tecnologia e dello sviluppo internazionale. Queste forze
sono generate attraverso ricerche secondarie e interviste
approfondite con lo staff della Fondazione, i beneficiari della
Fondazione ed esperti esterni.

Successivamente, tutti questi costituenti sono stati messi insieme in numerosi


seminari esplorativi per approfondire il contenuto di queste forze, che possono
essere divise in due categorie: elementi predeterminati e incertezze critiche. Un
buon punto di inizio per ogni set di scenari sta nel comprendere quelle forze
motrici che siamo ragionevolmente certi potranno dar forma ai mondi che
descriviamo, anche detti "elementi predeterminati". Per esempio, è quasi una
certezza geopolitica che --- con l'ascesa della Cina, India ed altre nazioni --- sta
emergendo un sistema globale multi-polare. Una certezza demografica sta nel
fatto che la popolazione globale continua a crescere e metterà pressione
all'energia, cibo e risorse idriche --- specialmente nel mondo in via di sviluppo.
Altre relative certezze: che il mondo si impegnerà a procurarsi più energia da
risorse rinnovabili e potrebbe avere successo, ma probabilmente ci sarà ancora un
livello significativo di interdipendenza globale sull'energia.

Gli elementi predeterminati sono importanti per ogni scenario narrato, ma non
sono il fondamenti in cui queste storie vengono costruite. Piuttosto, gli scenari
sono formati attorno alle "incertezze critiche" --- guidando forze che sono
considerate sia altamente importanti per i problemi principali sia altamente
incerti considerando la loro futura risoluzione. Laddove gli elementi
predeterminati sono forze motrici prevedibili, le incertezze sono per loro natura
imprevedibili: il loro risultato può essere indovinato ma non noto.

13
Mentre ogni singola incertezza potrebbe stimolare il nostro pensiero, il futuro
sarà plasmato da più forze che si svolgono nel tempo. Il framework dello
scenario fornisce un modo strutturato per considerare come queste incertezze
critiche possano manifestarsi ed evolversi in combinazione tra loro. Identificare
le due incertezze più importanti garantisce che gli scenari risultanti differiranno
in modi che sono stati giudicati critici per la domanda focale.

SCELTA DELLE INCERTEZZE CRITICHE

Durante i seminari per la creazione del progetto dello scenario, i partecipanti ---
che rappresentano un range di prospettive regionali ed internazionali --- hanno
selezionato le due incertezze critiche che formeranno le basi per la struttura dello
scenario. Hanno scelto queste due incertezze da una lunga lista di potenziali
incertezze che potrebbero formare l'ampio contesto teatro degli scenari, incluso il
sociale, tecnologico, economico, ambientale e le tendenze politiche. Le incertezze
che sono state incluse sono, per esempio, la persistenza dei conflitti nei paesi in
via di sviluppo; la frequenza e la gravità di shock come crisi economiche e
politiche, malattie e disastri naturali; e il luogo delle innovazioni per le tecnologie
fondamentali per lo sviluppo. (Una lista completa delle incertezze critiche
identificate durante il progetto, così come la lista dei partecipanti al progetto, può
essere consultata in Appendice.)

Le due incertezze scelte, introdotte qui sotto, insieme definiscono un insieme di


quattro scenari per il futuro della tecnologia e dello sviluppo internazionale che
sono divergenti, stimolanti, intrinsecamente coerenti e plausibili. Ognuna di
queste due incertezze viene espressa in un'asse che rappresenta un continuum di
possibilità che spaziano tra i due estremi.

14
POLITICA GLOBALE ED ALLINEAMENTO ECONOMICO

Queste incertezze si riferiscono sia alla quantità di integrazione economica --- il


flusso di beni, capitale, persone ed idee --- alla misura in cui le strutture
permanenti ed efficaci consentiranno al mondo di affrontare molte delle sfide
globali che dovrà affrontare. Ad un estremo degli assi vediamo una più integrata
economia globale con un alto scambio di volumi, che permettono l'accesso ad un
più ampio spettro di beni e servizi attraverso le importazioni e le esportazioni, e
l'incremento della specializzazione delle esportazioni. Vediamo anche una
maggiore cooperazione ad un livello sopra-nazionale, promuovendo una
maggiore collaborazione, un rafforzamento delle istituzioni globali e la
formazione di efficaci reti internazionali di risoluzione dei problemi.
All'altro estremo degli assi, il potenziale per lo sviluppo economico nel mondo in
via di sviluppo viene ridotto dalla fragilità e dall'economia globale nel complesso
--- insieme al protezionismo e alla frammentazione degli scambi --- con un
indebolimento dei regimi di governance che innalzano le barriere alla
cooperazione, ostacolando in tal modo l'accordo e l'attuazione di soluzioni
interconnesse su larga scala alle pressanti sfide globali.

CAPACITA' DI ADATTAMENTO

Queste incertezze sottopongono le capacità a differenti livelli della società di far


fronte ai cambiamenti e di adattarsi efficacemente. Questa capacità di
adattamento può intendersi il gestire pro-attivamente i sistemi e le strutture
esistenti per garantirne la resilienza contro forze esterne, nonché l'abilità di
trasformare questi sistemi e strutture quando il cambiamento del contesto le
renderà non più idonei. La capacità di adattamento è generalmente associata ad
un alto livello di educazione in una società, così come alla possibilità per coloro
che hanno un'istruzione di promuovere il loro benessere individuale e sociale.
Un alto livello di capacità adattativa si raggiunge tipicamente attraverso il
persistere della fiducia nella società; la presenza e la tolleranza delle novità e
delle diversità; la forza, varietà e la sovrapposizione delle istituzioni umane; ed il
flusso libero di comunicazione ed idee, specialmente tra e attraverso differenti
livelli, e.g. ["exempli gratia", ovvero "per esempio", N.d.T.], di tipo bottom-up e
top-down. Bassi livelli di capacità di adattamento emergono in assenza di queste
caratteristiche e rende le popolazioni particolarmente vulnerabili agli effetti
dirompenti di shock imprevisti.

15
Una volta incrociati, questi assi creano una matrice di quattro futuri molto
diversi:

FASE DI BLOCCO --- Un mondo di controllo governativo di tipo top-


down più stringente e una leadership più autoritaria, con innovazione
limitata e repulsione crescente dei cittadini.

INTELLIGENTI INSIEME --- Un mondo in cui emergono strategie


altamente coordinate e di successo per affrontare questioni globali
urgenti e radicate.

ATTACCO HACKER --- Un mondo economicamente instabile e


soggetto a shock in cui i governi si indeboliscono, i criminali
prosperano ed emergono pericolose innovazioni.

CORSA INTELLIGENTE --- Un mondo economicamente depresso in


cui individui e comunità sviluppano soluzioni localizzate e
improvvisate a una serie crescente di problemi.

16
NARRAZIONE DELLO SCENARIO

I seguenti scenari non intendono essere esaustivi --- e tuttavia, sono ideati per
essere plausibili e provocatori, per coinvolgere la vostra immaginazione,
sollevando allo stesso tempo nuove domande su come potrebbe apparire quel
futuro. Ogni scenario raconta la storia di come il mondo, ed in particolare il
mondo in via di sviluppo, potrebbe progredire nei prossimi 15 - 20 anni, con
un'enfasi su quei elementi relativi all'uso delle differenti tecnologie nella vita dei
poveri e dei vulnerabili. Ad accompagnare ogni scenario vi è un range di
elementi che mirano ad illuminare ulteriormente la vita, la tecnologia e la
filantropia in quel mondo. Questo include:

• Una sequenza temporale di possibili evidenze ed eventi emblematici che si


svolgeranno durante il periodo dello scenario.
• Breve descrizione di quali tecnologie e tendenze tecnologiche potremmo
vedere.
• Iniziale osservazione del cambiamento del ruolo della filantropia in quel
mondo, evidenti opportunità e sfide che le organizzazioni filantropiche
affronteranno e come potrebbe essere il loro ambiente operativo.
• Un'immagine della "vita quotidiana" di una persona che vive e lavora in quel
mondo.

Si tenga a mente che gli scenari in questo report sono storie, non previsioni, e che
la plausibilità dello scenario non dipende dall'avvenimento di un dettaglio
particolare. Nello scenario "Intelligenti Insieme" per esempio, "un consorzio di
nazioni, NGO (organizzazioni non governative) e compagnie stabiliranno il
Global Technology Assessment Office" --- un dettaglio che intende simbolizzare
come un alto grado si coordinazione internazionale ed adattamento possono
condurre alla formazione di un corpus che anticipi le potenziali implicazioni
sociali della tecnologia. Questo dettaglio, insieme a una dozzina di altri [dettagli,
N.d.T.] per ogni scenario, vi darà un una più tangibile "sensazione" per il mondo
descritto in quel determinato scenario. Si prega di considerare i nomi, le date e
altre specifiche simili di ogni scenario come relativi per i tipi di eventi, non come
condizioni necessarie per lo svolgimento di uno scenario particolare.

Vi invitiamo ora ad immergervi in ogni mondo futuro e considerare quattro


differenti visioni per l'evoluzione della tecnologia e dello sviluppo internazionale
al 2030.

17
FASE DI BLOCCO
Un mondo di controllo governativo di tipo top-down più stringente e una
leadership autoritaria, con innovazione limitata e repulsione crescente dei
cittadini.

Da qui in poi il testo originale usa verbi al passato; tuttavia, l'impostazione del discorso pare riguardare
una eventuale pandemia di influenza aviaria nel 2012, laddove il presente report ha data Maggio 2010.
Mi scuso quindi per un'eventuale incomprensione da parte mia. L'unica interpretazione che ne ho dato è
che il discorso sia stato posto sotto forma di storia narrata per facilitarne l'immersione immaginativa,
come in effetti viene più volte accennato nelle precedenti pagine. [N.d.T]

Nel 2012, la pandemia che il mondo ha anticipato per anni ha finalmente colpito.
A differenza dell'H1N1 del 2009 [influenza suina, N.d.T], questa nuova varietà
influenzale --- originato da oche selvatiche --- è stata estremamente virulenta e
mortale. Anche le nazioni più preparate per la pandemia furono rapidamente
sopraffatte quando il virus si diffuse in tutto il mondo, infettando quasi il 20
percento della popolazione mondiale e uccidendo 8 milioni in soli sette mesi, la
maggior parte dei quali giovani adulti sani. La pandemia ha avuto anche un
effetto mortale sulle economie: la mobilità internazionale di persone e merci ha
subito un arresto, debilitando industrie come il turismo e spezzando le catene di
approvvigionamento globali. Anche a livello locale, negozi ed uffici solitamente
affollati sono rimasti vuoti per mesi, privi sia di dipendenti che di clienti.
La pandemia ricoprì il pianeta, anche se numeri sproporzionati di persone
morirono in Africa, nel sud-est Asiatico e in America centrale, dove il virus si
diffuse come un incendio in assenza dei protocolli ufficiali di contenimento. Ma
anche nei paesi sviluppati, il contenimento fu una sfida. La politica iniziale degli
Stati Uniti di "scoraggiare fortemente" i cittadini dal prendere voli aerei si è
dimostrata mortale nella sua clemenza, accelerando la diffusione del virus non
solo negli Stati Uniti ma oltre i confini. Tuttavia, alcuni paesi hanno ottenuto
risultati migliori, in particolare la Cina. La rapida imposizione e applicazione da
parte del governo cinese della quarantena obbligatoria per tutti i cittadini,
nonché la sua chiusura immediata e quasi ermetica di tutti i confini, hanno
salvato milioni di vite, fermando la diffusione del virus molto prima rispetto ad
altri paesi e consentendo una più rapida ripresa post-pandemica.

18
Il governo cinese non è stato l'unico a prendere misure estreme per proteggere i
suoi cittadini da rischi ed esposizione. Durante la pandemia, i leader nazionali di
tutto il mondo hanno flesso la loro autorità e imposto regole e restrizioni
ermetiche, dall'uso obbligatorio delle maschere facciali ai controlli della
temperatura corporea agli ingressi di spazi comuni come stazioni ferroviarie e
supermercati. Anche dopo che la pandemia è svanita, questo maggior controllo
autoritario e supervisione dei cittadini e delle loro attività permane e viene
persino intensificato. Al fine di proteggersi dalla diffusione di problemi sempre
più globali - dalle pandemie e dal terrorismo transnazionale alle crisi ambientali
e alla crescente povertà - i leader di tutto il mondo hanno adottato una presa più
ferma sul potere.

Inizialmente, l'idea di un mondo più controllato ottenne ampia accettazione e


approvazione. I cittadini hanno volontariamente rinunciato a una parte della loro
sovranità - e della loro privacy - a condizioni più paternalistiche in cambio di
maggiore sicurezza e stabilità. I cittadini erano più tolleranti e persino desiderosi
di seguire il controllo e la supervisione top-down, ed i leader nazionali avevano
più spazio di manovra per imporre l'ordine nei modi che ritenevano più
opportuni. Nei paesi sviluppati, questa accresciuta supervisione ha assunto
molte forme: ID biometrici per tutti i cittadini, ad esempio, e regolamentazione
più rigorosa delle industrie chiave la cui stabilità era ritenuta vitale per gli
interessi nazionali. In molti paesi sviluppati, la cooperazione rafforzata con una
serie di nuovi regolamenti e accordi ha lentamente ma costantemente ripristinato
sia l'ordine che, soprattutto, la crescita economica.

In tutto il mondo in via di sviluppo, tuttavia, la storia era diversa e molto più
variabile. L'autorità di tipo top-down ha assunto forme diverse in diversi paesi,
dipendendo in gran parte dalla capacità, il calibro e le intenzioni dei loro leader.
Nei paesi con leader forti e premurosi, lo stato economico generale dei cittadini e
la qualità della vita è aumentata. In India, ad esempio, la qualità dell'aria è
migliorata drasticamente dopo il 2016, quando il governo ha messo fuorilegge i
veicoli ad alta emissione. In Ghana, l'introduzione di ambiziosi programmi
governativi per migliorare le infrastrutture di base e garantire la disponibilità di
acqua pulita per tutto il suo popolo ha portato a un forte declino delle malattie
trasmesse dall'acqua. Ma una maggiore leadership autoritaria ha funzionato
meno bene - e in alcuni casi tragicamente - in paesi gestiti da élite irresponsabili
che hanno usato il loro crescente potere per perseguire i propri interessi a spese
dei loro cittadini.

19
Ci sono stati altri aspetti negativi, poiché l'ascesa del nazionalismo virulento ha
creato nuovi pericoli: gli spettatori ai Mondiali del 2018, ad esempio, indossava
giubbotti antiproiettile con una toppa della loro bandiera nazionale. Forti
normative tecnologiche hanno represso l'innovazione, mantenuto alti i costi e
ridotto l'utilizzo. Nei paesi in via di sviluppo, l'accesso alle tecnologie
"approvate" è aumentato, ma oltre ciò è rimasto limitato: il locus dell'innovazione
tecnologica era in gran parte nel mondo sviluppato, lasciando molti paesi in via
di sviluppo all'adozione di tecnologie che altri considerano "migliori" per loro.

"E' POSSIBILE DISCIPLINARE E CONTROLLARE ALCUNE SOCIETA' PER DEL


TEMPO, MA NON IL MONDO INTERO NELLO STESSO MOMENTO."
--- GK Bhat, TARU Leading Edge, India

Alcuni governi hanno trovato questa condiscendenza e si sono rifiutati di


distribuire computer e altre tecnologie che hanno deriso come "di seconda
mano". Nel frattempo, i paesi in via di sviluppo con più risorse e una migliore
capacità hanno iniziato ad innovarsi internamente per colmare queste lacune da
soli. Nel frattempo, nei paesi sviluppati, la presenza di così tante regole e norme
top-down ha fortemente inibito l'attività imprenditoriale. A scienziati ed
innovatori veniva spesso detto dai governi quali linee di ricerca perseguire e
venivano guidati principalmente verso progetti che avrebbero generato denaro
(e.g. sviluppo di prodotti in tendenza col mercato) o che fossero "scommesse
sicure" (e.g. ricerche fondamentali) lasciando infruttuose le aree di ricerca più
rischiose o innovative. I paesi benestanti e le società monopolistiche con grandi
budget per la ricerca e lo sviluppo hanno continuato a fare progressi significativi,
ma l'IP [proprietà intellettuale, N.d.T.] delle loro scoperte è rimasta bloccato
dietro una rigorosa protezione nazionale o aziendale. La Russia e l'India hanno
imposto rigorosi standard nazionali per la supervisione e la certificazione dei
prodotti relativi alla crittografia e dei loro fornitori --- una categoria che in realtà
comprende tutte le innovazioni IT [tecnologia dell'informazione, N.d.T.]. Gli Stati
Uniti e l'UE hanno reagito con standard nazionali di ritorsione, mandando
all'aria lo sviluppo e la diffusione della tecnologia a livello globale.

Specialmente nel mondo in via di sviluppo, agire nel proprio interesse nazionale
significava spesso cercare alleanze pratiche che si adattassero a quegli interessi
--- nel caso in cui voglia ottenere l'accesso alle risorse necessarie o riunirsi per
raggiungere la crescita economica.

20
In Sud America e Africa, le alleanze regionali e sub-regionali sono diventate più
strutturate. Il Kenya ha raddoppiato il proprio commercio con l'Africa
meridionale e orientale, con la crescita di nuove partnership all'interno del
continente. Gli investimenti della Cina in Africa si sono espansi quando l'accordo
di nuovi posti di lavoro e infrastrutture in cambio dell'accesso a minerali
fondamentali o esportazioni di alimenti si è rivelato gradito a molti governi. I
legami tra i vari fronti proliferarono sotto forma di aiuti ufficiali per la sicurezza.
Mentre lo schieramento di squadre di sicurezza straniere è stato accolto con
favore in alcuni dei più terribili stati falliti, le soluzioni one-size-fits-all [uniche
per tutti, N.d.T.] hanno prodotto pochi risultati positivi.

Entro il 2025, le persone sembravano stancarsi di così tanto controllo top-down e


di lasciare che i leader e le autorità facessero delle scelte per loro.

Ovunque gli interessi nazionali si scontrassero con gli interessi individuali,


c'erano conflitti. Il rifiuto sporadico divenne sempre più organizzato e
coordinato, poiché i giovani disaffezionati e le persone che avevano visto svanire
il loro status e le loro opportunità, soprattutto nei paesi in via di sviluppo,
incitavano ai disordini civili. Nel 2026, i manifestanti in Nigeria hanno fatto
crollare il governo, stufo del radicato clientelismo e della corruzione. Persino a
coloro a cui piaceva la maggiore stabilità e prevedibilità di questo mondo,
iniziarono a sentirsi a disagio e limitati da così tante regole restrittive e dalla
rigidità dei confini nazionali. Era palpabile la sensazione persistente che prima o
poi qualcosa avrebbe inevitabilmente sconvolto l'ordine cristallino che i governi
del mondo avevano così duramente lavorato per costruirlo. •

21
IL RUOLO DELLA FILANTROPIA NELLA FASE DI BLOCCO
..................................................................................................................................................................
Le organizzazioni filantropiche dovranno affrontare scelte difficili in questo mondo. Dato il
forte ruolo dei governi, fare filantropia richiederà un'elevata capacità diplomatica nonché
l'abilità di operare efficacemente in ambienti estremamente divergenti. I beneficiari della
filantropia e le relazioni della società civile verranno fortemente moderati dal governo e
alcune fondazioni potrebbero scegliere di allinearsi maggiormente alle strategie nazionali
di assistenza allo sviluppo (ODA) [Official Development Assistance, APS in italiano,
ovvero Aiuto Pubblico allo Sviluppo, N.d.T.] e agli obbiettivi del governo. Filantropie più
grandi manterranno una quota di influenza oltre misura e molte filantropie più piccole
potrebbero trovare convenienza nella fusione di risorse finanziarie, umane e operative..........
..................................................................................................................................................................
Le organizzazioni filantropiche interessate a promuovere i diritti e le libertà universali
verranno bloccate in molte frontiere nazionali. Sviluppare relazioni intelligenti, flessibili e
ad ampio raggio in questo mondo sarà fondamentale; alcune filantropie possono scegliere
di lavorare solo in luoghi in cui le loro competenze e i loro servizi non incontrano
resistenza. Molti governi imporranno severe restrizioni su parti del programma e sulle aree
geografiche in cui le filantropie internazionali possono operare, portando a una
concentrazione geografica più stretta e più forte o alla concessione di sovvenzioni solo nel
loro paese d'origine.

22
LA TECNOLOGIA NELLA FASE DI BLOCCO
..................................................................................................................................................................
Sebbene non sia possibile prevedere con precisione quali saranno gli importanti progressi tecnologici
in futuro, le narrazioni degli scenari indicano aree in cui le condizioni possono consentire o
accelerare lo sviluppo di determinati tipi di tecnologie. Pertanto, per ogni scenario offriamo un
indicazione del contesto per l'innovazione tecnologica, tenendo conto del ritmo, della geografia e dei
fattori chiave. Suggeriamo anche alcune tendenze e applicazioni tecnologiche che potrebbero
prosperare in ogni scenario.
..................................................................................................................................................................
L'innovazione tecnologica nella fase di blocco è in gran parte guidata dal governo ed è
focalizzata su questioni di sicurezza nazionale e salute e sicurezza. La maggior parte dei
miglioramenti tecnologici è stata creata da e per i paesi sviluppati, plasmata dal duplice
desiderio dei governi di controllare e monitorare i propri cittadini. Negli stati con scarsa
governance, abbondano i progetti su larga scala che non riescono a progredire.
..................................................................................................................................................................
Tendenze tecnologiche ed applicazioni che potremmo vedere:
..................................................................................................................................................................
• Gli scanner che utilizzano la tecnologia avanzata di risonanza magnetica funzionale
(fMRI) diventano la norma negli aeroporti e in altre aree pubbliche per rilevare
comportamenti anomali che potrebbero indicare "intenti antisociali".
• All'indomani delle paure pandemiche, l'imballaggio più intelligente per alimenti e
bevande viene applicato dapprima da grandi aziende e produttori in un ambiente
business-to-business, quindi adottato per singoli prodotti e consumatori.
• Vengono sviluppati nuovi sistemi diagnostici per rilevare le malattie trasmissibili. Anche
l'applicazione dello screening sanitario cambia; lo screening diventa un prerequisito per
il rilascio da un ospedale o da una prigione, rallentando con successo la diffusione di
molte malattie.
• Le tecnologie di tele-presenza rispondono alla domanda di sistemi di comunicazione
sofisticati meno costosi, con larghezza di banda inferiore per le popolazioni il cui viaggio
è limitato.
• Spinti dal protezionismo e dai problemi di sicurezza nazionale, le nazioni creano le loro
proprie reti IT indipendenti e definite a livello regionale, imitando i firewall della Cina. I
governi hanno vari gradi di successo nella sorveglianza del traffico Internet, ma questi
sforzi tuttavia infrangeranno irrimediabilmente il "World Wide" Web.

23
LA VITA NELLA FASE DI BLOCCO
..................................................................................................................................................................
Manisha guardò fuori sul fiume Gange, incantata da ciò che vide. Nel 2010, quando
aveva 12 anni, i suoi genitori l'avevano portata su questo fiume per poter fare il bagno nelle
sue acque sante. Ma in piedi sul bordo, Manisha ebbe paura. Non era stata la profondità del
fiume o le sue correnti a spaventarla, ma l'acqua stessa: era torbida e scura e puzzava di
rifiuti e cose morte. Manisha aveva esitato, ma sua madre l'aveva spinta in avanti, urlando
che questo fiume scorreva dai piedi di loto di Vishnu e avrebbe dovuto sentirsi onorata di
entrarvi. Insieme a milioni di indù, sua madre credeva che l'acqua del Gange potesse
purificare l'anima di una persona da tutti i peccati e persino curare i malati. Così Manisha si
era a malincuore trascinata nel fiume, inghiottendo accidentalmente acqua nel processo e
ricevendo un brutto caso di giardia e di conseguenza mesi di diarrea.
..................................................................................................................................................................
E' il ricordare quell'esperienza ciò che ha reso l'oggi così straordinario. Correva l'anno 2025.
Manisha aveva 27 anni ed era un manager della Ganges Purification Initiative (GPI) del
governo indiano. Fino a poco tempo fa, il Gange era ancora uno dei fiumi più inquinati al
mondo, i suoi batteri coliformi erano astronomici a causa del frequente smaltimento di
cadaveri umani, animali e di liquami (nel 2010, 89 milioni di litri al giorno) direttamente nel
fiume . Dozzine di tentativi organizzati di ripulire il Gange nel corso degli anni erano falliti.
Nel 2009, la Banca mondiale ha persino prestato all'India 1 miliardo di dollari per sostenere
l'iniziativa di pulizia multimiliardaria del governo. Poi la pandemia colpì, e quei
finanziamenti si prosciugarono. Ma ciò che non si è prosciugato è stato l'impegno del
governo a ripulire il Gange, ora non solo un problema di salute pubblica, ma sempre più
un orgoglio nazionale.
..................................................................................................................................................................
Manisha era entrata a far parte del GPI nel 2020, in parte perché era rimasta colpita dalla
forte posizione del governo nel ripristinare la salute ecologica della risorsa più preziosa
dell'India. Molte vite nella sua città natale di Jaipur erano state salvate dalle quarantene del
governo durante la pandemia, e quell'esperienza, pensava Manisha, aveva dato al governo
la confidenza ad essere così severo sull'uso del fiume: in quale altro modo si potrebbero
indurre milioni di cittadini indiani a spostare completamente le loro pratiche culturali in
relazione ad un luogo santo?

24
Scartare corpi bruciati come rituale nel Gange era ora illegale, punibile con anni di
prigione. Le aziende sorprese a scaricare rifiuti di qualsiasi tipo nel fiume sono state
immediatamente chiuse dal governo. C'erano anche severe restrizioni su dove le persone
potevano fare il bagno e dove potevano lavare i vestiti. Ogni 20 metri lungo il fiume si era
avvisati da un cartello che sottolineava le ripercussioni sul "mancare di rispetto alla risorsa
naturale più preziosa dell'India". Certo, non è piaciuto a tutti; le proteste divampavano
ogni tanto. Ma nessuno poteva negare che il Gange fosse più bello e più sano che mai.
..................................................................................................................................................................
Manisha osservò un gruppo di ingegneri intenti a scaricare attrezzature sulle rive. Molti
importanti scienziati e ingegneri indiani erano stati assunti dal governo per sviluppare
strumenti e strategie per pulire il Gange in modi più tecnologici. I suoi preferiti erano i
robot sommergibili che "nuotavano" continuamente sul fiume per rilevare, attraverso i
sensori, la presenza di agenti patogeni chimici. Anche i nuovi sistemi di filtrazione lungo il
fiume che risucchiavano l'acqua sporca dal fiume e rigettavano acqua molto più pulita
erano impressionanti, specialmente perché all'esterno erano progettati per sembrare mini-
templi. In effetti, è per questo che oggi Manisha era al fiume, per sorvegliare l'installazione
di un sistema di filtraggio situato a nemmeno 100 piedi da dove era entrata per la prima
volta nel Gange da ragazza. L'acqua sembrava molto più pulita ora, e recenti test hanno
suggerito che potrebbe anche soddisfare gli standard di bevibilità entro il 2035. Manisha era
tentata di togliersi le scarpe e immergersi le dita dei piedi, ma questa era un'area riservata
ora --- e lei, tra tutte le persone , non infrangerebbe mai quella legge.

25
INTELLIGENTI INSIEME
Un mondo in cui emergono strategie altamente coordinate e di successo per
affrontare sia questioni globali urgenti e radicate.

La recessione del 2008-10 non si è trasformata nella caduta economica globale


decennale che molti avevano temuto. Anzi, al contrario: la forte crescita globale è
tornata in vigore, con il mondo ancora una volta diretto verso le proiezioni
demografiche ed economiche previste prima della crisi. L'India e la Cina erano
sulla buona strada per vedere la loro classe media esplodere a 1 miliardo entro il
2020. Mega-città come San Paolo e Giacarta si sono espanse a un ritmo
vertiginoso mentre milioni di persone arrivavano dalle aree rurali. I paesi hanno
corso per industrializzarsi con ogni mezzo necessario; il mercato globale è in
fermento.

Ma incombevano due grandi problemi. In primo luogo, non tutte le persone e i


luoghi hanno beneficiato ugualmente di questo ritorno alla crescita globalizzata:
tutte le barche salivano, ma alcune salivano molto più di altre.
In secondo luogo, quei convinti sostenitori dello sviluppo e dell'espansione
hanno in gran parte ignorato le reali conseguenze ambientali della loro crescita
senza restrizioni. Innegabilmente, il clima del pianeta stava diventando sempre
più instabile. I livelli del mare stavano aumentando rapidamente, persino con i
paesi che continuavano a costruire megalopoli costiere. Nel 2014, il fiume
Hudson è traboccato a New York City durante un'ondata, trasformando il sito
del World Trade Center in un lago profondo tre piedi. L'immagine delle barche a
motore che navigano nella parte bassa di Manhattan sconvolse le nazioni più
potenti del mondo nel rendersi conto che il cambiamento climatico non era solo
un problema dei paesi in via di sviluppo. Nello stesso anno, nuove misurazioni
che mostravano che i livelli atmosferici di anidride carbonica salivano
precipitosamente creavano nuove urgenze e pressioni affinché i governi (proprio
tutti) facessero qualcosa in fretta.

26
In un mondo così interconnesso, in cui i comportamenti di un paese, società o
individuo hanno avuto effetti potenzialmente di grande impatto su tutti gli altri,
i tentativi frammentari di una nazione qui e un piccolo collettivo di
organizzazioni ambientaliste lì non sarebbe sufficiente per evitare un disastro
climatico --- o, per questo motivo, ad affrontare efficacemente una miriade di altri
problemi su scala planetaria. Ma strategie globali altamente coordinate per
affrontare questioni così urgenti potrebbero davvero riuscirci. Ciò che era
necessario era un pensiero sistematico - ed azioni sistematiche - su scala globale.

Il coordinamento internazionale iniziò lentamente, poi accelerò più velocemente


di quanto chiunque avesse immaginato. Nel 2015, entrò una gran quantità di
reddito del ceto medio e i paesi sviluppati con una forte crescita economica si
sono impegnati pubblicamente ad attingere alle loro risorse contro i problemi su
scala globale, a cominciare dai cambiamenti climatici. Insieme, i governi hanno
elaborato piani per il monitoraggio e la riduzione delle emissioni di gas a effetto
serra a breve termine e per migliorare la capacità di assorbimento naturale
dell'ambiente nel lungo termine. Nel 2017 è stato raggiunto un accordo
internazionale sullo stoccaggio del carbonio (a quel punto, la maggior parte delle
multinazionali aveva un Chief Carbon Officer) e le risorse intellettuali e
finanziarie sono state utilizzate per ideare processi di stoccaggio di carbonio che
meglio supporterebbero l'ecosistema globale. E' stato istituito anche un più
funzionale sistema di scambio e regolamentazione globale. In tutto il mondo, la
pressione per ridurre gli sprechi e aumentare l'efficienza in modi rispettosi
dell'ambiente è stata enorme. Sono stati implementati nuovi sistemi coordinati a
livello globale per il monitoraggio della capacità di utilizzo dell'energia --- inclusi
reti intelligenti e tecnologie di riconoscimento dei modelli bottom-up. Questi
sforzi hanno prodotto risultati concreti: entro il 2022, nuove proiezioni hanno
mostrato un significativo rallentamento nell'aumento dei livelli di carbonio
nell'atmosfera.

Ispirati dal successo di questo esperimento nell'azione globale collettiva, si sono


intensificate le iniziative coordinate su larga scala. Sono nate strutture di
controllo e governance globali centralizzate non solo per il consumo di energia
ma anche per gli standard di malattie e tecnologia. Tali sistemi e strutture
richiedevano livelli molto più elevati di trasparenza, che a loro volta
richiedevano più raccolta, elaborazione e feedback di dati tech-enabled
[tecnologia abilitante, ovvero innovazioni tecnologiche utili a guidare un
cambiamento radicale nelle capacità di un utente o una cultura, N.d.T.]. Enormi
sistemi di "sorveglianza" benigni hanno permesso ai cittadini di accedere ai dati
in tempo reale --- tutti di dominio pubblico --- e di poter reagire.

27
Gli stati-nazione hanno perso parte del loro potere e importanza con il
rafforzamento dell'architettura globale e l'emergere di strutture di governance
regionali. Enti di controllo internazionali come le Nazioni Unite hanno assunto
nuovi livelli di autorità, così come sistemi regionali tipo la Association of
Southeast Asian Nations(ASEAN), la New Partnership for Africa's Development
(NEPAD) e la Asian Development Bank (ADB). Lo spirito di collaborazione

"CIO' CHE SPESSO SORPRENDE DELLE NUOVE TECNOLOGIE E' IL LORO


DANNO COLLATERALE: L'ESTENSIONE DEI PROBLEMI CHE PUOI CREARE
RISOLVENDO ALTRI PROBLEMI E' SEMPRE PIENA DI SORPRESE."
--- Michael Free, Program for Appropriate Technology in Health (PATH)

mondiale ha inoltre favorito nuove alleanze e allineamenti tra corporazioni,


ONG e comunità.

Queste forti alleanze hanno gettato le basi per tentativi più globali e partecipativi
nel tentativo di risolvere i grandi problemi e di aumentare il tenore di vita di
tutti. Sono stati messi in atto sforzi coordinati per affrontare i problemi di lunga
data come la fame, le malattie e l'accesso ai bisogni di base. Nuove tecnologie
economiche come una migliore diagnostica medica e vaccini più efficaci hanno
migliorato la distribuzione di assistenza sanitaria e i risultati in termini di salute.
Le aziende, le ONG e i governi --- spesso agendo insieme --- hanno lanciato
programmi pilota e laboratori di apprendimento per capire come soddisfare al
meglio le esigenze di comunità particolari, aumentando la conoscenza base di
cosa ha funzionato e cosa no. I giganti farmaceutici hanno rilasciato al dominio
pubblico migliaia di farmaci che si sono dimostrati efficaci contro malattie come
la malaria come parte di un programma di "innovazione aperta"; hanno anche
aperto i loro archivi di R&D [ricerca e sviluppo, N.d.T.] sulle malattie trascurate
perché ritenute non gestibili dal punto di vista commerciale, offrendo seed
funding [fondi iniziali utili a lanciare un'attività, N.d.T.] agli scienziati che
volevano portare avanti la ricerca.

C'è stata una spinta verso le principali innovazioni in materia di energia e acqua
per i paesi in via di sviluppo, poiché si pensava che quelle aree fossero la chiave
per migliorare l'equità. Era in programma anche una migliore distribuzione degli
alimenti, mentre mercati più aperti e il south-south trade [termine usato dagli
accademici per intendere quegli scambi di risorse, tecnologia e conoscenza che
avviene tra i paesi in via di sviluppo, N.d.T.] hanno contribuito a renderlo realtà.
Nel 2022, un consorzio di nazioni, ONG e società ha istituito il Global
Technology Assessment Office, fornendo informazioni facilmente accessibili e in
tempo reale

28
sui costi e sui benefici di varie applicazioni tecnologiche sia per i paesi in via di
sviluppo che per quelli sviluppati. Tutti questi sforzi si sono tradotti in progressi
reali su problemi reali, aprendo nuove opportunità per soddisfare le esigenze
dell'ultimo miliardo [bottom billion, un termine usato per identificare quella
fascia di popolazione mondiale che, vivendo in paesi sottosviluppati, non
riescono a migliorare la loro condizione di vita, diventando anzi sempre più
poveri, N.d.T.] --- e consentendo ai paesi in via di sviluppo di diventare motori di
crescita a pieno titolo.

In molte parti del mondo in via di sviluppo, i tassi di crescita economica sono
aumentati a causa di una serie di fattori. Le infrastrutture migliorate hanno
accelerato la maggiore mobilità di persone e merci e le aree urbane e rurali sono
state meglio collegate. In Africa, la crescita iniziata sulle coste si diffuse verso
l'interno lungo nuovi corridoi di trasporto. L'aumento del commercio ha guidato
la specializzazione delle singole imprese e la diversificazione generale delle
economie. In molti luoghi, le tradizionali barriere sociali per superare la povertà
sono diventate meno rilevanti man mano che un numero maggiore di persone ha
avuto accesso a una gamma di tecnologie utili --- dai computer usa e getta ai
mulini a vento DIY [Do-It-Yourself windmills, ovvero mulini a vento fai-da-te
che fungono da generatori di energia rinnovabile, N.d.T.].

Date le circostanze che hanno costretto a queste nuove vette di cooperazione e


responsabilità globali, non è stata una sorpresa che gran parte della crescita nei
paesi in via di sviluppo sia stato raggiunto in modo più pulito e più "verde". In
Africa, lì c'è stata una grande spinta per l'energia solare, in quanto la geografia
fisica e la bassa densità di popolazione nella gran parte del continente hanno
consentito la proliferazione di parchi solari. L'iniziativa Desertec per la creazione
di enormi impianti di elettricità termica per rifornire sia il Nord Africa che
l'Europa meridionale attraverso linee di cavi sottomarini ha riscosso un enorme
successo. Entro il 2025, la maggior parte dell'elettricità nel Maghreb proveniva
dal solare, con esportazioni di quella portata le valute estere guadagnarono
grande valore. Il passaggio all'energia solare ha creato nuovi posti di lavoro,
ridotto drasticamente le emissioni di CO2 e fatto guadagnare ai governi miliardi
ogni anno. L'India ha sfruttato la sua geografia per creare delle "valli solari"
mentre i sistemi di irrigazione a goccia decentralizzati a energia solare sono
diventati popolari nell'Africa sub-sahariana.

29
La ridotta dipendenza energetica ha permesso a tutti questi paesi e regioni di
controllare e gestire meglio le proprie risorse. In Africa, l'architettura politica al di
sopra del livello degli Stati-nazione, come l'Unione Africana, ha rafforzato e
contribuito a un generare una "buona governance". L'integrazione regionale
attraverso il COMESA (Common Market for Eastern and Southern Africa) e altre
istituzioni hanno consentito alle nazioni membri di organizzarsi meglio per
venire incontro alle esigenze collettive sia dei consumatori che, soprattutto, dei
produttori.

Nel corso di due decenni, sono stati fatti enormi passi avanti per rendere il
mondo meno dispendioso, più efficiente e più inclusivo. Ma il mondo era lungi
dall'essere perfetto. C'erano ancora stati in fallimento e luoghi con poche risorse.
Inoltre, tali rapidi progressi avevano creato nuovi problemi. L'aumento degli
standard di consumo ha inaspettatamente portato una nuova serie di pressioni: il
miglior sistema di distribuzione del cibo, per esempio, ha generato una crisi di
produzione alimentare dovuta alla maggiore domanda. In effetti, la domanda per
molte cose stava crescendo in modo esponenziale. Entro il 2028, nonostante i
continui sforzi per guidare la "crescita intelligente", stava diventando chiaro che
il mondo non avrebbe potuto sostenere una crescita così rapida per sempre. •

30
IL RUOLO DELLA FILANTROPIA IN INTELLIGENTI INSIEME
..................................................................................................................................................................
In questo mondo, le organizzazioni filantropiche focalizzano la loro attenzione sui bisogni
dell'ultimo miliardo, collaborando con governi, aziende e ONG locali per migliorare gli
standard di vita in tutto il mondo. Operativamente, questo è un "modello virtuale" di
mondo in cui le filantropie usano tutti gli strumenti a loro disposizione per rafforzare e
sostenere il loro lavoro. Con partnership e reti sempre più fondamentali, le filantropie
lavorano in un modo più virtuale, caratterizzato da molti wiki, blog, workshop,
videoconferenze e convegni virtuali. Proliferano piccole filantropie, con un numero
crescente di importanti donatori che emergono dai paesi in via di sviluppo.
..................................................................................................................................................................
Il pensiero sistematico e la gestione della conoscenza dimostrano di essere abilità critiche,
poiché le organizzazioni filantropiche cercano di condividere e diffondere le migliori
pratiche, identificare opportunità sul pezzo [leapfrog opportunities dal testo originale, che
rimanda al movimento di un cavalluccio come metafora di un passo ampio che
avvantaggia rispetto agli altri, N.d.T.] e individuare meglio i problemi negli stati falliti o
deboli. Ci sono notevoli flussi di talenti tra i settori profit e non profit e la linea tra questi
tipi di organizzazioni diventa sempre più labile.

LA TECNOLOGIA IN INTELLIGENTI INSIEME


..................................................................................................................................................................
In "Intelligenti Insieme", una forte cooperazione globale su una serie di questioni guida
innovazioni tecnologiche che combattono le malattie, i cambiamenti climatici e la carenza
di energia. Il commercio e gli investimenti diretti esteri diffondono le tecnologie in tutte le
direzioni e rendono i prodotti più economici per le persone nei paesi in via di sviluppo,
ampliando così l'accesso a una gamma di tecnologie. L'atmosfera di cooperazione e
trasparenza consente agli stati e alle regioni di ottenere spunti da enormi serie di dati per
migliorare notevolmente la gestione e l'allocazione delle risorse finanziarie e ambientali.
..................................................................................................................................................................
Tendenze tecnologiche ed applicazioni che potremmo vedere:
..................................................................................................................................................................
• Il costo di acquisizione dei dati tramite nano-sensori e reti intelligenti diminuisce
precipitosamente. In molti paesi in via di sviluppo, ciò porta a una proliferazione di
servizi nuovi e utili, tra cui meccanismi di "sorveglianza" che migliorano la governance e
consentono un uso più efficiente delle risorse governative.

31
• Elettricità, distribuzione idrica e sistemi di trasporto intelligenti si sviluppano nelle aree
urbane. In queste "città intelligenti", l'accesso a Internet è visto come un diritto
fondamentale alla fine del 2010.
• Un vaccino contro la malaria viene sviluppato e distribuito su larga scala --- salvando
milioni di vite nei paesi in via di sviluppo.
• I progressi nelle protesi a basso costo controllate dalla mente aiutano l'80% degli
amputati globali che vivono nei paesi in via di sviluppo.
• L'energia solare è resa notevolmente più efficiente grazie ai progressi nei materiali,
inclusi polimeri e nanoparticelle. Una combinazione efficace di sussidi governativi e
micro-finanza fa sì che il solare venga utilizzato per ogni cosa, dalla dissalazione in
agricoltura alle reti Wi-Fi.
• I sistemi di pagamento mobili flessibili e rapidi guidano una dinamica crescita economica
nei paesi in via di sviluppo, mentre i paesi sviluppati sono ostacolati da radicati interessi
bancari e normative.

LA VITA IN INTELLIGENTI INSIEME


..................................................................................................................................................................
In piedi accanto alla sua scrivania al World Meat Science Lab di Zurigo, Alec prese un
altro boccone della bistecca che i suoi assistenti di laboratorio gli avevano appena
presentato e lo masticò piuttosto pensieroso. Questa non era solo una bistecca. Era ricerca.
Alec e il suo gruppo di ricerca avevano lavorato per mesi per fabbricare un nuovo prodotto
a base di carne --- uno che aveva il sapore proprio della carne di manzo ma che in realtà
conteneva solo il 50% di carne; la metà rimanente era una combinazione di carne sintetica,
cereali arricchiti e nano-aroma. Trovare la formula "giusta" per quella combinazione aveva
richiesto che i dipendenti del laboratorio lavorassero 24 ore su 24 nelle ultime settimane. E
a giudicare dallo sguardo sul volto di Alec, il loro lavoro non era finito. "Il sapore è ancora
un po' sottotono", ha detto loro. "E Kofi e Alana --- vedete cosa riuscite a fare per
migliorarne la consistenza."
..................................................................................................................................................................
Mentre Alec guardava la sua squadra tornare alle loro postazioni da laboratorio, sentiva
che non mancava molto prima che annunciassero l'invenzione di un nuovo entusiasmante
prodotto a base di carne che sarebbe stato servito in ogni tavola. E, in verità, la fiducia di
Alec era molto fondata. In primis perché aveva le menti migliori e più brillanti del mondo
nella scienza dell'alimentazione che lavoravano insieme proprio qui nel suo laboratorio.
Aveva anche accesso a quantità apparentemente infinite di dati e informazioni su
qualunque cosa, dalle preferenze di gusto globali ai modelli di distribuzione della carne ---
e solo pochi tocchi sugli schermi di ricerca del suo laboratorio (molto più facili dei
computer e delle tastiere ingombranti usati ai vecchi tempi) gli davano accesso istantaneo a

32
tutte le ricerche mai fatte nella scienza della carne o in campi correlati dal 1800 fino ad oggi
(letteralmente --- l'accesso alla ricerca scientifica pubblicata era quasi istantaneo, ritardato
di soli 1,3 secondi).
..................................................................................................................................................................
Alec aveva anche una forte motivazione. Non vi era dubbio che la scienza della carne ---
anzi, tutta la scienza --- fosse molto più eccitante, stimolante e gratificante nel 2023 rispetto
a qualche decennio prima. Il passaggio dalla scienza da "lupo solitario" alla ricerca
coordinata a livello globale e su piattaforma aperta ha notevolmente accelerato la velocità e
la diffusione di idee e sviluppi rivoluzionari in tutti i campi. Di conseguenza, gli scienziati
stavano facendo progressi concreti nell'affrontare problemi a livello planetario che in
precedenza erano sembrati così intrattabili: le persone non morivano più frequentemente a
causa di malattie prevenibili, ad esempio, e le energie alternative erano ormai mainstream.
..................................................................................................................................................................
Ma altre tendenze erano preoccupanti --- specialmente per uno scienziato che aveva
trascorso tutta la sua carriera alla ricerca di cibo. Nelle città e nei villaggi di tutto il mondo
in cui i bambini avevano fame, l'accesso a pasti a più alto contenuto calorico aveva
prodotto aumenti allarmanti nell'incidenza di obesità e diabete. La domanda di carne, in
particolare, era in aumento, ma l'aggiunta di più animali nel pianeta ha creato una serie di
problemi, come più metano e aumento della domanda di acqua. Ed è qui che Alec ha visto
sia le necessità che le opportunità: perché non aumentare ulteriormente l'offerta di carne
del pianeta creando un'alternativa più sana che contenesse meno carne vera?
..................................................................................................................................................................
"Alec, abbiamo una nuova versione da provare!" urlò Kofi da tutto il laboratorio. Fu veloce,
pensò Alec, mentre guardava attorno alla sua scrivania in cerca della forchetta.

33
ATTACCO HACKER
Un mondo economicamente instabile e soggetto a shock in cui i governi si
indeboliscono, i criminali prosperano ed emergono innovazioni pericolose.

Gli shock devastanti come l'11 settembre, lo tsunami del sud-est asiatico del 2004
e il terremoto di Haiti del 2010 hanno certamente preparato il mondo a disastri
improvvisi. Ma nessuno era preparato per un mondo in cui si sarebbero verificate
catastrofi su larga scala con tale frequenza. Gli anni dal 2010 al 2020 sono stati
soprannominati il "decennio del giudizio" per una buona ragione: al
bombardamento olimpico del 2012, che ha ucciso 13.000 persone, è seguito un
terremoto in Indonesia che ha ucciso 40.000 persone, uno tsunami che ha quasi
spazzato via il Nicaragua e l'inizio della carestia della Cina occidentale, causata
da una siccità senza precedenti legata al cambiamento climatico.

Non a caso, questa serie iniziale di mortali catastrofi asincrone (ce n'erano di più)
esercitarono un'enorme pressione su una già sotto pressione economia globale
che era entrata nel decennio ancora in recessione. Il massiccio sforzo di aiuto
umanitario costò ingenti somme di denaro, ma le fonti primarie --- agenzie di
aiuto ai governi dei paesi sviluppati --- avevano esaurito i fondi da offrire. La
maggior parte degli stati-nazione non potevano più permettersi i locked-in costs
[costi necessari in una fase di blocco economico, in opposizione agli switching
cost che sono i costi di innovazione e cambiamento aziendale, N.d.T.],
figuriamoci per rispondere alle crescenti richieste dei cittadini di maggiore
sicurezza, più copertura sanitaria, più programmi e servizi sociali e più
riparazione delle infrastrutture. Nel 2014, quando le frane di Lima hanno
seppellito migliaia di persone, solo un minimo aiuto è stato dato, portando al
titolo di Economist: "Il pianeta è finalmente in bancarotta?"

Queste terribili circostanze hanno costretto a dei difficili compromessi. Nel 2015,
gli Stati Uniti hanno dovuto riallocare gran parte della spesa per la difesa su
questioni interne, ritirando la milizia dall'Afghanistan --- dove i risorgenti
talebani hanno preso nuovamente il potere. In Europa, Asia, Sud America e
Africa, sempre più stati nazionali hanno perso il controllo delle loro finanze

34
pubbliche, insieme alla capacità di aiutare i loro cittadini e mantenere la stabilità
e l'ordine. La scarsità di risorse e le controversie commerciali, insieme a gravi
stress economici e climatici, hanno spinto molte alleanze e partnership fino al
punto di rottura; scatenarono anche guerre per procura e conflitti di basso livello
per le ricche risorse del mondo in via di sviluppo. Le nazioni hanno alzato
barriere commerciali al fine di proteggere i loro settori domestici dalle
importazioni e --- di fronte alla carenza di cibo e risorse a livello mondiale ---
hanno ridotto le esportazioni di prodotti agricoli e altre materie prime. Entro il
2016, il coordinamento globale e l'interconnessione che aveva segnato il mondo
post muro di Berlino era alquanto debole.

Con il potere del governo indebolito, l'ordine in rapida disintegrazione e


l'evaporazione delle reti di sicurezza, la violenza e il crimine sono diventati più
dilaganti. I paesi con divisioni etniche, religiose o di classe hanno visto picchi
particolarmente acuti nell'ostilità: i separatisti naxaliti hanno espanso
drammaticamente la loro campagna di guerriglia nell'India orientale; lo
spargimento di sangue israeliano-palestinese è aumentato; e in tutta l'Africa, le
lotte per le risorse sono esplose lungo linee etniche o tribali. Nel frattempo, i
militari e le forze di polizia sovraccarichi possono fare ben poco per impedire alle
comunità in crescita di criminali e terroristi di guadagnare potere. Le gang con
accesso alla tecnologia e le imprese criminali collegate in rete hanno sfruttato sia
la debolezza degli Stati che la disperazione degli individui. Con crescente facilità,
questi "guerriglieri globali" hanno spostato prodotti illeciti attraverso canali
sotterranei dai paesi produttori poveri ai mercati del mondo sviluppato. Usando
i 727 ritirati e altri velivoli rubati, attraversarono l'Atlantico, dal Sud America
all'Africa, trasportando cocaina, armi e agenti. Il denaro delle droghe e delle armi
divenne uno strumento di reclutamento comune per i poveri disperati.

Anche le reti criminali sono diventate altamente qualificate nella contraffazione


di beni leciti attraverso il reverse engineering. Molti di questi "imbrogli" e copioni
erano di scarsa qualità o decisamente pericolosi. Nel contesto di sistemi sanitari
deboli, corruzione e disattenzione agli standard --- dall'interno dei paesi o da
organismi globali come l'Organizzazione Mondiale della Sanità --- i vaccini
contaminati sono entrati nei sistemi sanitari pubblici di diversi paesi africani. Nel
2021, 600 bambini in Costa d'Avorio morirono per un falso vaccino contro
l'epatite B, che impallidì in confronto allo scandalo provocato dalle morti di
massa causate da una contaminata droga antimalarica anni dopo. I decessi e i
conseguenti scandali hanno fortemente influenzato la fiducia del pubblico nella
consegna dei vaccini; i genitori non solo in Africa ma altrove iniziarono a evitare

35
di vaccinare i propri figli, e non passò molto tempo prima che i tassi di mortalità
infantile e giovanile salissero a livelli mai visti dagli anni '70.

"ABBIAMO QUESTE AFFILIAZIONI CON FORTI STATI CENTRALI, MA


QUESTA NON E' L'UNICA POSSIBILITA'. LA TECNOLOGIA STA RENDENDO
TUTTO QUESTO ANCOR PIU' REALE PER L'AFRICA. C'E' LO STESSO TASSO DI
CELLULARI ATTIVI IN SOMALIA COSI' COME IN RUANDA. A TALE
PROPOSITO, LA SOMALIA FUNZIONA."
--- Aidan Eyakuze, Society for International Development, Tanzania

Anche gli hacker tecnologici erano al lavoro. Truffe su Internet e schemi


piramidali afflitti nelle caselle di posta. Nel frattempo, gli hacker più sofisticati
hanno tentato di abbattere società, sistemi governativi e banche tramite truffe di
phishing e rapine di informazioni nel database, e i loro numerosi successi hanno
generato perdite per miliardi di dollari. Nel disperato tentativo di proteggere se
stessi e la loro proprietà intellettuale, le poche multinazionali ancora fiorenti
attuaribi misure difensive forti e sempre più complesse. Le domande di brevetto
salirono alle stelle e i patent thickets [una fitta rete di brevetti sovrapposti a cui
un'azienda deve far fronte per commercializzare effettivamente le sue nuove
tecnologie, N.d.T.] proliferarono, mentre le aziende combattevano per
rivendicare e controllare anche le più piccole innovazioni. Le misure di sicurezza
e screening vennero rafforzati.

Questo ambiente da "selvaggio west" ha avuto un profondo impatto


sull'innovazione. La minaccia di essere hackerati e la presenza di così tanti furti e
falsi ha ridotto gli incentivi a creare tecnologie "me first" piuttosto che "me too". E
così tanti patent thickets hanno reso difficile l'impollinazione incrociata di idee e
ricerche. I prodotti farmaceutici di successo sono diventati rapidamente artefatti
del passato, sostituiti da una maggiore produzione dei generici. Le innovazioni
rivoluzionarie avvengono ancora in vari settori, ma si sono concentrate
maggiormente su tecnologie che non potevano essere facilmente replicate o
riprogettate. E una volta creati, erano vigorosamente sorvegliati dai loro
inventori o persino dalle loro nazioni. Nel 2022, una svolta nel settore dei
biocarburanti in Brasile è stata protetta come un tesoro nazionale e utilizzata
come merce di scambio nel commercio con altri paesi.

Verificare l'autenticità di qualsiasi cosa era sempre più difficile. Gli sforzi eroici di
diverse società e ONG per creare sigilli di sicurezza e approvazione riconosciuti
si sono rivelati inefficaci quando anche questi sigilli sono stati hackerati.

36
Gli effetti positivi delle rivoluzioni su Internet e su dispositivi mobili sono stati
mitigati dalla loro crescente fragilità con il proliferare di truffe e virus,
impedendo a queste reti di raggiungere l'affidabilità richiesta per diventare la
spina dorsale delle economie in via di sviluppo --- o una fonte di informazioni
affidabili per chiunque.

Curiosamente, non tutti gli "hacking" erano cattivi. Le colture geneticamente


modificate (OGM) e la biotecnologia fai-da-te (DIY) sono diventate attività di
cortile e garage, producendo importanti progressi. Nel 2017, è stata inaugurata
una rete di scienziati africani rinnegati che erano tornati nei loro paesi d'origine
dopo aver lavorato nelle multinazionali occidentali scoprendo il primo di una
gamma di nuovi OGM che hanno aumentato la produttività agricola nel
continente.

Nonostante tali sforzi, il il gap tra ricchi e poveri è cresciuto più che mai. I ricchi
avevano ancora i mezzi finanziari per proteggersi; comunità recintate sono nate
da New York a Lagos, fornendo paradisi sicuri circondati da baraccopoli. Nel
2025, era diventato imperativo costruire non più case bensì fortezze dalle alte
mura, sorvegliate da personale armato. I ricchi hanno anche sfruttato l'ambiente
normativo libero per fare esperimenti con trattamenti medici avanzati e altre
attività segrete.

Quelli che non potevano comprarsi la via d'uscita dal caos --- che era la maggior
parte delle persone, fecero affidamento a qualunque "sicurezza" potessero
trovare. Con le opportunità congelate e la mobilità globale a un punto morto ---
nessun posto voleva altre persone, specialmente le persone povere --- ci fu spesso
una retrocessione all'ambiente familiare: legami familiari, credenze religiose o
persino devozione nazionale. La fiducia fu concessa a coloro che garantivano
sicurezza e sopravvivenza, che fosse un signore della guerra, un predicatore
evangelico o una madre. In alcuni luoghi, il crollo della capacità statale ha
portato a una rinascita del feudalesimo. In altre aree, le persone sono riuscite a
creare comunità più resilienti che operano come isolate versioni in miniatura di
precedenti sistemi su larga scala. L'indebolimento dei governi nazionali ha anche
permesso ai movimenti di base di formarsi e crescere, creando raggi di speranza
in mezzo alla desolazione. Entro il 2030, la distinzione tra nazioni "sviluppate" e
"in via di sviluppo" non sembrava più particolarmente descrittiva o pertinente. •

37
IL RUOLO DELLA FILANTROPIA IN ATTACCO HACKER
..................................................................................................................................................................
La filantropia riguarda meno il cambiamento che la promozione della stabilità e più la
risposta ai bisogni di sopravvivenza di base. Le organizzazioni filantropiche si muovono
per sostenere urgenti sforzi umanitari a livello di base, facendo "guerrilla philanthropy"
identificando gli "hacker" e gli innovatori che sono catalizzatori del cambiamento negli
ambienti locali. Tuttavia, identificare gli imprenditori pro-sociali è una sfida, perché la
verifica è difficile in mezzo a così tante truffe e inganni.
..................................................................................................................................................................
Il modello operativo in questo mondo è un "modello di fortezza" in cui le organizzazioni
filantropiche si fondono in un'unica unità forte per combattere la frode e la mancanza di
fiducia. I maggiori beni delle filantropie sono la loro reputazione, il loro marchio e la loro
capacità legale/finanziaria di scongiurare minacce e tentativi di destabilizzazione.
Perseguono anche un approccio meno globale, ritirandosi a fare il loro lavoro nei loro paesi
d'origine o in alcuni paesi che conoscono bene e percepiscono come sicuri.

38
LA TECNOLOGIA IN ATTACCO HACKER
..................................................................................................................................................................
Il dover superare gli ostacoli all'accesso al mercato e alla creazione di conoscenza e la
condivisione rallentano il ritmo dell'innovazione tecnologica. Il riutilizzo creativo delle
tecnologie esistenti --- nel bene e nel male --- è molto diffuso, poiché la contraffazione e il
furto di proprietà intellettuale riducono gli incentivi per l'innovazione originale. In un
mondo di controversie commerciali e scarsità di risorse, molti sforzi si concentrano sulla
ricerca di sostituti di ciò che non è più disponibile. L'insicurezza dilagante implica che gli
strumenti di aggressione e protezione, sia virtuali che corporali, siano molto richiesti, così
come le tecnologie che consentano fughe edonistiche dallo stress della vita.
..................................................................................................................................................................
Tendenze tecnologiche ed applicazioni che potremmo vedere:
..................................................................................................................................................................
• Facendo eco all'ascesa delle sostanze chimiche di sintesi del diciannovesimo secolo, la
biologia sintetica, spesso finanziata dallo stato, viene utilizzata per "far crescere" risorse e
prodotti alimentari che sono diventati scarsi.
• Nuove minacce come armi biologiche e botnets [reti di computer infettati in modo tale da
poter essere controllati da remoto, N.d.T.] dominano l'attenzione del pubblico, ma anche
tecnologie di vecchia data, come fucili AK-47, rimangono valide scelte per la guerriglia
globale.
• Internet è invasa da minacce di spam e sicurezza e diventa fortemente associata ad
attività illecite, specialmente su "reti oscure" in cui nessun governo può monitorarne,
identificarne o limitarne le attività.
• Le tecnologie di verifica biometrica diventano un punto fermo della vita quotidiana, con
alcuni intoppi: un database di registrazioni di retina rubate dagli hacker nel 2017 viene
utilizzato ancora "liberamente" per creare numerose false identità a metà degli anni '20.
• Con il costo della chirurgia estetica in calo, procedure come il lifting all'ora di pranzo
diventano routine tra le classi medie emergenti.

39
LA VITA IN ATTACCO HACKER
..................................................................................................................................................................
Trent non ha mai pensato che la sua esperienza passata come funzionario dell'intelligence
del governo si sarebbe convertita in qualcosa di... filantropico. Ma in un mondo pieno di
inganni e truffe, le sue abilità nel discernere i fatti dalla finzione e nello sviluppare una
conoscenza locale rapida ma profonda erano molto apprezzate. Ormai da tre mesi lavorava
per un'organizzazione di sviluppo, assunto per scoprire cosa stava succedendo nelle aree
"grigie" del Botswana --- un paese che una volta era elogiato per il suo buon governo ma le
cui leggi e istituzioni avevano iniziato a vacillare negli ultimi anni, con la corruzione in
aumento. Le sue istruzioni erano semplici: non concentrarsi su ciò che è disfunzionale (che
come Trent poteva vedere, era ovunque) ma piuttosto guardare attraverso il caos per
vedere cosa funzionava davvero. Trova innovazioni e le pratiche locali che fossero
intelligenti e buone e che fosse possibile adottare o implementate altrove. La chiamavano
"Guerrilla filantropica", una definizione che gli piaceva molto.
..................................................................................................................................................................
Il suo viaggio in Botswana fu intenso --- a dir poco. Di questi tempi i voli di linea erano rari
e l'aereo è stato deviato tre volte a causa di complicazioni [snafus dal testo originale, è
un'espressione gergale inglese per indicare che qualcosa è andato male come al solito,
N.d.T.] nell'autorizzazione all'atterraggio. All'aeroporto di Gaborone ci sono volute sei ore a
Trent per sdoganare ed immigrare. L'aeroporto era privo di personale e quelli di turno si
sono presi del tempo per controllare e riesaminare il suo visto. Il Botswana non aveva
nessuno dei checkpoint di scansione biometrica ad alta tecnologia --- tecnologia che poteva
letteralmente vederti attraverso --- che la maggior parte delle nazioni sviluppate aveva in
abbondanza nei loro aeroporti, lungo i suoi confini e negli edifici governativi. Una volta
fuori dall'aeroporto, Trent rimase scioccato dal numero di pistole che vide --- non solo
appese alle spalle della polizia, ma portate da persone normali. Vide persino una madre
con un bambino in un braccio e un AK-47 nell'altro. Non era il Botswana che ricordava da
quando era stato di stanza qui 20 anni fa come impiegato dell'ambasciata.
..................................................................................................................................................................
L'organizzazione che lo assunse probabilmente era più nel giusto di quanto si rendesse
conto nel chiamarla guerriglia filantropica. Dopo molte settimane trascorse a inseguire le
tracce a Gaborone, e dopo uno sfortunato periodo che lo fece camminare per chilometri da
solo attraverso il deserto del Kalahari, Trent si ritrovò a viaggiare nelle profondità della
foresta di Chobe (una bella pausa, pensò, dal dover inalare tutta quella sabbia).

40
Uno dei suoi informatori gli aveva parlato di un gruppo di giovani intelligenti che avevano
allestito il proprio laboratorio di biotecnologia sulle rive del fiume Chobe, che correva
lungo il confine settentrionale della foresta. Era dotato di ampi fondi per la concessione di
sovvenzioni, non delle tangenti della foresta di cui aveva sentito parlare così tanto;
indipendentemente da ciò che stava accadendo nel mondo che lo circondava, aveva
l'ordine rigoroso di comportarsi eticamente. Trent stava anche attento a coprire le sue tracce
per evitare di essere rapito da sindacati criminali internazionali --- tra cui la mafia russa e le
triadi cinesi --- che erano diventati molto attivi e influenti in Botswana. Ma alla fine aveva
superato il laboratorio, che ha scoperto in seguito essere sotto la protezione del signore
delle armi locale. Come previsto, venivano fabbricati vaccini contraffatti. Ma anche i semi
OGM. E proteine sintetiche. E una serie di altre innovazioni che le persone che lo hanno
assunto avrebbero gradito conoscere.

41
CORSA INTELLIGENTE
Un mondo economicamente depresso in cui individui e comunità sviluppano
soluzioni localizzate e improvvisate a una serie crescente di problemi.

La recessione globale iniziata nel 2008 non si è interrotta nel 2010 ma è


proseguita. I vigorosi tentativi di far ripartire mercati ed economie non hanno
funzionato, o almeno non abbastanza in fretta da invertire la costante tendenza al
ribasso. L'onere del debito pubblico e privato combinato che grava sul mondo
sviluppato ha continuato a deprimere l'attività economica, sia lì che nei paesi in
via di sviluppo con economie che dipendono dall'esportazione verso mercati
(precedentemente) ricchi. Senza la capacità di rilanciare l'attività economica,
molti paesi hanno visto i loro debiti approfondirsi e disordini civili e tassi di
criminalità in aumento. Anche gli Stati Uniti hanno perso gran parte della loro
presenza e credibilità sulla scena internazionale a causa dell'affossamento del
debito, dei mercati debilitati e di un governo distratto. Questo, a sua volta, ha
portato alla frattura o al disaccoppiamento di molti collaborazioni internazionali
avviate o basate sulla continua forza degli Stati Uniti.

Anche la Cina era nei guai, dove la stabilità sociale divenne più precaria. Iniziò a
farsi sentire una depressa attività economica unita alle conseguenze ecologiche
della rapida crescita della Cina, facendo finalmente crollare l'equilibrio
traballante che aveva tenuto in piedi dal 1989. Concentrandosi sulla gestione
della grave instabilità politica ed economica interna, i cinesi hanno fortemente
ridotto i loro investimenti in Africa e in altre parti del mondo in via di sviluppo.
Anzi, quasi tutti gli investimenti esteri in Africa --- che fossero formali, flussi di
aiuti istituzionali ed altri supporti ai paesi più poveri --- furono ridotti tranne che
nelle emergenze umanitarie più gravi. Ovunque, la stabilità economica sembrava
così traballante che il verificarsi di uno shock climatico improvviso o di un altro
disastro avrebbe probabilmente mandato il mondo in rovina. Fortunatamente,
questi grandi shock non si sono verificati, anche se c'era una preoccupazione
persistente che avrebbero potuto essercene in futuro.

42
Non che qualcuno abbia avuto il tempo di pensare al futuro --- le sfide attuali
erano troppo pressanti. Nel mondo sviluppato, i tassi di disoccupazione sono
saliti alle stelle. Così ha fatto la xenofobia, poiché le aziende e le industrie hanno
dato i pochi lavori disponibili ai cittadini nativi, evitando i candidati di origine
straniera. Un gran numero di immigrati che si erano trasferiti nel mondo
sviluppato hanno improvvisamente scoperto che le opportunità economiche che
li avevano attratti erano ora insignificanti nella migliore delle ipotesi. Entro il
2018, Londra fu prosciugata degli immigrati, che tornavano nei loro paesi di
origine, portando con sé la loro istruzione e abilità. La migrazione inversa ha
lasciato buchi nelle comunità di partenza --- sia socialmente che letteralmente ---
poiché i negozi precedentemente di proprietà degli immigrati erano vuoti.

E le loro terre d'origine avevano bisogno di loro. In tutto il mondo in via di


sviluppo e soprattutto in Africa, la sopravvivenza economica era ormai
saldamente nelle mani locali. Con scarso aiuto o aiuto proveniente da canali
"ufficiali" e organizzati --- e in assenza di forti guadagni commerciali e in valuta
estera --- la maggior parte delle persone e delle comunità non hanno avuto altra
scelta che aiutare se stessi e, sempre più, l'un l'altro. Tuttavia, la "sopravvivenza"
e il "successo" variavano notevolmente in base alla località --- non solo per paese,
ma per città e comunità. Le comunità all'interno degli stati falliti hanno sofferto
di più, i poveri diventavano sempre più poveri. In molti luoghi, i fallimenti della
leadership politica e gli stress della debolezza economica e dei conflitti sociali
hanno soffocato la capacità delle persone di superare le terribili circostanze.

Non sorprende che in gran parte del mondo in via di sviluppo il divario rurale-
urbano sia rimasto più ampio, poiché la disponibilità e l'accesso più limitati a
risorse come la tecnologia informatica e il commercio hanno reso la
sopravvivenza e l'auto-sufficienza delle sfide molto più impegnative per gli
abitanti non urbani. Le comunicazioni e le interazioni che in precedenza
servivano a collegare una famiglia, un villaggio o uno studente con le loro
controparti in altri luoghi --- dall'e-mail alle telefonate alle pubblicazioni sul Web
--- sono diventate meno affidabili. L'accesso a Internet non è progredito ben oltre
il suo status nel 2010, in parte perché i dollari di investimento necessari per
costruire l'infrastruttura necessaria semplicemente non c'erano. Quando le torri
dei telefoni cellulari o i cavi in fibra ottica si rompevano, le riparazioni venivano
spesso ritardate di mesi o addirittura anni. Di conseguenza, solo le persone in
alcune aree geografiche hanno avuto accesso agli ultimi gadget di comunicazione
e Internet, mentre altre sono diventate più isolate per mancanza di tali
connessioni.

43
"LA DIFFUSIONE DELLE IDEE DIPENDE DALL'ACCESSO ALLA
COMUNICAZIONE, AI GRUPPI DI PEER E ALLE COMUNITÀ DI PRATICA.
ANCHE SE QUALCUNO AVESSE UN PROGETTO PER FARE QUALCOSA,
POTREBBE NON AVERE I MATERIALI O LE CONOSCENZE. IN UN MONDO
COME QUESTO, COME POSSIAMO CREARE UN ECOSISTEMA DI RICERCA
TRA QUESTE COMUNITÀ?"
--- Jose Gomez-Marquez, Program Director for the Innovation in International Healt
initiative (IIH), MIT

Ma c'era un lato positivo. La capacità del governo è migliorata nelle parti più
avanzate del mondo in via di sviluppo, dove le economie avevano già iniziato a
generare una dinamica autosufficiente prima della crisi del 2008-2010, come
Indonesia, Ruanda, Turchia e Vietnam. Aree con un buon accesso alle risorse
naturali, diverse competenze, e un insieme più forte di istituzioni sovrapposte gli
hanno permesso di fare molto meglio di altri; così hanno fatto città e comunità in
cui un gran numero di "rimpatriati" ha contribuito a guidare il cambiamento e il
miglioramento. La maggior parte dell'innovazione in questi luoghi migliori
comportava la modifica dei dispositivi e delle tecnologie esistenti per adattarsi
maggiormente a un contesto specifico. Ma le persone hanno anche trovato o
inventato nuovi modi --- tecnologici e non tecnologici --- per migliorare la loro
capacità di sopravvivere e, in alcuni casi, per aumentare il loro tenore di vita
complessivo. Ad Accra, un professore di ritorno del MIT del Ghana, lavorando
con ricercatori farmaceutici reinsediati, ha contribuito a inventare un vaccino
commestibile a buon mercato contro la tubercolosi che ha ridotto drasticamente
la mortalità infantile in tutto il continente. A Nairobi, i rimpatriati hanno lanciato
un progetto locale di "istruzione professionale aperta a tutti" che ha avuto un
enorme successo e che è stato presto replicato in altre parti dell'Africa sub-
sahariana.

Sono emerse soluzioni tecnologiche improvvisate "abbastanza buone" --- che si


occupano di tutto, dalla depurazione dell'acqua e lo sfruttamento dell'energia al
miglioramento della resa delle colture e del controllo delle malattie --- per
colmare le lacune. Le comunità si sono fatte più ristrette. Sono state create a
livello locale micro-prodotti, giardini comunali e patchwork di reti energetiche.
Molte comunità hanno assunto l'aura delle cooperative, alcune hanno persino
lanciato valute progettate per favorire il commercio locale e avvicinare le
comunità. In nessun luogo questo era più vero che in India, dove gli esperimenti
localizzati proliferavano, riuscendo o fallendo, con poca connessione o impatto
su altre parti del paese --- o del mondo.

44
Questi sviluppi sono stati incoraggianti, ma anche frustranti. In assenza di canali
commerciali e FDI [Foreign Direct Investment, N.d.T.] permanenti, esperimenti e
innovazioni locali non poterono né ridimensionare né dare impulso alla crescita
complessiva. Per queste ragioni, era difficile trovare o accedere a soluzioni
creative. Il ridimensionamento è stato ulteriormente inibito dalla mancanza di
standard tecnologici compatibili, rendendo difficile replicare le innovazioni. Le
app sviluppate nella Cina rurale semplicemente non funzionavano nell'India
urbana.

L'accesso a Internet ad alta velocità --- che è emerso gradualmente in alcune aree
nonostante il governo debole o il supporto filantropico --- ha aiutato,
consentendo agli studenti in fasce isolate dei paesi in via di sviluppo di accedere
alla conoscenza e all'istruzione attraverso la parola scritta e altri media come i
video. Ma lo sviluppo di dispositivi tangibili, prodotti ed innovazioni, continuò
ad essere lento nei luoghi in cui le abilità manifatturiere e le capacità produttive
locali non erano ancora abbastanza grandi. Soluzioni ingegneristiche più
complesse si sono rivelate ancora più difficili da sviluppare e diffondere.

Entro il 2025, la collaborazione stava finalmente migliorando, con ecosistemi di


ricerca e condivisione --- molti dei quali "virtuali" --- che iniziavano a emergere.
Tuttavia, senza grandi progressi nell'integrazione economica globale e nella
collaborazione, molti si preoccupano che le buone idee rimangano isolate e che la
sopravvivenza e il successo rimangano un fenomeno locale --- non globale o
nazionale. •

45
IL RUOLO DELLA FILANTROPIA IN CORSA INTELLIGENTE
..................................................................................................................................................................
Le organizzazioni filantropiche cercano di finanziare a livello di base, al fine di raggiungere
le persone più rapidamente e risolvere problemi a breve termine. Il meta-obiettivo in
questo mondo è di espandersi: identificare e formare capacità dall'individuo attraverso
l'istituzionale, perché senza un coordinamento globale, l'innovazione non può svilupparsi
da sola. La filantropia richiede una forte capacità di osservazione per identificare soluzioni
altamente localizzate, con tasche specializzate di esperti che rendono le partnership più
impegnative ed un passaggio tra settori e problemi più difficile da ottenere.
..................................................................................................................................................................
Le operazioni di filantropia sono decentralizzate; il quartier generale assume meno
importanza e la capacità di accedere rapidamente a diverse parti del mondo e riorganizzare
i team con breve preavviso è fondamentale. Lo spazio d'ufficio viene affittato per giorni o
settimane, non per mesi o anni, perché più persone sono sul campo --- testando, valutando
e documentando una miriade di progetti pilota.

46
LA TECNOLOGIA IN CORSA INTELLIGENTE
..................................................................................................................................................................
L'instabilità politica ed economica creano una frattura nel mondo sviluppato, le risorse per
lo sviluppo tecnologico diminuiscono e gli immigrati di talento sono costretti a tornare nei
loro paesi di origine. Di conseguenza, la capacità e la conoscenza sono distribuite in modo
più ampio, consentendo la nascita di molte piccole sacche di innovazione fai-da-te.
Abbondano le soluzioni a bassa tecnologia, soluzioni "decenti", messe insieme con qualsiasi
materiale e design. Tuttavia, il trasferimento di tecnologie all'avanguardia attraverso
investimenti diretti esteri è raro. Le carenze strutturali nel più ampio ecosistema
dell'innovazione --- nell'accesso a capitali, mercati e internet stabile --- e nella proliferazione
di standard locali limitano una crescita e uno sviluppo più ampi.
..................................................................................................................................................................
Tendenze tecnologiche ed applicazioni che potremmo vedere:
..................................................................................................................................................................
• I miglioramenti delle tecnologie energetiche sono più orientati all'efficienza --- sfruttando
di più le fonti di energia esistenti --- rispetto alle tecnologie di nuova generazione,
sebbene si verifichino alcuni miglioramenti locali nella generazione e distribuzione di
energia eolica e geotermica.
• Le interruzioni nella catena di approvvigionamento globale della medicina accelerano
l'emergere di rimedi omeopatici super-energetici localmente bio-ingegnerizzati, che
sostituiscono gli antibiotici nei dispensari di molti ospedali in via di sviluppo.
• La micro-produzione diffusa, che utilizza stampanti 3D, consente la fabbricazione di
componenti di ricambio per motori e macchine, permettendo una "manutenzione
perpetua" per compensare i collegamenti commerciali interrotti.
• Le assegnazioni di giardini proliferano nelle megalopoli quando i nuovi abitanti delle
città cercano di sopperire a una scarsità di cibo mantenendo il loro patrimonio agricolo.
• Le comunità tecnicamente avanzate utilizzano reti mesh [reti wireless con struttura a
maglie, N.d.T.] per garantire l'accesso internet ad alta velocità, ma la maggior parte dei
poveri delle aree rurali rimane tagliata fuori da tale accesso.

47
LA VITA IN CORSA INTELLIGENTE
..................................................................................................................................................................
Il malconcio aereo a sei posti di cui Lidi era il passeggero solitario barcollò all'improvviso.
Lei gemette, afferrò i braccioli e si tenne aggrappata mentre l'aereo si muoveva
bruscamente prima di sistemarsi finalmente in un percorso di volo regolare. Lidi odiava i
piccoli aerei. Ma con pochissimi jet commerciali che attraversano l'Africa in questi giorni,
non aveva molta scelta. Lidi - nato in Eritrea - era un imprenditore sociale in una missione
che considerava fondamentale per il futuro del suo continente di origine, e sopportare
questi voli aerei fu uno sfortunato ma necessario sacrificio. Collaborando con un piccolo
team di tecnologi, l'obiettivo di Lidi era aiutare le buone idee e le innovazioni che stavano
emergendo in Africa a diffondersi più rapidamente --- o, in realtà, diffondersi a tutti.
..................................................................................................................................................................
In questo, Lidi ha trovato il lavoro perfetto per lei. Accelerare e ridimensionare l'impatto
delle soluzioni locali sviluppate per mercati altrettanto locali era tutt'altro che facile ---
soprattutto data la frammentazione dell'accesso a Internet in Africa e la prospettiva
miopica che era ora, nel 2025, un fenomeno diffuso. Si preoccupava di come ridimensionare
le buone idee da un continente all'altro; in questi giorni considererebbe un grande successo
estenderli di 20 miglia. E la ridondanza creativa era scioccante! Proprio la scorsa settimana,
in Mali, Lidi aveva trascorso del tempo con un contadino la cui cooperativa stava
sviluppando una manioca [un tubero ricco di amido originario del Sudamerica, N.d.T.]
resistente alla siccità. Erano estremamente orgogliosi dei loro sforzi e per una buona
ragione. Lidi non aveva il coraggio di dire loro che, sebbene il loro lavoro fosse davvero
brillante, era già stato fatto. Più volte, in diversi luoghi.
..................................................................................................................................................................
Durante i suoi numerosi voli, Lidi aveva passato ore a guardare fuori dal finestrino,
osservando i villaggi e le città sottostanti. Desiderava che ci fosse un modo più semplice
per far sapere agli innovatori di quei luoghi che forse non stavano inventando, ma
piuttosto reinventando autonomamente strumenti, beni, processi e pratiche che erano già
in uso. Ciò che mancava all'Africa non erano le grandi idee e il talento: entrambi erano
abbondanti. Ciò che mancava era una soluzione che connettesse tutti i punti. Ed è per
questo che era di nuovo su questo aereo traballante e diretta in Tunisia. Lei e il suo team si
stavano ora concentrando sulla promozione di reti mesh in tutta l'Africa, di modo che i
luoghi privi di accesso a Internet potessero condividere nodi, connettersi e forse persino
condividere ed evolvere le loro migliori innovazioni.

48
Pensieri conclusivi
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Come si è potuto vedere, ogni scenario, se dovesse svolgersi, richiederebbe


strategie diverse e avrebbe implicazioni diverse sul modo in cui una serie di
organizzazioni lavorerà e si relazionerà con i cambiamenti tecnologici. Ma non
importa quale mondo possa emergere, ci sono delle vere scelte da fare su quali
aree e obiettivi affrontare e come guidare il successo verso determinati
obiettivi.

Ci auguriamo che la lettura dei racconti degli scenari e delle loro storie di
accompagnamento sulla filantropia, la tecnologia e le persone abbia acceso la tua
immaginazione, provocando un nuovo pensiero su questi temi emergenti e le
loro possibilità. Tre spunti chiave sono emersi durante lo sviluppo di questi
scenari.

In primo luogo, il collegamento tra tecnologia e governance è fondamentale per


comprendere meglio come la tecnologia potrebbe essere sviluppata e
implementata. In alcuni futuri il primato dello stato-nazione come unità di
analisi nello sviluppo è stato messo in discussione dal momento che entrambe le
strutture sovranazionali o sub-nazionali si sono dimostrate più adatte al
raggiungimento degli obiettivi di sviluppo. In altri futuri, il potere dello stato-
nazione si è rafforzato ed è diventato un attore ancora più potente sia a
vantaggio che a scapito del processo di sviluppo, a seconda della qualità della
governance. Le tecnologie influenzeranno la governance e, a sua volta, la
governance svolgerà un ruolo importante nel determinare quali tecnologie
verranno sviluppate e quali saranno destinate e in grado di dare beneficio.

Un secondo tema ricorrente negli scenari è che il lavoro di sviluppo richiederà


diversi livelli di intervento, possibilmente contemporaneamente. In alcuni
scenari, le organizzazioni filantropiche e altri attori dello sviluppo affrontano una
serie di ostacoli nel lavorare con le grandi istituzioni, ma possono trovarsi di
fronte una serie ancora aperta di opportunità di lavoro con partner non
tradizionali --- persino con singoli individui. L'organizzazione che è in grado di
navigare tra questi livelli e attori potrà essere nella posizione migliore per
guidare il successo.

49
"LE INIZIATIVE DI INTERVENTO ALLO SVILUPPO SONO SPESSO NON
ABBASTANZA ATTENTE SU QUALI SIANO I BISOGNI DELLA TECNOLOGIA
PER LAVORARE SU CICLI DI TRE, CINQUE O SETTE ANNI. QUALE MISURA E'
RICHIESTA AD UNA DISTRIBUZIONE PER ESSERE ADEGUATA? QUALE
LIVELLO DI EDUCAZIONE E' RICHIESTA PER ESSERE SOSTENIBILE IN
TERMINI DI MANTENIMENTO? E COME QUESTI REQUISITI SI EVOLVONO
NEL TEMPO?"
--- Isha Ry, Professor, University of California-Berkley School of
Information, Energy, and Resources Group

Il terzo tema evidenzia il potenziale valore degli scenari come elemento critico
nello sviluppo della strategia. Queste narrazioni sono servite per avviare il
processo di generazione dell'idea, costruire una mentalità orientata al futuro dei
partecipanti e fornire una guida per il monitoraggio continuo delle tendenze e di
osservazione delle attività all'orizzonte. Offrono anche un quadro utile che può
aiutare a tracciare e dare un senso ai primi indicatori e pietre miliari che
potrebbero segnalare il modo in cui il mondo si sta effettivamente trasformando.

Mentre questi quattro scenari variano in modo significativo l'uno dall'altro, un


tema è comune a tutti loro: nuove innovazioni e usi della tecnologia saranno una
parte attiva e integrante della storia dello sviluppo internazionale nell'avvenire.
La natura mutevole delle tecnologie potrebbe modellare le caratteristiche dello
sviluppo e i tipi di aiuti allo sviluppo richiesti. In un futuro in cui le tecnologie
saranno effettivamente adottate e adattate dai poveri su larga scala, le aspettative
sulla fornitura di servizi potrebbero cambiare radicalmente. Sviluppare una
comprensione più profonda dei modi in cui la tecnologia può influire sullo
sviluppo preparerà meglio tutti per il futuro e aiuterà tutti noi a guidarla in
direzioni nuove e positive.

50
Appendice
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

INCERTEZZE CRITICHE

Di seguito è riportato un elenco delle 15 incertezze critiche presentate ai


partecipanti durante il workshop di creazione dello scenario principale di questo
progetto. Queste incertezze sono state selezionate da un elenco
significativamente più lungo generato durante le prime fasi di ricerca e colloqui
approfonditi. Le incertezze rientrano in tre categorie: tecnologica, sociale e
ambientale, economica e politica.
Ogni incertezza viene presentata insieme a due estremi, entrambi rappresentanti
una direzione molto diversa in cui tale incertezza potrebbe svilupparsi.

INCERTEZZE TECNOLOGICHE

INCERTEZZE SOCIALI & AMBIENTALI

51
INCERTEZZE ECONOMICHE & POLITICHE

LISTA DEI PARTECIPANTI

Questo rapporto è il risultato di un ampio sforzo e della collaborazione tra il


personale dell'iniziativa della Rockefeller Foundation, i beneficiari della
Fondazione e gli esperti esterni. La Rockefeller Foundation e GBN desiderano
estendere un ringraziamento speciale a tutte le persone che hanno contribuito
con la loro ponderatezza e competenza all'intero processo di creazione degli
scenari. La loro partecipazione entusiasta a interviste, seminari e l'iterazione in
corso degli scenari ha reso questo processo co-creativo più stimolante e
coinvolgente che mai.

ROCKEFELLER FOUNDATION STAFF

Project Leads
Claudia Juech, Managing Director
Evan Michelson, Senior Research Associate

Core Team
Karl Brown, Associate Director
Robert Buckley, Managing Director Lily Dorment, Research Associate Brinda
Ganguly, Associate Director Veronica Olazabal, Research Associate Gary
Toenniessen, Managing Director

Thank you as well to all Foundation staff who participated in the scenario creation
workshop in December.
Un ringraziamento speciale anche a Laura Yousef

52
ROCKEFELLER FOUNDATION GRANTEES

G.K. Bhat, TARU Leading Edge, India


Le Bach Duong, Institute for Social Development Studies, Vietnam
Aidan Eyakuze, Society for International Development, Tanzania
Michael Free, PATH, Seattle, WA
Namrita Kapur, Root Capital, Boston, MA
Paul Kukubo, Kenya ICT Board, Kenya
Joseph Mureithi, Kenyan Agriculture Research Institute, Kenya

EXTERNAL EXPERTS

Stewart Brand, Cofounder of GBN and President of the Long Now Foundation
Robert de Jongh, Managing Regional Director, SNV Latin America
José Gomez-Marquez, Program Director for the Innovations in International
Health initiative (IIH), Massachusetts Institute of Technology
Natalie Jeremijenko, Experimental Designer and Director of xdesign
Environmental Health Clinic, New York University
Athar Osama, Visiting Fellow, Frederick S. Pardee Center for the Study of the
Longer-Range Future, Boston University
Isha Ray, Professor, School of Information (Energy and Resources Group),
University of California-Berkeley
Enrique Rueda-Sabater, Director of Strategy and Business Development for
Emerging Markets, Cisco
Caroline Wagner, Senior Analyst, SRI International and Research Scientist, Center
for International Science and Technology Policy, The George Washington
University

GLOBAL BUSINESS NETWORK

Andrew Blau, Co-President


Tara Capsuto, Senior Practice Associate
Lynn Carruthers, Visual Practitioner
Michael Costigan, Practitioner
Jenny Johnston, Senior Editor
Barbara Kibbe, Vice President of Client Services, Monitor Institute
Brie Linkenhoker, Senior Practitioner Peter Schwartz, Chairman

53

Potrebbero piacerti anche