Sei sulla pagina 1di 4

Fisica 1 per Matematica 10/9/2020

P. Dore – L. Baldassarre

1) Una massa m = 2kg è poggiata su un piano inclinato di un angolo = , fissata ad una molla (di
costante elastica k = 10N/m e lunghezza a riposo nulla), a sua volta fissata all’estremità superiore del
piano.
a) Sapendo che in condizioni di equilibrio la molla è elongata di un tratto x = 5 cm, determinare
il coefficiente s dell’attrito statico che agisce.
b) A tempo t=0 la massa si stacca dalla molla ed inizia a scendere. Sapendo che, lungo la
discesa, la distanza percorsa da m è L =80 cm e il coefficiente di attrito dinamico è d = 0.15,
calcolare la velocità v con cui m arriva in fondo alla discesa ed il tempo t impiegato.

2) Un’asta di lunghezza L=70 cm e massa M = 1 kg è vincolata a ruotare senza attrito in un piano


verticale attorno all’estremo superiore. L’asta è ferma in equilibrio stabile quando viene colpita
all’estremità inferiore da una massa m= 300 g in moto con velocità v = 5 m/s, diretta ortogonalmente
all’asta.
Considerando un urto completamente anelastico, determinare l’angolo massimo di cui ruota la
sbarretta.

3) Un cilindro di capacità termica trascurabile è chiuso da un pistone mobile di massa M e superficie


S. Il cilindro, in cui le pareti ed il pistone sono isolanti termicamente, contiene n moli di un gas reale
di cui è noto il calore specifico cp. Il sistema, posto in verticale in una camera iperbarica in cui la
pressione è sempre costante e pari al valore p0, è inizialmente in equilibrio nello stato A alla
temperatura TA, con il pistone alla quota hA. Quando al gas viene fornita molto lentamente una
quantità di calore Q, il sistema si porta in uno stato di equilibrio B alla temperatura TB. Nello stato B
il pistone si è portato alla quota hA+h, e l’energia interna del gas è aumentata di U.
Calcolare la massa M del pistone.
S=2.5 cm2, n=0.1, cp=20 J/mole K, p0=5 atm, TA=20 °C, TB=100°C, h=20 cm, U=120 J
il momento angolare