Sei sulla pagina 1di 100

20

anni
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

€ 9,70 in Italia - N. 77 luglio - settembre 2021


S&C, Macro Soc. Coop., luglio 2021, n.77, Poste Italiane SPA, Sped. in Abb.
Post. DL 353/2003 (Conv. in L. 27/02/04 art.1 Comma 1. DCB Forlì n. 67/2009
IL GRUPPO EDITORIALE MACRO COMPIE 34 ANNI (DAL LUGLIO 1987):
CON AMORE ENTUSIASMO E PASSIONE DIFFONDIAMO IL BENESSERE E LA CONOSCENZA

Siamo il punto di riferimento forse più


conosciuto in Italia sui temi umani.

A partire dal 1987, abbiamo pubblicato oltre 1.500 li-


bri e DVD, per adulti e bambini, di centinaia di autori
stranieri e italiani, sui temi più importanti per ognuno
di noi: agricoltura, alimentazione e terapie natura-
li, scienze e saggezze millenarie e contemporanee, Orto in Permacultura alla Fattoria dell’Autosufficienza
conoscenza di sé stessi e spiritualità, yoga e tecni-
che corporee, attualità e storia economica politica PENSIAMO E AGIAMO GLOBALMENTE
e sociale, ecologia e autosufficienza, libri per bam- E LOCALMENTE
bini e genitori. l’agricoltura biologica e l’alimentazione equilibra-
ta naturale e stagionale, locale e integrale sono il
AUTOSSUFICIENZA FINANZIARIA fondamento della salute e dell’ecologia – sono an-
Fin dall’inizio, siamo stati sostenuti da centinaia di soci che le fondamenta alla base del progetto editoriale
della Cooperativa Macro che ci hanno permesso di es- Macro che nasce per diffondere le esperienze e le co-
sere autosufficienti per gli investimenti in libri, attrez- noscenze del mondo del biologico e della vita naturale,
zature e immobili: per questo possiamo definirci un della nutrizione appropriata a partire dall’allattamento al
editore libero e indipendente, che opera per il bene seno, e delle terapie naturali millenarie. Abbiamo sem-
comune, senza vincoli di profitto. pre diffuso e distribuiamo altri editori ed eventi af-
fini e coerenti con i nostri valori e obiettivi.
Il nostro progetto prevede la pubblicazione e diffu-
sione di una selezione dei nostri libri nelle princi- Siamo partner con Naturasì e insieme selezioniamo i
pali lingue europee libri proposti nei loro punti
FRANCESE dal 2010 abbiamo pubblicato e diffon- Se desideri essere informato sulle novità editoriali
diamo 200 titoli e gli eventi Macro, iscriviti alla nostra newsletter,
SPAGNOLO da pochi anni (50 titoli) collegandoti a www.gruppomacro.com/newsletter

SCIENZA E CONOSCENZA 2002-2021, VENT’ANNI DI SCIENZE D’AVANGUARDIA


E DI FRONTIERA OLTRE I DOGMI, LE PAURE, LE SOTTOMISSIONI
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

A partire dalla fisica quantistica, dalla biologia e dalle scien- Ramtha ha invitato diversi di questi scienziati e studiosi ai
ze umane, straordinarie scoperte scientifiche sono poco suoi seminari, durante i quali comunica con grande poesia e
note o riservate a pochi specialisti, con importantissime amore e al tempo stesso con grande forza e determinazione
informazioni ed esperienze che, se conosciute e applicate, che ogni essere umano è un entità divina e creatrice. È un
trasformerebbero i nostri modi di pensare e di vivere. insegnamento che mette in discussione lo status quo per
aiutare l’umanità a superare millenni di sensi di colpa e di
Da vent’anni, puntualmente ogni tre mesi, su Scien- inferiorità, e per liberarci da culture e civiltà che opprimono
za e Conoscenza proponiamo articoli scientifici e gli esseri umani per sottometterli e usarli come schiavi.
filosofici autorevoli sulle scoperte che riguardano il
funzionamento dell’universo di cui siamo parte e sul- Scienza e Conoscenza è stata fondata da Giorgio Rosso
le caratteristiche e potenzialità di ogni essere umano. e Ivana Iovino con l’obiettivo di creare connessioni fra
Abbiamo organizzato eventi e seminari, e pubblicato gli le indagini scientifiche di frontiera e lo sviluppo di
articoli i libri e i video di scienziati e studiosi straordi- una nuova consapevolezza. È una rivista trimestrale
nari come Gregg Braden Joe Dispenza e Bruce Lipton, che esce puntualmente da vent’anni grazie alla direzione
Giuliana Conforto Vittorio Marchi, Massimo Teodorani, editoriale di Romina Alessandri e di un illustre Comitato
e molti altri. Scientifico formato da medici e specialisti (vedi pag. 95).
Siamo esseri
di luce
F
orse a qualche lettore questo titolo può sembrare bizzar-
ro, eppure dice una grande verità.
Infatti, tutti noi, esseri viventi, siamo fatti - prima di
tutto - di luce e, solo dopo, composti da ciò che ci da una
forma: quella materia visibile all’occhio umano.

Abbiamo deciso di dedicare questo numero


alla LUCE per questo motivo,
perché volevamo dimostrare, attraverso le ricerche
e le scoperte di tanti studiosi internazionali,
che tutti gli esseri viventi sono,
prima di tutto, energia e solo dopo materia.
Siamo energia informata, che vibra in modo coerente con tutto il re-
sto dell’Universo di cui facciamo parte, un Universo fatto di cose infi-
nitamente grandi e cose infinitamente piccole come le nostre cellu-
le che emettono energia, si sincronizzano e dialogano all’interno
di campi d’informazione, detti campi morfogenetici.

L’energia emessa dal nostro corpo (biofotoni) è facilmente dimostrabile


e vi sorprenderà leggere di quanti scienziati e ricercatori l’hanno già
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

misurata, ponendo le basi di una nuova medicina e cercando di far


cadere alcuni obsoleti paradigmi della scienza ortodossa.

Grazie a questa natura “elettrica” i nostri corpi possono entrare in


risonanza con gli altri esseri viventi, con il magnetismo terrestre o
con l’elettromagnetismo artificiale che, però, può provocare danni
alla nostra salute. Allo stesso tempo i nuovi studi ci dicono che, con
le microcorrenti a bassa frequenza o i campi pulsanti, si possono fare
diagnosi e persino curarci dal cancro.
Un mondo infinito di possibilità è davanti ai nostri occhi... dobbiamo
solo aprirli!

Buona lettura,
Romina Alessandri

SC | Scienza e Conoscenza 1
L’essere umano
potrebbe essere la
creatura più evoluta
e straordinaria
dell’universo
Il cervello umano contiene OLTRE 100
MILIARDI DI NEURONI, alcuni hanno oltre
10.000 dendriti multi-ramificati che li connetto-
no con altri 200.000 neuroni. I segnali nervosi
di vista, udito, pensieri, emozioni e movimenti
viaggiano in infiniti modi attraverso questa rete
gigantesca con trilioni di connessioni distri-
buite nelle pieghe della corteccia cerebrale.

Le scoperte della fisica quantistica hanno modi-


ficato le basi di ciò che viene chiamato scienza e
modificano anche le comuni conoscenze che ab- Nulla accade nella nostra vita contro la nostra
biamo su ciò che siamo e ciò che ci accade.Uno volontà.
dei postulati della scienza quantistica è che “la La mia esperienza personale, le mie osservazioni
realtà è influenzata dall’osservatore”, cioè di tanti decenni della parte di umanità a me vi-
la realtà è diversa in relazione a osservatori diversi. cina, qui in Italia e nei miei viaggi, e le mie quasi
infinite letture (leggere è stata la mia principale
I TUOI PENSIERI INFLUENZANO attività per più di trent’anni) mi hanno convinto
che allo stesso modo in cui un frutto cade da un
OGNI ASPETTO DELLA TUA albero per effetto della gravità, nulla accade
VITA E DELLE TUE ESPERIENZE nella nostra vita personale (cioè nel no-
stro mondo personale) contro la nostra
AD ESEMPIO, LA TUA MENTE volontà, conscia e inconscia!
TRASFORMA IL TUO CORPO,
E l’intelligenza artificiale?
CIOÈ IL TUO CORPO È LA È privo di fondamento confrontare il capolavo-
PROIEZIONE DI CIÒ ro che sei e siamo, inclusi pensieri sentimenti ed
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

emozioni, con una intelligenza artificiale, basa-


CHE VUOI ESSERE ta su un sistema binario (0 e 1) ripetuto all’infi-
O CHE CREDI DI ESSERE nito, tramite segnali elettrici.

A PROPOSITO DI MASCHERINA doci a rilevare i gas nocivi nell’aria o la puzza di cibo


avariato. Il sistema olfattivo è connesso con specifi-
Una goccia di sangue contiene 5 milioni di globuli che aree del cervello legate a ricordi ed emozioni.
rossi. Il cuore batte 100.000 volte al giorno per
30.000 giorni, ossia circa 3 miliardi di volte per Lettura consigliata:
chi vive 80 anni. Nei polmoni ci sono 600 milioni Utilità delle mascherine come misura di contenimento
di alveoli. I polmoni non si fermano mai, come il della pandemia è lo studio realizzato dal Dott. Fabio
cuore. In un anno respiri 10 milioni di volte. Franchi e da lui reso liberamente disponibile al link
dell’Associazione Mille Medici per la Costituzione
Nel naso ci sono 20 milioni di recettori olfattivi. L’ol- https://www.millemedici.it/documenti/Virus%20
fatto può distinguere milioni di odori diversi, aiutan- e%20Mascherine%20Fabio%20Franchi.pdf - lettura

2
LA PAROLA ALL’EDITORE E FONDATORE DI MACRO E DI SCIENZA & CONOSCENZA

La scienza è sulla strada giusta o su quella sbagliata?


La scienza ci ha tradito?
Per la prima volta nella storia umana, il fu-
turo è affidato alle scelte di una singola gene-
LE FALSE IPOTESI
razione. Siamo giunti a una cosiddetta ora
zero, durante la quale dobbiamo risolvere le
DELLA SCIENZA
minacce che si stanno manifestando ora nel ● Falsa ipotesi n. 1: La nascita delle civiltà risale
nostro mondo e nella nostra vita. La scien- circa a 5000-5500 anni fa.
za ci potrebbe aiutare. Però la domanda è: ● Falsa ipotesi n. 2: La natura si fonda sulla co-
la scienza è sulla strada giusta? E poi siddetta “sopravvivenza del più forte”.
c’è l’altra domanda, molto più ardua: non ● Falsa ipotesi n. 3: Le origini umane sono spie-
è che la scienza ci ha traditi? Qual è la gabili per mezzo di eventi evolutivi casuali.
verità sulle nostre origini e sulle origini del- ● Falsa ipotesi n. 4: La coscienza è separata dal
la vita? Le informazioni che abbiamo sono nostro mondo fisico.
contraddittorie e incomplete. Esiste una ● Falsa ipotesi n. 5: Lo spazio all’interno della
verità nascosta che non si dovrebbe materia è vuoto.
svelare proprio perché questa veri-
tà parla della grandezza dell’essere
Alla fine degli anni Novanta e nei primi anni del
umano e delle sue straordinarie ca-
2000 alcuni studi convalidati hanno svelato i se-
pacità?
Queste sono le parole di un autorevole scien- guenti fatti:
ziato e ricercatore, Gregg Braden, pioniere nel ● Fatto n. 1: La civiltà ha almeno il doppio
creare connessione tra scienza e spirito. dell’età di 5.000-5.500 anni che le viene tra-
dizionalmente attribuita dalle cronologie con-
La scienza è sulla strada sbagliata? venzionali.
In un suo articolo intitolato Science’s Dead ● Fatto n. 2: La natura si affida alla cooperazio-
End (La strada senza uscita della scienza) James ne e all’aiuto reciproco, non alla competizio-
Le Fanu avanza con coraggio la sua domanda, ne, ai fini della sopravvivenza.
chiedendo La scienza è bloccata? E spiega ● Fatto n. 3: La vita umana mostra i tratti incon-
perché sia facile per noi pensarlo: “In un’epo- fondibili di un disegno intelligente.
ca in cui i cosmologi possono affidabilmente ● Fatto n. 4: Le nostre emozioni hanno un in-
inferire cosa sia successo nei primi minuti della
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

flusso diretto su ciò che accade nel mare di


nascita dell’universo, e i geologi possono mi- energia in cui siamo immersi.
surare la deriva dei continenti con l’approssi- ● Fatto n. 5: L’universo, il nostro mondo e i no-
mazione di un centimetro, sembra straordina- stri corpi fisici sono fatti di un campo di ener-
rio che i genetisti non siano in grado di dirci gia condiviso (una matrice) che rende possi-
perché gli esseri umani siano tanto diversi dai bile quella forma di correlazione nota sotto il
moscerini della frutta, e che i neuroscienziati
nome di “entanglement”.
siano incapaci di spiegare perché riusciamo a
ricordare un numero di telefono”. Per affrontare le sfide del nostro tempo dob-
Oggi gli scienziati devono guardare ol- biamo essere disposti a cambiare la nostra
tre il DNA del corpo fisico per rispon- concezione di noi stessi.
dere a quelle domande. Questo ci fa entra-
re nel dominio dei campi non misurati e
delle forze invisibili, un luogo nel quale in
passato la scienza è stata riluttante ad avventurarsi. Giorgio Gustavo Rosso
Ideatore e fondatore del Gruppo Editoriale Macro
Perché non siamo in grado di spiegare la
coscienza umana?

SC | Scienza e Conoscenza 3
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it
INDICE

SPECIALE La guarigione rapida


LUCE IN MEDICINA delle infezioni virali Scienza e Conoscenza
è un marchio di proprietà
Corpi di Luce Valerio Pignatta....................................... 52
del Gruppo Editoriale Macro
Gioacchino Pagliaro................................. 6 www.gruppomacro.com

Onde elettromagnetiche Direttore Editoriale


che curano SPECIALE: LUCE IN FISICA Giorgio Gustavo Rosso
(Presidente Gruppo Editoriale Macro)
Marcello Allegretti ................................. 10 I domini di vuoto
A cura della redazione - Collana di libri
Biorisonanza e sistemi viventi Direttore Responsabile
Fausto Bersani Greggio......................... 16 Scienza e Conoscenza .............................. 60 Romina Alessandri

La Torre di Majorana Rivista curata da:


Luce: energia della vita Riviste & Co.
Ignazio Licata.......................................... 62
Intervista al Prof. Konstantin Korotkov Corte Don Botticelli 51,
a cura di Romina Alessandri................. 22 Nikola Tesla. Presente! 47521 - Cesena (FC)
direzione@rivisteeco.com
Senza acqua non c’è vita e non A cura di Elena Sanda Chira.................. 66
Uff. Abbonamenti
c’è vita senza Luce Il dualismo onda-particella: Tel. 0547 346258 int.3
Pubbliredazionale a cura di Edenwell.......... 26 un enigma quantico! Dal martedì al venerdì dalle 10 alle 12
info@scienzaeconoscenza.it
Omeosinpatia A cura della redazione ............................ 70
Marcello Monsellato.............................. 30 Etere e Orgone
Comitato Scientifico
Carmen Di Muro (Psicologa)
La medicina della luce Gabriele Muratori.................................... 78 Antonio Morandi (Medico)
Gioacchino Pagliaro (Psicologo)
Gaetano Conforto.................................. 32 Valerio Pignatta (Naturopata)
Luminous life Stefano Fais (Medico)

Isabella Monti ....................................... 36 RICERCA Revisione


Emanuele Cangini
Ribilanciamento energetico La coerenza dell'acqua ci salverà emanuelecangini7@gmail.com
e ritorno all’ordine Hubert Bösch............................................ 90
Immagini
A cura di Guglielmo Poli....................... 40 shutterstock.com - sxc.hu
istockphoto.com - pixabay.com/it/
RUBRICHE www.morguefile.com
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

photopin.com
SPECIALE: PREVENZIONE A cura di Elena Sanda Chira
Stampa
La pelle alla luce del sole Nei Buchi Neri si viaggia più Lineagrafica, Città di Castello
Antonio Del Sorbo................................. 46 veloci della luce!.......................... 74
Pubblicità: Riviste & Co.
Vitamina A: nutriente essenziale Glossario di fisica quantistica: Corte Don Botticelli 51,
Simone Grazioli Schagerl...................... 49 luce e fotone................................... 88 47521 - Cesena (FC)
direzione@rivisteeco.com

Immagine di copertina:
Disclaimer
Il Gruppo Editoriale Macro ha a disposizione molti testi, ricerche ed esperienze personali che confermano Copyright Shutterstock:
quanto scritto nei libri che pubblichiamo. L’essere umano è un’“entità” dotata di caratteristiche straor- Mrspopman1985
dinarie, spesso inverosimili, così come l’infinita varietà della natura e dell’universo di cui siamo parte.
L’enorme quantità di informazioni scientifiche, sanitarie, psicologiche, dietetiche e alimentari fornite nei
nostri libri e riviste non comportano alcuna responsabilità da parte dell’editore circa la loro efficacia e
È vietata la riproduzione, anche parzia-
sicurezza in caso di utilizzo da parte dei lettori. Ognuno è tenuto a valutare e utilizzare con buonsenso e
saggezza il percorso esperienziale, psicologico, curativo e nutrizionale più appropriato. Ognuno è tenuto le, dei contenuti e delle immagini pub-
ad assumere tutte le informazioni necessarie, confrontando rischi e benefici delle diverse terapie e regimi blicate. Tutti i diritti sono riservati.
dietetici disponibili.
Copyright: Scienza e Conoscenza©
La stessa raccomandazione vale per i prodotti commerciali proposti all’interno delle inserzioni pubblici- Rivista stampata
tarie e degli articoli pubbliredazionali, la cui natura di informazione pubblicitaria è chiaramente marcata N. 77 lug. - set. 2021
su carta ecologica
dalla presenza della scritta in occhiello “Pubbliredazionale”.
certificata Autoriz. Trib. Forlì N. 21 dell’8 luglio 2002
Corpi
di Luce
Un viaggio alla scoperta
dei bio-fotoni, ovvero il
campo energetico emesso
tutti gli esseri viventi
Gioacchino Pagliaro

L’
organismo umano ha una corri- frequenza). I suoi studi mettevano in difficoltà il
spondenza di energia che chia- primato del DNA inteso esclusivamente come
mo sistema energetico individua- un codice, ed aprivano la strada in modo più
le, – una fittissima rete di centri di sistematico ad una nuova biologia fondata
sull’epigenetica e sulla genetica ondula-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

energia che funge da campo informazionale che


informa le cellule dell’organismo e trasmette in- toria. La teoria di Popp offriva una nuova e più
formazione anche all’esterno. soddisfacente spiegazione delle comunicazioni
Fritz Albert Popp, fisico teorico dell’Università e sincronizzazioni fra le cellule, ma addirittura
di Marburg, in Germania, partendo dalle ricer- anche tra gli organismi della stessa specie. Que-
che di Garjajev, confermerà con una serie di ri- sti aspetti furono poi ripresi da Rupert Sheldra-
gorosi esperimenti, la sua teoria sui bio-fotoni. ke il quale specificherà che le informazioni con-
Popp era convinto che una delle caratteristiche tenute in queste comunicazioni sono proprie dei
del funzionamento del DNA è la capacità di campi morfogenetici, che, in quanto tali, appar-
conservare e di emanare luce, cosa che successi- terrebbero alla struttura vibratoria del vuoto
vamente confermò, dimostrando che tutto ciò quantistico. Per questo motivo, rifacendosi agli
che vive emana fotoni in uno stato coe- studi di William Brown, anche Popp sostiene
rente, proprio come quello della luce laser. che i bio-fotoni sono in grado di intera-
Aveva anche scoperto che l’emissione di bio- gire col Campo Energetico Unificato. Se
fotoni avveniva in uno stato di coerenza (stato già la sua teoria aveva destato molto scalpore, il
in cui i fotoni vibrano in sintonia, con la stessa sostenere una simile relazione scatenò una re-

6 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN MEDICINA

azione fortemente critica contro il suo lavoro. fotonica muta e si disperde alterando il proprio
Le contestazioni furono talmente violente che equilibrio, e sapendo che lo stress è il terreno di
gli costarono l’allontanamento dall’Università. coltura dell’infiammazione e di alcune patolo-
Tuttavia proprio questo allontanamento aprì la gie, ciò significa che, coltivando stati di calma
strada alla nascita del prestigioso Istituto Inter- e di rilassamento, si riequilibra la risposta bio-
nazionale di Biofisica di Neuss in Germania. Lì, fotonica e si agisce positivamente sulla salute.
con il suo gruppo, consolidò la teoria secondo Quindi Popp aveva già intuito la possibile pre-
cui esisterebbe una precisa relazione tra bio- dittività di salute o di infiammazione presente
fotoni e salute. nelle diverse tipologie di emissione bio-foto-
Attraverso alcuni studi, Popp aveva effettiva- nica. Predittività che un decennio dopo sarà
mente rilevato che le persone malate tendeva- confermata da ulteriori ricerche e revisioni.
no a perdere lo stato di coerenza, sia a livello (Fels 2009) (Kobayashi et al. 2009) John Ives,
macroscopico che a livello subatomico. A livel- Edward P. A. Van Wijk e altri, in un’interes-
lo macroscopico infatti rilevava negli ammalati santissima revisione sistematica dal titolo L’e-
una sorta di smarrimento, come se avessero per- missione di fotoni per valutare in modo non invasivo lo
duto il senso di collegamento, di armonia con stato di salute, hanno esaminato 1315 studi pre-
il loro ambiente. A livello subatomico le perso- senti in: PubMed, Cochrane, BioSis, PsichInfo,
ne malate non emettevano bio-fotoni coerenti, Gideon, Dod, Biomedical research, dai quali
mentre le persone in buona salute continuavano è emerso che la letteratura è vasta e di elevata
ad emettere bio-fotoni coerenti. qualità e che la rilevazione delle emissioni di
Scoprì anche che nei pazienti affetti da sclero- bio-fotoni può essere un metodo valido e non
si multipla accadeva il contrario: in questi casi invasivo per rilevare l’infiammazione. (Ives,
la malattia presentava un eccesso di bio-fotoni, van Wijk et al. 2014).
che pareva impedire la normale funzionalità Considerando quindi la stretta relazione esisten-
cellulare. te tra infiammazione e stress, ne consegue che
Oggi sappiamo che, nell’uomo, queste emissio- le pratiche di rilassamento e bio-energetiche, la
ni di luce sono facilmente rilevabili con dispo- meditazione e i protocolli mindfulness, risulta-
sitivi dotati di speciali sensori, tanto che, come ti particolarmente efficaci nella gestione dello
qualche studioso fa notare, l’uomo può an- stress, possono svolgere una “azione riequili-
che essere considerato un essere di luce. brante” nell’emissione bio-fotonica. La curiosi-
tà di Popp è stata risvegliata inoltre dalla capa-
L’applicazione della luce coerente cità dei bio-fotoni di trasmettere informazioni, e
Alcuni interessanti studi (Mafra, Macedo et al. anche su questo aspetto focalizzerà i suoi studi.
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

2019 e 2020) (Moradi, Zare et al. 2020) svolti Arriverà, in seguito, a dedurre che i bio-fotoni
con i laser (fasci di luce estremamente coeren- sembrano comunicare con tutte le cellule del
ti), stanno dimostrando le possibili applicazioni corpo istantaneamente in un’onda sincrona di
della luce coerente nelle cure di diverse pato- energia informativa. (Popp et al. 1988 )
logie. Questo perché i quanti di luce attraverso
l’informazione sarebbero in grado di avviare, o Secondo questi studi si potrebbe quindi sostene-
arrestare, reazioni a cascata nelle cellule, e quin- re che i bio-fotoni trasmettono informazioni a
di anche di riparare un danno cellulare con fasci livello cellulare. Con la mente individuale nello
deboli di luce coerente. stato di coerenza comunicherebbero con il livel-
La geniale intraprendenza di Popp non si fermò lo Mentale Sovraordinato e forse, come lascia
a questo innovativo e affascinante campo di ri- intendere Popp, ne farebbero pure parte.
cerca, ma, forte della sua autorevolezza, si spinse Condivide questa visione Glenn Rein dell’Uni-
oltre, andando ad indagare anche se i bio-fotoni versità di Londra. A sostegno del fatto che la
giocassero specifici ruoli nei processi eziologici. mente possa influenzare il DNA, Rein porta
L’esito del suo lavoro potrebbe essere sintetizza- come esempio l’esito di un interessante esperi-
to così: se in uno stato di stress l’emissione bio- mento, in cui aveva dimostrato che, collocando

SC | Scienza e Conoscenza 7
un campione di DNA umano vivo nell’acqua netica ondulatoria, il DNA, oltre a ricevere e a
distillata ed esponendolo all’influenzamento trasmettere informazioni a livello subatomico,
mentale di un gruppo di persone, i soggetti più crea dei campi invisibili nel vuoto cosmico, che
rilassati riuscivano ad influenzare maggiormen- strutturerebbero delle reti capaci di trasmettere
te la struttura del DNA (Rein, McCraty 1993 e l’informazione al di là del tempo e dello spazio.
1994). Pertanto i nostri pensieri, l’atteg-
giamento fiducioso o di speranza, ma Gli scenari che queste teorie aprono sembrano
soprattutto alcuni particolari stati men- essere molto stimolanti poiché sollecitano inte-
tali creati dalla Consapevolezza riusci- ressanti applicazioni. Tra queste, le più eclatan-
rebbero a determinare cambiamenti ti riguardano la sperimentazione delle modalità
chimico-fisici nella struttura del DNA. di correzione dello stato bio-chimico-fisiologico
Infatti era emerso che le persone, secondo Rein, dell’organismo umano, allo scopo di favorire
riuscivano ad influenzare il DNA solo se il pen- l’autoriparazione o di ritardare il processo di
siero era collegato ad uno stato mentale parti- invecchiamento.
colare, che chiamerò di Consapevolezza, in cui,
attraverso la sincronizzazione cerebrale e lo sta-
to di coerenza che ne deriva, è più facile che
avvenga l’azione non locale. Libro Consigliato
Rein studierà anche l’effetto dell’amore sul pia-
no energetico e introdurrà l’idea che esso sia Gioacchino Pagliaro
la chiave per sincronizzare l’attività cerebra- Intenzionalità
le, influenzare il DNA e armonizzare i campi di Guarigione
energetici del nostro organismo e di quelli de- La mente e la cura
gli organismi che ci stanno vicino. Teoria che nel mondo dei quanti
verrà poi confermata dai ricercatori dell’Heart
Math Institute (McCraty, Atkinson et al. 1998; Cercalo su macrolibrarsi.it
McCraty 2002). Ma non solo: tornando alla ge-

BIBLIOGRAFIA DNA, Cesena, Macro Edizioni (2006) Mafra F. P., Macedo M. et al., 904 Nm Low-Level
Fels D., Cellular Communication through Light, PLoS Laser Irradiation Decreases Expression of Catab-
Gurwitsch A. G., The Theory of Biological Field, Mos- One, April 1 (2009) olism-Related Genes in White Adipose Tissue of
cow, Soviet Science (1944) Kobayashi M., Kikuchi D., Okamura H., Imaging of
Garjajev. P., Poponin, V., Vacuum DNA phantom ef- Wistar Rats: Possible Roles of Laser on Metabo-
Ultraweak Spontaneous Photon Emission from Hu- lism, in Photobiomodul Photomed Laser Surg, doi:
fect in vitro and its possible rational explanation,
man Body Displaying Diurnal Rhythm, PLoS One, 10.1089/photob.2018.4609. Epub 2019 Dec 17,
Nanobiology (1995)
July 16 (2009) 2020 Jan; 38 (1): pagg. 11-18 (2020)
Garjajev P., Tertishniy G., The quantum non-locality
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

Ives J. A., van Wijk E. P. A., Bat N., Crawford C., et


of genomes as a main factor of the morphogen- Mafra F. P., Macedo M. et al., Laser Photobiomodu-
al., Ultraweak Photon Emission as a Non-Invasive
esis of biosystems, in 3th Scientific and medical lation 904 nm Promotes Inhibition of Hormone-
Health Assessment: A Systematic Review, PLoS
network continental members meeting, Potsdam, Sensitive Lipase Activity in 3T3-L1 Adipocytes
One, February 28 (2014)
Germany, May 6-9, pagg. 37-39 (1999) Differentiated Cells, in Photobiomodul Photomed
Ventura C. et al., REAC technology and hyaluron Popp F. A., Li K. L., Mei W. P., et al., Physical aspects
of biophotons, EXPERENTIA, July 15; 15; 44 (7): Laser Surg doi: 10.1089/photob.2018.4515. Epub
synthase 2, an interesting network to slow down 2019 Jan 24 (2019)
stem cell senescence, www.nature.com/scientifi- pagg. 576-585 (1988)
Rein G., McCraty R., Modulation of DNA by coher- Moradi A., Zare F. et al., Photobiomodulation plus
creports 6:28682 pagg. 1-8 (2016)
Ventura C. et al., Neurological morphofunctional ent heart frequencies, in Proceedings of the Third Adipose-derived Stem Cells Improve Healing of
differentiation induced by REAC technology, in Annual Conference of the International Society for Ischemic Infected Wounds in Type 2 Diabetic Rats,
PC12. A neuroprotective model for Parkinson’s the Study of Subtle Energy and Energy Medicine, in Scientific Reports, 2020 Jan 27 10:1206 (2020)
disease, www.nature.com/scientificreports Monterey, California, pagg. 58- 62.2 (1993) |https://doi.org/10.1038/s41598- 020-58099-z
5:10439 pagg. 1-8 (2015) Rein G., McCraty R., Local and nonlocal effects of McCraty R., Atkinson M. et al., The electricity of
Ventura C. et al., Physical energies to the rescue of coherent heart frequencies on conformational touch: Detection and measurement of cardiac en-
damaged tissues, in World J Stem Cells 2019 June changes of DNA, in Proceedings of the Joint USPA/ ergy exchange between people in K. H. Pribram, in
26; 11(6): 297- 321 (2019) IAPR Psychotronics Conference, Milwaukee, Wis- Brain and values is a biological science of values
Ventura C., La musica delle cellule, in Scienza e cono- consin (1993)
possible, Mahwah (N.J.), Lawrence Erlbaum Asso-
scenza, Cesena, Macro Edizioni, pagg. 4-9 (2016) Rein G., McCraty R., Structural changes in water and
ciates, pagg. 359-379 (1998)
Brown, W., Risonanza morfica e biologia quantistica, DNA associated with new physiologically measur-
able states, in Journal of Scientific Exploration, 8 McCraty R., Childre D., The appreciative Heart: Psy-
Nexus n. 97, vol. 2, aprile-maggio (2012)
(3): pagg. 438-439 (1994) chophysiology of positive Emotions and optimal
Murphy, B., Il DNA spazzatura: una porta verso la
trasformazione, Nexus n. 100, vol. 5, ottobre- Rein G., McCraty R., DNA as a detector of subtle en- functioning, in Heart Math Research Center, Boul-
novembre (2012) ergies, in Proceedings of the Fourth Annual Con- der Creek, Institute of Heart Math, Publication, n.
Pitkänen M., Wormholes and possible new physics in ference of the International Society for the Study 02-026 (2002)
biological length scales, Helsinki, 1997 of Subtle Energy and Energy Medicine, Boulder, Harrison W. A. S., The teachers of Emerson, New
Fosa G., Bludorf F., L’intelligenza in rete nascosta nel Colorado, pagg. 61-64 (1994) York, Sturgis & Walton (1910)

8 SC | Scienza e Conoscenza
Completa la tua collezione
SPECIALE LUCE IN MEDICINA

SCOPRI GLI ULTIMI NUMERI


DI SCIENZA E CONOSCENZA
Scienza e Conoscenza n. 76 Scienza e Conoscenza n. 75
Sapevi che la nostra mente può en- In questo numero di Scienza e Co-
trare in connessione con la coscienza noscenza facciamo un viaggio alla
universale e interagire con la materia, scoperta della semplicità e comples-
modificandola? In questo numero sità di AQUA, usandone l’accezione
di Scienza e Conoscenza scoprirai latina per colpire lo sguardo del let-
come ciò sia possibile... tore e invitarlo ad approfondire un
La coscienza è un tutto: il nostro cer- argomento ancora poco conosciuto
vello, il nostro cuore, la nostra memo- in Italia: la memoria, la coerenza e
ria e, al contempo, l’impronta geneti- l’informazione dell’Acqua.
ca del mondo in tutta la sua storia. Per quanto poco conosciamo le mo-
Le frontiere della scienza d’avanguar- lecole d’acqua esse compongono il
dia, relative ai fenomeni quantistici 99% nostro corpo e questa molecola
non-locali nei sistemi viventi, ci con- verrà raccontata nelle sue caratteri-
ducono in un viaggio di esplorazione stiche più intrinseche: acqua biologi-
sempre più profondo nei misteri del ca, analisi Biofisica, acqua coerente e
mondo fisico, permettendoci di apri- quarta fase dell’acqua.
re il nostro panorama verso una visio-
ne complessiva e potente del cosmo
e della nostra mente.

Scienza e Conoscenza n. 74 Scienza e Conoscenza n. 73


Carmen di Muro, psicologa e psico- La resilienza è un tratto evolutivo in cui
terapeuta che da anni ci accompa- convergono molteplici fattori – cogni-
gna come membro del nostro comi- tivi, emotivi, biologici, sociali e matu-
tato scientifico, scrive queste parole rativi – che portano a fronteggiare le
nel suo ultimo libro Light Evolution: situazioni traumatiche utilizzando ener-
“Viviamo e respiriamo in un universo gie e risorse che prima di allora non si
partecipativo, un “mare” quantico di conoscevano, scoprendo in tal modo,
informazione sincronica sotteso da di fronte alle avversità, di essere più
un’unica forza ordinatrice che gover- creativi e capaci nel trovare soluzioni di
na i nostri corpi e il resto del cosmo” quanto pensassimo. Ma cosa determi-
Secondo la fisica quantistica non na il nostro essere più o meno resilien-
esistono fenomeni isolati, parti sepa- ti? E soprattutto, possiamo allenare e
rate o soggetti individuali, ma effetti sviluppare la nostra resilienza? La resi-
sincronici e non locali, cooperazione, lienza si plasma nella relazione tra siste-
condivisione e intenzioni in un mon- ma nervoso e segnali ambientali: molto
do di infinite possibilità. dipende dai vissuti relazionali esperiti
nei primi anni di vita con le principali
figure di attaccamento e da come ab-
biamo imparato a gestire lo stress.

Scienza e Conoscenza n. 72 Scienza e Conoscenza n. 71


È il cuore intuitivo che parla alla vita! In
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

Una delle grandi domande a cui è


un mondo in cui il ritmo e la comples- davvero difficile dare risposta è: “pos-
sità sono in costante aumento, dove siamo cambiare la nostra esistenza a
affrontiamo sempre più sfide personali nostro piacimento e condurla dove
e sociali, è il suo appello pulsante a vogliamo?”. In questo numero di
sollevare la coscienza: fare scelte più «Scienza e Conoscenza» vi incorag-
sensate capaci di migliorare la salute, giamo a trovare la vostra personale
il benessere e l’armonia individuale risposta, attraverso le testimonianze e
e globale. Questa accoglienza inizia le riflessioni di chi fa ricerca quotidia-
quando si è pronti ad assumere una na su questo fronte, passando dalla
maggiore responsabilità nei confronti genetica all’epigenetica e dal DNA
delle proprie decisioni e azioni quoti- all’informazione energetica. Scoprire-
diane, che possono portare a stabilire mo insieme quanto siano obsolete le
un nuovo e più sano riferimento fisio- idee secondo cui la nostra esistenza e
logico e psicologico interno di base. la nostra salute sono solo una questio-
E per stabilire una base, è necessario ne di geni (ovvero di DNA) e quanto
avere strategie pratiche ed efficaci. invece tutto sia plasmato e modifica-
bile da ogni singola esperienza che
ESAURITO FORMATO CARTACEO viviamo (epigenetica).

Riviste arretrate cartacee € 12,70 - Riviste arretrate digitali € 10,70


Scegli le riviste che ti interessano e acquistale direttamente su:
www.scienzaeconoscenza.it/riviste oppure chiama lo 0547 346258 int. 3
oppure richiedile nella tua libreria di fiducia
SC | Scienza e Conoscenza 9
Onde elettromagnetiche
che curano
Diagnosticare e trattare il cancro
con tecnologie basate su onde elettromagnetiche
Marcello Allegretti

Le proprietà elettriche delle cellule te; ad esempio, ioni di sodio (Na+), potassio (K+),
e dei tessuti organici calcio (Ca2+) e magnesio (Mg2+) hanno una ca-
Il corpo è una complessa macchina elettrica e le rica positiva, mentre quelli di cloro (Cl-) hanno
una carica negativa.
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

cellule e i tessuti che compongono l’organismo


umano, possiedono proprietà elettriche tali da
essere considerati come componenti elettrici ed La cellula, elemento base degli organismi vi-
elettronici con caratteristiche di conduttori, se- venti, è caratterizzata da una membrana che la
miconduttori, resistori, condensatori, induttori separa dall’ambiente circostante (matrice extra-
e portatori di carica. cellulare) facendone un’entità in grado di inte-
La comunicazione energetica tra organi e tes- ragire con l’ambiente esterno.
suti non si svolge esclusivamente attraverso il Le membrane cellulari sono composte da un
sistema nervoso infatti, tra le proprietà elettri- doppio strato di molecole lipidiche che elettri-
che che le cellule manifestano, vi è la capacità di camente si comportano come un isolante (die-
condurre energia elettrica, di generarla e creare lettrico). Questa proprietà ha la funzione di
campi elettromagnetici. limitare il movimento di ioni ed elettroni, che
Negli organismi biologici i portatori di carica possono comunque attraversare la membrana
negativa sono gli elettroni o gli ioni che hanno per mezzo di canali ionici specializzati.
acquisito un elettrone, mentre gli ioni che han- La membrana cellulare è permeabile agli ioni in
no perso un elettrone sono caricati positivamen- modo selettivo (in particolare a quelli di sodio e

10 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN MEDICINA

potassio), pertanto si vengono a creare concen- -20mV (a questo valore si è ormai giunti alla
trazioni diverse di questi e di altri ioni minerali apoptosi, ovvero alla morte della cellula stessa).
su entrambi i lati della membrana che portano L’abbassamento graduale di energia delle cellu-
a uno squilibrio delle cariche elettriche tra l’in- le viene avvertito dall’organismo come debolez-
terno e l’esterno della cellula. za, facile stancabilità, dolori, malattie, infiam-
Tali differenti concentrazioni ioniche provoca- mazioni o invecchiamento precoce.
no una differenza di potenziale elettrico, (misu- La differenza di potenziale sui due lati della
rabile tra il liquido che si trova all’interno di una membrana cellulare crea un forte campo elet-
cellula e lo spazio extracellulare) che si chiama trico che rappresenta una fonte disponibile di
Potenziale di Membrana. Tutte le cellule energia per un numero significativo di attività
viventi sane hanno un potenziale di membrana cellulari compresi il trasporto di membrana e la
compreso tra -100mV per le cellule nervose e generazione di impulsi elettrici nel cervello, ner-
-60 mV per tutte le altre; in pratica si compor- vi, cuore e muscoli. Questo campo elettrico è
tano come una pila che ha il polo negativo sul- sorprendentemente elevato: 10.000.000 Volt/m
la superficie interna della membrana e quello secondo Reilly1 e fino a 20 milioni Volt/m se-
positivo sulla superficie esterna. Questi valori si condo Brown2. Anche sulle membrane dei mi-
abbassano a causa di malattie, traumi o invec- tocondri si crea un potenziale molto elevato.
chiamento. Gli ioni idrogeno caricati positivamente, sono
mantenuti in una concentrazione elevata fuori
della membrana mitocondriale dall’azione della
Elettroliti Concentrazione (mEq/l)
catena di trasporto degli elettroni, che crea un
Cationi Intracellulari Extracellulari potenziale di membrana mitocondriale di circa
Na+ (sodio) 10 140-145 40.000.000 Volt/m.
K+ (potassio) 160 4 Le cellule hanno la capacità di scambiare in-
formazioni sia al loro interno sia con le altre
Ca++ (calcio) - 2-4
cellule. Il coordinamento delle informazioni tra
4Mg++ (magnesio) 35 2-3 le cellule del corpo è indispensabile nella rego-
lazione e integrazione delle funzioni cellulari e
Anioni Intracellulari Extracellulari nella crescita. Quando si manifesta un cancro,
Cl (cloruro)
-
2 110 le cellule non sono più regolate dai normali
HCO3- meccanismi di controllo.
8 28-30
(bicarbonato) Se si verifica una lesione nel corpo, le cellule
HPO4-- (fosfato) 140 2 normali proliferano e sostituiscono le cellu-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

le distrutte o danneggiate con nuove cellule o


SO4-- (solfato) - 1 tessuto cicatriziale. Una volta completata la
Proteinato 55-60 1 (16 nel plasma) riparazione, le cellule, nell’area che ha subito
­­ la lesione, smettono di crescere e il loro poten-
Il potenziale di membrana crea una forza elet- ziale di membrana (basso) ritorna normale. Al
trochimica che regola e controlla lo scambio di contrario in un tessuto canceroso il potenziale
sostanze nutritive, proteine, enzimi, ecc. (per- elettrico delle membrane cellulari si mantiene a
meabilità). un livello inferiore rispetto a quello delle cellule
Le cellule sane mantengono, all’interno, una sane e le connessioni elettriche sono interrotte 3.
elevata concentrazione di ioni di potassio e una Le cellule cancerose possiedono proprietà elet-
bassa concentrazione di ioni di sodio, ma quan- triche e chimiche diverse rispetto alle cellule
do le cellule sono malate, flussi di sodio e acqua normali. Il ripristino dei potenziali di membra-
si spostano all’interno, mentre potassio, magne- na di queste cellule e delle connessioni elettriche
sio, calcio e zinco si riducono all’interno della mediante strategie nutrizionali e altre strategie
cellula facendo scendere il potenziale di mem- terapeutiche, possono contribuire alla riattiva-
brana sino a valori che possono raggiungere i zione di un metabolismo sano.

SC | Scienza e Conoscenza 11
Caratteristiche Secondo Cure4, la causa di tali processi è un
delle cellule cancerose accumulo eccessivo di cariche negative sulla su-
Per sperimentare un metodo che utilizzi campi perficie delle cellule cancerose.
elettromagnetici per il ripristino funzionale delle La riduzione del numero di ioni potassio, ma-
cellule tumorali o cancerose, è indispensabile co- gnesio, calcio e zinco (mentre aumenta il sodio
noscere il più a fondo possibile, le caratteristiche e l’acqua5), crea uno scompiglio tale da abbas-
bioelettriche di questi tessuti. Un sano potenziale sare il potenziale di membrana; di conseguen-
di membrana cellulare è essenziale per il control- za anche il campo elettrico di membrana sarà
lo dei meccanismi della permeabilità, dell’attività inferiore. A sua volta, tale riduzione del cam-
del DNA, della sintesi proteica e della produzio- po causa alterazioni nelle funzioni metaboliche
ne di energia aerobica. La membrana cellulare è della cellula. L’alterata permeabilità di mem-
la zona di collegamento con la matrice extracel- brana interferisce con il flusso di ossigeno e dei
lulare e dunque il luogo in cui grazie a specifici nutrienti nelle cellule, compromettendo il me-
recettori (che hanno funzione anche di anten- tabolismo aerobico e inducendo le cellule can-
ne), molecole come ormoni, citochine, peptidi e cerose ad operare con processi di metabolismo
neurotrasmettitori avviano, da cellula a cellula, anaerobico, per la produzione di energia. Le
scambi chimici e segnali di tipo elettromagnetico. cellule cancerose hanno, infatti, una ridotta pro-
Nel corso della carcinogenesi le cellule diven- duzione di energia (ATP): la degradazione della
tano più elettronegative; la degenerazione del- membrana interna dei mitocondri e la perdita
la membrana si verifica nella fase iniziale, sul- dei sistemi di ancoraggio degli enzimi mitocon-
la membrana cellulare esterna e poi su quella driali, provocano una degenerazione di questi
mitocondriale interna. I cambiamenti degene- organuli oltre a una riduzione del numero6.
rativi creano modifiche tali, che le membrane Premesso quanto sopra, il Dr. Steven Haltiwan-
diventano più permeabili alle sostanze solubili ger, (medico e nutrizionista clinico), nel testo
in acqua, in modo che ioni K+, Mg2+, Ca2+ si scientifico “The Electrical Properties of Cancer
spostano all’esterno delle cellule, mentre ioni Cells”, riflette sulla possibilità che alcune sostan-
Na+ e acqua si accumulano all’interno. ze chimiche, virus e batteri possano creare un cancro
In queste cellule avvengono cambiamenti e va- modificando la carica elettrica della superficie
riazioni della struttura e della funzione della cellulare e causare quindi tutte le alterazioni so-
membrana, del potenziale di membrana, delle pra elencate.
connessioni elettriche all’interno delle cellule e Tutto ciò può significare sia che i cambiamenti
tra le cellule, della concentrazione di minerali e genetici in una cellula possono derivare anche
della produzione di energia. dallo sviluppo anomalo dell’energia elettrica
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

Le proprietà elettriche delle cellule tumorali o cellulare, sia che tutti i metodi terapeutici
cancerose, confrontate con quelle delle cellule che manipolano la carica elettrica della
normali, presentano: membrana cellulare, possono influire
● proprietà elettrochimiche della membrana, positivamente sul ripristino dei poten-
diverse (contenuto diverso di lipidi e steroli), ziali di normali di membrana e dunque
● differente distribuzione di cariche elettriche, curare queste gravi patologie.
● potenziale di membrana inferiore di alcu-
ne decine di millivolt rispetto alle cellule La proliferazione
sane (sino a raggiungere i -20mV), delle cellule cancerose
● bassa impedenza elettrica, Come già affermato, nella fase di riposo le cel-
● maggiore percettività, cioè maggiore capa- lule normali mantengono un elevato potenziale
cità di resistere alla formazione di un cam- di membrana, ma quando le cellule iniziano la
po elettrico, divisione cellulare e la sintesi del DNA il poten-
● conduttività elettrica e permittività più ele- ziale di membrana scende a circa -15mV (que-
vate (parametri che comunque variano a sto processo viene chiamato depolarizzazione o
seconda della frequenza). riduzione del potenziale). Completata la divisio-

12 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN MEDICINA

ne i potenziali tornano alla normalità. Di conse- LE CELLULE CANCEROSE


guenza una depolarizzazione della membrana
plasmatica può favorire l’innesco della proli- POSSIEDONO PROPRIETÀ
ferazione cellulare. Sembra, dunque, che una
delle principali cause della aumentata prolife- ELETTRICHE E CHIMICHE
razione delle cellule cancerose dipenda proprio DIVERSE RISPETTO ALLE
dal fatto che esse mantengano costantemente il
loro potenziale di membrana ad un valore bas- CELLULE NORMALI.
so. Il modo in cui tale potenziale influenza la di-
visione cellulare (segnalazione mitogenica) sino
IL RIPRISTINO DEI
a qualche anno fa, era incerto. POTENZIALI DI MEMBRANA
La crescita delle cellule umane ovvero il pro-
cesso di divisione cellulare (mitosi) è regolata da DI QUESTE CELLULE E DELLE
interruttori molecolari che svolgono un ottimo lavo- CONNESSIONI ELETTRICHE
ro di sostituzione delle cellule che muoiono nel
corso della vita. Se una disfunzione dei processi MEDIANTE STRATEGIE
cellulari porta questi interruttori ad accendersi
irregolarmente, può verificarsi una prolifera-
NUTRIZIONALI E ALTRE
zione tale da provocare tumori potenzialmente STRATEGIE TERAPEUTICHE,
letali. Una ricerca7 condotta dagli scienzia-
ti dell’Health Science Center dell’Università PUÒ CONTRIBUIRE ALLA
di Houston ha rivelato un nuovo meccanismo RIATTIVAZIONE
elettrico in grado di controllare questo processo.
Gli studi hanno portato all’individuazione di un DI UN METABOLISMO SANO
interruttore molecolare chiamato K-Ras (le Ras
sono proteine ​​di segnalazione legate alla mem- ripristinare il potenziale di membrana, può es-
brana coinvolte nella differenziazione, prolifera- sere una strategia particolarmente efficace per
zione e sopravvivenza delle cellule). Quello che la cura di un cancro. Tralasciando i metodi di
accade nelle cellule cancerose è che il K-Ras è natura chimica e biologica (come l’impiego di
bloccato nella posizione “On”, guidando la di- sostanze ortomolecolari ed altre che potrebbero
visione cellulare che porta alla produzione di un sostenere e riparare la membrana esterna del-
cancro: tale fenomeno è provocato proprio dalla le cellule e le membrane interne degli organelli
depolarizzazione della membrana plasmatica e della cellula), diverse sperimentazioni sono state
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

può essere contrastato solo dalla ripolarizzazio- eseguite nel tentativo di migliorare le proprietà
ne della membrana. elettriche delle cellule cancerose mediante l’uso
In sostanza, ora è chiaro che la forte proliferazione delle Microcorrenti, di PEMF (Onde Pulsate), appa-
cellule cancerose, è provocata da una molecola (K-Ras) recchiature a Raggi Infrarossi e Fototerapia.
che a sua volta viene prodotta a causa del basso poten-
ziale plasmatico. Anche l’applicazione di correnti continue ha
Versioni mutate di K-Ras si trovano in circa il portato a risultati apprezzabili. Il Dr. Norden-
20% di tutti i tumori umani, quindi i risultati di strom Björn8 e successivamente il Dr.Rudolf
questa ricerca possono essere fondamentali per Pekar9 hanno sperimentato terapie elettro-
lo sviluppo di trattamenti in tutti i tipi di cancro chimiche inserendo direttamente nel cancro,
caratterizzati da una crescita incontrollata delle elettrodi di platino per distruggere porzioni di
cellule (tra cui il pancreas, il colon e il polmone). tessuto. Il risultato ottenuto consiste in una for-
te alterazione del pH intorno al cancro, che da
Le Applicazioni terapeutiche acido10 diventa fortemente basico (pH 12-14) per attra-
Il frutto delle ricerche sopra riportate (soprat- zione di ioni di sodio (Na+) caricati positivamente,
tutto dell’ultima), confermano che cercare di provocando la morte delle cellule cancerose.

SC | Scienza e Conoscenza 13
Dunque, il forte cambiamento di pH indotto stiche elettriche e funzionali delle cellule, sicu-
dalla corrente continua (da 40 a 180 mA con ramente le Microcorrenti sono le più indicate.
una tensione applicata di 6÷12 volt) si è dimo- Queste applicazioni utilizzano campi elettrici,
strato essere uno dei fattori determinanti per la ● applicati direttamente con elettrodi,
distruzione di un cancro. ● indotti da campi magnetici di adeguata
Il professor Xin Yu Lin11, come spiegato in alcu- potenza, in modo da penetrare in profon-
ni articoli scientifici, ha utilizzato questo Trat- dità nei tessuti e creare correnti elettriche
tamento Elettrochimico (ECT) su migliaia di nelle strutture biologiche conduttive,
pazienti in Cina. I successi clinici ottenuti con ● indotti da antenne di vario tipo collegate a
vari tipi di cancro, hanno mostrato che l’ECT è generatori di frequenze,
semplice, sicuro, efficace e minimamente trau- ● indotti da trattamenti di fototerapia con
matico. Laser e LED.
In conclusione, le tecniche utilizzate dai vari
scienziati che hanno usato questo metodo di Il campo elettrico applicato, cambiando i flus-
cura, hanno consentito di, si di corrente dei circuiti elettrici biologici, può
● cambiare il potenziale di membrana delle modificare il campo della matrice extracellula-
cellule cancerose, l’assorbimento dei nu- re e creare un flusso di corrente che, in funzione
trienti, ridurre la produzione di DNA; della frequenza applicata può attraversare anche la
● creare cambiamenti chimici microam- membrana cellulare.
bientali (del pH) e cambiamenti di campo In questo modo è possibile modificare il poten-
elettrico sia nei siti extracellulari che intra- ziale elettrico delle membrane cellulari, il pH
cellulari; (riducendo l’acidità), le concentrazioni di mine-
● fornire l’immissione di elettroni nel can- rali intracellulari12 (soprattutto Ca2+, K+ e Na+),
cro: dato che queste cellule sono carenti la produzione di energia cellulare13 (ATP) e di
di elettroni, il flusso di cariche negative ha conseguenza, l’attività delle pompe ioniche sul-
effetti sui recettori di membrana, sul movi- la membrana.
mento di ioni attraverso i canali ionici e sui Questi processi non fanno altro che aumentare
processi metabolici cellulari; la carica e la capacità della membrana (intesa
● aumentare l’attività immunitaria grazie come reattanza capacitiva di un condensatore
alla perdita del rivestimento di occulta- elettrico).
mento dei complessi glicoproteici a carica
negativa: sulle cellule cancerose sono infat- Le Microcorrenti a bassa frequenza (MENS o
ti presenti grandi quantità di acido sia- MET) possono fornire un supporto importante
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

lico che danno a queste cellule una forte per il ripristino delle funzioni cellulari. Queste
carica negativa sulla loro superficie cellulare. terapie che utilizzano una corrente di intensità
Poiché le cellule del sistema immunitario, molto bassa (dell’ordine dei microampere) con
come i globuli bianchi, le cellule NK e ma- una larghezza di impulso più ampia di altre
crofagi, hanno una identica carica negati- terapie simili, offrono una serie di effetti van-
va, saranno elettricamente respinte, in quanto taggiosi, tra cui: un forte aumento dell’ATP, il
cariche dello stesso segno si respingono. miglioramento del trasporto di aminoacidi at-
La perdita di questo dispositivo di occulta- traverso la membrana e l’aumento della sintesi
mento consente di attaccare il cancro gra- proteica cellulare. Anche il trasporto di minerali
zie all’attivazione del sistema immunitario attraverso la membrana cellulare viene miglio-
con la produzione di citochine, interferone rato, poiché i dispositivi a microcorrenti aiutano
e l’attivazione di cellule T citotossiche e a correggere la capacità ridotta delle cellule dan-
macrofagi. neggiate ed aumentare la conducibilità elettrica
del tessuto. Gli elettroni sono parte integrante
Tra le applicazioni che utilizzano i campi a cor- di molte delle complicate reazioni chimiche che
rente alternata, utili al ripristino delle caratteri- avvengono sistematicamente nel corpo umano.

14 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN MEDICINA

È calcolato che con una corrente di soli 10 μA di Infine anche un dispositivo a PEMF (Campi Elet-
MENS vengono liberati approssimativamente tromagnetici Pulsati), che applica un campo ma-
6.3 x 1012 (6,300 bilioni) di elettroni per secon- gnetico al corpo, induce la produzione di deboli
do. Questo fluire di elettroni condiziona tutte le correnti elettriche nei tessuti. Un apparato che
reazioni chimiche nel corpo umano, a incomin- produce impulsi estremamente netti e di altissima
ciare dai radicali liberi che sono responsabili dei intensità, come ad esempio il Papimi16, potrebbe
danni alle strutture cellulari come le membrane essere efficace nella progressiva distruzione delle
(e la loro capacità di mantenere una carica elet- cellule cancerose grazie al fatto che provoca un
trica), i mitocondri (e la produzione di ATP), gli aumento del potenziale di membrana delle cellu-
acidi nucleici del DNA (che possono riprodurre le che inibisce la mitosi e, di conseguenza, provo-
cellule non normali) e le proteine cellulari. Inol- ca il rallentamento della crescita sino alla morte
tre, l’uso di questi dispositivi nel cancro aiuta cellulare per invecchiamento17. A conferma di
a ristabilire un flusso di biocorrenti nei tessuti questa ipotesi, un documento18 prodotto dal Pro-
riducendo la resistenza del tessuto canceroso. fessor Dr. P.T. Pappas, riportata una serie di casi
Purtroppo non sono molti gli articoli scientifici14 di tumore trattati con successo in Grecia, grazie
che trattano degli effetti delle microcorrenti su a terapie combinate del Papimi con le Microcor-
vari tipi di cancro, ma sembra certo che tali te- renti. Anche l’arresto della neoangiogenesi19 e la
rapie possono normalizzare la crescita cellulare distruzione di virus o microrganismi coinvolti in
e inibire la divisione cellulare15 quando diventa un cancro, provocata dagli impulsi elettromagne-
anormalmente accelerata. tici, può contribuire alla cura di questo male.

Libro consigliato
MARCELLO ALLEGRETTI
Marcello Allegretti
Onde che Curano Ingegnere Biomedico, Naturopata, Ricercatore e
Tecnologie elettromagne- Scrittore scientifico. Autore di diversi libri, è uno dei
tiche dalla diagnosi alla
massimi esperti degli effetti dei campi elettroma-
ricerca sul cancro
gnetici su cellule e tessuti.
Cercalo su macrolibrarsi.it
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

BIBLIOGRAFIA 7. 
Zhou Y, Wong CO, Cho KJ, et al. SIGNAL by an oscillating electric field. The Joumal of
1. Reilly JP. Applied Bioelectricity: From Electrical TRANSDUCTION. Membrane potential modulates Biological Chemistry 1990;265(13):7260-7267.
Stimulation to Electropathology. New York: plasma membrane phospholipid dynamics and 13. Blank M. Na, K -ATPase function in alternating
Springer, 1998. K-Ras signaling. Science. 2015;349(6250):873– electric fields, FASEB J 1992;6:2434-2438.
876. doi:10.1126/science.aaa5619.
2. Brown G. The Energy of Life: The Science of 14. J. Q. Tong, R. T. Liu, L. Y. Zhao, W. C. Kong, J. T. Tang;
What Makes Our Minds and Bodies Work. 8.Nordenström BEW. Biologically Closed Circuits: Inhibiting Human Breast Cancer Cells (MCF-7)
New York, NY: The Free Press, 1999 Clinical, Experience and Theoretical Evidence with Alternating Micro-current at Intermediate
for an Additional Circulation. Stockholm, Frequency (ACIF) in Vitro and in Vivo, 2012.
3. Uno dei testi più importanti e completi che Sweden: Nordic Medical Publications, 1983.
tratta questi argomenti è The Electrical 15. Vodovnik L, et al. Modified cell proliferation
Properties of Cancer Cells, di Steve Pekar R. Percutaneous Bio-Electrotherapy
9.  due to electrical currents. Med Bio Eng
Haltiwanger M.D., C.C.N. of Cancerous Tumours: A Documentation of Compute 1992; 30:CE21-28.
Basic Principles and Experiences with Bio-
4. Cure JC. Cancer an electrical phenomenon. Electrotherapy. Munich, Germany: Verlag 16. Il Papimi, descritto nel 5° capitolo, del mio
Resonant 1991; Cure JC. On the electrical Wilhelm Maudrich, 1997. libro è un dispositivo che utilizza campi ad
characteristics of cancer. Paper presented alta frequenza pulsati, per eccitare in modo
at the Second International Congress of 10. La matrice extracellulare intorno alle cellule non invasivo cellule e tessuti biologici.
Electrochemical Treatment of Cancer. Jupiter, cancerose, è acida e dunque carente di
Florida: October 1995. elettroni. 17. Panos T. Pappas, Ph.D. and Charles Wallach,
Ph.D., EFFECTS OF PULSED MAGNETIC FIELD
5. Nelle cellule tumorali il sodio intracellulare 11.Yu-Ling X. Indications of the application of OSCILLATIONS IN CANCER THERAPY.
trattiene più acqua causando una loro electrochemical therapy. In Proceedings
maggiore sfericità quindi una geometria of the Fourth International Symposium 18. Selected Papimi Cases. - By Professor Dr. P.T.
diversa dalle cellule normali. on Biologically Closed Electric Circuits. Pappas – Nov. 2009.
Bloomington, MN: International Association 19.Zhang X, Zhang H, Zheng C, LI C, Zhang X, Xiong
6. Seeger PG, Wolz S. Successful Biological for Biologically Closed Electric Circuits in
Control of Cancer: By Combat Against the W: Extremely Low Frequency (ELF) pulsed-
Biomedicine, pgs 52-58, October 26-29, 1997. gradient magnetic fields inhibit malignant
Causes. Gesamtherstellung: Neuwieder
Verlagsgesellschaft mbH (1990). 12.Liu DS, Astumian RD, Tsong TY. Activation of tumour growth at different biological levels.
Na+ and K+ pumping modes of (Na-K)-ATPase Cell Biol Int 2002, 26:599–603.

SC | Scienza e Conoscenza 15
Biorisonanza
e sistemi viventi
Un metodo che permette la misurazione dell’inquinamento
elettromagnetico e la sua interferenza con le normali funzioni dell’organismo

Fausto Bersani Greggio


Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

Spiegare il fenomeno scono con essi assorbendone energia. In questi


casi è però necessario distinguere tra campo in-
della risonanza
cidente e campo interno.
La presenza dei campi elettromagnetici (CEM)
Il campo incidente è quello situato nella zona
di natura antropica sta diventano sempre più di interesse in assenza del corpo materiale, in
invasiva nella vita quotidiana, soprattutto per sostanza nel vuoto, mentre il campo interno
quanto concerne le connessioni wireless. Molti è quello realmente presente all’interno del si-
esperti ritengono, a fronte di indagini epidemio- stema biologico. In genere il campo interno è
logiche e di laboratorio, che i CEM, anche non direttamente proporzionale a quello incidente,
ionizzanti, possano essere causa di patologie. tuttavia il fattore di proporzionalità cambia da
Gli organismi viventi esposti ai CEM interagi- punto a punto in funzione delle proprietà elet-

16 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN MEDICINA

triche del corpo e della sua geometria, renden-


do l’analisi del problema alquanto complessa. NEI CONFRONTI
In particolare alcuni strati di materiale possono DELLE VARIE ONDE
risultare di spessore e composizione tali da pro-
vocare fenomeni di risonanza[1], [2] a frequenze ELETTROMAGNETICHE,
particolari, fenomeni che dovrebbero essere te-
nuti in considerazione quando si valuta il livello
IL CORPO UMANO SI
di pericolosità di un CEM[1]. COMPORTA COME UNA VERA
Il fenomeno della risonanza può essere qua-
litativamente spiegato nel modo seguente: E PROPRIA ANTENNA. LA SUA
la risonanza è la capacità che ha il sistema di
aumentare l’ampiezza di oscillazione in corri-
CAPACITÀ DI ASSORBIMENTO
spondenza di sollecitazioni esterne sintonizzate VARIA IN RELAZIONE ALLA
esattamente sulle frequenze proprie di vibrazio-
ne. In questo caso, in modo molto efficiente, il NATURA DEL TERRENO, AL
sistema assorbe, amplificandola, l’energia cedu- TIPO DI CONTATTO CON
ta da una perturbazione.
ESSO, ALLA FREQUENZA E
Supponiamo che un’onda EM incida sulla su-
perficie A di un tessuto biologico, vi penetri e si
ALL’INTENSITÀ DEI CEM A CUI
propaghi al suo interno (v. Fig.1). VIENE ESPOSTO
Quando l’onda arriva all’estremità opposta B si
riflette e torna quasi interamente indietro. Una
volta arrivata alla superficie da cui è entrata l’on- L’effetto risultante di questa successione di ri-
da si riflette di nuovo e se si sovrappone perfetta- flessioni alle estremità e sovrapposizioni in fase
mente all’onda incidente rinforzandola per inter- genera una cavità risonante per i CEM all’in-
ferenza costruttiva. terno del corpo esattamente come accade per il
suono relativamente alla cassa di una chitarra.
In altri termini, un campo incidente, anche non
particolarmente intenso, può provocare rinforzi
e concentrazioni (hot spots) all’interno del corpo
con possibili situazioni di rischio anche quando
i valori medi all’esterno non sono tali da supera-
re i valori considerati di sicurezza per la popola-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

zione che, in genere, sono sbrigativamente for-


mulati in campo libero, peraltro con discutibili
indicazioni sui tempi e i modi di misura.
La crescita del CEM all’interno di un corpo si
arresta quando si arriva ad una condizione di
equilibrio tra l’energia immessa dall’onda inci-
dente e quella perduta, sia per riflessione all’e-
sterno sia per fenomeni dissipativi interni. È
altresì chiaro che le strutture delle cavità risonanti
variano a seconda dei soggetti coinvolti e in alcuni
casi possono verificarsi anche fenomeni di inter-
ferenza distruttiva con un abbattimento dell’in-
tensità del campo. Questo spiegherebbe la non ri-
producibilità di alcuni effetti biologici su campioni
Fig.1 diversi esposti alle medesime sorgenti di CEM.

SC | Scienza e Conoscenza 17
IL METODO DA ME Il punto delicato dell’intero problema consiste
nel fatto che la previsione teorica di tali com-
PROPOSTO SUPERA portamenti risulta estremamente ardua. Infatti
la quantità e la distribuzione di energia elettro-
TUTTI I LIMITI CONNESSI magnetica assorbita da un organismo dipendo-
ALL’UTILIZZO DI METODI no da numerosi fattori non sempre facilmente
valutabili quali:
MATEMATICI O DI ● le caratteristiche del campo di radiazione
SIMULATORI SPERIMENTALI interno ed esterno al tessuto biologico (in-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

tensità, potenza, polarizzazione);


DEL CORPO UMANO
● orientamento e dimensioni geometriche
CONSENTENDO UNA del corpo;
MISURA DIRETTA E ● proprietà elettromagnetiche dei tessuti in-
vestiti dall’onda.
PERSONALIZZATA
DELL’AMPIEZZA DEL I modelli matematici, per quanto possano es-
sere rigorosi e raffinati, rappresentano pur
SEGNALE NEL TESSUTO sempre una semplificazione della realtà fisica.
Pertanto non bisogna mai dimenticare che le
BIOLOGICO IN PRESENZA soluzioni ottenute forniscono una visione ap-
DI MECCANISMI DI prossimata dello stato di fatto a cui sarebbe su-
perficiale attribuire significati fisici di estrema
INTERFERENZA precisione e riproducibilità.

18 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN MEDICINA

Peraltro gli stessi risultati della sperimenta- in virtù del quale, in corrispondenza di alcune
zione animale spesso non sono direttamente delle frequenze principali dedicate alle connes-
esportabili all’uomo in quanto la configurazio- sioni wireless, l’intero corpo umano (total body) o
ne di campo interno dipende fortemente dalla alcune sue parti (hot spots) assorbono il massimo
forma e dalle dimensioni della cavia. dell’energia elettromagnetica.
Per questo motivo sono stati sviluppati anche
fantocci sintetici antropomorfi che cercano di
L’apparato strumentale
simulare i tessuti biologici dell’uomo per quan-
e la metodica utilizzata
to concerne l’assorbimento dei CEM. Tuttavia, Lo strumento utilizzato è l’analizzatore di spet-
anche in questo caso, si presentano grossolani tro RF Explorer/3, riportato in Fig.2, montato
limiti predittivi data l’eccessiva semplificazione su un supporto dielettrico durante le misure.
rispetto alla complessità del sistema reale.
A fronte delle difficoltà insite nella modellizza-
zione di un sistema caratterizzato da un compor-
tamento complesso e non lineare di innumere-
voli variabili lontane da condizioni di equilibrio,
in questo lavoro propongo un approccio speri-
mentale innovativo nel settore biomedico per la
misura delle frequenze di risonanza interne al
corpo umano tramite un analizzatore di spettro,
strumento di norma utilizzato per rilievi am-
bientali, in questo caso direttamente applicato
al tessuto biologico esterno.
Il metodo da me proposto presenta le seguenti
caratteristiche:
● non introduce fattori espositivi ulteriori
oltre a quelli già presenti in condizioni
normali in quanto sfrutta la radiazione
di fondo esistente e quindi non espone il
soggetto ad un incremento del rischio;
Fig.2
● conferma l’esistenza di effetti di risonan-
za in corrispondenza di determinate fine-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

stre di frequenze che presentano elementi Tipicamente usato per misure ambientali di
generali comuni a tutti gli esseri viventi CEM, esso ed è in grado di esplorare l’interval-
e fattori specifici legati alle caratteristiche lo di frequenze 15¸ 2700 MHz. In particolare
geometriche e biofisiche dei tessuti del consente il controllo in tempo reale del livello di
singolo individuo; campo in funzione della frequenza.
Ovviamente esistono modelli che possono
● inoltre i risultati ottenuti confermano
estendere la banda di frequenza ad intervalli
chiaramente l’esistenza di un’origine tipi-
più ampi.
camente ondulatoria degli effetti studiati
I dati, nel corso del monitoraggio eseguito, sono
dal momento che si riscontrano sia inter-
stati acquisiti in modalità Max-Hold, per cattu-
ferenze costruttive che distruttive a seconda
rare il massimo segnale, e in modalità Average
della zona corporea e dello spettro elet-
(Avg), per ottenere il valore medio nell’intervallo
tromagnetico presi in esame.
di tempo dedicato alla misura.
Ciò che ho potuto dimostrare in questa ricerca Dopo aver selezionato alcuni intervalli di fre-
è l’esistenza di un metodo strumentale con il quenza, non troppo ampi al fine di non perdere
quale quantificare il fenomeno della risonanza dei dettagli nella risposta dello strumento, è suf-

SC | Scienza e Conoscenza 19
ficiente mettere a contatto la pelle del soggetto
all’ingresso dell’analizzatore.
In sostanza il soggetto formerà, in tal modo,
un sistema unico con l’antenna o, più corretta-
mente, diventerà parte dell’antenna stessa rac-
cogliendo i segnali presenti a livello ambientale
nel sito in cui verrà effettuata la misura. Quindi
i risultati avranno un significato relativo al rap-
porto soggetto/ambiente.
Nei confronti delle varie onde elettromagneti- Fig.3
che, il corpo umano si comporta come una vera
e propria antenna. La sua capacità di assorbi-
mento varia in relazione alla natura del terre-
no, al tipo di contatto con esso, alla frequenza e
all’intensità dei CEM a cui viene esposto.
Durante la misura il soggetto deve rimanere in
piedi, in posizione eretta, indossando le scarpe
che normalmente utilizza.
Usare una suola più o meno isolante può mo-
dificare il risultato della misura a seguito di un
accoppiamento più o meno accentuato del mo- Fig.4
dello uomo ‒ antenna con il suolo. Per contro, nelle Figg. 5 e 6, è stato riportato
In sostanza l’indicazione di base a cui attenersi il caso di una interferenza distruttiva (zona cer-
è quella di porre il soggetto nelle condizioni abi- chiata in rosso) nell’intervallo di frequenze
tuali, sia per quanto riguarda l’ambiente mag- 1100 – 1150 MHz con una riduzione del segna-
giormente frequentato, sia per quanto concerne le dopo che si è verificato il contatto tra il sog-
le calzature normalmente utilizzate. getto e l’antenna.

I risultati sperimentali
In questa sezione riporterò solo alcune delle
schermate scelte tra i risultati sperimentali più
significativi, fermo restando che tutti gli inter-
valli di frequenza esplorati hanno mostrato dati
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

estremamente interessanti che necessiterebbero


analisi più approfondite.
Le schermate sono riprodotte in coppie in cui il
primo grafico si riferisce alla situazione del fon-
do ambientale in campo libero mentre il secon- Fig.5

do a quanto rilevato a seguito dell’interazione


con il modello uomo ‒ antenna.
Nella Fig.3 è stato preso in esame l’intervallo di fre-
quenze comprese tra 15 MHz e 150 MHz.
Come si può notare dal confronto con la Fig.4,
quando il soggetto è venuto in contatto con l’an-
tenna dell’analizzatore, si sono verificati tre evidenti
incrementi di segnale (le zone cerchiate in blu) cor-
rispondenti ad altrettante bande di frequenza che,
come è noto nella letteratura scientifica, rientrano
Fig.6
nelle tipiche zone di risonanza total body [1].

20 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN MEDICINA

IL METODO DA ME Un tale processo risonante potrebbe essere in


grado di spiegare l’insorgenza di effetti non-ter-
PROPOSTO SUPERA mici in presenza di campi elettromagnetici non
TUTTI I LIMITI CONNESSI ionizzanti, anche di bassa intensità.
Il passo successivo di questo lavoro sarebbe
ALL’UTILIZZO DI METODI quello di affiancare le misure biofisiche condotte
MATEMATICI O DI con l’analizzatore di spettro ai dati clinici di vari
pazienti al fine di realizzare un’indagine epide-
SIMULATORI SPERIMENTALI miologica che per la prima volta, in questo settore,
DEL CORPO UMANO userebbe in modo sinergico misure dosimetriche,
analisi cliniche ed elaborazione statistica dei dati
sperimentali. Ritengo che questa possa rappresen-
Conclusioni
tare una tappa significativa nell’ambito di una re-
La dosimetria sperimentale ha un ruolo essen-
ale prevenzione e di una corretta valutazione
ziale nello studio dei possibili effetti biologici dei
del rischio di cui si dovrebbe tener conto sia a
CEM non ionizzanti in quanto fornisce il legame
livello legislativo, sia per quanto riguarda un uso
tra l’intensità misurata dei campi esterni, valo-
personale consapevole delle moderne tecnologie.
re che di per sé non dà informazione alcuna sui
campi indotti all’interno dell’organismo vivente,
e la valutazione della dose realmente assorbita, a
cui si ritiene sia legato l’effetto biologico[1]. Riviste Consigliate
Il metodo da me proposto supera tutti i limiti
connessi all’utilizzo di metodi matematici o di Scienza e Conoscenza
simulatori sperimentali del corpo umano con- N. 44 - EBOOK
Inquinamento
sentendo una misura diretta e personalizzata
elettromagnetico:
dell’ampiezza del segnale nel tessuto biologico Nuoce gravemente
in presenza di meccanismi di interferenza. alla salute
In particolare l’organismo dimostra di compor-
tarsi, rispetto alla radiazione elettromagnetica,
in maniera del tutto simile ad un’antenna ra- Scienza e Conoscenza
dio ricevente in grado di amplificare anche un N.72 - EBOOK
segnale molto debole se “sintonizzata” nella fi- Cuore Quantico
nestra di frequenze “bioattive” permesse dalla Campo elettromagnetico,
struttura del tessuto biologico interessato dall’e- coerenza e risonanza del
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

sposizione[3], [4], [5], [6]. cuore: scopri la tua intelli-


genza intuitiva e non locale

BIBLIOGRAFIA
Cercale su scienzaeconoscenza.it
[1] D. Andreuccetti, M. Bini, A. Checcucci, M. Grandolfo, A. Ignesti,
L. Millanta, R. Olmi, N. Rubino, Protezione dai campi elettro-
magnetici non ionizzanti – IROE 1988.
[2] Bersani G.F., Lugli M., La risonanza in fisica e medicina (E.A.V.
n.14, Atti convegno AMIDEAV – Marzo 2004).
[3] Bistolfi F., "Radiazioni non ionizzanti, ordine, disordine e bio-
Scritto da
FAUSTO BERSANI GREGGIO
strutture" - Ed. Minerva Medica 1989.
Docente di Fisica presso il liceo Volta di Riccione è
[4] Bersani G.F., Lugli M., Segnali elettromagnetici a livello cellulare
consulente della Federconsumatori della Provincia di
(La Medicina Biologica – Luglio – Settembre 2005/3; 37-40).
Rimini, membro del Comitato Scientifico di Isde Italia
[5] Bersani G.F., Lugli M., Metodiche a confronto sulla misura della e di varie commissioni tecniche per la pianificazione
bioconducibilità (n°1 Gennaio 2007 – Medicina Naturale). dell'impatto elettromagnetico a livello ambientale. È
[6] Bersani G. F. Il modello uomo-antenna e i suoi codici (Scienza autore di oltre una sessantina di pubblicazioni.
e Conoscenza n.72 – aprile 2020). Per contatti: faustobersani@libero.it

SC | Scienza e Conoscenza 21
Luce: energia della vita
La rivoluzionaria ricerca di un fisico che spiega
la luce come prima manifestazione di ogni forma di vita
Intervista al Prof. Konstantin Korotkov – a cura di Romina Alessandri

È
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

un piacere per me poterla intervi- L’ultimo numero della nostra rivista (n.75)
stare Prof. Korotkov, soprattutto in era dedicato ai poteri della mente e della
questo numero di Scienza e Cono- coscienza. A quali conclusioni è giunto nei
scenza, dedicato alla LUCE e alle suoi lunghi studi della coscienza?
sue declinazioni in medicina e fisica. Per oltre 40 anni ho fatto ricerche sui processi
della coscienza e ora abbiamo molti approcci
Su questo tema lei viene definito un “pionie- diversi per studiarla. La coscienza è una capacità
che possiedono tutte le forme di vita di formare
re”: che tipo di ricerche ha fatto sulla luce?
rappresentazioni astratte del mondo materiale
Tutto il mio lavoro nella scienza ‒ più di 45 anni
esterno: in forma più semplice, la coscienza è
‒ è legato alla luce. Mi sono laureato come fisi- la capacità di un soggetto di reagire alle infor-
co quantistico, in seguito ho lavorato con laser, mazioni ambientali e cambiare il suo comporta-
luci LCD e la nostra tecnologia ‒ Gas Dischar- mento in accordo con queste informazioni.
ge Visualization (GDV - oggi Bio-Well) ‒ è il Tutti i soggetti biologici hanno coscienza, ma
modo di registrare la luce emessa da diversi sog- i livelli di coscienza tra loro sono diversi. Ho
getti, compresi gli esseri umani. approfondito molto questo argomento nei miei

22 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN MEDICINA

libri. La coscienza è un fenomeno cosmico, è


onnipresente, non ha confini, e insieme alla co- TUTTI I SOGGETTI BIOLOGICI
scienza individuale si parla di coscienza colletti- HANNO COSCIENZA, MA I
va come parte di un Campo Informato.
LIVELLI DI COSCIENZA TRA
Esiste la possibilità di misurare scientifi-
camente la coscienza?
LORO SONO DIVERSI
Per introdurre la coscienza nel quadro scientifi-
co abbiamo bisogno prima di tutto di sviluppare prie emissioni e dall’interazione con i processi
una teoria del suo funzionamento, che sarebbe ambientali. Un organismo vivente è un sistema
in grado di spiegare diversi livelli di coscienza aperto e come tale non può essere considerato
e prevedere alcuni nuovi fenomeni, come la senza tener conto di tutte le connessioni e
guarigione a distanza, i medium e le esperienze interazioni esterne. Così, l’aura fisica va con-
fuori dal corpo. Ora le più promettenti sembra- siderata come composta da tanti componenti.
no essere le teorie basate sull’elettrodinamica Quale di queste spicca sulle altre dipende dalle
quantistica. Dobbiamo accettare la coscienza condizioni. Sembra molto probabile che esista-
come un effetto del sistema, che non dipende no altri campi fisici nell’aura, che devono anco-
da una particolare parte del corpo, anche se po- ra essere riconosciuti dalla fisica. Possiamo sup-
tente come il cervello, ma dal sistema nel suo porre l’esistenza di campi fisici di natura ancora
insieme. Possiamo attribuire un certo livello di sconosciuta.
coscienza ad ogni cellula del corpo o all’organo
particolare, ma per raggiungere un alto livello Sono rimasta molto stupita da alcuni stu-
di coscienza abbiamo bisogno dell’attività coor- di che avete condotto su persone che han-
dinata di tutte le cellule, di tutti gli organi. no lasciato il corpo terreno. L’energia e la
L’elettrodinamica quantistica opera con la nozio- luce che ci accompagnano nella vita scom-
ne di un sistema, composto da molti elementi, per paiono immediatamente dopo la morte?
questo può essere applicata alla costruzione della Le credenze esoteriche, le credenze occulte e gli
teoria della coscienza. Si possono trovare molti ar- insegnamenti religiosi di tutti i tempi e di tutti
ticoli pubblicati su questo argomento e, senza es- i popoli concordano che la morte non termina
sere un matematico, è assolutamente impossibile la vita dell’anima. Secondo varie dottrine, l’esi-
capirne l’importanza e il significato. I lettori inte- stenza dell’anima dopo la morte può assumere
ressati possono fare riferimento ai lavori di Mari forme diverse. Tuttavia, tutte le dottrine sono
Jibu, Kunio Yasue, Emilio Del Giudice, Giuseppe concordi nell’affermare che esiste un legame tra
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

Vitiello e altri importanti teorici. Vi auguro buona la vita terrena e la vita ultraterrena dell’anima, e
fortuna e vi lodo se sarete in grado di capire il loro quest’ultima è la continuazione della prima su un
contenuto. Possiamo solo credere che ad un certo piano diverso. Ebbene, l’anima non lascia subito
punto saranno in grado di costruire una teoria il corpo. Varie tempistiche sono state assegnate
della coscienza che si sostenga. a questo processo dalle diverse dottrine, general-
mente, si va da due a nove giorni. Durante que-
La parola AURA è spesso usata in campo sto periodo, l’anima è collegata al corpo.
spirituale, legata alle discipline olistiche A volte l’anima è in grado di tornare nel corpo, e
e alla meditazione. Mi piacerebbe ave- la persona può essere rianimata per un’ulteriore
re da lei una descrizione personale ma vita sulla Terra. Nella stragrande maggioranza
scientifica, basata sui suoi esperimenti. dei casi, tuttavia, il trasferimento dell’anima è
L’aura (noi preferiamo usare la definizione di irreversibile. L’anima subisce una trasformazio-
Biocampo o Campo Energetico) dell’oggetto ne e acquisisce una nuova esperienza spirituale,
biologico e dell’uomo in particolare è la combi- che determina la sua successiva esistenza: anche
nazione totale dei campi fisici e delle radiazioni, così, l’anima continua ad essere collegata al cor-
emesse da un corpo nello spazio causati da pro- po che ha lasciato.

SC | Scienza e Conoscenza 23
Quindi, parlando di energia, di aura e di blico come funzionano alcune delle mac-
emissioni energetiche del nostro corpo, chine che ha inventato?
capiamo che esse sono parti inseparabili Sì grazie. Partiamo da Bio-Well, un modo rivo-
della nostra esistenza. Emaniamo luce è luzionario e non invasivo di misurare il campo
siamo in continua connessione con tutto il energetico umano utilizzando una telecame-
resto dell’energia nell’Universo. È così? ra specializzata e uno speciale software. Il di-
Ognuno di noi è parte di un unico organismo: spositivo Bio-Well GDV è stato sviluppato dal
il grande organismo dell’Umanità e ognuno di mio team insieme a partner statunitensi e porta
noi è importante per l’esistenza di tutto il resto. sul mercato la potente tecnologia nota come
Ci deve essere varietà – diverse razze, diverse tecnica GDV (Gas Discharge Visualization).
capacità cognitive, diversi desideri e caratteristi- L’immagine, che creiamo grazie allo strumento
che – perché è solo nella diversità delle persone Bio-Well, è basata sugli assunti della Medicina
che l’umanità può rispondere in modo flessibile Tradizionale Cinese e verificata da oltre 20 anni
ai cambiamenti dell’ambiente e a tutte le sue di esperienza clinica fatta da centinaia di medi-
trasformazioni. Ogni diverso organismo viven- ci con migliaia di pazienti. Il processo di scan-
te è parte inscindibile dell’organismo Universo. sione è veloce, facile e non invasivo. Può essere
Noi tutti emettiamo luce e i nostri fotoni con- eseguito ogni giorno e permette di ottenere un
tribuiscono al campo energetico onnipresente feedback in tempo reale su quali fattori – po-
dell’Universo, perché i fotoni esistono contempo- sitivi e negativi – influenzano il proprio stato
raneamente sia come particella che come onda. energetico. Ogni scansione offre una varietà di
risultati interessanti con fino a 7 opzioni di vi-
Lei è un ricercatore instancabile e anche sualizzazione. Un altro strumento è il BioWell
un inventore. Può spiegare al nostro pub- Sputnik e l’elettrodo per l’acqua, con cui è pos-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

24 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN MEDICINA

Quali sono le applicazioni di questi stru-


LA COSCIENZA È UN menti in medicina?
FENOMENO COSMICO, È Il metodo Bio-Well è già attivamente utilizza-
to in medicina e psicologia in molte parti del
ONNIPRESENTE, NON HA mondo. Studiando le immagini fluorescenti dei
CONFINI, E INSIEME ALLA polpastrelli, che cambiano dinamicamente con
gli stati emozionali e di salute, si possono identi-
COSCIENZA INDIVIDUALE ficare le aree di congestione o di salute dell’inte-
ro sistema. Più di 300 articoli scientifici e molti
SI PARLA DI COSCIENZA libri sono pubblicati su questo argomento (www.
COLLETTIVA COME PARTE DI iumab.club). Inoltre per anni la tecnologia GDV
è stata accettata dal Ministero dello Sport russo
UN CAMPO INFORMATIVO come uno dei diversi metodi utilizzati per valu-
tare lo stato psicofisiologico di un atleta.
sibile misurare l’ambiente, le emozioni umane
e le energie dell’acqua. La tecnologia GDV uti- Traduzione a cura di Romina Alessandri
lizza l’elaborazione al computer delle immagini
della luce emessa dal soggetto nel campo elet-
tromagnetico ad alta intensità. Per esempio le
immagini catturate di tutte le dieci dita di ogni I libri di  
persona possono fornire informazioni dettaglia- Konstantin Korotkov
te sul suo stato psicosomatico e fisiologico.

La Luce dopo la Vita


KONSTANTIN KOROTKOV Un viaggio scientifico nel
mondo spirituale
È professore di Fisica al Politecnico di San Pietroburgo
in Russia. Ha pubblicato oltre 70 lavori sulle principa-
li riviste di fisica e biologia, e detiene 12 brevetti su
invenzioni di biofisica. Il Prof. Korotkov ha condotto
una carriera di ricerca per oltre 25 anni, coniugando
un rigoroso metodo scientifico con una curiosità insa- L’energia
ziabile per lo Spirito e un profondo rispetto per tutta della Coscienza
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

la vita. Egli è anche uno studioso di filosofia e un serio L’influenza dei processi
alpinista con 20 anni di esperienza. Ha tenuto lezio- mentali, emozionali e
ni, seminari e sessioni di formazione in 24 Paesi, pre- spirituali sul campo
sentando il suo lavoro in oltre 40 congressi nazionali energetico umano
ed internazionali. È autore di 4 libri, alcuni in lingua
inglese, tra cui: Light After Life, esperimenti e idee sulle
modifiche dopo-morte delle fotografie di Kirlian. (1998
– Backbone Publishing.Co). Il Dr. Korotkov è anche
editore associato della rivista “Coscienza e realtà fisi-
ca” dove pubblica articoli in russo e in inglese. L’Energia della Vita
Al 5° Congresso dell’Unione Internazionale di Medici- Storia e futuro di una
na e Biotecnologia Applicata a Curitiba, in Brasile, il ricerca rivoluzionaria
Dr. Korotkov è stato eletto presidente della IUMAB da
parte dei ricercatori più importanti del mondo.
Grazie all’abilità dell dott. Korotkov è nata un’innova-
zione: la tecnologia della Visualizzazione a Scarica di
Cercali su macrolibrarsi.it
Gas Computerizzata, basata sul ben noto effetto Kirlian.

SC | Scienza e Conoscenza 25
Senza acqua non c’è vita
e non c’è vita senza Luce
Pubbliredazionale a cura di Edenwell

L’
acqua è vita, è energia, è essen-
ziale, è una risorsa dal valore ASSIMILARE UN’ACQUA
inestimabile per le sue peculia- BEN STRUTTURATA
ri proprietà e per tantissimi al-
tri utilizzi e virtù. E non è solo importante ED INFORMATA È
per l’uomo, l’acqua è importante anche per FONDAMENTALE PER IL
l’ambiente e tutti gli altri esseri viventi che
vivono sulla Terra. Rappresenta la compo- SOSTEGNO VITALE
nente principale del nostro pianeta e del no-
stro organismo, così come di altre forme di
vita. Senza acqua non c’è vita! E non c'è vita Durante il processo di depurazione il suo aspet-
senza luce, nel nostro caso senza il sole: una to energetico viene trascurato. In alcuni casi, a
tiepida stella abbastanza vicina da riscaldarci causa dei depuratori, ne viene addirittura mo-
senza bruciarci, grazie alla quale avviene la dificata la struttura molecolare, attività che tra
fotosintesi nelle piante e che apporta molti be- l’altro comporta l’utilizzo di materiali plastici,
nefici all’uomo. come le membrane nel sistema di filtraggio, le
vernici o i materiali plastici delle scocche.
Cosa fa la luce all’acqua? E perché Attraverso un’analisi si possono conoscere le
è così importante? sue caratteristiche e quindi intervenire con una
L’acqua è la più ordinaria delle sostanze e pre- tipologia adeguata di filtrazione, senza necessa-
senta caratteristiche straordinarie: è un elemen- riamente distruggerne la struttura e, di conse-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

to di fondamentale importanza per il benessere guenza, mantenerne la vitalità.


complessivo dell’individuo.
Nel suo percorso naturale riceve informazioni Un impianto di depurazione
sotto forma di frequenze dal mondo circostan- innovativo ed ecosostenibile
te, entrando in contatto con minerali, cristalli, Per fronteggiare questa incognita la start-up
terra, luce, colori e odori che la strutturano cre- Edenwell ha unito analisi, competenza e speri-
ando un equilibrio e una coerenza armoniosa. mentazione per progettare un impianto di de-
Assimilare un’acqua ben strutturata ed infor- purazione altamente innovativo.
mata è fondamentale per il sostegno vitale. Edenwell Original è il primo impianto ad aver
Oggi purtroppo, a causa del contributo umano, integrato in un unico sistema tre tecnologie fon-
l’acqua incontra problematiche come l’inquina- damentali per la cura dell’acqua: la depurazio-
mento industriale ed agricolo, arrivando nelle ne, la dinamizzazione e l’armonizzazione.
nostre case dopo essere stata trattata chimica- È proprio grazie a questo sistema innovativo
mente o dopo aver passato lunghi percorsi e pe- a tre fasi che l’acqua viene rispettata sia nel-
riodi nelle tubazioni completamente al buio o la sua autentica composizione fisica che nella
stantia nei bacini. sua vitalità.

26 SC | Scienza e Conoscenza
PUBBLIREDAZIONALE

Un campione d’acqua proveniente da acquedotto. Immagine della medesima acqua dopo il passaggio
I rapporti scombinati e disarmonici tra i cristalli in- attraverso la tecnologia Edenwell Original. I cluster
dicano un livello basso di vitalità. Le piccole struttu- delle molecole risultano naturalmente riordinati e
re circolari sullo sfondo, circondate da aree vuote e manifestano la loro capacità organizzatrice. Solo ac-
scure, mostrano l’assenza di una forza strutturante. que pure di sorgente si presentano simili.
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

Le immagini qui sopra mostrano i risultati dei nell’ambito della produzione eco-sostenibile
test di cristallizzazione dell’acqua condotti con e dello sviluppo di tecnologie che rispettino
il metodo S.A.T. nei quali è possibile distingue- l’autentica composizione dell’acqua e il suo
re il medesimo campione di acqua provenien- percorso.
te da un acquedotto. A sinistra, l’immagine In linea con i principi di sostenibilità, una parti-
rappresenta il campione non trattato, a destra colare attenzione è rivolta ai materiali che com-
invece, il campione trattato con Tecnologia pongono sia il sistema di filtrazione, sostituendo
Edenwell. le membrane sintetiche con la terra ceramica,
sia i componenti che la rivestono, eliminando
completamente la plastica, sostituita con accia-
Il ruolo di Edenwell io e bamboo. 
Edenwell è un’azienda che si propone di uti-
lizzare l’innovazione tecnologica per trattare i Per informazioni
vari aspetti dell’acqua, fisico, chimico e biofisi- Edenwell - So Water So good
co, nel rispetto etico del suo naturale processo. Via Savallon, 13 - 31012 Cappella Maggiore TV
La società, infatti, nasce proprio dalla ricerca info@edenwell.it - www.edenwell.it

SC | Scienza e Conoscenza 27
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

28
SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN MEDICINA
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

SC | Scienza e Conoscenza 29
PUBBLIREDAZIONALE

OMEOSINPATIA
Il recupero di un modo di essere, di una realtà,
di una verità
Marcello Monsellato

T
rent’anni fa, in un momento par- fini di una vera comprensione del divenire degli
ticolarmente tormentato della mia esseri umani, ha acquisito sempre più rilevanza
vita professionale e personale, so- la concezione elettromagnetica dell’individuo e
praffatto dallo sconforto a causa la sua intrinseca coerenza; in quest’ottica la vi-
della morte in ospedale di un paziente a se- sione dinamica, storica e personale del paziente
guito dell’assunzione di un antinfiammatorio, e della sua malattia pone le basi per una nuo-
per caso ebbi modo di avvicinarmi per la pri- va biologia che illustra in modo limpido l’unità
ma volta ad un corso di medicina omeopati- psico-fisico-emozionale di ogni vivente.
ca, da sempre considerata priva di supporto Nella mia vicenda professionale poi, attraver-
scientifico, “acqua fresca” come sento spesso so gli studi di Biologia dei Sistemi, Epigenetica
sistemico-relazionale e Filosofia Omeosinergeti-
dire tuttora.
ca, dall’Omeopatia classica comincia a prende-
Fu un’autentica rivelazione per me che prove-
re forma una nuova branca: l’Omeosinpatia.
nivo dall’universo della chimica e della biologia
Acquisisce speciale rilevanza la relazione con
tradizionali, dalla valutazione puramente og- l’altro, il nostro simile, con il quale risuoniamo
gettiva degli eventi, nonché dalla convinzione (omeos), la polarità dell’individuo, la perfezione
che la malattia fosse una mostruosità da elimi- del tutto in cui la vibrazione dell’Energia Pri-
nare attraverso farmaci preparati e sperimentati mordiale si invera nel Creato (sin) ed, infine,
a tale scopo. la malattia (patia), che riacquista il suo antico
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

L’omeopatia proponeva invece una visione del valore di autoguarigione, divenendo per questo
tutto diversa, che poneva al centro dell’attenzio- una benattia.
ne la storia personale dell’individuo, considera- In quest’ottica le vicissitudini quotidiane dell’es-
to nella sua interezza psico-fisico-emozionale, i sere umano si inseriscono in un contesto dove
suoi sentimenti, le emozioni nonché le specifi- la soggettività, l’esperienza vissuta, il senso
che modalità di interazione con l’ambiente cir- di questa, la relazione come scambio e la co-
costante. Il linguaggio omeopatico, per me del scienza come realtà vengono a costituire i punti
tutto nuovo, descriveva l’esistenza come poten- cardinali dell’ecosistema individuo-ambiente, il
zialmente regolata da rimedi informativi dilu- tutto in una chiave storica, co-evolutiva ed eco-
iti, subliminali, impercettibili estratti in acqua sistemica.
o alcol da varie sostanze presenti nella natura Secondo questa visione l’individuo, grazie all’al-
e nell’ambiente. Da allora ulteriori studi hanno tro e/o al rimedio Omeosinpatico, avente fun-
approfondito ed arricchito di nuovi contenuti la zione di selettivo catalizzatore di riferimento, ha
visione omeopatica dell’individuo/paziente e la possibilità di conoscere quelle parti di sé che
del rimedio omeopatico. Abbandonato il para- inconsapevolmente rifiuta e, riconoscendole e
digma atomico-molecolare, piuttosto limitato ai integrandole, si completa.

30 SC | Scienza e Conoscenza
PUBBLIREDAZIONALE

Dal canto suo la malattia, come diagnosi, rap- test kinesiologico omeosinergetico che permette
presenta l’effetto di un processo di separazione di individuare le difficoltà inconsce che inde-
dall’altro e, per risonanza, da sé stessi, tuttavia, boliscono il sistema biologico del paziente ed i
come terapia, è indirizzata verso l’unità, trasfor- rimedi più adatti in grado di potenziarlo. Attra-
mando il “Tu” in “Io”, per poi giungere al col- verso questo strumento, il terapeuta accede, sul-
lettivo “Noi”. Ogni problema, ogni esperienza la base del cambiamento della forza muscolare
a prima vista negativa, è dunque l’opportunità in funzione della variazione della risonanza,
per farci comprendere chi siamo, cosa siamo e ad informazioni non altrimenti accessibili alla
come siamo. coscienza tramite i sensi ed entra in risonanza
con le parti vegetative, involontarie del pazien-
Dall’omeopatia all’omeosinpatia te, lasciando in tal modo emergere lo squilibrio
Inizialmente come medico omeopata ho inizia- psicofisico che quest’ultimo sta vivendo.
to ad impiegare il Repertorio omeopatico al fine
Il rimedio omeosinpatico, che risulta grazie
di individuare il famigerato simillimum, partendo
all’Omeoskintest, può essere visto come il “con-
dai sintomi caratteristici e peculiari del pazien-
siglio” più adatto in quel preciso momento per
te. In taluni casi tuttavia non avevo successo per
cui decisi, sperimentandomi, di dare più valo- il paziente, la “voce” più idonea per diventare
re ai sintomi psichici e generali, piuttosto che a consapevole delle dinamiche che sta vivendo, il
quelli locali. tutto attraverso la riattivazione del suo metabo-
Ebbi risultati straordinari e del tutto imprevisti. lismo e il recupero di parti in ombra, nascoste
Da qui la mia idea di individuare per i rimedi nei meandri più interni dei nuclei encefalici. I
omeopatici più usati e frequenti la parte in om- sintomi, infatti, rappresentano sempre i segnali
bra, l’anima, il nucleo psico-emozionale. Fu il di un processo impercettibile, celato, visceral-
primo grande tassello dell’Omeosinpatia. mente profondo che riguarda simultaneamente
Successivamente mi resi conto di quanto fosse corpo, psiche e coscienza, consentendo di evi-
essenziale prendere in debita considerazione il denziare la relazione che creiamo con gli altri e
percorso evolutivo del singolo, a partire dalla soprattutto con noi stessi. La malattia inevitabil-
nascita e passando per le fasi della crescita e del- mente ci scuote, destabilizzando i nostri schemi,
la interazione con l’ambiente esterno fino alla sovvertendo le nostre certezze, consentendoci di
maturazione psichica e fisica, in particolare gra- riappropriarci finalmente di un contatto profon-
zie all’acquisizione di schemi comportamentali, do con l’Io sono.
caratteristicamente espressivi del singolo stadio I nuovi concetti dell’Omeosinpatia ed i
ed idonei a garantire il necessario bagaglio psi- rimedi omeosinpatici possono annove-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

chico per passare al successivo. rarsi tra i filoni omeopatici più rivolu-
Ad ogni fase corrispondono ben definite ca- zionari ed efficaci degli ultimi tempi.
ratteristiche del bambino o del giovane adulto.
Tramite questi strumenti è possibile fluttuare in
Possono emergere rifiuti, blocchi o anche una
un ventaglio di stati di equilibrio dinamici, svi-
paralisi nella maturazione, cui consegue uno
luppando cioè varie configurazioni di equilibrio
schema operativo già codificato in memoria
che consenta un minimo di sicurezza e costan- idonee a produrre vari campi esistenziali dalle
za, pertanto un copione, specifici contenuti caratteristiche diverse.
“risonanti” con un determinato rimedio ome- Lo Spirito d’altro canto è pura vibrazione che si
osinpatico, che assume in tal modo una fun- trans-forma in energia e materia in un processo
zione evidenziatrice e ordinatrice sul singolo in grado di riprodurre il macro nel micro, in cui
paziente. «l’amor che move il sole e l’altre stelle» si incar-
Nasce così un’omeopatia maturativa/sistemi- na nei suoi figli. Buona vita!
ca e con essa il secondo piedistallo dell’omeo-
sinpatia. Il terzo grande pilastro dell’Omeosin- Per maggiori informazioni:
patia, infine, è costituito dall’Omeoskintest, il https://omeosinergia.eu/

SC | Scienza e Conoscenza 31
LA MEDICINA DELLA LUCE
Dove il paziente è il protagonista
Gaetano Conforto

Un incontro quantistico vita eterna e, l’aspetto più importante, amare


Nel lontano 2002 tenevo una conferenza a For- se stessi e gli altri.
lì dove spiegavo le basi di fisica quantistica ap-
plicate alla coscienza e alla medicina. Solo una Cos’è la Medicina della Luce?
persona ne era affascinata, senza minimamen- Nella medicina della luce il paziente deve par-
te criticarmi, l’editore Giorgio Gustavo Rosso. tecipare in forma attiva al suo percorso aldilà dello
Da quella sera, dopo alcuni incontri, mi ha spazio-tempo che lo porterà all’unità con il tutto:
stimolato a scrivere le mie esperienze mediche è un essere multidimensionale con funzione olisti-
di frontiera. Il risultato fu il libro Medicina della ca, per cui dovrà ritornare alle sue origini, quando
Luce dove ho cercato di unificare gli studi uf- non era inquinato dalle esperienze negative per
ritrovare la sua componente spirituale apportando
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

ficiali di medicina con una visione quantisti-


ca1del mondo in grado di spiegare fenomeni modifiche nello stile di vita, tali da equilibrare il
come la visione a distanza, la telepatia, la visio- suo rapporto con se stesso e con gli altri.
La Medicina Funzionale e la Medicina basata sullo
ne di altre dimensioni, il parlare con l’intelli-
Stile di Vita si avvicinano molto a questo aspetto
genza interiore, la consapevolezza dell’esisten-
olistico sebbene non comprendono le poderose
za di un Essere superiore che comprende tutto
basi ed applicazioni di fisica quantistica. Co-
e in grado di farci spostare le montagne con un
munque, l’idea centrale è che le malattie cro-
po’ di fede, l’effetto della preghiera, del perdo-
niche possono essere prevenute e curate
no, della gratitudine, la consapevolezza della fino alla totale scomparsa dei sintomi.
1. V
 orrei precisare che il campo medico quantistico affron- Sappiamo che la luce (quella visibile ne è una
tato con migliaia di pazienti e con me stesso, non riguarda minima parte) è una entità, che si manifesta
il paradigma della medicina ufficiale (io la chiamo medicina in varie forme con varie frequenze. Trasporta
sensoriale), dove vi è una divisione, una non-comunicazione
subliminale fra il paziente e il medico, e dove la luce, nelle
energia, informazioni e, con l’effetto osservato-
sue varie forme, viene utilizzata soltanto per fare diagnosi e re, salute e abbondanza, malattia e povertà. È
terapia (TAC, l’Ecografia, la Radioterapia ecc.) eterna, si evolve, comunica con se stessa, con

32 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN MEDICINA

l’universo e con le creature che plasma (universi I costituenti della luce, i fotoni (piccoli pacchet-
celesti, il pianeta terra con la sua enorme varie- ti di energia di radiazione elettromagnetica),
tà di esseri in equilibrio e in evoluzione). come pure le particelle subatomiche, hanno una
Nella Genesi il primo atto creativo, dopo natura dualistica e molto importante: potenzial-
la terra, è stato quello della luce! mente sono sia materia osservabile che onde
non visibili. L’esperimento della doppia fessura
Le origini della Medicina della Luce “smaschera” questo dualismo. Ma affinché ciò
Il mio interesse nella fisica quantistica è comin- avvenga necessita la presenza di un osservatore.
ciato dopo aver capito che le varie ricerche e
studi ufficiali di specializzazione che avevo
percorso come medico (vedi la biografia) non
portavano alla guarigione del paziente, ma solo
ad una cura dagli effetti temporanei. Il ruolo
della persona che stava male era sempre passi-
vo (come lo è nella medicina allopatica) e non
cambiava i parametri biologici alterati che egli
stesso, inconsciamente, aveva squilibrato.
Pregando il mio Boss (è così che chiamo il mio
Padre Celeste con cui parlo dall’età di tre anni)
ho chiesto quale strategia terapeutica potesse
esserci per eliminare le cause delle afflizioni
(siano esse le mie che quelle dei miei pazienti). Esperimento della doppia fessura
Non passò molto che mi imbattei in un testo di
L’osservatore, con la sua coscienza, può fare col-
uno psicoanalista californiano “Quantum Con-
lassare lo stato di onda (di probabilità, e quindi
sciousness” e da lì mi si è aperto un mondo che
di “invisibilità”) e “creare” la particella visibile,
intuivo essere “vero”.
con una posizione ben precisa nello spazio, ma-
Dopo aver approfondito e amalgamato le mie nifestata come malattia o salute.
esperienze e quelle dell’autore (Stephen Wolin- Nella Medicina della Luce questo effetto è estre-
sky), ho “inventato “la TQE (Terapia Quan- mamente importante.
tistica Emozionale), non prima di aver divo- Il nostro corpo, costituito da un ammasso in-
rato tutti i libri di fisica quantistica che potevo dicibile di particelle subatomiche, immerse in
leggere. un oceano di energia ed informazione eterno
Finalmente il paziente riusciva ad essere primo (corpo quantico-non locale), viene regolato dal-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

attore nel suo atto di guarigione guidato dal te- la Coscienza Universale, per cui le strutture ato-
rapeuta. miche, molecolari e cellulari sono funzionanti
in modo perfetto, se lasciate regolare da questa
Le basi della Medicina della Luce intelligenza divina. Inoltre hanno una comu-
con cenni di fisica quantistica nicazione olistica, cioè sanno cosa accade nel
Tutto ciò che esiste in natura (visibile e non vi- corpo quantico, si scambiano informazioni alla
sibile) è costituito da un tessuto profondo fatto velocità della luce, ricevono inputs da tutte le
di particelle subatomiche le cui funzioni sono in creature dell’universo, influenzano gli altri esse-
parte sotto il controllo della grande intelligenza ri che li circondano oltre ad agire laddove porta
Universale e in parte sotto il controllo della no- la nostra attenzione ed intenzione.
stra coscienza. Queste intelligenze, comunicanti
fra loro in modo istantaneo (Entanglement), costi-
tuiscono il regno quantistico, immerso in un’al- Perché ci ammaliamo?
tra dimensione, molto più ampia, detta regno L’essere umano che non ha preso ancora co-
non-locale (è quello spirituale, in grado di creare scienza di se stesso e del suo potenziale, si
dal “nulla” la materia). concentra solo sulla sua esperienza sensoriale

SC | Scienza e Conoscenza 33
prendendola come unica dimostrazione del- blemi e far “collassare” la salute. Dobbiamo far
la sua vita e perdendosi un mondo infinito di sì che la mente diventi non il nostro osservatore
possibilità, inclusa quella di evolvere: si sente (combina spesso guai), ma lo strumento del no-
separato da tutti e da tutto, brama il possesso stro Spirito. In questo modo il soggetto capisce
per paura di perderlo, è schiavo delle proprie anche la propria missione e il proprio scopo nel-
esperienze sensoriali, illudendosi di raggiunge- la vita. Dobbiamo osservare chi sta osservando.
re la sua completezza senza nemmeno sapere Con il giusto training e la corretta predisposi-
chi sia veramente. zione possiamo, in stati alterati di coscienza,
Quando il nostro terreno quantico viene inqui- comunicare con le nostre cellule, con i nostri
nato al di là delle nostre capacità di omeosta- organi e chiedere quale sia l’informazione che
si, si instaura uno squilibrio che si manifesterà stanno emettendo.
come sintomo e malattia. Quando la riceviamo e comprendiamo la cau-
Ma è il nostro stato di coscienza e di igno- sa del problema, per incanto i sintomi svani-
ranza ad aver provocato ogni problema e ad scono, cioè hanno perso la loro funzione infor-
aver creato il “collasso” delle tante possibilità mativa (chiaramente dobbiamo mettere poi in
di salute o malattie. pratica il loro “suggerimento”).
Come? Sedentarietà, alimentazione emoziona- Qualche anno fa, avevo un problema fastidioso
le suicida, relazioni basate sulla separazione, at- definito “chirurgico”.
tacchi al nostro ambiente (la terra ha un proprio Quando, invece di assistere a questa punta di
sistema immunitario che difende in vario modo iceberg, ho comunicato con l’intelligenza su-
i propri equilibri), attacchi alla nostra compo- batomica della parte del corpo interessata, ho
nente spirituale (orgoglio, paura, rancore, ri- ricevuto il messaggio, il motivo alla base di
sentimento, ingratitudine, malvagità, egoismo, questo grosso problema, e dopo qualche gior-
mancanza di fede) e la mancata gestione dello no è letteralmente scomparso e non si è più
stress che può provocare alterazioni genetiche, presentato! Dopo questa esperienza con mio
mitocondriali, ormonali e metaboliche. ennesimo sgomento ho riflettuto sul fatto che
Lo stress è una nostra reazione a vari ostacoli esiste un altro campo, non ancora studiato dal-
che incontriamo lungo la nostra esperienza: a la medicina “sensoriale”, in cui esiste un’altra
lungo andare provoca una alterazione dei no- fisiopatologia, con tempi di guarigione rapidi e
stri equilibri e quindi malattie croniche. con meccanismi quantici diversi da quelli spie-
La chiave per poterlo gestire è quella di trova- gati nei libri ufficiali. Sono meccanismi fisiopa-
re l’interpretazione giusta che ci pone subito tologici ancora da indagare, in cui le leggi della
in uno stato di rilassamento interiore, comin- luce hanno parte attiva.
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

ciando con il ringraziare l’evento stressante in La nostra coscienza va dove è la nostra atten-
quanto nasconde un insegnamento profondo zione, sia riguardo al proprio corpo-mente che
per la nostra crescita interiore. Solo prenden- a quello degli altri.
do contatto con la nostra componente quan-
tica non-locale possiamo “illuminarci” e ri- Conclusioni
appropriarci del nostro stato di salute. Ma ciò La medicina della luce, prendendo le basi
comporta allenamento e attenzione continua. della fisica quantistica insieme ai concetti spi-
rituali, pone le fondamenta di un rapporto
Come utilizzare la TQE profondo fra medico e paziente, dove non esi-
(Terapia Quantistica Emozionale) stono separazioni, ma anzi unione di intenti
Per poter agire su questi aspetti la medicina ed una sola coscienza universale.
della luce si avvale di stati di coscienza in grado Il paziente diventa centrale, il personaggio
di farci entrare nel regno quantico non locale (il principale nel cammino verso la guarigione,
rilassamento mentale, la meditazione, le visua- aiutato dal terapeuta. Insieme sperimentano
lizzazioni, la connessione con il nostro Spirito) la consapevolezza di essere eterni, di viaggiare
sia del medico che del paziente per vedere i pro- nel tempo (andando nel passato per capire le

34 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN MEDICINA

origini del malessere e il suo insegnamento, e


proiettandosi nel futuro per stabilire cambia-
menti nello stile di vita e prospettive riguardo
Scritto da
GAETANO CONFORTO
la visione e la missione che tutti abbiamo).
Come essere connessi e coinvolti in una rete È un Medico e Farmacologo Clinico, nutrizionista or-
di informazioni ed energia con tutti gli esseri tomolecolare, omotossicologo, medico quantistico
e ricercatore del rapporto fra la spiritualità e la sa-
viventi, ambiente compreso, consapevoli di
lute. Membro dell’Institute of Functional Medicine
poter comunicare quantisticamente con il no- (www.ifm.org), della New York Academy of Sciences e
stro organismo per renderlo un terreno ideale dell’ Istitute of Noetic Sciences, già docente di Anato-
dove fioriscono serenità, impegno, altruismo, mia e Fisiologia all’ Accademia di Naturopatia ANEA.
servizio, gioia, soluzioni olistiche agli inevita- Nel corso delle sue ricerche ho approfondito la fisi-
bili ostacoli che sono strumenti di crescita che ca quantistica, i cui principi sono applicati nella TQE
incontriamo lungo il nostro cammino verso (Terapia Quantistica Emozionale), in quanto, ogni
l’illuminazione. organo, sistema, apparato non sono in nessun mo-
mento realtà solide, ma bensì realtà energetiche su-
scettibili di influenza da parte della nostra intenzione.
È autore del libro Medicina della Luce, Macro Edizioni,
LA LUCE, CON I SUOI 2004 e conferenziere. Per informazioni:
www.gaetanoconforto.com
INSEGNAMENTI QUANTISTICI www.quantumedicine.com/tqe.html

NON LOCALI, CI FA CAPIRE BIBLIOGRAFIA

CHE SIAMO NOI • Conforto, Gaetano, La medicina della luce, Macro Edizioni,
2004

I CREATORI DELLA NOSTRA • Citro, Massimo, The Basic Code of the Universe. Park Street
Pr, 2011
REALTÀ, SIA NEL BENE • Goswami, Amit, The quantum Doctor, Hampton Roads Pub
Co Inc; Revised ed., 2011
CHE NEL MALE, DUE • Dispenza, Joe, Diventa supernatural. My Life, 2018

ASPETTI DELLA STESSA • Green, Bran, La realtà nascosta. Einaudi, 2012


• La scoperta delle particelle subatomiche.Weinberg S.-Za-
MEDAGLIA MA CON EFFETTI nichelli,1986

TOTALMENTE OPPOSTI
• Roman, Sanaya, Spiritual Growth. Being your higher self,
H.J. Kramer,1988
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

BIBLIOGRAFIA INTEGRATA fisica quantistica e crescita spirituale: - Chopra, Deepak, Return to Wholeness, Wiley, 1999
- Conforto, Gaetano, La medicina della luce, Macro - Goswami, Amit, Physics of the soul, Hampton - Dossey, Larry, Medicina Transpersonale, Red Ed-
Edizioni, 2004 Books, 2001 izioni, 2001
- Goswami, Amit, The Visionary Window, Quest
- Appelbaum, Stephen A, The Mistery of healing,
medicina funzionale: Books, 2000
Lumen Edition, 1999
- Textbook of Functional Medicine- Institute for - Wolf, Fred Alan, Star Wave, Macmillan Publishing
Company, 1984 - Benor, Daniel J, Spiritual Healing, Vol.1 – 2, Vision
Functional Medicine 2010
- Wolf, Fred Alan, The Spiritual Universe, Moment Pubblication, 2001
- Medicine mente-corpo ( mind-body Medicine):
Point Press, 1999 - Koenig, Harold G, The Healing Connection, Tem-
- Benson, Herbert, Mind Body Medicine- Medicina
- Nadeau, Robert, The non-local Universe, Oxford pleton Foundation Press, 2000
Mente –Corpo, Macro Edizioni, 2016
University Press, 1999 - Dossey, Larry, The extra-ordinary Healing Power
- Benson, Herbert, The relaxation response, Avon - Chopra Deepak, You Are The Universe, Rider, 2017
Books, New York, 1975 of Ordinary Things, Harmony Books, 2006
- Dossey, Larry, Healing Beyond the Body, Sham-
- Benson, Herbert, Relaxation Revolution, Scribner, 2010 balla, 2001 - Martina, Joy & Roy, La Magia della Guarigione,
- Miller, Helmet, E., Deep Healing, Hay House, 2011 - Hansen, Bente, Merging Spirituality with Quantum Life Edizioni, 2013
- Chopra, Deepak, Guarirsi da dentro, Sperling & Consciousness, Balboa press, 2019 - Wolinski, Stephen, Quantum Consciousness,
Kupfer Editori, 1989 - Penrose, Roger, Consciousness and The Universe, Bramble Books, 1993
Cosmology Science Publishers,2017
- Borysenko, Joan, Guarire con la mente, Sperling &
- Chopra, Deepak, How Consciousness Became the
Kupfer Edizioni, 1987 emozioni e salute:
Universe, Cosmology science Publisher, 2017
- Schlitz, Mariliyn, Consciousness & Haeling, Else- - Jhonson, Robert, Effetti delle Emozioni sulla Sa-
vier, 2005 medicina spirituale: lute, Tecniche Nuove, 2003
- Emery, Marcia, The Intuitive Healer, St Martin’s Grif- - Bibb, O. Benjamin, La Forza Vitale della Mente, - Charpentier, Gerard, Le Malattie e le loro Emozio-
fin Edition, 2000 Armenia, 1994 ni, Edizioni il Punto di Incontro, 2000

SC | Scienza e Conoscenza 35
LUMINOUS LIFE
Affidiamoci all’intelligenza della luce per vivere
in uno stato di presenza
Isabella Monti - Responsabile della Collana libri Nuova Saggezza
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

Alla ricerca della presenza «Nonostante le credenze popolari, raggiungere


lo stato di presenza non consiste nel pensare o
Personalmente, ho sempre associato il concetto di
nel cercare di essere nel qui e ora. Si tratta piuttosto
presenza alla ricerca spirituale e alla pratica delle
di uno stato che si realizza spontaneamente e
discipline orientali, senza mai soffermarmi sull’im- che si manifesta quando i nostri occhi e la no-
portanza della luce, né tantomeno dei miei occhi. stra mente, stimolati dalla luce, si concentrano
Certo, tutti abbiamo sperimentato l’effetto be- sullo stesso punto, nello stesso momento. In ri-
nefico della luce sul nostro umore, e sappiamo sposta all’invito e alla guida fornita dalla luce,
quanto sia importante per la nostra salute, ma i nostri occhi avviano una complessa danza,
gli studi del dott. Jacob Liberman – pioniere fatta di un’alternanza di momenti in cui fissare,
nel campo della luce, della visione e della co- focalizzare, tracciare e lavorare in squadra. Quando
scienza – ci spalancano la porta su una nuova la luce ci “risveglia” i nostri occhi puntano verso
consapevolezza: la sua emanazione, dando avvio a una presenza

36 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN MEDICINA

globale. Sebbene spesso si ponga in relazione la


presenza con l’attenzione, la presenza non si as- NONOSTANTE LE CREDENZE
socia ad alcuna tensione. Essa non rappresenta POPOLARI, RAGGIUNGERE
un processo di selezione volontaria e forzata di
un aspetto del nostro ambiente, su cui focaliz- LO STATO DI PRESENZA
zarsi ignorando tutti gli altri. La presenza è una
risposta involontaria a un invito dell’intelligenza
NON CONSISTE NEL
della vita, che ci indirizza verso il nostro mag- PENSARE O NEL CERCARE
gior potenziale. Il nostro grado di presenza
è direttamente connesso alla capacità DI ESSERE NEL QUI E ORA.
dei nostri occhi di puntare senza sforzo SI TRATTA PIUTTOSTO DI
e con accuratezza. Quando gli occhi punta-
no correttamente, stabilendo un contatto visivo UNO STATO CHE SI REALIZZA
con ciò che ha attirato la loro attenzione (e quin-
di riconoscendolo), sperimentiamo uno stato di
SPONTANEAMENTE E CHE
congruenza. Si tratta di uno stato di unione delle SI MANIFESTA QUANDO I
parti, il perfetto allineamento fra la nostra realtà
esterna e interna, dove si realizza un’attenua- NOSTRI OCCHI E LA NOSTRA
zione del rumore dal quale siamo circondati». MENTE, STIMOLATI DALLA
Nella sua lunga carriera di optometrista e di stu- LUCE, SI CONCENTRANO
dioso della percezione visiva, il dott. Liberman
ha avuto modo di constatare che la maggior
SULLO STESSO PUNTO,
parte dei pazienti con problemi di vista, men- NELLO STESSO MOMENTO
tre guardava un determinato punto con gli oc-
chi, rivolgeva la mente altrove. L’incongruenza
che si genera tra ciò che vedono gli occhi e ciò rienze di vita) non sono in linea con il no-
che vede la mente, non solo crea problemi nella stro “occhio mentale”, è impossibile vi-
visione, ma impedisce di essere in uno stato di vere in stato di presenza o di unità.
presenza. Come egli racconta:
Scoprendo cosa significa vedere e, cosa più im-
«In uno dei miei studi, pubblicato nel 1976, ho portante, chi è in realtà a vedere, ho capito che
rilevato che il 70 per cento dei soggetti non sta- l’allenamento visivo può fare molto più che li-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

va guardando dove pensava di guardare e che mitarsi a migliorare la vista e la performance vi-
ciò indicava che i loro occhi e la loro mente siva: può infatti ristabilire la nostra congruenza
non convergevano sullo stesso punto. Inoltre, e coerenza con la sorgente stessa della vita. Può
più della metà dei soggetti si sforzava troppo di aiutarci a scoprire la vera origine della nostra vi-
guardare, rivelando una tendenza a forzare, an- sione e la facile guida che fornisce, consentendo
ziché permettere alle cose di dispiegarsi davan- di unirci al flusso della vita e di sperimentare il
ti al proprio sguardo. Inoltre, ho osservato che nostro potenziale più elevato.
più i miei pazienti si concentravano per vedere Questo stato di fluidità è stupendamente espres-
o capire qualcosa, più trattenevano il respiro, e so dal pensiero di Zhuangzi, filosofo cinese vis-
meno vedevano. Tuttavia, quando riprendeva- suto nel IV secolo:
no a respirare normalmente, si rilassavano e sia
la loro vista sia la loro capacità di apprendimen- Il bambino guarda le cose ogni giorno senza batter ciglio,
to miglioravano notevolmente. e questo perché i suoi occhi non sono focalizzati su alcun
Questo spiega perché lo stato di presenza sia oggetto in particolare.
così raro. Quando i nostri occhi fisici (che Va senza sapere dove sta andando,
raccolgono l’80-90 per cento delle nostre espe- e si ferma senza sapere cosa sta facendo.

SC | Scienza e Conoscenza 37
Si immerge nell’ambiente La luce è la nostra guida
e fluisce con esso. più importante
Questi sono i principi della salute mentale. La luce esercita un’attrazione su di noi, di cui
non siamo del tutto consapevoli e che spesso il
Zhuangzi descrive il modo in cui gli occhi di nostro stile di vita tende a contrastare, con con-
un bebè sono impegnati a seguire il movimento seguenti danni sulla salute.
della vita senza soluzione di continuità. Sebbe- Possiamo osservare come le piante e gli alberi
ne di solito si venga condizionati a eliminare e tendano istintivamente verso la luce, così come i
a dimenticare quella fluidità durante il nostro nostri animali domestici, ma forse non abbiamo
sviluppo mentale, il desiderio innato di unità mai riflettuto sul fatto che anche per noi la luce
è profondamente inscritto nella trama stessa è un sostegno e un nutrimento sul piano fisico e
dell’universo e ci riporta instancabilmente ver- spirituale.
so la nostra origine. Cosa accade esattamente dentro di noi quando
Quella forza attrattiva è la luce che cattura il veniamo a contatto con la luce? Ecco come il
nostro occhio, istigando il processo dinamico di dott. Liberman descrive questo “incontro”:
fissare, focalizzare, tracciare e lavorare in squadra. «Quando la luce penetra negli occhi tut-
Per la maggior parte di noi, la visione si è tra- to il cervello si illumina, perché la luce non
sformata in di-visione, il processo di suddividere si limita a viaggiare verso la corteccia visiva ce-
la realtà in base a ciò che vogliamo rispetto a rebrale, che ci permette di vedere, viaggia anche
ciò che non vogliamo. lungo varie vie che coinvolgono tutto l’encefalo,
L’antica saggezza ci tramanda che la influendo notevolmente anche sull’insieme delle
vera visione non è binaria, bensì uno nostre funzioni vitali, oltre che su fattori quali le
stato integro di chiarezza e conoscenza, emozioni, l’equilibrio e la coordinazione.
sgombro da idee e credenze. Nel passato, Per esempio, la luce che penetra nei nostri occhi
Gesù disse: “La lucerna del corpo è l’occhio; si dirige verso il “cervello del cervello”, l’ipota-
se dunque il tuo occhio è singolo, tutto il tuo lamo, che regola sia il sistema nervoso autono-
corpo sarà illuminato” (Matteo 6, 22). mo e il sistema endocrino, sia la nostra capacità
Questa “singolarità” di visione (e la conseguen- di reazione e di adattamento allo stress. Ser-
vendosi dell’informazione attivata dalla luce,
te illuminazione) è un riflesso della nostra capa-
l’ipotalamo comunica con la vera “ghiandola
cità innata di vivere in uno stato di unità, realiz-
maestra” del corpo umano, la pineale. Questa
zando il potenziale ultimo del nostro processo
ghiandola è lo stesso organo che consente alle
visivo. Incarnando la fluidità del bambino di
balene megattere di servirsi della luce durante
Zhuangzi, non dobbiamo lavorare duramente
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

le loro migrazioni annuali.


quanto pensiamo, poiché la luce illumina spon- Definita “terzo occhio” dai mistici indiani e
taneamente tutto ciò che dobbiamo vedere. “sede dell’anima” dal matematico e filosofo set-
Questo è ulteriormente confermato dal fatto tecentesco Cartesio, la ghiandola pineale, “re-
che la retina oculare è formata per il 95 per golatrice dei regolatori” del corpo, condivide in
cento da bastoncelli e per il 5 per cento da tempo reale con ogni cellula del corpo le infor-
coni, rispecchiando la proporzione delle at- mazioni inerenti i mutamenti della luminosità
tività cognitive gestite dall’inconscio rispetto ambientale e il campo elettromagnetico terre-
a quelle gestite dalla mente conscia. Poiché i stre.
bastoncelli sono preposti alla visione globa- Così facendo, ogni cellula può facilmente ag-
le precognitiva, mentre i coni sono preposti giornare e sincronizzare le proprie funzioni con
all’ispezione locale visiva dettagliata, anche Madre Natura, portandoci al nostro stato na-
l’occhio, come la mente, dimostra che siamo turale di unità senza dover ricorrere allo sforzo
progettati per vedere senza sforzo, rispec- cosciente o al pensiero.
chiando fisiologicamente la fluida linea di de- Perciò, quando la luce entra in contatto col
marcazione fra il non fare e il fare». campo energetico del nostro corpo, risuo-

38 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN MEDICINA

na in primo luogo con la pineale. Quest’ulti- trasparenti fatte per ricevere ed emettere luce
ma, in quanto direttore d’orchestra della sinfonia e tutte le funzioni fisiologiche sono dipendenti
endocrina, poi attiva la pituitaria, la tiroide, il timo, dalla luce. Per esempio, l’esposizione ripetuta
il pancreas, le gonadi e le surrenali, traducendo alla luce solare abbassa la frequenza cardiaca, la
l’energia luminosa in impulsi elettrici, in impulsi frequenza respiratoria, la pressione sanguigna
magnetici e infine in energia chimica. e il livello di zuccheri nel sangue e nello stesso
tempo fa aumentare l’energia, la forza, la resi-
Oltre a produrre effetti visivi e non-visivi per stenza, la tolleranza allo stress e la capacità del
mezzo degli occhi, la luce guida anche i sangue di assorbire e trasportare ossigeno.
trilioni di cellule del nostro corpo per Dopo quarant’anni di ricerche sulla luce
mezzo di un processo denominato foto- e sulle sue applicazioni terapeutiche,
biomodulazione, fungendo da catalizzatore sono giunto alla conclusione che l’intel-
per una vasta serie di eventi che stimolano e/o ligenza della vita ci richiama a sé attra-
inibiscono l’attività cellulare arrivando fino al li- verso la luce, guidando e illuminando
vello del DNA. Tale processo rivela che quando tutto il nostro percorso di vita. Luce e
le centrali elettriche della cellula, dette mitocon- vita sono inseparabili».
dri, assorbono la luce, questa esercita un notevole
influsso sulla produzione di adenosina trifosfato. E visto che quest’anno ricorrono le celebrazio-
Quest’ultimo composto è l’energia utilizzata dal- ni del Sommo Poeta, è d’uopo ricordare che
le cellule per alimentare i processi metabolici che l’Inferno è “il loco d’ogni luce muto”, mentre
creano il DNA, l’acido ribonucleico, le proteine e nel Paradiso si trova la luce soprannaturale
gli enzimi, oltre ad altri materiali biologici neces- dell’Empireo che consente alle creature di fissa-
sari per riparare o rigenerare i componenti delle re lo sguardo nell’infinita natura divina.
cellule, per favorire la divisione cellulare e per ri-
pristinare l’omeostasi.

Tutta la vita biologica è fatta di luce e


dipende dalla luce. Il termine sistema
Chi è
JACOB ISRAEL LIBERMAN
solare significa “del sole o derivato dal
È un pioniere nei settori della luce, della visione e del-
sole”. Infatti il 98 per cento della luce la coscienza. Ha conseguito il dottorato in optometria
solare penetra nel corpo attraverso gli presso il Southern College of Optometry e il PhD in
occhi, mentre l’altro 2 per cento passa Scienza della visione presso il College of Syntonic Op-
attraverso la pelle. Pertanto, la luce è il nutri- tometry. È stato insignito di un dottorato onorario in
mento vitale primario. Il corpo è un recettore di scienze dalla Open International University for Com-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

luce biologico, gli occhi sono finestre biologiche plementary Medicines.


Ha ricoperto l’incarico di presidente del College of
Syntonic Optometry e della International Society for
the Study of Subtle Energies and Energy Medicine;
inoltre è un socio emerito dell’American Academy
Libro Consigliato of Optometry, del College of Syntonic Optometry,
del College of Optometrists in Vision Development e
Jacob Liberman dell’International Academy of Color Sciences.
Luminous life Ha ricevuto il Premio H. R. Spitler per il suo contributo
L'Intelligenza della luce al settore della fototerapia e ha inventato numerose
illumina la nostra vita apparecchiature per la fototerapia, inclusa la prima
Casa editrice: apparecchiatura medica approvata dalla FDA per
Macro Edizioni migliorare significativamente la performance visiva
generale.
È uno stimato oratore e condivide le sue scoperte
Cercalo su scienzaeconoscenza.it scientifiche e spirituali con il pubblico globale.
Vive a Maui, Hawaii, USA.

SC | Scienza e Conoscenza 39
Ribilanciamento energetico
e ritorno all’ordine
Le frequenze di riconnessione
A cura di Guglielmo Poli
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

Un momento del corso Reconnective healing

N
ell’estate del 1994, in un ben noto Nemmeno il dr. Eric Pearl, il chiropratico ti-
studio di chiropratica di Los An- tolare dello studio, venuto in contatto con que-
geles, all’improvviso inizia a mani- sto tipo di energia (che in seguito chiamerà Re-
festarsi un incredibile fenomeno, connective Healing), avrebbe mai immaginato
causato da un tipo di energia molto potente di essere di fronte a una vera e propria rivolu-
che passava dalle mani del medico al corpo zione nel mondo delle pratiche e metodologie
del paziente, senza tocco fisico, e produceva per il ribilanciamento energetico.
miglioramenti fisici completi e permanenti in Scettico per natura e con i piedi ben pianta-
un numero crescente dei suoi pazienti. ti per terra, il dottor Pearl intraprese così un

40 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN MEDICINA

lungo viaggio di ricerca e consapevolezza per


comprendere tali inspiegabili fenomeni. Iniziò Eric Pearl
a documentarsi e a dialogare con i maggiori È un chiropratico, autore e con-
esperti delle metodologie di ribilanciamento ed ferenziere riconosciuto a livel-
espansione energetica ma, ogni volta che inter- lo internazionale. Personaggio
pubblico attivo nei program-
pellava uno di questi “maestri”, ne usciva deluso
mi televisivi negli Stati uniti
constatando la comune abitudine a far rientrare e nel mondo, il dr. Pearl su-
il tutto in schemi tecnici o ritualistici. scita il grande interesse di
Pearl osservò che questa energia, se lasciata libe- dottori e ricercatori medici
ra e non imbrigliata, poteva dare enormi benefi- di ospedali e università.
ci a tutti coloro che vi interagissero; al contrario, Ha istruito più di 120.000
quando veniva inserita in una procedura o in praticanti di Reconnective
un rituale, non ne sortiva alcun beneficio, come Healing in oltre 50 Paesi,
determinando la nascita di una generazione
se l’intelligenza universale rifuggisse tali metodi spontanea di operatori di luce a livello mondiale.
per essere richiamata. La sua esperienza è descritta nel libro bestseller
Dopo molti tentativi e qualche “fortunato” in- The Reconnection: Heal Others, Heal Yourself
contro, Pearl si rese conto di interagire con qual- (The Reconnection: Guarisci gli altri, guarisci te
cosa di nuovo, reale e diverso. Nel suo studio stesso!”, tradotto in 39 lingue).
continuavano i fenomeni di miglioramenti
inspiegabili e nel frattempo lui stesso speri-
mentava livelli di consapevolezza sempre PER GLI SCIENZIATI
superiori.
Cominciò così a “osservare”, a comprendere la QUESTE FREQUENZE
natura di questa energia e a utilizzarla in forma
del tutto libera. Capì che lui, che operava con essa,
SONO REALI E RILEVABILI
non era un canalizzatore, ovvero un soggetto che
di catalizzatore che favorisce e facilita il ritorno
introietta energia da una fonte nel suo sistema per
poi proiettarla ad altri soggetti, e che non vi era all’ordine per chi sta ricevendo la sessione e per
nemmeno un effettivo trasferimento di energia tra chi, sorprendentemente, la sta eseguendo. Infat-
l’operatore e il soggetto ricevente. Ma allora in che ti non solo la persona che riceve Reconnective
modo si attivava questa potente interazione? Healing ottiene benefici ma anche l’operatore
Questa volta fu il mondo scientifico ad aiutare che esegue la sessione.
Pearl, portandolo a riconoscere questo spettro di Comprendendo che non era un dono persona-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

energie come un “fenomeno che genera un le, ma una pratica di guarigione molto effica-
campo di entropia negativa”, dove l’entro- ce e facile da apprendere, dr. Pearl cominciò a
pia è la normale legge universale per cui tutto formare operatori in grado di facilitare per gli
dall’ordine degrada al caos, ma il suo effetto op- altri la Reconnective Healing, attività che svolge
posto cioè negativo, è proprio quello di riportare tuttora insieme al suo team.
ordine dove invece è presente il disordine! Per
questo motivo i pazienti del dr. Pearl si sentivano
Reconnective healing è qualcosa
meglio, con maggiore energia, rilassati, tonici e
di scientifico?
avevano benefici a lungo termine, fisici, psichici,
emozionali e spirituali. Il segreto era sem- Nel suo libro dr. Pearl racconta: «Un giorno ero
plicemente il ritorno al proprio ordine certo di essere un chiropratico, il giorno dopo
originario. non sapevo più che fossi…». Per dare risposta a
Reconnective Healing quindi può essere con- questa sua fondamentale necessità, sottopose se
siderato un sistema per cui l’operatore agisce stesso e il fenomeno con cui aveva imparato ad
come “osservatore consapevole del campo” e interagire, ad una serie di valutazioni scientifiche.
proprio questa osservazione gli permette il ruolo Di seguito alcuni esperimenti e i risultati ottenuti.

SC | Scienza e Conoscenza 41
Studi condotti dal Dr. Konstantin Korotkov - Uni-
Chi è Gary Schwartz? versità Federale per le Tecnologie Informazionali di
Dottorato presso l’Università di Harvard San Pietroburgo
nel 1971; direttore del Laboratorio di Studi Reconnective Healing è stato insegnato ad un grup-
per l’evoluzione della Coscienza e la Salute po di medici, ricercatori, terapisti e atleti olimpici in
dell’Università dell’Arizona; già professore Russia, in una semplice formazione di due giorni. Per
di psicologia e psichiatria all’Università di ogni partecipante è stata effettuata la misurazione
Yale, direttore del Centro di Psicofisiologia di parametri prima, durante e dopo l’esperimento
di Yale e co-direttore della Clinica di Me- con l’uso di varie metodologie, incluso uno speciale
dicina Comportamentale di Yale, autore. apparecchio chiamato GDV/EPC (Gas Discharge Vi-
Con Macro Edizioni ha pubblicato il libro sualisation/ Electro Photon Capture), in grado di mi-
La prova scientifica dell’esistenza dello surare il campo bioenergetico che circonda il corpo
spirito (2012). della persona.
Gli effetti della Reconnective Healing sugli atleti e i
loro livelli energetici sono stati molto rilevanti secon-
do il Prof. K. Korotkov. I soggetti hanno sperimentato
Studi condotti da Gary Schwartz, Ph.D, Director un notevole incremento dei loro livelli di energia (fig.
Laboratory for the Advances in Consciousness and 1) con un aumento medio superiore al 22%. Le misu-
Health, University of Arizona razioni dimostrano anche la riduzione del processo
Il dr. Schwartz ha condotto presso University’s Hu-
man Energy Systems Laboratory una serie di espe-
rimenti con il Dr. Pearl e operatori di Reconnective
Healing, utilizzando diversi strumenti e laser.
I test hanno dimostrato che l’energia funziona an-
che come un segnale elettromagnetico, che il battito
cardiaco del mittente, misurato con un elettrocar-
diogramma (EKG) si sincronizza con le onde cerebrali
del ricevente, misurate con un elettroencefalogram-
ma (EEG) e che sia nel caso che il ricevente fosse co-
sciente di ricevere energia, sia nel caso non lo fosse,
il cervello ha mostrato le medesime risposte. Quindi
si può dire che il cervello risponda inconsciamente
e rilevi alla stessa maniera questa frequenza com-
posta di energia-luce-informazione, senza bisogno
di pensieri, fede, speranza o credenze.
di entropia che denota una significativa armonizza-
Sia gli operatori che i pazienti sono entrati in una zione delle condizioni dei riceventi. Il Dr. Korotkov
fase di ribilanciamento energetico accelerato, spe-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

dichiara: «Nonostante abbia una mia vasta espe-


rimentando uno stato in cui cervello e cuore muta- rienza nel campo delle bio-energie, i risultati sono
no drasticamente attività. Questo stato, chiamato stati eccezionali e molto, molto differenti da qua-
“Quiescenza Emotiva,” è associato a estrema consa- lunque altra cosa a cui abbia mai assistito».
pevolezza, sensazione di pace profonda, connessione
con il campo universale e l’abilità di percepire su livelli
più alti, che superava di gran lunga qualsiasi altro sta-
to osservato in precedenza con altre pratiche ener- Chi è Konstantin Korotkov?
getiche. Secondo Schwartz, la conclusione di questi È professore di Fisica al Politecni-
esperimenti è che l’energia è effettivamente reale, co di San Pietroburgo in Russia.
rilevabile, misurabile, “e piuttosto evidente.” Ha pubblicato oltre 70 lavori sulle
principali riviste di fisica e biolo-
gia, e detiene 12 brevetti su inven-
zioni di biofisica. Il Prof. Korotkov
L’ENERGIA È EFFETTIVAMENTE ha condotto una carriera di ricerca
per oltre 25 anni, coniugando un
REALE, RILEVABILE, MISURABILE, rigoroso metodo scientifico con
E PIUTTOSTO EVIDENTE una curiosità insaziabile.

42 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN MEDICINA

Studi condotti da William A. Tiller Ph.D - Stanford di energia dopo due giorni era enorme! ... Ci sono
University molte energie coinvolte nella Luce. C’è, ovviamen-
Usando un equipaggiamento avanzato, il Dr. Tiller ha te, la luce elettromagnetica, che tutti conoscono;
misurato il cambiamento di energia all’interno della il livello più grossolano del corpo umano è tutto di
stanza prima, durante e dopo i seminari di Recon- energia elettromagnetica. Oppure – continua il Prof.
nective Healing. Tiller – si può andare al livello superiore… energia
C'è stato un incredibile aumento dell’energia termo- magnetoelettrica. Anche questa è sotto forma di
dinamica all’interno della stanza. Durante i seminari la luce. E a tutti questi livelli dimensionali superiori è
grandezza dei parametri misurati indicava che in quella presente una luce che è il sistema di comunicazione
stanza la temperatura doveva essere di 300 °C! Ma con tra gli aspetti della materia a questo livello dell’Es-
Reconnective Healing, mentre la temperatura effettiva sere... Stiamo parlando di qualcosa che va ben oltre
della stanza non era cambiata, la quantità di energia, luce ai classici sistemi energetici ed è all’interno di uno
e informazioni caricavano la stanza esattamente come spettro più ampio di energia, luce e informazioni».
misurato da Tiller. Questo eccesso di energia era stato ( W. Tiller)
assorbito dalle persone che la stanno “osservando”.
Tiller ha rilevato inoltre che l’entropia declina durante
la Reconnective Healing, permettendo alla coerenza
di prevalere. L’entropia è lo stato naturale di decadi- Chi è William A. Tiller
mento proprio di ogni cosa. L’entropia causa invecchia- Professor Emeritus of Stanford University,
mento, caos, degrado e malattia. Così quando l’en- autore di otto libri, 250 pubblicazioni scienti-
tropia diminuisce (entropia negativa), una maggiore fiche e protagonista del documentario What
coerenza e ordine sono presenti nel corpo aiutandolo a The Bleep…!? Quattro dei suoi libri riguarda-
ripristinarsi e ringiovanire. no la scienza fisioenergetica. «Con Reconnec-
«I dati che abbiamo raccolto sono stati veramente tive Healing siamo ancora una volta davanti a
notevoli... quando abbiamo iniziato a monitorare uno di quei fenomeni fisici che incuriosisco-
la stanza, circa cinque ora prima che chiunque – no la scienza attuale, che non sempre riesce
compreso Eric, o i membri del suo staff o i pazienti però a definire chiaramente la loro identità.
– fossero mai entrati nella stanza, abbiamo misura- L’universo ci sta svelando i suoi straordinari
to uno stato superiore di simmetria Gauge rispet- segreti e ci invita a usare i suoi doni di incredi-
to a una situazione normale. Era già un ambiente bile potenzialità. Tutti abbiamo la capacità di
condizionato da quello che sarebbe stato svolto accedere a questo potenziale che serve per
successivamente! Così si riscontra sia successo qual- guarire, per superare l’entropia e ritrovare lo
cosa prima ancora che le persone si siano riunite in stato di quiete, ordine e salute!»
quello spazio... abbiamo misurato che l’aumento

Scritto da
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

Libri Consigliati
Eric Pearl
GUGLIELMO POLI
The reconnection Laureato in giurisprudenza, master in Human Re-
Guarisci gli altri, source Management, studioso di filosofia, storia delle
guarisci te stesso! religioni, psicologia, è co-direttore
Edizioni Mylife, 2009
di The Reconnection e fondato-
re della RECONNECTIVE ACA-
DEMY INTERNATIONAL che
Eric Pearl promuove la diffusione dei
Frederick Ponzlov principi filosofici e pratici di
Solomon Speaks on Reconnective Healing in Italia
Reconnecting your Life e in tutto il mondo.
Edizioni Mylife, 2013

Cercali su macrolibrarsi.it www.reconnectiveacademy.com

SC | Scienza e Conoscenza 43
I bestseller e gli imperdibili della collana
Scienza e Conoscenza
La scienza non è nient’altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo
il miglioramento delle condizioni dell’umanità. (Nikola Tesla)

LA SOCIETÀ UMANA RIFLETTE


IL PENSIERO CAMBIA I TUOI GENI! LA BIOLOGIA DI OGNI INDIVIDUO
Bruce Lipton ci presenta nuove In questo particolare momento
e sbalorditive scoperte scientifiche storico l’essere umano è spinto a
sugli effetti biochimici del funzio- ritrovare la propria identità e re-
namento del cervello, che dimo- sponsabilità che per secoli ha de-
strano come tutte le cellule del legato agli altri. Un viaggio affa-
nostro corpo vengano influenzate scinante e ricco di meraviglie, ma
dai nostri pensieri. È giunto il mo- anche di enorme consapevolez-
mento di abbandonare le vecchie za per ciò che ogni essere umano
credenze e abbracciare la nuova rappresenta nel grande disegno
ed eccitante prospettiva di salute e dell’universo, al fine di ricreare a
benessere offerta da questa scienza livello di società umana l’armonia
d’avanguardia: l’epigenetica. che è innata in ogni nostra cellula.

PREGARE È IL TRASFERIRSI LA REALTÀ È RICREATA


NELLA MENTE DI DIO IN OGNI ISTANTE!
La preghiera, così come usa- Ogni cosa nell’universo, l’abbon-
ta oggi nella società occidenta- danza, il successo, la pace, la guari-
le, ha ben poco a che fare con le gione, è parte di un campo intelli-
antiche tradizioni che sono sta- gente di energia che tutto unifica:
te tramandate per migliaia di an- la Matrix Divina. Non siamo limi-
ni. Gregg Braden condivide con tati dalle leggi della fisica o della
noi ciò che ha appreso duran- biologia. Il DNA è un codice che
te lunghi viaggi e ricerche presso può essere trasformato. La Matrix
popoli e culture diversi e  ci in- Divina funziona come un compu-
troduce al modo giusto di prega- ter cosmico cosciente, in grado di
re per ottenere che le nostre ri- utilizzare le nostre emozioni e cre-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

chieste vengano sempre esaudite. denze per creare la Realtà.

IL CERVELLO UMANO FATTI SORPRENDERE


È IL CAPOLAVORO DELLA CREAZIONE! DALLA SCIENZA QUANTICA!
Uno straordinario viaggio al- Sensazionali rivelazioni fatte da
la scoperta dei misteri quanti- scienziati autorevoli che ci con-
stici del nostro cervello e delle ducono oltre il mondo materiale,
sue immense potenzialità. Una nell’essenza energetico – informa-
lettura fondamentale, capace di zionale dell’universo, e ancora ol-
cambiare la nostra vita e il no- tre, ai margini estremi di ciò che
stro destino, che ci insegna co- sappiamo sulla coscienza, sulla
me modificare gli schemi men- percezione, la chimica del corpo e
tali che ci condizionano e co- la struttura cerebrale. I protagoni-
struire nuovi modelli che so- sti sono scienziati di primo livello:
stengono la nostra vita e la con- W. Tiller, J. Satinover, J. Dispen-
sapevolezza di ciò che siamo. za, D. Radin, A.Goswami.

Gruppo Macro www.gruppomacro.com


La collana di libri Scienza e Conoscenza di Macro Edizioni è attiva da più di vent’anni con oltre
100 titoli tra libri e DVD. Seleziona il meglio della letteratura scientifico-divulgativa d’avan-
guardia (fisica quantistica, biologia molecolare, nuove scienze, astrofisica, cosmologia, coscien-
za umana e biografie di grandi scienziati) e offre informazioni e conoscenze pratiche di grande
utilità per il futuro dell’umanità. In queste pagine presentiamo alcuni dei nostri bestseller.

VIVIAMO IN UN UNIVERSO L’UNIVERSO CI RIPORTA


MULTIDIMENSIONALE COSTANTEMENTE ALL’ORDINE!
Un viaggio scientifico attraverso Questo libro è una storia di co-
gli universi paralleli, le distorsio- raggio all’interno del mondo del-
ni del tempo e la decima dimen- la fisica e al contempo un mi-
sione. La teoria dell’Iperspazio, ni-trattato, sia scientifico che fi-
presentata dall’autore con rigore losofico, di grande interesse per
scientifico ma con un linguaggio chiunque si ponga domande
semplice, potrebbe rappresenta- sull’intima struttura della realtà.
re ciò che Einstein inseguì inva- L’universo di Bohm, partendo
no: una legge capace di spiegare dalla fisica dell’infinitamente pic-
e includere tutte le leggi della na- colo, si risolve in una cosmologia
tura, dalla più piccola particella del tutto nuova in cui mente e
atomica alla più vasta galassia. materia convivono in sintonia.

L’UNIVERSO TI FA INCONTRARE
DIO È DENTRO DI NOI! CIÒ CHE CERCHI!
Un’appassionata indagine per Misteriosi eventi sincronici sem-
svelare i misteri dell’universo e il brano costellare la vita di ognu-
posto che l’essere umano occu- no di noi. Improvvisamente un
pa al suo interno. Teorie scienti- evento accade in perfetto sincro-
fiche, misticismo, filosofie, miti, nismo con un pensiero, e l’even-
tutto connesso in uno stile im- to stesso racchiude sempre un si-
prevedibile, per portare il letto- gnificato profondo il cui scopo è
re alla consapevolezza che la sua quello di guidare la nostra vita
mente è una mente creatrice, pa- verso il proprio destino. Questo
ragonabile a quella di Dio. Una libro descrive gli studi sul feno-
comprensione più spirituale di meno della “sincronicità” con-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

Dio e delle leggi dell’esistenza. dotti dai fisici quantistici.

LA MATERIA È PENSIERO! IL CAMBIAMENTO È L’ARTE DI VIVERE


Questo libro traccia la storia di L’incertezza regna sovrana e le
quella rivoluzione scientifica che nostre vite stanno cambiando
trasformerà infine il nostro mon- con rapidità. Il libro offre l’occor-
do e ciò che siamo, e che ha già rente per affrontare le più grandi
coinvolto neurobiologi, psichiatri, sfide che ci attendono e contiene
informatici, fisici e matematici in materiali inediti sulla scoperta di
una competizione senza preceden- cellule cerebrali nel cuore umano
ti. L’autore ci invita a scoprire gli e sul ruolo che esse svolgono nel-
straordinari meccanismi sottili at- la resilienza personale. È necessa-
traverso i quali il cervello umano rio sviluppare la resilienza, cioè
diventa coautore nell’inarrestabile e la capacità di affrontare e supera-
stupefacente processo di creazione. re le difficoltà della vita.

Scarica l’Omaggio riservato a chi acquista uno di questi libri! Solo sul sito www.scienzaeconoscenza.it
La pelle alla luce del sole
Il corpo umano è una fabbrica di vitamina D alimentata a pannelli solari
Antonio Del Sorbo

I
l sole è indispensabile alla Vita ed è un La vitamina D
prezioso alleato della nostra salute. L’e- è un pro ormone steroideo
sposizione al sole regola i ritmi circadiani La vitamina D è un pro ormone naturale simile
degli esseri viventi attraverso la produ- al cortisone, e tra le sue tante funzioni, regola
zione di neurormoni e neurotrasmettitori, tra anche il metabolismo del calcio e del fosforo.
cui la serotonina, una sorta di antidepressivo Quasi tutte le cellule del corpo umano possie-
naturale. Il sole ha un ruolo benefico sia sulle dono recettori per tale vitamina, indice della
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

difese immunitarie (azione immunostimolan- grande importanza che questo ormone steroi-
te), sia sull’infiammazione (azione antinfiam- deo riveste nella regolazione cellulare. Ogni cel-
matoria). Una fisiologica esposizione al sole lula cutanea (cheratinociti, melanociti, sebociti)
ha azioni positive anche sul tono dell’umore possiede milioni di recettori per la vitamina D,
attraverso la produzione di endorfine, sostan- in quanto anche la cute è un importante target
ze naturali che il corpo produce per fronteg- di questo importante ormone naturale. Durante
giare non solo il dolore fisico, ma anche quello le ore diurne infatti la pelle fabbrica vitamina D
emozionale, come ad esempio quello derivan- non solo per il resto del corpo ma anche per
te da periodi di stress, ansia e depressione. Alle sé stessa. Alcune manifestazioni cutanee di fre-
nostre latitudini, una corretta esposizione al quente riscontro in dermatologia (per esempio
sole può rifornire una quantità di vitamina D acne, dermatite seborroica, psoriasi, dermatite
sufficiente per tutto l’anno, in quanto fabbri- atopica) migliorano con l’esposizione al sole gra-
cata dalla pelle quando ci esponiamo al sole, zie anche alla maggior quantità di vitamina D
anche involontariamente, come ad esempio a disposizione dei tessuti cutanei. La vitamina D
durante una passeggiata all’aperto. ha un’attività antinfiammatoria cortison-like, in

46 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE PREVENZIONE

quanto riduce i livelli di alcune citochine proin-


fiammatorie (interleuchine IL-2, IL-6, IL-17, LA CUTE SI COMPORTA COME
IL-21) e inoltre modula l’attività dei recettori UN RICETRASMETTITORE DI
vanilloidi della pelle, responsabili della neuroin-
fiammazione e della neurosensibilità di cute e ONDE ELETTROMAGNETICHE,
mucose sensibili.
NEL SENSO CHE OLTRE AD
La vitamina D in dermatologia ASSORBIRE UNA FRAZIONE
In dermatologia la vitamina D viene utilizzata
sia per via orale (integratori) che per uso topico DELLA LUCE SOLARE, EMETTE
(creme). Una volta entrata nella cellula, la vita- SPONTANEAMENTE FOTONI
mina D si lega al suo recettore provocandone la
migrazione all’interno del nucleo, nel quale atti- ULTRA DEBOLI (BIOFOTONI)
va la trascrizione dei geni responsabili della dif-
ferenziazione e della proliferazione cellulare. In
SECONDO UN RITMO
Natura, la fonte più preziosa di vitamina D resta CIRCADIANO
la graduale e corretta esposizione al sole. Quan-
do è esposta al sole la pelle avvia la fotosintesi di meno il tempo alla pelle di riadattare le sue dife-
eumelanine (abbronzatura) e di vitamina D. La se (la produzione di melanina richiede qualche
cute si comporta come un ricetrasmettitore di giorno). Recenti studi hanno confermato che
onde elettromagnetiche, nel senso che oltre ad l’irradianza dell’ultravioletto B solare al suolo
assorbire una frazione della luce solare, emette non è poi tanto cambiata negli ultimi anni. A
spontaneamente fotoni ultra deboli (biofotoni) cambiare radicalmente, invece, sono state le no-
secondo un ritmo circadiano. Si tratta di fotoni stre abitudini di esposizione al sole. Gli anni Ot-
con una lunghezza d’onda compresa tra 380 e tanta del XX secolo sono stati il periodo d’oro
780 nm, e un’intensità luminosa 1000 volte in- del nostro Paese. Con il baby boom e la moda
feriore a quella visibile a occhio, ma misurabile della casa al mare, le vacanze estive della fami-
con un comune fotometro. glia media potevano durare anche due mesi e
oltre, ricoprendo talora l’intero periodo di chiu-
Ma è vero che il sole fa male? sura delle scuole. Dagli inizi del XXI secolo,
Come accade per molte cose presenti in Natu- con l’introduzione della moneta unica europea
ra, anche con il sole occorre moderazione, nel e l’inizio della nuova era della globalizzazione,
senso che non bisogna oltrepassare i limiti della quasi tutte le attività commerciali restano aper-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

biologia e del buon senso. Un bicchiere di vino te tutto l’anno, e le vacanze estive sono ridotte
ai pasti è salutare, mentre un litro di vino al ad appena una settimana. Non essendo anco-
giorno danneggia il fegato. Stesso discorso vale ra la pelle pronta a ricevere un tale carico di
per l’esposizione al sole. Non sono d’accordo ultravioletti, ci si scotta attribuendo la causa a
però con quanti sostengono che il sole è cam- un sole malato anziché a un cambio generazio-
biato, o addirittura “malato”. Se non fosse per il nale delle nostre abitudini. Da prezioso modulo
sole ci saremmo già estinti, anzi, probabilmente epigenetico, l’abbronzatura è oggi diventata un
non saremmo mai nati. Più che il sole, a essere trofeo da esibire in tempo reale sui social me-
cambiati rispetto al passato sono stati i nostri usi dia e da ostentare ancor prima del rientro dalle
e costumi. Un tempo si trascorreva molto più vacanze. In questi ultimi 40 anni si è venuto a
tempo al sole, ma si dava anche il tempo alla creare un profondo gap tra le nuove mode (tin-
pelle di produrre un’adeguata quantità di mela- tarella a tutti i costi) e il mondo per cui eravamo
nina. Oggi, dopo un anno di ufficio, si passa in programmati da un punto di vista evolutivo. Le
maniera brusca a qualche breve vacanza di sole nostre nuove abitudini di esposizione ai raggi
“last minute” dalla quale non si può certo tornare UV (lettini solari, solarium, vacanze invernali
non abbronzati. Nei casi limite non si dà nem- al sole senza adeguata preparazione, ispirazio-

SC | Scienza e Conoscenza 47
ne a nuovi modelli mediatici) sono cambiate la fotosintesi di vitamina D. L’esposizione al sole
troppo in fretta rispetto alla capacità adattativa deve essere sempre cauta e graduale per evitare
della nostra pelle. Se nel XIX secolo abbiamo eritemi e ustioni. La vitamina D è considerata
attribuito la causa di molti nostri malesseri ai un ormone steroideo poiché è prodotta a partire
batteri, ci ritroviamo adesso a demonizzare un dal colesterolo proprio come il cortisone, e con
altro grande alleato, il sole, dimenticando che, quest’ultimo condivide l’attività antinfiammato-
senza questi due grandi doni, la Vita sulla Ter- ria, in quanto riduce l’azione di note molecole
ra non sarebbe stata possibile. In questi ultimi pro infiammatorie, tra cui l’ossido nitrico e il
anni stiamo purtroppo sostituendo il piacere di TNFα. È uno dei motivi per cui molte dermatiti
una passeggiata nel parco con la luce artificia- che beneficiano del cortisone di sintesi (per esem-
le dei centri commerciali. Nel lungo periodo di pio lichen planus, psoriasi, dermatite seborroica,
lockdown pandemico iniziato già nel 2020, la so- dermatite atopica) migliorano spontaneamen-
stituzione della scuola con la didattica a distan- te in estate, cioè nei mesi in cui la vitamina D
za e del lavoro con il telelavoro, ha determinato è prodotta spontaneamente al sole. Durante le
in alcune persone una tale carenza di vitami- ore diurne la pelle fabbrica continuamente vi-
na D, da doverla supportare con gli integrato- tamina D per la maggior parte degli organi del
ri. L’importanza della vitamina D era già stata corpo, e persino per se stessa, dal momento che
intuita dalla medicina popolare di un tempo. tutte le sue cellule (cheratinociti, melanociti, se-
Chi ha qualche anno in più ricorderà l’odore bociti, mastociti) contengono milioni di recettori
nauseante dell’olio di fegato di merluzzo che le per questa sostanza dalle mille virtù. Basti pen-
nonne ci davano da bambini. In effetti questo sare che la vitamina D è in grado di regolare a
alimento dal sapore sgradevole è tra i pochi a livello del DNA l’attività di almeno 3000 geni,
contenere una discreta quantità di vitamina D. rappresentando così uno degli esempi più ele-
La quota principale di vitamina D resta quel- mentari di epigenetica (regolazione del DNA a
la che l’essere umano è in grado di fabbricare seconda delle variazioni ambientali). Non è il
spontaneamente, con una corretta esposizione sole quindi che occorre evitare, ma le scottature
al sole. Le creme ad alto fattore di protezione solari. Per evitarle, la pelle ci invia una serie di
solare possono ridurre il rischio di scottature, segnali di allerta (eritema, prurito, bruciore), che
pur consentendo una discreta abbronzatura e osserviamo, per esempio, nell’eritema solare. Un
una fisiologica produzione di vitamina D. tempo ci si esponeva al sole secondo il buon sen-
so di non superare questi limiti biologici, mentre
Fotobiologia cutanea oggi tali limiti, ispirati dalla tintarella dei nostri
Al sole la pelle degli esseri viventi si comporta divi mediatici, vengono continuamente sfidati e
infranti con tutti i mezzi possibili, incluse lampa-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

come un pannello fotovoltaico in grado di dirot-


tare alcune radiazioni elettromagnetiche verso de e creme abbronzanti.

Libro Consigliato
Scritto da
ANTONIO DEL SORBO
Medico chirurgo, specialista in Dermatologia e Venere-
ologia, e Dottore di Ricerca in Dermatologia Sperimen-
Antonio Del Sorbo tale. Coautore di una collana di Atlanti di Dermatologia
Ascoltando la Pelle e di pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali e in-
Il dermatologo risponde ternazionali. Membro dell’Almo Collegio dell’Università
Macro Edizioni, 2018 Popolare Nuova Scuola Medica Salernitana. Svolge la
professione di dermatologo e venereologo a Salerno.
Per contatti:
Cercalo su scienzaeconoscenza.it antoniodelsorbo@gmail.com
www.ildermatologorisponde.it

48 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE PREVENZIONE

Vitamina A:
nutriente essenziale
Dalla salute degli occhi alla fertilità, tutti i benefici dell’utilizzo
di questa importante vitamina
Simone Grazioli Schagerl

L
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

a vitamina A è un micronutriente af- è unicamente un problema dei Paesi in via di


fascinante, essenziale per numerosi i sviluppo, perché bastano una banale infezione o
processi vitali: la vista, lo sviluppo, la un surmenage per aumentare il fabbisogno mo-
fertilità, la funzione immunitaria, la mentaneo della vitamina e per consumare le pre-
rigenerazione dei neuroni nel cervello, la bel- ziose riserve epatiche. Difatti, uno dei ruoli bio-
lezza ... In realtà “vitamina A” è un termine logici più importanti della vitamina A è quello
generico che si riferisce a vari composti lipo- di potenziare e modulare le naturali difese del
solubili presenti nei prodotti animali, men- corpo. Il sistema immunitario possiede tre linee
tre nei vegetali si trova come provitamina A di difesa. Mentre le prime due sono aspecifiche,
o carotenoidi. Le forme attive di vitamina A cioè annientano direttamente le cellule infettate
nell’organismo umano sono il retinolo, il reti- e tumorali, la terza linea di difesa produce degli
nale e l’acido retinoico, che regolano l’azione anticorpi specifici contro gli agenti patogeni. Il
di 532 geni nel corpo! Sebbene la carenza della retinolo sostiene l’immunità in modo molteplice
vitamina A sia meno evidente in occidente, non su tutte le tre linee. Vediamo come.

SC | Scienza e Conoscenza 49
Le linee di difesa del corpo
La prima barriera di difesa è data dalla pelle e dal- lule di memoria per poter reagire più rapidamente
le mucose che impediscono agli agenti patogeni di al prossimo incontro. La risposta specifica richiede
entrare nel corpo. L’immunità a livello delle mucose qualche giorno per attivarsi, ma conoscere e ricor-
è importantissima, visto che la maggior parte dei pa- dare il nemico è fondamentale.
togeni penetra nell’organismo proprio attraverso le
mucose digerenti, respiratorie, urogenitali ed ocula- Il retinolo agisce su tutte le tre linee di difesa: eser-
ri. Eliminare il nemico alla porta risparmia molti guai. cita un’azione trofica sulle barriere passive, volta a
rinforzare l’integrità delle mucose. Modula l’attività
La seconda linea di difesa è data dalle cellule natural delle cellule immuni e sostiene la loro maturazione
killer, i macrofagi, i neutrofili e le cellule dendritiche. e sopravvivenza. Inoltre induce la produzione di ci-
Le cellule natural killer sono le prime cellule immu- tochine, i mediatori chimici che regolano l’infiam-
nitarie in azione. Il loro unico scopo è uccidere le mazione. Cosa succede però al sistema immunitario
cellule anomale. Nel giro di un giorno riescono a in- quando mancano buone riserve di vitamina A? La pel-
trappolare gli agenti patogeni, fornendo una rapida le diventa secca e screpolata. Le mucose secernono
protezione contro le infezioni virali e le cellule tumo- meno muco e tendono a seccarsi, un eventuale ca-
rali. Vengono accompagnati da un altro meccanismo tarro non viene asportato facilmente, quindi peggiora
di difesa non specifico e rapidissimo: l’infiammazio- la funzione respiratoria. La sintesi degli anticorpi IgA
ne. Essere più veloci del nemico è cruciale. e del lisozima, una sostanza battericida nelle lacrime,
si riduce. Le ciglia che rivestono il tratto respiratorio
La terza linea di difesa, il sistema immunitario speci- si appiattiscono. Ovviamente la prima linea di difesa
fico, è caratterizzato da due tipi di linfociti, che ven- è compromessa. Ma non solo. Con inadeguati livelli
gono prodotti nei linfonodi: le cellule T e B. I linfociti della vitamina A anche la seconda linea di difesa ne
T hanno il compito di catturare l’agente patogeno nel risente. Il numero di cellule natural killer, macrofagi e
sangue e di presentarlo ai linfociti B che producono neutrofili si riduce. Infine pure il sistema immunitario
gli anticorpi specifici. Entrambi i linfociti creano cel- specifico, la terza linea di difesa, è meno efficiente.

Sistema immunitario giusta immunotolleranza è fondamentale per


e malattie autoimmuni mantenere il microbiota intestinale in salute. È
Oltre a supportare l’organismo ad affrontare gli chiaro a tutti, spero, che l’organismo non si deve
agenti patogeni, la vitamina A controlla anche rivolgere contro i batteri intestinali utili, ma at-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

la risposta immune impedendole di reagire in taccare solamente i patogeni.


modo eccessivo.
La giusta immunotolleranza è importantissima: Tra i micronutrienti essenziali per le buone di-
solo così si tollerano le proprie cellule sane e si fese spiccano oltre la vitamina A anche le vita-
evitano le reazioni esagerate, tipiche delle aller- mine D, K e C. In particolare le vitamine A e
gie e delle malattie autoimmuni. D lavorano strettamente insieme: ogni volta che
Con le basse riserve di vitamina A aumenta, di- l’organismo usa una molecola di vitamina D,
fatti, la propensione alle malattie autoimmuni e necessita anche una molecola di vitamina A.
alle allergie. In effetti il fabbisogno di vitamina A aumenta
Questa viene spesso scatenata dalle infezioni. quando si assumono in modo costante dei sup-
Per curarle alcuni medici prescrivono la vitami- plementi di vitamina D.
na A assieme alla vitamina D. Adeguate riserve Invece molte persone prendono degli integrato-
di vitamina A durante la gravidanza possono ri di vitamina D senza pensare alla vitamina A.
prevenire le tendenze allergiche e asmatiche nei Alcune non riescono di conseguenza a migliora-
figli, un problema molto sentito oggi. Infine la re loro stato di ipovitaminosi D.

50 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE PREVENZIONE

Sars-CoV-2 sono maggiori con l’età avanzata,


LA GRAVITÀ E IL RISCHIO DI perché gli anziani sono portatori di più fattori
MORTALITÀ DELL’INFEZIONE di rischio e tendono a nutrirsi male e muover-
si poco. Quindi la prevenzione svolge un ruolo
DA SARS-COV-2 SONO significativo nella resistenza all’infezione e nello
MAGGIORI CON L’ETÀ sviluppo della malattia. Già i primi minuti di
esposizione al patogeno sono critici.
AVANZATA, PERCHÉ GLI Lo stato del sistema immunitario innato e delle
mucose del tratto respiratorio e gastrointestina-
ANZIANI SONO PORTATORI le sono decisivi, poiché formano una prima bar-
DI PIÙ FATTORI DI RISCHIO E riera biochimica contro l’infezione. Se solo po-
chi virus entrano nel corpo, la risposta immune
TENDONO A NUTRIRSI MALE sarà in grado di gestire l’infezione in modo ade-
guato, producendo degli anticorpi specifici che
E MUOVERSI POCO proteggono l’organismo da un futuro assedio.
Ecco l’importanza del distanziamento sociale,
Covid-19 e carenza di Vitamina A di cambiare frequentemente l’aria negli spazi
La carenza di vitamina A è ritenuta una ma- chiusi ecc... però pensiamo pure al retinolo!
lattia da immunodeficienza acquisita. Una delle Come sappiamo, esso esercita un’azione trofi-
principali conseguenze della carenza è l’aumen- ca sulle barriere passive e il sistema immunita-
tato rischio di infezioni gravi. Purtroppo sono rio innato. Adeguati livelli delle vitamina A, D
proprio le malattie infettive ad aumentare il fab- e K al momento dell’infezione da Sars-CoV-2
bisogno della vitamina A. esercitano inoltre delle proprietà antiossidan-
Questo vale anche per l’infezione da Sars- ti, antinfiammatorie e immuno-modulatorie e
CoV-2! Siccome la gravità di questa malattia giocano un ruolo di spicco contro la tempesta
è caratterizzata innanzitutto dalla risposta im- delle citochine, i mediatori chimici dell’infiam-
munitaria esagerata al virus, in particolare dal- mazione. Migliori sono le riserve di queste vi-
la cascata di citochine, i fattori di rischio sono tamine, minore sarà la risposta immunitaria
un sistema immunitario debole e tutti gli stati inappropriata.
dove esiste già una tendenza all’infiammazione
di basso grado: obesità, fumo, diabete, malat-
tie cardiovascolari, malattie respiratorie croni- Libri Consigliati
che, infezione virale respiratoria pregressa. La
Simone Grazioli Schagerl
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

gravità e il rischio di mortalità dell’infezione da Proprietà e benefici


della Vitamina A
SIMONE GRAZIOLI SCHAGERL Dove si trova, a cosa serve
e come assumerla
Editore: Macro Edizioni
Biologa Nutrizionista. Laureata all’Università di Vien-
na  con premio di ricerca, ha collaborato alla ricerca Simone Grazioli Schagerl
farmaceutica e alla ricerca di base in bioelettricità
e magnetismo all’Università Tecnica di Vienna. Ha
Cibo per la Tiroide
La migliore alimentazione
conseguito il titolo di Esperto in Medicina Naturale
per curare l’ipotiroidismo,
all’Università di Milano. Ha insegnato preso il centro
l’ipertiroidismo
di Ricerche in Bioclimatologia Medica e Biotecnolo-
e altri disturbi
gie e Medicina Naturale dell’ Università di Milano. È Editore: Macro Edizioni
docente alla Scuola dell’Accademia Italiana di Fitote-
rapia applicata. É autrice di: “Una vita senza stress” e Cercali su scienzaeconoscenza.it
di: “Cibo per la tiroide”, entrambi i libri usciti da Macro gruppomacro.com o nella tua libreria di fiducia
edizioni.

SC | Scienza e Conoscenza 51
CONSIGLI DI LETTURA

Guarigione rapida
dalle infezioni virali
A cura di Valerio Pignatta
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

52 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE PREVENZIONE

Un'opera completa e aggiornata


con 676 studi scientifici, scaricabile gratuitamente

D
urante questo ultimo anno, tutti ci sono categorie di persone che per l’età o le
noi, chi più chi meno, abbiamo patologie di cui già soffrono sono esposte a seri
sicuramente introiettato una cer- rischi per la propria salute qualora sviluppassero
ta quantità di paure, per noi o anche la COVID-19 nelle sue fasi più rischiose
per i nostri cari, legate soprattutto al bom- quali la polmonare e quella di scompenso (iper-
bardamento mediatico sulla pandemia da reattività dell’organismo).
COVID-19 oppure direttamente correlate a Ci pare però di poter dire con una certa sicu-
situazioni concrete e reali che hanno interes- rezza che quello che è passato inosservato o sot-
sato parenti, colleghi o vicini di casa e cono- taciuto, o comunque abbastanza ignorato dai
scenti che hanno sviluppato la malattia. media, è l’esistenza di cure efficaci e risolutive
Sebbene nella maggior parte dei casi, fortuna- quand’anche non già preventive.
tamente, l’infezione da SARS-CoV-2 sia abba- Se nei primi mesi della nuova malattia la me-
stanza sopportabile o addirittura asintomatica, dicina brancolava nel buio, ora di certo non si
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

SC | Scienza e Conoscenza 53
può più dire altrettanto, e ciò dovrebbe essere
IL LIBRO SVILUPPA UN di grande conforto per tutti coloro che ancora
PROTOCOLLO ANTIVIRALE sono spaventati o che non sono a conoscenza di
reali possibilità di guarigione per tutti.
COSTITUITO DA VARI Il nuovo libro del dottor Thomas Levy, Rapid
RIMEDI. SICURAMENTE LA virus recovery. No need to live in fear! (Guarigione ra-
pida dai virus. Non c’è bisogno di vivere nella
NEBULIZZAZIONE DI PEROSSIDO paura!), va proprio in questo senso. Levy è un
medico statunitense, un ricercatore scientifico,
DI IDROGENO, L’OSSIGENO- cardiologo, nonché uno dei massimi esperti
OZONO (ANCHE NELLA FORMA mondiali della vitamina C.
Come sappiamo da molti altri suoi lavori pub-
DI CAMERA IPERBARICA) E LA blicati (tra cui anche un libro edito da Macro
VITAMINA C SONO QUELLI Edizioni dal titolo appunto di Vitamina C), que-
sta vitamina ha un naturale effetto antivirale e
CHE EMERGONO COME I PIÙ antibatterico.
EFFICACI E IMMEDIATI NEL Il dottor Levy si è messo dunque ad approfon-
dire l’utilizzo di tale ritrovato naturale e di altri
NEUTRALIZZARE I VIRUS rimedi simili contro la COVID-19 ottenendo

UN MEDICO CORAGGIOSO
Il dott. *Thomas Levy* appartiene all’esigua malattia e nella salute. Recentemente è stato inse-
schiera dei medici coraggiosi che seguono la rito nella Orthomolecular Medicine Hall of Fame.
scienza evitando le trappole della politica e il Dr. Levy continua a ricercare l’impatto dell’ap-
dell’ortodossia. Laureato in medicina alla Tulane plicazione ortomolecolare della vitamina C e degli
Medical School di New Orleans, Professore Assi- antiossidanti e, in generale, sulle malattie croniche
stente di Medicina nella stessa Università, è an- degenerative. La sua ricerca continua consiste nel
che laureato in legge. Ha praticato come cardio- documentare che tutte le malattie sono forme e
logo per 15 anni prima di iniziare la sua personale gradi diversi di scorbuto focale, derivanti da un au-
esplorazione dei molti aspetti della medicina al di mento dello stress ossidativo, soprattutto intracel-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

fuori degli schemi tradizionali. Attualmente è Di- lulare, e che tutte traggono beneficio da protocolli
rettore Medico del Colorado Integrative Medical che ottimizzano i livelli di antiossidanti nel corpo.
Center di Denver. Ha scritto numerosi libri. Su queste informazioni tiene regolarmente confe-
Dopo aver praticato la cardiologia per adulti per renze mediche in tutto il mondo.
15 anni, ha iniziato a ricercare l’enorme tossicità
associata a molti lavori dentali, così come la pro-
nunciata capacità della vitamina C, somministrata
correttamente, di neutralizzare questa tossicità.
Ad oggi ha scritto undici libri, molti dei quali af-
frontano le proprietà ad ampio raggio della vitami-
na C nel neutralizzare tutte le tossine e risolvere
la maggior parte delle infezioni, così come il suo
ruolo vitale nel trattamento efficace delle malat-
tie cardiache e del cancro. Altri libri affrontano
i ruoli importanti della tossicità di alcune cure
dentali e dell'importanza della nutrizione nella

54 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE PREVENZIONE

risultati di tutto rispetto. Il suo intento dichiarato di ogni affermazione riportata è documentata
da cui è partito è «il tentativo di fermare questa scientificamente. Tra l’altro, ampie parti del
pandemia e prevenire quelle future, [per cui] ho testo sono dedicate a illustrare anche l’efficacia
scritto un nuovo libro che dà consigli diretti e pre- della vitamina C e di altri rimedi per altre pato-
cisi su come risolvere rapidamente la COVID-19 logie dovute a infezioni batteriche o virali.
insieme a qualsiasi altro virus respiratorio». La vitamina C, sia per somministrazione endove-
Il libro sviluppa un protocollo antivirale costi- nosa sia per somministrazione orale, ha infatti un
tuito da vari rimedi. Sicuramente la nebulizza- potere curativo documentato scientificamente per
zione di perossido di idrogeno, l’ossigeno-ozono le seguenti malattie infettive virali: poliomielite,
(anche nella forma di camera iperbarica) e la epatite virale acuta, morbillo, parotite, encefalite
vitamina C sono quelli che emergono come i virale, varicella, polmonite virale, influenza, feb-
più efficaci e immediati nel neutralizzare i virus. bre zika, chikungunya, Ebola (insieme all’ozono).
Il testo si sofferma anche a illustrare i meccani- Un’altra sezione del testo fornisce invece infor-
smi di replicazione dei microrganismi e il fun- mazioni per superare e reinvertire le patologie
zionamento delle sostanze impiegate nella lotta croniche (artrosi, parodontite, malattie cardia-
contro l’infezione. Il supporto può essere affida- che ecc.) che sono una causa di debolezza siste-
to a minerali come calcio, magnesio e zinco op- mica di un individuo e che fanno sì che quando
pure a vitamina D, l’irradiazione del sangue con questi contrae un’infezione abbia maggiori pos-
i raggi ultravioletti e farmaci collaudati come sibilità di sviluppare forme gravi della malattia,
l’idrossiclorochina o l’ivermectina. (Ricordiamo foss’anche semplicemente un’influenza.
che questi ultimi due farmaci, molto efficaci e La maniacale pulizia di bocca, denti e lingua viene
risolutivi, sono stati proibiti, in Italia e in molti indicata come un’ottima abitudine per mantenere
altri Paesi, nelle cure della COVID-19, diret- sano l’ingresso principale del nostro organismo e
tamente dalle istituzioni sanitarie accampando tenere basso lo stato infiammatorio generale.
motivi di sicurezza). Il libro consta di ben In tutto questo però un aspetto altrettanto impor-
53 pagine di bibliografia su 317 pagine to- tante è il mantenimento di un microbiota intestina-
tali (per un totale di 676 studi scientifici), quin- le in perfetta forma. Finalità per la quale vengono
date informazioni sia terapeutiche che alimentari.
Il testo nel suo insieme rappresenta dunque una
IL TESTO FORNISCE gigantesca ricerca scientifica e le conclusioni cui
INFORMAZIONI PER SUPERARE addiviene sono difficilmente refutabili. In so-
stanza, da esso possiamo trarre l’informazione
E CURARE LE PATOLOGIE che esiste una modalità facile ed economica per
CRONICHE (ARTROSI, tornare alla normalità. I protocolli contenuti e
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

illustrati in questo testo lo dimostrano.


PARODONTITE, MALATTIE
CARDIACHE ECC.) CHE SONO
UNA CAUSA DI DEBOLEZZA DOWLOAD GRATUITO
La cosa ancor più interessante è che il testo in
SISTEMICA DI UN INDIVIDUO formato elettronico, come dice l’autore, è «di-
E CHE FANNO SÌ CHE sponibile come download gratuito per diffon-
dere il messaggio il più rapidamente possibile.
QUANDO QUESTI CONTRAE E per favore sentitevi liberi di condivide-
re questo link (https://rvr.medfoxpub.
UN’INFEZIONE ABBIA MAGGIORI com/ da cui è possibile scaricare il te-
POSSIBILITÀ DI SVILUPPARE sto in lingua inglese o spagnola) con
chiunque pensate possa essere interessato!».
FORME GRAVI DELLA MALATTIA

SC | Scienza e Conoscenza 55
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

56
SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE PREVENZIONE
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

SC | Scienza e Conoscenza 57
Vivi un anno
DI SCIENZA, SALUTE E CONSAPEVOLEZZA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
RICEVI GRATUITAMENTE
UN LIBRO IN FORMATO E-BOOK
Vai su www.scienzaeconoscenza.it

Abbonamento
CARTACEO
UN ANNO A SOLI
39,70 €
INCLUDE
LA SPEDIZIONE
CON CORRIERE
DI 4 NUMERI

Abbonamento
ELETTRONICO PDF
UN ANNO A SOLI
24,70 €

La prima rivista italiana ORA IN OMAGGIO!


di Medicina Integrata e Nuove Scienze

Come Abbonarsi
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

* DIRETTAMENTE DAL SITO numero si desidera far partire l'abbonamento e l'indirizzo mail per
www.scienzaeconoscenza.it/abbonamenti ricevere le nostre comunicazioni.
scegliendo il tipo di abbonamento e la modalità di pagamento desiderata * CARTA DI CREDITO o PAYPAL direttamente dal nostro sito
(bollettino, bonifico; paypal, carta credito). www.scienzaeconoscenza.it con circuito protetto PayPal.
* CON BONIFICO BANCARIO: intestato a Codice BIC/SWIFT: ICRAITRRTT0
Macro Società Cooperativa intestato a Macro Società Cooperativa.
IBAN : IT 54 G 08542 23902 096000154833
Banca per lo sviluppo - Agenzia di Cesena
BIC/SWIFT: SVIUITRRXXX
Intestato a Macro Società Cooperativa
Inserire in modo chiaro tutti i dati
(nome cognome, indirizzo, mail, telefono)
* CON BOLLETTINO POSTALE: Fare il versamento su c/c postale Nei giorni di martedì e venerdì dalle ore 10 alle ore 12
10632479 intestato a Macro Soc. coop.
(indicando nome, cognome, indirizzo postale e mail)
Codice IBAN: IT 73 L 07601 13200 000010632479
(solo per bonifico postale).
58 sempre
Specificare SC | Scienza e Conoscenza
in CAUSALE il tipo di abbonamento scelto, da quale
SPECIALE PREVENZIONE
I PIÙ LETTI ONLINE
su scienzaeconoscenza.it
LA FISICA QUANTISTICA SPIEGATA
IN MODO SEMPLICE
Antonella Ravizza
La fisica quantistica è la teoria fisica che descrive il comportamento
della materia, della radiazione e di tutte le loro interazioni viste sia
come fenomeni ondulatori sia come fenomeni particellari (dualismo
onda-particella), a differenza della fisica classica o newtoniana, ba-
sata sulle teorie di Isaac Newton, che vede per esempio la luce solo
come onda e l’elettrone solo come particella. È una materia affasci-
nante che ha ancora tanti misteri da scoprire!
Leggi l’articolo completo sul nostro sito al link:
https://bit.ly/3hqyvNO

LE MALATTIE CURABILI
CON IL METODO RUFFINI E I DOSAGGI
DELL'IPOCLORITO DI SODIO
Gilberto Ruffini
La spiegazione del metodo e la Posologia e metodi di somministra-
zione e applicazione del Metodo Ruffini con Ipoclorito di Sodio per
disturbi brevemente sintetizzati tra le 30 malattie umane dermatolo-
giche previste dal Metodo, fra cui: Herpes Simplex, Papillomavirus
( HPV), Candida mucogenetica cronica e Candida albicans, Afte,
Intertrigo, Follicolite decalcante e tanto altri problemi di salute
Leggi l’articolo completo sul nostro sito al link:
https://bit.ly/3h9sjuz

DI COSA SONO FATTI GLI ATOMI?


CE LO SPIEGA IL LIBRO
"LA BIOLOGIA DELLE CREDENZE"
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

Bruce Lipton
I fisici quantistici hanno scoperto che gli atomi materiali sono formati
da vortici di energia in costante vibrazione e rotazione, ogni atomo è
come una trottola in rotazione, che oscilla ed emette energia. Poiché
ciascun atomo ha una sua specifica configurazione energetica (oscil-
lazione), gli aggregati di atomi (molecole) emettono collettivamente
modelli energetici che li identificano. Ciò significa che qualunque
struttura fisica nell’Universo, compresi voi e io, irradia una specifica
configurazione energetica.Ma se fosse possibile osservare al micro-
scopio la composizione di un atomo, che cosa vedremmo?
Leggi l’articolo completo sul nostro sito al link:
https://bit.ly/3xc7C71

Segui il nostro blog su scienzaeconoscenza.it:


ogni giorno articoli inediti di scienza, medicina integrata
e naturale, salute, psicologia.
SC | Scienza e Conoscenza 59
I domini di vuoto
Non tutte le strane luci sono UFO!
A cura della redazione - Collana di libri Scienza e Conoscenza

Avvistamenti di strani La teoria dei domini di vuoto


fenomeni luminosi Alla base di questa teoria c’è l’accettazione
Al confine fra Russia e Cina, nel lontano siste- dell’esistenza di masse negative. Questa
ma montuoso siberiano dell’Altaj, si verificano idea è stata loro suggerita dalla fluttuazione
regolarmente avvistamenti di strani fenomeni quantistica del vuoto, di cui si erano già oc-
luminosi che talvolta compiono in cielo sperico- cupati e che li ha portati alla conclusione che
lati movimenti. I soldati di frontiera sono ormai il vuoto debba avere una determinata
talmente abituati a tali fenomeni, da non entra- massa, vale a dire che debba essere visto come
re più in stato di allerta. I fascicoli dei soldati di un mezzo materiale. Al giorno d’oggi, gli scien-
confine russo sono pieni di rapporti di avvista- ziati trovano relativamente sgradevole questa
menti di questo tipo, però non hanno tempo e idea, perlomeno da quando la vecchia teoria di
preparazione per occuparsi delle possibili spie- un “etere” che pervade spazio e tempo è stata
gazioni scientifiche delle luci, finché non è rela- sostituita dalle più recenti idee dei campi ma-
tivamente sicuro che non si tratti di un missile gnetici nel vuoto di Einstein e Lorentz.
cinese o qualche altra minaccia. Già da 60 anni circa, i fisici discutono anima-
Dopo ripetute apparizioni di questi falsi allar- tamente se nell’universo possano esserci delle
mi, gli ufficiali hanno conferito l’incarico di masse negative. All’epoca, il fisico quantistico
studiare scientificamente questi fenomeni al Paul Dirac aveva formulato le famose equa-
professor Vjatscheslav L. Djatlov, un vec- zioni con cui aveva posto sulla stessa base la
chio matematico dell’Istituto di Matematica di fisica quantistica e la teoria della relatività, pre-
Sobolev, della sezione siberiana dell’Accademia annunciando così per la prima volta nel 1931
delle Scienze di Novosibirsk. Insieme al suo col- l’esistenza dell’antimateria.
laboratore Alexej N. Dmitrijev, Djatlov ha Questo non ha ancora nulla a che fare con la
esaminato il materiale esistente e ha poi cercato massa negativa, dato che l’antimateria costi-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

di elaborare un modello teorico di spiegazione. tuisce l’antipolo elettrico della materia


Nel corso di questo lavoro, dopo molti calcoli, comune. Le celebri equazioni di Dirac hanno
sono giunti alla loro rivoluzionaria teoria tuttavia la caratteristica di funzionare ancora
sul fenomeno dei domini di vuoto. anche se vi si inseriscono delle particelle con

I corpi luminosi reagiscono ai nostri pensieri!


I misteriosi corpi luminescenti pos- dell’osservatore! In fondo si tratta della terra per poi sfrecciare verso
sono quindi farci credere di essere di una cosa spiegabile, perché se il l’alto in volo verticale. È stato dimo-
fatti di materia solida e, in determi- fenomeno luminoso emette onde a strato che altri hanno potuto attra-
nate condizioni possono addirittura bassa frequenza, prodotte in forma versare pareti di materia solida. In
reagire ai nostri pensieri! simile anche dal nostro cervello, è
breve, il loro comportamento è così
Alexej Dmitrijev è riuscito a osserva- assolutamente possibile pensare
re di persona questo fatto sorpren- che avvenga un “contatto mentale” stravagante che potrebbero essere
dente. Talvolta un dominio di vuoto fra l’essere umano e il fenomeno responsabili di tutta una serie di
luminescente segue nei suoi movi- fisico. Alcuni di questi energofori “avvistamenti UFO” e di altri cosid-
menti le rappresentazioni mentali emergono addirittura dalle viscere detti “eventi paranormali”.

60 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN FISICA

massa negativa. Però, come questo tipo di mate- ma deriva chiaramente dalle equazioni cono-
ria non è mai stato osservata, questa idea non è sciute e accettate dalla fisica classica!
stata approfondita seriamente a livello scientifico. Come Dmitrijev e Djatlov hanno scoperto in
Nel 1998 al telescopio Hubble è riuscita un’os- seguito, nell’universo può effettivamente
servazione sensazionale che ha messo fine per prodursi un dominio di vuoto a causa di
sempre alla controversia sull’esistenza o meno un aumento dell’attività solare. Se nella
di masse negative o di una forza antigravitazio- sua orbita intorno al sole la terra incrocia una
nale repulsiva. zona di questo tipo, questo dominio di vuoto
Gli scienziati non riuscivano a credere ai loro finisce ovviamente nell’area della forza di gra-
occhi: le riprese del telescopio aprivano il loro vità. Nell’interfaccia fra l’atmosfera terrestre
sguardo su lontane galassie che sembravano più e il dominio di vuoto la gravitazione dà allora
lontane dei confini dell’universo. Per spiegare le origine a un forte campo elettrico che porta a
riprese di Hubble, gli astrofisici hanno due sole fenomeni luminosi nell’atmosfera, co-
alternative: siddetti energofori, chiamati anche fulmini
1. la teoria complessiva del big bang non fun- globulari. I due scienziati russi hanno inoltre
ziona; scoperto che anche delle marcate linee di faglia
2. c’è davvero una costante cosmologica, cioè nella crosta terrestre possono contribuire alla
una forza antigravitazionale debole formazione dei domini di vuoto.
che esercita un’azione repulsiva fra i I fenomeni luminosi possono perfino avere la
corpi celesti. Questa forza permetterebbe caratteristica di apparire su schermi radar, pur
alle galassie di allontanarsi fra loro ancora non essendo fatti di materia solida. Emettono
più velocemente di quanto si è pensato. frequenze elettromagnetiche nel campo E.L.F.,
quindi nel campo di onde lunghissime al di sotto
La forza di gravità non è stabile? dei 10 Hz, prodotte anche dal cervello umano.
Dato che la teoria del big bang concorda de- Estratto dal libro Ipercoscienza.
cisamente bene con i risultati di osservazioni,
nessuno vorrebbe abbandonarla, ragione per
cui, la maggior parte degli astrofisici si è messa
d’accordo per adottare la seconda alternativa.
Questo significa che l’universo continuerà ad
Libro Consigliato
espandersi per l’eternità e che la forza di gra- Fosar Grazyna,
vità presenta delle instabilità. Franz Bludorf
Dmitrijev e Djatlov si trovano quindi sul terre- Ipercoscienza
no della scienza accettata quando ipotizzano L’INTELLIGENZA NASCOSTA
NEL DNA
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

l’esistenza della massa negativa nel cosmo. Essi Nuova edizione aprile 2021
hanno avuto il buonsenso di presupporre un Collana: Scienza e conoscenza
equilibrio fra queste e le rimanenti masse posi- Casa editrice: Macro Edizioni
tive del vuoto, dal momento che nel complesso
Partendo da presupposti apparentemente lontanissimi,
un vuoto non avrebbe massa misurabile, o la come la trasmissione delle informazioni nel mondo quanti-
massa dovrebbe essere uguale a zero. stico, la scoperta dell’esistenza di una forza antigravitazio-
nale, le teorie riguardanti le funzioni del DNA “fantasma”,
I due scienziati russi hanno verificato tutto mi- gli autori svelano implicazioni che modificano profonda-
nuziosamente. Ma il risultato è stato sensazio- mente la nostra conoscenza della natura umana e squar-
nale: nelle zone di vuoto in cui si crea uno squi- ciano il velo che ancora copre la comprensione di fenomeni
quali i rapimenti UFO, gli stati alterati di coscienza o il feno-
librio fra masse positive e negative – una zona meno dell’intuizione. Dall’iperspazio al controllo della real-
di questo tipo viene chiamata dai due scienziati tà, dalla teoria del tutto all’intelligenza nascosta nel DNA,
russi dominio di vuoto – improvvisamente dai “domini di vuoto” alla scoperta secondo cui la gravita-
zione influisce sulla coscienza umana e sul clima, Grazyna
le forze della natura note, come l’elettricità e Fosar e Franz Bludorf ci espongono in maniera chiara argo-
la gravitazione, sono collegate tra loro. Questo menti di grande interesse e attualità, svelandoci i segreti
che ci mettono in comunicazione con l’Universo.
significa che all’interno di un dominio di
vuoto la gravitazione può trasformarsi Cercalo su scienzaeconoscenza.it
in elettricità e viceversa. Sembra utopico,

SC | Scienza e Conoscenza 61
La Torre di Majorana
Il crollo e la rinascita della teoria di particelle di Ettore Majorana
Ignazio Licata

Uno strano mare monizzare funzione d’onda ed interpretazione


Il maggior problema della fisica teorica negli probabilistica nello spazio-tempo di Einstein.
anni ’20 consisteva nel fondere le simmetrie Queste operazioni di ristrutturazione matema-
spaziotemporali della relatività ristretta con la tica in territori fondazionali in genere implicano
meccanica quantistica. L’equazione d’onda di fruttuose previsioni ed anche un costo da paga-
Schrödinger, che si mostrò subito di enorme uti- re. Nel caso della teoria Dirac coincidono: per
lità pratica, lasciava fuori la relatività. Un altro far tornare i conti, introdusse un mare di energia
tentativo di rendere relativisticamente invarian- negativa in cui vivono i doppi allo specchio del-
te la fisica quantistica, offerto dall’equazione di le particelle conosciute, che allora si contavano
Klein-Gordon, modificava però drasticamente ancora sulle dita di una mano. L’elettrone aveva
l’interpretazione probabilistica della funzione dunque un gemello negativo, di massa uguale
ma spin e carica opposti. È raro che una pre-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

d’onda, uno dei capisaldi della teoria.


Sembrava una via senza uscita, una ferita aper- visione teorica, basata su criteri estetici, riceva
ta in quello che dovrebbe essere il quadro uni- una rapida conferma, ma nel caso di Dirac le
tario della conoscenza del mondo fisico. Una prove dell’esistenza dell’antimondo arrivarono
soluzione matematicamente “molto elegante” molto presto, sin dalle osservazioni sui raggi
fu proposta da P. A. M. Dirac a partire dal 1928 cosmici di C. Anderson nel 1932, confermate
[P.A.M. Dirac, Proceedings of the Royal Socie- poche settimane dopo da P. Blackett e G. Oc-
ty A117 (1928) 610; P.A.M. Dirac, Proceedings chialini. L’esistenza del positrone (elettrone allo
of the Royal Society A133 (1931) 610.]. La ri- specchio, con carica opposta) era incontroverti-
chiesta di bellezza matematica fu sempre molto bile, ed oggi ci appare persino molto familiare:
importante per Dirac ed Einstein, ed in genera- pensiamo alla PET (tomografia a emissione di
le lo è per quasi tutti i fisici, anche se la natura positroni) che oggi è uno strumento diagnostico
ama nascondersi, come scrisse Eraclito, e la bel- a disposizione in ogni struttura sanitaria.
lezza formale di cui sono intrise le nostre teorie Ma tra Roma e Lipsia, un giovane fisico teori-
è destinata all’insuccesso. Non sembrava però il co siciliano la pensava diversamente. Era Ettore
caso dell’equazione di Dirac che riusciva ad ar- Majorana.

62 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN FISICA

La torre a infinite componenti LA TORRE DI MAJORANA È


Nel giornale di fisica Il Nuovo Cimento
(9,335,1932), Majorana aveva pubblicato la sua UNA SEQUENZA ILLIMITATA,
soluzione al problema dal titolo Teoria relativistica O PERSINO INFINITA, DI
di particelle con momento intrinseco arbitrario. Si tratta
di un approccio astratto e raffinato basato sul- PARTICELLE DISTINTE PER
la teoria dei gruppi, il settore della matematica SPIN E MASSA
che si occupa delle simmetrie e di cui la relati-
vità è soltanto una particolare espressione fisica proccio di Dirac, e costruisce una teoria in cui,
basata sulle simmetrie quadridimensionali dello seguendo unicamente la relatività come vincolo
spazio-tempo, contenuta nelle trasformazioni di generale per la costruzione della teoria, sugge-
Lorentz (le famose equazioni sulla dilatazione risce che particella ed antiparticella potrebbero
del tempo e la contrazione delle lunghezze per essere aspetti diversi di uno stesso stato che ri-
due osservatori inerziali). Majorana va oltre il sulterebbe globalmente neutro. In questo modo
numero di particelle conosciute al suo tempo Majorana recupera in parte la tesi della torre
ed amplia le relazioni relativistiche per scrive- ed anticipa alcune idee chiave della teoria del-
re una funzione d’onda ad infinite componenti le stringhe: le particelle (e le loro antiparticelle)
che vale per ogni valore di spin. In pratica usa sono emergenze della pulsazione di “qualcosa”
i vincoli della relatività per incastonarci dentro al fondo del mondo. In breve il lavoro finì nel ri-
la meccanica quantistica in una struttura estre- postiglio delle cose matematicamente interessan-
mamente salda, esorcizzando il mare di Dirac. ti. In effetti la teoria simmetrica vale per il fotone
Nello stesso tempo pone le basi per la futura fi- e il pione neutro, che appartengono alla famiglia
sica delle particelle, che crescerà rapidamente dei bosoni, ma incontra problemi con i fermio-
con lo sviluppo degli acceleratori: negli anni ’50 ni non neutri. Un fermione ed un anti-fermione
lo zoo delle particelle conosciute si aggirava già non coincidono. Straordinaria eccezione, e pro-
intorno a 200 esemplari! Il lavoro ridefinisce la
blema ancora aperto, è costituita dal neutrino.
struttura del vuoto (lo stato di minima energia)
che può immaginarsi come una serie di stati
particellari impilati uno sopra l’altro in relazio- Neutrini nel tempo
ne ai livelli energetici di ogni oggetto, motivo Tra le particelle il neutrino è sicuramente il
per cui viene detta torre di Majorana, una sequen- più elusivo. Dovremmo dirlo al plurale, per-
za illimitata, o persino infinita, di particelle di- ché esistono tre sapori di neutrino: uno associa-
stinte per spin e massa. Lo considerava il suo to all’elettrone, uno al muone ed un altro alla
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

lavoro più importante, e per un periodo parlò particella tau. Muone e tau sono parenti molto
ironicamente delle osservazioni sul positrone, massivi dell’elettrone, e tutti sono leptoni, parti-
finché non fu più possibile ignorarle. celle che “sentono” la forza elettromagnetica e
A quel punto la teoria di Majorana risultava una quella debole. Il neutrino ha massa piccolissima
speculazione senza riscontro nel mondo fisico, e come sappiamo i tre sapori convivono quan-
ed è possibile che fu questo uno dei motivi che tisticamente oscillando dall’uno all’altro, come
portò poi alla famosa scomparsa del 1938. Ma stabilì Bruno Pontecorvo nel 1957. Cerchiamo
nel 1937 esce improvvisamente da un periodo di di capire in che modo un neutrino potrebbe
crisi e distacco dal gruppo di Fermi e co. e rien- coincidere con la sua antiparticella. Al tempo
tra in gioco con un lavoro spettacolare, che sarà di Ettore una reazione nucleare era ben nota, il
forse poco compreso ma gli frutterà la cattedra decadimento beta, per cui un neutrone fuori dal
di Fisica Teorica a Napoli per meriti straordina- nucleo si “sgretola” in un elettrone, un protone
ri. Si tratta della Teoria Simmetrica dell’Elettrone e del ed un neutrino. In effetti fu lo studio di questa
Positrone [Il Nuovo Cimento, vol. 14, pp. 171-184]. reazione a farne intuire l’esistenza.
Majorana prende atto dell’esistenza del positro- Secondo Dirac nel decadimento beta dev’essere
ne, ma ribadisce la sua insoddisfazione per l’ap- emesso un antineutrino per rispettare il conteg-

SC | Scienza e Conoscenza 63
gio dei leptoni in gioco (zero leptoni all’inizio
ed alla fine perché un elettrone di materia più IN QUESTI ULTIMI ANNI
un antineutrino è come dire 1-1=0). Una delle LE IDEE DI MAJORANA
idiosincrasie del neutrino però è di essere mas-
simamente chirale, ossia se riflesso in un ideale HANNO TROVATO UN
specchio matematico è sinistrorso, mai destror- NUOVO APPRODO NELLA
so (proprio nel senso che diamo alle mani, la
destra non è sovrapponibile alla sinistra ma
FISICA DELLA MATERIA
combaciano). A questa particolarità l’approccio CONDENSATA, QUELLE
di Dirac non offre risposte, ma quello di Majo-
rana sì, ed è pure una soluzione sorprendente.
IN CUI UN GRANDISSIMO
Utilizziamo la visione offerta dai diagrammi di NUMERO DI COSTITUENTI
Feynman (fig. 1) CHE INTERAGISCONO
per cui un’antiparticella è una particella che
viaggia indietro nel tempo. In questa concezio- “FANNO LA DIFFERENZA”
ne non c’è nulla di strano, per intenderci alla
Benjamin Button del racconto di Scott Fitzge-
rald che da vecchio ridiventa bambino. Bisogna svela gli aspetti quantistici sottili del neutrino, il
ricordare che ciò che conta in fisica sono gli meno “oggetto” tra le particelle, evento molto
scambi di energia, ed una legge fisica è qualcosa difficile da vedere. La sfida tra Dirac e Majorana
che estrae ciò che non varia “qui” e “là”, “pri- è ancora aperta nei laboratori di tutto il mon-
ma” e “dopo”. do per osservare una variante del decadimento
beta. L’esistenza del neutrino di Majora-
na avrebbe un impatto formidabile sulla
fisica delle particelle e la cosmologia. Ma
Fig. 1 non è solo nei campi “fondamentali” che le idee
Diagramma di Feyn- di Majorana si stanno rivelando attuali.
man di un processo di
creazione-annichila-
zione. Un positrone è Vuoti strutturati
un elettrone che viag-
gia indietro nel tem- In questi ultimi anni le idee di Majorana hanno
po. Lo scontro con l’e- trovato un nuovo approdo nella fisica della ma-
lettrone produce un
fotone ad alta energia teria condensata, quelle in cui un grandissimo
gamma (o viceversa). numero di costituenti che interagiscono “fanno
la differenza” e determinano proprietà inedite
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

Nello schema di Majorana il neutrino è comple-


e macroscopiche (superconduttori, superflui-
tamente indistinguibile dall’antineutrino perché
di, ferromagneti, scienza delle superfici). Si è
è una sovrapposizione di qualcosa che va in avanti
visto sperimentalmente che la materia, in
e indietro nel tempo! L’unica differenza è appunto
uno scambio tra sinistrorso e destrorso, ma an-
che questo in perfetto spirito quantistico, un po’
come se il neutrino di Majorana fosse contem- Le parole di Enrico Fermi
poraneamente la mano destra e la sinistra. Cosa
significa? Nella teoria quantistica ci sono onde a Al mondo ci sono varie categorie di scienziati;
gente di secondo e terzo rango, che fan del
tempo immaginario ed altre stranezze. Queste
loro meglio ma non vanno molto lontano. C’è
possono essere risolte considerando le particelle anche gente di primo rango, che arriva a sco-
non come oggetti ma come “possibilità” che si lo- perte di grande importanza, fondamentali per
calizzano in eventi nel tempo, come suggerisce la lo sviluppo della scienza. Ma poi ci sono i geni,
Event-Based Quantum Mechanics sviluppata dall’au- come Galileo e Newton. Ebbene, Ettore era
tore e L. Chiatti. Se accettiamo questa visione, uno di quelli (Enrico Fermi)
dobbiamo ammettere che la teoria di Majorana

64 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN FISICA

re” e dunque dei numeri primi, e possa essere


collegata all’ipotesi di Riemann ed alla funzione
LA TEORIA zeta, che ha già parentele importanti con la fisi-
Circa 80 anni fa Ettore Majorana teorizza l’e- ca quantistica dimostrate da M. Berry. Sembra
sistenza di una particella straordinaria, che è insomma che dal “fallimento” di due teorie sia
contemporaneamente particella e antiparti- nato un gran numero di idee che stanno fecon-
cella di se stessa. Un neutrino, che per le sue dando aree molto diverse della fisica. Majorana
proprietà coinciderebbe con la sua antiparti- è scomparso nel mistero, ma le sue idee sono
cella, l’antineutrino. ancora con noi.

stati particolari, può comportarsi come


un vuoto strutturato, in cui sopra un “livel-
lo zero” si impilano livelli energetici simili alla
torre in forma di pseudo-particelle, eccitazioni
collettive quantizzate.
Queste possono mostrare pure un comporta-
mento simile al fermione di Majorana, come
accade nelle giunzioni Josephson ed in altri ma-
teriali sulla frontiera del quantum computing. An-
che una catena di poche decine di atomi in un Fig.2 - Vortici ottici quantizzati impilati in una torre
particolare intervallo energetico può compor- di Majorana
tarsi come un singolo fermione di Majorana.
Un caso al quale l’autore ha lavorato di recente
è quello dei vortici ottici, “fusilli di luce”
che si incastonano in una sequenza infinita sulla Libri Consigliati
base dello schema di Majorana secondo la ve-
locità di propagazione e il momento angolare Ignazio Licata
totale [F. Tamburini, B. Thidé, I. Licata, F. Bou- Complessità
chard and E. Karimi Phys. Rev. A 103, 2021] ( Un’introduzione semplice
fig.2) Questi oggetti possono essere usati come Editore: Di Renzo Editore
sonde per esplorare il mondo fisico dalla scala
particellare a quella cosmologica [F. Tamburi-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

ni, I. Licata, and B. Thidé, Relativistic Heisenberg


principle for vortices of light from Planck to Hubble sca- Osservando la Sfinge
La Realtà Virtuale
les, Phys. Rev. Res - 2, 2020]. Su un fronte più
della Fisica Quantistica
speculativo esiste la possibilità che la torre cat- Editore: Di Renzo Editore
turi qualche aspetto profondo del “conteggia-

IGNAZIO LICATA Silvia Rocchi, 


Francesca Riccioni
È fisico teorico ed epistemologo presso l’Institute for Il Segreto
Scientific Methodology (ISEM), le sue ricerche riguar-
di Majorana
dano i fondamenti delle teorie fisiche, le origini quanti- Editore: Rizzoli
stiche dell’universo e la fisica dell’emergenza. Nel 2008
riceve il Premio “Le Veneri” a Parabita (Lecce) per l ‘attivi-
tà di seeding culturale - sui temi dell’interdisciplinarietà.
Ospite al Festival di Filosofia (2004 e 2011), si occupa Cercali su macrolibrarsi.it
attivamente dei rapporti tra arte, scienza e letteratura.

SC | Scienza e Conoscenza 65
Nikola Tesla. Presente!
L’umanità chiama all’appello i suoi scienziati
A cura di Elena Sanda Chira,
coordinatrice della collana di libri Scienza e conoscenza di Macro Edizioni

“La scienza non è nient’altro che una ché questa notizia parla di Luce e di Energia
libera. All’appello dell’umanità Nikola Tesla ri-
perversione se non ha come suo fine ultimo
sponde: “Presente!”. Dal suo regno di luce invia
il miglioramento delle condizioni dell’umanità”. Luce. Senza fili!
(Nikola Tesla) In Nuova Zelanda
arriva la luce senza fili
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

In questi tempi così incerti e burrascosi, in cui la


“Il governo neozelandese ha avviato una partnership con la
crisi globale è arrivata in metastasi, estendendosi
startup di nome EMROD, che dal 2021 produrrà energia
sempre di più in ogni dominio della vita umana
(sanità, economia, ecologia, cultura), l’umanità wireless a lunga distanza attraverso una tecnologia simile
sta chiamando all’appello i suoi scienziati con a quella di Nikola Tesla, finora considerata fantascienza”.
soluzioni chiare e concrete per la salvaguardia Greg Kushnir, il fondatore di Emrod, è
del nostro pianeta, degli esseri umani e di tutti portavoce della grande notizia:
gli altri suoi abitanti. “Abbiamo sviluppato una tecnologia per la trasmissione
di potenza wireless a lungo raggio... Sembra futuristico
Una notizia di grande rilievo sta girando sul web e fantastico, ma il visionario Tesla pensò all’ali-
da alcuni mesi, trovando faticosamente spazio mentazione wireless di energia su lunghe distanze già
tra le crepe dell’unica e compatta notizia che nel 1890, ma non poteva realizzarla all’epoca. Questa
tiene l’intero mondo nello scacco, quella sul Co- tecnologia può portare l’energia ovunque, anche nelle zone
ronavirus e i suoi vaccini. In un modo è giusto isolate o quelle che non possono sostenere tralicci e dove non
che sia così, perché la prima domanda ovvia è: arriva l’elettricità in modo tradizionale. A livello ecologico
“Vivremo?” e solo dopo: “Saremo illuminati?” Per- ha un’incidenza positiva e non perde radiazioni!”.

66 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN FISICA

«TALE INVENZIONE IMPLICA


Cosa sono i Sistemi WPT?
L’IMPIEGO DI UN CERTO (Wireless Power Transmission - Trasmettitore
NUMERO DI IMPIANTI, TUTTI di Potenza senza fili)

IN GRADO DI TRASMETTERE I sistemi WPT hanno alla base due diversi mo-
delli di trasmissione della potenza, a seconda del
SEGNALI SPECIFICI AI PIÙ modo in cui le onde vengono inviate dall’antenna
trasmittente: omnidirezionale o unidirezionale.
REMOTI CONFINI DELLA • Il sistema WPT omnidirezionale (usato da Tesla)
TERRA... DI CONSEGUENZA Un sistema di trasferimento wireless omnidire-
zionale usa un modello di antenna di trasmissio-
L’INTERA TERRA DIVERRÀ UNA ne a 360°, inviando potenza in tutte le direzioni,
SPECIE DI ENORME CERVELLO»
senza un preciso indirizzo. In questo modo riesce
a fornire alimentazione a più utenti simultanea-
nikola tesla mente. La Tesla Tower è il primo modello di un
sistema di trasmissione wireless omnidireziona-
Nel 2019 Greg Kushnir ha riunito scienziati, in- le. Questo sistema raccoglie e converte l’energia
proveniente dai segnali radio.
gegneri e visionari da tutto il mondo per tradurre
il sogno di Tesla, diventato ora il proprio sogno, • Il sistema WPT unidirezionale (usato da Emrod)
in tecnologia, prototipi e infine LUCE! Un sistema di trasmissione di potenza wireless
unidirezionale trasmette l’energia da un indirizzo
a un altro - ben preciso, attraverso due antenne:
Il grande sogno di Nikola Tesla una di trasmissione e l’altra di ricezione. Questo
“Se vogliamo eliminare la miseria e la povertà... l’elet- sistema ideato dalla squadra di esperti di Emrod
tricità è il nostro baluardo, la fonte primaria delle nostre pare sia dotato da un tipo di impianto che per-
versatili energie. Con l’energia elettrica sufficiente a no- mette di trasmettere direttamente grandi quanti-
stra disposizione possiamo soddisfare la maggior parte tà di energia in modo sicuro ed economico, moti-
dei nostri bisogni e garantire un’esistenza comoda e sicura vo per cui si propone come valida alternativa alle
a tutti”. attuali linee elettriche.
Il grande sogno di Tesla era quello di costruire “Sebbene la nostra tecnologia sia significativa-
mente diversa da quella su cui Tesla stava lavo-
un sistema mondiale di raccolta e distribuzio- rando, siamo ispirati dal suo lavoro e condividia-
ne di energia libera, in modo gratuito e mo la sua visione di un futuro wireless. Ha aperto
senza fili, a tutti gli abitanti del pianeta! Tesla le menti delle persone alle possibilità di un mondo
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

sognava una comunità umana in cui la pace e la con energia wireless a lungo raggio. Ora, più di un
prosperità fossero valori universali. secolo dopo, sta diventando una realtà”.
Ma, come ci ricorda Massimo Teodorani nel
suo libro “Tesla - lampo di genio”, questo suo ap-
proccio profondamente umano “contrastava frequenza in grado di produrre corrente alter-
enormemente con la logica del profitto impe- nata. La bobina di Tesla è praticamente forma-
rante nel mondo, già nata decenni prima con ta da due bobine concentriche, posizionate mol-
la rivoluzione industriale” e che “vige tuttora in to vicine, costruite con centinaia di spire di filo
maniera ancora più accentuata e parossistica”. di rame. Tesla ha dimostrato la capacità delle
bobine di Tesla di trasmettere potenza su brevi
La bobina di Tesla distanze senza collegare cavi. Il primo esperi-
L’invenzione più famosa di Nikola Tesla è stata mento di luce senza fili riuscito fu nel 1890,
la bobina di Tesla, chiamata anche “trasfor- quando accese un tubo a vuoto e poi diverse
matore di risonanza”. È il primo sistema cono- lampade posizionate a distanza di molti metri.
sciuto in grado di trasmettere elettricità senza Nel 1901 brevettò la produzione di energia
fili e funziona come un trasformatore ad alta libera (Apparato per l’Utilizzazione di

SC | Scienza e Conoscenza 67
Energia Radiante), che intendeva ricavare FONTI:
dal sole, dalla terra e dai raggi cosmici. Più in 1. https://emrod.energy/
preciso, voleva condensare l’energia intrappo- 2. Teodorani, Massimo - Tesla, lampo di genio, Macro Edizioni,
lata tra la terra e la sua atmosfera superiore e 2020
trasformarla in corrente elettrica.

La Tesla Tower
Nel 1901 Nikola Tesla iniziò a lavorare a un si- Libri Consigliati
stema per trasferire maggiori quantità di elettri-
cità senza fili su lunghe distanze.
Iniziò la costruzione della Tesla Tower (nota Massimo Teodorani
anche come Wardenclyffe Tower), una torre di Tesla Lampo di Genio
60 metri con in cima una sfera di rame che dove- La storia e le scoperte
va raccogliere carica elettrica. Sotto terra aveva di un geniale scienziato
Macro Edizioni
posizionato un trasmettitore di carica elettrica.
La sua intenzione era di sfruttare la risonanza
naturale della terra per la trasmissione di grandi
potenze elettriche con l’aiuto di piccole anten-
ne. Tesla aveva capito che l’intero pianeta fun- Massimo Teodorani
ziona come un capacitore sferico gigante “con il Tesla - Lampo
suo trasmettitore di amplificazione in risonanza di Genio EBOOK
La storia e le scoperte
per la ricezione e trasmissione senza fili”. Te-
del più geniale inventore
sla intendeva trasmettere segnali, informazioni del XX secolo
e potenza elettrica senza fili in tutto il mondo. Macro Edizioni
Però nel 1903 il suo finanziatore J.P. Morgan
bloccò il finanziamento ulteriore del progetto.
La Torre fu costruita tra 1901 e 1903, nello sta-
to di New York, e smantellata con dinamite su Il Segreto
ordine del governo americano il 4 luglio 1917. di Nikola Tesla - DVD
Tutto sulla sua vita, la sua
La Torre di Wardenclyffe è un prototipo del formazione, le sue
complesso ideato da Tesla, un modulo di un invenzioni, la sua
sistema globale di torri, capace di fornire agli intelligente sensibilità...
utenti energia elettrica prodotta in conformità MACROVIDEO
con il concetto di Energia Libera. Collana Scienza
e Conoscenza DVD
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

Conclusioni
La notizia è promettente, il sogno è spettacolare, Cercali su scienzaeconoscenza.it
la tecnologia avanzata. Però, al di là del fatto che
la luce vada in un’unica direzione o sia dissemi-
nata a 360°, c’è qualche somiglianza essenziale
tra la tecnologia di Tesla e quella dei neozelande-
si? Questa luce è “energia libera”, nel senso che
verrà prodotta usando qualche fonte rinnovabile,
Nikola Tesla
1856 - 1943
o verrà prodotta in modo tradizionale e traspor-
tata soltanto in maniera “senza fili”? La figura di Tesla rimane un punto di riferi-
E, ancora più importante, questa luce è “ener- mento valido per la scienza e la tecnologia
gia libera”, nel senso che verrà offerta gratui- del terzo millennio e il suo genio stupisce
tamente dal governo neozelandese agli abitanti ancora il mondo, dopo cento anni di svilup-
delle zone remote, o avrà soltanto un prezzo “li- pi scientifici e tecnologici.
beralizzato”? Tutto ancora da scoprire!

68 SC | Scienza e Conoscenza
Le novità della collana SPECIALE LUCE IN FISICA

Scienza e Conoscenza
SCOPRI TUTTI I POTERI DEL TUO CUORE
Come mai percepiamo sensazioni ed emozioni al centro del petto?
Quali sono le ramificazioni fisiologiche degli stati emotivi?
Come possiamo aver accesso alla guida intuitiva interiore?
Si può avere maggior controllo sui nostri sentimenti?
Queste domande trovano oggi risposta concreta nel dominio d’indagine dove la scienza di fron-
tiera incontra l’energia vibrante della sfera emotiva, la cui affascinante comprensione svela il
potere racchiuso nelle pulsazioni del nostro organo cardiaco, le cui dinamiche orientano il be-
nessere e la felicità.
Il cuore ha molti poteri: l’intuito, l’intenzione, la gratitudine, il perdono, la resilienza e, natu-
ralmente, l’amore!

Carmen Di Muro è psicologa clinica, psicoterapeuta specializzata in psicoterapia Cognitivo Post-


Razionalista, in ISTDP (Intensive Short Term Dynamic Psychotherapy), specialista in Psicobiologia
Emotivo-Comportamentale Integrata, Quantum Trainer e Giornalista. Aperta alla più ampia visio-
ne integrata dell’essere umano, ha unito la pluri-formazione specialistica con i suoi interessi nel campo
della biologia, delle neuroscienze, della medicina e fisica quantistica che le hanno consentito di svilup-
pare un personale metodo di lavoro interdisciplinare: Quantico-bio-emozionale©. È autrice di diversi
libri e membro del comitato scientifico della Rivista “Scienza e Conoscenza” di Macro Edizioni e au-
trice di numerosi articoli di letteratura scientifica per diverse riviste di settore.

IL CERVELLO UMANO PUÒ CREARE LA REALTÀ

Esiste il libero arbitrio? Qual è la natura della coscienza? Scienza e fede sono conciliabili?
La fisica quantistica ha dimostrato l’esistenza di Dio?
Le ultime scoperte e le loro possibili applicazioni presentano rischi per l’umanità?
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

Questo libro traccia la storia di quella rivoluzione che trasformerà il nostro mondo e ciò che
siamo, e che ha già coinvolto neurobiologi, psichiatri, informatici, fisici e matematici in una
competizione senza precedenti, il cui motore, più che un vero e proprio progetto, è la mera
eccitazione. In tale competizione si intersecano due diversi obiettivi: ottenere una più profonda
comprensione e controllo del proprio cervello e arrivare a creare cervelli sintetici.

Jeffrey Satinover è uno psichiatra formato a Harvard con una ricca esperienza professionale. Continua
gli studi a Yale come appassionato ricercatore e studioso della fisica quantistica, con speciale interesse per la
teoria dei quanti e le sue applicazioni nell’informatica. Il Dr. Satinover è autore di più libri tradotti e pub-
blicati in tutto il mondo, tra cui Cracking the Bible Code (Decifrare il codice biblico), The Truth Behing
the Bible Code (La Verità sul Codice Biblico), The Empty Self (Il sé nudo), The Quantum Brain (Il Cer-
vello quantico). Come conferenziere di fama mondiale ha scelto sempre tematiche di frontiera: fisica quan-
tistica, biologia molecolare, programmazione quantica, intelligenza artificiale, le straordinarie capacità del
cervello umano, ma anche questioni di politica pubblica ed educativa e l'interfaccia tra scienza e religione.

Gruppo Macro SC | Scienza e Conoscenza 69


Il dualismo
onda-particella:
un enigma quantico!
La Storia della Luce
A cura della redazione - Collana di libri Scienza e conoscenza

La luce è fatta di minuscoli corpi! La luce è un’onda!


Isaac Newton 1642- 1726 Thomas Young 1773-1829
Nel lontano XVII secolo Newton decise che la All’inizio del XIX secolo, Young fornì al
luce era un flusso di minuscole particel- mondo la prova convincente che la luce
le. Aveva delle ottime prove a sostegno della sua era un’onda. Su una superficie di vetro resa
tesi. Proprio come gli oggetti che obbediscono opaca con del sego, Young tracciò due linee
parallele distanziate tra loro di pochissimo. La
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

alla sua legge universale del moto, anche la


luce viaggia in linea retta finché non incon- luce, quando attraversava le due fessure, rag-
tra qualcosa che esercita una forza su di essa. giungeva il muro producendo quello che oggi
chiamiamo “pattern di interferenza”, ossia
In realtà, Newton nutriva un dilemma interiore.
una serie di bande chiare e scure.
Aveva studiato approfonditamente una proprie-
La luce che proviene da una piccola fonte, come
tà della luce che attualmente definiamo “inter-
per esempio una stretta fessura, si diffonde in
ferenza”, un fenomeno caratteristico in via tutte le direzioni e, se incontra uno schermo, lo
esclusiva delle onde estese. Tuttavia, propende- illumina in modo abbastanza uniforme. Ci si
va molto di più per la natura corpuscolare aspetterebbe che la luce che attraversa due fes-
della luce. sure ravvicinate illumini l’eventuale schermo del
Altri scienziati sostenevano che la luce fosse doppio. Ma, quando Young fece passare la luce
un’onda ed elaborarono teorie a riguardo, ma attraverso le due fessure, sulla parete individuò
l’immensa fama di cui godeva Newton fece sì una serie di bande illuminate e ombreggiate.
che la sua “teoria corpuscolare” abbia po- E, particolare ancor più cruciale, si rese con-
tuto dominare le scene almeno fino al 1800. to che la distanza tra le bande chiare e

70 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN FISICA

riore. Per questo motivo, in corrispondenza del


LA LUCE COMBINATA punto B, le creste della fenditura inferiore arri-
AD ALTRA LUCE PUÒ vano leggermente dopo rispetto a quelle che at-
traversano l’altra. In corrispondenza del punto
PRODURRE IL BUIO B le creste provenienti dalla fenditura inferiore
arrivano simultaneamente alle valli della fendi-
le bande scure dipendeva dalla distanza tura superiore. Le creste e le valli che arrivano
che separava le due fessure. Un flusso di contemporaneamente si annullano a vicenda
particelle indipendenti, ognuna delle quali pro- producendo oscurità.
veniente da una fessura singola, non poteva giu- La luce combinata ad altra luce può infatti pro-
stificare tale comportamento. durre il buio.
L’interferenza è un fenomeno fondamentale per In un punto ancora più in alto sullo schermo (il
la teoria dei quanti e per l’enigma quantistico. punto C ) si formerà un’altra banda luminosa
L’interferenza, in fisica, è considerata la dimo- perché, ancora una volta, le creste provenienti
strazione definitiva del comportamento delle da una fenditura arriveranno assieme alle creste
onde estese. provenienti dall’altra. Continuando a salire lungo
lo schermo, le bande chiare si alterneranno alle
bande scure man mano che le onde provenienti
dalle fenditure si rinforzeranno o cancelleranno a
vicenda formando il pattern di interferenza.
Stiamo assumendo che le onde che provengono
dalle due fenditure presentino la stessa frequen-
za, la stessa distanza tra le creste e la stessa lun-
ghezza d’onda. Se riflettete in termini geometri-
ci, potete dedurre che, più grande è la distanza
che separa le fenditure, minore è lo spazio tra le
bande chiare del pattern di interferenza.
Secondo Young, dato che la quantità di luce in
ogni punto dello schermo dipende dalla distanza
L’interferenza nell’esperimento della doppia fenditura
tra le fenditure, ogni punto dello schermo riceve
la luce da entrambe. Presumibilmente, se la luce
Ecco come funziona l’interferenza: nel fosse un fascio di particelle, non si creerebbe al-
punto centrale dello schermo, il punto A, le cun pattern di interferenza. Quando Young
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

onde luminose provenienti dalla fenditura in presentò l’idea alla comunità scientifica sorse un
alto percorrono esattamente la stessa distanza forte dibattito. Tuttavia, gli esperimenti successivi
di quelle che attraversano la fenditura in basso. misero a tacere ogni obiezione e il mondo ac-
Di conseguenza, le creste di una fenditura arri- cettò che la luce fosse un’onda. La morale
vano sullo schermo assieme alle creste dell’altra. della favola è che l’interferenza dimostra la
Allo stesso modo, anche le valli provenienti da natura ondulatoria di un’entità.
entrambe le fenditure raggiungono simultanea-
mente il punto A. Le onde identiche che si pro- La luce è fatta di quanti di luce (fotoni)!
pagano dalle due fenditure si sommano in corri- Albert Einstein 1879 - 1955
spondenza del punto A creando una luminosità Mentre lavorava all’ufficio dei brevetti, Einstein
maggiore rispetto a quella che si originerebbe approfondì l’argomento della sua tesi di dottorato,
da una sola fenditura. Ma per raggiungere un ossia lo studio statistico degli atomi che rimbalza-
punto sopra il centro dello schermo (poniamo no all’interno di un liquido. Tale lavoro divenne in
il punto B), le onde della fenditura inferiore poco tempo il miglior indizio esistente della
devono percorrere una distanza leggermente natura atomica della materia, una questione
maggiore rispetto a quelle della fenditura supe- sulla quale si dibatteva ancora.

SC | Scienza e Conoscenza 71
Einstein rimase colpito da una similitudine risultare concentrata in un singolo elettrone. Un
matematica che accomunava il moto degli ato- singolo elettrone che assorbe un intero fotone
mi e la legge della radiazione di Planck. Ri- guadagna di conseguenza un intero quanto di
flettè: e se la luce non fosse simile agli energia, o hf.
atomi soltanto matematicamente, ma La luce poteva quindi fornire agli elettroni abba-
anche fisicamente? In tal caso, era for- stanza energia da farli schizzare fuori dal metal-
se possibile che anche la luce, come la lo. I fotoni che dispongono di un’energia
materia, fosse composta da corpuscoli inferiore a quella che lega gli elettroni
compatti? Magari, gli impulsi di energia lu- all’interno del materiale non riescono a
minosa emessi durante i salti quantici scoperti liberare alcun elettrone.
da Planck non si espandevano in tutte le dire- L’aspetto sbalorditivo dell’ipotesi di Einstein sui
zioni come il professore tedesco immaginava. fotoni è che l’inclinazione della retta sul gra-
Era possibile che quell’energia restasse confi- fico corrisponde esattamente alla costante di
nata in una piccola regione? Oltre agli ato- Planck, h.
mi della materia, potevano esistere gli Fino a quel momento, la costante di Planck era
atomi della luce? soltanto un numero che serviva per far funzio-
Einstein postulò che la luce fosse un nare la formula che il fisico tedesco aveva dedot-
flusso di corpuscoli compatti, i “foto- to per descrivere il fenomeno delle radiazioni
ni”. Ogni fotone possedeva un’energia pari a termiche.
hf, il valore del quanto di Planck (la costante Non compariva in nessun altro ramo della fi-
di Planck, h, moltiplicata per la frequenza della sica. Quel grafico fu la prima prova che il
luce), e si creava quando gli elettroni emetteva- quanto era un concetto universale.
no luce. I fotoni poi scomparivano quando la La comunità scientifica accolse il postulato sui
luce veniva assorbita. Alla ricerca di prove cir- fotoni «con un’incredulità e uno scetticismo che
ca la validità della sua speculazione, Einstein sconfinavano nella derisione».
cercò qualcosa che potesse dimostrare l’aspetto Tuttavia, otto anni dopo aver proposto l’esisten-
corpuscolare della luce. Non fu difficile trovare za del fotone, Einstein si era ormai guadagnato
quello che faceva al caso suo. un’ottima reputazione come fisico teorico gra-
Il cosiddetto “effetto fotoelettrico” era già zie agli svariati studi che aveva condotto e gli
noto da quasi vent’anni. Il metallo, quando era stato offerto un posto all’Accademia delle
colpito dalla luce, emette elettroni. Le onde di Scienze prussiana.
luce non avrebbero potuto “spremere” alcun Quando, nel 1922, gli fu assegnato il premio
elettrone dal metallo. Nonostante ciò, anche Nobel per lo studio dell’effetto fotoelet-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

la luce debole (e quindi dotata di un campo trico, nel suo encomio non compariva alcuna
elettrico estremamente ridotto) fa emettere gli menzione esplicita al fotone, che aveva ormai
elettroni al metallo. Ma, indipendentemente compiuto diciassette anni (ma non era ancora
da quanto la luce è debole, qualche elettrone stato accettato).
salta sempre fuori.
Più alta era la frequenza della luce, maggiore Puoi decidere tu se la luce sia onda
era l’energia degli elettroni emessi. o particella!
Scegliendo di verificare l’interferenza, un feno-
il quanto è un concetto universale! meno spiegabile solo in termini di onde, potete
Max Plank 1958-1947 dimostrare che la luce è un’onda diffusa. Tut-
La legge della radiazione di Planck impli- tavia, scegliendo un esperimento fotoelettrico,
cava che la luce venisse emessa sotto forma di è altresì possibile dimostrare esattamente l’op-
impulsi o quanti, la cui energia era più ele- posto: la luce non è un’onda diffusa, bensì un
vata nel caso delle frequenze luminose più alte. fascio di minuscoli corpi compatti.
Se tali impulsi erano davvero corpuscoli com- Dipendeva tutto dall’esperimento che si decide-
patti, allora tutta l’energia di ogni fotone poteva va di condurre.

72 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN FISICA

Einstein dichiarò che in Natura esisteva un mi-


stero e che l’uomo era costretto ad affrontarlo. Libro Consigliato
Non pretendeva di risolverlo.
Quel mistero, cent’anni dopo, esiste an- Bruce Rosenblum,
cora. Il mistero si estende al di là della Fred Kuttner
fisica per coinvolgere la natura dell’os- L'Enigma Quantico
servazione. È l’enigma quantistico. Spe-
Gli autori ripercorrono
culazioni incredibili vengono oggi proposte in le principali tappe nello
tutta serietà da rispettati esperti nel campo della sviluppo della fisica dei
fisica quantistica. quanti, passando attra-
verso aneddoti, esperi-
menti, dubbi, controver-
«QUANDO GLI ESPERTI SONO sie, conferme, esitazioni
ed eccitazioni.
IN DISACCORDO, POTETE Con un linguaggio immediato e scorre-
vole ci mostrano come la teoria quantistica
SCEGLIERE VOI DA CHE PARTE funzioni perfettamente.
STARE... ANCHE CHI NON È Gli autori ci spiegano perché l’incontro tra la
fisica e la coscienza ha turbato i fisici sin dal-
ESPERTO PUÒ GIUNGERE ALLE la nascita della teoria dei quanti e come si è
creato un vero e proprio enigma quantico su
PROPRIE CONCLUSIONI. CI cui gli esperti hanno opinioni discordanti.

AUGURIAMO CHE ANCHE LE Nuova edizione maggio 2021

VOSTRE, COME LE NOSTRE, Cercalo su scienzaeconoscenza.it


SIANO PROVVISORIE!»

Gli autori del libro L'Enigma Quantico


Bruce Rosenblum Fred Kuttner
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

Laurea in ingegneria fisica alla New York Univer- Laurea in fisica presso il MIT, ricerca sperimenta-
sity, scuola di specializzazione e dottorato di ri- le e dottorato presso l’Università della California.
cerca sugli spettri molecolari a microonde alla Ha lavorato nella Silicon Valley come ingegnere e
Columbia University, postdoc alla UC Berkeley nell’area marketing.
sul moto degli elettroni nei metalli. Ha lavorato Durante la sua carriera in fisica ha dedicato la maggior
nei laboratori di ricerca della RCA (all’epoca la parte del suo tempo all’insegnamento della fisica.
più grande azienda di elettronica del mondo), sul I suoi interessi di ricerca han-
comportamento degli elettroni no incluso le proprietà a bassa
nei semiconduttori, sui plasmi temperatura dei solidi e le pro-
nei solidi e sulla supercondut- prietà termiche dei magneti e
tività. É entrato poi nel mondo i fondamenti della meccanica
accademico, alla UC Santa Cruz, quantistica con le sue implica-
come presidente del dipartimen- zioni per la vita, la morte, la co-
to di fisica. scienza e l’universo.

SC | Scienza e Conoscenza 73
Nei Buchi Neri si viaggia
più veloci della luce!
E Sir Roger Penrose ha vinto il ”Gran” Premio Nobel
A cura di Elena Sanda Chira,
coordinatrice della collana di libri Scienza e Conoscenza di Macro Edizioni
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

D
al 1901 fino ad oggi, con regolare ca- volta dal 1944, la cerimonia di consegna del pre-
denza, il 10 di ottobre di ogni anno, stigioso premio è stata annullata. La premiazione
la Konserthuset (Sala dei concerti) di è diventata virtuale, trasmessa in diretta televisiva
Stoccolma è riservata ad un evento e con i partecipanti collegati on-line che in seguito
di grande portata: la cerimonia per l’assegnazio- hanno ricevuto i prestigiosi riconoscimenti in mo-
ne dei premi Nobel. Un’atmosfera cordiale, con dalità “consegna a domicilio”!
frac e paillettes, con sorrisi e strette di mano. Un Il premio Nobel per la Fisica è stato condi-
luogo dove per qualche ora il coefficiente di intel- viso tra tre scienziati: Roger Penrose, Rein-
ligenza per metro quadro sale alle stelle! Nel 2020, hard Genzel e Andrea Ghez. I protagoni-
a causa della pandemia di Covid-19, per la prima sti sono stati questa volta i buchi neri.

74 SC | Scienza e Conoscenza
RUBRICA: I NOBEL PER LA FISICA

cosmica di attirare verso il proprio centro tutto


Chi è Roger Penrose quello che le si avvicina. Quel centro, chiamato
singolarità, è un punto in cui la materia ha
Roger Penrose (8 agosto 1931) è un mate- una densità infinita. Se la materia attratta supe-
matico e fisico britannico, molto famoso nel ra un certo limite, chiamato l’orizzonte degli
campo della fisica teorica, specialmente per
i suoi studi sulla cosmologia. Laureato all’U-
eventi, essa non potrà più sfuggire all’immensa
niversità di Cambridge, è professore emerito forza di attrazione esercitata su di essa e verrà
all’Istituto di Matematica dell’Università di ingoiata dal buco nero. Una volta entrato, nes-
Oxford. Per le sue ricerche e studi in diver- sun oggetto può fare ritorno e qualsiasi tipo di
si campi ha ricevuto prestigiosi premi e ri- comunicazione tra l’interno e l’esterno viene
conoscimenti. Nel 1988, insieme a Stephen interrotta.
Hawking (il suo compagno di ricerche sui bu- Negli anni Sessanta i buchi neri vennero consi-
chi neri), riceve il Premio Wolf per la fisica, derati soltanto delle entità matematiche, specu-
nel 2017 gli viene assegnata la Commandino
lazioni teoriche e possibili soluzioni per le equa-
Medal da parte dell’Università degli Studi di
Urbino per i suoi magnifici contributi alla sto- zioni di campo di Einstein. Roger Penrose era
ria della scienza. convinto del fatto che queste entità esistenti nel
Però il premio che dimostra l’importanza del mondo platonico della matematica dovevano
suo impegno scientifico e gli straordinari ri- avere qualche corrispondente nel mondo fisi-
sultati delle sue ricerche rimane il premio co reale. Per più di mezzo secolo ha svolto uno
Nobel per la Fisica che gli viene assegnato studio approfondito di questo fenomeno, anche
nel 2020, «per aver scoperto che la forma- in compagnia dell’illustre fisico e matematico
zione dei buchi neri è una robusta previsio- Stephen Hawking (1942-2018), ex-studente
ne della teoria generale della relatività».
e collega, che sicuramente se fosse stato in vita
avrebbe goduto anche lui della stessa considere-
vole onorificenza. Una collaborazione fatta di
ricerche, studi, discussioni, controversie, però
segnata dall’assoluta convinzione della real-
tà fisica di queste stranissime entità. Ed ecco,
la conferma della loro reale esistenza viene
annunciata da Reinhard Genzel e Andrea
Ghez, che ricevono a loro volta il notevole pre-
mio «per la scoperta di un oggetto com-
patto supermassiccio al centro della no-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

stra galassia».
Robert Penrose
Credits: Cirone-Musi, Festival della Scienza, CC BY-SA 2.0
<https://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0>, via Wikimedia
Commons

La storia dei buchi neri


L’esistenza dei buchi neri è stata prevista dalla
teoria della relatività di Einstein. Il buco nero
viene definito come  una regione dello spazio-
tempo dotata di una grande curvatura in cui la
velocità di fuga è superiore a quella del-
la luce. La teoria dei buchi neri si basa sul
concetto matematico di “superfici intrap- Stephen Hawking
polate”. Si tratta della caratteristica di un’area Credits: elhombredenegro - Creative Commons Attribution 2.0

SC | Scienza e Conoscenza 75
OLTRE LO STUDIO DEI BUCHI NERI, per la comprensione della mente uma-
na; al tempo stesso afferma che manca ancora
GLI SVARIATI STUDI E APPLICAZIONI qualcosa per poter completare la formulazione
DI MATEMATICA AVANZATA DI standard della fisica quantistica.
Partendo dalle scoperte di Stuart Hameroff
PENROSE HANNO PORTATO UNO (1947, New-York, medico anestesista e professore
STRAORDINARIO CONTRIBUTO ALLA presso l’Università di Arizona), Penrose ha formu-
lato la teoria della coscienza quantistica o
FISICA ATTUALE, COSTITUENDO UNA della “riduzione obiettiva orchestrata”, ab-
SOLIDA BASE TEORICA E PUNTO DI breviata in Orch-Or (da orchestred objective reduction),
una teoria della consapevolezza umana se-
PARTENZA PER UNA MOLTITUDINE condo la quale la coscienza potrebbe essere
DI RICERCHE NELL’AMBITO DELLA il risultato di fenomeni quantistici ancora
ignoti, manifesti a livello dei neuroni.
COSMOLOGIA, ASTROFISICA, FISICA Nel 2014, Penrose e Hameroff annunciarono la
STELLARE E TANTE ALTRE SCIENZE scoperta di reazioni quantistiche nei mi-
crotubuli neuronali. L’ipotesi è quella che la
CONNESSE
coscienza non può essere distrutta e può
sopravvivere alla morte.
Due importanti ricerche
di Roger Penrose
La teoria della coscienza quantistica
Con le sue ipotesi e ricerche d’avanguardia sulla
coscienza umana, Roger Penrose apre la strada
per la scienza del terzo millennio, che mette al
centro l’essere umano e gli incredibili fenomeni
psichici di cui è dotato.
Penrose trova una profonda connessione
tra i fenomeni della meccanica quanti-
stica e la coscienza umana. I fenomeni di
non-località e coerenza quantistica po-
trebbero indicare processi presenti ai livelli più
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

sottili del cervello umano. Per esempio, quando


si forma una copia di particella-antiparticella,
ognuna delle due mantiene una memoria del
processo di creazione di quell’unica entità Stuart Hameroff
le cui due componenti restano in comunica- Credits: Zereshk, CC BY 3.0 - via Wikimedia Commons

zione tra di loro. La fisica quantistica mette in


discussione anche il fatto di accedere a infor- La teoria della
mazioni su processi che avrebbero potu- Cosmologia Ciclica Conforme (CCC)
to accadere ma non sono accaduti. Insieme a Vahe Gurzhadyan (1955, Erevan,
Penrose tenta di identificare all’interno Armenia, fisico, matematico, capo del Centro
del cervello umano quelle strutture che di cosmologia di Yerevan), Penrose ha elabo-
potrebbero trovarsi alla base dei feno- rato la teoria della Cosmologia Ciclica
meni quantistici osservabili a livelli ma- Conforme (CCC). Secondo questa teoria,
croscopici. Una serie di ricerche lo hanno l’universo, nella sua fase di maturità subirà
portato alla conclusione che i concetti della un processo di dissoluzione della materia e
meccanica quantistica siano rilevanti dell’energia di cui è composto e le radiazioni

76 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN FISICA

prodotte saranno assorbite dai buchi neri. In


assenza di gravità, gli unici che continueran-
no ad esistere saranno i fotoni. Questo mo-
dello è stato accettato da alcuni scienziati che
sostengono che il tempo sarà azzerato e
le dimensioni spaziali saranno assorbite fino
al completo annullamento. In questo tempo
zero, l’infinitamente piccolo sarà equi-
valente all’infinitamente grande, e que-
sto momento può coincidere con un nuovo big
bang. In conformità con questa teoria, il nostro
universo è uno degli infiniti universi che costi-
tuiscono l’Universo Eterno.
Ogni universo dura un eone e si espande da
zero a un potenziale infinito e ogni finale di
un universo passato coincide con l’inizio di un
universo futuro. Vahe Gurzhadyan
Credits: Wikimedia Commons

Nel 2010 in un convegno tenuto a Riccione ho


incontrato il Prof. Konstantin Korotkov (1952,
professore di fisica e vicedirettore dell’Istituto
Libri Consigliati
Federale di Fisica di San Pietroburgo). Mi sen-
tivo di porgli una domanda che riguardava la
Penrose, Roger
possibilità di un preciso collegamento tra la co-
Il grande, il piccolo
stante h e l’essere umano. Il Prof. Korotkov mi e la mente umana
rispose più o meno così: «Non saprei risponderti a Raffaello Cortina Editore
questa domanda. Quando si tratta dell’essere umano tutto 2000
diventa possibile. Però, se c’è qualcuno al mondo che lo
possa sapere, quello è Sir Penrose!» Dalla voce dell’il-
lustre professore russo si percepiva bene che la
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

parola “Sir” aveva perso il significato iniziale di Penrose, Roger


titolo nobiliare e che si riferiva ora al profondo La strada che
rispetto e alla grande considerazione per la no- porta alla realtà
biltà e la grandezza dello spirito di Sir Roger BUR Rizzoli, 2018
Penrose che gode di una prestigiosa posizione
nella comunità scientifica internazionale.
In questi momenti di grande tumulto, l’umanità
aspetta che la Scienza risolva le sfide che sta af-
frontando. In realtà non esiste una cosa chiama- Penrose, Roger
ta Scienza. Esistono solo esseri profondamente L’universo è ancora
umani incuriositi e attirati dalla conoscenza un segreto
che portano dentro e che con coraggio stanno BUR Rizzoli, 2021
sull’orlo del proprio buco nero e ne scrutano le
profondità. Roger Penrose è uno di essi!
Ci invita a viaggiare insieme a lui sulla “strada Cercali su macrolibrarsi.it
che porta alla realtà”.

SC | Scienza e Conoscenza 77
Etere e Orgone
Dalla teoria dell’esistenza dell’Etere come motore
dell’Universo, all’utilizzo dell’energia orgonica
Gabriele Muratori
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

Le ricerche di Marco Todeschini rasse una interessantissima e ancora attuale te-


Il XX secolo è stato un periodo molto diffici- oria sulla presenza dell’etere e sui suoi effetti in
le per chi credeva nell’esistenza dell’etere. Per tutti i campi dell’esistente. Todeschini per oltre
queste persone l’emarginazione da ogni discus- trent’anni ricercò e individuò il principio unife-
sione e dibattito era quasi la regola, presso un nomenico, quel principio cioè unificatore della
mondo scientifico e accademico saldamente at- formazione di tutti i fenomeni, ponte di passag-
taccato, dominato e infatuato dalla teoria della gio tra il mondo materiale e quello spirituale.
relatività, che ne esclude la presenza e che con- Fondamento per tutta questa conoscenza è, in
sidera lo spazio come vuoto. contrapposizione alle tesi della relatività einstei-
Destino volle che proprio un ingegnere italia- niana, la rivalutazione del concetto di “ete-
no, Marco Todeschini, si opponesse con tutte re”, ovvero di quel fluido sottilissimo
le sue forze a questo conformismo e, con una responsabile di ogni moto e fenomeno
serie di intuizioni, scoperte e invenzioni elabo- dell’universo, dal mondo atomico a quello

78 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN FISICA

po umano) è la stessa del macrocosmo (universo).


SECONDO TODESCHINI Nella sua opera principale dal titolo Spazio-
ESISTE UNA “INTELLIGENZA biofisica e Psicodinamica, sostiene che l’esistenza
dell’etere è la condizione indispensabile
UNIVERSALE” DI NATURA e per la formazione della materia, e per il
PURAMENTE SPIRITUALE sistema di percezione corporea attraverso l’at-
tivazione degli organi di senso. Riassume egli
CHE, GRAZIE ALLA PRESENZA stesso in modo molto sintetico il suo pensiero in
questo brano:
DELLE FORZE CHE METTE
IN ATTO, TRASFORMA LO «Il mondo fisico è costituito solamente di spazio
fluido inerziale, i cui movimenti rotanti costitui-
SPAZIO VUOTO IN UNO scono i sistemi atomici e astronomici che forma-
SPAZIO PIENO A DENSITÀ no la materia».
Questo testo richiama il fatto che come si for-
COSTANTE, PROPRIO COME mano i sistemi stellari e galattici, cioè quelli di
dimensione infinitamente grande, così si forma-
UN’ALTRA SOSTANZA no sistemi atomici, infinitamente piccoli.
MATERIALE
Le scoperte di Wilhelm Reich
Durante il XX secolo svolse la sua attività un
cosmologico, con una influenza reciproca tra le altro scienziato molto interessante e controver-
realtà biologiche e psichiche. so, che se vogliamo parlare di etere o forme di
Nell’ambito della teoria della presenza dell’ete- energie simili non possiamo trascurare. Si tratta
re introdusse con assoluta novità una compo- di W. Reich, il quale attraverso i suoi studi giun-
nente psichica e spirituale fino ad allora emargi- se a scoperte molto interessanti anche se “non
nata da tutti gli scienziati. Secondo Todeschini autorizzate”.
esiste una “intelligenza Universale” di natura Wilhelm Reich fu medico, psicoanalista, pro-
puramente spirituale che, grazie alla presenza veniente dalla grande e famosa scuola di Vien-
delle forze che mette in atto, trasforma lo spazio na fondata da Sigmund Freud. A differenza di
vuoto in uno spazio pieno a densità costante, molti suoi colleghi si impegnò anche in attività
proprio come un’altra sostanza materiale. politiche e sociali.
In poche parole, lo spazio privo di qualsiasi par- Non si fermò qui: si interessò pure di fenomeni
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

ticella atomica o subatomica, sinonimo perciò fisici e biologici e la scoperta dell’energia


di vuoto assoluto, per il fatto stesso di essere orgonica, che presenta caratteristiche molto
sede in ogni suo punto di “forze”, diventa iner- simili all’etere tanto che si può identificare con
te, assume una massa, una certa densità, al pari esso, fa parte di questo suo interesse. Lasciò in
della materia; oppone per questo resistenza a eredità una serie di invenzioni e sistemi terapeu-
corpi in movimento o induce riduzione di velo- tici di grande valore e attualità, che ancora oggi
cità in corpi già in movimento. In questo modo vengono apprezzati e utilizzati soprattutto nei
si comporta come spazio pieno. campi della psicoanalisi, della medicina e della
Todeschini quindi ammette l’esistenza di uno meteorologia.
spazio tridimensionale, fluido, denso e incom- Grazie al fatto che non è assolutamente costo-
pressibile, con una densità propria pari a 1/9x10 so procurarsi, fabbricarsi e adattare alle pro-
elevato alla ventesima potenza, inferiore a quella prie esigenze gli strumenti che egli stesso ha
dell’acqua che è circa uguale a 1 kg/dm3. inventato, numerosi estimatori della sua opera
Cercando, poi, il fondamento a un principio uni- e liberi ricercatori hanno potuto riprodurre con
ficante, afferma che la meccanica con cui si veri- una certa facilità i suoi esperimenti e metodi di
ficano i fenomeni naturali nel microcosmo (cor- cura. Questa materia è completamente libera

SC | Scienza e Conoscenza 79
da brevetti o diritti d’autore. Anch’io, quando
ho cominciato a costruire gli apparecchi di mia LA VARIETÀ E RICCHEZZA
ideazione, mi sono avvalso di questa possibilità. DEGLI ESPERIMENTI HANNO
Tutto lo studio che ha compiuto si potrebbe de-
nominare Orgonomia. PORTATO A EVIDENZIARE
L’Orgonomia è, perciò, la scienza che studia
il generarsi e gli effetti a livello cosmico, fisico, UN TIPO DI ENERGIA E
meteorologico, biologico, dell’energia orgonica, RISORSA PER L’UMANITÀ,
scoperta e studiata da Wilhelm Reich dagli anni
Trenta agli anni Cinquanta del secolo scorso, UNICA ED EFFICACE,
fino quindi alla sua morte avvenuta nel 1957.
Per la prima volta nella storia della biologia
GENEROSAMENTE ELARGITA
energetica, uno scienziato ha fabbricato e DAL SOLE
messo a punto strumenti che generas-
sero e concentrassero, in determinati
punti, quell’energia primordiale di cui di orgone concentrato in modo semplice, econo-
l’umanità per secoli ha discusso e cer- mico e pressoché inesauribile.
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

cato di applicare per migliorare le sue


condizioni di salute e di vita. La varietà e ricchezza degli esperimenti han-
Quello che fino ad allora era solo un concetto no portato a evidenziare un tipo di energia e
filosofico, o dipendente in gran parte da condi-
risorsa per l’umanità, unica ed efficace, gene-
zioni esterne agli organismi viventi, e che questi
rosamente elargita dal sole e ovunque presente;
non potevano controllare, poteva diventare un
concetto fisico ponderabile e ottenibile con ade- la semplicità dei mezzi per accumularla ha per-
guati strumenti, peraltro di facile fabbricazione. messo inoltre ai ricercatori di continuare l’opera
Infatti, alla fine delle sue sperimentazioni, ottenne di Reich anche con poche risorse, ma con molta
che l’orgone (etere) presente in atmosfera si accu- dedizione, determinazione, generosità e volon-
mulava spontaneamente dentro un accumulatore, tà di produrre strumenti utili per il benessere
purché questo fosse costruito rispettando il sistema dell’umanità.
di alternare opportunamente gli strati di materia Tutto questo si è svolto con l’indifferenza o peg-
organica a quelli di metallo. Questo semplificò ol- gio, l’ostilità, di governi paradossalmente impe-
tremodo tutto il sistema di produrre energia orgo- gnati in finanziamenti e sprechi spesso erogati
nica, e Reich si trovò nella condizione di disporre per svolgere ricerche inutili e dannose.

80 SC | Scienza e Conoscenza
SPECIALE LUCE IN FISICA

In pratica W. Reich non scoprì nulla che non volta, sembrava non obbedire alle leggi note
fosse già stato menzionato da conoscenze ante- della fisica. Reich chiamò questa energia Ener-
cedenti a lui, ma le superò e le giustificò, con una gia vitale, od Orgone (da organismo e da orga-
grande quantità di esperimenti e introdusse un smo), e giunse alla conclusione che essa non
sistema scientifico per modellare questo mezzo. era altro che una radiazione di origine
Reich non ha, perciò, scoperto un nuovo tipo cosmica. Egli si pose subito il quesito se vi fos-
di energia, ma si è dato un metodo di ricerca se una qualche analogia tra le proprietà dell’or-
innovativo, che lo ha portato a identificare quel gone e le funzioni attribuite all’etere da molti
tipo di energia che è sempre esistito. ricercatori. Ne concluse che “la maggior parte
di queste funzioni coincide con molte funzioni
L’ingegner Carlo Splendore, un libero ricer- dell’energia orgonica cosmica, che sono state
catore italiano recentemente scomparso, che osservate direttamente e riprodotte sperimen-
ha costruito e insegnato a costruire il Rotor- talmente”».
gon, cioè il rotore orgonico che utilizza il moto
dell’orgone da ovest a est, ottenendo un movi- Egli pertanto definì come flusso dell’etere nella
mento continuo senza dispendio di energia al- struttura membranosa umana la corrente or-
cuna, riassume così l’opera di W. Reich: gonica dell’uomo. Al contrario dell’etere, che
si pensava fosse in stato di quiete, Reich trovò
«Nel 1939 W. Reich scoprì i bioni, che emette- che l’orgone appartiene a una corrente ondula-
vano un tipo sconosciuto di energia che, a sua toria che percorre il pianeta da ovest verso est,
a una velocità superiore di quella della Terra.
L’esito negativo degli esperimenti di Michelson
e Morley, che si proponevano di verificare l’esi-
Libri Consigliati stenza dell’etere, è da attribuire, secondo Reich,
appunto al fatto che si pensava che l’etere fosse
Gabriele Muratori in stato di quiete e, quindi, che la Terra si muo-
Medicina tradizionale vesse attraverso un etere stazionario. Ma l’osser-
cinese ed energia vazione dell’orgone atmosferico dimostra che
orgonica per ritrovare l’etere «non è affatto stazionario, bensì si muove
la salute più rapidamente del globo terrestre». Secondo
Collana Speciali di Scienza e Reich, quindi, l’ipotesi della possibile esistenza
Conoscenza - ebook
dell’etere continua a essere valida.
Ulteriori approfondimenti su questo argomento
possono essere trovati nel mio libro Noi, medici
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

Jesús García Blanca di noi stessi pubblicato nella collana Speciali di


Wilhelm Reich - LIBRO Scienza e Conoscenza.
Il genio dell’energia orgonica
e della liberazione sessuale
Macro Edizioni
GABRIELE MURATORI
Medico di medicina generale, specialista in Medicina
Marco Todeschini dello sport e igiene e Medicina preventiva. Accredita-
Spaziodinamica to presso l’Ordine dei medici di Forlì - Cesena come
e Biofisica medico praticante in Agopuntura, Medicina tradizio-
Macro Edizioni nale cinese, Neuralterapia.
Esperto nella Floriterapia di Bach. Esperto in Radioe-
stesia e Orgonomia in campo medico. Ideatore dell’E-
Cercali su scienzaeconoscenza.it liosinergia (marchio registrato) sistema di salute, cura
e guarigione.

SC | Scienza e Conoscenza 81
Libri per sognatori svegli
Quattro Best Sellers della casa editrice Spazio Interiore

COME CAMBIARE LA REALTÀ NEL MULTIVERSO


«Questo libro è dedicato alle anime che credono che la vita debba essere magica e divertente.
Non presenta l’uomo come una piccola e insignificante creatura, codarda e bisognosa, ma co-
me l’essere eterno, infinito e multidimensionale che è in realtà. Il suo scopo è risvegliare in voi
il fascino e l’ammirazione nei confronti della vita». In un linguaggio chiaro e accessibile, Frede-
rick Dodson spiega nel dettaglio le pratiche di gestione consapevole della realtà che consento-
no di vivere ogni giorno in modo attivo e personale, anziché reattivo e automatico, imparando
così a viaggiare intenzionalmente nell’esistenza e a disporre di un intero universo di esperienze
infinitamente varie e avvincenti.
Risvegliata l’innata capacità di meravigliarsi nei confronti delle molteplici risorse della vita, ba-
sterà seguire le indicazioni e gli esercizi presentati e commentati nel libro per applicare la rivo-
luzionaria teoria degli universi paralleli alla propria realtà quotidiana e cambiare la propria vita,
diventando la migliore versione di se stessi.

Frederick E. Dodson è coach di successo, ricercatore della coscienza e conferenziere internazionale,


Frederick Dodson è l’ideatore di Reality Creation, un rivoluzionario metodo per focalizzare attenzio-
ne, immaginazione e azione sui risultati ambiti per realizzare i propri desideri. È autore di più di 25
libri tradotti in 7 lingue e ha tenuto seminari esperienziali sulla creazione della realtà in oltre 20 pae-
si. Alla sicurezza di un regolare lavoro d’ufficio preferisce una visione della vita caratterizzata da pun-
ti di vista sempre diversi, una filosofia in cui le conoscenze spirituali sono applicate alla quotidianità.
Con Spazio Interiore ha pubblicato anche Attrarre magneticamente ricchezza.

LA VIA PER LA REALIZZAZIONE DI UNA MIGLIORE SOCIETÀ UMANA


Corrado Malanga torna a parlare del Mondo Felice, con un libro che, con straordinaria luci-
dità, mette in discussione tutte le certezze del vivere di questa società, evidenziando con gran-
de forza come alcuni valori siano stati sacrificati in favore dell’interesse della classe dirigente
a mantenere il controllo sulla popolazione, ma rammentando anche che niente è perduto e
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

che lo schema fallimentare, che sembra ormai imprescindibile, può sempre essere ribaltato.
In modo incisivo e diretto, senza “sconti” né peli sulla lingua, Malanga affronta tutti gli ar-
gomenti più “caldi” e controversi della società attuale: dalla politica all’economia, dalla reli-
gione al lavoro e alla scuola, dall’individuale al collettivo, tocca tutti gli aspetti da migliorare
o eliminare in questa società per renderla ideale, perfetta e felice, e lo fa trasmettendo la con-
sapevolezza che questo viaggio inizia sempre da noi stessi, dalla nostra Coscienza che dev’es-
sere prima di tutto formata ed educata alla felicità. Il Mondo Felice esiste, è dentro di noi, e
Malanga ci racconta come portarlo fuori.

Corrado Malanga è stato ricercatore in chimica organica presso l’Università degli Studi di Pisa.
Autore di diverse pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali, la sua fama nasce dalla ricer-
ca nel campo degli UFO, nel cui ambito ha formulato tesi di straordinaria originalità e importan-
te stimolo, in particolare in merito alle abduction aliene. Oggi i suoi studi convergono sull'idea e
la realizzazione del Mondo Felice.

82 SC | Scienza e Conoscenza www.gruppomacro.com


SPECIALE
Edizioni Spazio Interiore nasce nel 2011 dall’idea LUCEleINpersone
del suo fondatore MEDICINA
siano differenti tra loro e che ciascuna debba avere la
di reperire e, tramite la pubblicazione, diffondere contenuti “non possibilità di trovare il percorso che più si addice alla sua unicità
convenzionali” in grado di costituire un apporto e un supporto per per raggiungere la meta comune: la propria crescita personale e la
chi ha intrapreso o vorrebbe intraprendere un percorso di ricer- piena realizzazione del proprio autentico Sé. L’obiettivo è dunque
ca interiore. La pluralità di argomenti trattati dalla casa editrice, mettere a disposizione del pubblico strumenti di ricerca interiore
dall’esoterismo alle dimensioni della coscienza, dalla sessualità alle ed evoluzione personale non solo già noti al pubblico di settore, ma
ultime tecniche di guarigione olistica, poggia sulla convinzione che anche ancora sconosciuti e perciò innovativi.

L'ESPERIENZA DEL VIAGGIO FUORI DAL CORPO


«Io sono più del mio corpo fisico...» Ecco il concetto fondamentale trasmesso da Robert Mon-
roe in Viaggi Lontani e – più in generale – in tutta la sua opera. In questo libro, Monroe illu-
stra i sorprendenti sviluppi delle proprie esperienze fuori dal corpo – le cosiddette OBE – e ciò
che nel corso di questi vissuti ha appreso sui cicli di vita e di morte, sulle forme di vita non-ma-
teriali, sullo sviluppo della coscienza e sull’esistenza dopo la morte. Viaggi Lontani rappresen-
ta una guida rivolta a chiunque voglia intraprendere l’esplorazione della coscienza e del proprio
corpo e, al contempo, costituisce una cosmologia estesa che sfugge a ogni dottrina e a ogni si-
stema di credenze predeterminato. «Per coloro che sono disposti a morire, c’è la vita. Per coloro
che sognano, c’è la realtà. Per coloro che accettano di sperare, c’è la conoscenza. Per coloro che
vogliono crescere, c’è l’eternità», Robert A. Monroe.
«Il lungamente atteso secondo libro di Robert Monroe offre un contributo di primaria impor-
tanza alla nostra comprensione dell’anima umana». Charles T. Tar

Robert Monroe è stato un uomo dai molti talenti. Ideatore e produttore di circa 400 program-
mi radiofonici e televisivi, per i quali ha composto anche i pezzi orchestrali, è stato uno dei pionie-
ri della moderna indagine sulla coscienza umana, tanto da fondare nel 1973 il Monroe Institute
of Applied Sciences, un vero e proprio centro di ricerca all’avanguardia. Monroe è riuscito a mette-
re a punto una serie di tecniche in grado di condurre e mantenere le persone in determinati stati di
coscienza per il tempo e la profondità desiderati, ed è stato uno dei massimi esperti di OBE, “Espe-
rienze fuori dal Corpo”. Spazio Interiore ha pubblicato anche Ultimo viaggio (2014).

LE NUOVE PROSPETTIVE APERTE DALL'INCONTRO TRA SCIENZA E SPIRITUALITÀ


Le pratiche religiose e spirituali rendono le persone più sane, più felici e meno depresse, e il
vantaggio è che si tratta di pratiche, non di credenze; perciò, sono aperte alla partecipazione di
persone sia religiose che non. L’antiquata opposizione tra scienza e religione è una falsa dicoto-
mia. Gli studi scientifici ci consentono, anzi, di comprendere più a fondo le pratiche spirituali
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

e religiose. Le scienze hanno penetrato regni infinitamente grandi e infinitamente piccoli di cui
i nostri antenati non sapevano nulla. La scienza ci fornisce enormi quantità di dati, ma sono
dati privi di senso dal punto di vista personale e spirituale. Al contrario, le tradizionali connes-
sioni spirituali con il mondo più-che-umano trovavano senso e significato ovunque, ma erano
completamente all’oscuro di tutte le recenti scoperte della scienza. Combinare insieme questi
due approcci rappresenta una sfida straordinariamente moderna. Qui analizzo sette diverse pra-
tiche, passando in rassegna gli studi scientifici sui loro effetti e suggerendo due modi in cui il
lettore potrà farne esperienza diretta.

Rupert Sheldrake è considerato tra i più importanti biologi e saggisti scientifici dell’età contem-
poranea. Prolifico autore di articoli scientifici e libri tradotti in tutto il mondo, è noto soprattutto
per la Teoria della risonanza morfica che, confutando alcuni capisaldi della scienza classica, dimo-
stra come ogni membro di ogni specie attinga a una memoria collettiva propria del corredo genetico
di quella determinata specie. Ha studiato molti fenomeni poco approfonditi dalla scienza classica
come il comportamento degli animali legato alle loro capacità sensoriali e altri fenomeni legati alle
persone, tra cui la telepatia tra le madri e i propri figli e le premonizioni.

Gruppo Macro SC | Scienza e Conoscenza 83


Scopri i video On Demand
MacroVideo
Non siamo limitati dalle leggi della fisica così come oggi le conosciamo, né dalle leggi
della biologia. Il DNA della vita è un codice che può essere trasformato!

IL PENSIERO CAMBIA I TUOI GENI


Bruce Lipton è un autore capace di ribaltare la prospettiva comune, dare un
senso alla nostra vita e fornirci, in modo semplice, l’intuizione necessaria per
cambiarla. “Ciò in cui crediamo determina ciò che siamo, e non è il nostro
DNA a determinare la nostra vita e la nostra salute”. Un grande rivoluziona-
rio della scienza e del pensiero umano, capace di liberarci dalla prigionia mil-
lenaria del destino.
Un prodotto unico, un’esclusiva Macrovideo che raccoglie 10 anni di attività
dell’autore rinomato in tutto il mondo per aver stabilito un legame originale
tra scienza e comportamento.
Lipton Anthology con oltre 20 ore di contenuti audiovisivi offre la straordinaria opportunità di approfondire l’evoluzio-
ne del pensiero e le ricerche di una delle voci più note della nuova biologia.

Bruce Lipton Ph.D. è un'autorità mondiale per quanto concerne i legami tra scienza e comportamento.
Biologo cellulare, ha insegnato Biologia Cellulare presso la facoltà di Medicina dell'Università del Wiscon-
sin. Le sue rivoluzionarie ricerche sulla membrana cellulare hanno precorso la nuova scienza dell'epigene-
tica e hanno fatto di Lipton una delle voci più note della nuova biologia. Le sue scoperte hanno fatto di lui
uno scienziato controverso e talvolta anche denigrato nell'ambito della scienza ufficiale, ma molto stimato e
ammirato tra gli scienziati più all'avanguardia della nuova scienza e negli ambienti spirituali, questo per-
ché nei suoi studi rivoluzionari ha integrato la scienza medico-convenzionale con la medicina alternativa
e la guarigione spirituale.

UN PONTE TRA SCIENZA E SPIRITUALITÀ È DAVVERO POSSIBILE


Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

Fondendo le conoscenze dei popoli antichi assieme alle nuove scoperte scienti-
fiche, Braden ci porta in un viaggio attraverso il tempo e i suoi cicli dove l’im-
portante non è sapere cosa succederà ma essere coscienti che siamo noi a deci-
dere la rotta.
Gregg Braden è capace di scuotere fortemente il pensiero comune riuscendo a
fondere le recenti scoperte della ricerca scientifica con la millenaria saggezza spi-
rituale e insegnandoci ad usarle nella vita di tutti i giorni.

Gregg Braden annoverato nella lista degli autori di best seller del New York Times, è rinomato in
tutto il mondo per aver stabilito un’originale ponte tra scienza e spiritualità. Da oltre venticinque
anni svolge le sue ricerche in villaggi sconosciuti e remoti monasteri, alla ricerca di testi antichissimi
e saperi senza tempo. Oggi le sue opere sono pubblicate in 17 lingue e 33 Paesi del mondo e ci dimo-
strano, al di là di ogni ragionevole dubbio, che la chiave del nostro futuro risiede nella saggezza del
nostro passato.

www.gruppomacro.com
RUBRICA
MacroVideo è il leader in Italia nella produzione di audiovisivi legati al settore body mind &
spirit. La sua missione è quella di realizzare, promuovere e distribuire video on demand conce-
piti come veri e propri strumenti di conoscenza, capaci di sviluppare indipendenza di giudizio
nell’individuo e di accrescere la consapevolezza nello spettatore. La collana Scienza e Conoscenza
annovera autori e ricercatori di fama internazionale come Gregg Braden, Bruce Lipton, Masaru
Emoto e molti altri.

RIPRENDI IL CONTROLLO DELLA TUA VITA E CREA LA REALTÀ CHE DESIDERI


Come in un iceberg, spesso pensiamo che la parte emergente, quella visibile, lo
identifichi. Invece, ignoriamo che esiste una parte sommersa 10 volte più grande
che è il vero iceberg e che ne determina la direzione.
Allo stesso modo, noi ignoriamo di avere una parte profonda che dirige i nostri
comportamenti, le nostre scelte e che interagisce direttamente con la creazione
della nostra realtà.
Grazie alla sapiente fusione tra teorie della meccanica quantistica, neuro-tecni-
che e procedimenti operativi pratici derivanti dallo sciamanesimo, Vincenzo Fa-
nelli ti insegnerà un modello unico in grado di farti riprendere il controllo della
tua esistenza e del tuo destino.

Vincenzo Fanelli dal 1998 tiene corsi sul potere della Mente Quantica.
Autore internazionale di numerosi libri sul potenziale umano, è appassionato e studioso di mec-
canica quantistica, antiche pratiche sciamaniche e orientali, Shiatsu e Reiki. È NLP Master Trai-
ner of NLP e Master Coach presso la National Federation of Neurolinguistic Programming (FL –
USA) e fondatore della European Federation of Neurolinguistic Programming (EFNLP).

RIPENSARE LA SCIENZA PER CAMBIARE IL MONDO


Ci è stato insegnato fin da piccoli che tutto ciò che ci circonda è materia. Og-
gi mentre la scienza tradizionale rimane materialista, un considerevole numero
di scienziati sta supportando e sviluppando nuovi paradigmi. Tra questi, il fisi-
co nucleare indiano e fondatore dell’attivismo quantico Amit Goswami che, con
un’ampiezza di pensiero paragonabile a quella di Einstein, ci invita a riscoprire le
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

leggi che regolano l'universo e la vita, integrando l’antica via spirituale con l’inno-
vativa mente scientifica. La scienza deve venire a patti con le emozioni, il signifi-
cato e lo scopo della vita. La chiave è nel concetto di creatività, un cambiamento
paradigmatico che Goswami definisce “scienza all’interno della coscienza”.
Un invito, per l'umanità, a ripensare alle proprie nozioni di esistenza e realtà.

Il Dottor Amit Goswami, dottore in Fisica teoretica e nucleare, è stato professore di Fisica all’Uni-
versità dell’Oregon dal 1968. Ha insegnato fisica per 32 anni nel suo Paese, in gran parte in Ore-
gon, prima di ritirarsi completamente nel 2003. Il Professor Goswami è stato uno studioso all’Isti-
tuto di Scienze Noetiche dal 1998 al 2000. Insegna abbastanza regolarmente all’Istituto Holmes,
dell’Università di Ricerca Filosofica di L.A. Pacifica in Santa Barbara, CA e all’UNIPAZ in Por-
togallo. È autore di dieci libri, inclusi: L’Universo cosciente di Sé, Creatività Quantica, Fisica
dell’Anima, La finestra visionaria e il dottor Quanto.
Il professor Goswami è pioniere di un paradigma scientifico multidisciplinare fondato sul primato
della coscienza, conosciuto come Scienza all’interno della Coscienza. La sua ricerca è stata pubbli-
cata nelle riviste scientifiche in tre diversi campi, fisica, biologia e psicologia.

Gruppo Macro SC | Scienza e Conoscenza 85


Gli Speciali di Scienza e Conoscenza
I NOSTRI EBOOK
La medicna è una sola Il fattore C
La medicina convenzionale di tipo Mastrangelo ci dà una visione chiara
occidentale ha fatto tabula rasa tra- della correlazione esistente tra gli esiti
sformando il malato in una malattia. più nefasti della patologia e il nume-
Salvo che per alcune propensioni di ro di malattie croniche pregresse e
una parte della psicosomatica e della relativo trattamento farmacologico
psicologia, essa si è infatti concen- dei pazienti più a rischio. Se, quindi,
trata quasi completamente sulle rea- le condizioni di base dei pazienti che
zioni fisico-chimiche dell’organismo, muoiono per effetto dell’infezione da
omettendo o minimizzando cofattori SARS-CoV-2, sono, nella maggior par-
importanti quali le condizioni relazio- te dei casi, compromesse da malattie
nali, di realizzazione esistenziale e di croniche, non meno importante sem-
benessere interiore del paziente. bra essere, per quanto attiene alla pro-
La possibilità, o addirittura il dovere, gnosi della Covid-19, il ruolo dei trat-
di reintegrare questa visione apre a tamenti farmacologici comunemente
nuove integrazioni proficue tra i vari impiegati per tali malattie.
saperi medici. Le scoperte della neu-
rologia del resto vanno chiaramente
in questa direzione.

La biologia è musica Fake News: la manipolazione


Ognuno di noi ha ricevuto, nel mo- delle notizie
mento stesso del concepimento, un Il libro che state per leggere fa parte
libretto di spartiti – il DNA – che non di una ricerca molto più ampia che
è mai stato su questa terra in nessun andiamo sviluppando da venticinque
altro essere vivente: le più recenti ricer- anni sui vaccini (tra i molti altri temi
che in campo epigenetico oggi ci di- di salute e medicina che trattiamo).
cono che il modo in cui suonare quello Di fatto, il caso che qui viene analiz-
spartito dipende da noi, dai nostri zato è stato l’input di partenza della
comportamenti e dalle emozioni che nostra decisione di scrivere un libro
proviamo ogni giorno. sui vaccini, una decisione che abbia-
Sappiamo anche che la vibrazione – mo preso separatamente ma che poi,
come ci insegnano le antiche tradizio- confrontandoci, ci ha portati a fonde-
ni sapienziali e spirituali, una tra tutte re, per così dire, i due progetti in uno,
l’Ayurveda – è alla base della nascita progetto che infine abbiamo firmato
dell’universo e della vita: ogni nostra insieme e che si intitola Vacunas: una
cellula vibra in un’armonia corporea reflexión crítica [Vaccini: una riflessio-
che risuona insieme a quella cosmica ne critica]. Proprio da questo libro è
in una grande sinfonia sincronica. stato estratto il testo che segue.

Che cos'è l'Energia Nutri la tua salute


Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

L’energia è fondamentale per la vita Oggi la scienza ci dice in maniera


nell’Universo, tutti gli organismi vi- chiara che il ruolo protettivo e pre-
venti hanno bisogno di energia per ventivo del cibo è da associarsi ad
continuare a vivere. alimenti di origine vegetale. Allo
L’uomo riesce a svolgere tutte le stesso modo è evidente che l’ali-
attività grazie all’energia, che usa mentazione occidentale costituisce
quando pensa, o quando si muove, uno dei più importanti fattori di ri-
o quando utilizza un qualsiasi dispo- schio per malattie cardiocircolatorie
sitivo che lo circonda (che funziona e tumorali in considerazione degli
perché riceve energia o che è stato elevati consumi di sale, carboidrati,
costruito utilizzando energia). zuccheri, grassi saturi ed idrogenati,
La società moderna è completa- proteine animali, affiancati dalla im-
mente dipendente dall’energia, in mancabile scarsità di fibre, carenza di
particolare dall’energia meccanica, verdura e frutta, nonché di fitochimici
elettrica, chimica e termica, in tutti i protettivi.
suoi processi produttivi e gestionali,
per esempio nel trasporto marittimo
e aereo e nei vari processi industriali.

Scegli gli ebook che ti interessano e acquistali direttamente su:


www.scienzaeconoscenza.it oppure chiama lo 0547 346258 int. 3
nei giorni di martedì e venerdì dalle 10 alle 12.
Il paradigma dell'Āyurveda
Sentiamo sempre più spesso parlare
di Āyurveda, ma sappiamo davvero di
cosa si tratta?
Oggi in Occidente la millenaria scienza
indiana della salute viene spesso bana-
lizzata e ridotta a una tecnica di mas-
saggio estetico, ma l’Āyurveda – sicu-
ramente famosa per i suoi trattamenti
fisici, parte importante della pratica di
I Misteri del Nostro cura – è molto altro e molto di più.
Grande Universo Ovviamente esiste, anche, un’informa-
Com’è nato l’Universo? Esiste solo la zione seria e adeguata, corroborata da
teoria del Big Bang? L’Universo ha un fonti classiche e ricerche moderne che,
centro? E quanto è grande? Esistono oltre a diffondere un’immagine seria e
altri pianeti come il nostro in cui pul- reale dell’Āyurveda, ne mette in evi-
lula la vita? Questo e-book risponde denza la straordinaria attualità e la pos-
a tante domande e curiosità sul no- sibilità di interazione e collaborazione
stro Universo, e lo fa utilizzando un con la Medicina e la Scienza Moderna.
linguaggio divulgativo e semplice,
non appesantito dalle dimostrazioni
difficili e specifiche del linguaggio
scientifico specialistico.
Universo Iperconnesso
Il libro è una lettura piacevole e ap- Il percorso della conoscenza – soste-
profondita per capire i passi avanti neva Anassimandro nel VI sec. a.C.
compiuti dalla scienza nella com- – deve essere basato sulla ribellione
prensione del nostro Universo e contro certezze che appaiono ovvie,
quanto ancora c’è di inesplorato e sul fatto che la nostra immagine del
di ignoto. mondo può essere sempre perfezio-
nata, che il mondo può essere diverso
da come ci appare, che il nostro pun-
to di vista sul mondo è limitato dalla
piccolezza della nostra esperienza. La
Il Romanzo della Scienza scienza – sosteneva Anassimandro –
Come sarebbe stato se il genio della nasce da ciò che non sappiamo («che
fisica Stephen Hawking e il matema- cosa c’è dietro la collina?») e dalla
tico Alan Turing si fossero incontrati messa in discussione di qualcosa che
per una chiacchierata intellettuale in credevamo di sapere, in altre parole
un caffè parigino di inizio secolo? E la scienza consiste nel guardare più
cosa c’entra il magico neo sul volto lontano, nell’esplorazione continua di
di Marylin Monroe con il numero di nuove forme di pensiero per concet-
Avogadro? In questo libro Emanuele tualizzare il mondo.
Cangini raccoglie le figure di 15 gran-
di scienziati e delle loro straordinarie
scoperte, creando affinità elettive e Spiritual Mind
imprevedibili connessioni tra i per- «Le più recenti acquisizioni scientifi-
sonaggi che hanno cambiato il corso che relative ai fenomeni quantistici
della scienza e della storia degli ulti- non-locali nei sistemi viventi – scrive
mi due secoli. Carmen Di Muro in questo libro - ci
stanno conducendo a un cambio
radicale del paradigma scientifico,
spostando il baricentro medico-bio-
logico da una visione meccanicistica,
ad una visione integrata che vede
l’essere umano come un tutto inter-
connesso, una rete informativa dove
La Mente
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

anima, psiche, corpo e ambiente dia-


e la Medicina Quantistica logano a livello invisibile, quantico e
È possibile che la preghiera e l’inten- tra loro c’è un continuo scambio di
zione di guarigione di un gruppo di energia ed informazioni».
persone che medita su dei pazienti
possa avere degli effetti benefici sul-
lo stato di salute di questi ultimi?
La mente può realmente influenzare
la materia e quindi anche il corpo e la
salute? In che modo la meditazione
può incidere sui parametri biologici
e favorire i processi di guarigione?
Quanto è importante per la riuscita
di una terapia che il paziente si senta
accolto empaticamente dal persona-
le sanitario e partecipi con consape-

A SOLI
volezza al percorso di cura?

€ 7,90
Collezionali tutti
RUBRICA: GLOSSARIO DI FISICA QUANTISTICA

Luce e fotone
LUCE:
ci si riferisce normalmente alla gamma di ra-
Etimologia
diazione elettromagnetica percepibile Dal latino “lux, lucis” dalla radice indoeuropea
dall’occhio umano, con una lunghezza d’on- leuk-. in greco leukós , «brillante, bianco». Un
particolare significato di luce in greco si ha con
da variabile dai 380 ai 750 nanometri. Si tratta, (phaos/phōs) la cui radice corrisponde a quella
in realtà, di una parte dello spettro elettro- del verbo phainō, che significa “mostrare”, “ren-
magnetico, delimitata dalla radiazione ultra- dere manifesto”; phos, photos – “luce”, ma anche
violetta (con onde più corte), e dalla radiazione “verità”, “conoscenza”.
infrarossa (con onde più lunghe). Corrisponde, in
termini di colori, alla gamma dell’arcobaleno, dal
rosso al violetto, passando progressivamente attra- sembra riconciliabile con le conseguenze sperimentalmente
verso l’arancio, il giallo, il verde, il blu e l’indaco. verificate della teoria ondulatoria della luce».
L’occhio umano si è evoluto e adattato in modo L’idea di quanti di luce non piaceva per niente a
da essere sensibile alla luce: la radiazione di que- Robert Millikan, che dedicò una decina d’anni
sta parte dello spettro è prodotta in abbondanza all’esame delle spiegazioni di Einstein sull’effetto
dal sole e non è assorbita dall’atmosfera terrestre, fotoelettrico, sperimentato con sempre maggiore
così che raggiunge il suolo. Tra la luce visibile e le accuratezza. Scoprì così che le teorie alternative
altre forme di radiazione elettromagnetica (come fallivano, mentre l’interpretazione di Einstein si
i raggi X e le onde radio) non c’è una differen- rivelava corretta. Senza dubbio, Millikan ebbe di
za sostanziale: si tratta semplicemente di diverse che consolarsi visto che nel 1923 gli fu assegnato
lunghezze d’onda. A partire dallo sviluppo della il Nobel proprio per queste ricerche. Einstein fece
un’osservazione lungimirante: «La prossima fase
teoria quantistica, nel primo quarto del XX seco-
dello sviluppo della fisica teorica ci porterà a una
lo, la luce è sempre stata considerata come dotata
teoria della luce nella quale si avrà una sorta di
delle proprietà delle particelle che, in questo caso,
fusione tra la teoria ondulatoria e la teoria
vengono chiamate fotoni. dell’emissione (di particelle)».
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

FOTONE:
particella di luce. L’idea di fotone deriva di-
Estratto dal Dizionario Enciclopedico di Fisica
Quantistica di John Gribbin
rettamente dalle ricerche sull’effetto fotoelet-
trico compiuto nel 1905 da Albert Einstein,
anche se ci vollero diversi anni per accettare la Libro Consigliato
realtà fisica dei fotoni, che furono così definiti
dal fisico e chimico americano Gilbert Lewis
John Gribbin
solo nel 1926. La principale ragione di tale co-
Dizionario
spicuo ritardo (a parte la sorpresa e la novità in-
enciclopedico di
trodotta dall’ipotesi di Einstein, visto che i fisici fisica quantistica
si erano da tempo abituati a considerare la luce Macro Edizioni, marzo
come un’onda) fu la mancanza di conferme spe- 2021
rimentali. Lo stesso Einstein, nel 1911 affermò: Cercalo su scienzaeconoscenza.it
«Insisto sulla natura provvisoria di questo concetto, che non

88 SC | Scienza e Conoscenza
FISICA E DINTORNI
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

SC | Scienza e Conoscenza 89
RICERCA

La coerenza dell'acqua
ci salverà
Da un particolare fenomeno indotto dalle piante, scaturisce
un’analisi sull’importanza di mantenere l’acqua in coerenza
per l’equilibrio di tutti gli esseri viventi
Hubert Bösch

Cristalli di ghiaccio sul vetro di fronte a piante di jojoba

D
a anni osservo nei giorni più rigidi che della specie, anche quando la pianta è a
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

dell'inverno un fenomeno parti- oltre mezzo metro di distanza.


colare sui vetri della veranda che Come fa la pianta a indurre l'acqua contenuta
ospita le piante sensibili alle gelate. nell'aria a ghiacciarsi in forme archetipiche? Una
Nelle notti in cui la temperatura esterna scen- domanda a cui ho cercato a lungo una risposta che
de molto sotto zero, sulla parte interna dei ve- spiega in che modo avviene questo processo. Mi
tri si ghiaccia l'umidità dell'aria a forme che sono venuti in aiuto decenni di studio sulle proprie-
assomigliano a piante. Si tratta di un evento tà sconosciute dell'acqua, in cui ho avuto la fortu-
na di incontrare, nei libri o dal vivo, studiosi come
conosciuto, ma forse mai osservato con at-
Schauberger, Del Giudice, Emoto e altri. Ognuno
tenzione. Altrimenti avremmo già un'altra vi- ha aggiunto un importante tassello alla compren-
sione sull'acqua e il mondo. All'attenta osser- sione delle eccezionali qualità nascoste dell'acqua.
vazione non può sfuggire che i “disegni” sui
vetri cambiano forma in relazione alla pianta Il cristallo dell'acqua di camomilla
che si trova vicino al vetro. Ogni pianta indu- Il ricercatore giapponese Masaru Emoto negli
ce l'acqua a ghiacciare con forme archetipi- anni '80 ha iniziato a fotografare sotto l'ingran-

90 SC | Scienza e Conoscenza
RICERCA

Frattali ben visibili a occhio nudo nel cavolo romanesco

dimento di un microscopio i cristalli dell'acqua a


una temperatura di circa -4 °C. Nel suo primo li- OGNI TIPO DI INQUINAMENTO
bro, tra le tante foto di cristalli d'acqua, mi ha col- DIMINUISCE LA COERENZA,
pito in particolare quella dell'acqua di camomilla,
che assomiglia sorprendentemente al fiore da cui NELLA NATURA COME
prende il nome. Perché l'acqua di camomilla si
congela a forma di un fiore di camomilla? Perché
NEGLI ORGANISMI VIVENTI
in quest’acqua si trovano naturalmente delle com-
ponenti proprie della camomilla. Una spiegazio- modo l'acqua entra in risonanza con il campo
ne potrebbe essere che Emoto avrebbe fotogra- morfogenetico della pianta. Ma in che modo?
fato una componente che, secondo la teoria dei
frattali di Mandelbrot, rispecchierebbe il fiore. La coerenza dell'acqua
Nei vegetali è facile osservare che determinate Sappiamo da tanto tempo che le molecole dell'ac-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

forme si ripetono a vari livelli di ingrandimento. qua si legano tra di loro tramite il legame idrogeno.
Un esempio tipico è la felce, dove questo feno- Così formano dei gruppi che vengono chiamati
meno è visibile a occhio nudo. cluster, parola che possiamo tradurre con “am-
Questa spiegazione però non vale per i cristal- masso”. In realtà non si tratta di un ammasso. Le
li di ghiaccio sul vetro, dove non c'è contatto molecole, quando le varie forme di inquinamen-
con la pianta e dove la forma non corrisponde to non lo impediscono, tendono a formare delle
alla forma della pianta, ma probabilmente alla strutture esagonali. Emilio Del Giudice, che ha
sua energia. In effetti per spiegare il fenomeno studiato a lungo il comportamento delle molecole
dobbiamo riconoscere una forma di emana- dell'acqua, ha usato un nome più appropriato: do-
zione da parte della pianta che si estende per mini di coerenza. I domini di coerenza sono for-
un certo raggio. mati da milioni di molecole che ballano in modo
Un'emanazione che non si vede e non si riesce sincronico. Dal punto di vista elettrodinamico le
a misurare con gli strumenti scientifici e che è molecole dell'acqua possono unirsi in gruppi este-
tipica di ogni specie di pianta. A questa descri- si solo quando il loro movimento termico diventa
zione corrisponde il campo morfogenetico sco- coerente. Ma cosa porta le molecole a sincronizza-
perto da Rupert Sheldrake. Perciò in qualche re il loro movimento?

SC | Scienza e Conoscenza 91
RICERCA

Lo può fare soltanto un campo che riesce a intera- Torniamo alla foto dell'acqua di fiori di camomilla
gire con i campi elettromagnetici delle molecole. di Emoto. Secondo le antiche conoscenze il mi-
Per Del Giudice si tratta del campo delle fluttua- crocosmo rispecchia il macrocosmo e viceversa.
zioni quantistiche del vuoto, che secondo la fisica Perciò, se a livello di cristallo di ghiaccio l'acqua
quantistica descrive il ribollire di creazione e di- esprime la forma del fiore di camomilla, la deve
struzione di particelle virtuali che avviene nello esprimere anche a un livello bilioni di volte più
spazio vuoto. Uno spazio vuoto pieno di particelle piccolo, che è quello delle molecole d'acqua. Per-
virtuali? Non si può negare che i fisici quantistici ciò possiamo presumere che i campi morfogeneti-
abbiano molta fantasia! ci inducono le molecole dell'acqua a raggrupparsi
Se apriamo un po' l'orizzonte e usciamo dalle co- in forme simili a quelle che noi vediamo a livello
noscenze limitate della fisica quantistica possiamo materiale. Perciò i domini di coerenza dell'acqua
trovare un campo che ha le caratteristiche di essere di camomilla assumono una forma che ricorda il
immateriale e che contemporaneamente influenza fiore di camomilla.
il mondo materiale. Si tratta dei campi morfogene- Questo spiega finalmente come funziona l'omeo-
tici scoperti da Rupert Sheldrake. patia. Nella preparazione dei rimedi omeopatici si
parte da una sostanza che viene progressivamente
Campi morfogenetici e coerenza diluita, e per ogni diluizione vengono effettuate
I campi morfogenetici sono campi sottili carat- 100 succussioni che creano tanti vortici nell'acqua.
terizzati da due aspetti. Sottili vuol dire che non Come ha già osservato Schauberger più di un se-
appartengono al mondo delle particelle e dei cam- colo fa, i vortici dell'acqua creano coerenza e la
pi elettromagnetici, ma sono di natura diversa. forma dei domini di coerenza viene determinata
Sheldrake in origine gli diede questo nome, per dalla sostanza originale. Nei rimedi omeopatici a
poi chiamarli invece campi morfici. Preferisco partire dalle 12 CH statisticamente non ci può es-
campo morfogenetico per via dell'azione che han- sere più una molecola della sostanza originale, ma
no sulle molecole d'acqua. Sono campi che hanno resta solo l'energia e l'informazione sottile.
due aspetti strettamente legati tra di loro. Uno è la Quando assumiamo il rimedio omeopatico la sua
loro energia o potenza, che possiamo sentire bene coerenza si trasmette all'acqua dell'organismo e il
in luoghi particolari, come sarà capitato a tutti. rimedio produce così il suo effetto curativo. Que-
L'altro aspetto riguarda la qualità o l'aspetto infor- sto spiega anche perché le alte dinamizzazioni
mativo dell'energia. Già le parole informazione e sono più potenti e i rimedi in gocce funzionano
morfogenetico parlano del “dare forma”. meglio dei globuli. Il campo morfogenetico delle

Struttura esagonale dei domini Cristallo di acqua di camomiilla fotografato


di coerenza dell'acqua da Emoto Aut. IHM 0610240629
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

92 SC | Scienza e Conoscenza
RICERCA

Nella parte bassa e a destra si vedono i cristalli dell'aloe arborescens e in alto a sinistra i cristalli indotti dai rami della
buganvillea che scendono dall'alto.

alte dinamizzazioni possiede un livello energetico quando e dove esiste un alto grado di coerenza.
più alto grazie alle ripetute dinamizzazioni. Nei La guarigione ha molto a che fare con il ristabili-
rimedi in forma liquida ci sono bilioni di domini re la coerenza, come possiamo vedere nell'effetto
di coerenza mentre nei rimedi in forma di lattosio miracoloso di alcune acque, come quella Lourdes.
rimane solo una piccola percentuale di acqua e
perciò un numero molto ridotto di domini. Distruzione di coerenza
Oggigiorno siamo circondati da mille cose che
Coerenza negli organismi viventi diminuiscono la coerenza dell'acqua. Già l'acqua
Gerald H. Pollack ha scoperto che sulla superfi- nella Natura oggi possiede poca coerenza rispetto
cie di materiali idrofili si crea uno strato di acqua a un secolo fa. Per non parlare dell'acqua che arri-
coerente che ha chiamato zona di esclusione. Il va in casa tramite l'acquedotto dopo trattamenti e
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

nome deriva dal fatto che in questa zona vengono aggiunte di ogni tipo. Delle volte non possiede più
espulse le molecole che non sono d'acqua. Inoltre neanche la minima coerenza, come dimostra l'im-
la zona di esclusione assume una carica negativa magine dell'acqua di Parigi fotografata da Emoto.
mentre quella adiacente una positiva, formando Ogni tipo di inquinamento diminuisce la coeren-
una carica elettrica, una specie di batteria. Intorno za, nella Natura come negli organismi viventi. Non
a ogni cellula si crea una zona di esclusione che solo l'inquinamento da sostanze chimiche, ma an-
probabilmente ha un’importante funzione nel re- che quello mentale ed emotivo creato da una socie-
golare e far funzionare lo scambio che avviene e tà e un’economia che hanno come ideale la concor-
protegge la cellula da sostanze inquinanti. renza ad ogni costo e il massimo guadagno.
Perciò per un organismo vivente è di vitale im- Una menzione a parta merita l'inquinamento
portanza che buona parte dell'acqua del corpo sia elettromagnetico. Ogni campo elettromagnetico
composta da domini di coerenza. Considerare la esercita una sollecitazione sulle molecole dell'ac-
salute in termini di coerenza apre a una visione qua. Il forno a microonde funzione proprio in
rivoluzionaria sulla salute. Il grado di coerenza questo modo. Quando la sollecitazione del campo
dell'acqua del corpo è determinante per la salute, elettromagnetico è più forte del legame che tiene
perché i processi fisiologici funzionano bene solo la molecola al dominio di coerenza, le molecole

SC | Scienza e Conoscenza 93
RICERCA

esterne cominciano a staccarsi e cosi diminuisce


gradualmente la coerenza. Questo è il vero effetto
dei campi elettromagnetici e non l'effetto termico
come viene spesso sostenuto. Ora possiamo capire
perché i microonde sono così dannosi per la salu-
te, non solo nostra, ma anche di animali e piante.
La rete 5G aumenterà notevolmente i danni, visto
che opera con frequenze ancora più alte di un for-
no a microonde e sarà, secondo i fautori, onnipre-
sente. Sorge quindi una domanda: cosa può fare
ognuno di noi per rendere il mondo più coerente?

Diffondere coerenza
La Natura conosce varie possibilità per portare le
molecole dell'acqua in coerenza. Probabilmente foto di Emoto dell'acqua di Parigi priva di coerenza.
la più incisiva sono i campi morfogenetici armo- Aut. IHM 0610240629

nici. E questo ci offre enormi possibilità. Ogni


pensiero, intenzione ed emozione crea un cam-
po morfogenetico con un’intensità proporzionale della Romagna dalla sorgente fino alla foce, do-
alla loro intensità. Per esempio una preghiera o nando all'acqua intenzioni, pensieri, emozioni e la
un ringraziamento prima di mangiare aumenta propria fatica insieme alle Gocce di Luce carica-
la coerenza del pasto, e se lo facciamo con questa te con campi morfogenetici. Fin dal primo anno
intenzione l'effetto è più potente. Al contrario la è cambiata l'acqua non solo del fiume percorso,
paura diminuisce la coerenza e rende l'organismo ma anche del mare della costa romagnola. Oltre
più vulnerabile, come abbiamo ben visto durante all'acqua pulita sono apparse di nuovo delfini, tar-
la panfollia chiamata Covid. tarughe e cavallucci marini.
Grazie all'uso della radionica possiamo creare og- Possiamo usare oggetti caricati con campi bio-
getti caricati con campi morfogenetici. Così pos- energetici per armonizzare i processi fisiologici
siamo contribuire a riportare l'acqua nella Natura del corpo, per portare armonia negli ambienti al
in coerenza, oppure diffondere nei luoghi pubblici chiuso e all'aperto, per vitalizzare alimenti e be-
campi morfogenetici di amore, bellezza, armonia vande, per far crescere le piante in armonia e in
ecc. che sollecitano nelle persone queste qualità. salute, per guarire, per rinforzare qualità ecc.
Dal 2017 Vivi Consapevole in Romagna orga- Negli ultimi tempi la mia ricerca è indirizzata in
particolare a come ridurre l'impatto nocivo del-
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

nizza la Camminata per l'Acqua, durate la quale


un gruppo di persone cammina lungo un fiume la rete 5G su persone, animali e piante. Con un
gruppo di ricercatori sto verificando l'efficacia di
vari metodi e una delle ipotesi di lavoro riguarda
proprio alcuni dispositivi che aumentano la coe-
Rivista Consigliata renza dell'acqua.
Scienza
e Conoscenza - N.75
Acqua Coerente
Dall’Acqua biologica alla
sua quarta fase. Dall’Acqua
Scritto da
HUBERT BÖSCH
informata e ionizzata alla
Memoria dell’acqua in Come ricercatore si occupa di acqua, energie sottili,
Omeopatia. rimedi naturali e altro. Attualmente lavora alla stesu-
Macro Edizioni 2021 ra di un libro sull'acqua insieme a Stefano Berlini che
Cercala su scienzaeconoscenza.it tratterà i temi accennati nell'articolo e altri ancora. È
co-fondatore e socio di Remedia e Humusedizioni.

94 SC | Scienza e Conoscenza
IL COMITATO SCIENTIFICO
RICERCA
2021

Carmen Di Muro Antonio Morandi


Psicologa clinica, psicoterapeuta, Medico, Neurologo, Medico Esper-
specialista in psicoterapia Cognitivo to di Āyurveda. Direttore di “Ayur-
Post-Razionalista, ISTDP, Psicobio- vedic Point” Centro e Scuola di
logia Emotivo-Comportamentale Āyurveda. Presidente di S.S.I.M.A.
Integrata, EFT (Emotional Freedom (Società Scientifica Italiana di Me-
Techniques), Quantum Trainer e giornalista. Aperta alla più dicina Ayurvedica). Membro Comm. Medicine Non Con-
ampia visione integrata dell’essere umano, ha unito la pluri- venzionali, Ordine dei Medici di Milano. Premio Interna-
formazione scientifica con i suoi interessi nel campo della zionale IASTAM 2017 per la ricerca in Āyurveda. Autore
fisica quantistica che le hanno consentito di sviluppare un di molti articoli scientifici.
personale metodo di lavoro interdisciplinare Quantico-bio- Contatti: dr.morandi@ayurvedicpoint.it
emozionale©. È membro dell’équipe di Milano e referente
per la regione Puglia dell’EFP Group - Centro di Terapie
Integrate, diretto dalla dott.ssa Erica Poli. Autrice dei libri:
Spiritual Mind (Gruppo Macro), Anima Quantica (Anima
Edizioni), Essere è Amore (Gagliano Edizioni). È inoltre au- Gioacchino Pagliaro
trice di numerose pubblicazioni per riviste di settore.
Contatti: www.carmendimuro.com Psicologo e Psicoterapeuta, per 17
anni professore a Contratto di Psi-
cologia Clinica presso l’Università
di Padova. È Direttore dell’U.O.C.
di Psicologia Ospedaliera nel Dipartimento Oncologico
dell’Ospedale Bellaria dell’AUSL di Bologna. Ha intro-
dotto l’applicazione dei principi quantistici in Psicologia
Valerio Pignatta e nell’ambito dei processi mentali e della salute. È rico-
Laureato in Scienze Politiche all’U- nosciuto come il precursore della introduzione della Me-
niversità di Pavia e laureato in Sto- ditazione e delle pratiche di Consapevolezza nelle AUSL.
ria all’Università di Genova, lavora Presidente di Attivismo Quantico Europeo.
come traduttore, redattore e colla- Contatti: gioacchino.pagliaro@ausl.bologna.it
boratore di riviste e case editrici. Ha pubblicato diversi
articoli su periodici nazionali inerenti al rapporto salute/
ambiente e testi divulgativi di medicina naturale.
Contatti: areasalute@gruppomacro.com
In redazione
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

Giorgio Gustavo Rosso


Stefano Fais Ideatore e fondatore del Gruppo Edito-
riale Macro.
Laureato in Medicina e Chirurgia
nel 1981, specializzato in Gastroen- DIRETTORE EDITORIALE
terologia e Patologia Generale, dot-
tore in Ricerca in Scienze Gastroen-
terologiche, post-dottorato in Virologia. Attività di ricerca: Romina Alessandri
1981-1994 Gastroenterologia; 1994-1998 AIDS e Modelli
animali; 1998 a oggi tumori. È stato direttore del Reparto Giornalista e copywriter, coordina la
farmaci antitumorali, ora dirigente di Ricerca dipartimento redazione della Rivista Scienza e Co-
di oncologia e medicina molecolare dell’Istituto superiore noscenza e cura gli ebook speciali.
di sanita. È stato delegato nazionale allo IARC di Lione.
DIRETTORE RESPONSABILE
Autore di più di 200 fra lavori scientifici, monografie e libri.
Contatti: stefano.fais@iss.it
Con la collaborazione di Elena Sanda Chira, la responsabile
della collana di libri Scienza e conoscenza del Gruppo Edito-
riale Macro.

SC | Scienza e Conoscenza 95
SCIENZA

ABBONATI O ACQUISTA
I SINGOLI NUMERI
DIRETTAMENTE
SU SCIENZAECONOSCENZA.IT

NEL PROSSIMO
NUMERO

DA
OTTOBRE 78
2021
LA VITA
È VIBRAZIONE
L’avanguardia della scienza
verso un nuovo modo
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

di percepire la realtà
• Campi quantici di guarigione
• La vibrazione primordiale d  ell’Universo
• Le oscillazioni del nostro DNA
• Terapie sonore e diapason
• La musica dal punto di vista della fisica
• La vibrazione secondo Max Planck e Pitagora
• La teoria delle stringhe

SCOPRI DI PIÙ SU
SCIENZAECONOSCENZA.IT
96 SC | Scienza e Conoscenza
NOVITà
BEST SELLER

A differenza della stragrande


maggioranza dei libri dove si tratta
di dieta alimentare promettendo
miracoli, in quest’opera gli autori…
raccontano i fatti.
Più gli esseri viventi diventano
complicati, più i singoli individui
si differenziano.
3000 COPIE IN DUE SETTIMANE

Basti considerare i gusti per- renza una certa composizione


sonali, le allergie e la capa- alimentare.
cità più o meno vistosa d’in- Suddiviso in 5 parti, di cui uno
grassare o di restare magri. con ricette e relative foto, il li-
L’Homo sapiens, nella sua bro descrive, in modo sempli-
infinita diversità "sostengono ce ed efficace:
gli autori" è onnivoro e trova • le funzioni dell’organismo;
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

le sostanze necessarie al suo • le sue esigenze di carburante;


sostentamento in una varietà • come soddisfarne le esigenze.
di alimenti.
Ognuno di noi, a seconda “Con disappunto di chi di far-
delle caratteristiche (legate maci vive e grazie ai farmaci
anche all’etnia, alla cultura, prospera, una dieta adatta
all’età e a tante contingenze), alla persona ottiene risultati a
delle capacità e delle man- cui nessun prodotto chimico
canze di capacità del proprio può avvicinarsi.”
organismo utilizza di prefe- (Stefano Montanari)

GUARDA IL VIDEOTRAILER DEL LIBRO


sul sito www.gruppomacro.com
Gianluigi Barazzuol - drgiangi@hotmail.it

Potrebbero piacerti anche