Sei sulla pagina 1di 2

Parrocchia dei Santi Vito e Modesto in Brenta

Pellegrinaggio diocesano guidato dal Vescovo di Como


per la canonizzazione del
BEATO LUIGI GUANELLA
Roma 21-24 ottobre 2011 (in pullman)
Foglio informativo parrocchiale ad uscita settimanale.
Ciclostilato in proprio ad uso interno.
www.parrocchie.it/brenta/
Parrocchia SS.Vito e Modesto BRENTA

VANGELO (Giovanni Il,3-7.17.20-27.33b-45) “Sì, o Signore, io credo che tu sei il


IO SONO LA RISURREZIONE E LA VITA Cristo, il Figlio di Dio, colui che viene
Forma breve nel mondo”.
In quel tempo, le sorelle mandarono Gesù si commosse profondamente e,
dunque a dire a Gesù: “Signore, ecco, molto turbato, domandò: “Dove lo avete
colui che tu ami è malato”. All'udire posto?”. Gli dissero: “Signore, vieni a
questo, Gesù disse: “Questa malattia vedere!”. Gesù scoppiò in pianto. Dis-
non porterà alla morte, ma è per la sero allora i Giudei: “Guarda come lo
gloria di Dio, affinché per mezzo. di essa amava!”. Ma alcuni di loro dissero:
PROGRAMMA DI MASSIMA FORNITO DALLA DIOCESI il Figlio di Dio venga glorificato”. Gesù “Lui, che ha aperto gli occhi al cieco,
amava Marta, e sua sorella e Lazzaro. non poteva anche far sì che costui non
VENERDÌ 21 OTTOBRE: partenza e arrivo a Roma. Santa Messa nella Quando sentì che era malato, rimase per morisse?”.
basilica di San Paolo fuori le mura. due giorni nel luogo dove si trovava. Poi Allora Gesù, ancora una volta com-
SABATO 22 OTTOBRE: in serata veglia di preghiera. disse ai discepoli: “Andiamo di nuovo in mosso profondamente, si recò al sepol-
Giudea!”. cro: era una grotta e contro di essa era
DOMENICA 23 OTTOBRE: canonizzazione del Beato Luigi Guanella. posta una pietra. Disse Gesù: “Togliete
Quando Gesù arrivò, trovò Lazzaro che
LUNEDÌ 24 OTTOBRE: in mattinata Santa Messa di ringraziamento già da quattro giorni era nel sepolcro. la pietra!”. Gli rispose Marta, la sorella
in San Pietro. Visita alla basilica e omaggio Marta, come udì che veniva Gesù, gli del morto: “Signore, manda già cattivo
alle tombe di Giovanni Paolo II e del Beato andò incontro; Maria invece stava se- odore: è lì da quattro giorni”. Le disse
Innocenzo XI (pontefice comasco di cui que- duta in casa. Marta disse a Gesù: Gesù: “Non ti ho detto che, se crederai,
“Signore, se tu fossi stato qui, mio fra- vedrai la gloria di Dio?”. Tolsero dun-
st’anno ricorrono i 400 anni dalla nascita). que la pietra. Gesù allora alzò gli occhi e
tello non sarebbe morto! Ma anche ora
Partenza e rientro. so che qualunque cosa tu chiederai a disse: “Padre, ti rendo grazie perché mi
Dio, Dio te la concederà”. Gesù le disse: hai ascoltato. lo sapevo che mi dai sem-
QUOTA DI ISCRIZIONE A PERSONA: Euro 485,00 “Tuo fratello risorgerà”. Gli rispose pre ascolto, ma l'ho detto per la gente
Marta: “So che risorgerà nella risurre- che mi sta attorno, perché credano che
zione dell'ultimo giorno”. Gesù le disse: tu mi hai mandato”. Detto questo, gridò
ISCRIZIONI: presso don Paolo entro DOMENICA 15 MAGGIO “lo sono la risurrezione e la vita; chi a gran voce: “Lazzaro, vieni fuor!”. Il
(la quota di iscrizione deve essere anticipata al momento crede in me, anche se muore, vivrà; morto uscì, i piedi e le mani legati con
dell’iscrizione; non si accettano prenotazioni telefoniche) chiunque vive e crede in me, non morirà bende, e il viso avvolto da un sudario.
in eterno. Credi questo?”. Gli rispose: Gesù disse loro: “Liberatelo e lasciatelo

Pag. - 4 - Pag. - 1 -
andare”. resta di amare e di pregare. PARROCCHIA DEI SANTI VITO E MODESTO - BRENTA
Molti dei Giudei che erano venuti da A Betania, Gesù ha dato un valore calendario liturgico dal 11 al 17 aprile 2011
Maria, alla vista di ciò che egli aveva divino alle lacrime dell'amicizia:
compiuto, credettero in lui.
“Vedete come l’amava”. Gesù era
Nel racconto evangelico vi è un'at- così: fraterno e fedele; sensibile e LUN 11 Parrocchia ore 18.00 S. Messa def.ti DE PERI ROSA e ANTONIO
mosfera di dolore (nelle due sorelle, delicato; assaporava le gioie dell'ami-
Marta e Maria di Betania) e di paura cizia; rischiò la vita per testimoniare
(nei discepoli, soprattutto in Tom- la sua fedeltà agli amici di Betania.
maso). I due sentimenti non sono Dal suo volto traspariva la luce di MAR 12 la Santa Messa è sospesa
estranei a Gesù: anche Lui prova do- Dio-Amore.
lore e tristezza; ma fa vedere nella Lazzaro, amato da Gesù, è malato,
morte un significato di redenzione e muore, è sepolto, è in Piena putrefa- MER 13 Parrocchia ore 18.00 S. Messa def.ta STELLA IRENE
di risurrezione; e chiama la morte zione; l'orrore fetido della decompo-
“sonno”: “Il nostro amico Lazzaro si sizione è il segno della morte totale in
è addormentato, ma vado a sve- cui ci immerge il peccato. Il Batte- GIO 14 Parrocchia ore 9.00 S. Messa int. particolare
gliarlo”. simo (e il suo prolungamento che è la
Oratorio ore 21.00 Incontro genitori dei bambini
“Questa malattia non è per la morte, Confessione o Sacramento della Ri- della Prima Comunione
ma per la gloria di Dio, perché per conciliazione) è la potenza di Gesù,
essa il Figlio di Dio venga glorifi- che è Risurrezione e Vita.
cato”. La malattia di Lazzaro non VEN 15 la Santa Messa è sospesa
Lazzaro esce dal sepolcro svincolato
solo rivela Dio Padre, ma rivela an- “dalle fasce e dai legami della morte”
che la gloria divina del Figlio, cioè la (Sal 115,3) più vivo di prima: così
sua vittoria sulla morte. appariva il neo-battezzato quando ri- SAB 16 Parrocchia ore 18.00 S. Messa def,ta ZAFFRANI MARIA
Il Concilio di Calcedonia, dopo secoli saliva dalla vasca battesimale; e così
di controversie appassionate, dirà: “Il appare ogni cristiano quando ha rice-
Verbo divino, Figlio unico di Dio, vuto l'assoluzione sacramentale. DOMENICA 17 APRILE: DOMENICA DELLE PALME
nato. dalla Vergine Maria, è in due Cristo può far risorgere i morti alla E DELLA PASSIONE DEL SIGNORE
nature distinte, senza confusione, Grazia; Maria, Madre di Gesù e della (anno A)
senza divisione, senza separazione e Chiesa, se è realmente amata, impedi- Asilo ore 10.00 Rito di benedizione degli ulivi
senza' cambiamento”. " sce che la morte ci separi dal suo e processione verso la chiesa parrocchiale
“Gesù quando vide Maria piangere si Figlio Gesù. Parrocchia ore 10.30 S. Messa per la Comunità
commosse profondamente”. San Gio-
vanni è tutto rivolto a guardare il
volto di Cristo per leggervi l'altera-
zione così umana dei suoi lineamenti:
Gesù si turba; Gesù freme; Gesù AVVISI
piange; Gesù alza gli occhi; Gesù
grida; Gesù si lascia contagiare dal Questue delle Sante Messe:
dolore. Gesù pianse: in certe ore le - Sabato 2 aprile ore 18.00: Euro 71,00
lacrime sono l'unica maniera che ci - Domenica 3 aprile ore 10.30: Euro 64,00

Pag. - 2 - Pag. - 3 -