Sei sulla pagina 1di 1

Preparazione a ricervere lo spirito santo

A ben ricevere lo Spirito Santo si richiede infatti un'adeguata preparazione, Perché, come
spiega S. Tommaso, è il desiderio che rende atto il desiderante a ricevere il desiderato.
Ora, per far bene questa preparazione si richiedono quattro cose, che troviamo indicate negli
Atti degli Apostoli, come praticate dagli Apostoli stessi:
Essi, ritiratisi nel Cenacolo, erano perseveranti e tutti uniti nella preghiera, insieme con
Maria SS.
Raccoglimento - Prima disposizione dell'anima per ricevere lo Spirito Santo è il
raccoglimento. Lo Spirito Santo non viene nel rumore e nella dissipazione. Raccoglimento
non vuol dire che non si debba più parlare, più far nulla, no. Fate pure tutti i vostri doveri,
ma lungo il giorno pensate a quello che avete cantato al mattino, ripetete qualche versetto a
modo di giaculatoria.
Preghiera - Gli Apostoli erano perseveranti nella preghiera. Non basta pregare in certi
tempi determinati: mattino e sera, prima e dopo i pasti, ecc.; bisogna pregare sempre con
aspirazioni o giaculatorie. Perseverare nella preghiera e pregar bene. Lo Sspirito santo ci
insegna a pregare, come dice la lettera ai Romani «lo Spirito viene in aiuto alla nostra
debolezza, perché nemmeno sappiamo che cosa sia conveniente domandare, ma lo Spirito
stesso intercede con insistenza per noi, con gemiti inesprimibili », e Gesù stesso l’ha detto
nel vangelo che abbiamo appena letto: «lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome,
lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto ». Inoltre, tutto quello
che fate, indirizzatelo allo scopo di ottenere la pienezza dello Spirito Santo.
Carità -. Lo Spirito Santo è Spirito di carità. In un cuore che non abbia carità non discende.
Quindi, se qualcuno trova in sé qualche tentazione contro la carità, la cacci via. Via, in
questi giorni, i piccoli dissapori e malumori; volerei tutti bene; saper vincere le ripugnanze
per i difetti fisici o morali del prossimo; essere disposti a dare la vita gli uni per gli altri.
Insomma, una carità intera, universale; un solo cuore, un solo pensiero, una sola testa.
Questo è cosí perché lo Spirito Santo tramite la carità che effonde in noi, realizza l’unione
tra noi, l’unità della Chiesa. Perché lo Spirito è unico e indivisibile, per tanato raduna in un
solo corpo, la Chiesa, a tutti coloro che lo ricevono. Questo è importante, perché - lo ripeto -
dove non c'è carità, lo Spirito Santo non entra.
Con la Madonna – la Madonna è madre della Chiesa, della Chiesa che viene manifestata in
questo mistero della Pentecoste, perciò era presente con i dodici apostoli in questo
momento. Maria SS. molto aiutò gli Apostoli e ottenne loro l'abbondanza dello Spirito
Santo. Ella aiuterà anche voi. Onoriamola con fare tanti fioretti, raccomandiamoci a Lei. È
Lei che intercede per tutte le grazie, anche per questa. Quindi star molto uniti a Nostro
Signore e far tutto con la Madonna ... Spero che lo Spirito Santo discenderà su voi, sulle
vostre Case, sulle vostre famiglie, lavori aostolati. Dopo Pentecoste voglio trovarvi
trasformati, come gli Apostoli.