Sei sulla pagina 1di 24

PRIMA PARTE

Perché ci sentiamo insicuri


Al giorno d'oggi la sicurezza è quasi nella mente
di tutti. Ovunque si sente il grido: dacci
sicurezza! Eppure l'umanità non ha mai avuto
nemmeno una frazione del potere che ora deve
fornire sicurezza ai suoi individui. Sembra,
tuttavia, che come la sicurezza può essere
garantita per gli esseri umani, prevalgono il più
grande senso di insicurezza e profonda ansia.
Questa è una situazione paradossale; ma tali
paradossi, tali apparenti assurdità, sorgono nella
vita umana quando ci siamo evoluti al punto in
cui ci rendiamo conto che bisogna diventare più
profondamente consapevoli di qualcosa che è
molto fondamentale per lui; bisogna affrontare
alcune situazioni di vita di base in un modo
nuovo; uno deve superare un atteggiamento
superficiale e sviluppare un nuovo aspetto della
sua personalità.
Ogni organismo vivente cerca sicurezza, perché il
nostro mondo è uno di forte competizione, di lotta
per ottenere ciò che chiamiamo "le necessità della
vita". Ma quali sono queste necessità della vita?
Cibo, rifugio, vestiti sono necessari per il
mantenimento della vita. In ogni epoca, l'uomo ha
cercato, per mezzo di equità o di volere, di
ottenere queste tre cose e, ovviamente, queste non
sono sufficienti a dare alla maggior parte degli
esseri umani un senso di sicurezza. Non calmano
la sua ansia. Oggi tutti gli esseri umani
potrebbero avere cibo, riparo e vestiti sufficienti,
se . . . e c'è un "se"! Ed è questo "se" che racconta
la storia più profonda. L'umanità possiede
abbastanza potere produttivo per fornire a tutti gli
uomini le necessità primarie, ma il modo in cui
usiamo questo potere è inefficace. Ciò che
produciamo non è prodotto in modo che possa
soddisfare i bisogni primari di tutti gli uomini,
perché non appena il bisogno strettamente
biologico e minimo di cibo, riparo e vestiario è
soddisfatto, altri "bisogni" prendono forma in noi.
Non solo si desidera più cibo, un rifugio migliore
e vestiti più raffinati, si desidera la sicurezza
psicologica e sociale . Il nostro ego deve sentirsi
sicuro come il nostro corpo oppure un altro tipo
di ansia può svilupparsi e torturarci. Ed è per
cercare di superare questa forma "superiore" di
insicurezza e ansia che rende quasi impossibile
per molti altri esseri umani ottenere le necessità
della vita.
Migliaia di miliardi di dollari sono stati spesi
dall'umanità per la guerra, la protezione dalla
guerra e i risultati della guerra negli ultimi
cinquanta anni. Le nazioni non si sono sentite
sicure; il loro ego collettivo non si sentiva sicuro.
Gli individui in ogni paese, sebbene di famiglie
benestanti e privilegiate, non si sentivano sicuri;
il loro ego no! Molti bambini in famiglie buone e
agiate si sentono spesso psicologicamente insicuri
come bambini affamati nei bassifondi. Psichiatri e
psicoanalisti possono guadagnare fortuna
cercando di calmare l'insicurezza e le ansie dei
loro ricchi clienti o pazienti, bambini e adulti. In
ogni paese la domanda di "sicurezza sociale" sta
crescendo; ma questo tipo di sicurezza sociale è
necessario a causa della maggiore insicurezza
psicologica dell'uomo moderno. Se Hitler e
coloro che si precipitavano con ardore dalla sua
parte, non si fossero sentiti così tragicamente
insicuri, come l'ego, milioni di esseri umani non
sarebbero morti né avrebbero sperimentato il
tormento della pura insicurezza biologica, della
fame e della depravazione.
Il bisogno di sicurezza è davvero complesso. Il
neonato ha bisogno di sentirsi sicuro a diversi
livelli. Ha bisogno di cibo, ma ha bisogno di ciò
che noi chiamiamo piuttosto vagamente "amore".
Ha bisogno di materiali per la sua crescita; ma
questa crescita deve avvenire anche in uno stato
abbastanza stabile di relazione con gli altri
esseri umani , con i suoi genitori e fratelli
(fratelli e sorelle), con i suoi compagni e i suoi
insegnanti, e in verità con tutta la sua comunità.
In seguito, dovrà anche sentire che tutto il mondo
e l'esistenza stessa - in particolare la sua stessa
esistenza - hanno un senso; e ha senso nella
misura in cui si sente adeguatamente relazionato
con un mondo in cui può percepire l'ordine e un
qualche tipo di scopo.
Il problema della sicurezza è quindi
fondamentalmente un problema di relazione
umana. La sicurezza nazionale e sociale inizia
nell'individuo; inizia nello stato di relazione in
cui il bambino cresce. Il bambino deve sentirsi
collegato in modo vitale e caloroso a quegli esseri
umani che circondano la sua crescita; deve sentire
che questa relazione è almeno fondamentalmente
stabile e ordinata, che ha senso. Questi due tipi di
sentimenti si riferiscono in astrologia a Giove e
Saturno. Sono interconnessi, proprio come questi
due pianeti. Ci deve essere imparzialità - Giove.
Questo stato di parentela deve manifestarsi
concretamente e concretamente come una
relazione stabile, ordinata, significativa e
intenzionale: Saturno.
Uno studio di ciò che questi pianeti significano
dal punto di vista psicologico può essere di
grande valore per l'astrologo consapevole della
sua responsabilità verso il cliente a cui offre,
direttamente o indirettamente, una forma di guida
psicologica che il cliente ama ammetterlo o non.
È quindi essenziale che l'astrologo che pratica la
sua arte comprenda gli aspetti psicologici più
profondi degli strumenti planetari che sta usando
e non contribuisca all'insicurezza del suo cliente.
SECONDA PARTE
Relazione con i genitori
Il fatto più basilare della vita umana è che una
cellula maschile e una cellula femminile devono
unirsi per produrre l'organismo del futuro
bambino. Nella prima fase dello sviluppo
embrionale non appare alcuna differenziazione
sessuale. L'embrione ha il potenziale per
diventare un maschio o una femmina. Man mano
che gli organi sessuali cominciano ad apparire,
vengono trovati rudimenti di organi di entrambi i
sessi. Quindi, normalmente, un gruppo di organi -
diciamo quelli maschili - si sviluppa e questo
sviluppo va avanti dopo la nascita, culminando
nella pubertà. Il ragazzo sarà in grado di
interpretare il suo ruolo maschile nel processo di
vita, riproduzione.
Ciò non significa, tuttavia, che ciò che costituiva
la parte femminile dell'embrione prima che
l'embrione si definisse sessualmente quando un
bambino maschio è completamente scomparso.
Tutto ciò che era nell'ovulo fecondato originale
che divenne questo figlio maschio rimane nella
natura del bambino. Gli elementi femminili
rimangono in uno stato latente, eppure sono lì in
potenza - e, almeno in una certa misura, si
svilupperanno dopo la nascita producendo
"strutture psichiche" che svolgono una funzione
molto importante nella vita psicologica e sociale
del crescente bambino. I fattori maschili nel
ragazzo si sviluppano fisiologicamente e sono
esteriorizzati negli organi fisici; ma le
componenti femminili cercano anche adeguate
vie di sviluppo nel regno interiore della natura
psichica del ragazzo.
Il processo psichico interiore di crescita è,
tuttavia, molto più complesso della maturazione
esteriore degli organi sessuali del ragazzo. Lo
sviluppo degli organi sessuali è spinto, per così
dire, dalla pulsione biologica e istintiva della
specie umana che cerca di riprodursi di
generazione in generazione. Ma gli elementi
"contro-sessuali" nella personalità del ragazzo
possono solo maturare normalmente, o almeno
principalmente, attraverso una relazione
psicologica stretta e costante con sua madre. La
crescita di questi elementi contro-sessuali non è
stimolata dalla forza vitale evolutiva. Dipende
essenzialmente dalla relazione personale che il
ragazzo ha con le persone dell'altro sesso e dal
gioco di energie psichiche interiori stimolate e
orientate da queste relazioni. Ogni essere umano
ha una duplice vita - una vita esteriore e sociale
in cui lui o lei può agire principalmente sulla base
del suo sesso; e ogni individuo ha una vita
interiore e psichica che è dominata (se ne è
consapevole o meno) dagli elementi contro-
sessuali nella sua persona totale. La vita esteriore
e sociale si sviluppa, di solito, sotto la pressione
implacabile della società - proprio come lo
sviluppo degli organi sessuali è spinto dalla
pulsione biologica della vita. Deve svilupparsi,
altrimenti la persona non può esistere affatto. Ma
la vita interiore e psichica può rimanere in gran
parte latente e non sviluppata; i nudi fatti
dell'esistenza non lo richiedono, ma se non è
sviluppato, la personalità può essere solo noiosa e
animalesca o superficiale e vuota; oppure, se la
natura psichica si sviluppa sotto pressioni quasi
insopportabili, contrastanti o pervertite, la
personalità tende a diventare nevrotica o psicotica
e, prima o poi, la salute del corpo stesso viene
influenzata in modo cruciale.
Il fattore più importante in questa natura psichica
interiore è l' immaginazione . L'immaginazione è
per la vita psichica che sesso è per la vita
esteriore che opera fisicamente. Con
l'immaginazione intendo qui la capacità di
produrre "immagini" psichiche e mentali, per
costruire un mondo di "fantasia" - nel senso in cui
Carl Jung usa la parola. Questo mondo può essere
ricco e pieno di potenza creativa; può anche
essere contorto e cupo, depresso, brutto o persino
mostruoso. In e attraverso questo mondo interiore
la natura controsessuale dell'individuo cerca di
proiettarsi. Nel ragazzo, sarà la parte femminile
latente del suo originale organismo bipolare,
maschio-femmina, che opererà. Funziona come
quello che Jung ha chiamato " anima ". Nella
ragazza, è la sua mascolinità latente che sarà
attiva; il suo " animus ".
L'anima del ragazzo si sviluppa innanzitutto sotto
lo stimolo del suo rapporto con sua madre.
L'animus della ragazza è colorato fin dall'inizio
dal personaggio della sua relazione con suo
padre. Più tardi, un'altra donna (spesso una
sorella maggiore) può sostituirsi alla madre del
ragazzo, come il fattore più importante nella
costruzione delle strutture psichiche del ragazzo -
la sua anima. Allo stesso modo, se il rapporto di
una ragazza con suo padre è inefficace o negato
da alcune circostanze esterne (divorzio, morte,
ecc.) Un'altra persona "paterna" (o un fratello
maggiore) può prendere il posto del padre. In
ogni caso è attraverso la sua relazione con un
genitore di sesso opposto (o un individuo che
sostituisce questo genitore) che il ragazzo o la
ragazza svilupperanno la parte psichica interiore
della sua natura, e l'immaginazione che è proprio
il "sangue" -stream "di questa natura psichica.
La nostra natura psichica opera attraverso la
produzione di immagini. Alcuni di questi hanno
solo un significato e una validità strettamente
personali. Altri, in particolare nel caso di
individui veramente "creativi", sono proiettati
nella vita collettiva della comunità; possono
essere incarnati in opere d'arte, teorie scientifiche
o sistemi filosofici e religiosi. In effetti, ciò che
chiamiamo "cultura" è l'accumulo e la sintesi
graduale di tutte le immagini, ideali, visioni e
sogni che sono stati prodotti ed espressi dagli
individui e che la comunità in cui questi individui
vivevano aveva trovato collettivamente
significativa. La cultura è quindi essenzialmente
il prodotto della natura contro-sessuale degli
esseri umani e nasce dall'azione di quelle energie
umane che non erano necessarie per affrontare le
necessità fisiche pratiche della vita esteriore
dell'uomo. Nasce dalla parte fisicamente e
sessualmente inespressa della totale natura
bipolare dell'uomo dalla femminilità interiore e
psichica degli uomini e dalla mascolinità interiore
e psichica delle donne. Nasce dall'immaginazione
umana. E il carattere, l'intensità e la qualità di
questa immaginazione sono condizionati dalla
natura e dal significato delle relazioni tra uomini
e donne.
PARTE TERZA
La funzione di Giove
La capacità di relazioni intense, significative,
integrative e "nobili", in grado di stimolare
l'immaginazione e di dare alla nascita
psicologico-mentale grandi simboli o visioni di
sogni significativi, è fondamentalmente
rappresentata in astrologia da Giove nei suoi
aspetti superiori. Giove è "di base" nel processo
dell'immaginazione (sebbene evidentemente non
sia l'unico pianeta da considerare) perché
rappresenta il sentimento di relazione umana .
Giove nell'uomo è, a livello psicologico, la
consapevolezza che ogni persona contiene
potenzialità latenti che non possono essere
espresse semplicemente proiettando il proprio
potere corporeo muscolo-sessuale (quest'ultimo
essendo simboleggiato dal pianeta Marte). Giove
ci dice - simbolicamente parlando - che esiste un
mondo interiore le cui energie possono essere
suscitate solo da una relazione umana reale basata
su una condivisione profonda e intensa. Una
condivisione di cosa? Una condivisione delle
nostre differenze .
La donna ha bisogno di condividere con l'uomo
ciò che è nell'essere esterno - che è anche ciò che
potenzialmente è nel suo interiore. essere. Ciò
che è latente nella donna non può che essere
eccitato e reso cosciente attraverso una sorta di
azione catalitica esercitata - dalla natura
esteriore dell'uomo - che include anche la sua
mente intellettuale logica. Questo, tuttavia, è
qualcosa di diverso dal desiderio istintivo della
natura sessuale della donna per il potere maschile
dell'uomo; un tale desiderio riunisce ciò che è
esteriore e che opera fisicamente nel maschio e
nella femmina; astrologicamente, si riferisce alla
dualità di Marte e Venere. Si tratta della vita
esteriore della specie umana, con la funzione
procreativa e (a livello sociale) con le
manifestazioni puramente fisiche della
produttività - cioè la produzione di cibo, di merci,
di tutte le necessità per la semplice esistenza
fisica.
L'altro tipo di relazione tra la donna e l'uomo
opera nel suo mondo psichico interiore - l'attività
cosciente esteriore dell'uomo che influenza lo
sviluppo psichico interiore della sua mascolinità
latente e inconscia. È caratterizzato tipicamente
dal rapporto della figlia con suo padre - o del
ragazzo con sua madre. Ripeto, il ragazzo ha
bisogno dell'amore di sua madre per sviluppare la
sua natura interiore - la sua "anima" - e la ragazza
ha bisogno dell'amore di suo padre per suscitare e
nutrire in lei le componenti maschili della sua
personalità totale, e quindi permettere il suo
potere di immaginazione per crescere.
Se il padre è assente, remoto o troppo occupato
per preoccuparsi, la vita psichica della giovane
ragazza non riesce a destarsi normalmente.
L'esempio di suo padre non dà cibo alla sua
immaginazione latente; nulla irradia dal suo
corpo, dalla sua attività intellettuale, dalla sua
semplice presenza, per stimolare le componenti
maschili latenti della sua personalità totale. Ciò
ha inevitabilmente un effetto profondo e duraturo
sulla ragazza. Inconsciamente, si sente frustrata,
interiormente vuota - e inconsciamente cercherà
un "padre sostitutivo". Può essere un altro uomo,
forse un insegnante, o una figura eroica nei film o
nella vita reale, ma qualcosa di caratteristico del
mondo sistematico, logico, autoritario dell'uomo
può diventare, almeno in parte, un "padre
sostitutivo". La Bibbia, come "Il Libro", rivelato
direttamente da Dio Padre, o scienza moderna - le
cui leggi sono presentate come immutabili, vere e
assolutamente affidabili - o persino un dogma
politico; tutti questi possono essere stimolanti più
o meno artificiali per suscitare la mascolinità
psichica della ragazza se manca di un vero padre
efficace.
Una tale ragazza sviluppa un tipo caratteristico di
mentalità, così frequente tra le donne americane,
perché la maggior parte dei padri americani
sembra incapace di agire in modo positivo e
significativo come i padri - come anche i nostri
fumetti più famosi possono testimoniare! È il tipo
di mente animus che si manifesta in una sparsa
avidità superficiale per imparare ogni sorta di
cose, e nella frenetica ricerca di una guida
spirituale o di un guru indù (Giove!) - anzi, per
una varietà di tali figure pseudo-paterne che
raramente può riempire adeguatamente il vuoto
psichico lasciato nella donna come il risultato di
una relazione insoddisfacente con suo padre
durante l'infanzia. (Può essere "insoddisfacente"
anche perché la ragazza è attaccata emotivamente
a suo padre e quindi lo vede inconsciamente
come un potenziale amante, ma non può
ammettere consapevolmente che questo è vero,
quindi la relazione paterna diventa contorta da
conflitti emotivi, paura o colpa e non adempie
alla sua vera funzione psicologica).
Il ragazzo, senza un'adeguata relazione materna,
può in un modo simile passare la vita alla ricerca
di una madre ideale, o trovare un sostituto più o
meno inefficace o addirittura tragico nella sua
fedeltà a una Chiesa o a un partito politico che lo
avvolge psichicamente come un utero ideologico.
Potrebbe sentirsi psichicamente vuoto e per
sempre solo - e potrebbe tentare di riempire il
vuoto struggente con sogni troppo vividi, forse
malsani, della "donna mistica" o della "Musa"
che, se solo dovesse incontrarla e diventare uno
con lei - egli crede - lo completerebbe, o
addirittura lo salverebbe da qualche peccato o
colpa immaginaria. Può quindi attrarre a sé il tipo
di donna che, per il suo temperamento, tende a
diventare uno schermo conveniente su cui l'uomo
psichicamente non sviluppato proietta la sua
grande donna-sogno - non rendendosi conto, nella
maggior parte dei casi, che la donna che dipinge
nel suo Il sogno (e che potrebbe persino
sembrargli parlare "a livello d'ispirazione") è in
realtà l'immagine stessa del suo potenziale
femminile interiore che in qualche modo è
rimasto incompleto o quasi totalmente inefficace
nella sua vita.
Nella maggior parte di questi casi di frustrazioni
psicologiche (che in effetti sono molto frequenti,
ma possono manifestarsi in molti e vari modi) il
Giove natale è interessato. Il pianeta o pianeti con
cui ha una relazione discordante (opposizione,
quadrato, semi-quadrato e alcune congiunzioni)
dovrebbe indicare la causa fondamentale della
frustrazione. Ma Giove non deve essere
considerato solo, poiché ciò che Saturno
rappresenta nella vita svolge anche un ruolo
importante nel plasmare la personalità. Giove e
Saturno non possono mai essere separati l'uno
dall'altro. Proprio come Giove si riferisce alla
relazione tra il bambino e il genitore del sesso
opposto, così Saturno si riferisce alla relazione tra
il bambino e il genitore dello stesso sesso.
PARTE QUARTA
Il significato psicologico di Saturno
Saturno rappresenta tutto ciò che stabilizza,
definisce e rende sicuro il carattere e l'estensione
dell'attività di un individuo nella società. Anche
Saturno, in un tipo psicologico di astrologia,
rappresenta l'ego. L'ego non è nulla di misterioso;
è la forma che assume la coscienza del bambino
quando questo bambino si relaziona con la
moltitudine di fattori che costituiscono la sua vita
esteriore ; cioè, la sua vita in relazione a tutto ciò
che influenza il suo corpo e la sua attività tra altri
bambini - o anche adulti - che considera più o
meno sostanzialmente come i suoi pari (questo è
un punto molto importante, psicologicamente
parlando, in vista del recente cambiare il carattere
della relazione familiare).
La "vita esteriore" è una vita cosciente; mentre la
vita psichica interiore di cui ho parlato sopra è in
gran parte, spesso del tutto inconscia. Nella vita
esterna funziona un'unità base: l'unità per la
sicurezza. Quindi Saturno è stato collegato dagli
astrologi moderni con il desiderio di sicurezza.
Spinto da questo desiderio, l'ego cerca di
costruire il tipo di personalità che raggiungerà il
riconoscimento e un certo grado di prestigio nella
comunità e "comunità" significa, per il bambino, i
suoi fratelli e compagni, e più tardi forse il suo
vicinato, il suo gruppo . L'ego cerca con tutti i
mezzi possibili per raggiungere uno status
permanente all'interno del suo "gruppo"; anzi di
più, una posizione garantita . L'ego vuole che il
gruppo garantisca implicitamente - se non
verbalmente o per iscritto - che gli altri membri
del gruppo non invaderanno ciò che considera il
proprio sé e le sue proprietà.
Tale garanzia inizia quando il bambino si sente
chiamato con un "nome" definito - Peter o Jane.
Lui è Peter o Jane. Nessuno deve contestare
questo fatto. Più avanti, nessuno deve usare la sua
firma su un assegno, sulla sua tessera di
previdenza sociale o su uno qualsiasi dei simboli
socialmente riconosciuti che certificano che è lui
e solo lui è ciò che si considera. Se, tuttavia,
questo riconoscimento garantito del suo nome,
luogo e posizione tra le altre persone che
costituiscono il suo gruppo, comunità o nazione
viene gravemente attaccato e minato - o sembra a
lui minato - dal bambino o dall'adolescente (e più
tardi, dall'adulto individuo o la nazione nel suo
insieme) si sente insicuro. L'ansia e la paura si
sviluppano e la stessa struttura del suo essere
cosciente si allenta. Può anche essere incerto sulla
propria identità - e sul proprio carattere - che è
ciò che accade in forma estrema in un campo di
concentramento durante il "lavaggio del cervello"
o la tortura.
Nei primi anni, il bambino sviluppa il suo senso
di ego e sicurezza identificandosi con il genitore
dello stesso sesso . Il padre del ragazzo
garantisce al ragazzo la sua sicurezza, purché
l'esempio del padre sia tale da dare al ragazzo un
senso di sicurezza e prestigio sociale ("Mio padre
può battere tuo padre", dice il bambino al suo
compagno). Allo stesso modo, la madre della
ragazza insegna alla bambina come essere
efficiente a casa, come cucinare, come vestirsi e
così via. Ciò rende la ragazza sicura, a condizione
che questo esempio materno sia coerente, dia
risultati soddisfacenti e sembra anche essere
apprezzato dalle madri dei compagni di gioco
della ragazza. Se, al contrario, il bambino vede i
suoi genitori umiliati o maltrattati, il senso di
sicurezza può svanire. È anche compromessa se
la madre fa ripetutamente sentire la figlia
inferiore ("Oh, lascia stare questo! Non puoi fare
nulla di buono"), o se il padre chiama il suo
ragazzo una "femminuccia" quando ha paura.
È noto che i bambini crescono imitando il
comportamento dei loro genitori; ma è in
particolare il comportamento del genitore dello
stesso sesso che conta nello sviluppo dell'ego e
del senso di sicurezza, poiché qui abbiamo a che
fare con la vita esteriore , e la vita esterna è
normalmente definita, alla radice, dal sesso . I
guai iniziano quando la ragazza cerca di imitare i
modelli comportamentali di suo padre. Questo di
solito accade perché il padre non è stato in grado
di "nutrire" la vita psichica interiore di sua figlia,
non ha mostrato alcun interesse per lei, e la
ragazza è così spinta (da un vuoto psichico
interiore) a catturare a tutti i costi l'attenzione di
suo padre - in particolare diventando un "amico"
per lui in un modo da ragazzo, perdendo così
alcune delle caratteristiche naturali di base del
tipo di ego femminile.
Tutto ciò si riferisce, in astrologia, principalmente
alla funzione di Saturno. Un Saturno retrogrado
alla nascita di solito indica una relazione padre-
figlio relativamente inefficace. Il bambino si
sente relativamente insicuro. Il ragazzo si ritrova
senza un adeguato o significativo esempio di
padre da seguire nella sua vita esteriore; tende
quindi a sviluppare un senso di inferiorità, per il
quale può compensare con aggressività e
chiassosità. Allo stesso modo, la ragazza senza
una madre adeguata o rispettata, o la ragazza che
si sente "ripudiata" dalla madre, o cerca di
vendicarsi imitando i tratti peggiori della madre o
precipitandosi in situazioni che sa che farà male
alla madre, oppure si blocca emotivamente
mentre cerca conforto nella pseudo-intellettualità.

Qui, naturalmente, bisogna considerare anche la


posizione e gli aspetti fatti dalla Luna nella carta
natale, poiché Saturno e la Luna costituiscono
una coppia, proprio come fanno Giove e
Mercurio. Saturno e Giove sono i fattori positivi;
la Luna e Mercurio si occupano della gestione
delle forze liberate, rispettivamente, da Saturno e
Giove. La Luna, in quanto capacità di
adattamento alle sfide della vita quotidiana ,
elabora e conferma ciò che Saturno mette in
moto. Mercurio, come il potere della memoria e
dell'associazione di idee , fornisce la sostanza
mentale e l'energia necessarie per utilizzare il
senso fondamentale dell'interrelazione umana,
interpersonale e sociale che rappresenta Giove.
Lo sviluppo sano ed equilibrato della personalità
richiede una combinazione armoniosa tra la
funzione di Saturno e la funzione di Giove. Il
bisogno saturniano di sicurezza dovrebbe essere
integrato con il bisogno di Giove di una profonda
condivisione psichica con quegli esseri umani
che, poiché sono esteriormente diversi da noi, ci
aiutano a sviluppare le capacità latenti della
nostra natura.
Il bisogno di Giove sorge in modo puramente
inconscio quando la coscienza del bambino inizia
ad afferrare il mondo esterno, e quindi a
sperimentare risposte "differenziate" ed ego-
centrica a eventi esterni che causano piacere o
dolore. Quando questo accade, il corpo impone
gradualmente sempre di più i modelli di
comportamento psichico e le risposte che sono
inconsciamente condizionate dal sesso del
bambino. Ciò reagisce sugli elementi contro-
sessuali nella psiche che altrimenti si ritirerebbero
a livelli interni ancora più inconsci se non
trovassero stimolazione e non potessero
"imitare", elementi simili che la presenza fisica e
le emanazioni magnetiche del genitore di il sesso
opposto si rivela obiettivamente .
Quando o questa spinta esterna per la sicurezza, o
questa eccitazione dell'immaginazione nella
natura psichica interna è frustrata, confusa o
pervertita, si fa un serio danno psicologico. La
personalità crescente reagisce a questo danno
sviluppando aggressività, amarezza e colpi di
scena o perversioni; oppure più o meno crolla,
risentito, insicuro e psichicamente vuoto o pieno
di immaginazioni malsane. Quando pressioni o
timori aspri e implacabili si imprimono
nettamente sulla mentalità collettiva di una
nazione - quando l'insicurezza e la disperazione
vengono trasmesse da una generazione all'altra in
un diffuso contagio di non correlazione - quando
le "immagini" prodotte da inquieti, contorti
fantasmi-ossessionati le menti riempiono
l'atmosfera intellettuale di un'intera cultura,
quindi una perversione all'ingrosso di valori
sociali e spirituali è inevitabile. Quindi, anche i
cosiddetti aspetti "benefici" di Giove e Saturno
non riescono a fermare la corsa verso l'abisso - a
meno che non intervengano maggiori poteri .
Possono intervenire. L'impatto delle fasi
costruttive nei cicli di pianeti più grandi - per
esempio, e soprattutto oggi, l'aspetto sestile di
lunga durata di Nettuno e Plutone - può sollevare
e ripolarizzare le energie collassanti dei cicli più
piccoli. Può dare un nuovo impulso a Giove e
Saturno funziona a livello psicologico e sociale. Il
rapporto tra genitori e figli può acquisire un
nuovo significato, poiché i vecchi tabù della
moralità obsoleta e dell'autoritarismo dei genitori
svaniscono. Un nuovo tipo di famiglia può
emergere in una società trasformata. I bambini
ancora una volta possono sentirsi sicuri con una
sicurezza nuova e più matura e le immagini che
costruiscono nella loro vita interiore possono
irradiare nuova salute spirituale e vera fantasia
creativa. Essi irradieranno queste benedizioni
spirituali più riccamente che in epoche passate
nella misura in cui l'esperienza dei tragici decenni
che l'umanità ha conosciuto è stata trasmutata per
rilasciare, in chiara consapevolezza, un raccolto
di significato e compassione.

Potrebbero piacerti anche