Sei sulla pagina 1di 6

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI TRAPANI

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO

N.20210000278 DEL 24/03/2021

OGGETTO: Ricorso per sequestro conservativo da incoare contro P. P. (n.q. di erede di


A. B.) innanzi al Tribunale di Marsala. Nomina legale nella persona dell’Avv. Paolo
Ruggieri del Foro di Marsala.

DIPARTIMENTO AMMINISTRATIVO
SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO E PROPOSTA N. 20210000313 DEL 15/03/2021
PATRIMONIALE

PROSPETTO DISPONIBILITA'

GESTIONE ANNO
PROVENIENZA Servizio Legale e
AUTORIZZAZIONE DI n. 723 - SUB 12 - Contenzioso
SPESA 2021
U.O. Il Responsabile Servizio Legale e
Contenzioso
AUTORIZZAZIONE DI ENTRATA n.
SEDE Centrale

CONTO: Spese legali in contenzioso RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO


Avv. Giovanna Di Maria
CONTO:
RESPONSABILE U.O.
CONTO:

AUTORIZZAZIONE PRESENTE ATTO Euro 4


926,34
 
L'anno duemilaventuno, il giorno ventiquattro del mese di marzo presso la sede dell'Azienda
Sanitaria Provinciale di Trapani, sita in Trapani nella via Mazzini n° 1

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO

Dott. Paolo Zappalà, nominato con Decreto Assessoriale n. 695 del 31 Luglio 2020, assistito in
qualità di segretario verbalizzante dalla Dott.ssa Maria Milana, acquisito il parere favorevole del
Direttore Amministrativo Dott. Sergio Consagra e del Direttore Sanitario Dott.Gioacchino Oddo,
ha adottato la seguente

DELIBERAZIONE

sottoscritta con firma digitale


IL DIRIGENTE AVVOCATO DELL’U.O.S. SERVIZIO LEGALE E CONTENZIOSO
(Avv. Giovanna Di Maria)

RILEVATO
che, con deliberazione del Direttore Generale n. 4406, adottata in data 4/11/2014, su proposta del Servizio
Legale, l’ASP di Trapani, in esecuzione della sentenza della Corte di Appello di Palermo n. 401/2014, ha
provveduto alla liquidazione e pagamento della complessiva somma di Euro 1.200.590,42, in favore degli
eredi della sig.ra A. B., a titolo di risarcimento del danno jure proprio et jure hereditatis da questi subìti a
seguito del decesso della congiunta, imputabile ad un episodio di malpractice medica occorso presso il P.O.
di Pantelleria nel 2007;
che, giusta autorizzazioni rilasciate da parte di tutti i beneficiari, il superiore importo di €. 1.200.590,42 è
stato accreditato su un unico conto corrente intestato alla Sig.ra C. P., figlia della de cuius A. B. e
beneficiaria essa stessa del risarcimento disposto dalla prefata Corte di Appello di Palermo;
CONSIDERATO
che, a seguito della denuncia di danno erariale inoltrata dall’ASP per l’esborso subìto, la Corte dei Conti, con
sentenza n. 478/2019, all’esito del giudizio di responsabilità amministrativa iscritto al n. 65824 promosso nei
confronti del sanitario coinvolto nell’evento, dott. U. R., in parziale accoglimento della domanda della
Procura Regionale, ha circoscritto la responsabilità dello stesso, condannandolo al pagamento, in favore
dell’Azienda Sanitaria, dell’importo di Euro 700.252,89, pari alla differenza tra quanto definitivamente
liquidato dalla Corte di Appello a titolo risarcitorio (Euro 1.200.000,00 oltre interessi) e quanto già
corrisposto dall’Azienda agli eredi della sig.ra A. B., per il medesimo titolo, in esecuzione della sentenza di
primo grado del Tribunale di Marsala n. 456/2007, giusta delibera n. 2794 del 28.11.2007;
RILEVATO
che, il Giudice contabile, nella parte motiva della superiore pronuncia, ha evidenziato come l’ASP di
Trapani, nel disporre la liquidazione e il pagamento dell’importo risarcitorio di Euro 1.200.590,42 statuito
dalla Corte di Appello in favore dei danneggiati, non ha tenuto in debita considerazione la circostanza che,
in favore degli stessi congiunti della sig.ra A. B., era stato in precedenza eseguito il pagamento di Euro
482.303,64, in dipendenza della sentenza di primo grado;
che, avendo la Corte di Appello rimodulato il danno risarcibile, riformando in pejus la condanna già subita in
primo grado dall’ASP e, quindi, avendo la Corte provveduto al definitivo ed omnicomprensivo
riconoscimento delle pretese risarcitorie azionate dai congiunti della Sig.ra A. B., in sede di esecuzione della
sentenza, dall’importo risarcitorio ivi riconosciuto e liquidato di Euro 1.200.000,00, oltre interessi,
l’Amministrazione avrebbe dovuto detrarre l’importo già versato in esecuzione della sentenza di primo
grado;
che, pertanto, l’Amministrazione, preso atto delle statuizioni della Corte dei Conti, ha ritenuto necessario
procedere al recupero delle somme corrisposte in eccedenza agli eredi della Sig.ra A. B.;
che, con nota prot. n. 95934 del 16/09/2019, avente ad oggetto “liquidazione e pagamento somme in favore
degli eredi di …, in esecuzione della sentenza Corte di Appello di Palermo n. 401/2014. Errato calcolo delle
somme dovute. Atto di diffida e messa in mora per la restituzione degli importi non dovuti.”, l’Avv.
Francesca Maria Carini, Dirigente Avvocato dell’UOS Servizio Legale e Contenzioso, ha costituito in mora
diffidando i Sigg.ri C. P., P. P., G. P., gli eredi di P.B., Sigg.ri A. A., G.T. A., S. B., gli eredi di M. B.,
Sigg.ri M. B., M.A. B., S. B., A.M. B., E. B., nonché i Sigg.ri G. B.B., R. B. e M.E. B. a voler provvedere
alla restituzione degli importi indebitamente percepiti, secondo la specifica nella predetta nota indicata;
che alla citata nota non ha fatto seguito il richiesto rimborso da parte dei succitati nominativi e che pertanto è
necessario introdurre giudizio per sequestro conservativo innanzi al Tribunale civile di Marsala per la
restituzione delle somme indebitamente corrisposte agli eredi della Sig.ra A.B.;
che con nota prot. n. 115418 del 05/11/2019 è stato conferito al Geom. Pietro Consagra incarico di ispezione
ed estrazione delle visure ipocatastali sia degli eredi della Sig.ra A.B. che del Dr. U.R. al fine di verificare la
sussistenza di titolarità in capo ai predetti nominativi di beni immobili da poter sottoporre ad azione
giudiziaria, il quale ha espletato la sua attività consegnando brevi manu – ivi compresi, da ultimo, gli
aggiornamenti al 18/01/2021 - i predetti accertamenti;
RITENUTO
che il Dirigente Avvocato Responsabile del Servizio legale risulta impossibilitato ad assumere il patrocinio
dell’Amministrazione nel procedimento in oggetto, stante l’ingente carico di lavoro su di lui gravante per la
gestione dell’ufficio a cui è preposto, tenuto conto anche dei limitati tempi per gli adempimenti processuali;
che gli altri due Dirigenti Avvocati attualmente in servizio sono stati officiati del patrocinio di varie cause,
tutte con termini di costituzione ormai prossimi e che, pertanto, risulta oggettivamente gravoso per loro
assumere la difesa dell’Ente anche nel procedimento de quo;

VISTA
la delibera n. 1298 del 19/04/2016, avente ad oggetto “Delibera di approvazione del Regolamento e
dell’Avviso Pubblico aperto per la costituzione dell’Elenco aziendale permanente di Avvocati esterni cui
conferire incarichi di rappresentanza e difesa in giudizio dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani”;
la delibera n. 2401 del 28/06/2016, avente ad oggetto “Approvazione elenchi Avvocati esterni e relativi
allegati”;

RITENUTO
necessario nominare un professionista per la rappresentanza e difesa in giudizio dell’Azienda nel ricorso de
quo, all’uopo individuato nella persona dell’Avv. Paolo Ruggieri del foro di Marsala (il cui nome è
ricompreso nel citato Elenco aziendale permanente di Avvocati esterni cui conferire incarichi di
rappresentanza e difesa in giudizio dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani) al quale viene rilasciata
procura ad litem per consentire la tempestiva presentazione del ricorso per sequestro conservativo innanzi al
Tribunale di Marsala contro P.P. n.q. di erede di A.B.;
necessario munire il presente provvedimento della clausola di immediata esecutività;
VISTO
l’art. 9 del Decreto Legge n. 1 del 24/01/2012, recante “Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo
delle infrastrutture e la competitività”, convertito in legge n. 27 del 24/03/2012;
CONSIDERATO
che il preventivo di spese e competenze professionali (redatto secondo i parametri minimi previsti dal D.M.
n. 55 del 10/03/2014, diminuiti del 10%, giusta art. 10 del Regolamento per il conferimento degli incarichi
professionali di difesa ad Avvocati esterni) presentato dal professionista incaricato, di importo fino a
€.4.926,34, comprese spese generali pari al 15%, CPA e IVA, al lordo delle ritenute di legge (oltre ad
€.379,50 per contributo unificato ed €. 27,00 per marche da bollo), è ritenuto adeguato
dall’Amministrazione, tenuto conto del grado di complessità dell’incarico;
che il superiore preventivo potrà essere soggetto a successive modifiche in virtù del Regolamento per il
conferimento degli incarichi professionali di difesa ad Avvocati esterni;
che è necessario autorizzare e liquidare all’Avv. Paolo Ruggieri, a titolo di acconto sui compensi
professionali, previa presentazione di regolare fattura, la complessiva somma di €. 2.753,86, così costituita:
competenze professionali €. 1.608,75 (fase studio + fase introduttiva), spese generali 15% €.241,31, C.P.A.
€.74,00 e I.V.A. €. 423,29, al lordo delle ritenute di legge, oltre ad €. 379,50 per contributo unificato ed
€.27,00 per marche da bollo, prevedendo espressamente che detta somma di Euro 2.753,86, al momento della
presentazione della fattura a saldo, verrà detratta dall’importo di cui al superiore preventivo;
che l’Avv. Paolo Ruggieri, nel presentare la domanda di iscrizione nel più volte citato Elenco Aziendale
permanente di Avvocati esterni, si è impegnato “ad accettare i termini e le modalità di pagamento
predeterminati dall’A.S.P. di Trapani e, in particolare, ad accettare che il relativo corrispettivo sarà
determinato sulla base dei criteri indicati negli artt. 3 e 10 del Regolamento per il conferimento degli
incarichi professionali di difesa ad Avvocati esterni”;
necessario munire il presente provvedimento della clausola di immediata esecutività;
ATTESO
che con la sottoscrizione della presente proposta si dichiara che l’istruttoria è corretta, completa e conforme
alle risultanze de/gli atti d’ufficio;
DATO ATTO
che il Responsabile della Struttura che propone il presente provvedimento, sottoscrivendolo, attesta che lo
stesso, a seguito dell’istruttoria effettuata, è conforme alla normativa vigente con riferimento alla materia
trattata ed è, sia nella forma che nella sostanza, totalmente legittimo, veritiero ed utile per il servizio
pubblico, ai sensi e per gli effetti di quanto disposto dall’art. 1 della L. 14 gennaio 1994 n. 20 e s.m.i., e che
lo stesso è predisposto nel rispetto della L. 6 novembre 2012 n. 190 “Disposizioni per la prevenzione e la
repressione della corruzione e dell’illegalità nella Pubblica Amministrazione”, nonché nell’osservanza dei
contenuti del vigente Piano Aziendale della Prevenzione della Corruzione, con particolare riferimento
all’assenza di situazioni di conflitto d’interesse in relazione all’oggetto e alla tematica connessa;

PROPONE
Per le causali di cui in premessa:

1. di conferire mandato di rappresentanza e difesa dell’ASP di Trapani all’Avv. Paolo Ruggieri del Foro di
Marsala, con rilascio di apposita procura ad litem, attribuendo allo stesso ogni e più ampia facoltà di legge
connessa al mandato, affinchè venga incoato il giudizio per sequestro conservativo contro P. P. n.q. di erede
di A. B., innanzi al Tribunale Civile di Marsala, per le motivazioni meglio descritte in premessa;

2. di dare atto che si procederà alla liquidazione della parcella a saldo, previa presentazione di regolare fattura
da parte del predetto difensore, per un importo lordo fino a €.4.926,34, comprese spese generali pari al 15%,
CPA e IVA, al lordo delle ritenute di legge (oltre ad €.379,50 per contributo unificato ed €. 27,00 per marche
da bollo), giusta il preventivo indicato in premessa (redatto secondo i parametri minimi previsti dal D.M. n.
55 del 10.03.2014), predisposto dal legale incaricato ai sensi dell’art. 9 del decreto legge n.1 del 24/01/2012,
recante “Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività”,
convertito in legge n. 27 del 24/03/2012;

3. di autorizzare la spesa di €. 4.926,34 su:


 codice conto di costo: 509030201;
 denominazione conto di costo: “Spese Legali in contenzioso”;
 bilancio di esercizio 2021;
4. di dare atto che la predetta somma deve essere attribuita a:
 Codice centro di costo: %GX061022,
 Denominazione centro di costo: U.O.S. Servizio Legale;

5. di liquidare e pagare all’Avv. Paolo Ruggieri, a titolo di acconto sui compensi professionali, previa
presentazione di regolare fattura, la complessiva somma di di €. 2.753,86, così costituita: competenze
professionali €. 1.608,75 (fase studio + fase introduttiva), spese generali 15% €.241,31, C.P.A. €.74,00 e
I.V.A. €. 423,29, al lordo delle ritenute di legge, oltre ad €. 379,50 per contributo unificato ed €.27,00 per
marche da bollo, prevedendo espressamente che detta somma di Euro 2.753,86, al momento della
presentazione della fattura a saldo, verrà detratta dall’importo di cui al superiore preventivo;
6. di dichiarare l’emanando provvedimento immediatamente esecutivo;

7. di incaricare l’U.O.S. Servizio Legale e Contenzioso dell’esecuzione dell’emanando provvedimento.

L’estensore
(Dott. Massimiliano Frazzitta)

Il Dirigente Avvocato dell’UOS Servizio Legale e Contenzioso


nonché Responsabile del procedimento
(Avv. Giovanna Di Maria)

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO
VISTA
- la proposta di deliberazione che precede e che si intende qui di seguito integralmente riportata e
trascritta;
RITENUTO
- di condividerne il contenuto;
DELIBERA
di approvare la proposta di deliberazione per come sopra formulata dal Dirigente Avvocato della Struttura
proponente, e conseguentemente:

1. di conferire mandato di rappresentanza e difesa dell’ASP di Trapani all’Avv. Paolo Ruggieri del Foro di
Marsala, con rilascio di apposita procura ad litem, attribuendo allo stesso ogni e più ampia facoltà di legge
connessa al mandato, affinchè venga incoato il giudizio per sequestro conservativo contro P. P. n.q. di erede
di A. B., innanzi al Tribunale Civile di Marsala, per le motivazioni meglio descritte in premessa;

2. di dare atto che si procederà alla liquidazione della parcella a saldo, previa presentazione di regolare fattura
da parte del predetto difensore, per un importo lordo fino a €.4.926,34, comprese spese generali pari al 15%,
CPA e IVA, al lordo delle ritenute di legge (oltre ad €.379,50 per contributo unificato ed €. 27,00 per marche
da bollo), giusta il preventivo indicato in premessa (redatto secondo i parametri minimi previsti dal D.M. n.
55 del 10.03.2014), predisposto dal legale incaricato ai sensi dell’art. 9 del decreto legge n.1 del 24/01/2012,
recante “Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività”,
convertito in legge n. 27 del 24/03/2012;

3. di autorizzare la spesa di €. 4.926,34 su:


 codice conto di costo: 509030201;
 denominazione conto di costo: “Spese Legali in contenzioso”;
 bilancio di esercizio 2021;
4. di dare atto che la predetta somma deve essere attribuita a:
 Codice centro di costo: %GX061022,
 Denominazione centro di costo: U.O.S. Servizio Legale;

5. di liquidare e pagare all’Avv. Paolo Ruggieri, a titolo di acconto sui compensi professionali, previa
presentazione di regolare fattura, la complessiva somma di di €. 2.753,86, così costituita: competenze
professionali €. 1.608,75 (fase studio + fase introduttiva), spese generali 15% €.241,31, C.P.A. €.74,00 e
I.V.A. €. 423,29, al lordo delle ritenute di legge, oltre ad €. 379,50 per contributo unificato ed €.27,00 per
marche da bollo, prevedendo espressamente che detta somma di Euro 2.753,86, al momento della
presentazione della fattura a saldo, verrà detratta dall’importo di cui al superiore preventivo;
6. di dichiarare il presente provvedimento immediatamente esecutivo;

7. di incaricare l’U.O.S. Servizio Legale e Contenzioso dell’esecuzione del presente provvedimento.

La presente deliberazione è composta – escluso il frontespizio – da n. 4 pagine ed è firmata digitalmente.