Sei sulla pagina 1di 18

3.

Segni della funzione (positività e negatività)


Questo punto, qualora sia possibile algebricamente, ci permette di stabilire il segno che assume la
variabile dipendente y (che esprime il valore della funzione) al variare della variabile
indipendente x. Tale studio diventa importante poiché consente di stabilire le parti di piano che
interessano la funzione e quelle in cui il grafico non c’è.

Per comodità, convenzionalmente, si studia la positività della funzione risolvendo la disequazione


y > 0 ovvero f(x) > 0
ma è possibile utilizzare anche procedimenti grafici o regole pratiche.
Ovviamente, nel campo di esistenza, si avrà un intervallo di negatività dove la funzione non è
positiva.

L'intervallo di positività (negatività) di una funzione è l'insieme dei valori di x per i quali la
variabile y è positiva (negativa).

Per riportare nel piano cartesiano il risultato di questo studio si anneriscono le parti in cui il grafico
della funzione non può passare:
· negli intervalli in cui la funzione è positiva il grafico è situato sopra l'asse x, quindi si annerisce
la zona corrispondente di piano sotto l'asse x;
· negli intervalli in cui la funzione è negativa il grafico è al di sotto dell'asse x, quindi si annerisce
la zona corrispondente di piano sopra l'asse x.

Nota: Per una funzione continua è importante determinare sempre i valori di x per cui si annulla,
perché questi sono i punti in cui la funzione potrebbe cambiare di segno.

8
Sintesi dei segni di alcune funzioni di base:
 Polinomio di 1° grado ax + b
−−−−−−0+++++++
se a > 0 x1

se a < 0 ++++++0−−−−−−
x1

 Polinomio di 2° grado ax 2 + bx + c
++++0−−−−−−−0+++++
se a > 0 e ∆ > 0 x2 x1

−−−−0 ++++++ 0−−−−−


se a < 0 e ∆ > 0 x2 x1

+++++++0++++++
se a > 0 e ∆ = 0 x1

−−−−−−−0−−−−−−
se a < 0 e ∆ = 0 x1

++++++++++++++
se a > 0 e ∆ < 0

se a < 0 e ∆ < 0 −−−−−−−−−−−−−−

 Radicale n f ( x)
Con indice n pari: sempre positivo dove non si annulla.
Con indice n dispari: stessi segni del radicando f (x) .
 Logaritmo log n f ( x) (si annulla quando f ( x) = 1 ).
Con base n maggiore di 1 è positivo quando f ( x) > 1 , negativo altrove.
Con base n minore di 1 è positivo quando f ( x) < 1 , negativo altrove.
 Esponenziale n f ( x )
Sempre positivo.
Potenza di funzione [ f ( x)]
n

Con esponente n è pari: sempre positiva dove non si annulla.
Con esponente n dispari: stessi segni di f (x) .

Quando possibile:
- scrivere la funzione come prodotto di funzioni di base,
- studiare il segno di ogni fattore,
- fare il prodotto dei segni in verticale in ogni intervallo.

Fare sempre attenzione al campo di esistenza.

9
Esempi:
Funzione polinomiale di 1° grado y = ax + b
 y = 2 x − 6 (coefficiente di x positivo)
D=R
Determino dove la funzione si annulla (cioè troviamo gli zeri della funzione) risolvendo
l’equazione 2 x − 6 = 0 che, essendo di primo grado, ha sempre una e una sola soluzione, in
questo caso x = 3.
Posso già mettere il punto 0 nel grafico dei segni in corrispondenza del valore x = 3.
1° modo: algebrico
Trovo dove la funzione è positiva risolvendo la disequazione 2 x − 6 > 0 che ha soluzione x > 3.
La funzione è negativa per i rimanenti valori di x cioè per x < 3.

−−−−−−0+++++++

3
2° modo: grafico
La funzione di 1° grado rappresenta sempre una retta, in questo caso di coefficiente angolare
positivo (2) che interseca l’asse x nel punto x = 3.

A destra dell’intersezione il grafico sta al di sopra


dell’asse x, quindi la funzione è positiva,
a sinistra dell’intersezione il grafico sta al di sotto
3 dell’asse x, quindi la funzione è negativa.
−−−−−−−−0+++++++

3° metodo: pratico
Regola generale per i polinomi:
· si considera solo il termine in x di grado massimo;
· nell’intervallo più a destra il segno è uguale a quello del coefficiente di x;
· nell’intervallo più a sinistra il segno è
· uguale se l’esponente di x è pari,
· diverso se l’esponente di x è dispari.
In questo caso il termine di grado massimo è 2x
Il coefficiente è positivo (2), quindi a destra metto i segni +
L’esponente di x è dispari (1) quindi a sinistra metto i segni contrari, cioè −
−−−−−−0+++++++

3
In tutti i casi giungo alla stessa conclusione che posso rappresentare nel piano cartesiano:

10
 y = −3 x + 6 (coefficiente di x negativo)
D=R
Risolvo l’equazione 2 x − 6 = 0 che ha come soluzione x = 2.
Metto il punto 0 nel grafico dei segni in corrispondenza del valore x = 2.
1° modo: algebrico
La funzione è positiva quando − 3 x + 6 > 0 cioè per x < 2;
ed è negativa per i rimanenti valori di x cioè per x > 2.

++++++0−−−−−−

2
2° modo: grafico
La funzione rappresenta una retta di coefficiente angolare negativo (−3) che interseca l’asse x
nel punto x = 2.

A destra dell’intersezione il grafico sta al di sotto


dell’asse x, quindi la funzione è negativa,
a sinistra dell’intersezione il grafico sta al di sopra
2 dell’asse x, quindi la funzione è positiva.
++++++0 −−−−−−

3° metodo: pratico
Il termine di grado massimo è −3x.
Il coefficiente è negativo (−3), quindi a destra metto i segni −
L’esponente di x è dispari (1) quindi a sinistra metto i segni contrari, cioè +

++++++0 −−−−−−

Riporto nel piano cartesiano:

11
Funzione polinomiale di 2° grado y = ax 2 + bx + c
 y = x 2 + 3x − 4 (coefficiente di x2 positivo e ∆ > 0)
D=R
Cerco gli zeri del polinomio risolvendo l’equazione x 2 + 3 x − 4 = 0 che in questo caso ha due
soluzioni x1 = 1 e x2 = −4.
Metto gli 0 nel grafico dei segni in corrispondenza dei valori trovati: in questo caso si formano
tre intervalli.
0 0

−4 1

1° modo: algebrico
Risolvo la disequazione x 2 + 3 x − 4 > 0 per trovare dove la funzione è positiva: la soluzione è
x > 1 o x < −4.
La funzione è negativa per i rimanenti valori di x cioè per −4 < x < 1.

+++++0−−−−−−−−−−0+++++

−4 1
2° modo: grafico
La funzione di 2° grado rappresenta sempre una parabola con asse di simmetria parallelo
all’asse y, nel nostro caso con concavità verso l’alto (a > 0) che interseca l’asse x nei due punti
x1 = 1 e x2 = −4.

A destra di x1 e a sinistra di x2 il grafico sta al di sopra


dell’asse x, quindi la funzione è positiva,
tra le due intersezioni il grafico sta al di sotto dell’asse x,
x2 x1 quindi la funzione è negativa.

++++0−−−−−−−0++++++

3° modo: pratico
Il termine di grado massimo è x2.
Il coefficiente è positivo (1), quindi a destra metto i segni +
L’esponente di x è pari (2) quindi a sinistra metto i segni uguali, cioè +
Nell’intervallo intermedio metto i segni contrari, quindi −
(ottengo il grafico dei segni come sopra)

Riporto i segni nel piano cartesiano:

12
 y = − x 2 + 2 x + 3 (coefficiente di x2 negativo e ∆ > 0)
D=R
La funzione si annulla quando − x 2 + 2 x + 3 = 0 cioè per x1 = 3 e per x2 = −1;
Metto gli 0 nel grafico dei segni in corrispondenza dei valori trovati: si formano tre intervalli.

Metodo algebrico
La funzione è positiva quando − x 2 + 2 x + 3 > 0 cioè per −1 > x > 3;
è negativa per i rimanenti valori di x cioè per x < −1 o x > 3.
Grafico dei segni:
−−−−−0++++++++0−−−−−−

−1 3
Metodo grafico
La parabola rappresentata dalla funzione di ha concavità verso il basso (a < 0) e interseca l’asse
x nei due punti x1 = 3 e x2 = −1.

A destra di x1 e a sinistra di x2 il grafico sta al di sotto


x2
dell’asse x, quindi la funzione è negativa,
x1
tra le due intersezioni il grafico sta al di sopra dell’asse x,
quindi la funzione è positiva.
−−−−0 ++++++ 0−−−−−

Metodo pratico
Il termine di grado massimo è −x2.
Il coefficiente è negativo (−1), quindi a destra metto i segni −
L’esponente di x è pari (2) quindi a sinistra metto i segni uguali, cioè −
Nell’intervallo intermedio metto i segni contrari, quindi +
(ottengo il grafico dei segni come sopra)

−−−−−0++++++++0−−−−−−

−1 3

Riporto i segni nel piano cartesiano:

13
 y = x 2 + 4 x + 4 (coefficiente di x2 positivo e ∆ = 0)
D=R
La funzione si annulla quando x 2 + 4 x + 4 = 0 cioè solo per x = 2.
Metto lo 0 nel grafico dei segni in corrispondenza del valore trovato x = 2; in questo caso si
formano due intervalli.
0

Metodo algebrico
La funzione è positiva quando x 2 + 4 x + 4 > 0 cioè per x ≠ 2;
è negativa per i rimanenti valori di x cioè mai.

+++++++0++++++

2
Metodo grafico
La funzione una parabola con concavità verso l’alto (a > 0) che interseca l’asse x solo nel punto
x = 2.

Sia a destra che a sinistra di 2 il grafico sta al di sopra


dell’asse x, quindi la funzione è positiva,
il grafico non sta mai al di sotto dell’asse x.

2
++++++0++++++

Metodo pratico
Il termine di grado massimo è x2.
Il coefficiente è positivo (1), quindi a destra metto i segni +
L’esponente di x è pari (2) quindi a sinistra metto i segni uguali, cioè +
Non c’è intervallo intermedio.

+++++++0++++++

2
Riporto nel piano cartesiano:

14
 y = − x 2 + 2 x − 1 (coefficiente di x2 negativo e ∆ = 0)
D=R
La funzione si annulla quando − x 2 + 2 x − 1 = 0 cioè solo per x = 1.
Metto lo 0 nel grafico dei segni in corrispondenza del valore trovato x = 2; si formano due
intervalli.
0

Modo algebrico
La funzione è positiva quando − x 2 + 2 x − 1 > 0 cioè mai;
è negativa per tutti gli altri valori, quindi per x ≠ 1.

−−−−−−−0−−−−−−

1
Metodo grafico
La funzione una parabola con concavità verso il basso (a < 0) che interseca l’asse x solo nel
punto x = 1.

Sia a destra che a sinistra di 1 il grafico sta al di sotto


1
dell’asse x, quindi la funzione è negativa,
il grafico non sta mai al di sopra dell’asse x.

−−−−−−0−−−−−−

Metodo pratico
Il termine di grado massimo è −x2.
Il coefficiente è negativo (−1), quindi a destra metto i segni −
L’esponente di x è pari (2) quindi a sinistra metto i segni uguali, cioè −
Non c’è intervallo intermedio.

−−−−−−−0−−−−−−

Riporto nel piano cartesiano:

15
 y = x 2 − x + 4 (coefficiente di x2 positivo e ∆ < 0)
D=R
La funzione si annulla quando x 2 − x + 4 = 0 cioè mai (∆ < 0).
Non ci sono zeri: l’intervallo è unico.

Metodo algebrico
La funzione è positiva quando x 2 − x + 4 > 0 cioè sempre;
è negativa per i rimanenti valori di x cioè mai.

+++++++++++++

Metodo grafico
La funzione una parabola con concavità verso l’alto (a > 0) che non interseca l’asse x.

Il grafico sta sempre al di sopra dell’asse x, quindi la


funzione è sempre positiva.

++++++++++++

Metodo pratico
Il termine di grado massimo è x2.
Il coefficiente è positivo (1), quindi (a destra) metto i segni +
Non ci sono altri intervalli.

+++++++++++++

Riporto nel piano cartesiano:

16
 y = − x 2 + 2 x − 3 (coefficiente di x2 negativo e ∆ < 0)
D=R
La funzione si annulla quando − x 2 + 2 x − 3 = 0 cioè mai (∆ < 0).
Non ci sono zeri: l’intervallo è unico.

Metodo algebrico
La funzione è positiva quando − x 2 + 2 x − 3 > 0 cioè mai;
è negativa per i rimanenti valori di x cioè sempre.

−−−−−−−−−−−−−−

Metodo grafico
La funzione una parabola con concavità verso il basso (a < 0) che non interseca l’asse x.

Il grafico sta sempre al di sotto dell’asse x, quindi la


funzione è sempre negativa.

−−−−−−−−−−−−

Metodo pratico
Il termine di grado massimo è −x2.
Il coefficiente è negativo (−1), quindi (a destra) metto i segni −
Non ci sono altri intervalli.

−−−−−−−−−−−−−−

Riporto nel piano cartesiano:

17
Funzione polinomiale di grado superiore a 2
Si riscrive la funzione come prodotto di polinomi (o potenze) ciascuno di grado non superiore a 2, si
studia il segno di ogni fattore poi si effettua il prodotto dei segni in ogni intervallo trovato.
 y = x3 − 2x 2 − x + 2
Scomponendo in fattori la funzione si può scrivere come y = ( x − 2) ( x 2 − 1)

Il fattore x − 2 (polinomio di 1° grado con a > 0)


si annulla quando x = 2 x−2 −−−−−−−−−−−−−0++++
è positivo quando x > 2
è negativo quando x < 2

Il fattore x 2 − 1 (2° grado con a > 0 e ∆ > 0) x2 − 1 +++++0−−−0+++++++


si annulla per x = ± 1
è positivo per x > 1 o x < −1
è negativo per −1 < x < 1

−1 1 2
Il segno della funzione è il prodotto (fatto in
verticale) dei segni dei suoi fattori y −−−−−0+++0 −− 0+++

Piano cartesiano:

18
Funzione irrazionale
Se il radicale ha indice pari:
- esiste solo quando il radicando non è negativo;
- si annulla quando si annulla il radicando;
- è positiva per tutti gli altri valori del suo dominio;
- non è mai negativa

Se il radicale ha indice dispari:


- è sempre definito;
- ha gli stessi segni del radicando.

 y = x − 2 (radicale con indice pari)


D = [2 ; +∞)
si annulla quando x − 2 = 0 cioè per x = 2;
è positiva per x ≠ 2;
è negativa mai.

Grafico dei segni: Piano cartesiano:

0+++++++

 y = 3 x − 2 (radicale con indice dispari)


D = (−∞ ; +∞)
Ha lo stesso segno di x − 2
si annulla quando x − 2 = 0 cioè per x = 2;
è positiva quando x − 2 > 0 cioè per x > 2;
è negativa quando x − 2 < 0 cioè per x < 2.

Grafico dei segni: Piano cartesiano:

−−−−−−−−0+++++++

19
Funzione logaritmica
Se la base è maggiore di 1:
- esiste solo quando l’argomento è positivo;
- si annulla quando l’argomento è 1;
- è positiva quando l’argomento è maggiore di 1;
- è negativa quando l’argomento è minore di 1.

Se la base è minore di 1:
- esiste solo quando l’argomento è positivo;
- si annulla quando l’argomento è 1;
- è positiva quando l’argomento è minore di 1;
- è negativa quando l’argomento è maggiore di 1.

 y = log( x − 2) (base maggiore di 1)


D = (2 ; +∞)
si annulla quando x − 2 = 1 cioè per x = 3;
è positiva quando x − 2 > 1 cioè per x > 3;
è negativa quando x − 2 < 1 cioè per x < 3.

Grafico dei segni: Piano cartesiano:

−−−0+++++++

2 3 x

Funzione esponenziale
- esiste quando la base è positiva;
- non si annulla mai;
- è positiva in tutto il suo dominio.
 y = 5 x +3
D = (−∞ ; +∞)
si annulla mai
è positiva sempre
è negativa mai

Grafico dei segni: Piano cartesiano:

+++++++++++++

20
Potenza di funzione y = [ f ( x)]
n

Se l’esponente è pari:
- si annulla quando si annulla la base;
- è positiva per tutti gli altri valori del dominio;
- non è mai negativa.

Se l’esponente è dispari:
- ha gli stessi segni della base.

 y = ( x − 2) 4 (esponente pari)
si annulla quando x − 2 = 0 cioè per x = 2;
è positiva per x ≠ 2;
è negativa mai.

Grafico dei segni: Piano cartesiano:

+++++++0+++++++

 y = ( x − 2) 3 (esponente dispari)
Ha gli stessi segni di x − 2
si annulla quando x − 2 = 0 cioè per x = 2;
è positiva quando x − 2 > 0 cioè per x > 2;
è negativa quando x − 2 < 0 cioè per x < 2.

Grafico dei segni: Piano cartesiano:

−−−−−−−−0+++++++

21
Funzione scomponibile in fattori
Si studia il segno di ogni fattore poi si effettua il prodotto dei segni in verticale in ogni intervallo
trovato.
Attenzione: quando ci sono denominatori, occorre eliminare i valori in cui questi si annullano.
(La discussione dovrebbe essere già stata fatta nello studio del dominio)

( x + 3)(2 − x)
 y=
x−4
D = (− ∞ ; 4) U (4 ; + ∞ )

Numeratore:
Il fattore x + 3 (polinomio di 1° grado con a > 0) x+3 −−−−0++++++++++++
si annulla quando x = −3
è positivo quando x > −3
è negativo quando x < −3
Il fattore 2 − x (polinomio di 1° grado con a < 0)
2−x ++++++++0−−−−−−−−
si annulla per x = 2
è positivo per x < 2
è negativo per x < 2
Denominatore:
Il fattore x − 4 (polinomio di 1° grado con a > 0) x−4 −−−−−−−−−−−−x++++
si annulla quando x = 4
è positivo quando x > 4
è negativo quando x < 4

−3 2 4
Il segno della funzione è il prodotto (fatto in
verticale) dei segni dei suoi fattori. y +++0 −−− 0 +++ x−−−−

Piano cartesiano:

22
 y = x 3 ( x − 2) 2 (1 − x) 5

Il fattore x 3 (potenza dispari) ha lo stesso


segno di x (polinomio di 1° grado con a > 0) x3 −−−−0++++++++++++
si annulla quando x = 0
è positivo quando x > 0
è negativo quando x < 0

Il fattore ( x − 2) 2 (potenza pari) (x − 2)2 ++++++++++++0++++


si annulla per x = 2
è positivo per x ≠ 2
è negativo mai

Il fattore (1 − x) 3 (potenza dispari) ha lo stesso (1 − x)3 ++++++++0−−−−−−−−


segno di 1 − x (polinomio di 1° grado con a < 0)
si annulla quando x = 1
è positivo quando x < 1
è negativo quando x > 1
0 1 2

Il segno della funzione è il prodotto (fatto in


y −−−−0 +++0 −−− 0 −−−
verticale) dei segni dei suoi fattori.

Piano cartesiano:

23
( x + 2) 3 2 x − 4
 y=
4x 2 − x3
( x + 2) 3 2 x − 4
Scompongo in fattori il denominatore y =
x 2 (4 − x)
Determino il dominio:
2 x − 4 ≥ 0

D : x 2 ≠ 0 → D = [2 ; 4) U (4 ; + ∞ )
4 − x ≠ 0

Studio i segni dei fattori facendo attenzione alle condizioni del dominio:

Numeratore:
3
Il fattore ( x + 2 ) (potenza dispari) ha lo stesso
segno di x + 2 (polinomio di 1° grado con a > 0) (x + 2)3 −−−−0++++++++++++
si annulla quando x = −2
è positivo quando x > −2
è negativo quando x < −2
Il fattore 2 x − 4 (radice con indice pari) 2x − 4 0++++++
si annulla per x = 2
è positivo per gli altri valori del dominio
è negativo mai
Denominatore:
x2 +++++++x+++++++++
Il fattore x 2 (potenza pari)
si annulla per x = 0
è positivo per gli altri valori del dominio
è negativo mai
Il fattore 4 − x (polinomio di 1° grado con a < 0) 4−x −−−−−−−−−−−−−−x+++
si annulla quando x = 4
è positivo quando x < 4
è negativo quando x > 4 −2 0 2 4

Il segno della funzione è il prodotto dei segni


y 0 − −x+++
dei suoi fattori

Riporto nel piano cartesiano:

24
Funzione non scomponibile in fattori di base
 y = x− x
D = [0 ; + ∞ )
La funzione si annulla quando x − x = 0
Risolvo l’equazione:
isolo il radicale x = x
poiché entrambi i membri non sono negativi (vedi dominio) li elevo al quadrato x 2 = x
risolvo l’equazione di secondo grado trovata x 2 − x = 0
che ha soluzione x1 = 0 e x2 = 1.
La funzione è positiva quando x − x > 0
Con considerazioni analoghe all’equazione trovo la soluzione x > 1.
La funzione è negativa per gli altri valori del dominio, cioè 0 < x < 1.

 y = 1 − log x
D = (0 ; + ∞ )
La funzione si annulla quando 1 − log x = 0
cioè log x = 1 , quindi x = 10.
La funzione è positiva quando 1 − log x > 0
cioè log x < 1 , quindi x < 10.
La funzione è negativa per gli altri valori del dominio, cioè x > 10.

x
10

25