Sei sulla pagina 1di 2

Geometria 1

Prof. Paolo Piazza


Terzo Compito Scritto.
4 Settembre 2017

Nome e Cognome:

Numero di Matricola:

email istituzionale:

Orale (cerchiare I oppure II)

I : Mercoledi’ 6/09 II : Settimana 23-27/09

Esercizio Punti totali Punteggio

1 7

2 8

3 8

4 7

Totale 30

ATTENZIONE:
• I COMPITI DISORDINATI O POCO LEGGIBILI NON SARANNO NEANCHE CORRETTI
• GIUSTIFICATE LE VOSTRE ARGOMENTAZIONI
• SCRIVETE LE RISPOSTE NEGLI APPOSITI RIQUADRI
• I FOGLI DI BRUTTA NON SARANNO ACCETTATI
• TUTTI I DISPOSITIVI ELETTRONICI (SMARTPHONES, TABLETS, TELEFONINI ETC ...)
DEVONO ESSERE SPENTI E IN BORSA
• NON SONO AMMESSI LIBRI O APPUNTI.

1
Esercizio 1. Si consideri in P 2 (R) il riferimento canonico ed i quattro punti

P1 = [1, 0, 0] , P2 = [0, 1, 0] , P3 = [0, 0, 1] , P4 = [1, 1, 1] .

Siano Q1 , . . . , Q4 i punti di coordinate omogenee:

Q1 = [1, −1, −1] , Q2 = [1, 3, 1] , Q3 = [1, 1, −1] , Q4 = [1, 1, 1] .

1. Stabilire se esiste una proiettività f : P 2 (R) → P 2 (R) tale che f (Pj ) = Qj ∀j = 1, . . . , 4 ed in caso
affermativo descriverla tramite un elemento di P GL(3, R).
2. Discutere l’unicità di f .
3. Stabilire se esistono sottospazi proiettivi che sono lasciati fissi da una tale f ed in caso affermativo
descriverli esplicitamente. (Un sottospazio S è lasciato fisso da una proiettività f se f (P ) = P ∀P ∈ S.)
Esercizio 2. Piano euclideo E 2 con riferimento cartesiano ortonormale RC(O, i, j) fissato e coordinate
associate (x, y).
1. Dimostrare che la conica C di equazione cartesiana
√ √
x2 + y 2 + 10xy + 14 2x + 22 2y + 52 = 0

è un’iperbole. Determinarne il centro.


2. Determinare una conica canonica euclidea D ed un’isometria ψ : E 2 → E 2 tali che ψ(D) = C.
3. Determinare l’equazione cartesiana degli asintoti dell’iperbole C; determinare la distanza fra i due
fuochi di C.
4. Sia C il supporto di C. Determinare esplicitamente un’isometria σ : E 2 → E 2 tale che σ(C) = C.
5. Disegnare C.
Esercizio 3. Nello spazio vettoriale R3 con base canonica fissata consideriamo la forma bilineare sim-
metrica
b(x, y) := x1 y2 + x2 y1 + x1 y3 + x3 y1 + x2 y3 + x3 y2
1. Determinare il radicale di b.
2. Verificare che il vettore v = (1, 1, 0) è non-isotropo. Determinare una base di Sylvester F =
{f 1 , f 2 , f 3 } con la proprietà che f 1 = v. Determinare indici di positività e negatività di b.
3. Sia q la forma quadratica associata a b e sia C la conica di P 2 (R), con coordinate omogenee (x1 , x2 , x3 ),
definita dall’equazione q(x1 , x2 , x3 ) = 0. Determinare una proiettività f : P 2 (R) → P 2 (R) ed una conica
proiettiva canonica D tali che D = f (C).
4. Sia H ⊂ P 2 (R) la retta proiettiva di equazione x1 = 0 e sia C 0 la conica affine C 0 := C ∩ (P 2 (R) \ H).
Classificare affinemente C 0 .
Esercizio 4. Piano affine A2 (C) con coordinate affini (x, y). Sia C la curva algebrica di equazione

x2 y + y 2 + 2y + 1 = 0 .

1. Determinare i punti singolari di C e in essi le tangenti principali.


2. Determinare la chiusura proiettiva C ∗ di C in P 2 (C), di equazione F (X0 , X1 , X2 ) = 0 con x = X1 /X0 ,
y = X2 /X0 . Determinare i punti impropri di C e stabilire se sono semplici o multipli per C ∗ .
3. Scrivere l’equazione cartesiana delle tangenti (pricipali) a C ∗ nei punti impropri di C. Determinare la
loro molteplicità d’intersezione con C ∗ , esplicitando in particolare quali fra di essi sono flessi.
Vero o Falso: la curva C ammette almeno un asintoto.