Sei sulla pagina 1di 1

1) Era un dito strano: era un dito normale appartenente a un bambino di circa 6-7 anni era normale

tranne il colorito: era di un blu quasi viola ed era tutto squartato: pieno di tagli ed insanguinato.
Sembrava essere venuto dall’ Aldilà. Quando provai a chiedere cosa volesse da me, una strana e
distorta voce mi parlò:<Sono venuto qui per te...non ti ricordi di me? Sono Jack>Io ero shoccato:non
solo per la voce ma anche per Jack:quando ero più giovane, avevo fatto un figlio e lo avevo chiamato
Jack dopo circa 6 anni però, caddi in uno stato sociale molto povero: non avevo più cibo da dare alla
mia faamiglia e, fu così che io e mia moglie decidemmo di darlo ad un orfanotrofio per un breve
periodo...lì però lui poverino morì in circostanze misteriose...morì da solo, senzza nessuno, nessuno
che lo amasse più. Howard prova subito un calore...anche se quello era solo un dito del figlio, si mise a
piangere, chiedendo perdono. Il dito però, si girò e se ne andò: senza dire nemmeno una parola.

2)e vidi lei, in piedi pallidissima, con uno sguardo penetrante di dolore, era vestita con un lungo
vestito da sposa, rigorosamente bianco. Mi fissava, io la fissavvo sconvolto, mi alzai in piedi e, quando
per cercarla di abbracciare, caddi nella tomba sbattendo fortemente la testa. Mirisvegliai il giorno
dopo alle circa tre del mattino ero in una strana stanza: era tutta scura e cupa. Quando per guardala,
la vidi lì: era ancora lei ma questa volta era diversa: aveva un lungo sorriso surreale: lunghissimo e poi,
e poi, aveva quello sguardo: quei due grandi occhi con dentro un colore rosso sangue. Mi fissava
come se mi volesse solo uccidere ma, mi lascia non volli fare nulla, io la solo fissavo e pensavo a
quando fosse bella, nonostante il suo strano aspetto... rimaneva sempre bellissima...dopo poco
tempo, lei inizio a venireverso di me e, quando ormai era a qualche metro di distanza, entrò nella
stana uno strano tipo: era alto e muscoloso con una folta barba. Mi prese e mi raccontò il tutto poi, mi
portò a casa. Si ripetè la stessa cosa: la vidi però, sta’ volta, mi raggiunse: Mi prese, mi baciò e se ne
andò:da quel giorno, non la vidi mai più.